Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

proliferare piccioni: la Prov. di Como arruola i cacciatori

| 21 marzo 2012 | 17 Comments

Como – La Provincia di Como arruola cacciatori per mettere un freno alla proliferazione dei piccioni, dannosi per le coltivazioni e per gli allevamenti. «Abbiamo rilasciato patentini di “coadiutori del controllo numerico del piccione” a chi ha frequentato un corso di formazione sulla biologia della specie e i comportamenti dei volatili – afferma l’assessore provinciale alla Caccia, Mario Colombo – Hanno conseguito l’abilitazione 80 persone che entreranno in azione dalla prossima settimana.
Il che però non significa assolutamente che per le colline comasche gireranno pattuglie di cecchini per sterminare i piccioni. Gli agricoltori che vedono le nuove seminagioni particolarmente danneggiate potranno rivolgersi alla Provincia e noi invieremo un cacciatore per un intervento mirato».
La decisione è stata maturata dopo diverse segnalazioni da parte di agricoltori: i piccioni sono attirati dalle sementi usate come mangime per gli animali, entrano nelle stalle e le loro deiezioni finiscono nel cibo che viene dato al bestiame, rischiando di causare infezioni e malattie.

http://milano.ogginotizie.it

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

Category: .In Evidenza, Lombardia

Comments (17)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Leonardo - Fi scrive:

    Secondo me è un errore. Se la specie Piccione crea problemi e va contenuta nel numero, deve essere inserita nelle specie cacciabili cosi come tutte le altre specie dove vengono richiesti e/o effettuati abbattimenti.
    In questa maniera facciamo un piacere a queste amministrazioni che ci sopportano e ci “amano” solo quando gli fa comodo!!!
    I cacciatori si dovrebbero rifiutare di fare questi interventi e invece c’è il solito gruppo di bischeri che pur di sparare darebbero via anche il …   

    • Renzo scrive:

      QUOTO !  (n)

    • dardo scrive:

      giusto bisogna rifiutarsi di amiccare a chi ci disprezza, se vogliono abbattere i piccioni che lo facciano durante il periodo di caccia, per i danni? che chiedano rimborsi a chi il danno lo ha creato tutte quelle associazioni del no caccia oww oww oww , altro che cacciatori.!!!

  2. Renzo scrive:

    …….. rischiando di causare infezioni e malattie.
    ————————————————————————————————————————————–
    Io avrei scritto : sicuramente portando infezioni e malattie !  
    E sono malattie che lasciano il segno !  

  3. Andrea scrive:

    Prova

  4. Andrea scrive:

    Anch’io sono d’accordo con Leonardo .
    I cacciatori si dovrebbero rifiutare di fare questi interventi di contenimento ; piccione cacciabile ( non che mi interessi questa caccia , sia chiaro ) e cessazione della caccia al piccione quando i numeri di questa specie ritornano nella ” normalità ” .
     

  5. Giusti Giacomo scrive:

    Mi son raccomandato come le put**ne su  tutti i forum affinche`i cacciatori che vanno a fargli favori restassero a casa,ma ancora non s’e`capito una sega,c’e`gente che come dice Leonardo darebbe via il cu*o,per tirare due fucilate,ma vadano al piattello cosi`fanno meno danno.

  6. Giacomo scrive:

    Ho già ascoltato per radio 24 questa mattina una sforbiciata da parte del giornalista, sottolineando con parole marcate : PATENTINO RILASCIATO DALLA PROVINCIA DI COMO PER AMMAZZARE I COLOMBI.    8-O  Salutiamo    

    • dardo scrive:

      vedi Giacomo quel giornalista se non raccoglie grano, piselli, o cereali vari lo stipendio lo percepisce ugualmente, e non può sapere come ci si spacca la schiena nell’agricoltura, lavoro duro per poi raccogliere niente, certa gente dovrebbe provare prima di dare fiato alla bocca, le persone dovrebbero provare, certo è bello stare seduti ad ammirare un trattore che prepara il solco eppoi semina , che concima, eppoi raccoglie, è affascinnante, anche perchè la fatica non si sente…… oww oww oww

  7. Renzo scrive:

    …………e come la mettono con il partito Forza Lecco della Bramby ? 

  8. Bekea scrive:

     Nel mio comune con a capo un sindaco cacciatore, fu fatta una delibera che permetteva l’abbattimento di 500 colombi sul territorio comunale durante la stagione della caccia, la delibera è durata slo 30 giorni e poi è stata sospesa dal Tar su denuncia degli anticaccia. Allora cambio di strategia,denuncie documentate degli agricoltori che subivano danni presentate al sindaco, richiesta dello stesso alla polizia Provinciale per un intervento di controllo da effettuare con i cacciatori e agricoltori interessati.Soluzione, da 3 anni contenimento dei colombi con questo sistema, agenti della Provincia coadivati dai cacciatori del comune abilitati per il contenimento dei nocivi.Per il momento la popolazione dei colombi è stabile e sostenibile dal territorio, altro che mangimi con  anticoncezionali. (up) (up) (up)

  9. Si vergognassero i nostri colleghi mercenari oww (dw) che si ribbasseranno a fare questi servizi,che se li sbrigassero gli animalambientalisti che tanto ci odiano!!! :evil:

  10. gianni scrive:

    QUESTA E’ UNA VERGOGNA.I COLOMBI VANNO UCCISI IN TEMPO DI CACCIA,NON QUANDO HANNO LA PROLE NEL NIDO.MI MERAVIGLIO CHE LE ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE NON INTERVENGANO,E CHE CERTI CACCIATORI SI PRESTINO A QUESTE COSE.

  11. Marcello scrive:

    Intanto stamane su RDS, la notizia è stata riportata così: la Provincia di Como addestra 80 CECCHINI per fare abbattimenti di piccioni. Il Commento: Povere bestiole, certo la cacca sull’auto non fà piacere a nessuno, ma non giustifica una strage. A me non piace essere accostato ad un cecchino, quindi dipendesse da me, che se li facciano gli animalari i contenimenti, oppure reintroducano il piccione nelle specie cacciabili.

  12. ennio scrive:

    mi meraviglio che ci siano cacciatori che pur di sparare  accettino questi servizi….VERGOGNA ! comunque dalle mie parte alcuni sindaci pochi anni fa presero una analoga decisione e firmarono le delibere…..andarono tutti indagati……peccato  non conosca come sia finita………………ma posso sempre informarmi.

  13. Bekea scrive:

    Tutti puri e santi stì cacciatori. Quando c’è da fare un servizio,perchè di questo si tratta, si fà e basta, senza se e senza ma. Considero che i colombi siano una specie invasiva e quindi vada tenuta sotto controllo come i corvidi, le volpi e le nutrie. Se qualcuno si sente un cacciatore puro e non spreca cartucce per questi animali, chissenefrega, non è obbligato,ma poi non si lamenti se non  trova selvaggina stanziale nel territorio che non vuol bonificare da queste specie invasive. L’esperienza fatta nel mio comune è la prova che questo sistema funziona. 

  14. ennio scrive:

    …..come si può notare ,anche su questo argomento non c’è conformità di vedute….Il cacciatore come qualsiasi altro cittadino ha una sua testa …un suo modo di ragionare e di vedere le problematiche sotto una sua ottica.Dico questo perchè sull’argomento “appostamenti fissi ” nell’articolo MENDACI …FAZIOSI..O SOLO IGNORANTI,quanto detto da me e da Giacomo ha raccolto  molto dissenso….e alcuni hanno affermato che c’è sempre chi rema contro…..chiaramente riferendosi a me e a l’altro collega,ma ecco svelato l’arcano,non è così….è che anche su temi marginali si può avere  una visione diversa,pur sempre senza condannare nessuno .
    Con cordialità.

Leave a Reply


+ 5 = 9

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.