Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Fidc Veneto: soddisfazione per le deroghe

| 21 settembre 2011 | 9 Comments

FIDC VENETO: SODDISFAZIONE PER LE DEROGHE

“Non possiamo che essere soddisfatti per la decisione della Giunta Regionale in merito alle cacce in deroga”. Così Federcaccia Veneto commenta la delibera della Giunta regionale approvata su proposta dell’assessore Daniele Stival, che consente la caccia in deroga per 6 specie, per la stagione venatoria 2011 2012.

“È l’esempio concreto – continua Fidc – della serietà e della concretezza con cui nella nostra regione, al di là delle polemiche che non portano da nessuna parte, si sta lavorando per la caccia e i cacciatori. Non possiamo che ringraziare l’assessore Stival per il suo impegno in questo delicato settore”.

Il provvedimento adottato ricalca sostanzialmente la regolamentazione adottata per la passata stagione venatoria, alla luce del fatto che quest’ultima è stata ritenuta dal Tar del Veneto conforme all’ordinamento comunitario.

La deroga – come esplicita anche un comunicato della Regione – indica la cacciabilità dal primo ottobre al 31 dicembre per lo storno (limite massimo stagionale di prelievo per cacciatore, 100 capi); per il fringuello (limite 100 capi); per la peppola (limite 30 capi); per il frosone (limite 30 capi); per la pispola (limite 50 capi). La caccia al prispolone potrà invece tenersi dal 25 settembre al 30 ottobre, con un limite massimo di capi per cacciatore pari a 50.

“Anche quest’anno – ha sottolineato l’assessore Stival – abbiamo varato un regime di caccia in deroga rispondente a tutte le normative vigenti, ed in grado di rispondere alle esigenze del mondo venatorio. Ai cacciatori chiediamo solo un segnale di responsabilità, applicando rigorosamente le disposizioni relative al monitoraggio degli abbattimenti”.

http://www.federcaccia.org

Category: .In Evidenza, Federcaccia, Veneto

Comments (9)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. renato scrive:

    Ma se siete stati sempre contrari alle deroghe come fate ad essere soddisfatti ?
    La politica come cambia le idee !!!!!.:mrgreen:

  2. El Tega scrive:

    Il provvedimento adottato ricalca sostanzialmente la regolamentazione adottata per anni dall’assessore Donazzan….e come dice Renato, con la Donazzan eravate contrari, poi avete (per fortuna…) copiato…. 8O

    • franc scrive:

      Guarda che anche il presente comunicato è stato COPIATO per più della metà del testo da quello che lo ha preceduto dal titolo ‘Veneto: caccia in deroga per 6 specie’.
      Francesco Marcazzan

  3. peppino scrive:

    Sempre bravi a non fare un ca@@o, e altrettanto a cavalare le vittorie di altri.
    Mi ricordo quando qualche anno fa il CPA e la Liberacaccia lottavano per reintrodurre il fringuello la FIDC diceva, sbeffeggiando, poveri utopisti e illusi.
    Poi per qualche anni si è cacciato il fringuello e indovinate di è stato il merito?
    Della Federcaccia !!!!!!
    Peppino

  4. Diego Sperotto scrive:

    Soddisfatto pure io!!!!

  5. Baghy scrive:

    Oltre a continuare a dire che non cacceremo mai più il fringuello,la peppola ecc.ecc. hanno fatto di tutto e di più per non farceli cacciare, adesso il merito è loro, se volete le medaglie per noi va bene ma almeno fatevi decorare di nascosto che non vi crede nessuno. Baghy

  6. Bekea scrive:

    Ma alla fine solo commenti di cacciatori che non sono iscritti alla fidc, ma di federcacciatori veneti che sanno usare internet nemmeno l’ombra, non sono interessati alle deroghe fatte da un loro Assessore. Forse si sono estinti …. tutto merito di Stival e della lega.

    • Niky scrive:

      Che vuoi che scrivano!
      ” Merito della fidc che ha vinto ancora sulle deroghe, merito di Stival che ha saputo lavorare bene per i cacciatori”
      Siccome noi la storia la conosciamo bene, è meglio che non crivano nulla.
      Saluti

  7. mazorin scrive:

    Noi qui in laguna purtroppo siamo sempre disinteressati alle deroghe in quanto non attuabili nelle famigerate ZPS. Eppure le pispole, gli storni e altri arrivano anche da noi. Quando saprete che potrete contare sui voti dei cacciatori lagunari e vedi il n. degli iscritti nei soli atc venezia 5, 5pd e atc1 ve laguna allora farete qualcosa per modificare o proporre la modifica di questo famigerato decreto? o per il momento condividete solo il voto del popolo vicentino dei OSEETI? Noi qui in laguna facciamo l’alba e le alzavole e tutti gli altri palmipedi che vengono cacciati in agosto in tutta europa li dobbiamo solo guardare fino al primo ottobre. Finito quindi la caccia ai migratori estatini di tutte le specie. Poi inseriscono la caccia al combattente UNICO trampoliere permesso dal calendario venatorio Regionale del Veneto e questo però bisogna cacciarlo fuori dalle Zone Umide dove praticamente non c’è e non esiste. Insomma dal decreto del mai compianto Pecoraro Scanio noi stiamo perdendo la dignita di essere cacciatori Veneti e crediamo che i nostri governanti abbiamo pochissima conoscenza è della materia venatoria preoccupandosi per lo più di accontentare gli orticelli di partito. ma noi paghiamo tutti le stesse tasse ed abbiamo diritto a pari dignità. Pertanto e insistentemente chiediamo un intervento forte per ridare dignita a queste cacce frutto di altrettanta storia, cultura e tradizione rispetto a quelle che i nostri amici dell’entroterra esercitano in deroga ai tanto agognati OSEETI da mettere sullo spiedo una volta considerato da ergastolo.

Leave a Reply


9 + 2 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.