Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Siena: Autopalio, cinghiale provoca incidente

| 22 novembre 2011 | 21 Comments

Autopalio: Cinghiale sulla carreggiata provoca un incidente
A bordo della vettura il presidente dell’Unione provinciale agricoltori di Siena. L’automobile è andata in testacoda rischiando di schiantarsi sullo spartitraffico. Incolumi i passeggeri

Pauroso scontro sulla superstrada Firenze-Siena di un’auto con un grosso cinghiale. Coinvolto il presidente dell’Unione provinciale agricoltori di Siena, Alessandro Cinughi de Pazzi, in transito con i suoi familiari.
Lo scontro c’è stato ieri sera sulla carreggiata in direzione di Siena, all’altezza dell’uscita Siena Nord.
“All’improvviso – racconta Alessandro Cinughi dè Pazzi – è spuntato dalla sinistra scavalcando lo spartitraffico, un enorme cinghiale, proprio davanti al muso della macchina e dopo un attimo di incredulità il violento impatto è stato inevitabile”. L’auto è andata poi in testacoda rischiando di schiantarsi sullo spartitraffico, ma il conducente ha evitato il peggio. I danni alla vettura sono stati ingenti; incolumi gli occupanti, la moglie e le due piccole figlie, nel sedile posteriore.
Con questo incidente, si commenta in una nota, “sulle strade del senese torna prepotentemente alla ribalta il grande problema degli ungulati che nel territorio hanno raggiunto una densità non più sostenibile, causando danni all’agricoltura e problemi di sicurezza. E’ dal 2008 che l’Unione denuncia l’assenza di regole per contenere il numero di questo tipo di animali, compreso daini e caprioli”.
“Il massiccio proliferare di questi animali – spiega Cinughi – sta arrecando grossi danni alle colture e creano da tempo un pericolo alla incolumità degli automobilisti che transitano per le strade del Senese”.

http://firenze.repubblica.it

Category: .In Evidenza, Generale, Toscana

Comments (21)

Trackback URL | Comments RSS Feed

Sites That Link to this Post

  1. Autopalio, cinghiale provoca incidente | | 22 novembre 2011
  1. Giacomo scrive:

    A bordo della vettura il presidente dell’Unione provinciale agricoltori di Siena.
    ————————————————————————————————-
    AZZ,,,,!! Proprio a lui ! E meno male che non ci sono stati danni alle persone. Salutiamo il presidente

  2. mauro scrive:

    MA IL CINGHIALE LO HANNO RITROVATO????????????O DOPO UN IMPATTO PRESUMIBILMENTE CON (VISTA LA CARICA)UN’ AUTO DI GROSSA CILINDRATA CHE NE E’ USCITA GRAVEMENTE DANNEGGIATA,IL MALANDRINO SI E’ FATTO UNA RISATA ED E’ TORNATO AL COVO??????????????????? :roll:
    SE NON LO HANNO TROVATO IO NON CI CREDO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! :D

  3. mauro scrive:

    STRADA PER ALTRO A SCORRIMENTO VELOCE(MINIMO LA VETTURA SUPERAVA I 90 KM ORARI…………………..
    ADESSO RACCONTATEMI CHE I CINGHIALI SONO DEI PANZER…………..

  4. franc scrive:

    Di sucuro il cinghiale non superava i limiti di velocità (avendo preso la patente da poco) HI, HI :D :D

  5. Andrea Di Mauro scrive:

    Mai che un bel cinghialone beccasse l’auto del Pratesi…… Ha Ha Ha Immagino che anche in quell’occasione darebbero la colpa a noi…
    :D :D

  6. A.N.L.C. SIENA scrive:

    PRESIDENTE, che ne pensi delle proposte (che non sono state accolte ) dell’ANLC al calendario venatorio della provincia di siena sulla gestione del cinghiale? che non risolvevano certo il problema di densita sostenibile, ma davano un forte segnale di cambiamento? Non eravate presenti?

    ANLC Siena

  7. fedeli massimo scrive:

    Ma che volete gestire bisogna da sparaglie :lol: :lol: :lol:

  8. fiore scrive:

    approposito di autopalio!!! porca eva ma quando si chiude una strada si dovrebbero mettere dei percorsi alternativi CHIARIIIIIII m’hanno fatto perdere lo spollo sabato gli s’attaccasse il catrame sul groppone!!! un ora per scappare da Siena!!! e rimboccare per Grosseto

  9. renzo scrive:

    Caro Pasquale .
    Chi non vive a Genova ha difficoltà a credere a queste notizie. Il bello è che se parli di eliminare qualcuno di questi suidi si rivoltano i soliti noti e ti etichettano come assassino, minimo .
    Speriamo che si limitino a gironzolare tra le auto e far scappare i cani . Non vorrei leggere che si sono avventati contro una culla con bimbo all’interno .
    Se solo la gente capisse che non sono piccioni a cui dare gli avanzi di casa ……. a buon intenditor poche parole :cry:

  10. fedeli massimo scrive:

    con i cani al seguitoè peggio , perche i cani reagiscono e a ogni azione………………… :roll:

Leave a Reply


6 + 4 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.