Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Acma Calabria sul calendario venatorio

| 5 settembre 2011 | 1 Comment

CALABRIA: I CACCIATORI D’ACQUATICI SUL CALENDARIO VENATORIO

L’associazione Cacciatori Migratori Acquatici intende esprimere tutto il proprio disappunto e rammarico per il penalizzante calendario venatorio emanato dalla Regione Calabria per la stagione di caccia 2011/2012.

Entrando nello specifico del calendario venatorio emanato, l’ufficio caccia della regione ha deciso inspiegabilmente di posticipare l’apertura della caccia al Germano reale e alla Canapiglia al 1 Ottobre e chiuderla il 19 Gennaio. Ricordiamo ai funzionari che le specie alle quali è possibile applicare le indicazioni dei Key Concepts ORNIS sono tra le altre le anatre. Per dette specie utilizzare il principio delle “decadi di sovrapposizione” per l’inizio della migrazione prenuziale e la fine del periodo di riproduzione, non produce incidenza negativa sulle popolazioni delle singole specie e pertanto risulta possibile e conforme alle normative come per altro più volte sostenuto anche dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale.

La guida interpretativa auspica l’adeguamento delle date di apertura e chiusura della caccia al Germano reale e della Canapiglia a quelle previste per specie simili e non il contrario, per cui tutti gli anatidi possono essere cacciati dal 18 Settembre sino al 30 Gennaio in armonia con i Key Concepts e con la Guida Interpretativa e addirittura, visto la fine del periodo di riproduzione, si sarebbe potuto consentire l’apertura anche il 1 Settembre.

Ancor più non condivisibile è l’eliminazione totale tra le specie cacciabili del Combattente e della Moretta. Sul primo la motivazione è quella della scarsa consistenza faunistica e sulla Moretta la confusione con altre specie non cacciabili, in pratica con la Moretta tabaccata. Secondo Wetlands International la specie Combattente, sulla base di censimenti accurati in periodo di svernamento, fa registrate aumenti delle presenze in Europa e fluttuazioni-aumenti nell’Africa sub sahariana. Ne consegue che la situazione demografica complessiva della specie può essere valutata favorevole. Sulla Moretta, le associazioni venatorie avevano proposto il posticipo dell’apertura al 1 Novembre, soluzione questa già adottata dalla Regione Emilia Romagna e che permette di tutelare le popolazioni di Moretta tabaccata eventualmente nidificanti o in transito in regione Calabria.

Infine, purtroppo c’è da registrare il solito terrorismo mediatico delle associazioni ambientaliste, che sorprese anche loro da un calendario venatorio ulteriormente restrittivo rispetto alle loro richieste, adesso mettono le mani avanti minacciando ricorsi al Tar se la regione dovesse ( giustamente e scientificamente ) modificare alcuni punti.

Agli ambientalisti diciamo di confrontarsi con noi con dati scientifici certi e non con chiacchiere. Vivaddio il calendario non lo fa l’Ispra ma le Regioni e come si è espresso anche il Tar Lazio: il parere reso da tale organo sul calendario venatorio può essere disatteso dall’Amministrazione regionale, la quale ha, però, l’onere di farsi carico delle osservazioni procedimentali e di merito e, pertanto, di esprimere le valutazioni, che l’hanno portata a disattendere il parere.

Chiediamo dunque all’Ufficio Caccia della Regione di attenersi all’unica (pur vetusta) legge certa in materia venatoria, la 157/92 e di rimediare all’errata valutazione, reinserendo tra le specie cacciabili il Combattente e la Moretta, aprendo la caccia al Germano e alla Canapiglia il 18 Settembre chiudendola il 30 Gennaio 2012 e chiedendo il parere ( questo si vincolante) all’Ispra per prolungare la caccia ad alcune specie di acquatici sino al 10 Febbraio. L’Acma è a disposizione per qualunque collaborazione.

ACMA Calabria

http://www.federcaccia.org

***
Come riceviamo e cosi’ pubblichiamo
ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

Category: .In Evidenza, ACMA, Calabria, Federcaccia

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Patrizio Abboni scrive:

    Carissimi amici cacciatori, come possiamo appunto notare ogni anno ci tolgono qualcosa! Non hanno il coraggio di chiudere la caccia perchè non hanno nessuna intenzione di rinunciare ai nostri soldi, ma ci prendono puntualmente per i “fondelli” tanto per usare un eufemismo! Dobbiamo lottare compatti. Ricordo che all’ultima manifestazine svoltasi a Roma eravamo circa 80.000 persone, ma E’ NECESSARIO, SE VOGLIAMO CONTINUARE AD ANDARE A CACCIA SENZA CONTINUE E INGIUSTIFICATE LIMITAZIONI, SCENDERE IN PIAZZA IN MOLTI DI PIU’ ALZANDO, SE NECESSARIO, ANCHE LA NOSTRA VOCE!!!!

Leave a Reply


8 + 1 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.