Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Racconti: l’ultimo rientro

| 15 febbraio 2012 | 6 Comments

Alessandro Fulcheris - ANLC Toscana

Una fucilata…anche quest’anno, sempre più veloce, è passata anche questa stagione come una fucilata.
Il tempo vola come l’effimero volo della beccaccia nello scuro dell’aurora, le licenze cominciano a diventare tante, il fisico me lo sento sempre quello, un po’ di pancetta in più e molti capelli meno ma l’occhio c’è, e il braccio anche… rivedo come ora quella tortora spenta di terza botta quando già pensavo andasse via indenne la prima mattina che sembra ieri, quei pochi colombacci di sul capanno in ottobre, le allodole alla borrita con il caldo incombente di quei giorni.
Annata grama…tante belle camminate con la Breton saettante nell’erba, la ferma su quel volpone in padule, qualche tordetto nel dicembre e gennaio, fino a quelle povere gallinelle nei fossi, ottimo allen…amento per la giovane ausiliaria.
I giorni prima dell’arrivo del grande freddo, questi ultimi, davvero esaltanti; come a ripagare il poco di tutto l’anno, con i tonfi di quei colombi nel prato morbido, il cerro dove stavo appoggiato ieri mattina, i bossoli sparsi a raggera tra le foglie umide, il pennato che spunta col manico dallo zaino di pelle marrone ormai liso dal tempo, il vento freddo nella schiena sempre più sostenuto, i guanti impregnati di fumo e i lacci degli scarponi che mi si sciolgono ogni poco, con questi rovi di poche foglie e tante spine.
La memoria è composta di tante fotografie bellissime.
Eccomi qua dunque, all’ultimo rientro: quello delle poche speranze, quello del baccano di tanti colleghi vocianti. Automobili a tutte le piazzole, gipponi e panda color verde militare in fila sulla strada. La posta non è certo quella che volevo ma l’amico si, mi ha aspettato e piazzato nelle vicinanze, che non si poteva pretendere di più.
Il pomeriggio riempie la valle di colpi, e di qui non passa nulla. Guardo con insistenza il pino di fronte, quell’ornello spoglio dove si posano decine di fringillidi, poi un colombo, di traverso fra gli alberi, una Ferrari andava più piano….fioccano dietro tre schianti secchi, qualche penna e niente altro, sento l’odore della polvere da sparo e aspiro con voluttà, che buon odore…
Viene il buio e penso ai colombacci di ieri, ai sasselli degli ultimi giorni, alla canina che me li riporta e sono lì alla posta, questo arnese in mano, freddo, lo guardo per bene e mi accorgo di alcune macchie di ruggine. Maledetta la mia proverbiale sgangheratezza…le 17,30. Stop, fine dei lavori. Resto ancora un po’, accendo l’ultima sigaretta, non riesco a pensare che devo aspettare quasi 8 mesi e rimango lì, come un bischero trasognato dai riflessi stanchi di un sole ormai per oggi scomparso dietro la linea dell’orizzonte.
Com’è malinconico l’ultimo rientro……

ALESSANDRO FULCHERIS

 

Category: Racconti

Comments (6)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. renzo scrive:

    Malinconico l’ultimo rientro come è malinconica l’ultima passeggiata nel bosco . Non saranno le ultime, si spera, e l’attesa sarà la medicina per caricare a dovere le batterie ; altre attese , altri rientri , altre camminate dietro al cane ………….altra poesia …….
    Complimenti :lol:

  2. Questo splendido racconto è malinconico, ma forse, anche per questo, mi  è piaciuto moltissimo.
    Alessandro,complimenti!
    diego

  3. Marco Cardinali scrive:

    Proprio la malinconia rende bello questo racconto, ma cerchiamo di non pensare solamente all’alba della prossima apertura, sono molte le attivita che piacevolmente impegnano un cacciatore anche tra la chiusura e l’apertura, dall’addestramento dei cani alla preparazione dei siti di caccia alla cura dei richiami, questo ha un suo fascino e fa si che per me la caccia è viva tutto l’anno. Non per ultimo dovrebbe essere l’impegno che ogni cacciatore dovrebbe avere nel combattere a denti stretti tutti gli abusi e offese che puntualmente si abbattono sulla nostra categoria. Bravo Alessandro, complimenti!

  4. Ezio scrive:

    Bravo Alessandro!! :)

  5. fiore scrive:

    Eppoi ci danno di tutti i titoli!!!!  siamo ma romantici!!  Gl’animalari un capiscano una sega!! c’è poco da fare

  6. Alessandro Federighi scrive:

    Bravo Alessandro mentre leggevo ,mi sembrava di essere li……..ricordando però la mia annata venatoria ,che nn posso dire sia andata male…….si ne ho avute di meglio,alcune specie ne ho prese meno,alcune di più,altre stazionarie,ma nn mi lamento, è sempre una gioia girare x boschi,macchie,campi con i ns cani e schioppo!!!!!!!!!!!!!!!adiosu!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! (n) (up) :roll:

Leave a Reply


1 + 3 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.