Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Cosenza: avviato progetto recupero della coturnice

| 13 aprile 2012 | 2 Comments

Cosenza/Provincia: avviato progetto recupero della coturnice

(ASCA) – Cosenza, 13 apr – Gli agenti della Polizia Provinciale di Cosenza hano immesso in natura, tra le montagne a confine dei comuni di Sangineto e Sant’Agata d’Esaro, 22 coppie di coturnice, di cui una coppia richiamo e’ stata lasciata in voliera per il periodo riproduttivo.
Il progetto e’ volto a garantire la conservazione della Coturnice (Alectoris graeca graeca), sottospecie endemica inserita nell’allegato di tutela della Direttiva Uccelli europea e ritenuta ”prioritaria” per quanto riguarda gli interventi di conservazione.
Le sparute popolazioni presenti sui monti della Catena Costiera Calabra sono distribuite in modo disgiunto nelle zone circoscritte, sia aree Parco, che in riserve naturali orientate, ed in pochi territori fuori dalle aree protette, cio’ avvalorato da indagini storiche condotte negli anni addietro.
La sopravvivenza di questa specie attualmente viene minacciata anche dalla frammentazione del suo areale oltre che dall’aumento dei predatori naturali, dall’abbandono degli alpeggi e delle zone montane una volta coltivate. Pertanto, tale progetto, avviato dalla Provincia di Cosenza mira a salvaguardare tale specie dal rischio di estinzione, realizzando una serie di azioni a tutela della , indirizzate principalmente alla identificazione e alla riduzione dei principali fattori, che rappresentano una minaccia per la specie.

http://www.asca.it

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

Category: Calabria

Comments (2)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Giacomo scrive:

    Con 22 coppie non credo che si possa risolvere il problema dell’incremento della coturnice, che purtroppo esiste non ostante le aree di protezione come parchi ecc. Il problema vero per questi selvatici meraviogliosi sono i predatori naturali ! Il lancio dei capi doveva essere fatto dopo una sostanziale bonifica da queste specie dannose e questo vale per tutti i lanci. A che servono poi i parchi a iosa non si capisce, visto che si protegge poco. Per quanto riguarda le coltivazioni montane si posso sempre fare a perdere e questa è un’altra cosa da mettere in conto.  :wink:   Salutiamo 

  2. Stefano Orlandini scrive:

    ….una bella bonifica….magari con la stricnina ?!?  Non mi sembra una proposta ne’ intelligente ne’che garantisca alcun successo. La coturnice ha sempre avuto a che fare con i predatori naturali e non si e’ estinta…ma se subisce  anche l’attivita’ venatoria allora ha bisogno d’aiuto . Con i lanci mi sembra sia piu’ produttivo creare delle colture a perdere.
    Gli ultimi studi effettuati al Parco d’Abruzzo la danno stabile nei suoi areali….ma li’ viene predata solo dai suoi nemici naturali.

Leave a Reply


8 + 7 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.