Como: piccioni, Coldiretti favorevole ai cacciatori

| 29 marzo 2012 | 27 Comments

La guerra ai piccioni: Coldiretti favorevole ai cacciatori

La Provincia di Como ha assoldato decine di doppiette per eliminare il discusso volatile

Tutto è nato dalla decisione della Provincia di Como di “assoldare” 80 cacciatori disposti a sparare ai piccioni che infestano il territorio. L’iniziativa dell’assessore provinciale alla Caccia Mario Colombo ha sollevato non poche polemiche da parte degli ambientalisti.
In particolare la Lega Italiana Protezione Uccelli (Lipu), si è schierata contro la decisione di Villa Saporiti di affidarsi a cacciatori scelti per abbattere i piccioni. Ora però tale scelta strategica radicale ottiene il plauso della Coldiretti.

“La questione piccioni è seria, e non va né sottovalutata né ridicolizzata. Non abbiamo difficoltà a definire intelligente ed utile l’iniziativa dell’assessore Colombo che ha avuto il coraggio di prendere una decisione impopolare ma, allo stesso tempo, assolutamente necessaria per risolvere un problema che si trascina da troppi anni” ha detto il presidente della Federazione di Como-Lecco, Fortunato Trezzi.
Che poi precisa: “La questione è seria e gli interventi “leggeri” sinora tentati non hanno prodotto alcun risultato: ora è giusto avere il coraggio di agire senza ipocrisie e senza nascondere l’esistenza di un problema reale, che mette a rischio l’operatività delle imprese agricole del comasco e la stessa salute dei cittadini”.
Un esempio: un agricoltore di Coldiretti, Carlo Benzoni, a Lomazzo si è trovato addirittura costretto a modificare l’indirizzo produttivo della sua impresa agricola: “Non semino più soia da due anni, per forza di cose ho dovuto convertire l’azienda alla produzione di mais. La situazione è insostenibile. Cosa posso fare quando su un appezzamento di 3 mila metri quadri calano in massa 300 piccioni o più?”.

http://www.corrierecomo.it

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

Category: Coldiretti, Lombardia

Comments (27)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. cele scrive:

    rendersi utili e operare in simbiosi con gli agricoltori questo dovrebbe essere l’obbiettivo primario!!

  2. dardo scrive:

    ma perchè invece di far abbattere i piccioni non fate pagare i danni alle associazioni animaliste….. mi sembra ovvio che se non vogliono accollarsi questo (orribile delitto) essi possano porvi rimedio tutelando l’agricoltore compensando il maltolto con loro denaro. Ma porca miseria, se io cacciatore vado in un terreno agricolo e creo un danno al contadino o proprietario terriero ho un assicurazione che possa risarcirlo, mi sembra più che giusto! perchè le associazioni animaliste non fanno pagare ai loro iscritti 100 euro per la tesserina così chè possano pagare gli eventuali danni? O ancor meglio perchè invece di chiedere introiti pecuniari allo stato per fare solo della confusione non indirizzano queste sovenzioni ai lavoratori della terra? Vogliono i piccioni, vogliono i cinghiali, vogliono gli storni, che si prendano la briga di pagarne i danni!!! sono animalisti ed hanno la legge del no, però prendono più sovenzioni loro che una catastrofe ambientale, che strano paese è il nostro. (:n) (:n) (:n) oww oww oww

  3. Giusti Giacomo scrive:

    Caro Dardo,come si fa a non essere d’accordo?
    Tutti quei bei soldoni che prendono dove gli mettono?
    Bisogna che qualcuno si muova nel senso che hai detto!

  4. renzo scrive:

    DARDO hai ragione ,ma la colpa di chi è ? 
     La colpa è del tempo, inteso come era dove tutto è stravolto .
    In questa era l’animale non è più vista come Animale = cibo, ma come animale = pagliaccetto simpatico rivestito di pelo o piuma con cui andare anche a letto.
    E il bello è che questa visione delle cose è il risultato inevitabile del consumismo spinto, dell’allevamento intensivo, e della comodità di trovare il cibo addirittura precotto, in modo che non si perda troppo tempo a cucinarne la ciccia .

    L’uomo ,che lo voglia o meno è cacciatore, anche se anticaccia.. solo che non vuole sentirselo dire perche dell’animalismo inteso come assoluta dedizione alla carezza al gattino, cagnolina, cavallino, canarino ecc. ( nota come definiscono gli animali, tutti con il diminutivo; con desinenza in INO ) ne hanno fatto una insulsa religione .  

    • DANX scrive:

      Guarda che anche l’uomo è un animale.
      Non capisco perchè devi considerare l’animale del cibo, mentre l’uomo chissà quale speciale cosa.
      Si può vivere benissimo senza mangiare carne, lo dimostrano milioni di persone e anche tantissime specie animali. Inoltre, considera che la carne la possiamo sì mangiare, ma solo se cotta e tagliata a fette. Non ho mai visto alcun esser umano mangiare carne in natura, quindi senza coltelli e forni che, mi duole dirtelo, non “nascono” con la comparsa dell’uomo.
      Detto ciò, se uno vuole mangiare la carne, preferisco la caccia agli allevamenti.

      • dardo scrive:

        X DANX, TU HAI TUTTA LA LIBERTà DI MANGIARE INSALATA, CARNE DI ALLEVAMENTO, SOLO FRUTTA, COME VUOI, MA LASCIA A CHI NON LA PENSA COME TE LA LIBERTà DI MANGIARE ALTRO SE NOI NON SIAMO DIVERSI DA ALTRI ANIMALI E QUINDI SIAMO A TUO DIRE (CANNIBALI) MA A TUO DIRE……LASCIACI ESSERE CANNIBALI, NON HO MAI CRITICATO UN VEGETARIANO E MAI LO FARò , MA MAI DIVENTERò COME LUI, IN VOI MANCA UN PO’ QUESTA VOGLIA DI COMPRENDERE CHI è DIVERSO DALLE VOSTRE ABITUDINI, AL SOTTOSCRITTO NON LEVARE UN BELLO SPIEDINO DI CELLETTI CON LA POLENTA SIA PER IL GUSTO CHE PER LE CALORIE CHE MI POSSONO DARE, E PER LA CRONACA E L’EVOLUZIONE DELLUOMO TI POSSO DIRE CHE IL SAPIENS è DIVENTATO TALE PERCHè GRAZIE ALL’APPORTO DELLA CARNE IL CERVELLO HA AVUTO MAGGIOR SUSSISTENZA E NUTRIMENTO E DEVI RINGRAZIARE I (CANNIBALI) SE ADESSO SEI QUELLO CHE SEI, GLI ALTRI CEPPI UMANI CHE HANNO ABBONDATO IN VEGETALI SI SONO ESTINTI…………ATTENZIONE!!!!! (f) (f) (f)   

      • renzo scrive:

        Danx

        ma credi veramente a quello che dici o sei un alieno venuto da chissà dove ? L’uomo è diventato quello che è , una specie dominante della quale fai parte anche TU …. proprio perche si è nutrito di carne ! E anche se non ha inventato il forno a microonde cuoceva la carne sul fuoco pochi giorni dopo averlo scoperto. Quindi se sei di questo pianeta .. informati meglio e MANGIA PROTEINE ANIMALI che mi sà che l’erba ti fa molto male ….  

  5. Ratti Ferdinando scrive:

    Conosco personalmente da oltre 15 anni, l’assessore Colombo e vi posso garantire che non è ben visto dagli animalisti ed anticaccia; perchè più di una volta ha preso le difese a favore della caccia e dei cacciatori.
    Sabato 24 us, in occasione di una cena anche lui concordava con mè,  che se i danni creati dalla fauna protetta; li facessero pagare agli anticaccia, vedrete come cambia subito la musica. Per questi signori è facile dire sempre no quando non sono toccati personalmente (per parafrasare un noto comico è facile fare il frocio con il c… degli altri. Oltre che ai danni creati dai piccioni e tortore orientali dal collare agli allevatori ed agricoltori, chiedete ai proprietari dei mulini che macinano grano per farne farina per l’alimentazione umana, quanto danno gli viene arrecato da questi graziosi animaletti. Nella mia zona i mulini Lario circa 20 anni fa, si sono dovuti sobbarcare una spese di diverse centinaia di milioni, per mettere delle reti di protezione ai silos dei cereali, per proteggersi dagli escrementi e le piume che questi lasciavano andando a cibarsi e finivano nel macinato. Se non avrebbero messo queste protezioni le industrie alimentari li hanno minacciati di non acquistare più la loro farina. Anche questi  danni sarebbero da far pagare alla Brambi.
    La  soluzione sperando che non sia utopia, inseriamo le due specie tra quelle cacciabili.
    Ferdinando Ratti
    presidente provinciale Italcaccia  Como. 

  6. pino56rm scrive:

    Commenti tutti condivisibili, ma ripeto quello che ho già scritto infinite volte per gli ungulati: fate risolvere il problema a coloro che si definiscono amanti degli animali; se gli organi preposti vogliono l’aiuto dei cacciatori, che li paghino.
    E’ risaputo che piccioni e storni, insieme ad altre specie, sono una autentica disgrazia per le colture, ma nessuna associazione dei coltivatori ne ha mai richiesto con forza il reinserimento fra le specie cacciabili. Poi, quando il problema è diventato ormai di proporzioni non più sostenibili, si chiede il nostro intervento.  E no cari voi, chiamate lipu, lav, wwf, lac e tutti gli altri animalari che prendono pure bei soldoni dallo stato, e ci penseranno loro a risolverlo, il problema.

  7. Bekea scrive:

    X Pino 56. Giusta osservazione, ma noi cacciatori dobbiamo anche tener conto che quando andiamo a caccia siamo senpre in casa  d’altri, perciò un piacere( così si può definire questa forma di contenimento) si può anche fare. Lo sò che gli animalisti ci considerano degli assassini, ma qualcuno questo lavoro sporco lo deve fare, visto che i metodi non cruenti non producono risultati. 

    • Giusti Giacomo scrive:

      No Bekea,non sono d’accordo,se nessuno va a farlo il”lavoro sporco”dovranno prendere altri provvedimenti.
      Ho tutte le specie in art.37,ma io non ci vado a fare favori a chi mi pugnala alle spalle appena ha ricevuto il favore.
      Nessuno ti costringe ad andare a fare quello che chiami lavoro sporco,se lo ritieni cosi`,fai come me.
      Ciao!

    • dardo scrive:

      x bekea gli animalisti ci definiscono assassini per loro tornaconto, devono indispettire l’opinione pubblica contro di noi, finiti noi iniziano con i pescatori, quello che mi preoccupa è che l’opinione pubblica si fa imboccare tutto senza se e senza ma come un primate che reagisce d’istinto e non per ragione, lo sappiamo tutti che i media vincolano le folle dove trovano profitto, e rimango allibito dall’imbocco che questi hanno!!!!!

  8. MAURO scrive:

    http://www.facebook.com/groups/mauropanella/Uniti per difendere la caccia vi aspetta su’ questo indirizzo…..

    Amare la Caccia vuol dire anche difenderla…..anche tu puoi dare motivazione al nostro unico scopo,difendere la nostra passione!Wla caccia (up)

  9. Bekea scrive:

    Giacomo,io abito in un comune di campagna e abitualmente ogni anno facciamo questi interventi con le guardie provinciali,anche perchè alcuni agricoltori sono anche cacciatori. Questo è per spiegarti il mio modo di vedere la questione,che è una sfacettatura del rapporto che il cacciatore ha con il territorio che lo ospita a caccia.Questi interventi li faccio anche per nutrie corvi e volpi, sempre nel mio comune.

    • DANX scrive:

      Sarebbe divertente, un giorno, vedere degli animali evolversi (?) e vendicarsi degli umani, imbracciando fucili e farvi tutti fuori perchè siete troppi.
      Ma non vi rendete conto che noi umani siamo in 7 miliardi e invadiamo sempre più terre? E’ ovvio che poi ci troviamo in mezzo sempre più animali. Loro sono troppi e vanno uccisi. E noi???

      • dardo scrive:

        X DANX INANZI TUTTO SUL FATTO CHE SIAMO TROPPI HAI RAGIONE QUINDI PROPPORREI L’ELASTICO ALL’UCCELLINO…….PER QUANTO RIGUARDA UCCIDERE ALTRI ESSERI PER POTER TROVARE POSTO NOI TI STAI SBAGLIANDO, NON CONFONDERCI CON STERMINATORI, NOI ABBIAMO INTERESSE CHE LA SELVAGGINA SIA ABBONDANTE, E PER QUESTO CHE FACCIAMO COLTURE A PERDERE, IMMETTIAMO SELVAGGINA NEL TERRITORIO, FACCIAMO CORSI PER ABBATTERE LA SELVAGGINA NELLA MISURA DA NON ESSERE DISTRUTTIVI, COME VEDI ABBIAMO UN RIGUARDO CHE ALTRI NON HANNO, ESSERE CACCIATORE NON SIGNIFICA ANDARE PER CAMPI A SPARARE, MA VI è TUTTA UNA SERIE DI SACRIFICI ALLE SPALLE, DA QUANTO COMPRENDO MI PARE CHE TU SEI INFORMATO SOLO DA LICIA COLò , LA QUALE NON DICE CHE COSTRUIRE A DISMISURA è DISTRUTTIVO, COSTITUIRE PARCHI A PERDERE è DISTRUTTIVO, ANDARE IN AUTO TUTTI I GIORNI è DISTRUTTIVO, NOI ABBIAMO UN RISPETTO CHE VOI NON RICONOSCETE, PERCHè NON CI CONOSCETE, VOLETE SPUTARE SENTENZE SENZA PRIMA ASCOLTARE L’ACCUSATO, HAI UNA PESSIMA INFORMAZIONE SULL’ARTE VENATORIA, MA ADESSO TI PONGO UNA DOMANDA? LA VERDURA SECONDO TE QUANDO LA LEVANO DALLA TERRA NON PROVA DOLORE SOLO PERCHè NON URLA? è UN ESSERE VIVENTE O SBAGLIO? CRESCE E SI SVILUPPA COME TUTTI GLI ESSERI VIVENTI O NO? LA NOSTRA NATURA, E DICO NATURA è QUESTA ED I PROBLEMI SONO BEN ALTRI CHE ADDITARE UN MONDO CHE TUTELA L’AMBIENTE (I CACCIATORI), SE PROPRIO SEI ARRABBIATO CON L’ESSERE UMANO VAI A FARE VOLONTARIATO AI MALATI TERMINALI, E SOLO ALLORA CAPIRAI COSA VUOL DIRE SOFFRIRE E VOLER BENE AL PROPRIO SIMILE.

      • Giusti Giacomo scrive:

        Danx
        Vai a letto e copriti,ma copriti bene!!!!!
        Ora per salvare qualche animale perche` noi siamo troppi e gli prendiamo territorio si incomincera`ad ammazzare un po` di neonati per far piacere a te e a tutta la gentaglia che ragiona come te.!

  10. pino56rm scrive:

    Caro dardo, loro – gli animalari – mettono il benessere degli animali prima di ogni altra cosa; poi ci sono loro, che sono stati designati dal Signore come protettori di (quasi) tutte le specie di animali, poi tutti gli altri. Tanto per fare un esempio, per loro – gli animalari – è moltomiglioreassai che il comune di Roma paghi (se non erro, circa 150.000 €) per scacciare – si fa per dire – gli storni piuttosto che ristrutturare le aule degli asili o comprare la carta igienica per i bambini degli asili stessi.
    MAH!!! Diceva qualcuno: il mondo è bello perchè è aviariato! E aveva ragione.
    Comunque, per domani ho già preparato un bel coscio di abbacchio da cuocere al forno, alla faccia di chi si accontenterà di un piatto di lattuga scondita.
    Buona Pasqua a tuttiiiiiiiiiiiiiii …………….esclusi ovviamente quelli che ci vogliono morti.
     

    • dardo scrive:

      AAAAAAA Pino56rm ti faccio i miei migliori auguri di pasqua e spero che l’abbacchio sia bono bono come diceva la sora Lella, andando avanti le generazioni si rincoglioniscono, non mangiano questo non assaggiare quello….ma che caz…..se in natura vi è il carnivoro e l’erbivoro, vi sarà un motivo, adesso questi minchioni cosa vogliono dire che milioni di anni plasmati dalla natura su esseri viventi ed evoluzioni continue sono un errore? danno torto alla natura stessa? mah … vi è un detto che mi ricordava sempre mio nonno e così diceva, l’uomo è un animale che non accetta se stesso, perchè ritiene il suo vicino di un altra specie. un saluto. oww oww oww

  11. gianluhunter scrive:

    In Umbria la Coldiretti si batte affinchè gli agricoltori vengano autorizzati ad abbattere i cinghiali che causano danni alle colture in completa autonomia. Qui chiedono aiuto per abbattere i colombi.
    Be’ effettivamente con i colombi non si fanno salsicce. 

    • giorgio r. scrive:

      si, ma arrosto ripieni sono buonissimi! Ovviamente con un po’ di insalata come contorno, per sentirsi un po’ vegetariani!!

  12. ennio scrive:

    però attenti che molti sono malati…………………………………… :roll: :roll:

    • dardo scrive:

      é vero Ennio quando sono nelle vicinanze soffrono di sindrome da piombo!!! Poi peggiorano per decadimento nella pentola e vengono soffocati dal riso, causa del decesso bomba !!!di riso!!!!!! tumulazione, fauci del sottoscritto!!!! (up) (up) (up)  

Leave a Reply


6 + 9 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.