Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

FIDC (Bg): Grave diffamazione della caccia

| 16 giugno 2011 | 74 Comments

Bergamo, 16.6.2011

Spett.le
REDAZIONE BIGHUNTER.IT

Spett.le
REDAZIONE ILCACCIATORE.COM

COMUNICATO CON PREGHIERA DI PUBBLICAZIONE SUI VS SITI INTERNET

SERVIZIO TG1 ORE 20,00 DEL 15.6.2011: GRAVE DIFFAMAZIONE DEL MONDO DELLA CACCIA

Ieri sera, come troppo spesse ormai accade, la cena mi è andata di traverso.
Al minuto 33 del TG1 mi sono dovuto gustare il servizio sull’aquila trovata nel pollaio ad Ardesio, a pochi km da casa mia, e consegnata alle cure dell’Oasi Val Predina del WWF.
Il povero aquilotto denutrito aveva preso di mira un pollaio ed è stato comodamente preso con le mani dalla proprietaria.
Niente di che, normale amministrazione di scene di convivenza tra uomo e animali selvatici nella società moderna dove l’uomo fortunatamente può permettersi la perdita di una gallina o di un pollo. Un tempo all’aquila sarebbe toccata una sorte diversa.
Fin qui tutto bene.
Ma poi la perla: la giornalista afferma che l’aquila era denutrita e sottopeso a cuasa delle difficoltà a nutrirsi per carenza di prede, dovuta al fatto che la zona è intensamente sfruttata dalla caccia.
Sono sdegnato!
Premesso che le relazioni del Parco delle Orobie che insiste sulla zona sono del tutto diverse, e non sono fatte dai cacciatori, stiamo parlando di una delle più grandi d’Italia – se non la più grande – destinata a SIC e ZPS!!!
Stiamo parlando di una zona letteralmente invasa dalle marmotte, preda principale dell’aquila. Di una zona ricchissima di camosci e stambecchi. Dove la caccia al gallo forcello e alla coturnice è stata chiusa per due anni su proposta degli stessi cacciatori. Dove l’anno scorso sono stati abbattuti 9 galli forcelli sui 18 concessi. Dove tutte le specie stanziali, ove la caccia è consentita, vengono prelevate sulla base di piani di abbattimento preventivamente approvati dall’ISPRA!
Ma è chiaro che l’aquila rivolga la sua attenzione ai pollai! Da che mondo è mondo i predatori in natura scelgono le prede più comode… da che mondo è mondo chi viveva – e faceva vivere – gli alpeggi sulle Prealpi e Alpi Orobie sapeva che il suo “nemico” principale era l’aquila, perché galline, capretti e agnelli l’aquila se li sudava meno di forcelli, marmotte, piccoli di camoscio e di stambecco.
Ma oggi gli stessi animalisti, con il ghigno saccente di chi sa che storcendo la verità riesce a far pagar pegno ai cacciatori, negano la natura stessa.
Questo fa arrabbiare, ma se vogliamo è il gioco delle parti.
Che il TG1 però dia un’immagine tanto distorta, facendo a livello nazionale vera disinformazione, che il principale organo di informazione nazionale con una frase semplice semplice, ma messa lì non a caso, denigri il mondo e l’arte della caccia in modo tanto spudorato e micidiale, non lo tollero.
In qualità di Presidente della Federcaccia Provinciale di Bergamo mi sento in dovere di intervenire per tutelare l’immagine dei cacciatori bergamaschi, chiamati in causa in prima persona per questo episodio, nonché di tutti i cacciatori. E anche per tutelare la mia immagine, perché agli occhi di tutta la nazione io sarei il presidente di chi provoca la denutrizione delle aquile e, in sostanza, di chi altera gli equilibri dell’ecosistema.
Questa volta non è mia intenzione chiedere o elemosinare rettifiche, dibattiti, repliche.
Questa volta io mi rivolgerò direttamente alla Procura della Repubblica, ma mi auguro al contempo che tanti cacciatori non manchino di comunicare alla Redazione del TG1, con la civiltà e l’educazione che ci contraddistingue, di non poter tollerare che con i soldi del canone si faccia disinformazione e si denigri un’intera categoria.

Avv. Lorenzo Bertacchi
Presidente FIDC Provinciale di Bergamo

FEDERCACCIA
SEZIONE PROVINCIALE DI BERGAMO
Via Serassi, 13 – 24125 Bergamo
tel. 035 225379 • fax 035 4135955
e.mail fidc.bergamo@fidc.it • www.federcacciabergamo.it
Codice Fiscale: 80023210166

Category: .In Evidenza, Federcaccia, Generale, Lombardia

Comments (74)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. peppol@ scrive:

    Lodevole iniziativa ma come ripeto da giorni siamo nel 2011

    • Lorenzo Bertacchi scrive:

      infatti nel 2011 io che ho i capelli neri devo correre a mettere toppe dove non ci hanno difeso i cacciatori che hanno i capelli bianchi e cho ogni giorno su queste pagine sono capaci solo di criticare chi prende iniziative gridando che è tardi. Dimenticano che quando era presto era compito loro intervenire.

      • peppol@ scrive:

        Bertacchi mica ce l’ho con Lei….ho scritto lodevole iniziativa, peccato che sia tardiva…vede io sono stato federcacciatore fino a 2 anni fa perchè pensavo che con i miei soldi il mio “sindacato” mi difendesse, invece andava in TV solo per la campagna tesseramento…Auguri

        • Ombra scrive:

          peppol@
          Abbi almeno il buon senso e la sensibilità di rispettare chi in un modo o nell’altro si preoccupa della caccia.
          Tu eri un federcacciatore e probabilmente te ne sei andato perchè non avevi voglia di fare nulla per la caccia.
          Adesso puoi stare li bello e tranquillo, come la tua nuova associazione.

      • cele scrive:

        Peppola !! hai il permesso di dire a quale sezione sei iscritto :lol:

        • peppol@ scrive:

          ANUU….cavolo come sono permalosi in Federcaccia…l’emorragia di tessere gli da alla testa…Sig. Ombra io lavoro per me e la mia famiglia, reputo una AAVV il mio Sindacato della caccia e per questo PAGO con eurini veri affinchè mi difenda…in FIDC c’è gente SUPER pagata per fare il BENE della caccia…a me delle assemblee dove dicono quante lepri o fagiani mollano e doce ritiri il gadget non me ne può fregare di meno…ancor prima dell’anno 2000 misi in guardia in un’assemblea FIDC di Villa Carcina del pericolo animalista via internet e televisione…mi dissero, bravo giusto vigileremo…..il resto è storia di oggi….saluti e magari ci dica pure chi è, a me quelli che non si fanno vedere o si firmano mi pagano poco l’occhio… :mrgreen: :mrgreen:

  2. francesco cattani scrive:

    I cacciatori hanno delegato le AAVV per fare queste denunce,ma come al solito riuscite soltanto a farle sui nostri siti dove vorremmo vedere il vostro impegno a 360° e a fianco di noi cacciatori.Aspettiamo il resoconto e l’esito della vostra denuncia e magari anche la vostra richiesta alla RAI di una smentita e di una informazione corretta e priva di demagogia strumentale contro la caccia.

  3. Turdide scrive:

    Lodevole iniziativa Bertacchi, ma come mai non coinvolge anche il neocostituito CRCA di cui se non erro Lei è socio fondatore? (non è che gli iscritti fidc orobici non vedano molto di buon occhio questa cosa?) :roll:

    • Lorenzo Bertacchi scrive:

      C’era esigenza di intervenire subito senza se e senza ma. non volevo aspettare il placet di qualcuno. C’era da replicare a botta calda e lo sto facendo anche mandando il comunicato alle testate giornalistiche e televisive interessate. Come Presidente FIDC potevo agire. e l’ho fatto. Come presidente di cacciatori bergamaschi ritengo che l’offesa specifica sia più grave e fondata sia la querela per diffamazione. poi chiunque vuole affiancarmi è ben accetto. Ma non mi interessa far un’operazione di piazza. voglio fare di tutto per ottenere un risultato che ritengo scarosanto.
      Il CRCA ora partirà anche a Bergamo e prenderà piede. Purtroppo io essendo anche Presidente dell’associazione oggi mi trovo a far fronte anche al calendario e al piano faunistico e il tempo per arrivare dappertutto è troppo poco…

      • cele scrive:

        e con lo statuto com’è??

      • Federcacciatore Bergamasco scrive:

        Lorenzo non sarebbe il caso di organizzare un Provinciale d’urgenza per spiegare a tutti noi tesserati questa tua doppia posizione?
        personalmente non sono assolutamente d’accordo che un mio dirigente sia anche il fondatore di un movimento politico (perchè di questo si tratta, non giriamoci intorno) – culturale.
        un Federcacciatore della Val Brembana

      • Bèrghem scrive:

        Lorenzo quand’è che convochi un Provinciale d’urgenza.
        Come tesserato fidc (e siamo in tanti a pensarla così) non sono molto d’accordo che tieni il piede in 2 scarpe..mi spiego meglio, non ritengo corretto che un dirigente della mia Associazione (che dovrebbe essere al di sopra delle parti) sia anche socio fondatore di un movimento politico (perchè è di questo che si tratta, non giriamoci intorno) – culturale.
        Penso che prima di fare una mossa del genere dovevi quanto meno sentire come la pensavano i tuoi associati (alias i presidenti delle sezioni comunali che rappresenti), non credi? sarebbe stata una questione di correttezza.
        Un federcacciatore della Val Brembana

        • peppol@ scrive:

          già che ci sono possono unirsi a quelli di Brescia…per spiegare per benino :mrgreen:

        • Turdide scrive:

          Qui sono stati un pò più furbetti (almeno sulla carta), visto che la firma di Bruni (presidente provinciale fidc) non appare da nessuna parte e ufficiosamente fa anche finta di non sapere nulla sul crca (fa nulla se hanno mobilitato le sezioni accondiscendenti a raccogliere, quasi porta a porta, le probende con il blocchetto delle tessere :lol:).

        • Lorenzo Bertacchi scrive:

          Il CRCA è stato presentato al Consiglio Provinciale di Federcaccia. Io non vedo nessuna incompatibilità, stante il fatto che le due cose sono entità distinte e con funzioni distinte. Oggi il CRCA non è ancora un partito: sono tra i fondatori in quanto era necessario partire. Se non c’è fusione con Caccia Ambiente è anche perchè il CRCA non è nato come partito, e spera di evitare di diventarlo: vuole essere un pungolo. Appena ne avrò la possibilità state tranquilli che ne uscirò. Ho già troppo da fare per i tre anni che mi mancano di mandato per tornarmene a casa a fare l’orto.

    • Lorenzo Bertacchi scrive:

      Bisognava partire subito. Come Presidente FIDC non devo chiedere a nessuno se sta bene o male pubblicare una certa cosa. Il CRCA ora partirà anche a Bergamo, e magari deciderà di sporgere anch’egli querela. Io qui cerco di fare le cose per massimizzare la possibilità di centrare il risultato con un occhio di attenzione alla procedura penale

      • nino scrive:

        Caro avv. Bertacchi, lodo alla sua iniziativa, ma non condivido una cosa: perché ritiene che la FIdC sia cosa Sua e quindi “…non devo chiedere a nessuno se sta bene o male pubblicare una certa cosa. ” Una stretta di mano, Nino

        :?: :?: :!:

        • Lorenzo Bertacchi scrive:

          State tutti a lamentarvi se le associazioni non fanno nulla o sono lente nel reagire. Guardatevi bene: riflettono la Vs immagine…

    • Ombra scrive:

      probabilmente hanno bisogno degli occhiali.

  4. 308 scrive:

    Sempre e solo proclami su media del settore…mai una volta che si veda una smentita ad un Tg.
    tirate giù dal quadro ottocentesco l’avvocato e mandatelo in Viale Mazzini per una volta…. anzi, no! Meglio che non lo veda nessuno :roll:

    • Lorenzo Bertacchi scrive:

      sto inviando note anche alle testate giornalistiche e televisive, ovviamente. Qui le pubblicano, là spero che almeno le citino senza cambiarne il contenuto. I media del settore servono per sapere agli interessati che c’è qualcuno che almeno si muove…

      • 308 scrive:

        Se i risultati non si vedono, vuol dire che quel qualcuno si sta muovendo male.Eppure i mezzi economici alla FIDC non mancano e con quelli si smuovono anche le montagne di solito……….. :roll:

  5. Argo scrive:

    Complimenti all’avv. Bertacchi per l’ottima iniziativa di voler convocare in tribunale gli imbrattacarte del tg1. Ma quelli di rai 3, di canale 5, Italia 1 e tutta una serie innumerevole di carta imbrattata, niente?
    Ma questo genere di iniziativa, non sarebbe opportuno che le prendesse il Suo presidente nazionale, il Gian Luca o è troppo impegnato a portare i cani a passeggio per sporcare i marciapiedi?
    Sono 20 anni che in occasione dell’apertura generale della caccia i famosi “ambientalisti” ci insultano e ci diffamano via tv spazzatura e via carta imbrattata senza che i nostri sentano la necesità di intervenire a difesa di chi li sostiene lautamente con le loro tessere.
    Non ce l’ho con Lei o con il suo presidente nazionale, visto che non è l’unico colpevole della nostra disfatta, ma mi domando se non sia ora che una parte dei soldi che versano i cacciatori con le loro tessere, si possano indirizzare a cause civili e penali nei confronti di chi con leggerezza ci denigra a titolo puramente gratuito. Basta buttare risorse in gare di tiro al piatto o manifestazioni che non servono a nulla.
    Un augurio perché la Sua iniziativa giunga a buon fine nella speranza che anche le altre associazioni si costituiscano perte civile nel Suo intento.

    Saluti
    Argo

    • peppol@ scrive:

      BRAO, sono anni (decenni) che ci distruggono a livello d’immagine non a caso ho scritto che siamo nel 2011….

    • Lorenzo Bertacchi scrive:

      Ho visto il TG1. Il TG3 Regionale quello scellerato commento non mi pare l’avesse. adesso devo controllare anche gli altri TG… Il TG2 credo che avrà fatto lo stesso servizio. Le reti Mediaset non le ho viste. Se qualcuno di voi ha indicazioni in tal senso mi sarebbe di grande aiuto se volesse contattarmi a mezzo e-mail al seguente indirizzo lorenzo_brt(CHIOCCIOLA)libero.it

  6. huntervlad scrive:

    un sincero apprezzamento va alla nota inviata dal Presidente della FEDERCACCIA di Bergamo, circa il servizio “dell’aquila nel pollaio” del TG1 delle 20:00 del 15.06.2011, ove in maniera davvero ostile si continua a denigrare il mondo della caccia in Italia ed i cacciatori tutti. Vorrei proprio sapere dove avrebbe studiato “ornitologia” la giornalista autrice del servizio, che afferma senza indugi, che le cause che avrebbero costretto il rapace a buttarsi in un pollaio alla ricerca di cibo, sarebbero da attribuirsi ai cacciatori, che in parole povere, avrebbero decimato le prede naturali del volatile. Questa è pura ignoranza. e ribadisco ignoranza con la ign… maiuscola. Dunque da buon cacciatore, serio e corretto, mi sento in dovere di non avallare le affermazioni della giornalista, ma bensì di darle rivolgendomi ad ella, alcune nozioni sulla natura di questi nobili uccelli, che vengono chiamati RAPACI, proprio per il fatto che essi vivono di “RAPINA”. Inoltre rientra nella natura di ogni predatore naturale, rivolgere le sue attenzioni sulle prede più facili da catturare, soggetti malati, feriti, cuccioli e che cmq abbiano minor possibilità di sfuggire alla predazione. Quindi, cara giornalista, cosa c’è di più facile preda di una gallina in un pollaio? Ed ancora, mia cara giornalista, poichè operando nell’informazione di un TG, è SUO DOVERE, fare giusta informazione, la prossima volta, prima di mandare in onda un servizio, rifletta. I cittadini vogliamo notizie vere non bestialità.

  7. cele scrive:

    Per risollevare l’immagine del cacciatore potreste fare come la stagione scorsa: sanzioni aggiuntive!! :mrgreen:

  8. Giusti Giacomo scrive:

    Comunque sia il buon Minzolinii non fa`un bel servizio al suo partito,lo fara`alla su donna,ma non al nano.
    E`l’ora di spendere un po`di soldi e portare questa gente in tribunale tutte le volte che diffamano una ctg di cittadini onesti che praticano la loro passione riconosciuta dalle leggi italiane ed europee.

  9. Marco scrive:

    IO non capisco tutte queste critiche,per un’iniziativache credo finalmente vada nella direzione giusta.
    Questi se non li fai pagare,non se la smetteranno mai.
    Da parte mia vanno i complimenti più sentiti all’avvocato,ed inoltre invece di criticare facciamo anche come ci ha suggerito…subbissamo di e-mail di protesta il sito del tg1,io la mia già lo mandata!

  10. massimiliano scrive:

    Vi è da meravigliarsi ????? Tutte le reti televisive,sia quelle in “mano” al centrodx sia quelle manipolate dai compagni exbolscevichi,mantengono da sempre linee anticaccia.Quindi dove è la novità ???
    Lode alla FIDC per aver dato risalto a ciò,ma nessuna novità.Purtroppo è così,volere o volare.
    E auguriamoci che non venga peggio,dopo domenica……….

  11. renzo scrive:

    Ecco cosa NON MI PIACE !
    Non sto parlando del servizio trasmesso denigrando gratuitamente la caccia dal TG1. Cosa ovvia che uno di noi si senta in dovere di arrabbiarsi . Se non altro perche veramente stufi di MENZOGNE e di gente che della Natura non conosce nulla, non sa nulla, se non quello trasmesso dalla tv ( di stato e non ) ,veri e magari bellissimi, documentari che lasciano però il tempo di una trasmissione televisiva , senza emozioni, freddi ed ectoplasmatici, come solo lo schermo sa essere .
    Gli altri , che noi conosciamo, lo sanno ,ad esempio, che per girare certi documentari, su animali pericolosi, dietro al cameramen che riprende il conduttore con la faccia simpaticamente televisiva e fotogenica, c’è il cattivone armato ? Ma questa pare un’altra storia !

    Mi arrovello ,però, ancor di più leggendo commenti che cercano in tutti i modi di essere dall’altra parte della barricata perche magari si legge il nome del personaggio che “”pratica la caccia parlata “” o non si è in sintonia con le sue idee di gestione .
    Insomma, se questo modo di vedere le cose continua ad essere tale , non lamentiamoci se gli altri, che tutti conosciamo ci affossano sempre più nel letame. Altri che non sanno distinguere un aquilotto da un merlo , che non sanno che il rapace, come qualsiasi altro animale preda il proprio cibo spendendo meno energie possibili.
    Questo che si parli di Aquile, di cormorani, di marmotte, di cinghiali, di anatre o di qualsiasi animale che dir si voglia .
    SVAGLIAMOCI …. UNITI però !

  12. Marco scrive:

    Ho controllato sul sito del tg1,si puo rivedere il servizio è c’è il nome della signorina che l’ha fatto,perchè anche le altre associazioni non si muovono subito per denunciare la sua incapacità e chiederle il risarcimento danni???

    • nino scrive:

      Per il semplice fatto che le AAVV sono tutte politicizzate come tutte le redazioni dei TG nazionali e quindi devono rispettare il volere del padrone. Non ho mica detto di Belusconi…. :lol: :twisted: :mrgreen:

      • Ombra scrive:

        nino
        guarda caso la FIDC si è mossa, non è che magari sia meno politicizzata delle altre.

        • peppol@ scrive:

          Mi scusi ombra ma lei dove vive ? Ha fatto più denunce, querele esposti Cacciambiente in 2 anni che c’è che la Federcaccia da quando è nata…plaudo l’iniziativa ci mancherebbe ma adesso non tiratevela troppo

  13. ennio scrive:

    Complimenti avvocato Bertacchi per l’ottima iniziativa ,cosa che in pochi fanno…si è vero ieri sera a tanti la giornalista del TG1 ha mandato di traverso la cena,gratuitamente…..anzi no questo perchè anche noi paghiamo il canone,per poi sentir dire stupidaggini…mirate!!!!!!!!

  14. Roberto Traica scrive:

    Una richiesta a Caccia Ambiente partito politico mi sembra più azzeccata , perche non rivolgersi a loro. Solo noi possiamo aiutare noi

  15. henri (Radere igor) scrive:

    Brutti cattivoni ingordi che non siete altro. Non avete lasciato neppure un bamby alla piccola e denutrita aquiletta. Dovreste solo vergognarvi, volete prendere tutto voi.
    Un consiglio per chi ha in gestione la povera bestiola. A Padova, questi cattivoni :mrgreen: dei cacciatori non sono ancora riusciti a fare massacri, e sono invasi da animali selvatici, portatela là a trascorrere la degenza, farà prima a rimettersi.
    E avreste il coraggio di sporgere denuncia contro un povero/a giornalista che racconta la verità?
    Siete solo dei mostri :mrgreen: :mrgreen:

  16. Ezio scrive:

    Solo per poter imparare qualcosa e senza alcuna minima intenzione di polemica, parola di giovane marmotta!!… ed anzi , visto che sono decenni che TUTTI mi dicono che il “penale” non ci sta mai, anche per episodi ben più gravi di questo, vista la libertà di opinione e che i reati devono essere indirizzati non ad una categoria ma ad una singola persona ecc ecc ecc ecc , vorrei conoscere l’ipotesi di reato della vicenda qui in esame.

    Ringrazio e mi complimento per l’iniziativa!!!

    Ce ne fossero di persone come te!! Di Federarci o di qualsiasi altra AV!!!

    Per ora, a dire il vero, abbiamo visto solo Caccia Ambiente muoversi in tal senso.

    • Ezio scrive:

      Dimenticavo…curioso poi di sapere come andrà a finire, ovvio… anche seeee…. :roll: vabe, ottimista per una volta!! :D

      • renzo scrive:

        hai presente le famose bolle di sapone ? ……………………………..dopo un poco scoppiano e non resta nulla .
        Che bel Paese…….. da 150 UNITO !

        • peppol@ scrive:

          unito solo quando c’è da festeggiare :twisted:

        • Ombra scrive:

          peppol@
          non stanno parlando di te ……….

        • peppol@ scrive:

          Sig. Ombra leggendo in questa discussione i vari interventi pare che il circo Barnum non sia più credibile…i dati parlano da soli… la FIDC è in fase calante…Gli stessi capoccia di Brescia parlano di 3/5 anni…Auguri

  17. ilio scrive:

    Certo tutto lodevole, persino queste iniziative, peccato che le si intraprenda con ben 20 anni di ritardo dopo che un semplice raffreddore si è trasformato in cancro e le metastasi hanno intaccato non solo il popolo ma anche molti cacciatori.

    Trovo patetico che il nazionale si disinteressi alla cosa e certe iniziative debbano scaturire da un singolo, se pur Presidente.

    Il nazionale salterà fuori con qualche bel comunicato quando si avvinerà la vendita delle tessere e Gadget medi in Cina, per ora tutto tace , tutto nelle norma. :evil: :evil:

  18. ilio scrive:

    Dimenticavo comunicazione di servizio basta digitate sul pc tg mediaset e si possono rivedere i tg interessati su quel giono. :lol: :lol: :lol: :lol:

  19. fabrizio scrive:

    il presidente della Federcaccia di Bergamo ha tutte le ragioni a reagire con una querela ad un’ accusa cosi’ sragionante e denigratoria contro un’ intera categoria di persone, e sono compiaciuto che in federcaccia qualcuno si comincia ad attivare contro l’ ondata di mistificazioni e -talvolta- di menzogne che certi personaggi piu’ o meno visibili sui mass-media da almeno 20 anni…………MEGLIO TARDI CHE MAI………

    …….MA LE ALTRA ASSOCIAZIONI VENATORIE…….CHE FANNO????

    date il buon esempio anche alle rispettive dirigenze nazionali: UNITEVI PER RIBATTERE A QUESTO ULTERIORE INSULTO !!!

    Fabrizio

    • Ombra scrive:

      fabrizio
      le altre associazioni ci sono solo quando c’è da criticare federcaccia, per racimolare qualche briciola che cade.

      • Bagnolesi Giovanni scrive:

        E falla finita di difendere Federcaccia che è la responsabile di questo schifo di legge. Le altre aa.vv. RICONOSCIUTE dove sono?

      • cele scrive:

        caro ombra è chiaro che a tuo dire qui molti abbiano bisogno di occhiali…ma è fin troppo chiaro il lancio pubblicitario di ………….non stuzzicare + del dovuto da bravo!!!!

  20. Bekea scrive:

    Suvvia ragazzi facciamo i seri: per una volta tanto che leggiamo che un presidente provinciale della Fidc fà qualcosa per difendere la categoria, qualcuno si permette di criticarlo, suvvia siamo comprensivi. :D :D :D Dimenticavo, ma dovè stà la Fidc di Bergamo dove i cacciatori attendono che qualcuno dia loro notizie per la questione delle deroghe. E’ a conoscenza il direttivo provinciale sulla proposta presentata i Regione dalle opposizioni, nei siti di caccia non trovo commenti riguardo a questa notizia, silenzio impressionante 8O 8O 8O

  21. Bagnolesi Giovanni scrive:

    Dia uno schiaffo morale a federcaccia rassegnando le dimissioni irrevocabili ad una associazione che da 18 anni a questa parte NIENTE ha fatto per la caccia ed i cacciatori italiani. Dopo se nè riparla. Federcaccia = male del secolo.

    • Ombra scrive:

      Bagnolesi
      mi piacerebbe sapere però quello che hai fatto tu o la tua associazione. Oppure quello che stai facendo tu e quello che sta facendo la tua associazione.
      Le critiche sono facili.
      Lo schiaffo anche non morale lo dia lei a se stesso.

      • Bagnolesi Giovanni scrive:

        Io faccio parte con orgoglio del CPA. La MIA associazione è stata boicottata pur avendo i numeri per ottenere il riconoscimento che la 157/92 prevede e guarda caso anche l’associazione che Lei sta difendendo ha fatto a suo tempo ricorso al TAR per il non riconoscimento. Certo è difficile accettare che nuovi entrati portino via parte dei capitali che vengono divisi annualmente tra i soliti noti. Qual’è il male del CPA secondo Lei? Le rispondo subito. Il male sarebbe quello di distrarre parte dei famosi € 5,16 che se riconosciuta verrebbero meno nelle casse delle famose sorelle. Lasciamo perdere gli schiaffi che Federcaccia mi sembra nè abbia dati a milioni in questi 19 anni di malcostume venatorio prettamente italico.

    • Lorenzo Bertacchi scrive:

      Chi lascia un’associazione senza fare nulla per cambiarla, senza impegnarsi al suo interno, come non ha fatto nulla in quella non farà mai nulla nemmeno nell’altra. Lo schiaffo morale dovrebbe dareselo da solo davanti a uno specchio chi è solo capace di lamentarsi, ma non fa nulla per cambiare le cose.

  22. sciura scrive:

    è il presidente FIDC di Bergamo mica …roma….. vai lorenzo!

  23. Bagnolesi Giovanni scrive:

    Ma il Suo presidente nazionale, il compagno di Rifondazione Dall’Olio cosa dice di questa vicenda? Perchè non prende un’iniziativa a nome della più grande AA.VV. nazionale per difendere almeno i diritti dei prorpi tesserati? Le mie rimostranze mi auguro che siano portate avanti da Cacciambiente, l’unica che con i fatti si è fatta portavoce dei diritti di tutti i cacciatori italiani.

    Bagnolesi Giovanni

    • Ombra scrive:

      sig Bagnolesi
      mi faccia sapere anche quale iniziativa ha preso il Presidente della sua associazione.
      Poi ci confrontiamo.
      Salveeeeeeeeeeeeeee

      • Bagnolesi Giovanni scrive:

        Sono abituato, per regola, a parlare con persona che hanno un nome ed un cognome comunque accetto ugualmente la Sua provocazione. Lei mi chiede cosa abbia fatto il CPA per la caccia in Italia. Senz’altro molto di più di quello che non ha fatto Federcaccia e che poteva fare. La Federcaccia di Lucca ha sempre osteggiato qualsiasi miglioria dell’attivtà venatoria essendo CONTRARIA ad ogni modifca favorevole di ampliamento di tempi e specie cacciabili, tempi e specie che possono essere tranquillamente allungati, i primi, e cacciate, le seconde, nelle famose AFV di proprietà di tanti dirigenti importanti di TUTTE LE AA.VV. RICONOSCIUTE. Con me Federcaccia non fa proseliti. Ho un bellissimo nipotino di 5 anni ma mi creda non crede alla favola dell’asino che vola.

        Con cordialità

        Bagnolesi Giovanni – CPA Lucca

  24. Ezio scrive:

    Visto che le altre associazioni raccolgono le briciole che lascia cadere FIDC, significa che sono talmente insignificanti che non contano e non hanno mai contato nulla.

    Ergo, se la logica di base esiste ancora nascosta da qualche parte, FIDC è l’associazione che conta più di tutte.

    Fatto questo semplice ragionamento le domande che sorgono immediate potrebbero essere:

    A) – Com’è OGGI la situazione caccia in Italia??

    B) – Come vengono gestiti e quali risultati hanno portato gli atc italiani, perlopiù tutti governati da FIDC e simpatizzanti, in termini di habitat e presenza di selvatici, a distanza di 20 anni dalla loro creazione??

    Grazie per le eventuali cortesi risposte.

  25. ilio scrive:

    Di sicuro non hanno creato danni alla caccia quanti ne ha creati la fidc.

    Detto questo credo che le critiche se le sia tirate dietro la stessa fidc con il suo fallimentare operato in qualunque settore delle caccia abbia messo mano, e le stesse, mai smentite dai fatti.

    Gli atc, e la loro gestione, i ripopolamenti, il ripristino ambientale, le zrc, le leggi, il loro peso, politico, l’efficienza dell’ufficio legale e stampa ne sono la prova lampante delle più grande av italiana, infatti, ora la caccia è un bignè ripieno di crema nera.

    8) 8) 8) Maliziosi che avete capito intendevo cioccolata :lol: :lol: :lol:

    Poi certo è nelle facoltà di ognuno credere che gli elefanti decollino e prendano quota ma questa è un’altra storia. :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  26. Caterina scrive:

    Meglio questo che niente, non credete? Ieri sera ho visto in diretta il servizio dove la paffuta signora a mani nude prendeva il rapace nel pollaio. Mi sono chiesta.. ma quest’Aquila è drogata? francamente non mi è mai capitato di vedere un rapace ( una volta mi è capitato con una poiana che era rimasta intrappolata e non mi sembrava per nulla socievole ) cosi mansueto. Mi sono indignata e ho scritto una bella letterina di protesta al TG1, credo che gli sia arrivata alle 21.30 perchè l’ho scritta di getto. Inutile dire che ho dovuto preparare una damigiana di Camomilla per mio marito :D oltre all’antiemetico per effetto di quel servizio falso e tendenzioso.

  27. Giacomo scrive:

    Dall’ultimo giornalino di Fidc si evince che l’attuale dirigenza Fidc sta lavorando per un risanamento del bilancio, una revisione dello stauto e forse di una nuova struttura della stessa. La difficoltà del bilancio dicono che è aggravato dal continuo aumento e lievitazione dei costi assicurativi, per cui si stà lavorando anche per questo, per evitare che l’assicurazione diventi troppo onerosa. In più quest’anno la Federazione si è dotata di recente di due Uffici scientifici, dedicati allo studio dell’avifauna uno per la migratoria l’altro per la stanziale. Questo per portare la federazione ad un tipo Europeistico in modo da avere dati scientifici validi sull’avifauna forniti anche dal mondo della caccia e non solo dalle organizzazioni ambientaliste e dell’Ispra il cui comportamento dovrà rientrare in canoni equiparati a questi ulteriori studi che si faranno. Questo se non anche per fare in modo che quei 10 giorni di prolungamento a Febbraio non vengano strumentalizzati attraverso calendari venatori alla luce di quanto detto nella legge comunitaria. Per me questo significa che in Fidc l’aria è cambiata e si sta facendo in modo di recuperare agli errori ed al tempo perso in passato che ripeto non serve rivangare ogni volta che si vuole denigrare e non costruire. Non si puo risanare una situazione così delicata avuta in eredità da questa nuova amministrazione Dall’Olio, questo lo si deve capire non stare a dire sempre quello che fu. Del perché il presidente abbia detto che lui cacciava solo con i cani, io credo che abbia voluto dire che non sempre un vero cacciatore ha bisogno del fucile anche per dare un’immagine diversa della caccia ai milioni di spettatori che ascoltavano la trasmissione. A volte le cose possono avere diverse interpretazioni, e poiché si parla del presidente della più grande Federazione caccia io credo che non si occupa un posto così se non si è innanzitutto vero cacciatore ed una persona rispettabile e dignitosa.
    Detto questo tanto per intenderci e mettere i puntini sugli ì…..mi dovete dire: se già un presidente Fidc si sta prendendo l’onore e l’onere di denunciare alla procura della repubblica quello che è stato detto contro i cacciatori perchè lo dovrebbe fare anche la Fidc Nazionale ? A me sembra che se criticate la Fidc per gli errori del passato lo fate solo perchè del presente non avete niente da dire, e quando la Fidc come in questo caso sia provinciale che nazionale fa una cosa a difesa della caccia e dei cacciatori comunque trovate il pelo nell’uovo per citicare, e questo non va bene ! Ma io mi domando e dico, perchè lo fate ? Non è che vi da fastidio a voi di altre federazioni non riconosciute per paura che vi si decurtano gli iscritti ? :roll: Continuate così !! Io continuo a dirvelo: cercate per il bene della caccia di convogliare in Fidc facendo una sola federazione perchè uniti si può fare meglio e non pensate di farne una sola con il pensiero che sia il padre ad andare con il cappello in mano dai figli a chiedere di unirsi in un’unica famiglia. Io così la vedo, ma mi posso anche sbagliare. :roll: Salutiamo

    • peppol@ scrive:

      Giacomo quando si diceva che la FIDC era nella c….ca per la mal gestione qualcuno rideva…ora invece salta fuori che sono messi male….cacchi loro….unita del mondo venatorio quando mai….troppe sedie in ballo…auguri

  28. Giorgio Sardegna scrive:

    Giusto denunciare …bra…..ver…….protestare contro al TG1.Perche non si fanno un esame di coscenza ?di cosa vogliamo parlare della fine della caccia,di certo non voluta dai cacciatori.adesso vogliono rigettare le colpe su queste persone .Ma non fatemi ridere …..svegliamoci..C.A Cagliari..Ciao

  29. ennio scrive:

    scusatemi….ma più che rinfacciarci le malefatte delle varie AA.VV…(credo che tutte hanno i loro peccati)…perchè non cercare di lavorare insieme ?????….attenti che la nostra fine potrebbe essere molto vicina……!!!!!!!!!!!! andate al sito quì riportato …leggete e …meditate gente ..meditate…

    http://genio.virgilio.it/questions/legge_caccia_specie_rischio_1490111148956/

  30. Lorenzo Bertacchi scrive:

    Non capisco perchè chi scrive su questi blog asserendo di un presidente di sezione comunale di Bergamo per chiedere o lamentarsi non mi rivolge direttamente le stesse domande FIRMANDOSI. Ricordo ai miei presidenti comunali che la sede della FIDC di Bergamo è a Bergamo in Via Serassi 13.

Leave a Reply


6 + 7 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.