Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Umbria: ATC3 e responsabilita’ della provincia

| 17 giugno 2011 | 9 Comments

Atc3 Tracchegiani (Italia Federale): “La Provincia si assuma responsabilità politica per l’aumento della tassa ai cacciatori”

Italia_Federale“I presidi organizzati in questi due giorni davanti alla sede della Provincia di Terni per chiedere le dimissioni dei vertici dell’Atc3 e per protestare contro l’aumento di 25 euro della tassa che grava sui cacciatori sono stati un successo, vista la grande partecipazione  e il sostegno dei cacciatori e dei cittadini in generale, che si sono schierati al nostro fianco stanchi della prassi politica per cui si continuano a triplicare costi e poltrone, invece che ridurli drasticamente. Abbiamo posto le basi per un cambiamento sostanziale di un sistema che ormai è definitivamente fallito”.
E’ quanto afferma il presidente nazionale di Italia Federale, Aldo Tracchegiani, in merito alla conclusione dell’iniziativa con la quale per due giorni consecutivi i sostenitori del partito e tutti i cacciatori “liberi” si sono ritrovati davanti alla sede dell’ente ternano per protestare: “E’ ormai palese il fallimento del sistema dell’Atc3 – afferma Tracchegiani – che si è caratterizzato per politiche gestionali, di assunzione di personale e di remunerazione dello stesso fallimentari, a fronte di una manifestata inefficienza che emerge anche dalla lettera inviata dallo stesso Atc3 agli iscritti, in cui si ammette esplicitamente l’adozione di politiche di gestione sbagliate.
A ciò si aggiunge, come già denunciato da Italia Federale, il silenzio delle associazioni venatorie che hanno fatto muro contro questa nostra protesta invece che sostenerla per il bene di tutti i cacciatori”. “Un comportamento – aggiunge Tracchegiani – dovuto a logiche e interessi personali, come dimostra l’esempio del presidente del Comitato Nazionale della Caccia, Sergio Gunnella, che ha raccolto 600 firme contro l’Atc3. Firme sparite dalla circolazione per il semplice motivo che lo stesso Gunnella è entrato a far parte del consiglio d’amministrazione dell’Atc3.
Un fatto di gravità inaudita che spiega come i cacciatori, oggi, debbano guardarsi proprio da chi pretende di rappresentarli. Persone che sono entrate a far parte di quel sistema che ha portato alla distruzione di tutta la fauna selvatica dell’Atc3″. “A questo punto – conclude Tracchegiani – è necessario che la Provincia di Terni non faccia come Ponzio Pilato, dal momento che è il presidente che deve firmare la delibera sull’aumento della tassa, ma piuttosto si assuma le responsabilità politica per questo atto di una gravità inaudita che va contro tutti i cacciatori”.

Ufficio Stampa
Italia Federale

Category: .In Evidenza, Umbria

Comments (9)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Stefano Tacconi scrive:

    Il silenzio delle Associazioni Venatorie che hanno fatto muro contro la tua iniziativa?
    Con chi l’hai concordata?
    Chi hai contattato?
    Hai letto chi “da subito” ha contestato l’aumento della quota?
    Sai chi ha votato contro l’aumento in sede di riunione dell’A.T.C. e chi ha votato a favore?
    Ho avuto rispetto per le tue iniziative, partecipando a tue Conferenze e Convegni anche di carattere politico, come un qualsiasi Dirigente dovrebbe fare.
    Ora tu mi metti al di là del “muro, con gli altri e io ti tratterò come un qualsiasi Politico che ci parla di caccia e ci propina ricette.
    Tu hai referenti politici nel Consiglio Provinciale di Terni, io NO, io ho fatto esprimere in A.T.C. il voto contrario all’aumento della quota, Tu preoccupati di far presentare dai Tuoi referenti in Consiglio un’interrogazione contro l’aumento dell’iscrizione che, per Legge Regionale, è determinata con Delibera di Giunta dalla Provincia…non ci avevi ancora pensato?
    Il resto Te lo dico a quattr’occhi!!!

  2. Caro Stefano sò benissimo che la delibera la deve firmare la provincia non ha caso la protesta si è svolta davanti alla provincia e non davanti all’atc ma tu non sai quanto io nato a narni ami le campagne dove sono nato ed ho trascorso gran parte della mia vita venatoria…vedere distruggere un patrimonio inestimabile per incompetenza e negligenza non posso accettarlo…con questa rispondo anche all’amico gunnella che mi dice di aver cavalcato qualcosa di suo…e meno male che non l’ho cavalcato come lui…ragazzi già tre anni fà attaccai a più riprese eroli per malagestione proponendo tra l’altro in regione una proposta di legge sui ripopolamenti preparata da me e dal compianto presidente Pinotti. non ci stò a vedere lo scempio…tutti a casa e si rifanno i giochi cambiando le regole…zero compensi e tutte le risorse per quello che è la causale per cui si paga l’ambito…gestione competente

  3. ilio scrive:

    Tracchegiani ma non avevi detto, un cacciatore in ogni partito? Cosa centra con l’atc? Centra mio bel Tracchegiani perché è la mano nascosta del partito, quello che governa la nostra Provincia da 60 anni.
    Non per prendere le difese di Gunnella perché sa difendersi da solo, ma un battitore libero come lui che si è preso la briga di chiedere la dimissione e il commissariamento del direttivo dell’atc 3 Ternano Orvietano non ti sembra buona cosa?

    E si caro Tracchegiani perché la male gestione non è cosa dell’ultimora, al contrario è una cosa perniciosa e visto che tu stai sulla “breccia” da 20 anni è più, come mai non hai proposto una raccolta firme e non sei mai stato in grado di fare quanto a fatto Gunnella in così poco tempo?
    .

    Strano che te ne sia accorto solo ora della mal gestione e stai alzando un polverone chiedendo le dimissione del comitato dopo che lo “stalliere” ti ha preparato il cavallo con annessa sella e finimenti.

    Un politico che si rispetti la doveva aver notato e prese iniziative in tal senso molti ma molti anni fa, e adesso, visto che lo “stalliere” ti aveva messo nelle condizioni di scendere in pista e magari vincere la corsa, dovevi ringrazialo invece di prenderlo a calci

    Cosa ti fa pensare che ora che ha avuto un incarico nel comitato di gestione cambi atteggiamento? forse lo accomuni al mestiere del politico? non ti sfiora l’idea che magari invece di fare comunella, potrebbe scoperchiare la pentola?

    Ti da fastidio che sia anche entrato a far parte di un’associazione venatoria che da 20 anni è contro la legge 157? (a scanso di equivoci non è entrato nel CPA. S ) ma tu dicci un po che tessera associativa tieni in tasca e proteggi? O ti da fastidio che abbia scelto di “gemellarsi” con Club Le Torri invece che con il tuo Club.

    Caro Tracchegiani tu sei un’altra delle persone conosciuta in questa piccola Regione e come tale sei monitorato sia politicamente che venatoriamente e non mi sembra affatto che tu abbia riscosso nel corso della tua carriera politica e politica/venatoria molti applausi e fatto proseliti tenuto conto delle molteplici bandiere con cui sei uscito a fare comizi,e soprattutto, la tua politica e p./ venatoria non è che ha prodotto risultati degni di nota per questa Regione.

    Sai quale è la disavventura che mi ha colpito visto che non ho più una casa politica? e che li Partito Cacciambiente in cui avevo riposto tutte le mia speranze, in questa Regione ha fatto accordi elettorali con il tuo partito.

  4. tracchegiani scrive:

    scusa ilio ma hai detto una serie di inesattezze incredibili che solo un partigianop potrebbe fare
    vorrei ricordarti unpò la mia brevissima storia politica.
    Mi sono candidato alle europee in assenza di altro candidato umbro disponibile ed ho ottenuto un bel risultato nel 2004
    l’anno successivo sobno diventato consigliere regionale batrtendo due veterani
    , in cinque anni di consiglio ho fatto 5 proposte di legge sulla caccia, sentinella ambientale…
    deroghe 1 deroghe due e legge sui ripopolamenti.
    Riguardo al colore politico da an sono passato alla destra di storace come fondatore dopo aver combattuto un congresso provinciale perso 1200 a 1300 con frode…( hanno corrotto una mia assistente
    finita la stagione della destra dove nel giro di un anno sono diventato capo dell’organizzazione nazionale ho deciso di non ricandidartmi alle regionali dimostrandoi dio non essere soggetto attaccato alla poltrona.
    il 12 maggio di un anno fà ho fondato italia federale….vatti a guardare sul sito il programma venatorio

  5. ilio scrive:

    Caro Tracchegiani tu traccheggiavi nelle stanze dei bottini al tempo di Bartoli e Ciprietti, era nei lontani anni 90.
    In quanto alle bandiere se non era un tuo omonimo ( Aldo Tracchegiani) ti sei vestito anche con la bandiera della lega in un piccolo paesino del perugino poi andato a finire a tarallucci e vino.

    Tu dici che sono partigiano? Forse lo sono nella misura in cui un cacciatore mi ha chiesto se ero contento di come era gestita la caccia in Umbria e più precisamente a Terni, se non lo fossi stato se ero disposto a firmare per mandarli a casa, cosa che ho fatto e fatto fare nel mio piccolo con immenso piacere.

    Se ti può consolare sappi che se l’iniziativa fosse partita da te avrei fatto la stessa cosa, in quel caso sarei stato un partigiano per la tua iniziativa.

    Come ho fatto per Gunnella lo avrei fatto anche con te cioè ringraziandoti per la buona e importante iniziativa senza la restituzione del favore perché oltre a non rientrare nel mio DNA perché non sono politico ho fatto un favore a me stesso in quanto cacciatore (anche se non caccio in Umbria e potevo baipassare la cosa) oltre naturalmente a tutti quei cacciatori ternani non politicizzati e con le mani in pasta.

    Caro Tracchegiani come ogni politico avete il mal costume di mescolare le carte , con me non attacca, piuttosto che lodare le tue gesta rispondi in senso compiuto, conciso , veritiero alle domante che ti ho posto almeno saggiamo il tuo modo di fare politica.

  6. tracchegiani scrive:

    sei in malafede mi dispiace tutti sanno che fino al 2004 il mio impegno politico è stato pari a zero…..purtroppo esistono sempre gli assistenti contrari e i denigratori come te ma la cosa per me importante è aver fatto tutte le mie azioni con serietà e con l’unico faro che deve alimentare la politica il mettersi a disposizione per i cittadini

  7. ilio scrive:

    Già è stato un tuo omonimo, lo colpe sono sempre degli omonimi, mannaggia a chi li ha inventati, invece i meriti sono sempre ad personam.
    Mi ricordo come se fosse ora il Ciprietti che diceva Tracchegiani a presentato questo, ha votato quest’altro si e astenuto, ha votato contro, purtroppo la persona che di cui parlo grande AMICO E CACCIATORE, ci ha lasciato ancor prima del 2004, come a confermare che sia stato un tuo omonimo e non Aldo Tracchegiani qui presente che è sceso in campo nel 2004.

    E’ una storia si perde nella notte dei tempi che chi dice le cose come stanno e soprattutto in faccia viene preso per denigratore , sfasciatutto si fa anche molti nemici e rischia denuncie , mentre chi striscia, è falso, è millantatore, e parla dietro le spalle è sempre il benvenuto e gli si fa l’inchino o lo si applaude a scena aperta.

    Preferisco avere molti nemici, io ho scelto di camminare eretto come l’evoluzione dell’uomo ha dettato. Non fraintendermi non è rivolta alla tua persona

    Lascia anche a me il privilegio di rivendicare medaglie visto che qui sono quasi tutti a rivendicarle

    Non salgo sul palco ma le mie belle riunioni e battaglie per dare indirizzi di voto e di associazionismo venatorio le realizzo anche io, magari ad uso “famigliare” 5/6 amici alla volta, l’importante è farlo non servono mica mega sale da banchetto.

    In tempi remoti mi avvalevo delle carte, la buona salute famigliare, e mettevo a disposizione il mio poco tempo causa lavoro, ora sono cambiate le condizioni sono in pensione, la salute è precaria, all’ora metto a disposizione una bella pianta di noci dove sorseggiare una bella birra fresca, comode seggiole, il silenzio della campagna, con l’aiuto del meteo belle giornate e serate primaverili, e il PC per commentare gli eventi, il resto viene da solo.

    Le soddisfazioni me lo sto levando da tempo anche perché spesso sempre più spesso gli amici portano altri amici e sono contornato anche da gente a me totalmente sconosciuta.

    Mi sembra di essere un “santone” ma senza obolo e scambio di favori, mica sono un politico. Soprattutto perchè mi piace la compagnia e parlare di caccia, in tasca non me ne viene nulla, e solo e soltanto passione per la caccia, il rispetto di noi cacciatori, e sbugiardare quanti sfruttano l’immagine dei cacciatori per i loro affari anche e soprattutto tra le nostre file.

    Certe posizioni, commenti, botte e risposte, inserti pubblicitari etc..etc.. sono eloquenti specialmente negli ultimi tempi.

    La storia per quanto mi riguarda finisce qui anche se aspetto ancora le risposte ma non importa, ci risentiremo a filippi.

    Stammi bene.

  8. tracchegiani scrive:

    Vedrai che presto cambierà tutto gli amici cacciatori non sono più disposti a farsi prendere in giro da nessuno compresi i cortigiani sciocchi che mentendo e sapendo di mentire cercano di danneggiare le poche persone pulite che veramente vogliono mettersi a disposizione.
    Io non ho mai perso una sfida e questa la faccio con me stesso presto tutto cambierà i referendum ne sono stati una prova i cittadini non sono più ciechi

Leave a Reply


6 + 2 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.