Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

ANLC-Pisa: la Brambilla via dal Gioverno

| 10 giugno 2011 | 121 Comments

LA BRAMBILLA VIA DAL GOVERNO

Come presidente provinciale della libera caccia devo complimentarmi con tutti i cacciatori per l’importante ruolo giocato nella sconfitta politica subita dal governo alle ultime elezioni.
La libera caccia, pur essendo un’associazione apolitica aveva già da tempo preso una posizione netta nei confronti della maggioranza dimostratasi,contrariamente alle promesse fatte, anticaccia.
Il sottoscritto stesso, alcuni mesi fa, con una lettera aperta al Presidente Berlusconi aveva denunciato il forte malcontento dei cacciatori nei confronti della politica venatoria intrapresa dal governo ed in particolare dal ministro Brambilla arrivando ad abbandonare il partito nel quale militava fin dagli anni della fondazione.
Noi cacciatori appartenenti alla Libera Caccia siamo legati in maniera indissolubile alla nostra passione tanto da far passare in secondo piano l’ideologia politica.
Ci siamo sentiti sedotti ed abbandonati da un partito che molti di noi avevano scelto proprio per le promesse fatte dal a favore della caccia e dei cacciatori.
La forte delusione e l’amarezza del sentirsi presi in giro ha spinto molti cacciatori ad intervenire nell’ultima campagna per le elezioni amministrative allo scopo di dare una lezione di correttezza ed onestà ad una maggioranza dimostratasi ingrata.
Possiamo dire con orgoglio che nella sconfitta del PDL di questi giorni, il mondo venatorio ha dimostrato di esserci e di saper lottare per la propria passione giocando un ruolo importante in un crollo da tempo annunciato.
A niente sono valsi i richiami, le lettere imploranti, le preghiere di tutti coloro che, come il sottoscritto chiedevano le più volte promesse ed annunciate modifiche alla legge 157/92. Il governo ha fatto orecchie da mercante ed ha realizzato esclusivamente interventi volti a penalizzare i cacciatori soprattutto “grazie” al Ministro Brambilla e alle sue fanfaronate anticaccia.
Sembra che nessuno le abbia spiegato che il ruolo di un ministro è quello di essere super partes e che i cacciatori avevano contribuito in maniera significativa alla vittoria del suo schieramento politico e conseguentemente alla sua stessa elezione.
Mai prima di ora, tangentopoli a parte, si era vista una persona che da sola fosse stata in grado di far perdere al proprio partito tanti consensi, senza portarne nemmeno uno dei suoi amici animalisti che quasi in toto votano a sinistra. Spero che sia la Ministra Brambilla sia il Presidente Berlusconi si siano resi conto di aver bruciato in pochi giorni e con poche dichiarazioni, oltre che tanti voti anche la nostra fiducia e le nostre speranze.
Il Presidente Berlusconi a questo punto non deve perdere tempo. Sono immediatamente necessarie le dimissioni della Ministra del Turismo, che fra l’altro a ridosso delle elezioni comunali di Siena con le Sue dichiarazioni inaudite e demenziali contro il Palio, ha contribuito pesantemente alla sconfitta del partito e del bravo Nannini.
Poi, una volta mandata a casa la Ministra, sarà importante fare subito il DPCM con l’inserimento dello Storno e fringuello fra le specie cacciabili, riesumare subito la legge Orsi (modifica alla 157/92) ed infine l’approvazione velocissima di tutto il pacchetto.
Vorrei inoltre ricordare a tutti coloro che potrebbero ritenere tali proposte e considerazioni futili in relazione allo scarso peso politico attribuito alla caccia, che è stato proprio il mondo venatorio ad inventare il non voto ai referendum, facendo si che dei 24, sia nazionali che regionali, indetti fino ad oggi gli ambientalisti non siano riusciti a vincerne neanche uno.
Quanto sopra detto a dimostrazione che il mondo venatorio, quando si muove unito è ancora una forza.
Il sottoscritto come Presidente provinciale della Libera caccia, spera che tutte le forze politiche meditino su quanto avvenuto, risolvendo gli innumerevoli problemi che affliggono il nostro mondo.
Vogliamo ricordare ai politici, che sempre più spesso sembrano averlo dimenticato, che cosa significhi avere una passione in cui credere e per cui lottare.
La Libera Caccia è e sarà sempre pronta a riconoscere amicizia e fiducia ai gruppi politici che sapranno dimostrarsi sostenitori della nostra passione, indipendentemente dallo schieramento. Per noi non esiste né destra né sinistra, il nostro cuore è con la caccia e con chi sa riconoscerle il ruolo ed il rispetto che merita.

Pisa 06.06.11
Il Presidente ANLC Pisa
Stefano Perini

***
Come riceviamo e cosi pubblichiamo
***


Category: .In Evidenza, ANLC, Generale, Toscana

Comments (121)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. tortoioli claudio scrive:

    Bravissimo Sig. Perini condivido in pieno liberocacciatore anchio e cofondatore di un ‘associazione di base che lavora in difesa della caccia e l’ambiente.
    Saluti Cordiali Claudio NATA LIBERA Perugia

  2. Giovanni59 scrive:

    Dichiararsi Apolitica, e avere un presidente provinciale iscritto al pdl è segno di incoerenza o di confusione, scrivere al presidente del consiglio (e sperare che risponda)significa non aver capito con chi si ha a che fare, mentre lei sig.Perini fa questo comunicato, la Brambilla sta x presentare (in pompa magna) uno spot sull’abbandono dei cani. :oops:

    • Mario scrive:

      Signor Giovanni se lo spot si limitasse all’abbandono dei cani sarei d’accordo anch’io! :x

    • dardo scrive:

      ma la brambilla non ha interessi con mangimi e qualcuno della famiglia non commercia pesce?

    • stefano perini scrive:

      Caro Giovanni 59 avere un idea politica è un dovere di tutti i cittadini e soprattutto un diritto andare ad esprimere il proprio voto quando ci sono le elezioni, pertantanto anche il sottoscritto aveva fatto una scelta politica, comunque il bello dell’associazione che rappresento è che quando ci riuniamo in assemblea la fede politica la lasciamo a casa e parliamo di solamente di caccia, ambiente e fauna, soprattutto perchè la nostra associazione è composta di diverse espressioni politiche, ma che si trovano sulle linee venatorie dell’associazione, quindi questa è vera passione venatoria, saluti Stefano Perini

  3. Giacomo scrive:

    Svegliati che stai sognando……….

  4. BELGIO scrive:

    Preg.mo Presidente di un’associazioene alla quale non appartengo ma che comunque rispetto,mi spiace fare qualche osservazione al suo intervento abbastanza ingenuo.
    A che servirebbe togliersi dalle scatole la Brambilla? Nel partito di Berlusconi non c’è solo la rossa,
    ma tanti altri, compreso il capo, che in questa legislatura stanno ammazzando la caccia e le tradizioni ad essa legate. Ma si aspetta ancora qualcosa da questa gente che consente a questa donna, invitata come ministro del turismo ad una mostra di pregiati vini italiani. di bere una coca con la lattina ben in vista? Ma che si aspetta da questa gente che permette ad un’ignorante di
    mettere in discussione il Palio di Siena, evento importantissimo per il turismo italiano? Il nostro fututo ce lo dobbiamo costruire. Solo noi possiamo aiutare noi stessi. Caccia Ambiente è una realtà
    ed è aperto come partito politico a tutti i cacciatori.

  5. BELGIO scrive:

    Preg.mo Presidente di un’associazioene alla quale non appartengo ma che comunque rispetto,mi spiace fare qualche osservazione al suo intervento abbastanza ingenuo.
    A che servirebbe togliersi dalle scatole la Brambilla? Nel partito di Berlusconi non c’è solo la rossa,
    ma tanti altri, compreso il capo, che in questa legislatura stanno ammazzando la caccia e le tradizioni ad essa legate. Ma si aspetta ancora qualcosa da questa gente che consente a questa donna, invitata come ministro del turismo ad una mostra di pregiati vini italiani. di bere una coca con la lattina ben in vista? Ma che si aspetta da questa gente che permette ad un’ignorante di
    mettere in discussione il Palio di Siena, evento importantissimo per il turismo italiano? Il nostro fututo ce lo dobbiamo costruire. Solo noi possiamo aiutare noi stessi. Caccia Ambiente è una realtà
    ed è aperto come partito politico a tutti i cacciatori.

    • Carissimo Amico leggo molto volentieri quello che tu scrivi su questo commento e penso che sia molto veritiero per quanto riguarda la sig. Brambilla. Pero non sono d’accordo per quanto riguarda Caccia e Ambiente io e da molti anni che possiedo il porto d’armi e rinnovato ogni anno e ne ho viste di crude e di cotte anche di armieri scesi in politica per migliorare la Caccia ma al momento della verità(cioe del voto) i cacciatori non esistevano. Anche se io la penso come te per il partito politico pero scusami ma io rimango molto scettico sul risultato che potrebbe avere Caccia e Ambiente.Antonio De Lorenzo vicepresidente prov. Brindisi. :cry:

  6. Free Pass scrive:

    la legge antipalio a ridosso delle elezioni la voleva/progettava la Martini, come mai vi concentrate sulla brambilla?

  7. fabrizio scrive:

    lodo e apprezzo la buona volonta’ del Presidente Perini, anche se sono iscritto a federcaccia, ma dopo essere stati traditi dal PDL due volte in due legislature (se lo ricorda il DDL dell’ On. Onnis??) e dopo le aperte dimostrazioni di arroganza e disprezzo che abbiamo avuto da parte dei vertici del PDL………… INUTILE ILLUDERSI……..NON C’E’ NULLA DI BUONO DA ASPETTARSI.

    SOLO NOI POSSIAMO AIUTARE NOI.

    Fabrizio

  8. Peppe scrive:

    Leggendo queste righe mi viene da sorridere. Ma veramente pensate che i cacciatori siano delle marionette da pilotare a piacere? davvero ci pensate ingenui?
    Questo governo che ho contribuito ( pentendomene amaramente ) a legittimare si è dimostrato essere quanto di più mortale che nella storia della nostra Repubblica la Caccia ricordi. Questo governo non è composto dalla sola Brambilla. Questo governo è composto da una serie di ministri che non solo non hanno mantenuto le promesse elettorali, ma hanno truffato e continuano a farlo non solo i cacciatori. Le scelte illiberali, non ultima l’ennesima porcatella della direttiva armi ( che andrà in vigore il mese prossimo ) che ancora non si capisce bene che fine faremo con le certificazioni ( da medicina aerospaziale ) mediche utili solo a rimpinguare le tasche di medici e USL . Di questo governo fanno parte non solo la rossa, ma molti altri, come Frattini, Giammanco, Catanoso e molti altri ancora che hanno espresso posizioni chiare e nettamente anticaccia e in contrasto alle promesse elettorali.
    Personalmente ero tesserato da molti anni prima con FI poi con il PDL. Oggi ho incenerito quella tessera e non ci penso lontanamente a votare per questa accozzaglia di veline e lacchè. E non solo per la delusione sulla caccia ma su una miriade di provvedimenti che stanno strangolando le famiglie e gli Italiani onesti. Questi Referendum ne sono la riprova dell’arroganza e della scelleratezza di questo esecutivo. Altro che non andare a votare. A votare ci vado e ben deciso. Poi vedremo se è cosi impedito da evitare le sedi giudiziarie. Personalmente con il PDL ho chiuso, non è questa la Destra che immaginavo ma è partito degli affari propri. Tze… altro che non andare a votare!

    • Giovanni Aiello scrive:

      Chiaro e conciso come sempre Peppe. 4 grandi SI SI SI SI contro l’arroganza e la presunzione. Io ho mai votato per sta gente, almeno di ciò mi posso vantare nella mia vita. Mi duole leggere che ancora tanti di noi hanno capito poco con chi abbiamo a che fare, la maggioranza si, ma ancora accomunano troppo questi referendum con lo spauracchio di un ipotetico referendum anticaccia. I nostri nemici, questo governo in testa, sanno bene che molti di noi hanno queste paure e ci giocano sopra. SVEGLIA ragazzi che è suonata l’ora, non facciamone una questione di sx o dx , questi referendum sono lo spauracchio per il pdl, vogliamo dare loro un altro scossone? Parole al vento le mie e le tue caro Peppe, ma almeno le esterniamo.

      • Peter scrive:

        Giovanni, da quello che sento in giro credo che questi referendum arriveranno al quorum e ci saranno una marea di “SI”, sia da destra, sia dal centro e sia da sinistra. Questa volta penso che qualcuno sarà meno arrogante e propabilmente scenderà di qualche gradino che, daltronte, gli farà solo bene. In ogni caso, solo noi possiamo aiutare noi. Saluti.

      • SERGIO scrive:

        sentite un po’ FLI invita ad andare a votare e chiede 4 si; ma sbaglio o la legge che privatizza i servizi pubblici cioè anche l’acqua, è proprio la legge Ronchi, Ronchi che è uno dei colonnelli di FLI, pertanto chiede ai cittadini di abrogare ciò che lui ha fatto.
        Se, così fosse, dico solo che non dico niente…….

        Io comunque andrò, tre SI ed un NO.

  9. Nostalgico scrive:

    Ma perchè mai lodare la falsa coerenza di un’Associazione e di un Presidente che fanno finta di prendere le distanze dal brodo di cultura che li ha generati?
    Fulcheris come Perini, pur sbandierando al mondo la loro equidistanza dalla destra e dalla sinistra, sono esponenti politici del PDL (o lo sono stati) ed ora fanno finta di volerne prendere le distanze per salvaguardare la propria Associazione dall’equivalenza tra la matrice culturale della stessa con l’attuale Governo in carica.
    Avessero il coraggio di ripensare tutto il loro modo di pensare, di marcare un’autentica rottura politica con la destra con la quale sono tutt’uno, allora potrebbero davvero raccogliere maggior rispetto e credibilità, ma così è un tentativo piuttosto patetico che non coglie la vera essenza di quel che è accaduto in questi anni.
    La Brambilla non è un incidente di percorso di Berlusconi, è il personaggio politico che negli ultimi mesi del decadente impero dell’uomo di Arcore, ha rappresentato la punta di diamante di un intero sistema di potere; eppoi, via, pensare che i cacciatori ed i loro familiari siano stati determinanti nella sconfitta del centro destra, è quanto di più ingenuo si possa commetere; Berlusconi è stato sconfitto perchè ha esauriro la propria carica illusoria, perchè gli italiani, come sostiene l’Economist, si sono resi conto che quest’uomo ha utilizzato la politica esclusivamente per i propri guai ed interessi.
    Dato che il merito dell’opposizione è assai scarso, tanto che le elezioni, secondo me, le ha perse Berlusconi più che averle vinte Bersani, pensare che lo zero virgola qualcosina costituito dai cacciatori delusi abbia determinato in primis, fino quasi a rendere ininfluenti le ragioni di cui sopra, la sconfitta delle forze politiche capeggiate dal Cavaliere, è una considerazione che sta tra il tenero ed il comico.
    A quando un sussulto di dignità?

  10. Giusti Giacomo scrive:

    Apprezzo moltissimo Quello che ha scritto Perini,non sono iscritto ma apprezzo moltissimo Anlc,a do ragione a Peppe quando dice che nel Pdl non c’`solo la Bramby,sono troppi i ministri,i Senatori,ei Deputati anticaccia,che gli farebbero anche cadere il governo se il Berlusca prendesse posizione per una caccia giusta.
    E poi,lui stesso e`anti,e la gente(cacciatori compresi,stanchi veramente delle promesse non mantenute,gli hanno dato il ben servito.

  11. claudio scrive:

    L’intervento di Perini sarà anche ingenuo, ma lo condivido, perchè ogni tanto bisogna fare pressione contro questi venditori di falsità, non solo nei nostri confronti, vedi il Palio, essi, non sentendosi additati, gli sembra di fare tutto alla perfezione, invece a fatto bene a sottolineare il fatto che la rossa se ne deve andare.
    Sono d’accordo anche di ricordare agli addetti ai lavori, specialmente ad un certo Salvadori in Regione Toscana, il fringuello e lo storno, richiedendoli come specie cacciabili.
    Ricordatevi, che l’assessore alla caccia, ha assicurato i protezionisti, che al fringuello non spareremo; non ultima, la rispolverata alla modifica 157/92.
    Bravo Presidente, forza insieme a Fulcheris e tuttto il gruppo. FORZA

  12. Sergio S. scrive:

    Difronte ai disastri che sta combinando questo governo c’è chi ancora crede che siano stati i cacciatori a bastonare Berlusconi, poveri illusi!
    ma se non contavamo una cippa quando eravamo duemilioni figuriamoci adesso!.
    Sapete che vi dico, secondo me è una fortuna che c’è li abbiamo contro, anche perchè non dureranno a lungo. Piuttosto domani andate a votare quattro SI e sperate che i referendum raggiungano il quorum, ricordatevi che oltre ad essere cacciatori siamo italiani e tanti di noi anche padri di famiglia che sperano di consegnare ai figli un futuro migliore.

    • Valerio scrive:

      Prima di blaterere , informati quante centrali nucleari abbiamo in europa , ed informati pure sull’acqua e ringrazia il tuo ” amico” PRODI.

      iO A VOTARE NON CI VO’

      • Sergio S. scrive:

        Appena maggiorenne io votai W LA CACCIA, al tempo ci battevamo per la primaverile e il nostro era un voto (anzi non voto) di protesta contro i politici che ci prendevano per i fondelli. Pensa che un giorno, in occasione di una manifestazione in piazza, rifiutammo un colloquio con l’allora presidente del consiglio Ciriaco De Mita che chiedeva di incontrarci per conoscere le ragioni della nostra protesta. Oggi che stiamo lottando per andare a caccia almeno per qualche giorno a febbraio i politici continuano a prenderci per il culo: NON C’E’ PEGGIOR SORDO DI CHI NON VUOL SENTIRE!.

        P.S. A proposito di centrali nucleari, ma se gli altri si buttano a mare con una pietra al collo anche noi dobbiamo seguirli? e il fatto che questi stati si stiano ravvedendo sull’argomento non ti dice niente?.

    • fedeli massimo scrive:

      Che gli consegni ai figli? una nazione senza energia, volete il lavoro e poi?Ma come va avanti l’industria con le vele?Ragionate proprio come i verdi, domandatevi come si farà poi……..perche se chiedi a uno di quei stolti tipo Bonelli ti parla di rinnovabili, qulali sarebbero? Io mi sono informato e neanche se ricropi la nazione di pannelli solari riuscirai a produrre l’energia che serve.Anche per portare l’acqua nelle case serve energia e a Roma sono anni che il fornitore è privato S:P:A vi dice niente :?:

      • Sergio S. scrive:

        Quindi ai figli dobbiamo consegnare un bomba ad orologeria sotto il sedere e magari con l’acqua fare arricchire pochi eletti, e perché no la mafia?. Credimi non mi offendi se dici che ragiono come i verdi, anche perché mi da fastidio che da noi cacciatori venga un simile messaggio.

        • Marco C scrive:

          ATTENZIONE, l’informazione sul nucleare è molto strumentalizzata, ascoltate la parola degli addetti ai lavori come scenziati, chimici, medici e soprattutto l’istituto mondiale della sanità. Sembra che le energie convenzionali oggi con le loro polveri sottili producono OGNI ANNO più vittime che il nucleare civile abbia fatto dall’inizio del suo utilizzo. Qua per colpa della politica rischiamo di bruciare forse l’unica possibilità che abbiamo per risolvere il problema energetico della nostra nazione specie quando petrolio gas e carbone inizierà a scarsegiare e il loro costo aumentera a dismisura. Per favore informatevi bene prima di andare a votare. Eolico e solare è semplicemente utopia, possono darci solamente un piccolissimo aiuto non maggiore ad un numero percentuale ad una cifra del fabisogno nazionale. Io personalmente sono per tre si, ma per il nucleare (che comunque è previsto non supererare il 25%) non ritirero’ la scheda, mi associo a quel 20/40 % che fisiologicamente non vanno a votere sperando di rendere nullo questa consultazione.

  13. Valerio scrive:

    Voglio ricordare con chi e scettico e critico nei confronti di Perini per questo intervento inquanto ex iscritto al PDL che il presidente provinciale di Liberacaccia e’ stato piu’ che corretto e sincero nel manifestare la sua rabbia nei confronti del partito in cui militava tente che per le serenate anticaccia della Brambilla ed altri ha ristituito la tessera di partito criticando duramente il governo amico.
    Quanti altri rappresentanti nazionali ,regionali e provinciali di Arcicaccia ,Federcaccia ed altre associazioni venatorie hanno dimostrato ( pur militando nel PD ) diniego o si sono dimessi dal loro partito per aver fatto ( anche quando erano al governo ) dichiarazioni per contestare le politiche antivenatorie come hanno sempre fatto i vari Ermete Realacci ed altri i quali hanno sempre “sputtato” sul piatto dopo le elezioni di chi gli dava da mangiare?

    Sono toscano come Perini ,pertanto conosco molto bene molti rappresentanti di queste associazioni venatorie che si non presentati anche in lista con il propio partito andando a chiedere voti ai cacciatori promettendo mare e monti ,ma poi di fatto per stare alle direttive di partito hanno fatto tutto il contrario di quello promesso ,come ha fatto il governo Berlusconi.

    Veneziano Arcicaccia rispetto a tanti altri che si nasconono ne e’ una prova lampante anche quando scrive su questo sito ,si sono sgolati per far inserire lo storno nelle specie cacciabili mentre quando governava il suo partito insieme ai Verdi per non essere mandati a casa da Pecoraro ( nel governo Prodi) non hanno criticato o si sono dimessi ,ma anzi si sono alineati a quello scippo per odini di scuderia.

    Poi c’e’ stata l’ultima porcata del’art42 della Comunitaria Europea e le modifiche della 157/92 dove loro stessi e i loro parlamentari hanno remato contro ma si sono ben guardati da criticare il loro partito.

    Bravo Stefano ,stai dimostrando di essere cooerente con chi rappresenti , non ascoltare chi ti citica e che e’ di memoria corta ,fossero tutti come te la caccia in Toscana e nel nostro paese avrebbe speranza di risorgere rispetto ad altri che pur di non irritare il loro partito tacciono e si adeguano al loro volere.

  14. Nostalgico scrive:

    Sergio S. ha pienamente ragione; il tentativo di farsi belli a disastro avvenuto, facendo finta di non aver nulla a che fare con questo Governo e con le promesse che aveva sbandierato in campagna elettorale, non fa onore nè a Perini nè alla Libera Caccia.
    Se ANLC avesse messo in guardia i cacciatori circa le illusioni e le palesi prese per i fondelli che questa compagine politica stava perpetuando PRIMA del disastroso bilancio che hanno conseguito, avrei certamente avuto una grande stima e una grande considerazione di questa Associazione.
    ORA PROPRIO NO!!!
    Quelli bravi si vedono se agiscono e capiscono per tempo quel che sta avvenendo, non certamente quando la frittata è sotto gli occhi di tutti.
    Prendere le distanze solo oggi dal Governo e dalla Brambilla è un goffo tentativo per lavarsene le mani (novelli Ponzio Pilato) che non fa onore all’ANLC e ai loro dirigenti.
    A proposito di Referendum, dato che si parla di ambiente (nucleare) e gestione dell’Acqua…non sarebbe il caso che le Associazioni Venatorie prendessero chiaramente posizione su questi temi e annunciassero pubblicamente le loro intenzioni di voto??
    Sarebbe un buon esempio della differenza che intercorre tra autonomia e neutralità.
    Autonomi dai Partiti ma non neutrali culturalmente.
    Solo così si difendono i cacciatori ed i loro interessi.

    • aessandro fulcheris scrive:

      Bravo Stefano Perini. Abbiamo combattuto per anni l’Arci Caccia e parte sinistrorsa della FIDC Toscana per il loro calare le braghe e abbassare sempre la testa di fronte a un PCI, poi PDS, poi DS poi PD che rincorrendo i voti dei Verdi, aveva voltato le spalle al mondo venatorio. Noi da quella parte non ci siamo mai stati, semplicemente non abbiamo mai dato una parte del nostro voto ai verdi. Mai una parola di critica ai loro padroni politici ho visto in tutti questi anni, da parte di Federarci, noi siamo diversi, abbiamo spirito critico, Perini dal Pdl è già uscito da sè e adesso milita in caccia ambiente a quel che so. Per quanto mi riguarda, ci sto dentro e glieli rompo più che posso. Che mi buttino pure fuori.

  15. dardo scrive:

    caccia ambiente, caccia ambiente, caccia ambiente, non discorsi ma, caccia ambiente, caccia ambiente, caccia ambiente e basta.!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  16. Nostalgico scrive:

    Proprio in Provincia di Pisa (la Provincia di Perini), nel Comune di Cascina, il mitico Partito di Caccia Ambiente ha totalizzato nelle ultime elezioni amministrative la STRATOSFERICA cifra di 257 voti.
    Se dobbiamo far riferimento a questo Partito e basta, come dice Dardo, siamo fritti!!!!!

    • fedeli massimo scrive:

      Siamo fritti ugualmente con persone come te che sono contro a prescindere, anche contro un partito che non ti chiede il pane, non sei d’accordo? Bene ma non rompere ogni volta con questa storia altrimnti vuol dire che o ti ci mandano sul sito oppure……….hai degli interessi politici in qualche partito che in toscana non può essere che di sx :mrgreen: :wink: lungi da me criticare le tue scelte politiche, ma cerca anche tu di lasciare a noi la scelta di che morte dobbiamo morire :wink: 8)

    • Valerio scrive:

      Ora come ora non sei fritto , sei ribollito come quel minestrone toscano.

    • dardo scrive:

      se un partito diventa promotore dei nostri problemi e si espone perchè nasce dalla caccia, e cresce con noi, cerca di difenderci dalle infamie ambientaliste, denuncia chi ci offende, non mi sento di criticarlo anche se prendesse un voto solo, ma vuol dire che in italia tutti siamo buoni a lamentarci, ma nessuno ad agire, vuol dire che i cacciatori ai quali piace veramente questa passione sono solo 257 a Pisa, tutti si lamentano per la chiusura dello storno, la limitazione delle aree, ma……..vuoi che si continua a curare solo il nostro tipo di caccia, vuoi che l’ignoranza ci abbraccia siamo ad un passo da chiudere con la nostra passione e tu nostalgico, che il solo nome con il quale ti presenti in questo sito dovrebbe essere un recuperare la caccia dei tempi andati mi vieni fuori con simili battute!? Posso solo aiutarti nel dire che se la caccia chiuderà non sarà colpa degli ambientalisti, ma dell’ottusità dei cacciatori.

  17. Nostalgico scrive:

    Ci mancherebbe, Fedeli, ci mancherebbe!
    Di solito mi suscitano sempre grande simpatia coloro che manifestano con grande ardore le proprie opinioni politiche.
    Diffido semmai di coloro che sono super partes, di quelli che non si schierano per paura di incorrere in guai e pericoli.
    Non voglio rompere, come dici tu, quanto semmai ragionare a partire dai dati.
    Infine voglio specificarti che non sono di sinistra, termine quanto mai equivoco e trasversale, quanto piuttosto comunista, parola viceversa inequivocabile e scientificamente certa.
    Ti sarà facile comprendere che per uno come me, stante l’attuale panorama politico italiano dove questo termine non è pronunciabile (anche Rifondazione ha deciso di cofondare la Federazione della Sinistra), non esista alcuna casa di appartenenza.
    Mica sarò nostalgico proprio per questo?

  18. Picchio scrive:

    Gradirei da alcuni illustri scienziati con il dono della verità assoluta che hanno commentato l’articolo, qualche soluzione alternativa al centro destra e a Caccia Ambiente che possa portare beneficio alla nostra categoria, piuttosto che avanzare critiche inutili a chi ha saputo con dignità riconoscere gli errori commessi da un centro destra nel quale aveva riposto le proprie speranze e di averlo ancor più esternato pubblicamente……. oppure si vuol far credere che l’alternativa per il bene della caccia è il centro sinistra che di speranze non ce ne ha mai date ????
    La GRANDE differenza tra persone come Perini e Fulcheris e voi comunisti ?? loro possono cambiare partito ogni giorno, voi non lo cambierete mai.

  19. Nostalgico scrive:

    Ribollito sei te, scortesissimo Valerio!!!

    • Valerio scrive:

      Nostalgico,
      non ti arrabiare, era solo un battuta per dirti che le cose vanno sempre peggio e se c’e’ qualcuno che si da da fare per la nostra passione viene criticato qualunque cosa faccia. :wink:

  20. Nostalgico scrive:

    Caro Giovanni59, credo che mai contesto fu migliore di questo per affermare quei principi e quei valori a cui faccio riferimento.
    Ciao, un cordiale saluto.

  21. fiore scrive:

    allora forse ancora non l’avete capito…. LA BRAMBILLA E’ IL GOVERNO!!!

    • Valerio scrive:

      E Bersani e all’opposizione. :lol:

      • fiore scrive:

        Bersani, sarà il prossimo capo del governo e per la vostra gioia dovrà per forza fare riforme dolorose per tutti visto che truffolo non ha fatto altro che farsi leggi che lo salvavano dai processi e dire bugie sulle tasse, ha avuto 15 anni per fare quello che aveva promesso con molta demagogia, ma poi com’è andata l’avete visto tutti ed ora toccherà per l’ennesima volta alla sinistra provvedere a fare riforme impopolari e tirarsi addosso tutte le critiche degl’illusi di destra!

        QUESTA E’ LA REALTA’ PURTROPPO!!!!

        • dardo scrive:

          visto che la destra a fatto veramente schifo, speriamo nella sinistra, posso dare alcuni consigli per alzare i bilanci senza toccare il popolo alla quale ella è così dedita; eliminare le auto blu, abbassare il numero dei politici, andare in pensione dolpo 40 anni di lavoro, i benefici trasversali di cui godono, levare finanziamenti agli armamenti e devolverli alla ricerca, chi costruisce mostri in cemento abbandonati nei vari campi, paghi con sequestri dei beni propri o di parenti per ultimarli o demolirli, non devono esistere i convogliamenti (legali) di quatrini pubblici, e dove la mafia, camorra, dilaga prima si estirpa eppoi si mandano fondi, comunque voglio aggiungere che abito nel comune di massa carrara, da sempre rosso, e siamo considerati il meridione del nord, con questo ho detto tutto.

        • dardo scrive:

          per andare in pensione a 40 anni intendo naturalmente i politici, che si fanno le leggi a misura, e li non esiste l’opposizione? mah.

  22. fabrizio scrive:

    purtroppo devo ammettere che ha di nuovo ragione Fiore………la Brambilla e’ il governo e ne interpreta esattamente lo spirito e la posizione………..

    Fabrizio

  23. Agostino scrive:

    Complimenti Sig.Perini.Condivido pienamente la linea della apoliticità in quanto da che mondo è mondo a caccia ci sono sempre andati poveri e ricchi,nobili e plebei e le attuali problematiche venatorie colpiscono e deficitano tutto il mondo venatorio a prescindere.Comunque la probabile sconfitta del Pdl non è dovuta solo alla ministra Brambilla ma agli atteggiamenti e le scelte tenute dal governo che poco sono piaciute agli italiani.E le recenti elezioni sono segnali forti,ora vediamo con i referendum.IO VOTO ECCOME…E COME SE SONA SE BALLA.

  24. aessandro fulcheris scrive:

    aessandro fulcheris
    Posted on 11 giugno 2011 at 23:58
    Bravo Stefano Perini. Abbiamo combattuto per anni l’Arci Caccia e parte sinistrorsa della FIDC Toscana per il loro calare le braghe e abbassare sempre la testa di fronte a un PCI, poi PDS, poi DS poi PD che rincorrendo i voti dei Verdi, aveva voltato le spalle al mondo venatorio. Noi da quella parte non ci siamo mai stati, semplicemente non abbiamo mai dato una parte del nostro voto ai verdi. Mai una parola di critica ai loro padroni politici ho visto in tutti questi anni, da parte di Federarci, noi siamo diversi, abbiamo spirito critico, Perini dal Pdl è già uscito da sè e adesso milita in caccia ambiente a quel che so. Per quanto mi riguarda, ci sto dentro e glieli rompo più che posso. Che mi buttino pure fuori.

  25. Nostalgico scrive:

    Picchio, ho appena affermato che le AAVV devono conquistare la loro autonomia dai Partiti pur non essendo neutrali culturalmente.
    Con questa semplice formula, pur mantenendo una propria “visione del mondo” e, speriamo, una proprio progetto di politica venatoria, TUTTE le AAVV dovrebbero presentarsi alla politica con la schiena dritta e non facendo mai loro da sponda elettorale.
    In questo modo centro, destra e sinistra “pari sono” e sulla base di questo criterio l’azione di governo può essere giudicata con equidistanza e asetticamente.
    Il problema fondamentale, però, è quello di avercelo questo progetto di politica venatoria, è quello di rifiutare in partenza la possibilità di essere “cinghie di trasmissione” dei Partiti.
    Ti sembra che sia andata esattamente in questo modo, specie per quel che riguarda ANLC?

  26. Peppe scrive:

    Ho letto con grande interesse tutti i vostri post, tutti appassionati, tutti molto belli. Ma il dato vero e unico e che siamo arenati! Arenati non per colpa degli Italiani. Popolo che ha da sempre dimostrato inventiva, intelligenza e grande spirito di sacrificio. Popolo che si unisce e dimostra solidarietà al momento del bisogno, che si commuove ancora all’inno nazionale. E questo nosnostante 20 anni di chi sbraita per il secessionismo. Siamo arenati per colpa di un uomo e per tutta l’accozzaglia che lo circonda, che lo venera ipocritamente. Lui malato di megalomania che ama essere adulato, che da uomo dello spettacolo tiene più all’immagine che alla sostanza. Ecco il vero motivo dell’immobilismo Italiano. Il lavoro è fermo per queste colpe non perchè non abbiamo centrali nucleari. Concentriamoci sul ministro in questione, per fare un esempio. Questo ministro figlia di discoteche, provini e BEEEP ( mi autocensuro ) cosa fa come ministro per il turismo? si preoccupa di barboncini e piscine per gatti quando i propblemi del suo dicastero sono le infrastruttire, i trasporti, le autostrade, le truffe a carico di turisti da parte dei soliti furbetti. Traghetti che sembrano carri bestiame, con costi enormi, treni che… fin che si sale al nord… tutto va bene ( con i Freccia Rossa ) ma arrivati a Napoli?? siamo in India con treni che assomigliano a quelli che prendevo da ragazzino ( aimè ormai passati più di 40 anni ) quando scendevo nella mia amata terra di Sicilia. E non solo, Il turista che deve fare i conti con l’inefficenza strutturale dei comuni che si trovano a gestire per 4 mesi l’anno flussi di persone consistenti. E qui interminabili code su strade colabrodo ( che sembra essere uscito da un bombardamento della nato ) , cantieri trentennali ( Salerno-Reggio ) siti ricettivi spesso a secco di acqua ( perchè manca anche per i residenti ) e molto altro ancora. Ma questa ministra pensa al ciuffetto dei suoi barboncini e rompe le castagne a tutti noi. Famiglie che non arrivano a fine mese e che quest’anno non potranno neppure raggiungere i familiari al famoso “paesello” ( per i costi elevatissimi, che guarda caso aumentano in concomitanza di ponti o ferie, di carburanti e biglietti aerei o ferroviari ) e loro pensano ai cm del taglio della coda o al cappottino del coniglietto :evil: mi senbra una visione snob :evil: un po antica. Un sapore antico che non voglio ritrovare. Mi fermo qui perchè non mi va di scrivere un poema. Ma queto esecutivo è di quanto più mortale e illiberale che il nostro meraviglioso popolo abbia mai avuto. Io a votare ci vado e ben convinto, e non per dare spallate ma per combattere l’arroganza e la scelleratezza. Quando un popolo perde la propria dignità perde la propria democrazia e non c’è democrazia senza dignità, E non c’è dignità quando manca l’acqua! :evil:

    • fiore scrive:

      applausi!!!

      • Giusti Giacomo scrive:

        Si,applausi a Peppe,che ha detto cose verissime,ma di chi e`la colpa?
        Della dx,della sx,o di tutti, politici e governi , inefficaci e inefficenti,che si sono susseguiti negl’anni nessuno escluso?

        • Peppe scrive:

          Purtroppo la colpa è nell’intero sistema. Quello che veramente manca alla nostra nazione è uno statista. Uno statista vero e non mi importa di che colore sia. Mi importa solo che da vero statista si occupi e pensi per la sua nazione. LA politica clientelare, del compromesso, degli inciuci, dei Scilipoti delle ragazze immagine hanno corroso tutto e tutti. Hanno cancellato il vero senso dello stato. Non sarebbe altrimenti, in nessun paese con un esecutivo degno di questo nome si vedrebbero immagini dove la massia espressione politica scimiotta e si inchina in striscianti baciaanello. Bacio anello a chi ha cacciato come bestie i propri connazionali 30 anni prima senza spesso dargli neppure il tempo di prendere le poche cose, Propstrarsi con riverenza e tentennamento politico ( non lo voleva disturbare.. tze ) a chi massacra indegnamente donne e bambini inermi!
          Il problema è questo caro Giacomo, ci manca la politica di spessore, quella che sa vedere e pensare veramente alla propria terra e alla propria nazione. E non al l’interesse personale.

    • SERGIO scrive:

      A leggere ciò che scrivi, mi viene da pensare alla regina maria anntonietta, la quale rispose: “che mangino brioches” a chi gli diceva che i suoi cittadini non avevano più pane da mangiare; poi però quei cittadini gli hanno tolto, i pidocchi, dalla testa.

  27. Giusti Giacomo scrive:

    Ma ancora siete attaccati a dx e sx?
    Ancora parlate di dx sx,e di politica?
    Ma un v’e`venuto a noia?

    • Roberto Traica scrive:

      Forse caro Giacomo gli sfugge Caccia Ambiente , Dobbiamo ricordarglielo per fargli capire che l’unione fa la forza. Quiesta volta lo strillo . CACCIA AMBIENTE :wink: SOLO NOI POSSIAMO AIUTARE NOI :wink: :wink: :wink:

  28. fiore scrive:

    chi non va a votare, non è degno di vivere in un paese per il quale non dimostra interesse nell’esercitare un suo dirittodovere, in una ” famiglia” se uno non si prende la responsabilità di fare alcune scelte è meglio che se ne vada altrove!! il referendum è il giusto sistema per governare bisognerebbe fare un parlamento a base referendaria un vero parlamento del popolo!! sicuramente la gente avrebbe più soddisffazione a partecipare a scelte che vive sulla pelle e sicuramente ci sarebbero soluzioni che andrebbero a dare risposte più efficaci e opportune e non come adesso che le soluzioni le calano dall’alto gente che nemmeso conosce i veri problemi della gente, di conseguenza che soluzioni possono essere? ammesso che ne diano, perchè ultimamente l’attuale governo se n’è infischiato altamente e platealmente di tutti i poveri mortali….. ( e il risultato s’è visto) FINALMENTE

    • dardo scrive:

      19 referendum hanno fatto sulla caccia tutti 19 nulli e loro che hanno fatto se ne sono sbattuti e ci impongono leggi che non piacciono, dici bene che un referendum è un arma democratica, ma è un arma che non spara perchè i nostri politici se ne fregano del nostro pensiero, prima tutti a dx, poi tutti a sx, poi tutti con il re, la sostanza è sempre quella, chi noi mettiamo sul podio è la per infierire e strizzare il popolo.

      • fiore scrive:

        oggi i risultati dicono il contrario!! forse la gente s’è svegliata, o meglio s’è rotta i coglioni d’essere presa in giro!!!! quindi democrazia diretta referendum PER TUTTO e via il parlamento!!

  29. Giusti Giacomo scrive:

    Caro Fiore
    Io son qui ad arrovellarmi il cervello perche`ci sono tante,troppe cose che non mi tornano in questi referendum.
    L’unico che mi potrebbe far prendere una decisione e`il legittimo impedimento,non sono mai stato uno che va a votere a comando,ragiono con la mia testa sballata,e poi decido,questa indecisione ,certo non l’avevo fino a qualche anno fa`.
    E poi i primi due righi che ha scritto non mi piacciono,perche`se lo diceva l’altra parte di andare a votare,te un tu ci saresti andato.
    Io ci vivo ho vissuto bene in questo Paese,e ho intenzione di morirci,sono loro(tutti)che non sono degni di viverci e di rappresentarlo questo Paese.

    • Giovanni59 scrive:

      Bello il finale….mi piace!!! :D

    • fiore scrive:

      Giusti ammeso e non conceso che se l’altra parte invitava a non andare a votare ( cosa che per me è già un reato penale in un paese democratico, in più se questa è un’esortazione di chi ricopre cariche istituzionali) ma apparte questo, uno va a votare per sostenere un pensiero e quindi non m’importa come uno vota perchè le opinioni sono tutte legittime, ma il non votare è rifiutarsi di avere opinioni e questo non mi pare produttivo ma rassegnativo!!
      poi se vuoi esercitare questa forma di protesta perchè t’è venuto a noia tutto l’ambaradan politico mi può stare anche bene ma allora mi diventi un punk a bestia no global!

      ps. sono stato alla festa del colombaccio a poggibonsi e come sempre ho incontrato Vasco!!

      • Giusti Giacomo scrive:

        Fiore
        non vado a votare solo i referendum,perche`ho questa(diciamo)possibilita`e solo quando qualcosa non mi torna.
        Io maremma troia non son potuto andare,ero pieno di dolori,maremma vecchia,ci sono venuti sabato sera imiei figli e la mia nipotina,insieme al mio giovane Breton.
        Ma Vasco ti ha portato gli spennacchiotti?

        • fiore scrive:

          no, l’ha lasciati a Perugia, ma il secondo gli scappa di sicuro!! era belle troppo grande!!!

    • Peppe scrive:

      Mah… di dubbi me ne sono fatti venire pochi, caro Giacomo. Sono un uomo abituato a combattere, e non ci sto a rimanere inerme mentre una accozzaglia decide leggi scellerate sulla testa mia e dei miei figli per un mero fine e interesse personale. E l’unico modo di combattere queste ingiustizie in modo democratico è l’andare a votare secondo la propria coscenza. Tutto il resto non mi interessa perchè è eversione enon posso tradire il giuramento fatto a questa Nazione di servirla e proteggerla. L’unica arma che mi è concessa da uomo libero è il voto, e quel voto lo esercito con il massimo strumento di democrazia che è rappresentato dallo statuto del Referendum Popolare.

  30. Valerio scrive:

    Caro Fiore,
    anche il non voto e’ legittimo, perche’ se non ti senti rappresentato da nessun partito e non credi a quello che ti vogliono incuccare l ,unico modo e’ quello dell’astensione per far capire che ci siamo rotti il c…o.

    E poi io non voglio ripinguare le casse di Di Pierto IDV In caso della vittoria dei si ,perche’ tutti non sanno che se vincessero il referendum gli andrebbe riconosciuto un importo di circa 400mila euro per aver raccolto le firme ,dei miei denari che pago tramite tasse me ne scippano gia’ anche troppi, pertanto a votare non ci vo’,anche perche’ questi referendum sono strumentali e non risolvono il problema del nucleare dal momento che chi dice si per abrogarlo di fatto e’ favorevole perche’ il nostro paese a neccessita di acquistarlo comunque altrimenti rimaremo al buio e le industri chiudono bottega senza energia elettrica.

    Per cio’ che riguarda l’acqua rivolgiti a Prodi che quando governava a dato possibilita alle amministrazioni locali di privatizarla gia da diversi anni,nel mio comune la gestisce la SPA-Gaia e dopo che e’ subbrentata lei al posto dell’AMIA le bollette del acqua sono triplicate.

    Pertanto non fare il moralista e una volta tanto togliti le visiere per diffendere le tue ragioni e guarda di essere piu’ obiettivo come sono molti di noi i quali hanno il coraggio di mandare al diavolo anche il partito che hanno sempre votato.

    • fiore scrive:

      Valerio, qui non c’entra destra o sinistra qui si parla di cose che riguardano tutti indistintamente Apparte la leggina per truffolo poi son cose che ognuno può avere una sua opinione, anche il nucleare secondo me non và certo abbandonato nel senso che la ricerca per trovare la famosa fusione a freddo va comunque ricercata e finanziata oppure per la medicina è logico che si vota contro centrali che nessuno vuole accanto all’uscio di casa perchè pericolose, anche se sono di ultima generazione le scorie dove le mettiamo le spariamo sulla luna!! il nucleare è la miglior fonte d’energia però va trovato il modo di scomporre l’atomo senza provocare radiazioni! allora siamo apposto !!

  31. alessandro fulcheris scrive:

    a parte il fatto che non andrò a votare nemmeno se mi sparate col piombo del doppio zero, se qualcuno vuole vedere il manifesto in cui i DS D’Alema in testa invitavano a non votare per i referendum del 2003, posso postarlo su mio profilo din facebook. Poca memoria gente, il 2003 è solo 8 anni fa…

    • Roberto Traica scrive:

      Fallo Alessandro, non vedo l’ora di condividerlo e stamparlo per poi affiggerlo al bar che frequento come ho fatto con di pietro e bersani per l’acqua e per di pietro cacciatore .

  32. Agostino scrive:

    Complimenti Beppe per il tuo post(verità sacrosanta) e mi unisco agli applausi del nostro amico Fiore,e mi unisco anche per quel malessere che provo già per conto mio e che sento quando leggo altri post su questo argomento che il sottoscritto condivide in pieno.

  33. Peppe scrive:

    Gongolo… o come Gongolooooo. Gongolo perchè gli Italiani hanno dimostrato ancora una volta di esserci. Hanno dimostrato recandosi al voto di essere ancora un popolo combattivo, un popolo che sa dire no al soppruso e al’arroganza. Un grazie anche a tutti i cacciatori che non hanno ascoltato le melodie e le sirene no quorum. Ho letto per ora solo i dati su i referendum dedicati all’acqua pubblica.. beh i dati parlano di oltre il 95% dei SI ! Vi rendete conto ( coloro che non sono andati a votare ) della mina che è stata disinnescata? l’acqua in mano alle nuove multinazionali.. tze! Se il petrolio è una ricchezza l’acqua è lo strumento per manipolare i popoli. Una macchina puoi lasciarla in garage, o scegliere di andare a dormire al tramonto… ma non avere acqua per bere ( perchè la multinazionale pinco pallo te la fa pagare 1000 volte il suo valore ) vuol dire perdere la dignità. E ho visto con i miei occhi nelle missioni di guerra come si riduce un uomo senza acqua. Ho ancora impresso come una foto indelebile le stuole di ragazzini che ci correvano dietro il blindato gridando acqua.. acqua.. e quell’acqua non bastava mai! Rifletteteci popolo no quorum, riflettete sul vostro astenzionismo! Ma non importa come in tutte le guerre c’è chi ha combattuto anche per voi e ha salvato anche voi dalla scellerata arroganza di mettere le mani sul bene pubblico :evil:

    • Giovanni Aiello scrive:

      Grande Peppe, orgoglioso di avere un conterraneo come te :wink:

      • Peppe scrive:

        Grazie Giovanni, noi sappiamo e bene cosa vuole dire controllare l’acqua nelle nostre terre di Sicilia.

        • Giovanni Aiello scrive:

          Eccome se lo sappiamo caro Peppe, anche se devo dire che a Favignana non ci manca quasi mai l’acqua. Noi abbiamo la nostra scorta nella cisterna sotto terra in cemento che contiene più di 100 mt cubi. il problma si crea un pò in estate col grande flusso turistico, ma non più di tanto in quanto alla carenza degli impianti idrici tradizionali, si rimedia con le navi cisterna. :wink: Ma tu di dove sei se è lecita la domanda.

        • Peppe scrive:

          Sono di Montelepre Giovanni, e da ragazzino ne ho viste di ingiustizie sull’acqua….. e qui mi fermo.

      • Marcello Lentini scrive:

        Mi piace x 2 :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

    • fedeli massimo scrive:

      Adesso aspettiamo il nostro di referendum……….poi vedrai come gongoli . Comunque non cambierà niente come sempre, qui a Roma sono 10 anni che l’acqua è SPA .

      • Giovanni59 scrive:

        Massimo ma che idea ti sei fatta degli Italiani? (elettori). :evil:

      • Peppe scrive:

        Se lo faranno combatteremo caro Massimo da uomini liberi. Agitare questo spauracchio per fare un favore a chi fino a cinque minuti fa ci ha sputato addosso ( basta vedere i provvedimenti di questo esecutivo nei confronti della caccia e delle armi ) mi sembra gratuito. Poi se proprio mi devo aspettare il tanto temuto referendum sull’842 me lo aspetto da questo governo e da questo esecutivo che di liberale non ha nulla ma proprio nulla! Se lo faranno combatteremo con gli strumenti che un popolo libero ha e con la schiena dritta di Italiani Liberi :evil:
        Ho visto versare sangue e pianto commilitoni nelle zone di guerra che hanno dato la propria vita per rappresentare la libertà e la democrazia e tutto questo mentre qualcuno ballava i bunga bunga o si inchinava umiliando l’intera nazione. Ancora non vi basta? cosa aspettate che vi strangoli? beh… l’opportunità di prendere la vostra dignità controllando il bene più prezioso per ora l’abbiamo disinnescato poi vedremo elle prossime politiche che cosa accadrà :evil:

      • Giacomo scrive:

        A Fedè….. !! :D Ti sei beccato un missile antinucleare con il 95 % del quorum, meno male che adesso teniamo a disposizione tanta acqua per spegnerlo….. :mrgreen: :P :P :P Ha vinto il popolo Italiano, ha vinto la democrazia. :D Ma di quale referendum state a parlà tu e il Traica…….si può sapere ? Salutiamo

        • fedeli massimo scrive:

          è quello trasversale paventato dalla Poretti PD e dalla cara nostra amica Brambilla PDL :| Comunque a voi taglierei l’energia elettrica, e se poi vi sento dire che costa troppo………..contenti voi…….vi siete tagliati i c@@@@ni x fare un dispetto a chi?,ma pensate che lui abbia problemi?No siamo sempre noi che avremo i problemi, ciao bell!! :wink:

      • ennio scrive:

        …infatti i due quesiti sull’acqua non fanno cambiare proprio nulla…. se non le modalità delle gare di appalto ….dove ci sarà sempre anche il pubblico….ma per pubblico si intendeno i comuni che non hanno un centesimo….e quindi lasceranno ai privati o multinazionali…o società S.P.A. la gestione delle forniture………….

    • ilio scrive:

      Caro Peppe Siccome sono uno dei tanti che non è andato a votare sappi che quando c’è d’andare in guerra non delego nessuno stanne cero, sono sempre in prima fila. Non ci allarghiamo troppo perché la guerra l’hai combattuta per te, per me no di sicuro. Nella mia Provincia rossa da più di 60 anni, la privatizzazione dell’acqua è stata attuata da almeno 5 anni e senza referendum, pertanto la vittoria del referendum non può che aggravare la situazione almeno nella mia Provincia. Quello che prima pagavo 5 ora pago 20 e la rete che era un colabrodo lo è tuttora e con il lasciapassare del referendum pagherò 100.

      Credo che tu sia del Sud, bada bene che con la vittoria del referendum non è che la situazione dell’acqua adesso migliora soprattutto nel Sud.

      In quanto alla scellerata arroganza chiedilo al buon prodi perché è stato lui ad inventarsela senza per questo difendere il pdl anzi , :evil: :evil: solo che come era prevedibile molti hanno votato scambiando i referendum per una tornata elettorale e le prova anche in questo portale è più che evidente.

      • Argo scrive:

        Dev’essere che tutto il mondo è paese. In Sardegna la privatizzazione dell’acqua porta la firma dell’allora presidente della regione On. Renato Soru ( sx ) e oggi i risultati sono questi . http://lanuovasardegna.gelocal.it/argomenti/abbanoa , ma a sx la memoria e sempre corta.

        Saluti
        Argo

        • Giovanni59 scrive:

          Verissimo, fu imposta di prepotenza dalla giunta Soru e i comuni (non tutti) si dovettero adeguare. Cmq il referendum Regionale l’ha “affogata”. :evil:

      • Peppe scrive:

        Mi spiace Ilio, ma la guerra non l’ho combattuta per me, ma con il mio voto ho abrogato un qualcosa che pesava sulle teste di tutti. Compresa la tua. Io sono Siciliano, di Montelepre per la precisione ma vivo nel Lazio da anni per motivi di lavoro e conosco la realtà sia siciliana che Laziale sull’acqua. E non credo che la privatizzazione sarebbe servita a riparare gli acquedotti.. anzi. Conoscendo l’uso strumentale che se ne fa dell’acqua con la mia non astenzione ho contribuito a disinnescare l’ennesima porcata. Che molte privatizzazioni siano made in Prodi nessuno lo obbietta ma stravolgere al proprio fine personale quello che era il Prodi pensiero è da vigliacchi. Per puntualizzare, ti rinnovo l’informazione che la mia frustrazione nasce per essere stato un ex tesserato FI prima e PDL poi e per essere stato uno dei portatori di voti per eccellenza di questa che si è dimostrata essere una accozzaglia di avventurieri dal tornaconto personale. Ora quella tessera è stata con guduria incenerita. Molto probabilmente i miei sforzi si concentreranno sul nostro partito, Caccia e Ambiente, e non mi interessa se arriviamo a un prefisso telefonico, ma quelli saranno i nostri voti. I voti di noi cacciatori liberi. Questo referendum non era un referendum politico a mio avviso, ma la lotta contro l’arroganza dell’uomo solo al comando, del ghe penz mi! Questo referendum era la risposta degli Italiani liberi a chi Impone gli interessi personali. E come dice il buon Calderoli… questi è il secondo schiaffone che il popolo Italiano ha dato a questo esecutivo. Ora vedremo cosa decideranno a Pontida e cosa farà Truffolo. Ma la cosa non mi interessa più. Mi interessa solo che il 57 % degli Italiani ha cominciato ha capire chi sono e cosa è Truffolo con la sua Banda. Spero che anche il restante 40% incominci a pensarci un po su, la Demoscrazia ( quella vera ) è anche questo. L’importante è che tutti gli Italiani capiscano che l’unica arma democratica di cui dispongono i cittadini è il voto. E quel voto deve essere esercitato e preteso, a prescindere da dove lo si voglia indirizzare.

        • fiore scrive:

          Peppe, di Montelepre!!! sopra lo zucco?! e vicino a Balestrate? ho degl’amici che ci portano sempre in questi due posti!!!

        • Peppe scrive:

          E già… allora conosci i miei posti di caccia di ragazzo Fiore :D

        • ilio scrive:

          Peppe sul post politico sono d’accordo, su quello referendario ho dei seri dubbi che sia un beneficio per la Nazione. Vedrai tra qualche mese lo scatenarsi dei comuni per levarsi dalle invettive dei cittadini e mettere la patata bollente nelle mani delle Spa. Il fatto è che hanno fiutato l’affare e anche se gli Italiani hanno vinto il referendum non li mette in sicurezza dalla privatizzazione. Tempo a tempo.

        • fiore scrive:

          la Sicilia è bellissima, e i Siciliani hanno mille particolarità nella loro unicità, d’una cosa sono certo, sono molto diversi da come i luoghi comuni me li avevano fatti credere, e abbiamo passato delle belle giornate in loro compagnia. il pozzino dello zucco per i colombi è un bel posto, anche bosco figuzza non è male!!! ora non faccio più nomi sennò arriva la ciurma da tutt’Italia

          saluti

      • Giacomo scrive:

        ILIO…… il privato subentrera sempre nella gestione dell’acqua solo che adesso i privati la gestione la dovranno prendere con una gara di appalto ! Questo significa che il comune che farà la gara prima metterà le dovute regole per cui la gestione dovrà diventare per forza più efficiente e più economica, non ti sembra ? E questo vale anche per la spazzatura e per i trasporti.
        Ma ti sembra giusto che la spazzatura da noi è arrivata a circa 800 Euri, non ostante si fà la differenziata e l’acqua la devo comprare perchè quella dei rubinetti è acqua di pozzo pieno di calcare ? Quando poi abbiamo pozzi sui nostri monti con acqua purissima ? E dai su…. che l’esaggerazione non può essere tollerabile. :roll: Salutiamo

        • ilio scrive:

          No Giacomo non mi sembra affatto che il comune che farà la gara prima metterà le dovute regole per cui la gestione dovrà diventare per forza più efficiente e più economica. Ma che le gare d’appalto non sai come funzionano? Stanne certo che le vinceranno gli amici e gli amici degli amici e siccome sono quasi tutte Spa gli amici saranno quelli che tengono il 50/60% delle azioni e si pagherà l’acqua cara come l’olio extra vergine d’oliva. Il tempo è galantuomo, ne sapremo riparlare tra non molto e grazie al pc avremo uno spaccato dell’Italia poi vediamo i benefici della vittoria referendaria

        • ennio scrive:

          Giacomo….spesso condivido sullla caccia ,ma quì no……anche da me con la differenziata ,la tassa tribuiti in tre anni è aumentata quasi del trenta per cento…eppure si era promesso che sarebbe costata meno…..
          L’acqua è fornita da un consorzio….. dove nessuno osa mettere becco….ed è sempre aumentata……………………..

        • ilio scrive:

          Giacomo ti rispondo quì non volermene sai c’è :wink: :wink: Sicuramente il tuo post su Valle d’Aosta: la caccia inizia il 4 Settembre è interessante, ma mi sono imbattuto in una serie di post che mi hanno messo di buonumore . :P :P Delle seria Bud Spencer & Terence Hill

          PIU’ FORTE RAGAZZI e NON C’E’ DUE SENZA QUATTRO
          :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

    • Valerio scrive:

      Se saranno rose fioriranno ,ma credi che siano gia passite prima di sbocciare.
      CHI VIVRA’VEDRA’.

    • peppola scrive:

      usti se la mettete giù dura…dai adesso non è che mettevano l’esercito a scortare le fontane o a presidiare i torrenti…allora da domani acqua gratis dal comune ?

  34. nino scrive:

    complimenti, ottimo articolo e pregevole precisazione !!

  35. fabrizio scrive:

    Io non sono andato a votare eprche’ nei referendum NON CI CREDO, e inoltre I RISULTATI DEI REFERENDUM NON VINCOLANO IL LEGISLATORE PER IL FUTURO.

    anni fa votai per abolire il finanziamento pubblico dei partiti, ma lo scandalo continua e gli hanno solo cambiato nome ……….lo chiamano rimborso elettorale…….

    L’ unica cosa sicura e’ che gli italiani votando contro il nucleare, hanno decretato il lento suicidio economico del Paese. …….. CHI HA VOTATO CONTRO IL NUCLEARE HA CONDANNATO LE GENERAZIONI PIU’ GIOVANI AD UN FUTURO DA PEZZENTI……..

    BEL COLPO !!!

    COMPLIMENTI !!!!

    SE POTESSI SCAPPEREI VIA subito DA QUESTO PAESE……..mi accontento anche di un posto da portiere in un albergo …….(parlo 4 lingue) ……. purche’ fuori da questo Paese e dall’ insipienza che qui regna sovrana.

    Dimenticavo…….quelli che hanno usato i referendum adesso, sono gli stessi che lo utilizzeranno contro di noi, cacciatori e comunque, entro pochi anni verra’ comunque promulgata una legge che permettera’ la costruzione delle centrali nucleari .

    Fabrizio

  36. Caterina scrive:

    Infatti nazioni arretrate come la Germania sta facendo un rapido passo indietro sul nucleare concepito ain questo modo ( senza fusione a freddo ), perchè pericoloso e troppo costoso per la gestione dei rifiuti e delle scorie. Immaginare il nucleare all’Italiana ( non siamo neppure in grado di ultimare il valico di Bagno di Romagna ( 20 km appena di superstrada ferma cosi da oltre 20 anni ) o una gestione delle scorie in mano ai soliti ignoti ( vedi notizia di stasera su rifiuti pericolosi scaricato nel parco del Vesuvio sotto il naso di tutti ) mi fa rabbrividire. Io dico invece un grazie al quasi 95% di Italiani che ingenuamente si è lasciata raggirare da i cattivoni antinucleare. Ma per favore.

    • Argo scrive:

      Sig.ra Caterina, concordo con lei che il nucleare allo stato attuale sia pericoloso non perché manchi la tecnologia per il suo controllo, ma solo perché non siamo in grado di controllare gli eventi eccezionali come quello che è successo in Giappone. Il maremoto. Inconveniente a cui si può ovviare con un enorme serbatoio di riserva d’acqua utile al raffreddamento del nocciolo nucleare, posto ad una altezza di sicurezza, ma poi salta fuori un altro problema a cui non si era pensato, e si ricomincia da capo.
      Ufficialmente, il nucleare lo abbiamo rifiutato per cui per i prossimi 5 anni non se ne parla, ma questo darà fiato alle trombe della cosidetta Green Economy che di ecologico non ha nulla, ma permette a chi gestisce eolico e fotovoltaico di arricchirsi a dismisura riducendo l’ambiente nelle condizioni riportate sul link che ho postato più sù. Lo ripropongo:
      http://www.youtube.com/watch?v=qSww8RS14zI
      Annotazione.
      A parere mio, Fabrizio fa un errore quando dice che:…..CHI HA VOTATO CONTRO IL NUCLEARE HA CONDANNATO LE GENERAZIONI PIU’ GIOVANI AD UN FUTURO DA PEZZENTI………
      Il futuro da pezzenti, è cominciato per noi, altro che per le giovani generazioni.

      Saluti
      Argo

    • Giusti Giacomo scrive:

      Speriamo che le” tue” energie alternative Caterina siano fatte con la massima trasparenza,e controlli su chi ci speculera`sopra.
      Quante torri ci vorranno,quanti km quadrati di territorio dovra`essere distruto per le voglie di qualcuno di quelli che dovrebbero essere strenui difensori dell’ambiente?
      Come mai questa gentaccia critica pure l’idroelettrico e il geotermico?
      Ti sei chiesta cosa ci sia sotto a queste interessate energie?
      Di sicuro non l’ambiente che ci circonda e che e`gia` al lumicino.

      • Caterina scrive:

        Voglio fare una premessa, io non sono contro il nucleare a prescindere. Anzi, sono per un implemento verso la ricerca sull’energia nucleare prodotta mediante fusione fredda. Sono contro al nucleare attuale per i motivi che ho già ampiamente esposto. Non sono contro alle centrali Idroelettriche, anzi ne auspico un implemento, se fatte ne rispetto delle regole. La stessa cosa vale per l’energia geotermica e per l’uso massiccio dei termovalorizzatori. Ma sempre nel pieno rispetto delle regole e delle sicurezze. Sono favorevole al biogas, e all’uso dei superconduttori ( anzi se ne facesse di ricerca su di essi ) , idem per il solare. Non sono farorevole all’eolico ( troppo impattante sull’ambiente ) come non sono favorevole al fatto si sottrarre territorio all’agricoltura per impiantare pannelli solari. Se solamente si incentivasse l’implementazione dei pannelli sotra i tetti delle case, scuole, caserme, ospedali, ditte e fabbriche e su tutti gli immobili esistenti si darebbe una bella mano al consumo energetico. Noi abbiamo a nostre spese realizzato un impianto di 7.5 KW che serve due appartamenti e vi assicuro che funziona benissimo e tramite l’inverter non ti accorgi di nulla. Certo se lo avessimo realizzato ( ci stiamo pensando seriamente ) da 12 KW visto che lo spazio lo avevamo ma i soldi no… probabilmente ci avremmo anche guadagnato qualcosina. Tenete conto che il nostro impianto è costato chiavi in mano quasi 50000 eurini e non è uno scherzo per due famiglie con figli in termini di costo. Ora se lo stato avesse che dico partecipato per un 40-50% sarebbe stato uno sforzo finanziario molto meno importante e magari alla portata di molte altre persone. Ma questo attuale governo era concentrato su altro. Ora spero che si prenda seriamente in considerazioni forme di incentivo per il fotovoltaico perc hè a guadagnarci non è solo l’ambiente ma anche lo stato che dipenderà sempre meno dall’oro nero. Ma lo capiranno prima o poi?? Mah
        Se tra cinque anni si ripresenteranno con la solita minestra riscaldata del nucleare all’italiana… beh rifaremo l’ennesimo referendum cercando questa volta di arrivare al 100% cosi tanto per mettere l’anima in pace a chi gioca sulla salute degli Italiani.

  37. ilio scrive:

    Sig Caterina dopo quanto esposto ci illumini lei su quale strada percorrere per approvvigionarsi l’energia necessaria per far funzionare innanzitutto le fabbriche fonte di lavoro per gli Italiani e extra comunitari e poi per il fabbisogno delle famiglie. Pensa di devastare montagne con l’eolico e terra agricola con i pannelli solari, o forse ci indirizza sull’idroelettrico o magari sul carbone. Meglio acquistare energia nucleare dalla Francia con le sue 58 centrali o dalla Svizzera 5, Slovenia 1, Spagna 8, Belgio 7, Olanda 1, Germania 17, Gran Bretagna 19, Russia 32, Ucraina 15, Svezia 10, Finlandia 4, Rep Ceca 6, Slovenia 4, Ungheria 4, Romania 2, Bulgaria 2, almeno non ci sporchiamo le mani, e in caso d’incedente ci giriamo dall’altra parte tanto da noi le radiazioni non arrivano.

  38. lucas scrive:

    Il nucleare era una follia. Sarebbe costato più il brodo che la carne.
    E poi in Italia non riusciamo neanche a far funzionare l’aria condizionata sui treni, figuriamoci un casermone radioattivo…
    Il futuro è nelle nuove tecnologie, idrogeno in primis, le rinnovabili, il risparmio energetico, non certo nel nucleare il cui combustibile, l’uranio, è quasi finito.

    • ilio scrive:

      Lucas Intanto anche se già sperimentato e con successo sulle automobili l’idrogeno ancora non è utilizzabile e passerà ancora molto tempo affinché lo s possa utilizzare se non altro per pericolo di esplosione figuriamoci nelle industrie. L’energia rinnovabile è tratta dal sole (fotovoltaica), dal vento (eolica), dal moto ondoso (marina), dalle masse di scarto (biomassa), dalle acque calde delle viscere della terra (geotermia), puro sogno per il fabbisogno Nazione che si realizzerà se si realizzerà tra cento anni mentre l’energia serviva 30 anni fa.
      Per me comunque va tutto bene, basta che non sento più il lamento dei cercatori di lavoro e il pianto delle famiglie che non arrivano a fine mese perché il cetriolo gli costa 5 € al chilo.

    • peppol@ scrive:

      si il nucleare sarà una follia ed allora cominciamo tutti a spegnere i climatizzatori, compriamo a nostre spese elettrodomestici in A + e sempre senza contributi mettiamo pannelli solari, ventole per l’eolico in giardino ed una ciclette per fare corrente….noi italiani siamo proprio dei fenomeni, abbiamo 2 cellulari a testa ma le antenne devono stare sulle case degli altri, abbiamo ogni cianfrusaglia che consuma corrente ma niente nucleare, abbiamo l’automobile ma le strade sui terreni altrui, facciamo monnezza ma niente discariche…il benessere comporta tutto questo, quindi se NON vogliamo centrali, discariche, strade, antenne cominciamo a privarci dei “gadget”…..i primitivi mangiavano BIO, non avevano inquinamento ma a 30 anni morivano

      • Coppiola scrive:

        Peppola, 6 un grande! :wink:

      • Picchio scrive:

        Grande Peppola.

      • fiore scrive:

        avidità collera e stupidità!!! e così si campa fino a 80 ma pian piano ci stiamo segando il ramo dove siamo appollaiati!!! ( e non si sa certo volare)

      • Caterina scrive:

        Potrebbe essere una idea non male carissimo peppola. Se tutti noi nel nostro piccolo incominciassimo a sprecare meno energia non sarebbe male come idea. Peccato che tutti vogliono viaggiare sul SUV e tenere le case accese come un albero di Natale. Per non parlare dello spreco idrico e non mi riferisco solo agli acquedotti colabrodo ma a molte forme di spreco come le lavastoviglie, tre docce al giorno , rubinetti sempre aperti e tante altre cosette.

  39. Giusti Giacomo scrive:

    Si e`parlato e sparlato tanto di nucleare,ma non si e`,anzi,non hanno mai parlato di come si sopperira`al bisogno energetico,quale sia l’alternativa.
    A me non vengano a dire che sia l’eolico o il fotovoltaico perche`gli ………..sputo in un occhio.
    Ci sono affari colossali sotto,e una distruzione ambientale mai vista prima d’ora per mandare avanti una piccola percentuale di case di un paesello di montagna.
    Ora spero solo che venga fatta un ricerca e studi seri su energie alternative,ma quando si arrivera`a capirci qualcosa,per l’ambiente sara`troppo tardi.

    • Argo scrive:

      Per dire il vero, si parla tanto di Riscaldamento Globale, ma di percorrere l’unica starda che può risolvere il problema ( reale ) non se ne parla. Solo pippe mentali. Aspetta quando si presenta il problema del cetriolo, come dice Ilio, a 5 $ al chilo…..

      Saluti
      Argo

    • Giacomo scrive:

      Il record di produzione di energia elettrica spetta ad una centrale sudamericana
      La centrale idroelettrica di Itaipù, infatti, è realizzata sul fiume Paranà, dal Brasile e dal Paraguay,La quantità di energia elettrica prodotta dalla centrale ammonta a oltre 94 milioni di MWh, record mondiale di produzione di elettricità
      La diga è alta 196 m e lunga 8 Km, mentre la centrale è composta da 20 turbine: 10 alimentano il Paraguay, coprendo il 94% del relativo fabbisogno energetico, le restanti il Brasile, assicurando la copertura del 20% della domanda energetica. Maremma megawatt. :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

      • ilio scrive:

        Maremma megawatt ma tu vuoi una diga di traverso dal Tirreno all’Adriatico e mezza Italia allagata. Che prendiamo per allagare la parte centro , la Padania, o il Sud. Come dice Argo PIPPE mentali. :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

        • Giacomo scrive:

          ………..pensate quanto è grande il Brasile rispetto all’Italia. In più il cetriolo si regalerà sulla spesa di verdure…….. :D :wink:

        • Giacomo scrive:

          Dimenticavo : la dica del Pertusillo di Spinoso Potenza è alta 100 metri e lunga 7,5 Km. :idea: 8O :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

    • Coppiola scrive:

      Salve amici, penso che sia giusto passare la parola a chi di competenza – chi è Giorgio Prinzi – da ultimissime del sito http://www.cacciacpad.com .Saluti 8O 8O

Leave a Reply


+ 5 = 7

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.