Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Cagliari, La rivolta degli uccelli

| 13 giugno 2011 | 305 Comments

Cornacchia_GrigiaCagliari, La rivolta degli uccelli

“Gli uccelli”, uno dei film più oscuri e inquietanti di Hitchcock, prodotto nel 1963 con un seguito nel 1993. Un film horror fantascientifico che si sta realizzando in Sardegna.

A Cagliari i casi di attacchi degli uccelli si stanno moltiplicando. A puntare il becco contro i cittadini sono le cornacchie che vivono sui tetti, arrivando al punto di perseguitare la gente.

In via Bandello, alcuni di questi uccelli hanno impedito, per giorni, ad un giovane di uscire di casa.

Nella zona pare che la ribellione degli uccelli sia scaturita dopo che una donna aveva salvato un pullo di cornacchia dall’attacco di un gatto, riportandolo poi vicino al nido.

Da quel giorno la donna si è vista planare sulla testa le cornacchie adulte, ogni qualvolta usciva di casa, che così racconta: “Arrivavano a sfiorarmi, ma non mi hanno mai beccato, mi seguivano e gracchiavano”.

Pare che ora l’emergenza sia cessata, poiché il capo stormo delle cornacchie, è stato investito e ucciso da un’auto in transito.

http://www.aciclico.com

Category: .In Evidenza, Curiosità, Sardegna

Comments (305)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Argo scrive:

    Complimenti, Sig. Pisano. Vedo che almeno Lei ha focalizzato una delle cause che ha generato la perdita delle biodiversità. Aggiungo anche che certo mondo agricolo cialtrone o incapace, per comodità e per interesse, ha avvelenato l’ambiente con pesticidi di vario genere rendendo sterile l’ambiente, senza contare la meccanizzazione dell’agricoltura spinta all’estremo e che nulla lascia sul terreno, nemmeno le briciole che garantirebbero la soppravivenza di tante specie faunistiche o la lottizzazione delle campagne che, cementificato tutto, ha fatto crescere non funghi ma case, casette e casini con relative strade di accesso illuminate e asfaltate a spese dell’ambiente. In quell’ambiente dove cresceva e prosperava la pernice, ora prosperano le topaie di quegli stessi straccioni che oggi imputano al cacciatore la perdita della biodiversità.
    Sempre in riguardo alla pernice ( Alectoris Barbara ), è utile ricordare anche che non è raro il suo prelievo in massa con la tecnica del grano intinto nell’alcool o con la carabina ad aria compressa del tipo a libera vendita che può essere in possesso di chiunque al di la del porto d’armi.
    Oggi, come cacciatore anche sensibile e responsabile verso quell’ambiente e quella biodiversità che garantisce la mia stessa soppravivenza venatoria, devo sentimi dire che la colpa della rarefazione della sevaggina è mia, per cui c’è sempre qualcuno che si sente in dovere di prendere provvedimenti estemporanei mettendo solo ed esclusivamente me cacciatore in condizioni di labilità e di attacco da parte di quelle guardie venatorie capaci di sindacare se il mio cane è o non è legalmente riconosciuto per l’esercizio della caccia in base al suo pedigree, o se alle 12.01 prendo quella lepre che fino ad all’ora ha fatto impazzire i cani per scovarla.
    Credo che un pò tutti siamo normodotati di quell’intelliggenza che ci contradistingue da certi animalisti. Vediamo di usarla.

    Saluti
    Argo

  2. Pietro da Arzachena (SS) scrive:

    Argo
    hai espresso il mio stesso parere per ciò che stanno facendo alla nostra isola sfruttandola a nostre spese. Aggiungo che si e’ permesso ad allevatori di tutta l’isola di abbattere foreste intere per far pascolare più pecore e creare deserti come tu hai giustamente detto. Io poi vivendo nel comune della costa smeralda sono totalmente contrario a continuare a far costruire ville, complessi ecc. Che levano via territorio per soli fini speculativi, solo perché dicono che l’ediliziia e’ il motore trainante dell’ economia di questa zona. Non a caso la maggior parte degli assessori che si sono avvicendati in comune questi anni erano o sono diventati imprenditori edili. Ora basta!! Abbiamo circa 250.000 posti letto ma le fogne sono adatte per 20000 persone come anche il servizio di nettezza urbana. Nonostante ciò qui arrivano lavoratori da tutta l’isola perché nei loro paesi c’è fame e chi ci guadagna sono spesso gli speculatori che non sono certo sardi. Tutto questo per dire che il territorio verde sta mano mano scomparendo! Come si interviene non lo so e non ho i poteri per dirlo o farlo. Ci ho tenuto pero’ a dire come la penso in merito. Ecco perché dobbiamo cercare di preservare per il futuro ciò che oggi abbiamo.
    Saluto cordialmente

    • Pietro da Arzachena (SS) scrive:

      Aggiungo inoltre che d’estate troppi turisti fregandosene dei vari cassonetti sparsi per le spiaggie lasciano di tutto sull’arenile perché sanno che le ditte comunali l’indomani mattina faranno ritrovare la spiaggia pulita. Poi non parliamo dei camperisti che si fermano spesso a scaricare liquami dove gli pare. Ecco perché avrei tanto voluto che si inserisse la tassa camper di 3000 euro da pagarsi quando il camper sbarca nell’ isola a prescindere!!! Ma questo ultimo mio pensiero e’ solo un sogno e mi scuso se non ha nulla a che fare con la caccia

      • Ezio scrive:

        “…e mi scuso se non ha nulla a che fare con la caccia…”

        Tutte le attività umane hanno a che fare con l’ambiente e pertanto di conseguenza anche con la caccia.

        Quando la maggioranza avrà compreso questo. vedremo finalmente la luce in fondo al tunnel.

        Per ora, siamo in piena galleria e a fari spenti…o quasi… :(

        • Giovanni59 scrive:

          .. e su!! se guardi bene ma proprio bene, comincia a intravedersi una luce in lontananza….. :wink:

  3. Pierpaolo scrive:

    Bravi Argo ,Pietro d’Arzachena e Pisano COCORDO IN TOTO.

  4. Marco Efisio Pisanu - Pres. Reg. CPA Sardegna scrive:

    Buonasera a tutti,
    non so se vi siete accorti ma in risposta al mio post del 22 giugno inviato alle ore 12.58, oggi 23 giugno 2011 alle ore 17.54 ha risposto il Presidente di Federcaccia, copio e incollo:
    Federcaccia Sardegna precisa di non aver ancora discusso di una proposta sul calendario venatorio da inviare o da sostenere in sede di Comitato Regionale Faunistico.
    Pertanto neppure il sottoscritto od altri sarebbero potuti intervenire alla riunione di Uras formulando od avallando altre proposte a nome di Federcaccia.
    Non ho avuto neppure l’occasione a tutt’oggi di parlare della sua proposta con l’amico Roverati al quale ho precisato trattarsi di sua iniziativa personale ottenendo suo corretto riscontro.
    Franco Sciarra
    Dire che sono allibito è poca cosa!
    Non capisco il motivo per il quale l’Avvocato Sciarra abbia fatto questo comunicato, quando Lui stesso mi ha telefonato la sera del 8 giugno scorso per ringraziarmi dell’invito e per comunicarmi che a causa di impegni presi (comunicato anche con nota del 8/6/11 prot. 811/11) non poteva essere presente, dicendomi anche che per la FIDC era comunque presente Robin Roverati.
    Non aggiungo altro, dico solo che dai tabulati telefonici si può verificare la veridicità di quanto ho affermato.

    Marco Efisio Pisanu

  5. Marco Efisio Pisanu - Pres. Reg. CPA Sardegna scrive:

    Buonasera a tutti,
    non so se vi siete accorti ma in risposta al mio post del 22 giugno inviato alle ore 12.58, oggi 23 giugno 2011 alle ore 17.54 ha risposto il Presidente di Federcaccia, copio e incollo:
    Federcaccia Sardegna precisa di non aver ancora discusso di una proposta sul calendario venatorio da inviare o da sostenere in sede di Comitato Regionale Faunistico.
    Pertanto neppure il sottoscritto od altri sarebbero potuti intervenire alla riunione di Uras formulando od avallando altre proposte a nome di Federcaccia.
    Non ho avuto neppure l’occasione a tutt’oggi di parlare della sua proposta con l’amico Roverati al quale ho precisato trattarsi di sua iniziativa personale ottenendo suo corretto riscontro.
    Franco Sciarra
    Dire che sono allibito è poca cosa!
    Non capisco il motivo per il quale l’Avvocato Sciarra abbia fatto questo comunicato, quando Lui stesso mi ha telefonato la sera del 8 giugno scorso per ringraziarmi dell’invito e per comunicarmi che a causa di impegni presi (comunicato anche con nota del 8/6/11 prot. 811/11 in mio possesso) non poteva essere presente, dicendomi anche che per la FIDC era comunque presente Robin Roverati.
    Non aggiungo altro, dico solo che dai tabulati telefonici si può verificare la veridicità di quanto ho affermato.
    Marco Efisio Pisanu

    • Alessandro federighi scrive:

      Marco ieri sera ho preso un aperitivo con l”avvocato, mi ha detto ciò che ha confermato lui stesso in questo post,,,,,,,,,,,,,,,,saluti :roll: :roll: :roll:

      • Pierpaolo scrive:

        Alessandro io non lo ho ne visto ne sentito ma mi sarebbe sembrato strano ….. :roll:

      • Marco Efisio Pisanu - Pres. Reg. CPA Sardegna scrive:

        Alessandro,
        io di errori ne ho fatti tanti, ma ho sempre detto la verità, Dio mi è testimone!
        Ripeto che sono allibito, ancora non capisco la motivazione, o meglio posso intuirla ma non posso scriverla…
        In fede
        Marco Efisio Pisanu

    • Pierpaolo scrive:

      Marco E.P. spero vivamente un un suo repentino recupero emozionale..
      Adesso la prego:::::Riportiamo il discorso nei giusti binari e riniziamo a discutere di calendario venatorio lontani da rancori asti o personalismi che nuocerebbero alla Caccia..lasci perdere tabulati e via dicendo e pensiamo alle prossime scadenze magari raccogliendo la voce della base che come detto e ridetto chiede poche cose ma buone,:wink:

  6. Antonio Pisano scrive:

    Carissimo Argo vorrei sapere, se non sono indiscreto, in che Associazione sei…?In tal caso potresti fornirmi il tuo recapito telefonico? lo puoi tranquillamente inviare all’indirizzo email del cspt.italia.

    Saluti cordiali

  7. Alessandro federighi scrive:

    Oggi il collegato alla finanziaria è legge…………………anche la norma che riguarda la canna rigata……………..leggetela così la possiamo commentare, giustamente ai cacciatori di cinghiale a cui interessa…………….saluti :roll: :roll: :roll:

    • Alessandro federighi scrive:

      PS: se fossi un presidente di aavv la studierei , per poter dare consigli corretti ai miei tesserati………….adiosu :roll: :roll: :roll:

    • Pietro da Arzachena (SS) scrive:

      Dove l’hai vista?

      • andrea scrive:

        Guarda sul sito del consiglio regionale

      • Pietro da Arzachena (SS) scrive:

        Visto!!
        Bè almeno ora sarà chiaro il calibro utilizzabile perchè prima qualcuno si sarebbe potuto confondere e andare a caccia con armi in calibro .22.

        • Alessandro federighi scrive:

          Pietro rispecchia la 157 ……………non poteva succedere ciò che dici perchè fino a ieri la norma sarda era lacunosa e quindi in tal caso ci si doveva rifare alla 157 comunque…………compresi i colpi …………..saluti

        • Pietro da Arzachena (SS) scrive:

          Alessandro non sono cosi ottimista come te.
          C’è molta ignoranza sulle armi e sulle leggi che le riguardano. A volte a causa delle troppe norme che riguardano lo stesso tema. Comunque almeno da oggi sulla voce “canna rigata” ci sarà chiarezza anche in Sardegna

        • Alessandro federighi scrive:

          Pietro ti capisco,ma prova a ragionare da controllore,,,,,,,,,,,,,,mi trovavi l”ultima gg di caccia grossa con una argo 30-06 con caricatore omologato………….5colpi …………….come ti saresti comportato???in base a che avresti proceduto???saluti

        • Alessandro federighi scrive:

          Petro x discorso ignoranza hai ragione ma prescinde dalle leggi:quando tiravo al piattello(da pollo)a volte andavo con amici fuori,una volta un tuo collega a malpensa ci ha lasciato a terra perchè secondo lui porto d”armi non era titolo sufficiente per darci l”ok per imbarco fucili su areo………….eravamo 12……………lo presi da parte e gli spiegai che secondo me stava sbagliando,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,mi rispose che l”ag. di p.g. e p.s. era lui………………….morale non partimmo perche si puntò, a quel punto chiamai il113 arrivò un commissario di ps che lo cazziò malamente ……………………ci pregò per non denunciarlo per omissione d”atti d”ufficio,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,eppure prima sembrava un leone………………………quindi a prescindere dalla chiarezza della norma domani vedremo persone denunciate per i colpi, vedrai,ma esiste già tanta giurisprudenza in tal senso…………………………adiosu!!!!!!!!!!!!!1 :roll:

        • Pietro da Arzachena (SS) scrive:

          Alessandro finiamo questo discorso. Io l’ultima giornata di caccia grossa ho usato un Hekler e Koch SLB 2000 + in calibro 308 win con caricatore da 2 colpi. Perchè? Leggi l’art. 13 della Legge 157/92 e più precisamente:

          L. 11-2-1992 n. 157
          Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio.
          Pubblicata nella Gazz. Uff. 25 febbraio 1992, n. 46, S.O.
          Aggiornata alla L. 4 giugno 2010, n. 96 – Legge comunitaria 2009

          art. 13 comma 1
          L’attività venatoria è consentita con l’uso del fucile con canna ad anima liscia fino a due colpi, a ripetizione e
          semiautomatico, con caricatore contenente non più di due cartucce, di calibro non superiore al 12, nonché con fucile con
          canna ad anima rigata a caricamento singolo manuale o a ripetizione semiautomatica di calibro non inferiore a
          millimetri 5,6 con bossolo a vuoto di altezza non inferiore a millimetri 40.

          ecco il link:

          http://www.gevbologna.org/home/component/content/article/69-leggi/180-aggiornata-la-legge-1571992.html

          Devi sapere che la convenzione di Berna è stata recepita dall’Italia e resa esecutiva con legge 5 agosto 1981, n. 503. come descritto all’art. 1 comma 4 della Legge 157/92.

          Secondo te quindi come avrei proceduto???? :cry: :cry:

          Alessandro lo vuoi capire che canna liscia o canna rigata semi-automatica: massimo 3 colpi.
          sottolineo “semi-automatica”.

          Ovviamente se vai in riserva e spari un cinghiale con un’arma semi automatica puoi mettere un caricatore omologato.
          Convinciti e fatti convincere non lo dico per testardaggine
          Saluti!!!!

        • Alessandro federighi scrive:

          Pietro tu sai cosa farò quest2anno al cinghiale perchè te l”ho già detto,ma vorrei che qualcuno che ne sa più di noi si esprima per farci cacciare tranquilli a prescindere dai colpi………………..io ti avrei risposto che la caccia al sus scrofas meridionalis NON é CONSENTITA in quanto non prevista dalla 23/98 come specie cacciabile …………………..come te lo devo dire che il cinghiale sardo non esiste più???quindi di fatto decade la protezione di berna sulla specie odierna e la regione su cause oer incidenti stradali l”ha usata (invano)come tesi per non pagare,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,guardati qualche sentenza,,,,,,,,,,,,,,,,,,,alla fine siamo solo ie e te che discutiamo su sto discorso…………………è possibile che i Berlato ecc, non intervengono, visto che sono più dotti di noi :lol: :roll: :roll: saluti

        • Alessandro federighi scrive:

          Pietro aggiungo………………….perchè in riserva posso usare caricatore????NOn sarà mica perchè li il meridionalis non c”è di sicuro????Oppure se le bestie provvengono da un allevamento certificato di meridionalis???qui stà il nocciolo del problema,se un legislatore non ha messo la sottospecie sarda nella legge pensi sia dovuto a dimenticanza o a ignoranza???o dal normale ragionamento razionale???saluti

        • Alessandro federighi scrive:

          PS:Però mi dici di leggermi l”art.13della 157 (che ho letto bene e li mi dice che ho limiti solo per il calibro)ma tu perchè non citi mai nel ragionamento l”art 48 della 23/98……………specie cacciabili in sardegna?????La 503 dell”81 la conosco (grazie a te),,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,saluti ,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,speriamo in interventi SUPERIORI…………………..chiarificatori :lol: :lol: :lol: ciaoooooooooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

        • Pietro da Arzachena (SS) scrive:

          Alessandro
          in riserva o meglio ZAC o Azienda Agrituristico Venatoria si spara animali lanciati quindi decade il discorso “numero colpi”.
          Tra le specie vi è scritto “sus scrofa” che comprende le 3 razze presenti in europa e cioè:
          Sus scrofa scrofa;
          Sus scrofa majori
          Sus scrofa meridionalis.

          Quindi scrivendo sus scrofa si comprendono tutte e 3 le specie.

          in fine l’art. 13 dice: caricatore contenente 2 cartucce e ciò comprende anima liscia e rigata

        • Alessandro federighi scrive:

          Pietro ora ti sei palesato:errore tecnico sull”interpretazione dell”art.13 della 157 che nel liscio limita calibro e colpi,mentre nel rigato limita solo il calibro(ma questo è giurisprudenza da tanto )…………………per il problema “riserve”non decade nulla per i mezzi consentiti(non si possono usare i pallettoni comunque)…………….ma il nocciolo è sulla specie che in riserva non è meridionalis…………………………………..saluti!!!!!!!!!!! :roll:

        • Pietro da Arzachena (SS) scrive:

          Va bene hai ragione

        • Alessandro federighi scrive:

          Pietro vai ,quando hai voglia e tempo, sul post Berlato tutelare manif. sportiva di Albertone di 2-3 gg fà……………..cosi per curiosità poi mi fai sapere……………ciao

        • Alessandro federighi scrive:

          Nooooooooooooooo………………………….a sassari dicono “la rasjoni si dà a li macchi :lol: :lol: :lol: :lol: ………………..non dico che ho ragione ,ma penso che il concetto espresso possa calzare………………..vedremo ,non ho la verità in tasca,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,ma se devo usare la carabina a 3 colpi lo devo fare perchè è giusto così ,non perchè a qualcuno piace così!!!!!!!!!!!!!!saluti :lol: :lol: :lol: :lol:

  8. Pierpaolo scrive:

    Alessandro ti confesso la verità a me queste armi fanno un pò paura……,sono sicuramente ignorante in materia magari un’antico Cacciatore tradizionalista di quelli doppietta e cani con campano per intenderci ma dopo averci sparato al poligono (facendo zero) in una recente dimostrazione pubblicitaria ho ancora impresso il rumore dell’esplosioni che mi hanno riportato indietro di 26 anni quando allora Caporal Maggiore Istruttore alla Gonzaga portavo le reclute al poligono…….:cry: :cry: Per non sbagliare quest’anno il “giocattolino” non lo comprerò (non vado a caccia grossa)ma bensi ho ordinato un’elmetto .

  9. andrea piras scrive:

    Almeno si è fatta luce sul calibro che si puo utilizzare, visto che alcuni avevano dubbi, ci si è semplicemente accodati alla legge nazionale, ora vedremo cosa si decidera’ per il numero di colpi.Pierpaolo, sai cosa ti dico, che un elmetto lo indosserei anche entrando in un manicomio dove i pazienti in mano hanno un martello.Se la gente la considera un giocattolino e comunque non si presta la dovuta attenzione è pericolosa come qualsiasi altra arma.Non so che tipo di caccia fai, pero ti assicuro che anche a beccaccie con la doppietta se spari senza sapere chi c’è dietro il cespuglio fai danno.Inoltre nel resto italia è utilizzata da anni, addirittura certe regioni o aziende ti impongono il suo uso, e non vanno a caccia con l’elmetto.Un ultima cosa, ti invito a guardarti alcuni filmati di caccia al capriolo all estero dove sparano in pianura con tali armi e non succede nulla.Comunque rispetto le tue idee pero’ ti consiglio di riprovare tali armi magari in compagnia di qualche amico che l’ha vedrai che ti dara soddisfazione quanto e piu di una doppietta, parlo sempre per la caccia al cinghiale.Saluti.

    • Alessandro federighi scrive:

      Andrea se la regione non mette limiti, sarà come in Italia a prescindere da berna,che essendo una convenzione, sono gli stati membri a doverla rispettare,non il cacciatore in assenza di leggi adeguate,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,Pierpaolo la rigata a palla è PI§ SICURA del vecchio 12………..il punto di impatto è uno a prescindere dalla gittata,mentre nel 12 non è sempre uno visto la tendenza ai rimbalzi……………..certo tutte le armi in mano a deficienti sono pericolose,ma la macchina fà molti ma MOLTI più morti di qualsiasi altra malattia in europa………………quindi per l”elmetto ti dico che se fumi(esempio) è molto più pericolosa tale pratica per te………………….adiosu!!!!!!!!!!!!! :roll:

      • Pierpaolo scrive:

        Ciao Federighi volevo solo condividere con voi una mia SENSAZIONE nel provare quell’arma e nel sentirne il rumore che ripeto è alquanto inquietante.L’unica perplessità che ho riguarda l’ecessiva gittata che da quello che mi dice il mio armiere può raggiungere a seconda del calibro anche i 4-5 chilometri…..Alghero- Fertilia per intenderci.Oggi ricordavo con un amico la giornata di chiusura della scorsa stagione venatoria quando impostati su una collinetta in attesa del rientro dei colombacci alcuni esagitati cacciatori (con la c minuscola)si divertivano a tentare bersagli disposti sugli eucalipti facendoci cag..re sotto nonostante la distanza sentivamo fischiare le palle…..almeno,però, sentendoli a poche centinaia di metri mettersi daccordo su chi doveva sparare ci davano il tempo di imboscarci operazione difficile a chilometri………immagina il povero pescatore con la sua bolognese sul moletto di Fertilia:lol: …..è solo una macabra battuta naturalmente:wink:

        • Alessandro federighi scrive:

          Pierpaolo a parte gli scherzi un12 a palla a 1km uccide………………..mica poco e………le armi in mano alle persone sbagliate sono pericolose, tutte,ma ricordiamoci che bisogna sparare verso case ,strade ,ecc a una volta e mezzo la gittata………………..saluti

    • Alessandro federighi scrive:

      :wink: Per il calibro continuo a asserire che non c”erano dubbi…………come vi siete regolati le ultime gg di caccia grossa l”anno scorso con calibro e colpi???I dubbi erano solo per chi voleva far divenire poco chiaro una cosa chiara ……………………….saluti :wink:

      • Pier Luigi Pilia scrive:

        Io aveva una 30-06 a ripetizione manuale con caricatore da 5 colpi, dunque in regola, e mi è andata pure bene perché ho preso una scrofetta, ovviamente della specie “sus scrofa meridinalis” :wink:

        • Alessandro federighi scrive:

          Siiiiiiiiiiiiiiiiiiii meridionalis…………………..di plastica……………..poi sus scrofa meridionalis non è elencata fra le specie cacciabili :lol: 8O :?

        • Alessandro federighi scrive:

          Bolt-action???anche con una argo semi-automatica a 8 colpi non avresti dovuto aver paura di nulla ……………….capito???

        • Pier Luigi Pilia scrive:

          ….guarda la foto in questo link: http://www.ilbraccoitaliano.net/forum/showthread.php?t=31213&page=3 e poi dimmi se non ho ragione.
          Quando mi è passata a tiro lo riconosciuta dalla targa!
          Ovviamente scherzo….
          Scusa ma la specie in oggetto è cacciabile seguendo opportune regole, infatti è inserita nell’allegato II del trattato di Berna, o no?
          Saluti :wink:

        • Pier Luigi Pilia scrive:

          ..scusate…l’ho riconosciuta…

        • Alessandro federighi scrive:

          PierLuigi è lo stato membro o regione nello specifico che deve fare una eventuale legge che rispetti berna ,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,finchè tale legge o decreto non esiste , vale la 157…………………..da oggi anche la nostra legge è aggiornata…………………………la 23/98 alla specie cinghiale è chiara:sus scrofa………………………….ma questo perchè cacciare il cinghiale sardo e come cercare di cacciare i dinosauri……………………è estinto …………………..non c”è storia!!!!!!!!!!!!!adiosu :roll:

        • Pier Luigi Pilia scrive:

          La mia era solo una scherzosa provocazione, so benissimo che di cinghiali puri non ce ne sono ….anzi molto probabilmente sono incrociati con i maiali.
          Saluti

        • Alessandro federighi scrive:

          Pierluigi dove cacci il cinghiale???Più che incrociati con i maiali , sono ibridi di “maremmani” usati tanti anni fà dalle autogestite per il ripopolamento………………..da allora 25 anni fà circa, il meridionalis è andato a sparire……………….poi qualcuno(???)forse ci si avvicina,ma ho i miei dubbi,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,guarda la tua scrofetta, così a occhio un paio di anni , quella aveva già fatto 2 leve………………………….saluti :roll:

        • Pier Luigi Pilia scrive:

          Io caccio ad Urzulei.
          Ti posso dire con certezza che gli incroci con i maremmani li puoi trovare tra Urzulei ed Orgosolo, nella zona dietro Gorroppu, nuraghe Mereu o li vicino isomma.
          Infatti sono di grossa stazza ed arrivano tranquillamente a 80-100kg, poi ci sono altre zone, diciamo tra Baunei, Urzulei e Triei dove trovi quelli di piccola taglia dalle orecchie piccole e muso un po più lungo rispetto ai precedenti.
          Qui trovi anche quelli incrociati con maiali, a volte infatti si prendono capi “pezzati” ma con il corpo da cinghiale, orecchie piccole ..etc..etc.
          In base a queste osservazioni mi sono fatto l’idea che la sottospecie sarda sia molto difficile da trovare; come ho detto in un post precedente “fagocitata da vari incroci”.
          Certo sarebbe molto interessante studiare questi animali per capire se effettivamente si possa ancora parlare di “sus scrofa meridionalis”. :?
          Saluti

        • Alessandro federighi scrive:

          Pier Luigi di fatto la 23/98 non parla di “meridionalis”……………..anche a Caprera ce ne sono pezzati(pintulini in gallurese), grossi e più piccoli eppure sono di vero ceppo maremmano(importato)……………….la piccola stazza la impone l”insularietà oltre alla specie……………………saluti

  10. Pietro da Arzachena (SS) scrive:

    Alessandro:
    Caprera è un discorso a parte infatti dal 27 giugno prossimo io e altri 76 aspiranti frequenteremo presso il parco di la maddalena un corso di sele-controllore atto all’eradicazione della specie che specie non è. vedi il bando nel sito “la maddalena park”.

    • Alessandro federighi scrive:

      Sono a conoscenza del progetto , il comandante della stazione CFR v.a. è un mio caro amico,ma di fatto tale specie è in tutta la Sardegna uguale, l”eradicazione è dovuta perchè nell”arcipelago il cinghiale non c”è mai stato ……………………….!!!!!!!!!!!!!!saluti

  11. gianluca scrive:

    il cinghiale che dite voi “su fromigagiu” sui nostri monti Capoterra qualcuno si trova ancora 8)

    • Alessandro federighi scrive:

      :D Siiiiiiiiiiiiiiiiiiii…………………………cosa avete fatto li lo avete recintato prima delle immissioni di ceppo maremmano???? :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

  12. gianluca scrive:

    va be ciao salvati

    • Alessandro federighi scrive:

      spero sempre,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,ma che intendi???la risposta scherzosa non ti garba???? :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

      • gianluca scrive:

        no non mi gaeba perchè non ti sto dicendo c@@@@@e capito!

        • Alessandro Federighi scrive:

          Gianlùùùùùùùùùùùùùù………………….calma non intendevo sfotterti………………ista galmu………….adiosu :( :( :(

        • Argo scrive:

          La specie “Sus Scrofa Meridionalis”, quella che in Sardegna conosciamo come “formicchiere”, di fatto non esiste più, almeno dal punto di vista biologico. Più o meno marcatamente, a seconda degli areali, l’iquinamento genetico ormai ha colpito tutti, per cui non è raro prendere qualche cinghiale che dall’aspetto apparentemente risponde alle caratteristiche del formichiere, ma per certi versi non corrisponde per questioni, per esempio, di peso colore del mantello o lunghezza delle orecchie.
          Purtroppo, il “formicchiere” ce lo dobbiamo dimenticare, anche perché non ci sono recinzioni che tengano e Federighi, anche se scherzosamente, non ha sbagliato a parlare di “recinzioni”.

          Saluti
          Argo

  13. ALESSANDRO CANNAS scrive:

    Ho letto sta disquisizione sulla’arma rigara,l’articolo in questione sui mezzi di caccia fa due chiarissime disquisizioni,la prima riguarda il cal 12 anima liscia e i suoi colpi.Ad un certo punto dopo la virgola di dice NONCHE che in Italiano significa ANCHE nonché con fucile con
    canna ad anima rigata a caricamento singolo manuale o a ripetizione semiautomatica di calibro non inferiore a
    millimetri 5,6 con bossolo a vuoto di altezza non inferiore a millimetri 40.

    In questo caso la specifica dei TRE COLPI E’ RIFERITA ESCLUSIVAMENTE AL CAL 12…E non riguarda le carabine semi-automatiche,in tutta Italia vengono usate con piu’ di tre colpi nelle battute al cinghiale,o in selezione con la classica carabina con ottica, caricata a piu’ di tre colpi..Io faccio anche selezione e carico tre-quattro- cinque colpi.Se poi una Regione vuole limitarne la capacita di fuoco puo’ farlo con legge regionale o altro atto.Ma adesso il rigato non ha limite a tre colpi.

    • Argo scrive:

      Per l’italico vizio di rendere tutto fumoso ed oscuro, in parlamento regionale si è varata una legge che se fosse stata scritta dalla donna delle pulizie, probabilmente non avrebbe generato tanta confusione. ( niente di personale contro le donne, sia chiaro, è contro certi amministratori e avrei da ridire :evil: ) Siccome il legislatore non ha reso abbastanza misteriose le norme, sembra che a complicare le cose ci si siano messi un po tutti a dire la loro. Io compreso. Credo che Fedeli abbia scritto qualcosa in merito, chiarendo quello che sostanzialmente riporti tu.
      Pietro da Arzachena sostiene che si possa usare cartuccia con bossolo inferiore a 40 mm purché di calibro superiore al 22 ( millesimi di pollice ). Anch’io avevo sentito di una simile opportunità, e non ho motivo per di dubitare di Pietro, però, non per diffidenza, ma per mancanza di fiducia nei confronti di certe guardie, preferisco andare sul sicuro e partire con le misure minime certificate. 5,6 x 40 mm.
      Cannas, a te che hai esperienza in tal senso, puoi dirci se oltre al calibro e al numero di cartucce da poter impiegare, ci sono anche altre norme da dover rispettare, come l’uso delle altane per esempio?
      Cannas, sappi che io non ne capisco una mazza di fucili a canna rigata.
      Grazie

      Saluti
      Argo

      • Giovanni59 scrive:

        Pietro da Arzachena sostiene che si possa usare cartuccia con bossolo inferiore a 40 mm purché di calibro superiore al 22 ( millesimi di pollice ) “Centesimi” di pollice, circa 5,58mm. I calibri chiamati 300/308 ecc, sono espressi in millesimi. Saluti. :wink:

        • Argo scrive:

          Hai ragione. Effettivamente è così.
          Mi scuso per il banale errore.

          Saluti
          Argo

        • ALESSANDRO CANNAS scrive:

          Si possono usare cal 222 rem,223,rem(calibri minimi,con bossolo superiore o identico al 40mm) e via dicendendo.PER le altane generalmente si deve chiedere il permesso al proprietario del fondo,cosi e’ in toscana.Ma non esiste nessun limite al caricatore per i rigati.

        • ALESSANDRO CANNAS scrive:

          Si anche con palle di diametro superiore al 5,56 ma con bossolo inferiore ai 40mm dimenticavo…

      • Alessandro federighi scrive:

        :roll: Grazie Alessandro per la precisazione,per me è sempre stata chiara,non così per l”amico Pietro,,,,,,,,,,,,,,,,,comunque xArgo givedi nel collegato alla finanziaria è passatala legge sulla rigata che riprende esattamente la 157……………….per il discorso calibro ora è scritto ed è chiaro ,ma con l”altra leggina anche se non chiara, ci si doveva ATENERE alla 157 in quelle 2 gg di caccia grossa che l2ha liberalizzata………………..saluti

    • Alessandro federighi scrive:

      Ale scusa ma visto che ci siamo che dici su Berna e ilMeridionalis???saluti :roll:

      • Alessandro Cannas scrive:

        Anche sulla convenzione di berna,lascia ampio spazio ai paesi aderenti la possibilita’ di normare le proprie leggi in merito ai mezzi di uccisione,nei divieti,la convenzione di berna non da un divieto specifico ai rigati parla genericamente di armi..semi e automatiche…Il legislatore Italiano ha concepito la 157 in maniera conforme altrimenti la procedura d’infrazione sui mezzi di caccia era gia’ partita da tempo..Sui meridionalis che vuol dire?

        • Alessandro Federighi scrive:

          Tra le specie di tutela della convenzione di Berna è citato il sus scrofa meridionalis(cinghiale sardo-corso), ma di fatto oggi tale animale è stato fagocitato da incroci con altri ceppi lanciati per ripopolamento dalle autogestite………………….figurati che la regione spesso , prima che “si facesse” giurisprudenza su questo argomento, nelle cause civili sul rimborso danni per incidenti stradali su cinghiale, asseriva di non dover pagare perchè la razza moderna non era l”originale e rimandava il cittadino a citare per i danni le ass.venatoriee/o autogestite per chè responsabili di tali bestie da loro immesse sul territorio.Quindi chiedo se è vero che tale cinghiale di fatto non esiste più(meridionalis)oggetto di tutela della conv.di Berna ,che impone per tali specie i 3 colpi(tesi Pietro), cadrebbe il motivo di tutela………………..poi magari domani la regione in calendario mette i 3 colpi anche per la rigata ………………ma quello è un discorso diverso…………………..ti saluto!!!!!!!!!!!!! :roll: :roll:

        • Alessandro Cannas scrive:

          La convenzione di berna nasce appositamente per la tutela di tutte le specie,ma nella stessa, come nell’evoluzione successiva, della direttiva si possono cacciare rispettando dei parametri ben definiti.Non c’entra nulla l’ibrido…Se pensi e’ cacciabile il capriolo Italico, specie autoctona Italiana.Se guardi son vietati tutti gli animali oggi cacciabili e anche ieri..Da un indirizzo sul saggio sfruttamento delle risorse

        • Alessandro Cannas scrive:

          Detta convezione nasce essenzialmente per gli uccelli migratori…Non scordiamolo….Da li anche il divieto del cal 12 a tre colpi….

        • Alessandro Federighi scrive:

          Quindi confermi che, anche in Sardegna,salvo successivi divieti specifici,a prescindere dal “meridionalis” la carabina NON HA LIMITE DI COLPI come sul resto del paese????saluti…………………… :wink: :wink: :wink:

        • Alessandro Cannas scrive:

          Ma certo,non c’e’ nessun motivo di vietare la carabina a piu’ di tre colpi,in tutta Italia la usano,e in Sardegna tentate di spazzare il mare…..

      • Alessandro Cannas scrive:

        HO CAPITO COSA VUOI SAPERE,vuoi sapere se c’e’ la possibilita’ di cacciare tordi fino al 28 febbraio….Non e’ possibile in nessun caso lo Stato Italiano ha posto un limite temporale inderogabile al 10 di febbraio.Con gli osservatori faunistici, dimostrandolo, un domani ai tordi si puo’ arrivare fino al 10 di febbraio,ovviamente con pare dell ‘ispra regionale favorevole.

        • Alessandro Federighi scrive:

          No Ale su quel fronte ho le idee chiare, ci siamo scritti in contemporanea………………ora puoi leggere sul post in alto :lol: :lol:

        • Alessandro Federighi scrive:

          Inoltre mi farebbe piacere che Pietro si facesse sentire , l”altra sera mi ha mollato dandomi ragione “tanto per”……………….e tale comportamento non gli fà onore………………. :roll: :roll: :roll: :roll: :roll:

        • Argo scrive:

          Ok Cannas, sei stato chiaro. E’ che tutto deriva dal fatto che in giro c’è qualche guardia venatoria ( si fà per dire ) che minaccia tuoni e fulmini per chi trova con fucile carico con più di due colpi nel caricatore. Sai com’è, come dice Grillo, sbagliare è un attimo, ma prenderla nel cul@ è un lampo.
          Meglio non rischiare.

          Saluti
          Argo

        • Alessandro Federighi scrive:

          Argo la 157 ha 19 anni quindi pensi che ,non ci sia stata “giurisprudenza “in tal senso??Io ti dico di si ……………ma non possiamo pensare di autolimitarci perchè abbiamo paura che un agente ci possa denunciare perchè “a lui” piacciono i 3 colpi anche sulla rigata,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,se la legge dice così bisogna stare a ciò che dice la legge, se poi non piace, nelle dovute sedi si cerca di modificarla affinchè noi cacciatori possiamo praticare la ns passione nel pieno rispetto delle regole e in tranquillità……………………..saluti……………….ciao 8O 8O 8O

        • Argo scrive:

          Concordo con te, però conosco gente che per il parere personale di certe guardie, è rimasta 4 anni senza porto d’armi fino a che una sentenza non li ha scagionati da ogni responsabilità. A tal proposito, puoi chiedere all’”avvocato” della storia di quelli che ha difeso perch secondo le guardie erano all’interno del parco e secondo il magistrato, no.
          Una volta per motivi simili di quei tre, per poco non ci cascavo anch’io.
          4 anni senza porto d’armi, ti sembrano un buon motivo per non prestare la massima attenzione?

          Saluti
          Argo

        • Pietro da Arzachena (SS) scrive:

          Alessandro Cannas e Federighi
          Ho mandato una mail dettagliata chiedendo lumi in merito alla discussione sui tre colpi. Pertanto siccome sia io che voi potreste aver interpretato male la normativa, appena mi risponde vi darò conto. So bene che anche una recente sentenza della Corte di Cassazione non da limiti per l’utilizzo delle armi semi -automatiche a canna rigata a patto che montino un caricatore omologato, ma secondo il mio punto di vista, ora che è stata inserita la canna rigata anche in sardegna, ci saranno nuove determinazioni in merito.
          Alessandro Federighi se sbaglio lo dico; per ora attendo risposta.
          Saluto cordialmente :wink: :wink:

    • gianluca scrive:

      va be d’accordo avete ragione voi Argo allora un verro di 35 Kg con difese ben sviluppate sparato l’anno scorso dalle nostre parti con tutte le caratteristiche del formichiere e certificato da un nostro compagno di caccia veterinaio ecc. ecc. era solo un sogno peccato non averlo fotografato ma si forse era un cinghiale affetto da NANISMO ma per favore comunque non me ne frega nulla che ci crediate o no pensiamo ad altro

      • Alessandro Federighi scrive:

        Gianluca non la prendere così……………….io ti credo,nonvoglio dire che la bestia in questione non fosse un formichiere,ma probabilmente oggi sono talmente rari,che di fatto non sono più la ns preda principale……………comunque hai ragione tali bestie visto che oggi abbiamo i mezzi in mano,se capita è bello poterli fotografare e quindi catalogare con l”aiuto di un esperto…………………….saluti :wink:

        • gianluca scrive:

          Si ma infatti non ho detto che ce ne sono a centinaia ma vai tranquillo che quando scovano quei piccoli “demoni ” sia cani che battitori se ne accorgono, e non poco intanto il più delle volte tornano indietro e sfondano verso i battitori e devi vedere come affrontano i cani sai quanti con le buste strette che contenevano le interiora dei poveri ausiliari?
          Saluti e se ricapita tranquillo che non mancheò di fare una foto

  14. Pier Luigi Pilia scrive:

    Ma se una guardia sbaglia clamorosamente e uno rimane senza porto d’armi per 4 anni, ci sarà un modo per farsi risarcire del danno subito, ovviamente coinvolgendo la guardia, o no?

    • Alessandro Cannas scrive:

      Ma ovvio che c’e’…Nella fattispecie dei tre o quattro colpi, nel rigato,al momento dell’eventuale verbale il cacciatore,dovra’ immediatamente rivolgersi a un legale e denuciare l’agente o gli agenti,alla Procura competente, di capi d’imputazione ne esistono duo o tre .Dopo di che si deve costituire parte civile e chiedere i danni economici alle guardie..Son dolori per loro…Ma se invece si subisce codesti fanno gli sceriffi….

      • Argo scrive:

        Cannas, basta leggere la storia per capire che in Italia il diritto è un optional.
        Leggi, regolamenti, direttive, determinazioni e maldicenze varie, vengono emanate dallo stato centrale, dalle regioni, dalle provincie. dai comuni e dai consigli di amministrazione del condominio.
        Certo, se la guardia forzatamente viola leggi certe come quella che impone tre colpi fissi nella canna liscia, di cui due nel caricatore e uno in canna, è facile contestare e rivalersi in sede di dibattito civile, ma se la stessa guardia delinque, ben sapendo di farlo, in caso di regolamenti o leggi fumose o contrastanti, e in considerazione che in linea generale spesso a questi signori gli si tollera l’errore tantopiù se indotto da scarsa trasparenza, tù con chi te la prendi?

        Saluti
        Argo

  15. Antoni scrive:

    Notizie dalla riunione del Comitato Faunistico?

    • Alessandro Federighi scrive:

      Ma oggi non deliberavano sul caendario vero???Oggi parlavano di altro,proposte calendario, atc,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,speriamo bene!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      • Ezio scrive:

        :roll: “….speriamo bene!!!!!!!!!!!!!!!!!!…”

        E’ una vita che speriamo e poi?:cry:

        Qualche giorno fa ho ascoltato una intervista ad una signora greca, la quale ha detto, più o meno :” Abbiamo dormito per 30 anni ed ora ci siamo risvegliati!!”

        Chi pensa che noi siamo molto “distanti” da loro alzi la mano???

        Anzi ….la almeno gli animalisti non hanno ancora preso piede…

        Sarà consolazione magra …comunque….

        • Alessandro federighi scrive:

          Ezio che ti devo dire,tu sei “più vecchio”di me :oops: quindi più navigato,visto il lavoro che fai ne hai viste tante,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,è proprio vero è anni che speriamo, e poi per cosa?????Mica per chiedere la luna,ma per poter esercitare un diritto sancito da ferree leggi ,dopo aver passato un “filtro”,molto stretto ,che ha messo sotto i raggi x la nostra foglina penale :cry: :cry: :cry: ………………..hai proprio ragione ,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,a che punto siamo arrivati,,,,,,,,,,,,,,,,,salutoni!!!!!!!!!!!!!!! :roll:

  16. Pietro da Arzachena (SS) scrive:

    Dimenticavo:
    La mail l’ho mandata a Dr. MORI

    • Alessandro federighi scrive:

      Bravo!!!!!!!!!!!!!!!!ora iniziamo a capirci,,,,,,,,,,,,,,,dott.Mori………………….hai ragione magari domani metteranno il veto per legge o delibera,altra storia,ma il ns concetto era rivolto a oggi,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,x Argo su tale discorso c”eè già “giurisprudenza”,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,la 157 ha 19 anni, quindi è diverso rispetto al tuo esempio,nello specifico non andresti a procedimento,si fermerebbe prima davanti al GIP!!!!!!!!!!!!!!!!!!!saluti!!!!!!!!!1 :roll: :roll:

      • Alessandro Cannas scrive:

        Dai lascia perdere……..Sta a voi in Sardegna a non far passare simile castroneria….

        • Alessandro Federighi scrive:

          Alessandro questo discorso,che se è preso nel modo giusto è costruttivo per tutti noi(questo è lo spirito),lo abbiamo portato avanti io e Pietro, per fare uscire il problema oggi che siamo ancora davanti al pc,in modo che quando apre la caccia tutti siamo più informati e possiamo andare a caccia tranquillamente senza patemi d”animo……………poi lo dico non “perchè pretendo di andare a caccia con la carabina con 5/10/15colpi,visto che in 27 anni di licenza ,per ben 17 ho usato un sovrapposto carico a palla anche nell”84-85-86-87-88-89-90,quando erano leciti i pallettoni e frequentando una squadra in goceano dove tale munizione era reputata poco redditizia,ma perchè chi vuole farlo lo deve poter fare con serenità……………..saluti a tutti con immutata stima!!!!!!!!!!!!!! :roll: :roll: :roll:

  17. Alessandro Federighi scrive:

    PS ridendo e scherzando questo articolo ha avuto 278 post………………. 8O 8O sarà mica un record????????????????????? :o :-) :wink: saluti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!1

    • Ezio scrive:

      Può essere sicuramente un record… che dimostra quanto bailamme ed incertezza del diritto esiste in questo Paese che in tempo ne era la culla, del diritto, perlappunto, ed ora è il regno del “rovescio”… :cry: :cry: :cry:

    • Pierpaolo scrive:

      Possiamo dire che sicuramente è stato un’articolo chiarificatore sotto molteplici punti.

  18. Antonio Pisano scrive:

    Chiedo scusa !!! Il numero dei colpi previsti per qualsiasi tipo di fucile, è indicato nella Direttiva 2009/147 art. 8 che vieta il ricorso a ” Qualsiasi mezzo impianto,o metodo di cattura o di uccisione in massa o non selettiva o che possa portare localmente all’estinzione di una specie….e vieta caricatori contenenti più di due cartucce su armi semiautomatiche o automatiche. :-) :D :lol:

  19. Antonio Pisano scrive:

    Dimenticavo vedasi allegato ìv della Direttiva n. 147/2009. :mrgreen:

    • Alessandro federighi scrive:

      Sig. Pisano mi scusi è tre gg che discutiamo,Cannas ha appena spiegato il concetto legge ……………….e lei continua a dire cose “sorpassate”????Non confondiamo le idee alla gente per favore,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,la direttiva é LO STATO CON LEGGI ADEGUATE CHE DEVE RISPETTARLE (e la 157 lo è)altrimenti l”infrazione sarebbe già partita da un pezzo(ndr)saluti!!!!!!!!!!!!! :roll:

  20. Antonio Pisano scrive:

    La nuova Direttiva Uccelli 147/2009 (ex 409/79)nata per la tutela e lo sfruttamento degli uccelli migratori deve essere letta tutta allegati compresi. :wink: :P

    • Alessandro federighi scrive:

      Ma come glielo dobbiamo dire che le direttive le deve rispettare lo stato, non i cittadini????????????I cittadini devono rispettare le LEGGI,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,spero che sia chiaro ora!!!!!!!!!!!!!!!! :? :? :?

  21. Antonio Pisano scrive:

    Difatti il recepimento della Direttiva uccelli avvenuta con la Legge 157/92 art.13 1° 2° comma che prevede ” Fucili con caricatore contenente non più di due cartucce HA RECEPITO LA DIRETTIVA NELLA PARTE IN QUI DICE DI EVITARE LA CACCIA FINALIZZATA ALL’ESTINZIONE DELLE SPECIE.Allegato iv ( Forse non ci siamo spiegati bene.) CORDIALMENTE.

    • Alessandro federighi scrive:

      No sign Pisano , l”art.13 della 157, mette limiti di calibro e colpi solo sull”anima liscia,mentre quando elenca i limiti sul rigato,si limita al calibro e non ai colpi…………………in tutta Italia si usano carabine con 4-5 colpi (come omologazione),,,,,,,,,,,,,,,,,,,,legga su ciò detto da CANNAS………………….è chiaro il concetto…………………..o mica tanto!!!!!!!!!!!!!!!! :roll:

      • Giovanni59 scrive:

        Alessà non ne uscite da questa discussione, sono giorni che cercate un’accordo ma senza riuscirci, non penso che la colpa sia vostra, ma delle nebbie che si formano attorno a codesta legge. PS, x sicurezza fate così, un colpo in canna ed uno nel serbatoio e come va, và.Saluti. :roll: :wink:

        • Alessandro federighi scrive:

          Non c”è peggior sordo di chi non vuol sentire…………………appena Pietro ci farà sapere la risposta del Giudice Dott. Mori , chiuderemo la partita,visto che l”ho detto io(per quel che vale )insieme a 2-3cacciatori che la usano a 5 tiri regolarmente,1funzionario di PS,unOnorevole esperto in materia,unEsperto come Cannas,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,e continuano a dire PICCHE!!!!!!!!!!!!!!!!Mà……………… :roll:

      • Pier Luigi Pilia scrive:

        Il dr Mori ha già affrontato l’argomento, seguite questo link: http://www.earmi.it/diritto/faq/caricatori-caccia.html
        ……divertitevi!!

        • Alessandro Federighi scrive:

          Bravo Pier Luigi!!!!!!!!!!!!!!!!Quà si capisce benissimo il ragionamento che ha fatto il Giudice ,prescindendo dall”art.13 della 157/92 che ,tenendo conto della convenzione di Berna,trattasi di legge congrua con la direttiva……………..in oltre il ragionamento che la direttiva deve proteggere “le specie da prelievi esagerati evitandone l”estinzione”,sul cinghiale il problema non SUSSISTE”, di qualsiasi ceppo sia…………………………..poi domani la Regione fridurrà i colpi per decreto legittimo,ma questa è un”altra storia!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! :wink: :wink: :wink:

    • Alessandro Federighi scrive:

      Ps :il cinghiale(sus scrofa scrofa,meridionalis,majori,le sembra in via d”estinzione per caso????Saluti!!!!!!!!!!!!!!!!

    • ALESSANDRO CANNAS scrive:

      Puo’ anche averla recepita ma il concetto non cambia,,e’ previsto x i tre colpi solo ed esclusivamente l’anima liscia….E’ ciarissimo e non capisco il perche’ stiate cercando di fare le seghe ai grilli….

  22. Antonio Pisano scrive:

    Coraggio siamo in dirittura d’arrivo anche il Dott. Mori pone il dubbio di estinzione di specie. Che potrebbe riguardare non solo l’anima liscia. Chi vivrà vedrà…… Ci saranno sicuramente i ricorsi.

    • Alessandro Cannas scrive:

      Il Dott Mori ha fatto un percorso letterario giuridico coerente,e ha speigato il suo iniziale dubbio, e successive considerazione con le quali lo ha risolto…E diverso da cio’ che affermi…

  23. Antonio Pisano scrive:

    Coraggio siamo in dirittura d’arrivo anche il Dott. Mori pone il dubbio di estinzione di specie. Che potrebbe riguardare non solo l’anima liscia. Chi vivrà vedrà…… Ci saranno sicuramente i ricorsi.

Leave a Reply


1 + 1 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.