Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Genova: ammessa la caccia alla cerca

| 21 ottobre 2011 | 13 Comments

Caccia: Genova, daini e caprioli possono essere ‘cercati’
Accordo tra cacciatori, animalisti, ambientalisti e agricoltori

(ANSA) – GENOVA, 20 OTT – Contrariamente a quanto succedeva fino alla scorsa stagione, da quest’anno cervi, daini e caprioli dei boschi genovesi potranno essere anche ‘cercati’ da cacciatori, che prima erano tenuti alla postazione fissa. Lo ha stabilito alla quasi unanimita’ (31 voti su 32) il Consiglio Provinciale di Genova.
La cosiddetta ‘cerca‘ concede ai cacciatori di muoversi in una zona ampia ma delimitata, e con limitazioni precise.
I cacciatori sono tenuti ad indossare un giaccone rosso, tenere l’arma in condizioni di sicurezza e tirare da una distanza non superiore ai 200 metri.
Lo scorso anno, invece, il regolamento prevedeva che rimanessero in postazione fissa.

(ANSA)

http://www.ansa.it

Category: .In Evidenza, Generale, Liguria

Comments (13)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Springer scrive:

    Bello….

    E’ lo step successivo dell’essere selecontrollore….. Un ” master ” direi…. :wink:
    Disciplina molto difficile , perche’ non e’ per nulla facile avvicinare un Capriolo ….un Daino….oppure un Cervo riuscendo a portarsi a distanza utile per il tiro.

    • renzo scrive:

      Eh caro mio ……ne sentiremo delle belle su questo fatto.
      Comunque ti posso assicurare che “”camminando “” devi avere un cane che non li rincorre per poi perdersi. Sembra che non ci sia altro nei boschi , mannaggia ……

      • Springer scrive:

        Ah si…se hai un cane che li rincorre sei rovinato. Sono tanti e lo saranno sempre piu’ perche’ andranno a ricolonizzare tutti gli ambienti liberi e adatti a loro .
        Fortunatamente a maggiore presenza di Ungulati , corrisponde maggior numero di selecontrollori visto che tutti i corsi , almeno da me e’ cosi’ , fanno il ” tutto esaurito ” ogni anno. :wink:
        E tu cosa aspetti….. :D ?

    • Fabio Guidi scrive:

      …………….pero’ ti devi portare dietro un’altana da montare lipperlì, altrimenti il discorso che fai a proposito di un altro articolo non vale piu’, le palle che tirano ai cinghiali non sono piu’ pericolose di quelle che tirano ai caprioli ed ai cervi…………..

      • Springer scrive:

        Fabio……. mi meraviglio di quello che scrivi……la statistica degli eventi luttuosi dice il contrario.
        Si parla di persone che hanno ricevuto un minimo di formazione….che non si trovano la mattina alle quattro a farsi braciole e bottiglie di Lambrusco :mrgreen: , che sparano a un animale fermo e non in corsa….che hanno delle motivazioni che vanno un po’ piu’ in la del solo sparare al primo animale che gli si presenta davanti….e devo pure pigliarlo altrimenti gli ” amici ” mi fanno un cuxo cosi’ ….. :wink: :mrgreen:

        • Fabio Guidi scrive:

          …..sono selecontrollore anch’io e da quello che sento da piu’ anni di te, con questo non mi sento di dire che una fucilata a fermo e con tutte le formazioni del caso possa essere meno pericolosa di quella tirata ad un cinghiale,
          pertanto, ed in ogni caso, ogni precauzione presa deve essere sempre ben accetta, e se altana deve essere per il cinghiale, altana dovrebbe essere per il selecontrollore, pur con tutti i distinguo del caso. I km che fanno le palle valgono per entrambi. Le statistiche le fanno i grandi numeri, ed e’ chiaro che rispetto a 10 selecontrollori ci sono 1000 cinghialari, anche questo dovresti metterlo in conto……:wink:

        • Springer scrive:

          Mai sostenuto il contrario sulla letalita’ di una palla ” slug ” destinata a un Cinghiale piuttosto di quella ” rigata ” destinata a un Capriolo o altro Ungulato. E’ ovvio che sia una che l’altra sono letali . E’ la differenza del tipo di caccia, quindi di tiro , che puo’ fare , perdona il gioco di parole , la differenza .
          Sparare a un animale fermo o in leggerissimo movimento ti da tutto il tempo di valutare posizione di questo con relativo punto di impatto della palla . Lo stesso non e’ a un animale spesso in corsa ( Cinghiale ) a cui spari un colpo ….due….o anche tre seguendone con il fucile gli spostamenti . Li spari e basta senza valutare nulla .
          Sei tranquillo e da solo….. Non hai compagni di fianco ( se stanno al loro posto perche’ , e lo dicono gli incidenti , purtroppo non sempre e’ cosi’ ) …. …battitori davanti….cani che inseguono…gente che urla….
          Hai un ottica di puntamento ….spari un solo colpo…. conosci alla perfezione , altrimenti non potresti fare la ” cerca ” agli Ungulati , il territorio in cui cacci….. In piu’ la ” palla asciutta ” e’ piu’ soggetta a rimbalzo ….la ” rigata no o lo e’ decisamente meno ….
          Le differenze ci sono eccome….. tanto e’ vero che non si e’ mai sentito di incidenti causati da selecontrollori …..mentre purtroppo ogni anno se ne contano diversi dall’altra parte.
          E’ ovvio che tutte le armi se usate in maniera impropria possono essere pericolose . Per questo dove si puo’ farlo , si cerca di minimizzare il rischio di ferimenti e uccisioni…
          Mentre in una caccia di movimento come quella alla ” cerca ” non puoi pensare di proporre l’altana da portare nello zaino e montare secondo necessita’ :D , in una statica come quella alla posta , lo puoi fare eccome . Anzi DEVI farlo tenendo conto che cosi’ costringi i postaioli a non spostarsi dal luogo assegnatogli . Perche’ saprai benissimo che il motivo principe per cui ogni tanto qualche poveraccio di questi ci lascia le penne e’ proprio questo…. lo spostarsi dal luogo che gli e’ stato assegnato .
          Certo e’ che se ancora si ha difficolta’ a fargli capire questo….e anche a fargli indossare indumenti a alta visibilita’ , posso capire come prenderanno l’invito o obbligo a sparare da altana .
          Per conto mio ho provato una volta sola a partecipare a una di queste battute e posso dire con tutta sincerita’ che , per come era stata organizzata e svolta , mai mi sono sentito in pericolo di vita come quella volta . O di essere io stesso causa di qualche incidente . Tanto e’ vero che ho giurato a me stesso che sarebbe stata la prima e ultima volta .
          E cosi’ ho fatto . :wink:

        • Giovanni59 scrive:

          x Springer: condivido in toto tutto, sopratutto la chiusura del commento (successe anche a me tal quale). Bravo Springer. :wink:

  2. Giacomo scrive:

    Se si hanno segugi all’altezza come razza e addestrati bene il selvatico te lo portano a tiro……. come per la lepre :mrgreen: :D :D :D Salutiamo

  3. gianni scrive:

    La caccia agli ungulati (escluso il cinghiale) con l’ausilio del cane da seguita è vietata!!!!
    Almeno fra di noi cerchiamo di essere informati.

    • Giacomo scrive:

      Certo che si parla di caccia al cinghiale, ma sarebbe bene per mantenere qualsiasi specie in salute aprirli alla caccia, compresa daino, cervo e capriolo ! Questio selvatici cacciati con il cane hanno possibilità di diventare più scaltri per sfuggire ai segugi e quelli che si prendono più facilmente sono quelli meno efficienti e più deboli dal punto di vista di mantenimento della specie. Io così la vedo se poi si parla di convenienza allora è un’altro paia di maniche. :roll: Salutiamo

  4. dardo scrive:

    tutte queste agevolazioni….mmmmm non è che si va a votare prima del previsto? comunque hanno chiuso lo stornello!

  5. lucas scrive:

    Almeno cacciandoli con i segugi gli si da una possibilità di salvezza.
    Ma sparare a fermo ad animali intenti a brucare l’erba…che gusto c’è? :-)

Leave a Reply


+ 6 = 15

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.