Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Berlato scrive a Berlusconi e Alfano

| 7 luglio 2011 | 177 Comments

Al Presidente del Consiglio on. Silvio Berlusconi

Al Segretario nazionale del Popolo della Liberta’ on. Ministro Angelino Alfano

e p.c.: a tutti i parlamentari italiani ed europei
a tutti i consiglieri ed assessori regionali,
a tutti i consiglieri ed assessori provinciali,
a tutti i consiglieri ed assessori comunali,
a tutti gli iscritti al PDL

Caro Presidente,
Caro Segretario nazionale,

sono stato eletto con le preferenze per due legislature in Consiglio regionale del Veneto dove ho ricoperto la carica di Assessore regionale all’agricoltura, foreste, economia montana, caccia e pesca.

Sono stato eletto per la prima volta al Parlamento europeo nel 1999, con un numero di preferenze che e’ aumentato con la mia riconferma in Europa nel 2004 ed ulteriormente aumentato nel 2009, data in cui sono stato riconfermato per la terza volta al Parlamento europeo.
Non e’ certo per vana gloria che ho ricordato quante volte ed in che modo sono stato eletto, ma per ricordare che il motivo del mio consenso e’ legato alla mia capacita’ di rimanere in sintonia con gli elettori, continuando a presidiare quotidianamente il territorio e continuando ad avere l’umilta’ di stare in mezzo alla gente per capirne i bisogni e per tentare di tradurre la mia azione politica in risposte concrete a favore dei cittadini.
So perfettamente che il mio non e’ certo un caso isolato ma che molti altri hanno avuto e continuano ad avere questo approccio alla politica.

Sono anche Presidente di un’associazione culturale denominata “Associazione per la difesa e la promozione della Cultura rurale – Onlus”, struttura organizzata su tutto il territorio nazionale alla quale hanno aderito agricoltori, allevatori a scopo professionale, amatoriale ed ornamentale, pescatori, cacciatori, rappresentanti del mondo della cinofilia, esponenti della cultura, dell’informazione, dello spettacolo, dell’economia, dell’editoria, delle istituzioni, della scienza, del mondo ambientalista propositivo e non integralista, rappresentanti degli indotti economici che gravitano attorno alle attivita’ portatrici della Cultura rurale.

Rappresentiamo, solo in Italia, milioni di persone che lavorano, producono reddito, pagano le tasse, creano occupazione, tramandano di generazione in generazione valori ed ideali che affondano le loro radici nella Cultura rurale, cultura che e’ parte importante della nostra storia e delle nostre tradizioni.

Molte di queste persone, fino a non molto tempo fa, hanno votato per il centro destra e molte di queste, nonostante tutto, continuano a premiarci con il loro sostegno.
Da quello che sento quotidianamente sul territorio, dubito fortemente che gli appartenenti a queste categorie economiche e sociali torneranno a premiarci con il loro voto alle prossime consultazioni elettorali, perlomeno fino a quando nel centro destra verra’ dato spazio e verranno legittimate le esternazioni di rappresentanti del Governo, come quelle del ministro Brambilla o della sottosegretaria Martini che, interpretando in modo del tutto personale il ruolo che e’ stato loro affidato, non da una legittimazione popolare ma da una nomina del Presidente del Consiglio, stanno conducendo una personale crociata contro tutte le attivita’ portatrici della Cultura rurale.

Nutro un evidente rispetto nei confronti dei miei elettori ma sento anche forte il dovere di avvisare il Presidente del Consiglio ed il Segretario nazionale del mio Partito di quali siano gli effetti devastanti sul nostro elettorato causati dalle iniziative e dalle esternazioni ad opera dei sopracitati rappresentanti del Governo.
Non vanno neppure sottaciute le drammatiche conseguenze di natura economica, sociale ed occupazionale che queste improvvide iniziative continuano a causare.

Ribadendo quanto richiesto con lettera a firma di tutti i miei colleghi al Parlamento europeo datata 21 settembre 2010 che allego in copia, non solo nel mio ruolo di Deputato italiano al Parlamento europeo e di vice Capo vicario della delegazione italiana del Popolo della Liberta’ nel Partito Popolare Europeo, ma soprattutto nel mio ruolo di Presidente dell’Associazione per la difesa e la promozione della Cultura rurale – Onlus, sono nuovamente a chiedervi di intervenire, affinche’ le sia pur legittime posizioni e convincimenti personali dei sopracitati esponenti del Governo non possano essere interpretate come posizioni di tutto il Governo e della maggioranza che lo sostiene.

Rimanendo a disposizione per fornire qualsiasi ulteriore chiarimento necessitasse, colgo l’occasione per porgerVi l’espressione dei miei piu’ cordiali saluti.

on. Sergio Berlato

Vice Capo vicario del PDL nel PPE
Presidente Associazione per la difesa e la promozione della Cultura rurale – Onlus

***
Come riceviamo e cosi’ pubblichiamo
***


Category: .In Evidenza, Generale

Comments (177)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. SERGIO BERLATO scrive:

    Bisogna dire che la moglie del Tega e’ proprio un’Artista con la A maiuscola !!! :wink:

    • Giacomo scrive:

      Onorè cosa ne pensa della mia proposta fatta nel post sopra – Posted on 10 luglio 2011 at 14:21 – Salutiamo

    • Roberto Traica scrive:

      Niente di più vero caro Sergio , sono arrivato a casa ed ho subito cambiato l’avatar come puoi notare. Un abbraccio Roberto Traica

    • El Tega scrive:

      Adesso non esageriamo. E’ stato solo un pensiero per gli amici di mio marito, visto che per UNA volta si sono degnati di invitare anche noi mogli…Grazie a tutti per la magnifica serata, anche la conclusione non poteva essere migliore.
      Michela

      • Faganeo scrive:

        ” visto che per UNA volta si sono degnati di invitare anche noi mogli”
        Frase ripetuta tal quale da mia moglie. Poi dicono che le donne non sono telepatiche.

        • Baghy scrive:

          Non è per cattiveria ma ‘ sempre imbarazzante invitare le signore a mangiare gli uccellini. Baghy

    • Fabio scrive:

      Caro On. la lettera è bella, ma dovrebbe pubblicare anche quanto le è stato risposto e possibilmente sensa censure.Grazie.

  2. fabrizio scrive:

    ONOREVOLE BERLATO,

    apprezzo la tua presa di posizione

    MA SE NON SEI DISPOSTO A RINNEGARE UN PARTITO CHE CI HA RINNEGATI E TRADITI DUE VOLTE UIN DUE LEGISLATURE E CHE PER DUE VOLTE HA MANGIATO NEL NOSTRO PIATTO PER POI SPUTARCI SOPRA…………..

    se quella lettera che hai inviato non e’ un ultimatum………………………

    accetta un mio consiglio: LASCIA PERDERE !!!

    tu hai gia’ ottenuto tutto quello che volevi, ma continuare a restare in un partito succube della subcultura animalista come il PDL , c’e’ il rischio di perdere la propria faccia per difendere quella di altri.

    SOLO NOI POSSIAMO AIUTARE NOI.

    E COMUNQUE L’ OPZIONE DEL VOTO DI RAPPRESAGLIA, ALLE PROSSIME ELEZIONI ANTICIPATE, PER NOI CACCIATORI NON E’ AFFATTO DA SCARTARE !!!!

    Fabrizio

    • Bekea scrive:

      Il fatto è che molti che sono intervenuti su questo argomento, non hanno capito bene il concetto, cioè la differenza. La differenza politicamente parlando è la seguente: Berlato è stao eletto al Parlamento europeo non in una lista bloccata come al Parlamento italiano,ma con preferenze pesonali e resta in carica fino al 2014. Qualcuno mi deve spiegare perchè dovrebbe uscire dal Pdl, per poi contare come uno zero a livello politico.Qualcuno ha scritto che se si vogliono fare dei cambiamenti, prima bisogna farli dentro i partiti o le Associazioni di appartenenza: questo è quello che stà facendo Berlato, e ancora non và bene, ma allora cosa vogliamo………. la luna. :!: :!: :!:

  3. Giacomo scrive:

    Ricopio e incollo :
    Io credo che questo forum del cacciatore ,com potrebbe farsi promotore di un incontro faccia a faccia come ad esempio un porta a porta televisivo, invitando tutte le associazioni riconosciute e non riconosciute per affrontare una discussione generale sulle cose da fare per una caccia moderna all’insegna della ricerca scientifica per un confronto propedeutico alla risoluzione dei problemi, se non anche per chiarire i propri punti di vista.
    Lo richiede una gestione democratica della caccia alla quale secondo me nessuna associazione può tirarsi indietro oibbligando ognuna il proprio presidente ad intervenire. Una ripresa televisiva per tutti gli inrteressati sul Web dovrebbe essere d’obbligo per il giudizio da parte di tutti i contribuenti.
    Basta con le chiacchiere !! Una gestione democratica che si rispetti deve mostrare tutta la chiarezza possibile ed immaginabile senza intrighi ne sotterfugi o coalizioni che stanno portando al nulla.
    Bisogna mettere sul banco di prova tutti quelli che in un modo o in un altro prendono soldi promettendo mari e monti senza uno sviluppo pratico ne della caccia ne dell’ambiente. Alla fine tutti diciamo che il mondo venatorio è disunito ma nessuno in effetti sa come stanno le cose, ed è bene che si incominci a fare chiarezza !! Tanto per non far pensare e vocificare a tutti che noi del web siamo solo chiacchiere e distintivo. Io così la vedo. Salutiamo

  4. fausto scrive:

    caro on. apprezzo la sua missiva e sarei contento di leggere anche l’eventuale risposta
    saluti

  5. Agostino scrive:

    Bravo On.Berlato, sempre vicino a Noi.

  6. Luca Davide Enna scrive:

    Cara Bekea,
    come alcuni del forum sanno , sono uno degli ideatori di alcune nuove idee.
    Una in particolare è nata proprio qui in Sardegna e poi ha passato il mare, con mia soddisfazione giacché vedo che sta ampliandosi grazie al lavoro ed alla determinazione di certe persone a modo.
    Credo che assieme si possano costruire tante cose e che una casa comune sia più che possibile.
    Tempo addietro avevo anche ideato una possibile soluzione per la casa comune e ritengo il pregeto ancora valido, soprattuto perché pur non toccando nessuno dalla propria parrochietta consentiva a tutti di trovarsi sotto ad una unica Cattedrale ( spero mi si perdoni il paragone).
    Comunque sono disposto ad ascoltare e ho già detto, a suo tempo che rimango a disposizione per la creazione della casa comune.
    Non amo i litigi nè i litiganti e cerco di propormi verso gli altir in maniera dialogante. Chissà che l’atteggiamento dilaghi e si possa trovare una soluzione utile a tutti. Io ci credo, vedremo quanti amici avranno fiducia.
    Cari Saluti
    Luca

    • Marcello Lentini scrive:

      Caro Luca esprimo anche a te il pensiero mio che ho fatto a Giacomo. Beati gli uomini di buona volontà.
      Un caro saluto.

      • Luca Davide Enna scrive:

        X Marcello Lentini.
        Grazie Marcello.
        E’ il gioco di squadra che occorre, però, giacché ci sono tante eccellenze e poco coordinamento.
        :wink: :wink: :wink:
        Cari Saluti
        L.D.E.

  7. Luca Davide Enna scrive:

    X Fauno Luperco.
    Il tuo è un discorso glacialmente giusto ed inattaccabile !
    Speriamo che tutti lo comprendano e nessuno si inalberi perché sente toccati i suoi interessi di bottega.

  8. Giacomo scrive:

    In risposta a Franc – Posted on 11 luglio 2011 at 16:11-
    ————————————————————————
    A volte caro Franc viene detto che noi del sito facciamo solo chiacchiere inutili e di proposte da portare avanti niente di niente…….. A volte penso che effettivamente sto perdendo tempo a darmi da fare su questo sito perchè niente si realizza di concreto, tangibile da parte nostra. Di proposte ne abbiamo fatte e di una certà validità anche per creare una discussione che a volte è servita a chiarire molte cose. Spero che Bandini ci pensi un po su e cerchi di materializzarla questa idea che assolutamente non voglio fare mia. Secondo il mio modesto avviso potrebbe mettere finalmente in chiaro molte cose la dove adesso sono solo supposizioni che a volte sfociano anche in qualche singolar tenzone. La mia curiosità sarebbe quella di vedere molti confrontarsi democraticamente con quello che stanno facendo loro rispetto a quello che sta facendo la Fidc attuale ed altre associazioni, inoltre si vedrebbero sicuramente discussioni atte ad avere chiarimenti che porterebbero sicuramente ad una gestione e ad una difesa vera della caccia un pò come succede nelle trasmissioni molto democratiche di Vespa per la gestione del governo da parte dei politici invitati a confrontarsi. Spero si possa realizzare, credo sarebbe cosa buona e giusta. Salutiamo

    • Luca Davide Enna scrive:

      Ciao Massimo.
      Sai che condivido la maggior parte delle tue idee, però, se mi permetti, devo farti un appunto.
      Hai parlato di Daniele e hai tentato di coinvolgerlo come “organizzatore” o come “catalizzatore ” di un qualche cosa.
      Credo che Daniele sia indispensabile nel suo ruolo terzo e guai se mancasse. Non perché io ritenga che lui non abbia la stoffa o le capacità, ma penso che ciascuno debba portare avanti un suo ruolo (poi, ci sono persone multiruolo, ma sono pochi casi).
      Daniele è riuscito (con l’aiuto di alcuni amici volenterosi) in tredici o quattordici anni, a costruire un sito che ogni giorno di più diventa un punto di riferimento per i cacciatori italiani che vogliono informarsi , stare al passo con i tempi e costruire nuove amicizie da aggiungere a quelle più datate e collaudate. Ritengo che sia una bella impresa, anzi, ritengo che si lui che , oggi, tiene sulle spalle l’impresa. Sarà per egoismo, ma credo che non sia salutare mutare gli equilibri e togliere Daniele dal suo ruolo anche perché difficilmente si troverebbe una persona altrettanto equilibrata nel gestire un realtà così delicata come il sito.
      Naturalmente è solo la mia opinione.
      Cari Saluti
      Luca

Leave a Reply


+ 1 = 7

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.