Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

ANLC: Tavolo tecnico…missione fallita

| 27 maggio 2011 | 95 Comments

TAVOLO TECNICO… MISSIONE FALLITA.

Se il progetto dell’Assessore Dario Stefano, su delega del Presidente della Conferenza Stato-Regioni, che aveva annunciato nel 2010 “la volontà di avviare un serio confronto fra i diversi portatori d’interessi sulla caccia” era effettivamente ispirato dalla “non più rinviabile esigenza di una razionale e più attenta lettura delle Norme Comunitarie, al fine di garantire un’interpretazione univoca della legge per la rapida redazione dei calendari venatori regionali”, oggi possiamo affermare con disappunto che il progetto è fallito.
Troppe le distanze culturali che ci separano dagli ambientalisti radicali, palesi gli interessi contrapposti di categoria per sottoscrivere al ribasso un protocollo d’intesa da traghettare in Conferenza Stato-Regioni.
Duro, durissimo sarà a questo punto il compito di Dario Stefano, che non poteva (ce lo auguriamo) certo sperare in una Libera Caccia così remissiva da accettare supinamente di discutere al Tavolo Tecnico solo ed esclusivamente le tracce del documento privo di nozioni “tecniche” elaborato dagli Stakeholder di Legambiente-Coldiretti-Arcicaccia e Fare Verde.
Il “prendere o lasciare” non ci è mai piaciuto per impostazione intellettuale, le provocatorie imposizioni sull’ordine dei lavori ancora meno, perché il Tavolo (che volevano sbilanciato a favore di una sola componente) avrebbe dovuto avere come filo conduttore, per definizione istitutiva, la “Tecnica sulla Caccia” e non la sola deferente osservanza delle Linee Guida elaborate da un Istituto che non ci ha ancora dimostrato come e con quali studi “tecnici” ha tratto le sue opinabili conclusioni “scientifiche” per penalizzare ulteriormente la nostra categoria.
Non ci è piaciuta peraltro la frase gravissima di un noto esponente venatorio che ha candidamente affermato “…pur di passare un’estate all’insegna della tranquillità, siamo disposti a cedere specie e compressioni di qualche arco temporale
Il compitino dettato al Tavolo Politico (perché questa è la brutale definizione da affibbiare al progetto) da Procacci-Ciarafoni-Morabito § c. non avrebbe dovuto avere alternative: mediare al ribasso sulla riduzione dei tempi di caccia al alcune specie (su suggerimento ISPRA) e cancellare con un tratto di penna (la stessa forse usata per la scrittura del Documento Ornis nostrano e dei conseguenti KC) dall’elenco di quelle cacciabili le specie definite SPEC 2 e SPEC 3, su dettatura degli ambientalisti.
Avremmo dovuto a quel punto alzarci e abbandonare il Tavolo, ritirando dalla discussione il documento di 36 pagine “tecniche” elaborato e depositato, per il quale ci siamo sentiti peraltro affibbiare il lusinghiero titolo di Associazione integralista.
Non lo abbiamo fatto, forse sbagliando, forse peccando di troppa educazione, per il profondo rispetto che nutriamo nei confronti dei cacciatori e nelle Istituzioni che il Tavolo hanno assemblato.
Nessuna mediazione, nessun cedimento alle minacce di ricorsi, impugnative e ipotetiche procedure d’infrazione ventilate nei confronti di calendari venatori “non normalizzati” alle Linee Guida dell’ISPRA, che le componenti ambientaliste radicali continuano a definire attuali e inoppugnabili.
La nostra Associazione è saldamente ancorata alla esauriente documentazione tecnica prodotta, che inserisce di diritto l’Italia, al pari di Grecia, Cipro, Malta, Francia, Spagna e Portogallo, nei Paesi del Bacino del Mediterraneo interessati dalle rotte degli uccelli migratori del Paleartico Occidentale.
Ora la palla passa di diritto al Presidente Vasco Errani e al Coordinatore Dario Stefano, che dovranno assemblare una sintesi delle riunioni del Tavolo Tecnico per la stesura di un ipotetico Protocollo d’intesa da sottoporre alla Conferenza Stato-Regioni e verificheremo in quella sede quali e quanti Assessori Regionali alla Caccia saranno disposti a proporre ulteriori compressioni ai calendari venatori, in linea con il teorema ISPRA-Legambiente-Coldiretti-Arcicaccia e Fare Verde.
Alla FACE invece spetta da subito il compito di unire sforzi e raccolte di dati tecnici, per la stesura di un documento unitario, equilibrato, in linea con gli studi dei Paesi del Bacino del Mediterraneo da consegnare ai Ministeri competenti, per la necessaria modifica dei KC e chiudere la partita con un Istituto poco propenso al confronto.
E’ di fresca istituzione sul tema la predisposizione da parte del Ministero delle Politiche Agricole di un tavolo TECNICO di riflessione sui KC italiani (25 maggio u.s.), organismo che preoccupa non poco la LIPU, scesa ancora in campo con l’accorato appello al “non necessario intervento di revisione dei dati ISPRA e delle sue Linee Guida”.

Il Presidente
Paolo Sparvoli

ASSOCIAZIONE NAZIONALE LIBERA CACCIA
Via Cavour 183/B – 00184 ROMA
Tel. numero verde 800.270148 email anlc@libero.it

Category: .In Evidenza, ANLC, Arcicaccia, Generale, Legambiente, Lipu

Comments (95)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Giusti Giacomo scrive:

    Mi immagino gia`chi sono quelli che vorrebbero passare un’estate tranquilla comprimendo tempi e specie.
    Che tristezza e rabbia che mi mettono addosso questi.

  2. henri (Radere igor) scrive:

    “…pur di passare un’estate all’insegna della tranquillità, siamo disposti a cedere specie e compressioni di qualche arco temporale”

    Comodi pure voi. Se fate certe affermazioni, si pretenderebbe almeno il nome. Allorchè, così come scritto lascia il tempo che trova.

  3. Maurizio (Turdus) scrive:

    Al vaso di Pandora, di cui si parlava nei commenti all’altro articolo (ANLC: chiarezza sui dati scientifici INFS/Ispra) è già stato messo il coperchio?
    Spero di no, spero che il lavoro di Cannas & Co. possa fruire qulcosa, ma alla luce di qûanto leggo, mi sembra che ANLC sia rimasta/lasciata sola a combattere contro i mulini a vento.

    Maurizio

  4. massimiliano scrive:

    è Riba…chi era il portavoce degli ECO DEM ??????? ehm..ehmm..ehmmm..mica sarà la solità entità ??? @:(

  5. sololasipe scrive:

    Non mi sono mai sognato,dopo lunghi anni di esperienze vissute sul campo di battaglia, di instaurare una discussione sul mondo della caccia con questi bestialisti, poichè ciò è ARABO per costoro…Se togliessero i vari contributi, sparirebbero come neve al sole, per cui non vale la pena di arrabbattarsi tanto…basta non kaka…li..!!! :twisted: :twisted: :twisted:

  6. Giovanni59 scrive:

    “Non ci è piaciuta peraltro la frase gravissima di un noto esponente venatorio che ha candidamente affermato “…pur di passare un’estate all’insegna della tranquillità, siamo disposti a cedere specie e compressioni di qualche arco temporale”
    ….e allora,…… nomi e co”gnomi” o segreto di stato come sempre. ” Avremmo dovuto a quel punto alzarci e abbandonare il Tavolo” certo che avreste dovuto, ma non l’avete fatto (da voce del verbo FARE)…… ma che sto a perdere tempo con voi…… :evil:

  7. francesco cattani scrive:

    Presidente Sparvoli,di fronte a certe affermazioni,per la coerenza e l’impegno che vi si riconosce,mi sento di condividere quanto afferma Igor Radere.Bisogna fare i nomi,assumersene la responsabilità,e stanare i falsi e gli ipocriti.Cordialmente.

  8. Giacomo scrive:

    Certo che se si danno i soldi alle assicurazioni private e poi si pretende dalle associazioni significa volere la botte piena e la moglie ubriaca…….. Perchè non lo si chiede alle assicurazioni private a cui si portano i soldi di mettere a posto la caccia in Italia. Salutiaaamo

    • henri (Radere igor) scrive:

      Prova a fare a meno di dare i tuoi soldini alla cara e amata fidc. Poi vediamo se non muovono il culo.
      Volete l’aavv unica? Si cominci a non farsi più la tessera “di partito”, poi ne riparliamo.
      Vedi come corrono quando vedono che tanti li lasciano per strada. Poi sì, si alzano dai vari tavoli e se ne vanno oppure sbattono i pugni sul tavolo. Finchè sono convinti che tanto per andare a caccia serve la LORO assicurazione, state freschi.
      E poi Giacomo, la botte piena cè, la moglie briaca pure, che voi di più?
      Ciauuuuuuuuu

      • Giacomo scrive:

        Perchè non mi dici quanto tempo ci vuole a convincere 750.000 mila cacciatori a non fare più la tessera……… Secondo me sarebbe meglio fare le cose più pratiche non a luuuungha scadenza. Con tutto il rispetto per le idee altrui si intende. :roll: Salutiamo

        PS. Federicaaaaaa……. ! ha detto che sei inbriaca !?!? :mrgreen:

        • henri (Radere igor) scrive:

          Perchè non mi dici quanto tempo ci vuole a convincere 750.000 mila cacciatori

          Tre spot televisivi di una qualsiasi compagnia assicurativa dove si dimostri che spendendo meno si ha la stessa cosa. Dunque, circa 4 minuti?
          Credo che ad ogni compagnia assicurativa, un bacino di 750.000 clienti non possa fare schifo.
          Se mai si comincia mai si finisce.

          p.s. SSSSSSSSSSSS……….me mena.

    • Picchio scrive:

      Perchè ti scaldi ? hai forse paura che il noto esponente venatorio pronto a calare le braghe sia della tua grande famiglia associativa ? tanto anche se fosse tu troverai sicuramente un buon motivo per giustificarlo, no ??????
      Salutiaaaamo

    • gianbottaccio scrive:

      salve giacomo, un’azione è sempre la consegunza di una precedente, se qualcuno come me che dopo 42 anni di licenza con la fidc decide di cambiare ci sarà pure un motivo. Saluti carissimi

  9. Peter scrive:

    Sarebbe opportuno sapere chi sono i peccatori visto e considerato che avete sviscerato il peccato in modo che i cacciatori abbiano la possibilità di darsi una regolata con le tessere.

  10. francesco cattani scrive:

    Per rovinare la caccia o portarla al punto in cui si trova bastono quelli che versano i soldi ad alcune AAVV riconosciute.Per fortuna quelli che escono dalle AAVV e si assicurano privatamente stanno crescendo e sono anche professionalmente validi e contribuiscono attivamente a smascherare quanti stanno comportandosi ambiguamente su alcune specie migratorie.

  11. fabrizio scrive:

    MA FEDERCACCIA NAZIONALE CHE STA FACENDO?????

    QUALCHE ANIMA BUONA CI POTREBBE INFORMARE ?????

    se non sono informato male anche federcaccia fa parte di quel tavolo, o sbaglio???

    IO SPERO CHE ABBIA SEGUITO LIBERA CACCIA E ABBIA ABBANDONATO QUELL’ ASSURDO TAVOLO !!

    Daniele, per favore, facci sapere.

    Fabrizio

  12. “Per rovinare la caccia o portarla al punto in cui si trova bastono quelli che versano i soldi ad alcune AAVV riconosciute.”

    Il che, Caro Francesco, starebbe più o meno a significare che il 90% dei cacciatori italiani devono fare “mea culpa” se la caccia è stata portata al punto in cui si trova e che, da qui in avanti, a salvare la caccia italiana ci penseranno i cacciatori senza tessera in tasca. Potrebbe anche essere un’idea, ma…….personalmente, non ne sarei troppo convinto!!
    Altro discorso, se me lo consenti, sarebbe stato quello di “smascherare” colui che al Tavolo Tecnico ha pronunciato “certe frasi” e mandarlo a casa “per direttissima”, sempre che i cacciatori abbiano voglia di farlo!! Per quanto mi riguarda non esiterei nemmeno un istante a prendere posizione in tal senso, fosse anche il mio presidente nazionale.
    Ti saluto.
    diego.

  13. “Non ci è piaciuta peraltro la frase gravissima di un noto esponente venatorio che ha candidamente affermato “…pur di passare un’estate all’insegna della tranquillità, siamo disposti a cedere specie e compressioni di qualche arco temporale”

    Concordo con Lei, Presidente Sparvoli, FRASE GRAVISSIMA, che però Lei, da persona seria e responsabile, non può fermarsi lì, ma ha il DIRITTO-DOVERE di dare immediata connotazione a quella frase, per così dire INFELICE, attribuendola, senza indugi, al legittimo proprietario. Se lo farà, non solo io, ma gliene saranno grati tutti i cacciatori italiani.
    Cordialmente.
    diego baccarelli

  14. Agostino scrive:

    AL MASSIMO VI POSSIAMO CEDERE 2 SPECIE E QUALCHE ARCO TEMPORALE… Bisogna sapere chi è costui che si è pronunciato in codesta maniera…anche se gia mi immagino chi possa essere.Purtroppo la colpa non è sua ma di chi ci fa la tessera.Comunque, gia queste cose fanno capire che è tutto falso…compresi gli individui che non vogliono in alcun modo far scoprire la verità al resto del mondo.VERGOGNA.

  15. Perchè… poi, vede che succede, Presidente Sparvoli? Dal ruolo di pubblico accusatore, rischia di ritrovarsi immediatamente in quello di accusato!!!
    Quindi, cone dice l’amico Giacomo, sarebbe cosa buona e giusta che Lei……..
    Salutiamo…

    • Stefano Tacconi scrive:

      Accusato di che cosa…di aver fatto il proprio dovere, di aver detto ciò che è successo al Tavolo e che altriancora non dicono, di aver lanciato l’appello per la stipula di un documento tecnico unitario, senza mediazioni e concessioni agli Stakeholder?
      E’ in questa sigla la riposta ai vostri interrogativi (eppure sembrava tanto chiaro), tutto il resto sembra non contare, dalla limitazione temporale della caccia a turdidi e beccaccia, alla cancellazione dai calendari di starna e frullino, per finire con la richiesta, sempre degli Stakeholder, di considerare allodola, pavoncella e alcuni anatidi SPECIE A RISCHIO da proteggere.

  16. luigi le noci scrive:

    non e’ questione di non fare la tessera , ma e’ cosa buona fare una tirata di orecchie ai nostri dirigenti!!!!!!!!

  17. ilio scrive:

    Presidente Spalvoli non ci sono speranza son come i bambini bisogna prenderli per mano e spiegargli le cose in un linguaggio semplice e a portata della loro piccola mente. Nonostante un’associazione venatoria sia da anni palesemente contro la caccia e dimostrato ampiamente chi sono coloro che si tirano giù le brache e fanno gli accordi con gli animalari c’è qualcuno che ancora non ha capito e ricerca il colpevole tra le file delle riconosciute. Sa quale è la cosa buffa Presidente ? e che quando gli riveli l’identità, sentirai riecheggiare la tipica frase inconcludente “prendo le distanza “ come se un’associazione che con il suo operato ha cacciato via cacciatori e elettorato senza curarsene, prenda in considerazione un’omuncolo che li minaccia di prendere le distanze. Quello che mi meraviglia è che un paio di soggetti che reputo abbastanza scaltri e intelligenti si siano caduti nella trappola.

    Come si dice? ognuno ha il governo che si merita? Perché il comparto caccia no?

    • Giovanni59 scrive:

      Non ho capito Ilio, chi sarebbero questi bambini.????????????? :?: :?:

    • Giacomo scrive:

      Se non si incominciano a fare i nomi e ad avere il coraggio di affrontare questi personaggi anche in tribunale se occorresse, secondo me non si è mai dalla parte dei cacciatori al 100×100, i quali li sostengono con moneta sonante anche per questo. Potrei capire uno che per fare questo ci dovrebbe rimettere dalla sua tasca, ma non riesco a capire uno che può denunciare a favore di chi gli passa i soldi proprio per fare questo nel caso in cui ci fosse il bisogno di difendere o difendersi per una presa di posizione più che giusta.
      Caro intelligentone i motivi per non fare i nomi sono ben altri, ognuno non vuole rompere definitivamente con l’atro………. :mrgreen: se non si incomincia ad eliminare quelle associazioni che non sono a favore della caccia e lo manifestano apertamente, l’alba di una nuova era non la vedremo mai. Questo si può fare solo avendo il coraggio di affrontare anche chi ha la carica di presidente nazionale di una associazione nel momento in cui sbaglia a parlare o manifesta apertamente cose inaudite. Quando si è dalla parte della ragione per quale motivo non affrontare il nemico. Comunque visto che hai voluto fare l’avvocato, adesso spiegaci perchè non ha fatto il nome se effettivamente quella frase è stata detta ?? Salutiamo

      • Stefano Tacconi scrive:

        Pensi forse che ci preoccupi rompere i rapporti con l’ARCI?
        I rapporti si sono interrotti nel 1992 e non sono mai ripresi.
        Ti darei un consiglio…preoccupati dei Tuoi!!!

        • Giacomo scrive:

          Dei tuoi, riferiti a chi !! A me personalmente o alla mia federazione………

        • Stefano Tacconi scrive:

          Della Federazione, naturalmente.
          Possibile che nessuna capisca che questa non è una battaglia per le tessere?
          Che non c’è alcuna rincorsa a chi arriva prima degli altri?
          Qui c’è in ballo la “caccia” e solo una delle Associazioni Venatorie degne di tale nome cede a mediazioni, compromessi e ricatti degli ambientalisti e dell’ISPRA, sarà estremamente difficile recuperare anche un solo giorno di caccia e qualche “penna”.
          Non preoccuparti di chi ha fatto il comunicato, preoccupiamoci di trovare in FACE Italia e OMPO posizioni dure e condivise.

        • fiore scrive:

          volevo ricordare chi ha dato il LA a tutta questa storia!!!!

          non credo sia stata arcicaccia!!!

          quindi qui si sta parlando di qualcuno che deve recuperare gl’errori di altri e si sa come fà arcicaccia si cala le brache e belle fatto, ma se andiamo a vedere di chi a illuso e fomentato inutili e anzi dannosi proclami di più speci più tempi!!! eccoci al risultato !!!
          ora dite che non è vero!!! se avete coraggio!!! cazzu cazzu

      • ilio scrive:

        Giacominoooo, e che diamine, una volta che non me la prendevo con la tua fidc ti scagli conto dandomi dell’inteligentone? Ti ringrazio, ma non ho mai preteso tanto, ho solo fatto una cosina semplice semplice 1+1 cosa che a te non è riuscita. Per fortuna che la risposta te l’ha fornita il buon Taccani altrimenti ti sarebbe venuto il mal di testa a furia di cercare l’autore del misfatto.

        • Giacomo scrive:

          una volta che non me la prendevo con la tua fidc ti scagli conto
          ————————————————————————
          Forse è perchè stai pensando di ritornarci……… ?? :roll:
          Io ho capito che sotto sotto ci sta un patto di alleanza a non farsi la guerra……. Uno per tutti e tutti per uno, altro che balle varie. Si butta la pietra e si nasonde la mano.
          Caro arintelligentone, 8O fai finta di non vedere le mie domande……. :mrgreen: Rispondi a quello che ti ho gentilemente chiesto di spiegarci. :roll: Salutiamo

  18. Giorgio Sardegna scrive:

    La 157 non l’hanno voluta i cacciatori……..vergognia svegliamoci Caccia Ambiente P. Cagliari

  19. Ti avevo invitato di finirla lì. Da questo momento, se ti venisse malauguratamente la voglia di rivolgerti a me, conta almeno fino a sette, e pesa con la bilancetta del farmacista le parole che usi, perchè ti potresti pentire amaramente di averle postate su questo sito.

    • fedeli massimo scrive:

      :?: 8O

    • ilio scrive:

      Caro Baccarrelli t’insegno una cosa: su ogni post in basso a destra trovi la parola “Replica” se ci clicchi sopra, vai in risposta a chi a scritto l’artico precedente o a chi voi indirizzarlo.
      Fatta questa premessa come avrai notato, non ho usato questo sistema perché quanto avevo da dire, non interessava la tua persona, piuttosto t’invito a leggere sia il contenuto sia l’ora dei post che ti hanno preceduto e forse riesci a capire a chi mi riferivo . O forse ti sei risentito della frase “Prendo le distanze” guarda che non sei una “primizia” in questo Forum e purtroppo non sarai nemmeno l’ultimo. anche se a ben leggere hai scritto:non esiterei a prendere posizione in tal senso, fosse anche il mio presidente nazionale. Perciò !!!!!!!!!!

      Ti vorrei far notare che alcune parole, frasi, concetti a volte sono espressi e ripresi da molti anche da persone che magari sono ostiche, questo non può impedire in un paese democratico che l’altrui persona non possa esprimere il proprio punto di vista. Se la cosa o il soggetto non piace lo si salta a piè pari e si tira avanti

      Anche io ho cercato un dialogo pacato mettendo in evidenza alcune incongruenze ma aimè com’era prevedibile lo scontro e stato inevitabile, dopo di che, mi sono ritirato in buon ordine perché ho ritenuto che dialogare con te era solo una perdita di tempo. Tu credi di attirare la mia attenzione invece devi sapere che non ti considero per nulla, non solo dopo la tua comparsa su questo Forum, ma da una vita perché ti conosco FIN TROPPO BENE, pertanto di quello che dici e fai, tutto al più ci faccio una risata sopra, se non addirittura lo salto a piè pari figurati se perdo tempo a leggerti e risponderti.

      ( Quanto sopra Rientra nella legalità e nella democrazia o sono passibile di denuncia?)

      Di sicuro le tue minacce (mi tremano tutte le brache) sono rivolte a me perché di tutti i “postaroli” di questo link sono l’unico che non ti ha mai fatto la riverenza e hai pensato bene che il post era rivolto alla tua persona.
      Sta attento tu piuttosto, perché e se andiamo a ritroso nel tempo, sei stato tu il primo ad attaccare a gamba tesa (appena entrato nel Forum) quando postai su un articolo che riguardava l’operato della fidc .e successivamente su uno dove si parlava di sigle agricole e mezzadri io mi sono solo difeso,e ho reso pan per focaccia.

      Ricordati, la medaglia a sempre due facce

      Il tutto è SUBBORDINATO al fatto che sono CONVINTO che le tue MINACCE SONO RIVOLTE A ME. Mi sono sbagliato? Se SI, ed erano rivolte a qualche altro, ti CHIEDO SCUSA, fermo restando le mie considerazioni.

      Saluti Ilio

      .

      .

      • fedeli massimo scrive:

        :roll: :wink:

      • piccolocacciatore scrive:

        ciao Ilio,
        da come scrivi sembra che sei tu il padrone di questo sito, figuriamoci? che casino sarebbe.
        Ti consiglio un rabarbaro caldo per digerire e riflettere sulle c……….. che stai dicendo.
        Sicuramente la vera caccia ha bisogno di persone diverse, scrivete cose serie e smettetela di dire cazzate che servono solo a perdere tempo.
        Buona serata a tutti

        • Giusti Giacomo scrive:

          Oh piccolo cacciatore!
          Ma da dove tu sei arrivato te,dalla luna?
          Ho letto i tuoi tre post,calmo,e discuti,invece di inveire.

  20. fiore scrive:

    Allora, non si vuol intendere come funziona la questione caccia in itaglia!!!

    pur non essendo a conoscenza di tutte le leggi vecchie e nuove ( vedi comunitaria) che hanno voce in capiloto caccia una cosa ormai l’ho capita da tempo, qui non si fà mai quello che è giusto ma si tende sempre a fare quello che conviene di più sia dal lato dell’interesse politico economico sia dal lato pseudo morale!!!
    Noi si può avere dalla nostra tutte le leggi che vogliamo e che ci possono garantire un’ammodernamento e un più giusto modo di praticare la caccia, ma non saremo mai abbastanza “potenti” per poter far si che questo avvenga.
    Finchè ci sarà una contrapposizione così dura e stupida fra il mondo venatorio e quello ambientalista non si potrà mai avere dei risultati a nostro favore ( visto che noi siamo quelli minoritari e carnefici agl’occhi di quasi tutti) Finchè non ci sarà una presa di coscenza differente da parte sia nostra che degl’animalisti finchè non ci si metterà a ragionare sulla base di dati certi e inoppugnabili, ma più che altro finchè non si metteranno da parte pregiudizi ideologici non si combinerà mai nulla, noi si rimarrà sempre a discutere sui tempi e sulle speci e loro, gl’ambientalisti continueranno a fare propaganda valsa e diffamatoria nei nostri confronti. Purtroppo non siamo abituati in questo paese a dare vino al vino e pane al pane ogni giorno di più il buonsenso e la logica lasciano il posto a interessi speculativi e denigrazione di certe categorie, con questo non dico che non ci possa essere una via d’uscita anzi ci dovrà essere per forza, ma è perfettamente inutile che appena si riescea fare uno scalinoverso la comprensione reciproca poi arriva qualcuno che ce ne fa ruzzolare tre con proclami e rivendicazioni arroganti ( anche se a volte magari giuste e che ci spettano di diritto) il lavoro da fare non è solo fra le due parti in causa perchè visto che ormai entrambe si sono fossilizzate ognuna sulle proprie posizioni, ma io ripartirei dall’informazione della gente che in qualche modo è ancora scevra da preconcetti sbagliati, l’informazione e la partecipazione di giovani che sicuramente troveranno nella caccia valori e piaceri che oggi in molti hanno dimenticato, senza contare che praticare caccia o pesca o anche solamente andare a giro nell’ambiente ci rende consapevoli e ci fa capire regole e funzioni che nessuna scuola riuscirebbe a farci entrare così bene in testa e nel cuore come la pratica sul campo!! oggi la mistificazione di stereotipi è di moda, beh noi bisognerebbe a iniziare a sfatare questa pratica, per questo tutte le AA VV dovrebbero orientarsi non tanto allo scontro con chi non vuol sentire ma piuttosto dovrebbero riuscire a coinvolgere la gente attraverso dibattiti manifestazioni escursioni studi progetti informazione in generale!!
    Voglio dire anche la questione storno!!! anche il più cieco non potrà dire che lo storno non è in aumento spropositato!!!! Ma per i soliti animalisti bugiardi e falsi anche quest’anno non si sa se si potrà cacciare,. Questa secondo me è un’occasione per screditare loro su una cosa che è visibile a tutti e che nessuno potrà avere difficoltà a darci la ragione!!

    • Bekea scrive:

      Caro Fiore, come cacciatore mi aspetto che la mia associazione quando fà una trattativa con la controparte politica chida delle cose in più per migliorare la caccia o per poter cacciare qualche specie in più, vedi deroghe in Veneto. E’ successo invece che una associazione abbia detto alla controparte politica -ambientalista, accetto tutte le vostre restrizioni perchè voglio fare le ferie in pace senza che i cacciatori mi rompano le balle con le loro lagne. E tu alla luce di questi avvenimenti giustifichi e difendi l’operato del dirigente di questa associazione, ma ti rendi conto che stai arrampicandoti sugli specchi, sei cecato dal tuo credo politico e fuori dalla realtà. L’associazione venatoria è nata per difendere i nostri diritti e interessi di categoria non per allearsi con la controparte che vuole la fine della caccia. Fiore difendi l’indifendibile, ti sei forse fatto la tessera di legambiente :?: :?: :?:

      • fiore scrive:

        Bekea, si anch’io sono di codesto avviso, ma qui per colpa di qualcuno troppo sicuro dei suoi metodi e dei suoi interlocutori, siamo al tappeto!!! e non ci resta altro che chiedere pietà!! questa è la situazione!!

        • Peter scrive:

          Allora caliamoci definitivamente le braghe, mettiamoci ad angolo retto, eeeeee…………………………………Ma dai Fiore.

        • Giusti Giacomo scrive:

          Fiore!!
          Qualcuno ‘aveva gia` chiesta pieta` a quel tavolo,ma a te pare una cosa normale quel:
          Per passare una estate tranquilla ecc.ecc.ecc.??
          Lascia perdere il nano le sue promesse,la nipote di Mubarak iln bunga bunga,e questa volta,e dimmii se e`normale quel modo di discutere di caccia,e di portare avanti le nostre legittime,perche`sono legittime,aspettative.

    • piccolocacciatore scrive:

      La lettera è lunga ma il significato quale è, non ci ho capito niente.
      Spiegale con meno parole e più chiarezza.
      Aspetto.

  21. fabrizio scrive:

    CARI AMICI CACCIATORI……….

    VI PREGO DI DARE UNA CHIARA INDICAZIONE SULL’ OPERATO DI FEDERCACCIA NAZIONALE A QUEL TAVOLO.

    Non e’ una domanda retorica, noi della base siamo all’ oscuro e al massimo verremo informati a cose fatte.

    BACCARELLI, PER FAVORE, PUOI METTERCI UNA PEZZA TU E FARCI SAPERE QUALCOSA???

    Fabrizio

  22. sisto dati scrive:

    Ero uno dei partecipanti a quella riunione in sostituzione del nostro Presidente Nazionale è veramente deprimente sentire certe affermazioni fatte da alquni presidenti di ASSOCIAZIONI VENATORIE comunque la LIBERA CACCIA lotterà fino in fondo per non consentire questo scenpio senza mercanteggiare VIVA LA CACCIA VIVA LA LIBERA CACCIA

    • Giovanni59 scrive:

      ……..e si continua a omettere sigle e nomi. :x

      • Stefano Tacconi scrive:

        Leggi bene il comunicato, verifica la composizione degli Stakeholder che hanno presentato congiuntamente il documento di “compressione” di periodi e specie cacciabili, fai una semplice sottrazione, togli le sigle ambientaliste, togli le sigle agricole e leggi il risultato.
        …e si continua a non capire o a far finta di non capire!!!

        • Giovanni59 scrive:

          Bene, farò come consigliatomi, allora: legambiente & arcicaccia sono la stessa medesima cosa, gli agricoltori non ci sopportano, e Fareverde sappiamo come la pensa, risultato = O. Saluti. :oops:

        • Picchio scrive:

          Stefano, permettimi di dire che l’ ARCICACCIA dal momento che si è seduta al tavolo dalla parte di LEGAMBIENTE-FAREVERDE-COLDIRETTI in un confronto in contrapposizione con FACE, ha già di fatto dimostrato di essere una associazione ANTI caccia, questo è già palese, almeno per me e molti altri del sito, a parte qualche mulo con il paraocchi, quello che invece ancor più avrebbe demoralizzato tutti era che il commento “vergognoso” fosse stato lanciato da una AAVV del gruppo FACE.
          Chi sia Arci-anti-caccia non lo scopriamo oggi e nemmeno ieri quando ha collaborato con ISPRA a quello scandaloso studio sui tordi, l’ARCI è ARCINOTA da anni, almeno per me, credevo che questo fosse chiaro, se poi ci sono ancora Scacciatori che fanno la tessera con loro devi considerare altri aspetti quali: l’ignoranza, la fede politica sopra ogni cosa (figuriamoci la caccia), gli interessi personali ecc.
          Per quanto mi riguarda quindi, sempre che io abbia colto nel segno, questa ulteriore delusione, non è proprio niente di nuovo.

        • fiore scrive:

          @ Picchi, vieni mulo!!!!

          dopo la nipote di mubarach!!!

          ancora mi dai del mulo!!!

        • piccolocacciatore scrive:

          Ma invece di fare tutte stè seghe dacci stì nomi e facciamola finita.
          Sembra di stare alla trasmissione del Milionario, ma che dobbiamo indovinare?

  23. valentino88 scrive:

    Scusate vado fuori argomento,copio e incollo dal sito del partito caccia ambiente

    Caccia Ambiente al Game Fair 2011
    Domenica 22 Maggio 2011 16:24 Ufficio Stampa
    Vi aspettiamo numerosi al Game Fair di Tarquinia dal 2 al 5 giugno p.v. dove saremo presenti con il nostro stand e con numerose iniziative. Venite a trovarci e conosciamoci allo Stand n. 35.
    Saluti a tutti.
    Partito Caccia Ambiente
    Allegati: CacciAmbienteIntera (3).pdf 2845 Kb

  24. Ciao, Fabrizio,
    la risposta, sia pure con un po’ di ritardo, l’ha fornita Stefano Tacconi, per cui io non devo aggiungere nulla, nè tanto meno metterci una pezza.
    L’unica cosa che potrei dire è questa: che siamo messi molto, ma molto male!
    Saluti.
    diego.

    • fabrizio scrive:

      caro Diego, ti ringrazio per al cortese risposta e faccio ammenda che a volte sono un pochino “duro” di comprendonio………..

      ma se cosi’ stanno le cose preferisco non fare commenti sull’ operato di un’ associazione nella quale -forse ingenuamente- ho voluto sperare fino all’ ultimo……… :( :( :( :( :( :( :( :( :( :(

      un cordiale saluto

      Fabrizio :evil: :evil: :evil: :evil: ::evil:

  25. henri (Radere igor) scrive:

    a vorè scusarme el diaeto ma co sò incasà me vien meio. se gà capio che el soito mamaro, chel xera in astinensa de usei el se ga calà le braghese naltra volta. poareto, el voe star chieto lu, nol gà mia voia de suare tuta l’està co chea pansa chel gà. a bastonà bisognaria ciaparlo, un bel palo de cornolaro xo paa schena fin chel domanda pietà. E speta n’atimo, parchè ghe iera anca chel’ altro bon, cheo che i sciopi li dopara par colexion e no pa ndare a cacia, e nol ga ito ninte. I mandaria tuti do in miniera a scavare coe man sti du mamari. E dopo ghè xe chei che me dise de no fare l’asicurasion pai caxi mie, mancaria ncora qea. SVEIEVE FORA TUTI. Basta darghe schei a stì quà i ve toe pal cul@ sempre e dopo ncora.
    Gò i mestieri ca i gira come chee de n’elicotero.

    • fedeli massimo scrive:

      Cornolaro ? sarebbe corniolo ? quello lè duro mamma mia e più meni e più diventa duro ! Ciao ! :wink:

    • Baghy scrive:

      Tu sai che rispetto sempre le decisioni altrui e figurati se voglio contestare la tua di decisione, giammai, però consentimi di far osservare che prima (e son sicuro tu l’abbia fatto) di scegliere un’assicurazione in quanto tale, si devono confrontare le condizioni assicurative per poter essere certi di avere garanzie paritarie, vero? Adesso io non voglio addentrarmi sui contenuti di tali garanzie già ci sono i prospetti per verificarlo, ma una cosa sono sicuro che le assicurazioni private non fanno, ed è la GARANZIA per la TUTELA LEGALE. Tutti sappiamo che purtroppo le sanzioni amministrative sono minoritarie rispetto a quelle penali e ci auguriamo che nessun cacciatore ci caschi ma purtroppo succede molto spesso e quindi voglia o non voglia si deve ricorrere all’assistenza di un avvocato ed è in questa fase che l’essere assicurato con la nostra associazione diventa un vantaggio e non da poco. Il solo primo consulto dell’avvocato costa all’incirca 200,00 € che viene pagato dall’associazione, indipendentemente se si ritiene o no di potersi avvalere della sua assistenza. Ecco, ci sarebbero altre cose da dire a riguardo ma già questo mi sembra meritorio di valutazione. Ciao e buona domenica a te, Federica e figli

  26. sergio55 scrive:

    Ciao Igor te me pari incassà de bruto e tè dò rason, quando che se vedemo te me disi con chi che tè a ghè fatà ciao Sergio

  27. Peppe scrive:

    Sarò ritardato ma dopo tutti queti post l’unica cosa che leggo e un muro di omertà per cercare di coprire chi e cosa ha detto. Io non c’ero a questo tavolo ( figuriamoci ) ma trovo assurdo e vergognoso che si lanci il sasso pubblicamente e si nasconda la mano. Le cose se bisogna dirle bisogna farlo in modo chiaro senza vergogna ( se si dice la verità ) ne paura. Per il resto tranquilli, ci stiamo affannando su calendari, tesserine, tesserone ma tranquilli. Tra un mese il primo luglio entrerà in vigore la nuova direttiva sulle armi e ne vedremo tutti delle belle. e dico TUTTI! poi a settembre vedremo quanti di noi andranno ancora a caccia e faranno ancora le tessere. E tutto questo nel silenzio e riserbo più totale da parte delle nostre associazioni. Mi risulta per certo ( fonte questurina ) che dal primo luglio si dovrà produrre adeguata certificazione sanitaria in commissione medica presso una ASL o non si capisce dove. Commissione sanitaria di 4 o 5 medici dal costo ( il solo certificato ) di 200 o 250 eurini! In più ci sono le tasse e l’assicurazione ogni anno e in più abbiamo lo schiribizzo della commissione sulla richiesta del Drug Test nel sangue dal costo aggiuntivo di 90 euro circa. In soldoni vuol dire che in 6 anni di validità di licenza oltre alle consuete tasse annuali e l’assicurazione devo presentare tre certificazioni sanitarie dal costo complessivo di 750 euro ( se non mi chiedono anche il drug test ) un po troppini…. non credete. Quindi credo che molti vi manderanno a qule paese care AAVV che avete compiaciuto e taciuto questa porcata. E ciliegina sulla torta ci sono le disposizioni del ministero degli Interni in materia di custodia che devono essere ancora chiariti. Allo studio attuale sembra che daranno facoltà ai questori ( in base alla densità criminale della zona ) di decidere quale criteri adottare e richiedere ai detentori di armi in materia di custodia. Che dio ci aiuto caro amici. Quindi, credo che un po di chiarezza sarebbe d’obbligo verso tutti coloro che non hanno la possibilità di sedersi attorno a certi tavoli. :evil:

    • Giusti Giacomo scrive:

      Peppe
      Ma codesta da dov’e`uscita`”
      Sarebbe il colpo finale dato a tanti cacciatori.

      • Giacomo scrive:

        8O E ancora non è finita Maremma Colombara Giusti !! Perchè aumenteranno le tasse della licenza per il debito pubblica che abbiamo ed la licenza arriverà a 1000 Euri all’anno……… In più aumenteranno il doppio tutti gli ATC, la benzina, la polvere e le cartucce, i pantaloni da caccia, le giacche e le mutandine da caccia quelle speciali impermeabili, sono come i pannolini !! :D e la caccia arriverà a tremila euri all’anno di caccia !! Due stipendi……. Aiutateme !! :mrgreen: :P :P :P Salut….. glu glu glu glu…………………………………………………………………..

    • gianluca scrive:

      Scusa Peppe ma il mio porto d’armi mi scade frà 4 anni ,queste visite le devo fare per il prossimo rinnovo totale o anche per questa annata venatoria 2011-2012 prima di fare i normali versamenti? :roll: :cry:

      • Peppe scrive:

        Devi fare una revisione medica prima che scade il P.A tra 4 anni. Verrai contattato dalla Questura che ti chederà di portargli il certificato medico. Poi al rinnovo ti diranno che ogni due anni devi presentare identica e inutile certificazione. Riempiremi le questute di inutili fogli di carta! E tutto questo per semplificare…. meno male che questo governo è per la semplificazione :evil:

        • gianluca scrive:

          Grazie mille peppe ,quindi sarà la questura a inviarmi un invito di presentazione di revisione di visita medica. Ma che stronzate e tutto questo per lavarsi chissà quale coscienza…

        • Alessandro federighi scrive:

          Il decreto di cui tu parli lo fece Pisano Beppe 5-6 anni fà ,ma non ha poi trovato proseguo,almeno nella questura di Sassari……………………………….adiosu

        • peppe scrive:

          Ti sbagli caro amico ti sbagli e di grosso. Con il recepimento della nuova direttiva armi a meno di trattative dell’ultima ora è data facoltà al ministero della Sanità e dell’interno ( lo trovi al punto 2 delle disposizioni transitorie ) di emanare nuovi requisiti minimi al rilascio del nulla osta o del P.A, e hanno 180 giorni di tempo dal recepimento della direttiva estendendo anche a chi ha rinnovato da poco chiedendo l’integrazione di visite mediche inutili e onerose.
          Magari fosse solo un decreto Pisanu Bis! ma è molto di più credimi e te ne accorgerai.. anzi ce ne accorgeremo tutti!

        • peppe scrive:

          Solo per tua opportuna conoscenza e per fare chiarezza a tutti e non lasciarsi ingannare da chi dice che va tutto bene :
          Articolo 6 (Disposizioni transitorie e finali)
          1. Con decreto del Presidente della Repubblica è emanato, ai sensi dell’articolo 17, comma 1, della legge 23 agosto 1988, n, 400, su proposta del Ministro dell’interno, di concerto con Ministeri della giustizia, dell’economia e delle finanze,della difesa, dello sviluppo economico, del lavoro e delle politiche sociali, entro dodici mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto, un regolamento per la modifica del regio decreto 6 maggio 1940, n. 635, in attuazione di quanto previsto dal presente decreto, nel rispetto dei principi di semplificazione dei procedimenti amministrativi e di riduzione dei termini per la conclusione degli stessi, anche con riferimento alla comunicazione dell’avviso di trasporto previsto dall’articolo 34 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza approvato con regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, da effettuarsi anche attraverso mezzi informatici o telematici.
          2. Con decreto del Ministro della Salute, di concerto con ii Ministro dell’interno, da emanarsi entro 180 giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto, sono disciplinate le modalità di accertamento dei requisiti psico-fisici per l’idoneità all’acquisizione, alla detenzione ed al conseguimento di qualunque licenza di porto delle armi nonché al rilascio del nulla osta di cui all’articolo 35, comma 7, del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza approvato con regio decreto 18 giugno 1931, 773 come modificato dall’articolo 3, comma 1, lettera d), del presente decreto, prevedendo anche una specifica disciplina transitoria per coloro che alla data di entrata in vigore del decreto già detengono armi. Con il medesimo decreto, sentito il

  28. Peppe scrive:

    Dimenticavo di dire e ne ne scuso per completezza di informazione che la licenza da caccia ha si durata di 6 anni ( come sempre ) ma deve essere accompagnata da revisione sanitaria ogni due anni, ecco le ytre certificazioni ( del tutto inutili, salvo che per rimpinzare le casse delle varie ASL ) di cui parlavo sopra. :evil:

    • Giovanni59 scrive:

      Stai scherzando vero??????????? :cry: :cry: :cry: :cry: :cry: :cry: :cry:

      • Alessandro Cannas scrive:

        Non sta giocando ha detto la verita…Questo e’ un altro regalo di codesto governo..
        .Decreto Legislativo 26 ottobre 2010 n. 204 – Recepimento direttiva 2008/51/CE, relativa al controllo dell’acquisizione e della detenzione di armi e modifiche alla leggi sulle armi (G.U. 10dicembre 2010 n. 288)
        Nota: entrerà in vigore il 1° luglio 2011, ma molte norme sono già utilizzabili perché interpretano le norme precedenti.

        • Argo scrive:

          Ma la direttiva 2008/51/CE, prevede la revisione sanitaria ogni due anni?

          Saluti
          Argo

        • Alessandro Cannas scrive:

          No assolutamente..Se la son invetata loro…Il decreto rimanda ai ministeri competenti l’applicativo indirizzandolo con decreti ministeriali….Un po’ come fece Ponzio Pilato….

        • Giusti Giacomo scrive:

          Caro Cannas
          Se va avanti tutto quello che ha scritto Peppe,lafrittata venatoria l’e`fatta e servita.
          E`inutile che qui si stia a discutere di tempi, specie,e di articoli vari. :(

        • Alessandro Cannas scrive:

          Io credo che vada avanti,si e’ scelto di accontentare l’emotivita’ collettiva, con ulteriori e vessatori provvedimenti.

          Giacomo noi Cacciatori non dobbiamo ever paura di analisi e visite mediche..Non siamo ne drogati,ne matti,ne alcolizzati..Certo sara’ solo piu’ oneroso..E temo fortemente per chi ha un salario e /o pensione che oscilla tra i 700,oo e 1000 euri al mese o al monoreddito, potremo perderli per strada..A meno che le associazioni venatorie abbiamo il coraggio di puntare i piedi politicamente e di attivarsi in caso di applicativo nefasto,all’utilizzo di un servizio di erogazione economica verso i meno abienti,chiedendo ai piu’ facoltosi di versare un po piu’ di soldi all’associazione d’appartenenza,per finalita sociali.Io farei cosi…

        • Peppe scrive:

          :? Infatti se la sono inventata di sana pianta questa porcatella. Il problema non è affrontare la commissione medica, ma è l’inutilità della stassa. E solo una questione puramente economica che come ha giustamente detto alessandro metterà in condizione la grande massa di cacciatori fuori combattimento. Sfido il classico monoreddito o il cassa integrato, o il penzionato ( che finalmente se ne potrebbe andare a caccia per boschi ) o chi esce si e no una volta al mese ( per impegni di lavoro ) a sottoporso a questa inutile vessazione. Eppoi francamente mi da molto fastidio che mi si debba mettere in quarantena e che mi si guardi i denti come i cavalli :(
          E poi, dico io, per noi tutti questi alambicchi mascherati da necessità sulla sicurezza o altre stupidate del genere. Per contro abbiamo ( e di ieri la manifestazione sulle vittime della strada ) migliaia di morti ammazzati e di feriti sulle strade a opera di ubriachi e drogati ( che sembra di essere in guerra ) e per loro… rinnovo della patente ogni dieci anni senza colpo ferire. Bella giustizia!
          No signori, io non ci sto! E tutto questo nel silenzio di tutte le categorie AAVV, Armieri e altro ancora. Tutto questo è VERGOGNOSO!
          oltre che inutile. E scusate lo sfogo ma… sono uno dei colpevoli di tutto questo. Colpevole di aver votato questa accozzaglia e di avergli anche fatto la campagna elettorale. E vi assicuro che è frustrante. :evil:

        • Giovanni59 scrive:

          Bè allora posso cominciare a mettermi il cuore in pace, in un modo o nell’altro ci fottono sempre…… bastardi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! :x :x

  29. Giorgio Sardegna scrive:

    Chi è malato di caccia,essendo una patologia cronica è esente ho no! dal tiket?sono un pensionato ciao

  30. gianbottaccio scrive:

    A quando tutti unanimi, stabilire la data onde appendere lo schioppo per un paio di anni? Farà certamente bene all’ambiente e non solo. Purtroppo gli Italiani tutti e in particolar modo noi cacciatori siamo bravi solo a fare bla…bla…bla… ancor meglio delle nostre a.v.

  31. claudio tortoioli scrive:

    Il cancro anticaccia italiano si potrebbe battere con il PARTITO DEI CACCIATORI??? non si possono più accettare falsità e limitazioni, lo scriteriato animalismo e falso ambientalismo affonda la nostra Nazione e la più antica delle passioni mobilitiamoci, e ringraziamo coloro che come il Presidente Sparvoli si oppone ai ricatti.

  32. claudio tortoioli scrive:

    Il cancro anticaccia italiano si potrebbe battere con il PARTITO DEI CACCIATORI??? non si possono più accettare falsità e limitazioni, lo scriteriato animalismo e falso ambientalismo affonda la nostra Nazione e la più antica delle passioni mobilitiamoci, e ringraziamo coloro che come il Presidente Sparvoli si oppone ai ricatti.

    • piccolocacciatore scrive:

      Bravissimo, creiamo un altro calderone, tanto ci costano poco quelli che ci sono.
      Ma tu stai cercando una poltrona?

  33. Bagnolesi Giovanni Roberto scrive:

    Mi sembra chiaro che l’associazione in questione sia Federcaccia e la persona il suo presidente.

  34. Marcello Lentini scrive:

    Carissimi, non sò se questo mio commento esce dal seminato(ma non credo) durante questa ultima tornata elettorale nella piazza del comune era intasata di gazebo dei partiti, per la cronaca erano uno del CSX e ben otto per il CDX, mentre passo per quello del pdl vedo il presidente di una molto importante AAVV in lista per il pdl, mi avvicino e accanto a lui una cacciatrice(anche da noi le abbiamo anche se non famose) lo saluto e gli chiedo “presidente ma nessuno parla ne di caccia ne di ruraltà”, vi prego di leggere bene le due risposte che ho avuto. Il presidente mi dice ” no, no ne parliamo” mentre la nostra collega mi dice “per l’amor di Dio se ne parliamo perdiamo di sicuro” , faccio notare queste risposte non arrivavano da sx. Siamo sicuri che solo certi tavoli sono nefasti???? :(
    Un saluto a tutti. 8O 8O

    • Picchio scrive:

      Signor Lentini, mi scusi se mi permetto, ma che c’ iazzecca ???
      Tutti stanno commentando su una frase “scandalosa” detta da un rappresentante di una AAVV , che questa sia rossa, nera o bianca, per lei cambia qualcosa ? Avrebbe dovuto difendere i diritti dei cacciatori e non l’ha fatto, lo vogliamo giustificare perchè è di un partito anzichè un altro ?
      Quando sono stati commentati gli articoli della Brambilla o della Martini tutti si sono giustamente scagliati contro, compresi i simpatizzanti di centroDX, anzi sopratutto chi ha votato centroDX, perchè non si può, o almeno non si dovrebbe, giudicare l’operato dei nostri rappresentanti sempre con quel pregiudizio politico di parte che appanna la mente, ci vorrebbe un minimo di orgoglio, di coscenza, di libertà intellettuale. Lei in un commento precedente, se non ricordo male, disse di aver aderito al partito CACCIA-AMBIENTE, ma quando si troverà davanti alla scheda elettorale avrà la forza per votarlo ? io sicuramente si, spero anche lei.

      • Marcello Lentini scrive:

        Caro Picchio, intantao tra cacciatori ci diamo del tu, poi rispondo subito alla tua ultima domanda “sicuramente SI!. Non volevo ASSOLUTAMENTE fare un discorso di parte, ma come puoi ben vedere tutti i commenti finiscono a dividerci chi di qua chi di là, ma anche tu non dici quale AAVV ha pronunciato “quella frase scandalosa” e pure io non ho avuto il corragio di pronunciare il nome della AAVV a cui mi riferivo, e fin che useremo questi sotterfuggi non ci sarà NESSUN TAVOLO che potrà risolvere i nostri problemi. E visto che hai letto qualche mio precedente post dovresti aver letto che al riguardo della caccia dx e sx per me pari sono
        Ti saluto cordalmente..

  35. gianluca scrive:

    Scusa Giovanni 59 ti posso chiededre cosa significa ciò che ho letto oggi sul giornale,ho capito che sei gallurese e a te voglio chiedere cosa vuol dire che la tua provincia ha fatto il calendario venatorio e deve essere approvato dalla regione? Ma il calendario venatorio non è uguale per tutta la regione ? O sono stati fatti gli ambiti e noi non ne sappiamo nulla?

    • Alessandro federighi scrive:

      Gianluca ,ma dove vivi??? I comitati venatori provinciali devono approvare un calendario propositivo da mandare al CFR ,che presone atto , ma solo in maniera consuntiva,poi elabora quello che ci permette di andare a caccia……………..in pratica ci sono 8 proposte provinciali,ma poi la regione ne fà 1 ………………………saluti!!!!!!!!!!!!!!!!

Leave a Reply


4 + 8 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.