Cervo investito e abbandonato? E’ omissione di soccorso

| 30 gennaio 2012 | 21 Comments

COMO: Cervo investito e abbandonato? E’ omissione di soccorso
Previste ammende salate

Gli esperti: “Non è certo un comportamento virtuoso andarsene dopo qualsivoglia impatto. Nel caso degli ungulati vi sono anche conseguenze legate alla sicurezza: un animale ferito a bordo strada rappresenta un pericolo”

Grandola ed Uniti, 30 gennaio 2012 – Omissione di soccorso anche per chi investe un cervo e un capriolo e non si ferma a prestare soccorso all’animale. Troppi gli schianti sulle strade del Comasco che hanno riguardato cervi, caprioli, cinghiali sino ai mufloni, e troppo pericoloso – oltre che incivile – lasciare animali feriti a bordo strada. Così la polizia locale della Provincia, semplicemente applicando il codice della strada, ha deciso di ampliare il concetto di omissione di soccorso estendendolo agli impatti con gli ungulati, 45 nel 2011 solo sul Lario.

Non si tratta di reato penale, ma comunque chi dovesse allontanarsi senza prestare soccorso rischia d’ora in avanti un’ammenda salata, da 78 a 311 euro, con possibili ripercussioni anche sulla richiesta di rimborso per eventuali danni alla vettura o quant’altro. Il motivo del giro di vite lo spiega la sezione venatoria della polizia locale di Villa Saporiti: «Non è certo un comportamento virtuoso andarsene dopo qualsivoglia impatto. Nel caso degli ungulati vi sono anche conseguenze legate alla sicurezza: un animale ferito a bordo strada rappresenta un pericolo è infatti accaduto più volte che, zigzagando, questi animali storditi e feriti dopo gli schianti siano rientrati sulla sede stradale mettendo in serio pericolo anche la sicurezza di automobilisti e mezzi in transito. La prima cosa da fare, dunque, è allertare i soccorsi: attraverso il centralino della Provincia assicuriamo la reperibilità ventiquattro ore su ventiquattro. Gli agenti coprono l’intero territorio provinciale giorno e notte».

http://www.ilgiorno.it

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

Category: .In Evidenza, Generale, Lombardia

Comments (21)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. alessio bitossi scrive:

    quindi dopo avere investito un animale, a volte con gravi conseguenze per l’investitore, il malcapitato autista, se in grado di farlo, dovrebbe scendere dall’auto indossare il giubbetto, e prestare soccorso alla bestia ferita,…..in che modo ???? :mrgreen: brutte teste di legno che non siete altro, ma vi rendete conto di quello che dite???? tutti sanno, tranne chi pensa quanto sopra, quanto sia pericoloso avvicinarsi ad un animale ferito, specialmente se è un cinghiale….ma la testa la portate per appoggiarci il cappello o per contenerci quel poco cervello che avete?? oww (:-p)

  2. renzo scrive:

    Lascia così le cose che prima o poi qualcuno per fare la respirazione bocca /muso a qualche cinghialone ci rimette la pelle …….
    Trovo giusta però la motivazione di dare allarme per non lasciare che altri paghino conseguenze gravi nell’imbattersi in un selvatico ferito ed impaurito —– SENZA ESAGERAZIONI TIPICAMENTE ITALICHE PERO’ — -o-

  3. Leonardo - Fi scrive:

    Eventualmente uno può caricarsi l’ungulato in auto e portarlo nel prorpio congelatore? Li non è pericoloso per nessuno! (:n) (f)

  4. Baghyra scrive:

    Episodio di qualche giorno fa successo ad un paio di Km da casa mia, un’automobilista dopo aver investito una volpe e sceso per controllare lo stato di salute della volpe e anche per prendere visione dei danni alla vettura. Accortosi che l’animale era ancora vivo si è avvicinato ad esso per accertarsi delle ferite veniva attaccato dalla volpe che l’ azzannava ad una mano causandogli lacerazioni alla mano ed al braccio, risultato? Dopo essere stato curato al pronto soccorso deve seguire la prassi profilattica contro la rabbia, da notare che oltretutto questo signore non è cacciatore.

  5. Pasquale (nato cacciatore) scrive:

    (:i) (:i) Un cacciatore non sarebbe stato così stupido!! Anche se debbo dire che in fondo un po’ mi spiace sia stato ferito.

  6. Baghyra scrive:

    Volevo solo mettere in risalto che chi ha fatto approvare una legge che obbliga a soccorrere gli animali investiti non sa neanche cosa vuol dire, questi politicanti non si rendono conto che un cane, un gatto od una volpe quando è ferita non si comporta come un essere umano ma diventa aggressiva, ma vallo spiegare a loro, tanto se succede appunto a loro manderebbero l’autista a controllare. Baghy (:n)

    • Pasquale (nato cacciatore) scrive:

      sono d’accordo con te Baghy, infatti la stupidita del gesto (avvicinarsi all’animale ferito) e dovuta alla totale ignoranza dei risvolti di una tale imprudenza, e come dicevo in fondo mi dispiace che sia stato vittima della sua stessa ignoranza, cosa che non sarebbe successo ad un cacciatore. (n)

  7. alessio bitossi scrive:

    ma ci rendiamo conto???????????????? per lasciare un umano all’ospedale, a volte l’ambulanza deve peregrinare anche fuori della sua regione per essere accettati :mrgreen: , mentre c’è qualcuno che si preoccupa del soccorso agli animali, non sapendo nulla al riguardo e ignorando la pericolosità del fatto, anche perchè questi incidenti avvengono sempre di notte!!! oww

  8. Giusti Giacomo scrive:

    No a u cacciatore non sarebbe successo,ma fatemi dire quanto sia grande l’ignoranza in materia di chi fa certe leggi.
    Quella e`tutta gente fuori dalle cose reali,vivono nel mondo dei balocchi,e delfalso pietismo.

  9. fiore scrive:

    insieme al giubbino fosforescente portarsi un randello per dare l’eventuale colpo di grazia!

  10. Baghyra scrive:

    Il brutto è che oltre ad avere noie a non finire, ricordo che la profilassi contro la rabbia dura una quarantina di giorni con iniezioni giornaliere nel caso venisse accertato il morbo della rabbia se non ricordo male, questo signore ha dovuto assorbirsi anche i danni provocati all’auto dall’impatto con l’animale, poca cosa, un fanale rotto ma pur sempre danni sono, della serie cornuto e mazziato , con la compiacenza delle sig, Martini , Brambilla, Prestigiacomo ecc. ecc. ecc. Baghy

  11. renzo scrive:

    Da NOTARE

    la stessa omissione di soccorso vale anche per rettili quali rospi ,lucertole, nonchè … VIPERE … alla quale bisogna spiegare parlando dolcemente che siamo li per soccorrerla, che non l’abbiamo fatto apposta ecc.ecc., che non ci morda perche siamo distanti da un pronto soccorso (f) (f) (f)

  12. francesco cattani scrive:

    :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p) oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x

    • Bekea scrive:

      Comunque da noi nel vicentino,cè già la pratica di soccorrere le lepri investite dalle auto per portarle al pronto soccorso più vicino ossia la casa di un cacciatore pratico nel modo di cucinarla :-D :-D :-D

  13. Luca Davide Enna scrive:

    Credo che sarebbe più giusto aitare il povero animale a terminare le sue sofferenze…Dopodiché, si potrebbe adeguatamente cucinare festeggiare in suo onore, con un congruo numero di commensali che assaggiandone le carni prelibate ne tessano le lodi…
    :lol: :lol: :lol:
    L.D.E.

  14. Luca Davide Enna scrive:

    scusate, ho dimenticato un per.
    “cucinare, per festeggiare in suo onore” :roll: :lol: :lol: :lol:

Leave a Reply


+ 4 = 10

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.