Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Piemonte: Ungulati, modificati tempi e modi

| 30 giugno 2011 | 4 Comments

Caccia, s’allargano le maglie

Cervo2TORINO - La Regione modifica modalità e tempi della caccia agli ungulati
Nel corso della discussione del “collegato alla finanziaria 2011” il Consiglio regionale ha approvato due nuovi articoli riguardanti la caccia, allo scopo – si legg in una nota del Consiglio regionale – di migliorare gli equilibri faunistici e rispondere alle esigenze manifestate sia dal mondo agricolo sia dalle associazioni venatorie.
In base alla nuova normativa, i cacciatori esterni potranno essere ammessi, in misura non superiore al 10% dei cacciatori ammissibili per ogni ATC e al 5% di quelli ammissibili per ogni CA, all’esercizio venatorio per il prelievo di determinate specie faunistiche. Il cacciatore, nella caccia di selezione, sarà accompagnato da esperti incaricati dagli ATC e CA che abbiano seguito un corso formativo secondo le disposizioni dettate dalla Giunta regionale, fatta eccezione per la caccia al cinghiale.
Viene introdotta la possibilità di cacciare per tutto l’anno le specie individuate come nocive; si estende il periodo di caccia agli ungulati (cervi, camosci, caprioli, cinghiali, ndr) dal 1° giugno al 15 marzo; sono state modificate le disposizioni relative al carniere giornaliero e stagionale per il prelievo selettivo degli ungulati. Sempre per la caccia di selezione agli ungulati è consentito nell’ambito dei piani di prelievo selettivo e per le specie cinghiale e volpe l’uso del fucile con canna ad anima rigata.
Per la realizzazione dei piani di contenimento straordinari le Province autorizzano i cacciatori indicati nominativamente, anche a titolo oneroso, dai comitati di gestione degli ambiti territoriali di caccia e dei comprensori alpini competenti per territorio.
“Gli articoli –spiega il presidente del Consiglio regionale Valerio Cattaneo – modificano la legge regionale recante le ‘Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio. I provvedimenti introdotti dal Consiglio regionale anticipano in qualche modo un più organico intervento normativo in materia, come auspicato dalle proposte di legge giacenti presso la commissione consiliare competente che mi auguro possano essere al più presto esaminate dal Consiglio regionale”.

Commenta anche il consigliere regionale della Lega Nord Roberto De Magistris: “Dopo due mesi di sterile ostruzionismo e accese discussioni è stato finalmente approvato, oggi, l’emendamento collegato alla legge finanziaria che viene incontro alle pressanti richieste del territorio, dei cacciatori e degli agricoltori, sul controllo degli ungulati. Esprimo la mia soddisfazione, per l’approvazione di una norma che permetterà di tutelare il nostro territorio e sul quale c’è stato un lungo scontro con l’opposizione”.

Scritto da red.
http://www.verbanianews.it

Category: .In Evidenza, Piemonte

Comments (4)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. francesco cattani scrive:

    Che dire….aspettiamo i commenti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. claudio n torino scrive:

    c’è ben poco da commentare, purtoppo il piemonte anzichè dire che tutte le cacce hanno pari dignita’ e meritano pari rispetto, cerca di mettere la parola fine sulla caccia classica con il cane da ferma o da cerca e vuole completamente eliminare la tradizione sulla caccia alla migratoria.
    che sotto sotto ci sia lo zampino della coldiretti? cordiali saluti

  3. grifonenero scrive:

    Elenco delle specie nocive ?
    Modalità ?

  4. gabriele scrive:

    Mah speriamo che non sia un nuovo mostro burocratico ma, dubito.

Leave a Reply


6 + 4 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.