Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

FIDC: Linee guida per appl. delle Deroghe

| 26 ottobre 2011 | 173 Comments

Ufficio Avifauna Migratoria: Linee Guida per l’applicazione del regime di deroga secondo articolo 9 comma 1 lettera c della Direttiva comunitaria 2009/147/CE.

La maggiore conflittualità in materia di applicazione della Direttiva Uccelli 2009/147/CE interessa l’utilizzo del regime di deroga da parte dei Paesi Membri. In particolare in Italia esiste un dibattito acceso per l’applicazione delle deroghe secondo quanto previsto dall’art. 9 comma 1 lettera c) della direttiva, che permette il prelievo di piccole quantità con un utilizzo ragionevole ed a condizioni controllate su base selettiva. Allo scopo di favorire la corretta applicazione e far cessare la conflittualità sull’applicazione delle deroghe, la Commissione Ambiente Europea ha “prodotto” nel 2009 una “Guida alla disciplina della caccia alla luce della direttiva Uccelli” che ha visto riuniti al tavolo di lavoro congiunto un pool di esperti del mondo ambientalista, venatorio, agricolo e scientifico. Lo scopo era quello di accompagnare seguendo la “guida” l’applicazione di quanto previsto dalla direttiva, quindi anche nell’ applicazione delle deroghe .

Un documento ritenuto a livello comunitario” determinante nell’eliminare quei margini di fraintendimento sulla corretta lettura e applicazione della direttiva ( riconosciuta dalla stessa LIPU-BirdLifeInternational sul documento “L’applicazione della Direttiva Uccelli alla luce della Guida Interpretativa della Commissione Ambiente Europea” di Ariel Brunner e Danilo Selvaggi).

Di seguito si forniscono le indicazioni, a nostro parere indispensabili, per applicare correttamente il regime di deroga secondo la lettera c).
1) Identificazione precisa dei cacciatori autorizzati alla deroga con autorizzazione nominale rilasciata ad una quota definita di cacciatori della Regione o Provincia in cui si applica la deroga. Questo significa che NON possono essere autorizzati alla caccia in deroga tutti i cacciatori di una determinata regione o provincia. E’ invece necessario che le province o le regioni attuino un sistema di domanda preventiva alla caccia in deroga per ogni cacciatore, da farsi entro il mese di giugno-luglio precedenti alla stagione di caccia, con rilascio dell’autorizzazione, corredata delle informazioni complete sotto riportate (punto 2). Questo sistema consente il vantaggio importante di conoscere il numero esatto di cacciatori che eseguiranno i prelievi in deroga, permettendo che il numero di capi prelevabili sia suddiviso per un numero inferiore di cacciatori rispetto al totale regionale, con aumento dei capi prelevabili per persona. E’ noto e dimostrato che i cacciatori interessati alle specie in deroga sono solo una parte dei totali regionali o provinciali.
2) Identificazione precisa del luogo dove verrà esercitata la caccia in deroga, ovvero appostamenti fissi oppure, in caso di caccia da appostamento temporaneo o vagante, limitazione a non più di due/tre Comuni in cui la caccia deve essere obbligatoriamente esercitata. Questo consente una più facile attività di controllo da parte degli organi preposti.
3) Metodi di controllo dei carnieri: fornitura, al cacciatore autorizzato alla caccia in deroga, di un numero di contrassegni inamovibili corrispondenti alla quota assegnata annualmente, da apporre sui capi di selvaggina abbattuta non appena effettuata la cattura. Quando il cacciatore ha terminato i contrassegni corrispondenti alla quota annuale abbattibile non può più esercitare la caccia in deroga. Fornitura di un tesserino in cui si deve segnare il capo abbattuto di specie in deroga non appena raccolto e contrassegnato. Trasmissione alle Amministrazioni con metodi elettronici ed informatici del numero di capi abbattuti con cadenza bisettimanale.
4) Stagioni di caccia: la durata della stagione di caccia in deroga deve necessariamente essere ristretta in modo evidente rispetto alla normale stagione di caccia. Si ritiene che la stagione per ogni specie non dovrebbe superare il mese e mezzo.
5) Rendicontazione precisa all’Unione Europea, da parte delle regioni o province, delle verifiche effettuate sulla stagione di caccia in deroga, ovvero numero di capi prelevati, numero di cacciatori autorizzati, distribuzione stagionale dei prelievi, controlli effettuati e infrazioni rilevate, tipo di sanzioni applicate, valutazioni sulle presenze delle specie cacciabili in deroga.
6) Piccole quantità: alla pagina 89 della Guida Interpretativa della direttiva (versione in inglese) è riportato un esempio per il calcolo delle piccole quantità per la specie porciglione. A partire dai dati disponibili (in questo caso quelli dell’European Atlas of Breeding Birds EBCC), integrati con i tassi di mortalità presenti in letteratura, si arriva ad una determinazione delle piccole quantità a livello del “continente Europa”. Si dimostra quindi che è possibile un calcolo a partire dai dati disponibili. Per applicare le piccole quantità alle regioni italiane sarebbe ovviamente necessario conoscere l’entità delle popolazioni in transito e svernanti in ogni singola regione. Essendo questa valutazione sicuramente difficoltosa, in attesa di studi particolari su ogni regione, è tuttavia possibile a nostro parere un calcolo a livello nazionale, a partire dalle stime di popolazione totale fornite da vari enti, ad esempio BirdLifeInternational. Successivamente è possibile una separazione del quantitativo nazionale fra le diverse regioni interessate alla caccia in deroga. Un’alternativa potrebbe essere una gestione statale centralizzata della caccia in deroga con uffici competenti ed efficienti. In merito ai pareri ISPRA degli ultimi anni, nei quali si afferma che non vi sono le conoscenze sufficienti per determinare le piccole quantità, facciamo notare che le stime di popolazione di BirdLifeInternational, per loro natura approssimative, e le valutazione dello stesso ente sulle tendenze delle specie e sulla stato di conservazione, sono sempre tenute in considerazione dall’ISPRA nella predisposizione di pareri e relazioni scientifiche. Ora delle due l’una, o le stime non sono affidabili allora anche le definizioni di declino e stato di conservazione sono speculazioni, oppure sono attendibili e quindi, con ovvio grado di approssimazione, è possibile un calcolo affidabile delle piccole quantità, almeno a livello nazionale.
I punti sopra esposti a nostro parere recepiscono quanto disposto dalla direttiva per l’applicazione del regime di deroga secondo lettera c) e possono consentire di affrontare le valutazioni dell’Unione Europea con maggior sicurezza rispetto a quanto oggi messo in atto dalle Regioni italiane. Si ricorda infatti che per la direttiva e per la Guida Interpretativa le deroghe rappresentano un’eccezione e che non possono essere quindi intese come “integrazioni” regolari alla normale attività di caccia consentita sulle specie cacciabili. Per una maggiore coerenza dello Stato Italiano sarebbe inoltre necessario che venisse inoltrata domanda all’UE per la modifica dell’allegato 2/2, chiedendo l’inserimento delle specie oggetto di deroga, ovvero, oltre allo storno, anche fringuello, peppola e frosone, tutte specie oggi giudicate in favorevole stato di conservazione.
In questo modo si capisce che l’Italia intende cacciare queste specie, e che, in attesa delle modifiche degli allegati, si procede al regime di deroga, attuato però con tutte le necessarie regolamentazioni. Le delibere o leggi regionali che sono state applicate da varie Regioni italiane hanno negli ultimi anni migliorato l’aderenza alle prescrizioni della direttiva, tuttavia, secondo questo Ufficio, devono essere fatti ancora alcuni passi per evitare le procedure d’infrazione e le seguenti condanne da parte della Corte Europea.
I punti sopra esposti vanno in questa direzione.

Ufficio Avifauna Migratoria
Lorenzo Carnacina
Michele Sorrenti

***

Come riceviamo e cosi’ pubblichiamo

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

Category: .In Evidenza, Federcaccia

Comments (173)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. peppol@ scrive:

    Se ho capito bene dovrei mettere la fascetta come ai caprioli se avessi mai la fortuna di essere un “raccomandato”…

  2. Diego scrive:

    Ora capisco perchè qualcuno si definisce “scienziato” :lol:
    Sorrenti oltre alla fascette inamovibili ha dimenticato la foglia di salvia da mettere nel becco….
    Altro che autolesionismo, qui siamo alle comiche!

    ps: già che ci siete perchè non estendete il discorso fascette anche per i capi di stanziale e magari anche per le becche?
    ps2: un giorno o l’altro forse vi renderete conto dei DANNI che state causando alla caccia italiana con la vs mentalità

    • peppol@ scrive:

      vero, 6 fascette per le lepri….poi via via dicendo tipo caccia di selezione :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    • massimo zaratin scrive:

      Tranquillo Diego, ad ogni problema, pronta la soluzione. Per le becche è sufficiente far cacciare tutti, ma proprio tutti, dalle 8 di mattina alle ore 12! Oddio, con la fascetta saremmo più sicuri…ma non suggerirglielo perchè poi dicono che sono i cacciatori stessi che l’hanno chiesto.

    • cele scrive:

      e dopo così tanto baccano va a finire che si sono dimenticati la modifica del 19 bis che consente alle Regioni di legiferare in materia…per quello che riguardano le piccole quantità dall’1al 5% della mortalità naturale secondo le lettera C x danni e non viene menzionata quella x Tradizioni che all’1% è ritenuta una percentuale irrilevante.

  3. massimo zaratin scrive:

    8O

    Dai è uno scherzo…sarà sicuramente uno scherzo! :?

  4. Bekea scrive:

    Carnacina e Sorrenti l’ accoppiata vincente della fidc, che con le loro pensate faranno smettere di cacciare a tutti i migratoristi veneti. Questi sono fedeli al motto della fidc cacciare meno, si ma per non cacciare più, mentre loro hanno la possibilità economica per fare le cacce all’estero, tanto cosa ne frega a loro della caccia in Italia.

  5. Springer scrive:

    Giusto cosi’……E la colpa di chi e’ se non di quelli che se ne fottono …non segnano un caxxo….se devono cacciare dieci cacciano venti…. se non devono sparare a quello gli sparano lo stesso….. etc…etc…etc….
    E poi l’alternativa qual’e’ …? Quella odierna in cui si va in continuo conflitto con gli ” ambientalisti “….con l’Europa….. dove aspetti per anni specie che non ti verranno mai date….dove ti dicono che hai la possibilita’ di cacciare ” in deroga ” e dieci giorni dopo ( se va bene , altrimenti anche prima ) te la tolgono….??
    Suvvia….e che cavolo …volete o no cacciare sti ” celletti ” o vi piace solo lamentarvi…..

    • STW scrive:

      Stai dicendo spaventose cazzate smentite, per altro, dai fatti concreti.
      Fascettati tu e quelli della fidc, se vuoi. :roll:

      • Springer scrive:

        Si talmente smentite che ogni anno le deroghe sono sospese…negate…bloccate….

        E poi caro….le cazzate le dici tu…..io esprimo il mio parere….che e’ ben altra cosa….Capito…? :wink:

        • STW scrive:

          Ahhhh ok, pareri cazzari. 8) Va meglio?
          Informati meglio prima di esprimerti malamente su argomenti che chiaramente non conosci, eviti pessime figure come quella sopra.

        • Springer scrive:

          Nessuna pessima figura… nonostante ti affanni a dimostrare il contrario……descrivo solo la realta’ dei fatti…. :wink:

        • STW scrive:

          La TUA (ir)realtà dei fatti.
          In base a quanto dici, si può parimenti affermare che l’acqua non bagna… :roll: :roll:

    • Diego scrive:

      Stando in tema, sei come un tordo che arriva in pastura sul sorbo degli uccellatori :lol:
      Non ti smentisci mai..

    • Giacomo scrive:

      8O :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :P

    • Bekea scrive:

      Spinger.Il conflitto con gli ambientalisti durerà finchè durerà la caccia, questo è pacifico. Per i celletti, noi Veneti vogliamo essere come i Lombardi, ne più ne meno, andare a celletti con legge regionale inataccabile da zanoni e anticaccia vari. Se questo ti sembra troppo, non ritornare più sull’argomento celletti che a te non interessano,lo sappiamo tutti tu sei per la caccia nobile , non proletaria come i cellettari.

      • STW scrive:

        NO sta dirghe… chel crede che i ne la sera dopo 10 dì!!! :lol: :lol:

      • Springer scrive:

        Il conflitto con gli ambientalisti c’e’ perche’ vi ostinate a voler fare quel caxxo che vi pare andando dietro al primo che vi promette qualcosa……
        I fatti sono diversi da quello che dite….tanto e’ vero che il regime di caccia in deroga e’ sempre sotto tiro da parte di tutti i ” contrari ” , e con successo , per un motivo o per l’altro.
        Poi voi parlate di voi ….dimenticando che l’Italia e’ fatta da 20 Regioni e non solo da due e se qualcuno vi suggerisce come metterlo in cuxo agli ambientalisti e mandarvi a caccia TUTTI ( capite il significato della parola ” tutti ” ? ) ogni anno senza corsi e ricorsi , a tutte quelle specie che potreste avere in maniera definitiva e stabile io gli darei retta.
        Non vi sta bene…? Allora andate avanti cosi’ : a cacciare un anno si e uno no….. a smettere appena iniziato … a non iniziare nemmeno……a cacciare meno specie di quelle che potreste ottenere in maniera stabile e definitiva …..o a fare i bracconieri…. :wink: :mrgreen:
        Contenti voi…. :wink:

        • Diego scrive:

          Springer davvero parla dei tuoi cani oppure di selezione (visto che ormai sei un esperto anche li) ma per favore lascia stare il discorso delle deroghe..rischi veramente di fare la figura dell’ignorante :wink:

        • STW scrive:

          Dio mio quante chiacchiere infondate… :roll: :roll:
          Correggo Diego: non parlare neanche di caccia a palla, va, onde evitare altre belle figure come sulle deroghe… :roll: :roll: :roll:

        • Springer scrive:

          Io parlo di quello che mi pare….. e comunque ribadisco il concetto : contenti voi …. :wink:

        • Giacomo scrive:

          8O 8O 8O :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

        • STW scrive:

          Hai ragione a parlare di quello che ti pare, mica te lo vieto…
          Al massimo dimostri quello che non sai!!! (e di migratori e ungulati, NON SAI!) :mrgreen: :mrgreen:

  6. Radere igor scrive:

    Vorrei capire:
    1) In base a quali graduatorie si avrà diritto ad un numero non meglio precisato di fasciette inamovibili.
    2) Chi deciderà, chi e cosa si potrà cacciare in deroga.
    3) Chi deciderà i tempi (mese e mezzo) in cui si potrà cacciare in deroga ogni singola spece.
    4) Dove la devo applicare la fascetta? Bucare una zampa ad un fringuello non è cosa semplice, oppure un’orecchio.
    Ma dai, stiamo resentando il ridicolo.

  7. Baghy scrive:

    “Di seguito si forniscono indicazioni a nostro parere, ecc,ecc,ecc,”

    per cortesia, siete pregati di non dare più pareri indicativi sulla caccia, ne avete dati sin troppi e tutti negativi, a partire dai calendari venatori su cui avete messo mano Cos’è volete entrare anche voi a far parte del direttivo ISPRA?? Forse sarebbe meglio, cosi avremo modo di capire da che parte state Baghy

    • Diego scrive:

      Baghy tu scherzi ma guarda che ci sei andato molto vicino…è sempre stata “l’aspirazione” personale di qualcuno arriverare lì 8)

      • Baghy scrive:

        guarda caro Diego che io non scherzo affatto, sono sempre stato convinto di quello che ho scritto, d’altra parte seggiolone più seggiolone meno!!!!!!!!!!!!

  8. Diego scrive:

    Beh quella del mese e mezzo di caccia (che è sempre stato il cavallo di battaglia della fidc lombarda in tema di deroghe) poi è da oscar!
    Sorrenti sa benissimo che dall’UE non è mai venuto nessun appunto per quanto riguarda il periodo di prelievo delle specie in deroga attuate sia dalla Lombardia che dal Veneto… :roll:

  9. STW scrive:

    Siamo all’autolesionismo degenerativo più totale.
    Questi genialoidi devono SPARIRE quanto prima, loro e le loro baggianate verdognole.
    Che si vergognassero e speriamo sia la volta buona che con le loro vergognose proposte si auto-estinguano dal panorama associazionistico per lo meno del mio Veneto, dove han fatto più danni loro in un anno che i verdacci in 20!!!
    Mamma mia che schifo… e vengono anche a pontificare!
    Le fascette le voglio prima per le anatre in botte (Sorrenti? Ci sente? No, eh…), poi per la stanziale, poi per tordi e merli e in fine per le deroghe.
    Ovviamente tutto si farà estrarre a sorte in pubblica assemblea e da persona esterna all’ambiente; non vorrete mica mandare a caccia solo i vostri paraculati, vero?!?
    VERGOGNATEVI!!!!!!!!!! 8O

    • peppol@ scrive:

      immagino quelli delle valli venete con 10 fascette per anatra al giorno…..dopo quello che spendono per una botte :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: o i lepraioli che dopo 2 giorni devono smettere di andare all’orecchiona :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

      • Giacomo scrive:

        Come mai Peppola, avete scoperto anche altre cacce in Veneto ?

        • peppol@ scrive:

          sto facendo un discorso generalizzato sull’opportunità di gestire i capi abbattuti secondo le direttive FIDC applicate alle deroghe…non sono veneto ma gli amici di quella regione sono simpatici, non posso dire altrettanto dei “professori” qui presenti :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

        • STW scrive:

          Giacomino… Il Veneto è una delle poche regioni che può permettersi di avere dalle valli da caccia al camoscio passando per stanziale e, beccacce e uccelleti; cosa che han ben pochi in idallia… 8) 8)

  10. Giacomo scrive:

    Lo Springer è della Fidc…… :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  11. Peter scrive:

    Ma non raccontate ca@@@@te per favore. Stai a vedere che per cacciare due celletti occorre farsi pure raccomandare. Ma dove siamo arrivati, vergognatevi, state facendo di tutti per portare a zero la caccia.

  12. ilio scrive:

    Tesseriamoci tutti in fidc si pregano tutte le rappresentanze associazionistiche venatorie riconosciute e non di confluire in fidc per dagli ancora più potere, ci risolveranno tutti i nostri problemi venatori, con il “tutti a casa”e fascettati per i portatori di macchine fotografiche

    Un saluto e lunga vita alla nuova fidc e all’amico dall’olio

  13. Argo scrive:

    Ete ne ridi pure? :twisted: :twisted:

    Saluti
    Argo

  14. igino scrive:

    bravo Peter,
    io farei quasi un ripopolamento di storni cosi’ i verdi sono felici.
    personalmente non gli tiro neanche se mi regalano le cartucce.
    Comunque eravamo certi quando si comincio’ a parlare di ISPRA che ci avrebbero sistemato per le feste, tanto le nostre ass. ven. e’ come non esistessero.
    Quelli che prima erano dell’ INFS, che erano tutti rincoglioniti?
    Tanto con questa storia ci hanno solo tagliato almeno un mese di caccia Se qualcuno dell’ISPRA trova qualunque nido con le uova ai primi di marzo ci mandi una foto
    personalmente ho trovato delle beccacce di ripasso il mese di aprile e qualche amico le ha trovate
    anche i primi di maggio, Altro gennaio mese prenuziale
    Saluti

    • Peter scrive:

      Caro “igino” a ripopolarli quasi quasi ci farei un pensierino anch’io, sai quanta gente faremmo felici; il guaio è però che fanno un fracco di danni e a pagare poi è e sarà sempre pantalone. Saluti Peter.

  15. Bartoccini Mario scrive:

    E’ paradossale! Ancora balzelli e burocrazia scomposta!
    Invece di attaccare frontalmente la politica e portare esempi concreti “all’altare” della Comunità, ancora una volta si ipotizzano vincoli, cazzate e proposte capestro.

    Domanda:
    a che servono le zone con divieto di caccia? che in Italia coprono oltre il 50% del territorio?

    Parchi, oasi, risereve naturali, Zone di Ripopolamento, etc. non dovevano garantire la protezione delle specie cacciabili? già dalla Legge 157/92 – con relative specie cacciabili – le “aree protette” ci furono imposte con la certezza del contenimento del prelievo.

    A tele scopo in Umbria, furono costituiti ben sei “parchi naturali” ed il parco nazionale dei Sibillini, sui quali furono “investiti” centinaia di miliardi di lire.
    Le famose USL dell’ambiente si sono dimostrati inutili carrozzoni, fabbrica di posti per gli anticaccia ed i loro amici, maledizione per chi vi lavorava e per chi aveva investito soldi.
    (soltanto l’oasi di Alviano – costò un miliardo e mezzo di lire).

    La stima che abbiamo sempre avuto per gli estensori, ci obbliga a chiedere un cambiamento di rotta,
    proprio per non restare “impainati” in soluzioni che aggravano l’oscurantismo interpretativo (sfuggire alla verità dei prelievi effettuati nei decenni passati è furviante e pericoloso).

    Ci sono specie come FRINGUELLO e STORNO, che hanno un’eccezionale transito migratorio che nessuno può mettere in dubbio.

    Basta! rigettate i pateracchi che mesta la politica ostaggio degli animalisti!
    Cordialità.

  16. Rudi4x4 scrive:

    Pazzesco!!!!!!! Ci mancava questo comunicato,il sapientone della FEDERCACCIA si è dimenticato un certificato antimafia e stato famiglia! Berlato, mi dica che è una battuta sto comunicato…….è una farsa vero???? ahahahah dai ragazzi è na battuta questa state tranquilli Carnacina e Sorrenti volevano farci uno scherzo…..! Che dio ci salvi da “questi Cacciatori” ( sono cacciatori???) Dopo questo comunicati , oggi do immediatamente le dimissioni da vice presidente Federcaccia!!!!!! Non voglio essere una componente di questa AAVV . Questo comunicato lo portero’ in tutti i TAV perche i cacciatori devono sapere come la pensa FIDC.

  17. fulvio scarpa scrive:

    cari carnacina e sorrenti siamo stufi di dover sempre passivamente prendere atto di decisioni “contro la nostra passione”prese sulle nostre teste senza sentire “e sono anni”da parte della f.i.d.c.una forte presa di posizione in nostro favore…continuate cosi,noi non diventeremo mai con tutto il rispetto dei stanzialisti dei”fagianai” siamo migratoristi e per praticare questa caccia non ci sono reole scritte ma usi che ci tramandiamo da generazioni…f.i.d.c svegliatevi siete la causa di tutti i nostri mali.

  18. lucas scrive:

    6) il cacciatore in deroga procederà camminando all’indietro, suonando un apposito clacson ad intervalli regolari;
    7) arma da utilizzare: rigorosamente a tappi e depotenziata;
    8) all’atto dell’abbattimento accenderà apposita sirena di segnalazione e chiederà immediatamente l’intervento della forza pubblica;
    9) potrà cacciare dalle ore 09.00 alle ore 09.15;
    10) stagione di caccia in deroga dal 15 al 16 di ottobre;
    11) è obbligatoria l’autopsia di ogni capo abbattuto, da richiedere previo versamento in conto corrente o bonifico bancario di euro 200 intestato a “servizio deroghe venatorie”. :mrgreen:

    • alberto scrive:

      dimentichi un versamento su CC intestato alla FIDC pari a €100.00 per ringraziamento per essere tra i fortunati cacciatori in deroga……………………………..

    • Alessandro federighi scrive:

      Occhio durante l”autopsia a nn far cadere per terra eventuali pallini che, potrebbero finire in laghi e avvelenare le papere……………………….. :( :( :( :( :( ma siamo veramente alla frutta,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,azuademi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! :cry:

  19. lucas scrive:

    Se questi sono i risultati delgi “studi” della f.i.d.c. tanto vale fare nostri quelli della lipu!

  20. fulvio scarpa scrive:

    :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil:

  21. alberto scrive:

    siamo oltre la frutta…………………………per me il problema sono si i capi fidc (ho avuto i brividi a scriverla quella sigla) ma sono soprattutto quei cacciatori che ancora seguono questi personaggi anticaccia con bramosia di potere della fidc che al grido NON FARLO TU CHE LO FACCIO IO…………..alla fine sono i primi a sparare a tutto quello che si muove SVEGLIATEVI CACCIATORI FEDERCACCIATORI NON VI ACCORGETE CHE AVETE DEI CAPI DELIRANTI E PROSSIMI AL RICOVERO IN MANICOMIO…………………….. SVEGLIATEVI PORCA PALETTA

  22. Giacomo scrive:

    Tutto ad un tratto si sono scoperte altre cacce che si possono fare in Veneto. Fino ad ora i celletti erano la sola caccia possibile da fare ! Adesso per compensare ciò che ha dettato la
    Commissione Ambiente Europea che ha “prodotto” nel 2009 una “Guida alla disciplina della caccia alla luce della direttiva Uccelli che ha visto riuniti al tavolo di lavoro congiunto un pool di esperti del mondo ambientalista, venatorio, agricolo e scientifico si vuole da parte di chi dice che tutte le cacce meritano pari rispetto che anche ai fagiani , lepri, tordi, beccacce, anatre, cesene e tutte le specie cacciabili devono essere applicate le fascette, addirittura si chiede la caccia alla beccaccia dalle ore 8 in poi, volendo il bene di chi caccia queste specie che fino a prova contraria non sono in derogha come i celletti ma godono ottima salute e sono cacciabili per l’intero anno di caccia.La colpa poi chisà perchè è sempre della Fidc anche quando le cose sono state decise come in questo caso da una commissione ambiente Europea e da un pool di esperti del mondo ambientalista, venatorio, agricolo e scientifico. Mi sembra di essermi spiegato bene e non voglio dire altro perchè basta e avanza questo. :roll: Salutiaaamo

    • massimo zaratin scrive:

      Ma hai letto le firme su questo documento? Tu sai che significa una presa di posizione del genere da parte della più grande ass. venatoria italiana? Te le puoi immaginare le conseguenze (a lungo andare, a caduta anche per tutte le altre forme di caccia) oppure te le devo spiegare? :roll:

    • STW scrive:

      Ah…. questa è nuova…
      “si chiede la caccia alla beccaccia dalle ore 8 in poi, volendo il bene di chi caccia queste specie che fino a prova contraria non sono in derogha come i celletti ma godono ottima salute”.

      La beccaccia in ottima salute? In fidc non vi han detto che invece in EU ci sono varie spinte per ridimensionare decisamente il prelievo della beccaccia perchè specie non in numero così elevato?
      Ah… non ve l’han detto… STRANO! :roll: :roll: :roll:
      Anzi no: scontato. Vi raccontano quello che comoda loro.
      Scommetto non vi han detto neanche dell’allodola, vero?!? Vabbè… :roll: :roll:

      • Giacomo scrive:

        Porta le prove di quello che dici !! Documentazione prego ? Io lo so bene quello che dico leggiti quello che dice BirdLife international sullo stato di salute della beccaccia. E ammesso e non concesso che qualcuno potrebbe dimostrare che la beccaccia è in estinzione, con dati scientifici certi, io a differenza di chi gli uccelini li vuol cacciare anche quando non può, potrei farne anche a meno di andare a beccacce, senza scagliarmi contro nessuno, al contrario di come state facendo voi adesso. :roll: Salutiamo

        • STW scrive:

          Tutte scuse per difendere la pantomima fidc, altro che smettere.
          Tutti i dati li trovi in rete, basta cercare; io non faccio l’archivista che cerco conto terzi; di più… continui a sostenere la baggianata made in fidc che la piccola migratoria non si può cacciare per limitazione EU… PUTTANATA MEGAGALATTICA!!!! Essì che la tua tanto amata fidc qualche giorno fa sbavava di gioia auto-attribuendosi il merito per le nostre deroghe; una sana incoerenza associativa di rimando traslata sui propri iscritti che a loro volta accettano passivamente e senza informarsi (beccaccia docet!) quello che gli propinano.
          Roba da politburo stalinista :roll: :roll: :roll:

  23. Marco Masenadore scrive:

    Cari Carnacina e Sorrenti con queste Vostre zozzerie vi state finalmente scavando la fossa da soli, poichè ritengo assurdo e da incoscenti sostenere una Associazione Venatoria che propone tesi peggio degli ambientalisti……ma tanto a Voi cosa ve ne frega……..

  24. Luca scrive:

    La relazione è molto dettagliata e condivisibile solo su due passaggi :
    - Questione Ispra
    - Allegato 2/2

    Se penso che questo comunicato è stato predisposto dalla più grande ( solo numericamente ) Associazione venatoria c’è da mettersi le mani nei capelli…
    Vengo al punto…
    Punto 2 : Pensare che la caccia in deroga sia consentita sono in forma vagante in due o tre comuni è autolesionismo puto…. posso sapere in che passaggio la direttiva europea obbliga gli stati membri a limitare la caccia in questo modo?
    Punto 3 : Pensare di mettere una fascetta ad ogni capo abbattuto aggiungendo tutta la burocrazia del caso è irrispettoso e veramente penalizzante all’inverosimile… ma Voi, egregi dottori..lo sapete che la migratoria è diversa dalla stanziale? quando passano i fringuelli secondo Voi il cacciatori esce subito dal capanno di caccia-prendo il volatile-lo segna e mette la fascietta…? ma vi rendete conto di cosa state dicendo?
    SE ci fosse una legge europea che obbliga gli stati e le regioni ad essere così penalizzanti è un discorso… ma NESSUNA LEGGE CONTIENE QUESTE RICHIESTE!!!
    Invece di spendere del tempo per migliorare la possibilità di cacciare in deroga questi personaggi, senza che la politica e le istituzioni lo richiedano, esternano proposte autolimitative senza senso….!!
    Ma ancora crediamo alle favole che limitandoci rigorosamente saremo accettati meglio dalla politica e dagli ambientalisti? ma non avete ancora capito che gli animalarifingono di volere confronto ma il loro unico scopo è fregarci piano piano… un pò alla volta…. smettiamola di pensare di essere nel torto e chiedere per piacere… dobbiamo alzare la testa e far valere le nostre ragione anche dal punto di vista tecnico!!!
    Se la Fidc sarà la più ascoltata dal mondo politico, prevedo tempi bui….Almeno gli animalisti lo sò a priori che sono nostri nemici!!

  25. Diego scrive:

    Luca sai benissimo quanto ti stimo e da persona intelligente quale sei hai centrato perfettamente il punto.

  26. massimo zaratin scrive:

    Aggiungo qualche riflessione a quelle già elencate da Luca perchè ciò che risulta più “stranamente scientifico” in questo documento è il metodo di controllo sugli uccelli abbattuti.
    Vien da chiedersi: ma se devo apporre immediatamente una fascetta inamovibile sulla preda abbattuta, perché devo anche registrarla sul tesserino? Se, preventivamente, vengono rilasciate ad esempio 50.000 fascette per gli storni, suddivise per tutti i cacciatori che ne fanno richiesta, perché dovrei, addirittura 2 volte la settimana, comunicare cosa ho catturato? Finite le fascette, finita la festa no? Ciò che poi sembra essere una vera e proprio cornucopia della statistica moderna applicata alla caccia è quel “si ritiene che la stagione per ogni specie non dovrebbe superare il mese e mezzo”….ma “si ritiene” in base a cosa che se posso prelevare 50.000 storni, sempre quelli resteranno? Altra chicca, i 2 o 3 comuni! Per Provincia? Per Regione? Ve l’immaginate la scena tipo il primo giorno di caccia di Fantozzi? Ma insomma…non sono sempre 50.000 i poveri storni da prelevare, ai quali va applicata la fascetta, scritti sul tesserino, scannerizzati e trasmessi in formato elettronico agli organi competenti?

    Insomma Sorrenti, io veramente non mi raccapezzo più. Wigner diceva che la matematica è utilissima nelle scienza naturali ed è qualcosa che confina con il misterioso, tal per cui non esiste alcuna spiegazione naturale! Caspita se aveva ragione! :?

    • massimo zaratin scrive:

      Senza contare che se fossi un agricoltore di un comune limitrofo nel quale si può sparare ai 50.000 storni, e durante quel mese e mezzo dovessi accogliere nei miei vigneti o uliveti anche i superstiti clandestini impauriti dell’altro comune, beh…mi si dica quali ruote devo bucare! :D :D :D

  27. Luca scrive:

    Cari Diego e Massimo Zaratin… per fortuna esiste il web….pensate se questi documenti senza che nessuno li veda arrivano nelle mani dei legislatori regionali o nazionali…!?!

  28. renzo scrive:

    Secondo me non si riesce più a trovare la soluzione per accontentare gli incontentabili.
    Mi spiego meglio : i cacciatori, vuoi per tradizione regionale, vuoi perche unica caccia che praticano per scelta e per passione( li vogliamo chiamare in gergo cellettari ? ma senza offesa ) desiderano cacciare quello che “”risulta proibito “” ( notare il virgolettato ) , quindi si studiano metodi che accontentino ,o cerchino di farlo , le due parti avverse ; chi vuole cacciare e chi invece caccerebbe il cacciatore .
    Un organismo scientifico ( non ha importanza il nome ) afferma che tale specie X non è in pericolo per scarsa presenza , oltretutto è accertata la presenza di danni all’agricoltura portata dalla specie stessa , quindi ne autorizzerebbe la caccia in deroga ,in tempi limitati ( da quantificare ) ed in numero limitato non essendo quel tipo di animale inserito tra le specie normalente cacciabili.
    Fino a qui tutto bene ; poi escono proposte del tipo letto sopra e a questo punti il circo apre i battenti e qui si ride .

    Andiamo con ordine
    1 ) Identificazione precisa dei cacciatori che desiderano praticare il prelievo in deroga ….. bene , secondo quale metro si aggiudica un sì o un no ?
    Secondo il metro italiano pseudo mafioso del :…..,. sei mio amico quindi ti iscrivo nella lista ?
    Oppure solo i cacciatori abitanti del comune interessato ( o più interessato ) dall’attraversamento di questi uccelli ? Il che “””forse “”” andrebbe anche a senso se non intervenisse il punto appena sopra . Potrebbe accomunarsi al punto 2

    3) Fascette inamovibili ? Marcare l’uccello appena abbattuto ? A parte la marcatura, la fascetta dove la metto ? Tra le ali? Intorno al collo ? Intorno ad una zampetta ? E vi paiono inamovibili ???????
    Oppure si pretende di forare il pettro e farla passare attraverso ? Io vedo qui una sorta di assoluta mancanza di rispetto della preda , altro che storie.

    4 ) 5 ) 6 )… sono punti condivisibili sia sulle piccole quantità che sui controlli da effettuare . Trovo solo ridicolo e non fattibile il censimento quindicinale , magari sanzionando il cacciatore se non effettuato per tempo . . e mi pare molto di cattivo gusto pretendere che ogni 15 gg uno vada a portare il tesserino come se fosse agli arresti domiciliari con obbligo di firma .

    Proposta :
    un cartellino aggiuntivo con un numero di capi abbattibili, diviso in caselle anneribili con penna , che sarebbe il risultato di una conta numerica semplice dividendo per cacciatore il numero di capi prelevabili, : in poche parole una scheda in cartoncino con tante caselle quanti uccelli sono permessi e di quale specie , riconsegnabile improrogabilmente entro due giorni ( 48 ore ) dopo la chiusura di questo arco temporale di prelievo in deroga . Se non si riconsegna allora si interviene con una sanzione .
    QUALCUNO FA IL FURBO e non segna adeguatamente , o viene pescato in fallo avendo più capi di quelli già segnati sul tesserino ? In questo caso ben vengano i controlli a tappeto e licenze ritirate per almeno la stagione a venire ( o in corso ) per quelli beccati sul fatto .
    Male non fare …. paura non avere …….

    • STW scrive:

      Renzo, la tua “proposta” di cui sopra è già in essere per quanto riguarda il Veneto: pagine aggiuntive al tesserino regionale solo per le speci in deroga, si consegna in provincia un talloncino riepilogativo degli abbattimenti ogni 15 giorni in modo da permettere un monitoraggio continuo degli abbattimenti; non sarà comodissimo ma piuttosto che niente…
      Ah no… a springer non va bene! :roll: :mrgreen:

    • MAG scrive:

      4 ) 5 ) 6 )… sono punti condivisibili sia sulle piccole quantità che sui controlli da effettuare . Trovo solo ridicolo e non fattibile il censimento quindicinale , magari sanzionando il cacciatore se non effettuato per tempo . . e mi pare molto di cattivo gusto pretendere che ogni 15 gg uno vada a portare il tesserino come se fosse agli arresti domiciliari con obbligo di firma .

      Ma questi sono arresti domiciliari con tanto di invasione della sfera privata delle persone

      • massimo zaratin scrive:

        Insistendo sulla “scientificità” espressa da questo documento, sta scritto che:

        “Trasmissione alle Amministrazioni con metodi elettronici ed informatici del numero di capi abbattuti con cadenza bisettimanale”

        Significa 2 volte la settimana e non una volta ogni 15 giorni! :? :? :?

        :oops:

        • renzo scrive:

          Vero ! Calcolato male … eh la rabbia cosa fa dire …..

          E lo dice uno che l’unico “”celletto”” a cui spara è il tordo
          anche se gli altri fossero permessi, solo per scelta personale si intende

      • cele scrive:

        ANCHE PERCHè QUELLA QUINDICINALE è GIà D’ATTUALITà!!!

  29. massimo zaratin scrive:

    Ma ti rendi conto che sul controllo dei capi è come se dicessimo: facciamo obbligatoriamente e rigorosamente le auto che vanno a 50 km/h, però mettiamo gli autovelox e alla fine della tratta stradale dobbiamo fornire la media di percorrenza…che ovviamente risulterà, al massimo, di 50 km/h :?

    cioè, cosa c’è di scientifico in tutto questo se già il primo parametro soddisfa in pieno tutto il resto? Queste sono le cose che oltre a farmi cambiare radicalmente opinione sulla preparazione di una persona, ci forniscono una panoramica sui motivi che ci stanno sotto!

    Giacomo, spiegamelo tu e poi io ci ripenso un’altra volta e ti spiego quali sono le conseguenze per il nostro mondo. :roll:

    • Giacomo scrive:

      Io voglio premettere una cosa. Bisognerebbe pensare che se fosse dipeso dai protezionisti questi uccelli non si sarebbero cacciati punto, senza se e senza ma. E visto che purtroppo si deve tenere in considerazione anche queste persone autorizzate dalla legge ed introdotti nel campo della caccia, allora al posto di fare ferro è fuoco contro un’associazione che ha la maggiore responsabilità del caso e sta cercando di farvi comunque cacciare secondo tradizione sarebbe bene incominciare a ragionare se si vuole cercare una soluzione pacifica.
      Si ricorda infatti che per la direttiva e per la Guida Interpretativa le deroghe rappresentano un’eccezione e che non possono essere quindi intese come “integrazioni” regolari alla normale attività di caccia consentita sulle specie cacciabili. Allora : innanzitutto io farei un discorso di informazione sui web o tra i cacciatori di quanti uccelli in un anno avrebbero bisogno di prelevare per soddisfare la propria esigenza, passandosi la mano sulla coscienza prima di arrivare a dettare il modo di prelievo come descritto sopra dalla Fidc. Incominciamo da questo punto. Allora domanda : quanti uccelli in toto senza distinzione di specie volete prelevare in un anno inteso come periodo di caccia ? Zaratin rispondi ! E poi passiamo al resto.

      • Giacomo scrive:

        prova……

        • Marco Masenadore scrive:

          Per fortuna hai evidenziato che Noi siamo Veneti…….il risultato nonsarà lo stesso per volere della FIDC……..te lo asssicuro….

        • Giacomo scrive:

          Ma dove l’hai vista sta evidenza……..

        • STW scrive:

          Nei fatti!
          Prendine atto.
          E nei fatti spero a breve elimineremo anche la cancrena fidc… 8) 8) 8)

        • Niky scrive:

          Che tu gioisca perchè noi non cacciamo più in deroga, è da persona meschina, io se ti cancellassero la beccaccia certamente non sarei cantenta, ma siamo fatti di pasta diversa, tu in Campania e noi in Veneto, usi e tradizioni diverse, perchè continui a criticare il nostro voler cacciare le deroghe, noi non ci sognamo neanche di criticare la tua caccia. La caccia è caccia ed è uguale per TUTTI, eTUTTI devono avere lo stesso rispetto e pari dignità, se tu non la pensi così, non sei un cacciatore.

        • Niky scrive:

          Il mio scritto sopra era per Giacomo, che riguardava un suo post più su!

        • Giacomo scrive:

          Indicami con precisione il post che ho scritto sopra dove come dici tu ho gioito, che non riesco a trovarlo.

        • Giusti Giacomo scrive:

          Giacomo
          Non credevo che tu facessi la fine di Fiore con arci caccia! :D
          Ricorda che tuttele cacce hanno pari dignita`e meritano pari rispetto.

        • Giacomo scrive:

          O Giusti ma icchè te tu vuoi mischiare il otone on la seta ? Maremma sconfusinata !! Lascia stare il Fiorello con gli animalisti che si crede il Battista li vuole battezzare tutti alla caccia.
          Adesso è arrabbiato per le due polpette che si è preso dalla mia Juventus….
          Ricorda anche tu che gli animali vanno trattati con pari dignità e pari rispetto. Ma ogni tanto i tuoi colombi li metti assieme alle colombacce ? O gli fai fare solo se@@e !! Maremma maiala.

        • Faganeo scrive:

          Ho provato più volte a dirglielo anch’io, ma non c’è peggior sordo di chi non vuole sentire.

        • Faganeo scrive:

          porca miseria , proprio in mezzo, ma no!!!!

        • Faganeo scrive:

          Ho provato più volte a dirglielo anch’io, ma non c’è peggior sordo di chi non vuole sentire.

        • Niky scrive:

          Siccome, (te l’ho detto anche un pò di tempo fa) tu sei furrrbo, non lo hai scritto, ma noi che siamo bravi a leggere fra le righe, lo abbiamo capito.
          Ora anche se a te e alla tua federcaccia, dà fastidio la nostra caccia in deroga, ti assicuro che NOI “cellettari” non molleremo mai, continueremo la nostra battaglia, e ti prometto che prima o poi, sempre rispettando la legge, ricacceremo in deroga.
          Alla faccia di chi ci vuole male!

        • Giacomo scrive:

          Va bè Niky, tu tra le righe puoi leggere quello che vuoi ma non dire quello che non ho scritto, se no ci fai una pessima figura. Cara Niky se tu credi di stare sulla strada giusta continua così ma non dire che mi dà fastidio la caccia in deroga, come al soltio mi metti parole in bocca che io non ho mai detto ! Sono d’accordo : forse hai capito quello che sto cercando di dire, deroghe legali senza dare soddisfazione a chi si diverte a fare ricorsi e alla faccia di chi ci vuole male. :D :wink: Salutiamo

        • Niky scrive:

          La pessima figura, caro mio, la stai facendo tu, e da un bel pezzo.
          Come ti ho già detto, noi non siamo stupidi, e fra le tue righe si legge il federpensiero,” deroghe no”.
          Conumque resta il fatto che noi non molleremo, perchè le deroghe con legge si possono attuare, e noi costi quel che costi le riavremo.
          Ah, Giacomo BUONA CACCIA!

        • Giacomo scrive:

          Grazie Niky ne avevo proprio bisogno ! :wink:

      • massimo zaratin scrive:

        Ma che discorsi fai Giacomo. Si va a caccia non per esigenze di carniere o perché lo dice la tradizione ma secondo determinati principi scientifici…principi che in questo documento non ci sono!
        Ho sempre sostenuto che le “deroghe” (l’ho detto anche in una trasmissione televisiva parlando come wilderness ed alla quale il nostro assessore regionale non ha voluto partecipare), per come erano strutturate gli anni scorsi, rappresentavano la caccia più “eco-sostenibile” d’Italia, forse d’Europa, molto ma molto vicina al prelievo selettivo degli ungulati tanto caro ai nostri amici e visto come punta di diamante dell’etica venatoria.

        Le deroghe, a differenza di qualsiasi altra specie cacciabile, si prelevavano così:

        1) prelievo stabilito all’1% della mortalità naturale
        2) scheda da annotare per il cacciatore
        3) banca dati per inserire puntualmente il numero dei capi abbattuti trasmesso alla provincia
        4) stop immediato al raggiungimento delle quote

        Gli animalisti & C. se la prendono solo ed esclusivamente per un fatto di “grandezza” delle prede (mostrare l’uccellino più piccolo della cartuccia gli assicura visibilità e spazi mediatici). Comprenderai che non possiamo assecondarli in simili baggianate perché istauri un circolo vizioso dal quale non ne esci vivo (un cinghiale merita più di un’anatra perché è più grosso?).

        I parametri stabiliti in quel documento ci rendono ridicoli agli occhi dell’opinione pubblica perché si accavallano e si attorcigliano su loro stessi come una biscia che finisce per mordersi la coda.

        PS: ….e non pratico questa forma di caccia!

        • Giacomo scrive:

          Ma che discorsi fai Giacomo. Si va a caccia non per esigenze di carniere o perché lo dice la tradizione ma secondo determinati principi scientifici…principi che in questo documento non ci sono!
          ——————————————————————–
          Va bene allora visto che non volete fare nessun discorso, ha ragione Springer tenetevi quello che vi passa il governo ! E se non vi sta bene prendete gli opportuni provvedimenti a modo vostro, vedete voi come la volete mettere, perchè neanche io faccio questa caccia per cui ne tantomeno mi entra qualcosa in tasca. A questo punto io penso e mi posso anche sbagliare che Fidc ha dato delle indicazioni a suo parere ( perchè è un parere non un obbligo fino a prova contraria ) proprio come dici tu per la scientificità della caccia, per avere dati certi da dimostrare forse in futuro per migliorare le cose. Secondo me il metodo descritto è stato messo a punto proprio perché richiesto dalla commissione ambiente Europea, per cui mettendola secondo le loro indicazioni difficilmente si può imbrogliare e chi cercherà di farlo si darà la zappa sui piedi secondo me. Logicamente la Fidc non può tener conto solo dei cacciatori Veneti, bisogna vedere il prelievo che viene fatto effettivamente su queste speci ed in tutte le regioni Italiane.
          Zaratin leggiti con attenzione quello che ha scritto Fidc fino al tredicesimo rigo e rifletti bene come stanno le cose, uno come te che rappresenta la Wilderness dovrebbe riflettere sulle cose che legge, poi fate come cavolo vi pare, a me certo non fa piacere sentire i colleghi che si lamentano perchè non possono cacciare. Discorso chiuso.
          :roll: Salutiamo

        • alessandro cannas scrive:

          Non volevo entrarci in questo.Le deroghe sono perfettamente legali e regolate dalla legge 221,157 e direttiva uccelli.
          Massimo seguimi x favore.
          Il Veneto nel biennio passato ha redatto due delibere inappuntabili sia sotto il profilo tecnico,scientifico che giuridico.
          Il Tar non fiata e vi da anche ragione.
          Caccia in regime di deroga TUTTO IL VENETO.Il che puo’ esser esteso in tutto il Paese.
          La Corte Europea non riesce a impugnare le vostre due delibere,perche’ in passato ha gia’ perso due cause con due stati a noi confinanti.Proprio sull’utilizzo dei dati di bird-life,e istituti propri che vengono distattesi,motivando nel merito il perche’.
          L’ispra puo’ esser tranquillamente disattesa nell’arco temporale set-gen ANCHE PER LE DEROGHE.
          COME MAI Oggi il Tar Veneto ha cambiato orientamento?
          E come mai certe sensibilita’ producono comunicati abilmente artefatti,alcuni addirttura con velate minacce?E come mai cercano di ricucire un vestito nuovo sulla vincolabilita’ dei pareri ispra?

        • massimo zaratin scrive:

          Sei il Fiore della Fidc! :roll:
          Se questo comunicato fosse stato targato arci, il Fiore avrebbe scritto le stesse cose che hai scritto tu, ora però magari le contesta. Se queste cose le avesse scritte Confavi, sarebbero state contestate da entrambi.
          Allora io mi chiedo: Ma non puoi astenerti, al limite, quando è palese lo scivolone?
          Un documento, anche se emesso da altri, o scritto sulla falsa riga di un altro, può anche essere contestato no? Qui è chiara l’approvazione dei due autori con quel:
          “a nostro parere indispensabili”

          ma secondo te, è indispensabile che 2 volte la settimana (hai letto almeno questo passo?) si debba comunicare il prelievo già preventivamente stabilito con fasciette ed annotazione del capo? 8O

          Dai che mi sto divertendo…ora vediamo cosa tiri fuori! :D

        • alessandro cannas scrive:

          Lo vedi che non mi hai seguito?
          Leggi tra le righe……Cio’ che ho voluto dirti….

        • Giacomo scrive:

          Ma caro Zatterin :D ( che ci posso fare mi piace chiamarti così non te la prendere ) ma che devo pensare a tutto io ? Se al posto di mettere tutto a ferro e fuoco si facessero le cose cercando una via d’uscita andando più con le buone forse queste risposte le potreste chiedere direttamente e con educazione a chi ha scritto il da arsi. Il caro Sorrenti da brava persona che è e soprattutto non presuntuosa aveva incominciato a scrivere su questo sito dando le dovute spiegazioni e cercando di colloquiare. E’ stato preso e trattato in malo modo da tuoi conterranei e questo non sta bene!! :? Io posso dire che se ve lo chiedono due volte a settimana di segnare può anche darsi che lo si faccia per non far superare il numero di uccelli prestabilito nel totale annuo. Voglio dire che se alla prima settimana con tutte le denunce fatte di uccelli presi si è superato questo eventuale numero prefissato loro hanno la possibilità in tempo utile di chiudere la caccia a queste specie in discussione.
          Questo penso io, ma mi posso anche sbagliare. :roll: Torno a ripete se con una certa educazione siete disposti a colloqiare e a fare le voste rimostranze chiedete pure a chi della Fidc ha scritto l’articolo, se vi risponderanno saprete in effetti il perchè dei vostri interrogativi del caso. Altrimenti CIUPPA !! Te capio ostreghetta !! :D Salutiamo

          PS Non riesco a capire dove ti ho messo il dito per farti divertire a questo modo ? :mrgreen: :D :P :P :P

        • STW scrive:

          “Qualcuno” (2 o 3 persone) si legga, poi rilegga, poi ri-ri-rilegga quanto scirtto da Cannas; poi si cosparga il capo di cenere e si renda conto che è da ieri che scrive ideologicamente e senza il benchè minimo fondamento nè conoscenza della materia.
          Sbagliare è umano… ma qua si persevera molto più che diabolicamente. :roll: :roll:

        • massimo zaratin scrive:

          Ciao Alessandro, il mio post era riferito a Giacomo, il tuo non l’avevo ancora letto.
          Io credo di sapere benissimo perchè quest’anno le cose hanno funzionato in maniera diversa e compreso altrettanto bene il perchè di questo comunicato…è da anni che lo stiamo dicendo, ed ora le cose sono palesi a tutti.Tuttavia, c’era anche la possibilità di produrre qualcosa di meno ridicolo perchè a mio avviso questo genere di comunicati hanno ripercussioni generali su tutta l’attività venatoria…cioè, non fanno male solo alle deroghe capisci?

        • Giacomo scrive:

          Cannas allora secondo te quello che sta scritto in questo articolo della Fidc perchè è stato scritto ? Lo sai che si stanno giocando migliaia di tessere con quello che hai affermato compresa forse la mia ? Al posto di dire sempre le solite cose che sappiamo tutti, dai una spiegazione in merito a quello che sta scritto sopra, così fai felice tutti quelli della tua associazione ed anche tutti gli altri.
          Ma cerca di attenerti al tema ed al nuovo che è stato messo alla luce dagli esperti dell’ufficio tecnici Fidc.
          Così vediamo un po il tuo modo di illuminare tutti sul nuovo, e non te ne uscire con le solite ingiurie personali che tanto non ci fai ne caldi e ne freddi. Voglio vedere proprio con queste nuove disposizioni dettatte dalla commissione ambiente Europea cosa ne fai venire fuori. Salutiamo

        • alessandro cannas scrive:

          Giacomo io non ho ingiuriato nessuno.
          Qui non e’ questione ne di Federcaccia o altra associazione venatoria. il problema casomai e’ politico nel senso generale della cosa.Ovvero che la caccia ai piccoli uccelli NON e’ gradita.
          Tecnicamente hanno dato una soluzione che puo’ scontentare molti appassionati delle deroghe.Ma nel complesso applica esaustivamente l’art 9 lettera C.Vorrei che fosse chiaro Questo.Anche per te Giacomo, che vedi il male ovunque si esprima un proprio giudizio liberamente.

        • STW scrive:

          Perchè è stato scritto?!?
          Per rompere i cojons e tentare di rifarsi una verginità coi soliti verdacci e con una manovra subdolina che spero Cannas spiegherà.
          Esperti e tecnici in fidc non ce ne sono, sennò non avrebbero abortito certe porcate come quella scritta sopra. :twisted: :twisted: :twisted:

        • alessandro cannas scrive:

          STW. Qui non e’ questione di rifarsi una verginita’.
          Hanno dato una soluzione al problema politico,poteva anche esser l’Arcicaccia,Enal o altra associazione il concetto non cambia, la critica sarebbe stata sempre molto cruda.In Italia, va preso atto, che la caccia ai piccoli uccelli ANCHE SE LEGALE NON e’ gradita,e genera conflitti a non finire, con altri punti di vista.Si son esposti a dare una soluzione Europea,a noi sfugge, che in europa, la concessione della deroga per le cacce tradizionali e cosi impostata.La genialita’ legilsativa Italiana ha dato nel passato un sistema innovativo nel suo genere,erogando la deroga a pioggia.Cambia il modo, diverso,modifica le consuetudini,ma la finalita resta sempre la stessa…

        • massimo zaratin scrive:

          Uhmmm…non credo sia così Alessandro. La questione politica c’è, e riguarda solo un attacco nei confronti di colui che questa forma di caccia l’ha sempre difesa (provocando ovviamente come il solito l’effetto contrario). Il soddisfacimento dell’art 9 lett. c) poteva essere ipotizzato anche con argomenti diversi dal “cane che si morde la coda”. Non ci facciamo una bella figura…nessuno di noi!

          Poi dimmi, questa mi sembra tanto una soluzione simile a quella inventata da coloro che volevano pensarci pensarci tutti a caccia dalle 8 di mattina per preservare la beccaccia in Italia…ma la smettiamo di dire che queste soluzioni servono perchè supportate dai dati tecnici?

        • STW scrive:

          Cannas… questi qua pensano che limitando la caccia ai piccoli, si parino il culo per i loro fagianodromi; in questo vorrebbero rifarsi la verginità! E tirano fuori questa boiata scritta quassopra, in stile Malta… solo che qua non ci si va in primavera e ci van più o meno tutti; vai a dire a tizio che caccia nel comune di fianco al mio che io vado a fringuelli e lui no!!!
          Caccia tradizionale? Va bene… applichiamola per regione, allora; Veneto e Lombardia e via!
          Il discorso verginità val ancora di più in Veneto, dove la fidc ha preso bastonate per 10 anni essendo sistematicamente CONTRO le deroghe e adesso per puro caso politico, rialza (o tenta… perchè di bastonate ne prenderà ancora tante!) la testa e per far finta di accontentare tutti, si inventa queste pensatone sadomasochistiche e spese altrui! Altro che europa!
          Tra l’altro fino all’anno passato alla EU andava bene come si faceva, quest’anno non gli va più bene?!?!
          Se tu sei in contatto con Sorrenti e soci, proponigli le fascette anche per anatre, tordi e stanziale, per cortesia. Vediamo la risposta tecnica (pfuhahahaahahahahha!!!! :roll: ) che si inventano!!!

          Per inciso, io me ne frego quanto te chi abbia vomitato questa genialata quassopra, è e rimane una porcata anche averci solo pensato!!!

        • ALESSANDRO CANNAS scrive:

          XMassimo e STW.
          nON E’ UN ATTACCO A COLUI che le difende da sempre,ma e un ‘ “attacco” al modo di applicarle.Perche’ se cosi fosse,come dici te Massimo, Sorrenti e Carnacina coglievano la palla al balzo e stavano zitti.
          Anche nella circolare della Dottoressa Bucella,si indica questo,non c’e’ preconcetto nelle stesse,ma richiedono e indicano, una piu’ attenta rimodulazione anche piu’ rigida e accurata dei controlli sui carnieri annuali procapite,sui luoghi e sulle persone che praticano la deroga.E’ ovvio che da voi e’ stata geniale la vostra strada giuridica.Di questo ne parlammo a suo tempo.Si sono esposti dando una soluzione piu’ europeista della deroga, e’ una proposta,saranno poi valutate le futre strade da seguire per placare il conflitto.Lo sappiano la lettera c e’ sempre stata osteggiata e celata in ogni modo nel passato, tranne che da voi.Adesso valutate con serenita’ la cosa.Non date perscontato nulla,le soluzioni per darla a pioggia ci sono..Es a giorni alterni che ne so, due giorni cacciano quelli del nord veneto altri due quelli del sud..Insomma via anche sul segnare i capi non e’ poi una gran tragedia alla fine l’importante e che il concetto di LEGALITA’ DELLA DEROGA venga sempre e comunque applicata.

  30. El Tega scrive:

    Non ho nemmeno letto tutto il comunicato, sono in preda a una crisi di pianto dal ridere o di riso dal piangere, fate voi….una precisazione: la fascetta, in quanto inamovibile, deve seguire il finco anche nello spiedo, nell’esofago, nello stomaco, nell’intestino tenue, in quello crasso, per poi essere espulso tintinnando nella tazza? poi possiamo tirare lo sciacquone? non è che mi incriminate per smaltimento non autorizzato di rifiuti? Sorrenti, era da un pò che non si faceva sentire….ma non ne sentivamo la mancanza. Se questo comunicato serve a giustificare il fallimento delle cacce in deroga…com’è che dice il Peppola? ecco, bravi, avete capito! M aper caso vi pagano per partorire simili vaccate? Patetici, ridicoli, fuori di testa…si, insomma, FDC! :evil:

  31. Springer scrive:

    Carnacina- Sorrenti….ma non dite ai ” cellettari ” come fare per poter cacciare in deroga i ” celletti ” …..
    Lasciateli come stanno adesso , convinti e nel loro brodo , a …..NON CACCIARLI ogni anno…. :mrgreen:
    Sono piu’ contenti cosi’…a voi che vi frega…. Una rogna in meno…. :wink:

  32. El Tega scrive:

    Per carità, non diteci come cacciare i celleti…l’ho imparato prima ancora di camminare.

  33. lucas scrive:

    Io ero uno che cacciava volentieri i fringuelli al rientro o andava a passeri nei primi giorni della stagione. E come me ce n’erano tanti, qui nella zona tra il lazio e l’umbria.
    Ci hanno fatto smettere. Stop.
    Voi amici veneti ci siete arrivati dopo vent’anni, ma il risultato sarà il medesimo, purtroppo.

    • STW scrive:

      Ma speriamo proprio di no!!!
      Dopo questa pensatona assurda della lipu, EHM, della fidc presumo che il suo già ben avviato decadimento sia in vertiginosa picchiata, in modo che sparisca dalla mia regione…
      Poi si ricomincia ad andare a caccia come si deve. 8)

  34. Fantomas scrive:

    Carnacina gran cuoco paroliere con il suo amichetto Alan Sorrenti cantante andranno a Sanremo tra poco….

  35. alex1958 scrive:

    buffoni buffoni buffoni questo è l’ultimo anno che mi tessero FDC :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil:

  36. alex1958 scrive:

    ancora fate la guerra fra poveri andiamo tutti a Roma come fecero i francesi qualche anno fà a Parigi vedrete che le cose cambiano :twisted: :twisted: :twisted: :twisted: :twisted: :twisted: :twisted: :twisted: :twisted:

  37. alessandro cannas scrive:

    Avete fatto un cinematografo…… :mrgreen: :mrgreen:

  38. Springer scrive:

    Certo …mettere 10 fascette al giorno ai ” celletti ” abbattuti e darne comunicazione ogni tot giorni con una mail deve essere proprio un gran casino…… :mrgreen:
    Vi chiuderanno tutto e ve lo sarete meritato….. :wink:

    • cele scrive:

      sono 20 solo x i fringuelli in Lombardia….e ogni 15 gg tramite cedola vengono GIA’ comunicati…lei sig. Springer oltre ad essere ostico nei confronti dei cellettari non sa una beato tubo sulle deroghe…

      • Springer scrive:

        Bene allora mi cospargo il capo di cenere e mi correggo…. mettere 20 fascette al giorno etc ..etc.. etc….
        Sai quale e’ la verita’ ….il perche’ vi rode tutto questo ?
        E’ che cosi’ vi controllano e non potete far quel caxxo che vi pare…… :mrgreen:
        Perche’ una volta che avete finito le fascette…… vi tocca smettere di sparare…. :wink:
        Te capi’…..?? :wink:

        • STW scrive:

          Chiacchiere e poi… il nulla. :roll:
          Ci sto sulle fascette, partiamo per prima cosa dai paperai/beccacciai, poi passiamo alle deroghe.
          Ci stai?!? :roll:
          Ma sai un’altra cosa?!? Tu che sei così informato sulle marachelle dei cacciatori, non è che sei il primo a commetterle?
          Sembri uno che scriveva qua anni fa: santo e puro e scassacogxxoni e adesso anche senza Pda. 8)
          Sai com’è… chi ha il sospetto ha il difetto e tu di sospetti ne poni parecchi.

        • Springer scrive:

          Si ci sto’…non ho nessun problema a farlo. Magari la Stanziale durerebbe un po’ di piu’ e la caccia a tutta la migratoria non sarebbe cosi’ sotto tiro da parte di mondo scentifico e ambientalista….
          Pero’ caro…. per il momento sei tu che cacci specie in deroga e non io….
          Sei tu che ” celletti ” senza nessun controllo ” adeguato ” specie normalmente non cacciabili ….
          Sei tu che , in quanto cellettaro ( credo ) dovresti aver voglia di cacciarle e non io …..
          Quindi quello che hanno proposto quelli della FIDC , che mi sembra inattaccabile sotto ogni punto di vista e che puo’ fartele cacciare a te e a tutto il resto dei cellettari italiani per sempre , dovrebbe esserti gradito . Sempre se sei per la legalita’ e capisci il significato di caccia in deroga ovviamente , e cosa questo debba comportare per poterle cacciare . Se no ti fa girare e parecchio le scatole .
          Altrimenti l’alternativa tua , e di tanti altri , e’ quella odierna . Dove frustrato e pieno di rancore represso non sfogato nei confronti di Codibugnoli e Colibri’ … :mrgreen: , te ne stai a casuccia tua seduto davanti a un PC aspettando che io scriva qualcosa per rompermi i maroni …. :wink: :mrgreen:
          Dammo retta ….dai retta a Sorrenti e Carnacina….. :wink:

        • STW scrive:

          Chiacchiere e poi il nulla…
          Anzi no, chiacchiere e poi assoluta ignoranza, straparli di accettazione degli animalari quando sai benissimo che quelli non accettano nè la caccia ai miei migratori nè quella ai caprioli che credi di conoscere, o ti fa comodo credere diversamente…
          Specie normalmente non cacciabili?!? Ohibò… sua eminenza grigia dell’ignoranza, si informi meglio, eviterebbe pagliaccesche figuracce (che ne fai tante, amico mio…) :roll: :roll: , anche perchè qua quelli che non capite nulla di deroghe non son io, siete tu e un altro che più che non capirne, ha abiurato la ragione a favore della sua AV.
          Rimane il fatto che ti che vedi il marcio negli altri, sei con molta probabilità uno di quelli a cui non resta tempo di parlare.
          Aggingo e poi chiudo per stasera (sai… la femmina di passero umana 8) è molto più interessante dei tuoi infondati vagheggiamenti da osteria) che io proprio rancore non ne ho… a caccia ci vado parecchiotto lo stesso (vuoi venir a camosci sabato? No, meglio di no… sei troppo preparato in materia e rischi di farmi ammazzare un muflone :mrgreen: ), più che altro è a mio padre che giran le balle per aver tenuto i richiami per un anno per niente.
          Ah, per grazia di Dio, il duo S&C non legifera e conta come il 2 di coppe in briscola di bastoni e grazie alle loro secrezioni come quella per cui tu spari assolute e parimenti assurde sentenze, in futuro spero conteranno anche meno… 8)

        • Springer scrive:

          Riassunto :

          1) Chiacchiere e poi… il nulla.

          2) chiacchiere e poi assoluta ignoranza

          3) sua eminenza grigia dell’ignoranza, si informi meglio,
          eviterebbe pagliaccesche figuracce

          4) tuoi infondati vagheggiamenti da osteria

          5) loro secrezioni come quella per cui tu spari assolute e parimenti assurde sentenze

          6) Stai dicendo spaventose cazzate

          7) O al cane che non si intende di niente etc…etc…etc…

          Conclusione :

          Rancoroso . Anche troppo . E’ vero , non hai bisogno di sfogarti con Pispole e Fringuelli…. Il tuo problema e’ che trombi poco… Probabilmente niente….. :mrgreen: Fallo …vedrai che tutto ti sembrera’ piu’ bello…. :wink:

        • STW scrive:

          Spinger, anche nel caso del trombare, come quello nel non essere ligio alle leggi, rovesci sugli altri le tue frustrazioni?
          Mi spiace per te… bastonato, sbeffeggiato, dimostratamente ignorante (sai cosa vuol dire ignorante, vero?!? :lol: ) e pure verginello… Cazzo, ma sei un ricettacolo di sfiga!!!
          Byebye…
          (PS: con te e giacomino mi diverto da matti… altrimenti non perderei del tempo a prendervi per il culo!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: )

        • Springer scrive:

          Se so cosa vuol dire ignorante….? Certo che lo so ….mi viene in mente ogni volta che leggo quello che scrivi …
          Dammi retta…tromba … Non di piu’….ma almeno un po’…. Perche’ visto le tue scomposte reazioni , ne hai un disperato bisogno…. :wink:

    • Marco Masenadore scrive:

      Caro Springer, vi siete abituati ad ingoiare i Rospi inculcati dalla FIDC, mica tutti noi siamo come Voi…..Noi abbiamo la capacità, numeri e i dirigenti per contrastare le Vostre FESSERIE.
      Il tempo dirà dove potete allogiarvi le Vostre care e amate fasciette.

  39. alessandro cannas scrive:

    STW. Qui non e’ questione di rifarsi una verginita’.
    Hanno dato una soluzione al problema politico,poteva anche esser l’Arcicaccia,Enal o altra associazione il concetto non cambia, la critica sarebbe stata sempre molto cruda.In Italia, va preso atto, che la caccia ai piccoli uccelli ANCHE SE LEGALE NON e’ gradita,e genera conflitti a non finire, con altri punti di vista.Si son esposti a dare una soluzione Europea,a noi sfugge, che in europa, la concessione della deroga per le cacce tradizionali e cosi impostata.La genialita’ legilsativa Italiana ha dato nel passato un sistema innovativo nel suo genere,erogando la deroga a pioggia.Cambia il modo, diverso,modifica le consuetudini,ma la finalita resta sempre la stessa…

    • STW scrive:

      Ti ho risposto più sopra!

      • Giacomo scrive:

        Dove più sopra ? Dove il cane ti ha sistemato per benino ? :mrgreen: STW sarà anche comprensibile che tu difendi la tua caccia, però come dice giustamente Cannas si vedrà in seguito come andranno a finire le cose. Secondo me la Fidc la caccia la metterà secondo scienza e coscienza. Se poi questo non si avvererà allora vuol dire che bisognerà convincersi che è tutto finito, tranne se……… Non ci sarà una certa unione ma questa è un’altra storia che bisognerà capire adesso nell’immediato. :D :wink: Salutiamo

        • STW scrive:

          Il cane?!? Quale? Quello che abbaia senza mordere non avendone merito nè cognizione? 8) O al cane che non si intende di niente e che chiamavi “fumagalli” e col quale per convenienza (associativa o di idee) adesso ti accosti avendo finito gli argomenti in merito (o non avendone mai avuti, come lui…) :twisted: :twisted:
          Tu mistifichi, Giacomino… non capendo le cose o suggendole dal grembo in metastasi della Fidc.
          Poi se ti par di aver ragione io te la lascio, ma meglio che rileggi con spirito critico proprio quello che ha scritto Cannas… ad esempio che le deroghe venete sono INAPPUNTABILI! :roll: :roll: :roll:
          Ma vabbè, mi sembra, come ti ho detto, di parlare con uno di quelli che quando il politburo stalinista (o il fuhrer, per par-conicchio 8) ) urlava proclami insensati, stava in piedi ritto ed annuiva comunque non capendoci assolutamente nulla…

        • STW scrive:

          Giacomino… ho visto (e risposto) adesso.
          Una scoreggina flatulenta in una tempesta di bora, tu la chiami “Sistemare per le feste”?!?
          Il nulla condito di niente, siete al pari dei 100%animalari come consistenza di argomentazioni. :twisted: :twisted:

        • Giacomo scrive:

          Azz !! E mi sarebbe piaciuto guardarti in faccia quando hai accusato i morsi che ti ha dato il cane :D secondo me sei diventato più verde di questo :arrow: :mrgreen:
          certo che di argomenti tu ne hai parecchi ! I confronti che fai poi come politburo stalinista etc. ci fanno ben capire perchè butti bava dalla bocca. Io questioni politiche non ne faccio parlo di caccia. Potresti almeno dirci come ti chiami ? Sarebbe il minimo, tanto per metterci almeno mezza faccia. Salutiaaamo
          :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

        • STW scrive:

          Giacomino, non che ne avessi dei gran dubbi, ma col tuo ultimo fantasioso scritto, dimostri chiaramente che NON CAPISCI un benemerito di quello che si scrive. 8) 8)
          Mi spiace.
          In quanto al nome… hai anche poca memoria, io nome e cognome lo ho messo tempo addietro, TU?!? No, eh… :roll: :roll: :roll:
          Ah, per inciso non mi interessa saperlo.

        • Giacomo scrive:

          Va bene, dimmi……. quando puoi fare doposcuola ?
          :wink: Salutiamo

          PS Hai mai fatto l’antirabbica ? :mrgreen:

        • STW scrive:

          Giacomino… il dopo-scuola che ti servirebbe per raffrescarti le capacità di lettura cognitiva necessita di maestre di sostegno adeguatamente preparate; io se vuoi posso darti un po’ di ripetizioni a distanza, a pagamento, ovvio! :mrgreen:
          Antirabbica a posto, grazie, sai, qua abbiam avuto un epidemia di rabbia e ci han obbligato a vaccinare tutti i cani, e noi l’abbiam fatto… le regole le seguiamo, qua! 8) 8) 8)
          Ah, e non sbavare troppo… è sintomo dell’ultimo stadio della rabbia!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
          Poi se state vicini vicini tu e springer (ideologicamente ci siete… anche se fino a ieri vi sfanculizzavate 8) 8) ), rischi anche di contagiarmelo!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: ed è già masso male di suo!!! :mrgreen: :mrgreen:

        • Giacomo scrive:

          8O STW adesso non esagerare tieni il deretano basso, che hai capito male !! Ti ho chiesto quando puoi fare il doposcuola perchè te lo volevo fare io. A te un po di lezione sulla modestia ti starebbe bene. Comunque ripassati quello che ti abbiamo inculcato :mrgreen: fino ad ora che è già abbastanza per incominciare a capire come si deve andare a caccia in modo equilibrato. :mrgreen: :P Salutiaaamo

        • STW scrive:

          UHHHHHHHH!!! Colpito ed affondato… :twisted: :twisted:
          Non ho capito… tu puoi pensare di dar lezioni e pensi (a senso unico) che gli altri non possano darle a te?!?
          Parlavamo dell’allineamento ideale in stile politburo, vero? Eccone un altro esempio! 8) 8)
          Comunque vedi che non capisci quel che si scrive?!? Su, su… coraggio!!!
          La modesti la uso quando serve e con voi non serve, anzi!!!
          In quanto ad avermi inculcato qualcosa, libero di crederci, ma… PFUAHAHAHHAHAHAH!!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
          Son mica Fidc io che credo acriticamente a tutto ciò che mi dicono, hai sbagliato di grosso!!
          FInisco qua… che seguire questo post comico (in buona parte grazie a te!) ormai è pesante e difficoltoso.
          Ci vediamo su altri post. :roll:

    • lucas scrive:

      E dagli con ‘sta storia che la caccia ai piccoli uccelli non sarebbe gradita dagli animalisti….
      Come se quella ai bambi lo fosse… :mrgreen:
      Agli animalisti non garba nessuna forma di uccisione di qualsivoglia animale per scopo ludico e la fine della caccia ai piccoli uccelli dovrebbe farvi tremare anche a voi super scienziati della caccia di selezione, per il semplice fatto che poi verrà il vostro turno.
      Anzi, è già arrivato! :mrgreen:

      • massimo zaratin scrive:

        Anzi, dovrebbero difenderla ancora meglio perchè almeno distoglie gli animalisti da altre questioni! Finchè potranno sfogarsi sulle dimensioni della preda non andranno ad evidenziare gli occhi di un bambi trafitti da una pallottola!
        …ma quando si faranno furbi questi! :D

      • alessandro cannas scrive:

        lucas non e’ questione di bambi o pispola.

        La genialita’ delle ultime due delibere e’ stata quella di trasformare l’eccezione al divieto. In prelievo venatorio generale e costante
        Se allargata a tutto il Paese oggi si potrebbe cacciare tutto cio’ che fino ad ora e’ stato negato.
        Non a caso la 221 e l’art 9 lettera C in Italia, son sempre stati osteggiati e tenuti ben celati.
        Politicamente, in generale, lascia aperto un conflitto ideologico, ma questo dipende dal preconcetto tutto Italico sull’argomento caccia.

        • peppol@ scrive:

          bravo alessandro….il problema è politico e non scientifico…non arriveremo mai a sentire dall’ISPRA: ” il fringuello è in salute e lo possiamo far cacciare”, perchè dopo 2 minuti lo fucilerebbero indipendentemente dagli studi e dati raccolti….questo è il vero problema

      • STW scrive:

        Lucas… ma secondo te i “nostri” sono in grado di capire la sostanza di quanto hai scritto?!? No, eh…
        Essì che non è difficile. Per qualcuno… :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

        • lucas scrive:

          Sembrano come gli struzzi che pensano di nascondersi infilando la testa nella sabbia. Ma gli rimane scoperto il culo! :mrgreen:

  40. Bekea scrive:

    Avendo letto tutti gli interventi la mia convinzione è che una, che una AV che conta, come dice qualcuno 400.000 iscritti non deve essere contro i cacciatori, proponendo solo restrizioni. Una AV deve difendere tutte le caccie,e tutti i cacciatori. Questo comunicato invece è paragonabile ad una castrazione. Analizzando i contenuti, che definire deliranti è solo un eufemismo,viene da pensare che non sia diretto contro i cacciatori del Veneto che vogliono cacciare i deroga, ma contro chi ha fatto le battaglie per attuare queste deroghe, perciò contro una perona specifica. Altra notizia nota solo a pochi, il Veneto ha stanziato 180.000 € per la redazione del piano faunistico regionale, se gli estensori di questo delirante comunicato saranno gli esperti incaricati dalla triade Stival-fidc-lega a redigere tale piano, da ora comincieranno le vere disgrazie sui cacciatori del Veneto.

    • Antonio Pisano scrive:

      Le disgrazie stanno per accadere per tutti i cacciatori Italiani. La caccia in Deroga è una utopia in quanto può essere esercitata solo da un ristretto numero di persone indicativamente nominate, predisposte con un tot di fascette limitate da applicare agli uccelli da abbattere. SVEGLIAAAAA il bello deve ancora venire per questo bisogna fare informazione. http://www.cspt-italia.it Caccia Natura Libertà Sardegna.

  41. Giacomo scrive:

    O Giusti ma icchè te tu vuoi mischiare il otone on la seta ? Maremma sconfusinata !! Lascia stare il Fiorello con gli animalisti che si crede il Battista :mrgreen: li vuole battezzare tutti alla caccia.
    Adesso è arrabbiato per le due polpette che si è preso dalla mia juventus…. :mrgreen: :D
    Ricorda anche tu che gli animali vanno trattati con pari dignità e pari rispetto. Ma ogni tanto i tuoi colombi li metti assieme alle colombacce ? O gli fai fare solo se@@e !! Maremma maiala. :P :P :P

  42. El Tega scrive:

    FIDC: Fine Ignobile Della Caccia. Amen.

  43. fiore scrive:

    allora mettiamola così, la legge ci sarebbe anche ma nessuno la vuole applicare nella sua completezza, e allora alla maniera itagliana ci s’arrangia con le varie scappatoie vedasi deroghe.. qualcuno si ricorderà che tempo addietro fu messo un paletto non mi chiedete da chi perchè non lo sò, ma se non ricordo male si discuteva che sotto l’allodola non si poteva cacciare più niente!!!! non certo per legge scritta ma per accordi politicovenatoriambientalistoidi!! se non ricordo male!!! evidentemente si continua su questa riga!!!

  44. Radere igor scrive:

    Alla fine della fiera, per buttarla in “vacca” perchè oramai sono schifato da tutta la politica venatoria, tengo a far sapere che se avete bisogno di fascette, ne ho in quantità industriale. Ve le regalo a 0,50 cent. l’una :mrgreen: Se sopra ci volete la dedica allora sono 0,80 cent. :mrgreen:
    Spedizioni in tutta Italia, con un piccolo contributo spese :mrgreen:
    Ogni 100 fascette ordinate (con dedica) 1 in omaggio :mrgreen:
    Potete contattarmi tramite mail. :mrgreen:

  45. gianni scrive:

    Questi se le SOGNANO di notte e poi cercano di farle di giorno.Questi sono i veri nemici della caccia,non i verdi.Comunque state tranquilli che fin che c’è BERLATO,penso che questo non succederà.FIDC……VERGOGNATEVI.

  46. Antonio Pisano scrive:

    L’ UNICA SOLUZIONE A QUESTO MARASMA E’ QUELLO DI CREARE DEI COMITATI DI BASE PER LA DIFESA DEI CACCIATORI SENZA PORTAFOGLIO. OGNI REGIONE CREA IL PROPRIO COMITATO APOLITICO CHE OPERA IN SINERGIA O A SECONDA I CASI AUTONOMAMENTE. http://www.cspt-italia.it non dite che non vi hanno avvisato molte cose non sono a Vostra conoscenza. :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

Leave a Reply


2 + 6 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.