Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Radio Bosco: aboliamo gli ATC

| 17 febbraio 2012 | 78 Comments

Gli Ambiti Territoriali di Caccia (A.T.C.), come tutte le associazioni di seconda categoria e come le province, vanno aboliti! Un esempio certamente negativo è rappresentato dall’ ATC n° 3 Ternano/Orvietano che, pur beneficiando ogni anno di finanziamenti pubblici, non solo presenta il proprio bilancio in rosso, ma ad oggi non ha ancora attuato neppure la metà dei criteri gestionali mirati alla riproduzione della fauna selvatica affidatigli in convenzione dall’ amministrazione provinciale di Terni.
Lo stesso dicasi per i dettami contenuti in tal senso nei Piani faunistici venatori regionali e provinciali, cronicamente in ritardo, pur se voluti dalle normative con scadenza quinquennale. In questa marmellata di competenze e di ritardi, la Provincia, alla quale la legge assegna il compito di organo di controllo, non controlla, e la Regione – che legifera – non interviene.
E così le 24 Zone di Ripopolamento e Cattura ternane, pur costando all’ intera comunità, da sole, c.a. 250mila €uro, non assolvono il loro compito e il territorio rimane desolatamente privo di fauna selvatica ecologicamente equilibrata e di biodiversità.
E sì che un certo malcontento fra i cittadini e fra i cacciatori ternani dovrà pur esserci se è vero, come è vero, che oltre 600 firmatari hanno presentato nel giugno dello scorso anno una petizione alla Regione Umbria richiedente la revoca dell’ affidamento in convenzione delle Z.R.C. all’ A.T.C. n° 3. E che dire del ricorso al T.A.R. dell’ Umbria presentato da altrettanti cittadini sulla legittimità o meno della decisione (avallata dalla stessa Provincia) dell’ Ambito Ternano/Orvietano di raddoppiare la quota d’ iscrizione a tutti i 10mila cacciatori della provincia di Terni, al contrario di quelli di Perugia che invece hanno mantenuto la quota richiesta fino a oggi? Il 7 marzo p.v., data stabilita dal Tribunale Amministrativo per l’ emanazione della sentenza, sapremo se l’ A.T.C. 3 dovrà restituire o no, ai cacciatori, i 25 €. pagati in più.
Nel frattempo mi piace ricordare che quando i comitati di gestione degli istituti vocati alla riproduzione e alla cattura della fauna selvatica (Z.R.C.) erano diretti dall’ Amministrazione provinciale con il coinvolgimento diretto dei cacciatori/volontari, il territorio era ragionevolmente popolato e produttivo. Con la gestione affidata all’ A.T.C. n° 3, dove una quota ragguardevole del bilancio viene assorbita dalle cosiddette spese gestionali e organizzative, ivi compresi i rimborsi, i gettoni di presenza ed emolumenti vari, invece, avviene esattamente il contrario. Per l’ intera comunità contributiva tutto ciò è inaccettabile.
In tal senso e a breve, darò inizio – personalmente – a una raccolta di firme per una proposta di modifica della L. 157/92 d’ iniziativa popolare, articolata, fra le altre cose, anche sull’ eliminazione di questi istituti’.
Sergio Gunnella

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

Category: .In Evidenza, Radio bosco, Umbria

Comments (78)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. fabrizio scrive:

    quoto l’ idea di abolire gli atc. si tratta di organismi introdotti con  l’ improvvida legge 157/92, assurdamente obbligatori ANCHE per la caccia alla selvaggina migratoria.
    Della legge 157/92 e dei disastri da essa causati al mondo venatorio sappiamo tutti chi dobbiamo ringraziare……..
                                                                                         Fabrizio
     
     

  2. Fedeli massimo scrive:

    QUESTI ABOLISCONO NOI ALTROCHE…. oww

  3. Giacomo scrive:

    ……caso mai aboliscono voi caro Fedeli, io la strada ce l’ho gia tracciata, pago extra e vado a caccia come vuole la nuova legge fantasma sulla caccia. Si hai capito bene : la nuova legge fantasma !! Quella che c’è ma non si vede.     :twisted:      Salutiamo 

  4. Giacomo scrive:

    C’è qualcuno che mi può dare notizie di ILIO ? Qualcuno lo conosce di persona ? Spero che stia bene, un cordiale…. salutiamo      :-?

  5. sergiogunnella scrive:

    Ilio sta benissimo, ma mi ha detto recentemente di avere problemi di collegamento…Gli telefono io. Saluti a tutti.
    Sergio >Gunnella 

  6. ennio scrive:

    …anche  io sono  per l’abolizione…….gestioni disastrose e clientelari.

  7. fiore scrive:

    mi garbate perchè tutti la vogliono di diverso colore!!! e nel frattempo si piglia nel bocciolo!!! troppo divertenti gl’Italiani! ( me compresos’intende)

  8. fabio scrive:

    Amici cacciatori della provincia di Terni, in aggiunta alle già intraprese iniziative sopra citate, vi comunico che da alcuni giorni è in giro presso armerie e tra molti cacciatori una lettera di protesta creata dal COMITATO CACCIATORI TERNANI, stanchi di tutte le note vicende, e soprattutto stanche dell’immobilismo delle associazioni venatorie che da tempo si sono dimenticate di cosa sia la caccia per i cacciatori, tale comitato non vuole sostituirsi ad esse, ma con una raccolta di firme già in corso ( SENZA VALORE LEGALE ) a cui stanno aderendo cacciatori di ogni associazione piccola o grande sia, segno evidente che il malcontento c’è, e visto l’atteggiamento di alcuni ( A.V. ) sta creando nervosismo nell’ambiente.vuol far conoscere il proprio dissenso. 
    tutti possono aderire, e tranquillamente possono anche raccogliere le firme informandosi su come avere lettera e stampato, o soltanto spargendo voce in tutta la provincia, frazioni e comuni per far si, che i cacciatori vengano ascoltati nelle opportune sedi ed il comitato senza altro scopo questo vuole ottenere, Diamo voce ai cacciatori in tutta la provincia, sproniamo le associazioni ad uscire dal letargo in nome della caccia, per noi, soltanto per noi che abbiamo questa passione, senza lucro e benefici, ma sempre Signori.

    Scusate per l’intromissione, ma reputo la cosa importante come ogni altra iniziativa intrapresa per il bene della caccia e dei cacciatori.
    Saluti. 

    • cacciatore orvietano scrive:

      lo tsunami venatorio che ha investito l’ATC 3 finalmente è arrivato a Terni,da circa un anno ad Orvieto i cacciatori non vogliono che la nostra grande passione venga gestita da 4 caporali ,concordo con te sulla totale passività dei rappresentanti delle AAVV seduti a tavola.
      Incontriamoci dando voce a tutti i cacciatori, e urliamo  a chi gestisce la caccia nella nostra provincia che è ora di finirla …..  

  9. Bekea scrive:

    Il problema non è abolire gli Atc, ma RIFORMARLI, cioè cambiare statuto. Bisogna che i presidenti di atc non siano stipendiati con indennità di carica (come nel caso descritto 30.000 € ) ma volontariato con rimborso spese kilometriche e gettoni di presenza o altre forme. Ci sono Atc che funzionano perchè hanno statuti che consentono di gestire la parte economica senza buttar via soldi per spese per un Consiglio direttivo imposto dai politici per sistemare gli amici. Questo è verificabile, andate su questo sito e vi renderete conto che è fattibile.www.atc2visud.it 

  10. Giusti Giacomo scrive:

     Bekea
    Ce nesaranno 3 o 4 che funzionano,il resto e` da buttare al macero.
    Comunque io sono sempre stato contrario ai carrozzoni. (y)

  11. ennio scrive:

    ….voglio aggiungere che oltre a funzionare  male, alcuni hanno uno statuto tale che da quando sono stati costituiti,non si è più riusciti a cambiare  la gestione,stesse maggioranze,stesse persone e così sarà …..mi meraviglio che la Provincia  non controlli……….ma forse sbaglio io  a meravigliarmi…..tutto va a uhmma uhmma come per altre cose.Per non nascondermi dietro un dito dico che sono di Ancona…………

    • Laser scrive:

      a  chi lo dici Ennio anche io sono di ancona, dimmi un po’ da quanti anni nei nostri atc ci sono da sempre gli stessi soggetti?

      Se ti puo’ consolare da altre parti fanno anche di peggio intanto credo che questanno raddoppieranno la quota di iscrizione mi sembra di avere sentito dire.

      TEMPO CREDO DI AVER  LETTO SUL GIORNALE DI CACCIAAMBIENTE CHE IL PARTITO AVEVA COMMISSIONATO UN RICORSO CONTRO LA POSSIBILITA’ DEGLI ATC DI GESTIRE, FAR PAGARE GLI ACCESSI,  PER LA CACCIA ALLA SELVAGGINA MIGRATORIA; CHE FINE HANNO FATTO?????    

  12. Valentino Carbone scrive:

    copio e incollo

    In tal senso e a breve, darò inizio – personalmente – a una raccolta di firme per una proposta di modifica della L. 157/92 d’ iniziativa popolare, articolata, fra le altre cose, anche sull’ eliminazione di questi istituti’.

    Caro gunnella con la confavi abbiamo raccolte più di 800mila firme che per il numero notevole che erano potevamo rivoltare il mondo venatorio(lo hanno fatto solo per tenerci buoni ed illuderci) al meglio che potevamo andando a caccia come dio comanda.Si deve studiare e programmare un azione forte che faccia saltare delle poltrone,basta con firme,manifestazioni e cose varie!!! -o- oww

    • Laser scrive:

      Già, già fatto e con risultati tutt’altro che apprezzabili.

      Certo che se allora la FIDC invece di soffiare contro si fosse unita ed avesse dato una mano, chissà…… forse….  

  13. Alessandro Federighi scrive:

    atc i meglio che funzionano producono…………..POLLAME!!!!!!!!!!!!! (y)

  14. ennio scrive:

    X     LASER
    Sai benissimo quindi che  nulla è cambiato negli anni,se non qualche soggetto,ma sempre della stessa “cricca”…il presidente sempre  lo stesso…….
    Non sto quì a raccontarti  tutte le vicende  più carine…..che son successe ….ma per fare capire a tutti la trasparenza della gestione  voglio solo dire che  l’anno scorso ad inizio  stagione,per avere chiesto il piano di lancio della selvaggina ,che credo sia un diritto di  tutti conoscere visto che  paghiamo la quota dell’ambito!!!! ci è stato risposto con tanto di nero su bianco che  prima avremmo dovuto pagare una somma di 1150 euro ,perchè l’ambito per redigere un piano di lancio avrebbe dovuto  pagare una persona impiegandola per diverse giornate al costo giornaliero di…  per un tot insomma pari a 1150 euro !!!!!!!      INCREDIBILE MA VERO.
    Sembra una barzelletta ,ma non lo è, chi sta nella cricca sa dove e quanti capi sono stati lanciati….per gli altri top-secret.
    Saluti

  15. baldo scrive:

    Salve a tutti , personalmente ritengo che gli ATC dove la gestione faunistica funziona , ad oggi hanno prodotto risultati molto incoraggiati , forse sono fortunato a vivere e cacciare in un ATC  che produce la selvaggina sul proprio territorio senza doverla acquistare in capo al mondo e le lepri nascono , vivono e vengono prelevate sul medesimo territorio .
    Per quanto riguardai i componenti dei comitati di gestione degli ATC , devono essere persone che si impegnano in maniera volontaria , al massimo gli si può riconoscere il rimborso spese per le  attività svolte in nome e per conto dell ATC stesso , ma sicuramente non stipendiati per quello che fanno , altrimenti si rischia davvero di innescare un meccanismo perverso dagli effetti nefasti ………. .
     

  16. fabrizio scrive:

    cari amici cacciatori, per liberarci dagli atc basta avere le “palle” di non sovvenzionare piu’ le Regioni, gli atc, e le AA.VV.
    Come?? pagando SOLO la tassa statale, che ci legittima al trasporto del fucile e stipulando una polizza assicurativa personale (costa poco di piu’) .
    MA il sacrificio e’ che dovremo limitarci per qualche anno ad andare a caccia SOLO in aziende faunistico-venatorie o in riserve…..o limitarci al tiro al volo……
    QUANTI SI SENTONO DI FARLO ???
    ma ricordatevi che senza SOLIDARIETA’  e senza SACRIFICI non otterremo nulla !!
                                                                                   Fabrizio                           
     

  17. Antonio Goretti scrive:

    Io credo che se in Umbria gli ATC non funzionano, non bisogna abolire gli ATC, ma fare in modo che funzionino. Sono convinto che se andate a vedere chi sono i componenti degli ATC scoprirete che in maggioranza sono cacciatori, di cui almeno tre messi dall’associazioni venatorie. Quindi di conseguenza si potrebbe affermare che i cacciatori non sanno gestire la caccia. Inoltre siete sicuri che un Presidente dell’ATC percepisca € 30.000? Nessuno riesce ad avere un bilancio di queste ATC? C’è una legge che fissa i compensi per i gettoni di presenza.
    Ribadisco che per me gli ATC devono esistere, devono essere gestiti con la presenza dei cacciatori, che se non sono capaci vanno sostituiti. Non piangetevi addosso e andate dalla vostra associazione che ha messo un incompetente a gestirvi e battete i pugni sul tavolo e cambiate e fate cambiare a chi non è contento associazione venatoria. Considerate che se la gestione torna completamente in mano alle Province, cosa che comunque in larga parete lo è ancora oggi, a comandare saranno i politici di turno che,  sappiamo bene, da opportunisti quali sono, quale corrente tra ambientalisti o cacciatori sceglieranno di appoggiare.

    • Giacomo scrive:

      Quindi di conseguenza si potrebbe affermare che i cacciatori non sanno gestire la caccia. Inoltre siete sicuri che un Presidente dell’ATC percepisca € 30.000?
      ———————————————————————————————-
      Ma caro Goretti, perche non ci dici a quale ATC appartieni ? E perche non ci fai un esempio di come i cacciatori dovrebbero gestire il proprio ATC ? Hai fatto bene a fare queste dichiarazioni di malgoverno ma bisognerebbe far capire a tutti noi che vogliamo imparare a gestire la caccia, (perche anche gli ATC SA1 e 2 in Campania non funzionano) quello che dobbiamo fare. Incominciando a dire dopo essere entrati a far parte dell’ ATC,  tutti i passaggi da fare per arrivare ad avere selvaggina vera e  abbondante sul territorio. MI sembra che il caro Gunnella la sicurezza te l’abbia data sui soldi presi dal presidente e credo che siano rari quelli che non lo fanno vista la lamentela dei colleghi da anni a questa parte. In attesa,    :roll:      Salutiamo
       
       

  18. sergiogunnella scrive:

    CARO GORETTI;
    A onore del vero il presidente dell’ ATC 3 Ternano/Orvietano è costato nella stagione 2009/2010 – in un anno – € 31.651,80 + € 6.004,11 per i versamenti contributivi - E ciò lo dice il bilancio, mica la lista della zia Teresa! E’ vero è che è il regolamento regionale a stabilire che x il presidente dell’ ATC sono previsti emolumenti annuali, ma tace sull’ entità degli importi….Per quanto riguarda il gettone di presenza, tanto per fare un esempio, io l’ ho rinunciato fin dalla mia prima apparizione in ATC 3….forse è per questo che, dopo tre riunioni….sono stato sostituito! Meglio così: per lo meno non debbo restituire niente a nessuno! Per la cronaca: il bilancio è visionabile da TUTTI gli iscritti. E quando dico TUTTI, intendo tutti. Tuttavia bisogna richiederne la visione. Lei lo ha mai fatto?
    Sergio Gunnella   

  19. lucas scrive:

    Fossero inutili sarebbe già una gran cosa: sono nocivi! Infatti da quando sono diventati operativi è sparita la selvaggina. :mrgreen:

  20. Springer scrive:

    Se gli Atc non funzionano la colpa e’ solo dei cacciatori che dentro ai Comitati di Gestione dovrebbero amministrarli/dirigerli facendoli funzionare al meglio . Altra colpa non c’e’.
    Dove questi lavorano bene i risultati ci sono …Dove non lo fanno le cose non unzionano e sono tutti scontenti. Questi ultimi , lo riconosco , sono la maggioranza dei casi e su questo non ho dubbi. Pero’ non vuol dire che per colpa di improvvidi gestori e/o amministratori si debba far di tutta l’erba un fascio e chiederne l’eliminazione. Sarebbe , sig. Gunnella , una sconfitta innanzitutto nostra ( di noi cacciatori ) dover ammettere le nostre incapacita’ abdicando in favore delle province.
    Bisogna cambiare le cose che non vanno….e non tutto. E le cose che non vanno come lei sa bene , e’ il modo in cui si formano i Comitati di Gestione composti spesso e volentieri non da  persone capaci ma dagli ” amici degli amici “, scelti solo perche’ vicini alla tal persona e disposta ad avallare qualsiasi scelta o decisione a comando….fosse anche la piu’ sciagurata e iniqua…. e non per acclarate capacita’ gestionali oppure portatore di idee… Ecco dove e cosa bisogna cambiare…. LA MENTALITA’ nostra e non un’ istituto che , ove ben gestito e condotto , da a molti la possibbilita’ , a costi contenutissimi , di godere di giornate di caccia soddisfacenti .
    E poi siamo alle solite…..Si chiede di abolire gli ATC senza fornire alcuna alternativa valida …. Non pensera’ che con libera circolazione del cacciatore sul territorio senza alcuna programmazione dei flussi ( perche’ questo accadrebbe ) ….affidando la gestione del territorio alle Province, quindi alla politica vero cancro italiano che per massiccia corruzione e totale incapacita’ ci ha ridotti in miseria , si rilancia la caccia italiana….
    Mi piacerebbe sapere il suo pensiero in proposito e leggere la sua proposta ….pronto ovviamente a darle ragione se dovesse essere un’alternativa convincente e valida….

  21. sergiogunnella scrive:

    x il Sig. Springer: <una raccolta di firme per una proposta di modifica della L. 157/92 d’ iniziativa popolare, articolata, FRA LE ALTRE COSE, anche sull’ eliminazione di questi istituti’.>. Per ascoltare la musica di un violino, occorre conoscerne le chiavi. Altrimenti si rischia di percepirne solamente gli strimpelli. Lo dico a lei, ma il messaggio è allargato a tutti coloro che ne vogliono sapere di +. La nostra e-mail -sergiogunnella@libero.it- la conoscono tutti, come il mio nome, cognome e indirizzo: se non si sono ancora lette le proposte contenute nel ‘documento programmatico’ che circola dal settembre del 2009 per la provincia, gli ATC e fra i cacciatori (non tutti, ma fra i nostri di sicuro), si possono sempre visionare in qualsiasi momento, senza impegno né obbligo alcuno. Gli scettici così, invece di presumere, SAPRANNO e, oltre alle loro critiche, potranno dare i propri suggerimenti; cosa che a noi del Comitato CNC farebbe molto,molto piacere. Questo invito mi sembra che sia stato fatto a tutti e parecchie altre volte, anche su queste pagine…Tuttavia, molti continuano a blaterare elucubrazioni rimanendo sapientemente dietro le quinte…  
    Se qualcuno vuole ‘saperne di +’, si faccia avanti: noi siamo qua.
    Sergio Gunnella 

  22. Springer scrive:

    La ringrazio per la risposta che giudico comunque abbastanza vaga. Dice che e’ dal 2009 che la sua proposta e’ in essere ma io , sicuramente per colpa mia , non ricordo di averla letta da nessuna parte . Premetto anche che non sono della sua zona ma lombardo e magari questo puo’ essere uno dei motivi . Dove devo leggerla…?  Devo richiederla…? O basta solo aspettare e la pubblichera’ su questo sito a tempo debito…?
    Ho letto bene la frase da lei sottolineata “”….FRA LE ALTRE COSE…” ma ho lasciato il mio pensiero solo sugli ATC perche’ questo era il titolo dell’articolo da lei pubblicato. A maggior ragione che si tratta di una proposta di modifica dell’intera legge 157 sarebbe interessante saperne TUTTI di piu’ su cosa questa verte . Detto senza nessun intento polemico ma solo per conoscere le idee del/dei proponenti , perche’ sul fatto che la legge vada in qualche modo ” robustamente ” e in maniera innovativa cambiata credo si sia tutti d’accordo. Saluti :wink:

    • diegobs scrive:

      Mi è giunta voce che siano stati commissariati tutti gli Atc di Pavia….Springer c’è dentro anche il tuo “paradiso”? :mrgreen:

      • Springer scrive:

        Tutti vuol dire TUTTi….Quindi anche l’ ATC Paradiso :wink: .
         Ma per me poco cambia perche’ hanno commissariato i Comitati di Gestione non Massimo Negri , alias Springer , alias me…. :mrgreen:   :wink: .

        • Laser scrive:

          X SPRINGER

          AAAAAAAA…… Ora capisco perchè sei tanto PRO- ATC, grazie al piffero, ne fai parte.

    • Giacomo scrive:

      8-O       Mo ti commissariano pure l’appostamento così le springer le porti alla villa comunale paradiso, a fare la cacchina !!!      :-D  

  23. renzo scrive:

    Springer ,amico, ti consiglio di spendere un poco di tempo per cliccare sull’indirizzo mail e chiedere lumi  direttamente a Gunnella .
    Forse non lo conosci abbastanza, avendo seguito poco i suoi interventi . Fai così, poi vedrai che gli darai ragione, almeno in tante cose . 

    Certe volte il Signore di cui sopra mi pare un tantino “”inascoltato “” invece dovremmo leggere bene e attentamente quello che ha da dire. Pensiero mio si intende ……… :roll:  

  24. renzo scrive:

    Bisogna che il sottoscritto impari a leggere e rileggere anche tra le righe che postano gli amici, e non solo buttare parole sulla tastiera . Questa è una mia colpa e non si discute . 

    Chiedo pubblicamente scusa a Springer . Ho compreso male leggendo troppo in fretta 

    (:n)   

    • Springer scrive:

      Vedo che tagliarti le gomme della macchina…rigarti la carrozzeria con una chiave…..piegarti i tergicristalli …..e farti telefonate minatorie nel cuore della notte minacciandoti di morte ha sortito il giusto effetto…… :-D .
      Comunque ti ringrazio per quello che hai scritto ma , e lo sai , non ce n’era bisogno…. :wink:

  25. Giacomo scrive:

    Tutte le verità vengono a galla prima o poi, stavolta poi, ma fa lo stesso !! L’ATC paradiso tanto decantato e messo davanti a tutti gli ATC D’Italia per il miglior habitat e per le migliaia di selvatici sia stanziali che migratori è stato commissariato. E come mai ? Adesso oltre che fumagalli risulti essere anche bugiardo da quello che è successo, altrimenti devi una spigazione, se no la macchina la trovi conciata come quella di Renzo. Chiaro ?      :-P      :-P     :-P  

    • Springer scrive:

      Il Paradiso e’ sicuramente fra i migliori ATC della Lombardia…su questo non ci piove…. Se fosse gestito con un minimo di accortezza in piu’ e fosse frequentato da cacciatori diversi  sarebbbe ai primissimi posti in Italia…. Gira che ti rigira alla fine il problema e’ sempre il solito  : qualita’ del Comitato di Gestione che deve dettare gli indirizzi gestionali e mentalita’ dei cacciatori soci che vi cacciano…… Se queste cose mancano , ed e’ nella maggior parte dei casi , e’ un disastro .
      Poi se proprio vuoi saperlo ce ne sono diversi in Emilia Romagna che sono decisamente piu’ ” paradiso ” del Paradiso…. e non e’ nemmeno difficile entrarci……:wink:

      • Giacomo scrive:

        Lo vedi che allora ha ragione Gunnella che gli ATC devono essere aboliti ? Gli uomini non sono tutti fatti con lo stesso stampo purtroppo e dove si possono allungare le mani ci stanno quelli che lo fanno neanche su questo ci piove. Accordo associazioni/associazione  e agricoltori approfittando degli stanziamenti CE per chi lascia terreno agricolo incolto e seminato a perdere è l’unica cosa da fare, togliendo da mezzo i carrozzoni. Prima si fa meglio è per la caccia e inutile star li a pettinare le bambole. Se non sarà così la caccia la faranno i soldi caro colleghi di passione, punto ! Salutiamo

  26. renzo scrive:

    Giacomo se ti dicessi il perche è stato commissariato l’Atc paradiso ,come del resto tutti gli altri della zona , avresti delle convulsioni per la sorpresa … minimo .
     Non è questa la sede
     Ma quando si arriva a fare alcune stupidate è il minimo che succede . Per questo ho chiesto scusa a Springer… perche con il mio post di invito a chiamare Gunnella per farsi spiegare alcune cose , non sapevo ancora cosa era accaduto. Poi telefonando ……..
    Allora ho compreso che come ha ragione Gunnella, certamente Springer NON ha torto se afferma alcune teorie . La VERA colpa dell’andazzo errato di ATC vari è SOLAMENTE colpa di chi va a caccia e, pur comportandosi da perfetti idioti ,ha pretese su tutto e tutti . Compresa quella di pretendere ragione  nascondendo cadaveri di uccelli proibiti in nome di tradizioni che non hanno senso di continuare ad esistere . :evil:

    P.s. la mia macchina la potrei dare in mano a Springer ad occhi chiusi … certamente quando me la rende sarebbe anche più pulita di prima .. su questo non ho dubbio . ! :lol: :lol:  

    • Giacomo scrive:

      8-O       Ormai lo sappiamo che lo ami !!       (:i)       Ma io non gli darei in mano nemmeno un trattore !!      :mrgreen:      Quello se va a caccia con la tua macchina e spara ai fagiani te la riporta con le gomme come un colapasta !! E’ chiara l’antifona ?       :mrgreen:       Salutiaaamo   

  27. renzo scrive:

    Amarlo ? Addirittura ! Guarda che a me piacciono le farfalle … tra l’altro dopo SanRemo ne girano di veramente belle …..
     E’ che Springer lo conosco di persona e ho avuto più occasione di parlare che non un semplice post .
    E in tantissimi casi la penso proprio come lui …. anche se è de milan … e noi qui a genova li chiamiamo simpaticamente bauscia ….. :lol: :lol: :lol: :lol:

    Però ripensandoci …la macchina è meglio che me la tenga io ……non si sa mai :lol: :lol: :lol: :wink:  

  28. renzo scrive:

    Oh non pensare male …… anche se lui ama Silvio …. IO NO !  (y)

  29. sergiogunnella scrive:

    Amici! Sono quarant’ anni (per fortuna o per malasorte) che bazzico la caccia cacciata. I capelli si son fatti bianchi; ma per azzardo qualcuno di essi ancora resiste. Ho avuto modo di dire altre volte che in Italia non si spara troppo, né troppo poco: in Italia si spara male! I politici sono i primi che ‘sparano male’; gli addetti ai lavori a tutti i livelli (dallo scarpone al pappagallo dirigenziale) sparano male e…perfino i cacciatori –viva diana- cadendo nella rete delle polemiche e del compromesso, finiscono anch’ essi col padellare inesorabilmente la loro stessa libertà! L’ ho scritto nel mio ultimo libro di caccia che sortirà fra qualche tempo, Il metro della vita. E l’ avevo già scritto in quello già edito, Momenti di vita, dal quale emerge fiera la mia scomoda, quanto irrinunciabile ‘sana anarchia’. La stessa che ha rifiutato inesorabilmente per tutta la mia vita, qualsiasi medaglia o blasone dorato. Tuttavia, paradossalmente, è proprio questa mia ‘sana anarchia’  – credetemi amici – a non farmi rinunciare alla libertà: per tutto l’ oro del mondo! Dico quel che voglio, quando voglio e come voglio: non foss’ altro perché su queste mani, amici, non si è mai attaccato nulla! Nessuno, in proprio o in associazione, può chiedere la restituzione di ciò che il sottoscritto non ha mai avuto. Detto questo, calma e gesso, amici. Restiamo uniti. Pensiamo con la nostra ‘Gulliver’, e rapportiamo il nostro pensiero all’ interessenza e non all’ interesse. Giacomo, Massimo, Renzo, amici de ‘ilcacciatore.com’: continuate ad arricchire le conoscenze dei lettori con le vostre opinioni. Siano esse goliardiche! Siano esse scanzonate; ma vi prego: siano vere! A presto amici. L’ esperienza si arricchisce ogni giorno che passa, anche se i neuroni, col passare del tempo prendono galassie diverse….
    Sergio Gunnella  

    • renzo scrive:

      TROPPO BELLO ! Grazie !  :lol:

    • fiore scrive:

      Beh io è relativamente poco che bazzico la caccia cacciata, ma quella parlata me la raccontava sia i mi Nonno che i mi Babbo e per certi versi anche loro avevano dei rimpianti sulla LIBERTA’ di questa passione ( che poi inquanto tale dovrebbe essere per forza libera) fra le tante cazzate che ho fatto nella vita una delle più grosse è stata quella di pensare che chi ha un ruolo di amministrazione pubblica lo ricoprisse in maniera speculare pensando non al proprio tornaconto ma all’interesse della collettività che in lui aveva riposto fiducia, ma mi sono sempre sbagliato, non passa giorno che qualche pentola si scoperchia e tutti si può vedere di che pasta sono fatti gl’italiani ( non tutti per fortuna) quindi non mi resta che essere d’accordo con Springer nell’affermare che non è tanto  questione di ATC ma di persone!

    • Giusti Giacomo scrive:

      Bravo Sergio!
      Proprio quella ci hanno tolto con gli Atc,la liberta`!

  30. Giacomo scrive:

    Caro Fiorello è inconcepibile che cambiando solo gli uomini degli ATC hai risolto la situazione perchè comunque sono sistemi che impongono meno libertà per il cacciatore migratorista, vedi quello che sta succedendo con la regione Campania. Secondo te con il sistema agricoltura attuale influente sugli habitat naturali tu potresti con gli ATC solo cambiando gli uomini che tra parentesi devono essere tutti onesti, salvare la stanziale ottenendo veri selvatici o la migratoria dandogli tutto quello che gli serve per la sosta nel nostro paese, ed in più dare tutta la liberta al cacciatore che gli serve per fare una caccia secondo le regole che una caccia libera alla migratoria ti impone ? Quali sono le regole di una buona caccia prendendo ad esempio un cacciatore onesto e rispettoso che vuole cacciare selvaggina migratoria ? Ebbene allora  spiegacelo, così finalmente possiamo capire quale deve essere il rapporto tra migratorista e gestione ATC. Salutiamo 
     
     

  31. ennio scrive:

    bravo Giacomo….!!!!! anch’io vorrei sapere………. :wink:

  32. Giannirm scrive:

    Gli atc secondo me dovrebbero continuare solo ad esistere per la stanziale e gli ungulati, avevano un senso solo quando eravamo 1.800.000 attualmente no, con delle regole standard si dovrebbe lasciare libera la migratoria extraregionale e trattare come stanziale anche le beccacce, le quaglie e tutto ciò che viene cacciato col cane da ferma.
    Atc più snelli che gestiscono il territorio compresi i parchi con la loro fauna in eccesso, questi carrozzoni italici vanno modificati, non tanto per la decantata sparizione delle provincie, quanto per il controllo del territorio.

  33. Springer scrive:

    Io non sono a tutti i costi a favore degli ATC….non me ne puo’ fregar di meno di ATC e quant’altro a loro simile ….. Vogliamo abolirli ? benissimo aboliamoli , quello che ritengo essenziale oggi visto che non c’e’ GESTIONE del territorio ( nessuno spende per migliorarlo o recuperarlo alla caccia ) e tanto meno della Fauna ( la Stanziale viene costantemente acquistata e reimmessa, la Migratoria va solo in quei posti che per pura fortuna e non di certo per interventi di qualcuno sono ancora a lei adatti ) e’ che ci sia comunque un modo di gestire il territorio salvaguardandolo alla nostra passione e migliorandolo dove necessita ( praticamente ovunque ) e quello di regolare i flussi dei cacciatori ….. Ovunque e’ cosi’…..non esiste paese civile al mondo dove vai a caccia senza dover rendere conto a qualcuno di quello che fai o dove vai…. Se tu cacci su terreni privati il proprietario deve saperlo e piu’ di tanti non ne accetta e comunque e’ ha sua discrezione se farti cacciare o meno …se tu cacci su terreni in qualche modo facenti parte di un ambito di caccia devi COMUNQUE iscriverti e esiste un numero di soci che non puo’ essere superato in nome della percentuale cacciatore territorio…. Non capisco perche’ da noi che , come gia’ detto , vantiamo assenza totale di gestione del territorio con  pochi posti miracolosamente ancora adatti alla caccia , si possa solo lontanamente immaginare di lasciar aperte le porte a tutti…. Ma gia’ a desso e’ un casino pur con gli ATC in essere dove bene o male questa forma di controllo esiste , figuriamoci se dovesse esserci libera circolazione oppure demandare a qualcuno la gestione di Fauna e territorio , cosa che invece dovrebbe essere NOSTRO PRIORITARIO INTERESSE E OBBIETTIVO .  
    Da me dove ci sono ancora Beccacce c’e’ affollamento di beccacciari, dove ci sono anatre c’e’ assembramento di appostamenti , dove ci sono lepri o fagiani c’e’ assembramento di cacciatori con cani al seguito….. Dobbiamo renderci conto , la verita’ e’ questa , che il rapporto cacciatore territorio seppur reale e’ da considerarsi puramente teorico/aleatorio perche’ percentualmente fatto 100 il territorio cacciabile , nella realta’ quello dove trovi selvaggina e’ da calcolarsi in non piu’ del 30/40 % . E sono ottimista nel dare questa percentuale . Il SOVRAFFOLLAMENTO esiste eccome anche oggi pur con una legge che cerca di contrastarlo/evitarlo . Figuriamoci se si dovesse togliere questo ” argine ” cosa sarebbe e cosa rimarrebbe dei pochi posti ancora buoni disponibili….Cosa succederebbe fra cacciatori.
    Quindi aboliamo tutto….ma proponiamo un alternativa VALIDA che tenga conto di questo problema dando la possibilita’ di cacciare MEGLIO . E per cacciare meglio , cari miei , non e’ possibile far cacciare TUTTI . Il posto buono e’ ancora ” buono ” perche’  non ci cacciano TUTTI , perche’ altrimenti buono non sarebbbe piu’…. :wink:  
    Volenti o nolenti e’ cosi’ e sfido chiunque a dire , dimostrandomelo con fatti pero’ e non con chiacchere , il contrario…. :wink:

  34. fiore scrive:

    Giacomo, ti rispondo subito, allora chiaro che la caccia di 40 anni fà non potrà più tornare, chiaro che l’ambiente non ha più la predisposizione per tutta la selvaggina, veniamo al dunque gl’ATC se gestiti bene in zone che ancora permettono di produrre selvaggina sono la cosa migliore per chi vuole fare la stanziale ancora degna di questo nome, per la migratoria il discorso cambia visto che ogni migratore si ferma dove più gil’aggrata e come tutti si saranno resi conto da noi i posti ospitali sono rimasti ben pochi, chi invece di aspettare che si fermino gli va a tirare mentre passano e i posti non sono cambiati un granchè quelli sui passi montani mentre son peggiorate l’entrate dal mare, allora se si fa circolazione incontrollata di cacciatori su tutto il territorio succederà che come succedeva 40 anni fà che per prendere i posti sui passi bisogna accamparsi o aspettare il turno ( c’è chi se lo può permettere e chi no) quindi va bene come funziona ora qualche giornata fuori regione la si può fare con la prenotazione per non creare troppo sovrannumero ( e leticate ) i ho 2 ATC e 20 giornate e sinceramente mi trovo più che bene. poi c’è il discorso che se si fa libera circolazione per la migratoria c’è sempre il furbo che se gli capita la lepre gliel’ammolla senza indugiare e qui si ritorna al discorso iniziale questione di persone.

    • Giacomo scrive:

      Caro Fiorello la caccia di 40 anni fa non è più possibile sono d’accordo, è possibile una caccia migliore di quella di 40 anni fa questo sicuramente. La gestione diretta del territorio deve essere fatta assolutamente dagli agricoltori che con la loro approfondita conoscenza del territorio e con i lo mezzi meccanici non hanno pari  e non ci sono cacciatori volontari che possono equipararsi a loro. Punto è basta………. Questo è il principio fondamentale su cui si deve basare tutto il resto sviluppandolo nei dettagli. I fondi statali delle nostre tasse devono andare alla regione la quale metterà a disposizione della gestione del territorio sia ambientale, sia per la fauna sia per la flora un apposito comparto regionale che fornirà tecnici faunistici ed altro personale per contrattare con gli agricoltori e aziende agricole per i fondi  CE dovuti a questi ultimi per la messa a disposizione del territorio che lasceranno in parte allo stato naturale con zone umide e in parte con colture a perdere, se non anche per la gestione diretta della selvaggina e dell’eliminazione dei predatori con in più  il divieto di usare concimi dannosi sia per l’uomo che per gli animali e di usare barre di involo durante la falciatura.Per non portarla troppo alla lunga, mi  sembra di aver detto l’essenziale una buona parte di quello che si deve o si dovrebbe fare, tutto il resto sapete bene cosa è. Fatto questo credo che il cagarsi sotto perchè altri cacciatori vengano nel proprio territorio non esisterà più perche ognuno avra il territorio come Dio comanda per esplicare la propria passione. Ne dico solo una che vale per tutte le alre cacce : perchè io dovrei andare in altra regione a cacciare beccaccini se nella mia regione ho dieci  posti  di centinaia di ettari progettati ad opera d’arte per fare questa caccia ? Forse pensate che uno si diverta a spendere soldi per trasferirsi giornalmente a caccia in altre regioni ? Azz  !! Ma tenete la capa tosta ! Con tutto il rispetto anche per le idee di Fiorello.      :wink:       Salutiaaamo    

      • fiore scrive:

        Sul fatto che le nostre tasse siano rimesse in Regione per scopi inerenti alla caccia sarebbe il minimo arci lo chiede da sempre, ma come ti sarai accorto qui si fa cassa con tutto! però mi devi spiegare quale Regione PROGETTERA’ luoghi appositi per la caccia??  questa non è  utopia ma di più! L’agricoltura poi! quella di oggi è solo supersfruttamento del suolo (ogni centimetro quadrato) ed è la causa primaria del depauperamento ( non sò se va scritto così) insomma dei disastri ambientali e di conseguenza dell’impoverimento sia della fauna sia della flora! quanti usano le barre d’involo!?? quanti si preoccupano prima della fauna che del raccolto!?? per non parlare dei boschi, quando li tagliano o fanno tabula rasa oppure lasciano le frasche a terra, poi ci sarebbero le decantate infrastrutture e per quelle non si guarda in faccia nessuno … si va a diritto infischiandosene di tutto omini e animali!! figurati se si progettano siti di caccia!

    • Giusti Giacomo scrive:

      Fiore ti sei dimenticato che non siamo certo 2.000.000,ti sei dimenticato che la maggior parte dei cacciatori di oggi vanno al verro,fanno caccia di selezione, e non sono pochi ricordatelo.
      Quando vado al capanno  la mattina,passo alle 6.00 da un passetto molto interessante,e non c’e`quasi mai nessuno.
      Se ci fosse libera circolazione,ci sarebbero meno assembramenti nei soliti posti buoni,e i 4 gatti di cacciatori rimasti si diluirebbero ancora di piu`,andando a caccia in tutta l’Italia.
       

  35. Giacomo scrive:

    Ho dimenticato di dire che un’unica associazione ( ne scelgo una a caso la grande Fidc) ed un ufficio comunale addetto alla caccia dovrebbe fare da consulente intermediario tra regione e Agricoltori.      :wink:      Salutiaaamo

  36. renzo scrive:

    Personalmente credo che ,se cosa impossibile, e per qualcuno addirittura aberrante, eliminare gli ATC si potrebbe almeno fare un ATC UNICO per Regione = 20 ATC 
     La gestione di questo unico ATC regionale dovrebbe essere fatta da cacciatori, agricoltori e perche nò ambientalisti– ma quelli seri e preparati — non certo i ciarlatani .
     E senza inventare zone dedicate alla caccia ….. perche la vedo molto dura …. il modo di gestire il territorio creandone un abitat adeguato per gli animali c’è, e senza troppe masturbazioni mentali . Basterebbe non dare nessun credito a voci pietosamente inette di animalisti ciechi e radicali , venduti o regalati alla politica del comodo 

    Per quanto riguarda la migratoria ,tenuto conto anche del numero di cacciatori assottigliato negli anni, quelli che praticano solo o nella maggior parte quel tipo di attività venatoria dovrebbero avere il sacrosanto diritto di poter viaggiare per tutta la penisola . Magari anche solo per le venti giornate famose , non di più, previo pagamento di quota associativa, o come diavolo si voglia chiamare, naturalmente ridotta al minimo  , . Dovrebbero certamente dichiarare che quelle 20 gg saranno spese SOLO per la migratoria . 

    Mi domando quindi quanti sono disposti a spostarsi per centinaia di chilometri per cacciare tordi o quaglie. Io ad esempio lo potrei fare come gita di un fine settimana a stagione partendo da Genova per  il Gargano, anche fosse una settimana … tre gorni soli di caccia …..sarebbe un allettante diversivo all’estero. Cercherei di fare i miei capi consentiti regalandomi una vacanzina con amici o figlia . E i soldi rimarrebbero a casa nostra , intanto .     

  37. Laser scrive:

    AAAAAAAA…… Ora capisco perchè sei tanto PRO- ATC, grazie al piffero, ne fai parte. 

    • renzo scrive:

      Sinceramente non l’ho capita . Per essere socio PAGO come tutti , e SPERO che mi accettino ….

    • renzo scrive:

      Sinceramente non l’ho capita . Pago come tutti e spero che mi accettino 

      • Springer scrive:

        renzo, non era per te questa battuta di Laser…era per me…. :wink:

        X Laser

        Leggi bene quello che ho scritto ….Io non sono PRO-ATC…togliamoli…aboliamoli…cancelliamoli…..azzeriamoli pure ma troviamo il modo di gestire VERAMENTE il territorio cacciabile…..gestire VERAMENTE presenza e prelievo della Fauna… Gestire/regolare BENE la mobilita’……. Sono delle regole imprescindibili se si vuole andare a caccia decentemente oggi.E essere favorevole a delle regole valide e in essere in ogni Paese industrializzato,   non e’ essere a favore degli ATC …. :wink:  
        Poi aggiungo per tuo somma delusione….che non faccio parte di alcun ATC se non come COMUNISSIMO….BANALISSIMO….ININFLUENTISSIMO NELLA GESTIONE ……socio cacciatore. Ci vado a caccia nell’ATC e non ricopro nessun ruolo se non quello del semplice cacciatore…. 
        Ciao…

        • Giusti Giacomo scrive:

          Springer
          Nel tuo Atc ci deve essere davvero tanta selvaggina,perche`mi pare che te un tu sia mai uscito dai suoi confini.
          Ma prima dei carrozzoni la caccia come era gestita?
          Al massimo potrei accettare un Atc regionale,naturalmente pagando tassa,senno` come fanno quelli che gestiscono a campa`?
          E poi basta con questa storia della mobilita`controllata,siamo rimasti 4 gatti,e un sorcio,in Toscana da quando esistono i carrozzoni,non e`mai stata rifiutata una prenotazione,e quelli che tagliano le gomme sono delinquenti comuni,che non vogliono nessuno a caccia nei loro territori,enon  rendondosi conto che a quel cacciatore che hanno tagliato le gomme della macchina, potrebbe essere un cacciatore che ha contribuito con la sua quota a rimpinguare l’Atc di polli colorati.
          Con tutti quei soldi spesi male nei troppi atc,lo sai quanta buona e seria gestione si farebbe?
          Scusi maesta`se mi sono permesso. :-D :wink:

        • Springer scrive:

          G.G. , nel mio ATC si caccia bene e si trova selvatici fino all’ultimo giorno di caccia. Ci ho impiegato anni prima di trovarlo girandone diversi gestiti / condotti  malissimo ….Ci sono entrato dopo aver fatto la mia bella e lunga attesa e adesso da li mi ci devono mandar via a forza perche’ di certo volontariamente non ci vado.   :wink: 
          Poi , e so quali sono , ce ne sono di meglio ancora…non e’ difficile entrarci….non sono nemmeno lontanissimi da dove sto adesso, ma sono affezionato al mio e non lo tradisco .  Eppure , TUTTI , ripeto TUTTI sono sempre ATC . Stessa legge a disciplinarli….stesso impianto . Questo a testimonianza del fatto che NON E’ l’ ATC in se a dover essere abolito ma CHI DIRIGE l’ ATC ; il Comitato di Gestione dove fra altri ci siamo NOI CACCIATORI. Quindi se alcuni ATC funzionano e altri no la colpa e’ massimamente nostra abilissimi a lamentarci che nulla funziona e va bene ,  poi quando tocca a noi agire , proporre, organizzare , scopriamo che la maggior parte di noi non e’ in grado di farlo . Dovrebbe esserci una qualifica per poter accedere al Comitato di un ATC e non entrarci solo perche’ espressione della tal Associazione venatoria…. Ci vuole una scuola che formi ….insomma ci devono andare persone preparate e qualificate e non gli amici di tizio o caio…
          Certo….a distanza di anni qualcosa dovrebbe essere rivisto ….aggiunto ….aggiornato …ma io credo che sostanzialmente l’ ATC  potrebbbe funzionare ancora dando la possibilita’ a tutti di cacciare a costi assolutamente risibili . Da me dove gia’ si paga ” tanto ” rispetto al Centro Sud la quota Stanziale + Migratoria e’ di 150 euro a stagione…. Trentacinque euro al mese per cacciare bene pensi siano tanti….? Non credo…   :wink:    
          Comunque io voglio alternative valide e nessuno me le spiega….quindi ….Evviva gli ATC…… :wink:

  38. lucas scrive:

    Ma dove li vedete  tuttu questi assembramenti? Incontrare un cacciatore in giro è diventato più difficile che incontrare un fagiano…! :mrgreen:

    • fiore scrive:

      Lucas non so da voi, ma da me sui passi reali ancora si accampano a settimane!! 

      • Giusti Giacomo scrive:

        Fioreeeeeeeee!!!!!!!
        I passi reali sono tutti vietati alla caccia.
        Non va piu`nessuno ad accamparsi per 20  giorni come prima.
        Aggiornati!

        • fiore scrive:

          appunto ce ne sono rimasti pochi e t’assicuro che io ci vado di rado, perchè bene che ti vada guardi gl’altri sparare, c’è ancora gente che s’accampa, del resto lo fò anch’io per le tortole!

  39. Springer scrive:

    Da me invece , nei posti migliori , i cacciatori locali al posto della teleprenotazione a regolare i flussi , li autoregolano loro … tagliando le gomme….!   :(
    Vedessi che poca gente c’e’ a caccia li …..    :mrgreen:  :-D  :wink:

  40. Giusti Giacomo scrive:

    Fioreeeeeee!
    Stareaccampati  per 20 giorni d’Ottobre alla mia eta`o anche piu`vecchi in vetta a un valico vuol dire condannarsi a morte,forse e`stata la mia generazione l’ultima a fare codeste bischerate.
    Oggi i pochi giovani che vanno a caccia non lo fanno piu`,hanno le discoteche ni capo,ci sono i giorni di silenzio venatorio,e diventa dura la faccenda,io l’ho fatto,e conosco bene come funziona,stare in una tenda lassu`la notte con acqua e vento che magari dura un paio di giorni e`(ripeto) dura.

    • fiore scrive:

      Giustiiii, ti dico che ancora ci sono ne sono testimone, anche quest’anno una mattina di ottobre ho ero  da solo e ho detto andrò a vedre d’infilarmi al Pretagnolo davanti al cavallino ( muraglione) così son partito erano le 3 mi son fatto un ora di mulattiera ( in macchina) e sono arrivato alle 4,30 c’erano una decina di macchine in tutto una ventina di persone e il passo sarà 500 metri ma nella sellettina bona ci si sta in tre, in due se si rispetta la distanza!! 

      • Giusti Giacomo scrive:

        Fiore
        Quella e`gente che e`arrivata prima di te,non certo accampata come ai bei tempi.Ho tre giovani amici figli di quei cacciatori che con me si accampavano su quei passi reali,loro non lo farebbero mai,uno di quei babbi ci scherza sopra e mi dice sempre che non hanno il fisico per stare lassu`come si faceva noi.

  41. Giacomo scrive:

    Fiorello è inutile dilungarti su questo argomento facendo il ping pong con Giusti, maremma Maiala !! Parliamo un po’ di cose più serie : dovresti vedere un pò dalle mie parti dove non c’è neve le beccacce e i tordi che sono arrivati ! Lo sai da dove ? Dai Balcani !!!  Migliaia di tordi e cesene… Conosco un ritiro serale dove ogni sera ne vedo passare 4 o 5 e a detta di amici di altri paesi del Salernitano beccacce in ogni luogo ed ogni giorno. Sul Gargano migliaia di cesene tu le chiami gazzine. Adesso mi dovete dire tu e tutti quelli che come te asseriscono che il passo pre nuziale di questi selvatici incomincia al 10 gennaio, come è possibile che in Gennaio pochissimi tordi e beccacce quasi niente, e non appena ci sono state temperature rigide Siberiane sui Balcani con neve in Italia che tutti abbiamo visto e che non si verificava dal 1956, abbiamo avuto una invasione di tordi e beccacce nel nostro meridione, certo che non venivano dalla Tunisia o Marocco dal Nord Africa insomma, perchè la di temperature rigide niente ! Nessuno ne sta parlando, eppure quello che si è verificato quest’anno dovrebbe essere oggetto di studio in special modo da parte delle federazioni che hanno il loro ufficio addetto alla migrazione. Mah ! Chi sa ! Forse non ci hanno fatto caso, stanno pensando ai lanci di polli e conigli.       :mrgreen:      Salutiaaaamo
     
     

    • fiore scrive:

      L’hai detto tu, evento eccezionale (il freddo di quest’anno) e dicono che l’eccezione conferma la regola, per questo le stagioni come le migrazioni possono anticipare o posticipare anche di un mese o di una luna !!  ed è per questo che a me sta bene chiudere il 31 gennaio. Dicembre non è mai stato un mese buono per la caccia ( a meno che non siano entrate un pò di cesene) i movimenti riprendono a gennaio e sempre come dici te se nei balcani gela si cambia aria e il gargano o il salento sono ben vicini da raggiungere! per i nostri amici

      come dici te Salutiamo

  42. Giacomo scrive:

    Conferma la regola che non c’è risalita ! Ma quale mese anticipato o ritardato vai a cercare Fiorello ? Qua stiamo nell’ordine di una decade ne più ne meno. Che a Gennaio Febbraio se non è come è successo adesso le temperature scendono sempre sui Balcani per cui lo spostamento non è in massa come quest’ anno ma scendono sempre dalle nostre parti !! Non salgono mai fino a che non viene Marzo dove la risalita vera e propria si ha incominciando nella prima decade di Marzo le nidiate le fanno a fine Aprile. Se ci danno 20 giorni di caccia a Febbraio non ci regalano niente !! Salutiaaamo

  43. Giusti Giacomo scrive:

    Io venderei tutto Gennaio(mese morto)per 20 giorni di Febbraio!
    Fate voi!!!!!!!!

Leave a Reply


9 + = 14

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.