Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Club Le Torri: Bossi animalista

| 13 aprile 2011 | 36 Comments

Da “La Nazione” del 7 e 9 aprile 2011.

_____________________________________

“Renzo Bossi ha presentato in Consiglio Lombardia un progetto di legge contro la sperimentazione sugli animali”.

Plauso del ministro del Turismo – Michela Vittoria Brambilla – alla proposta di legge regionale che si propone di vietare l’allevamento e la detenzione di animali a fini di sperimentazione scientifica o il loro uso per motivi didattici.

“Una nuova coscienza di amore e di rispetto per gli animali i loro diritti, che pervada l’intera società e in particolare si affermi tra le nuove generazioni. È questo il grande cambiamento culturale per il quale tanto mi sono impegnata. Perciò sono estremamente lieta che anche un giovane esponente del mondo politico, come il bravo Bossi junior, abbia voluto raccogliere questa sollecitazione. L’abolizione dell’atroce crimine della vivisezione è uno dei punti più importanti del manifesto de “La coscienza degli animali”, che io ed Umberto Veronesi abbiamo redatto”.

La politica oziosa e bambocciona continua a privilegiare problemi virtuali che negano il progresso scientifico e ledono la vita civile e democratica.

Le sofferenze umane alleviate o risolte in conseguenza della ricerca scientifica e della conseguente sperimentazione su animali, non possono scadere in secondo piano per ozioso sconcerto ideologico.

Ne “La Coscienza degli animali”, che secondo noi esiste al solo scopo di procurare ribalta, può occultare i grandi risultati che in conseguenza della sperimentazione hanno migliorato ed allungato la stessa vita animale. Garantendo, contestualmente, migliore qualità e sicurezza alle carni che sono proposte e destinate all’alimentazione umana.

Alla luce dei risultati eclatanti del progresso scientifico,  che ha fatto raddoppiare l’aspettativa di vita umana e, contestualmente, ha gratificato la qualità della vita animale, noi continuiamo a sostenere che la ricerca scientifica deve avere il massimo spazio:

al di la di qualsiasi costrizione ideologica.

L’oziosità di certa politica, emerge evidente di fronte ai gravi problemi planetari ed esistenziali: Lampedusa, Giappone, Libia, moratoria nucleare, carne clonata, cinque milioni di bambini che muoiono di fame ogni anno, etc. etc., nel mentre contemporaneamente, parte del potere politico italiano si trastulla nel mistificare la miseria crescente dell’Italia, nel rapinare la sua antica ricchezza e,

nel ritenere l’attività venatoria perversione da debellare!

Un poeta ci ricorda che la storia del nostro Paese ha gran valore:

“Hanno tutti in comune la colpa di avere i visi bruciati dal sole contadino, dal sole delle epoche antiche”: ecco perché noi denunciamo l’oscurantismo animalista.

Tutti i cacciatori hanno il dovere di farlo!

Mario Bartocciniportavoce Club Cacciatori “Le Torri” -

***
Come riceviamo e cosi’ pubblichiamo
***

Category: .In Evidenza, Club le Torri, Generale, Lombardia, Umbria

Comments (36)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Quattroruote scrive:

    Sono pienamente d’accordo che è una barbaria!!!!! Ma attenzione SIGNORI miei…. Chiudiamo la caccia, Interi settori che mettiamo in crisi con conseguente perdita di posti di lavoro. Questa nuova iniziativa non vorrei che le ditte straniere e non che fanno uso di questi metodi, Trovassero la scusa di trasferirsi in stati dove viene permessa la sperimentazione!!!!!!!! Possiamo permetterci tutto questo:?: :?: :?: :?: :?:

  2. renzo scrive:

    Detto dal TROTA ……avrà messo in ordine sostantivi e verbi ? Mah

    Io sui banchi di scuola mi ci sono fatto il c…… Questo mi fa incazzare !

    • Giovanni Aiello scrive:

      Caro Renzo, io non sono molto favorevole alla vivisezione, piuttosto vivisezioniamo le “trote” da 12.000 euro al mese. Adesso pure l’altro figlio ha messo in politica. Ma lo fanno per il bene del paese che diamine :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  3. fabrizio scrive:

    LA LEGA NORD E’ PIENA DI ANIMALISTI NELLE POSIZIONI DI VERTICE, COME E QUANTO IL PDL, E VOTARE LEGA E’ COME VOTARE PDL …….IL RISULTATO E’ SEMPRE LO STESSO.

    NON RAPPRESENTANO NESSUNO MA RIESCONO A INFILTRARSI OVUNQUE …….

    Fabrizio

  4. antonio carboni scrive:

    Ma come ! non leggono i giornali, forse non li sanno leggere o fanno finta di non sapere. in ITALIA c’è un’epidemia strana perchè negli ultimi anni i bravi ricercatori vanno all’estero dove trovano condizioni risultati e prospettive migliori. da noi c’è REZO BOSSI. (CHE PENSO MI)credo abbia detto un politico molto noto .
    prima gli animali poi i cacciatori che vogliono contagiare anche noi ad andare all’estero per cacciare.
    Ma bai………………..a c…………….. chè è meglio .

  5. fabrizio scrive:

    comunque, inveire contro al sperimentazione scientifica sugli animali e’ cosa davvero miserabile……..

    che lo si voglia o no, e’ necessaria per il progresso della scienza, come recentemente ha dichiarato il PREMIO NOBEL Rita Levi MOntalcini…….a differenza di quanto sostengono certi ragazzini male informati, oppure certi imbonitori che mentono sapendo di mentire.

    la sperimentazione scientifica sugli animali e’ un “crimine” ???? affermazione delirante tipica della piu’ bieca subcultura animalista.

    Fabrizio

  6. free pass scrive:

    Premesso che e’ inutile nn ammettere che la vivisezione e’ brutta,premesso che le posizioni espresse dal trota sono ipocrite visto che nn ci sono notizie di scoperte esenti sperimentaz e l’unico effetto e’ quello di perdita lavoro di personale ita e spostamento attivita’ all’estero, federfauna aveva proposto che i leghisti per coerenza assumessero farmaci nn testati su animali compreso i salva vita. Voglio anche fare questa riflessione: la lega dice di essere pro caccia e ha linea di governo animalista addirittura anti palio siena(cfr martini) , poi dicevano di tutelare il nord e stamane la trota sul carlino ha dichiarato di sentirsi terun … A treviso la lega e’ anti immigrati e pro importazione randagi. Vedete voi che pensare

  7. Giacomo scrive:

    Ma secondo voi la lega non ha ragione a dire di abolire la vivisezione visto come stanno le cose ? Gli esperimenti si possono fare direttamente sugli uomini cosa c’entrano gli animali ! Siamo poi tanto sicuri che un esperimento fatto sugli animali possa andare bene immediatamente anche per gli uomini. Chisà quante povere persone bisognose si prestano alla sperimentazione a pagamento e noi non lo sappiamo, lo sanno loro !! Per questo vogliono togliere la sperimentazione animale, per loro molto meglio farla direttamente sulle persone. Salutiaaamo

  8. Springer scrive:

    “”….L’abolizione dell’atroce crimine della vivisezione…..””

    ___________________________________________________________________________

    Giustissimo abolirla perche’ non serve a nulla visto che alla fine gli stessi farmaci vengono testati su umani volontari , spesso con risultati assai diversi da quelli ottenuti sperimentando su animali …..

    • massimo scrive:

      Sono d’accordo springer è da abolire,
      cordiali saluti

      • leonardo - fi scrive:

        Scusate ma come fate ad essere cosi sicuri che la sperimentazione su animali sia del tutto inutile? Sono ovviamente concorde nel dire che è una cosa brutta ma non posso certo affermare con certezza che non serva a niente … dobbiamo fidarci (e lo so che qui si fa dura) degli scienziati … credo che anche il sig. Bossi ne sappia sull’argomento quanto mediante ne sanno i normali cittadini …
        un conto è l’ideologia e un conto è la reale situazione … e questo vale per tutto …

      • Roberto Traica scrive:

        Io invece sono neutro cosi nessuno mi può criticare , basta che poi non ci lamentiamo quando ci chiedono un sms da 2 o da 5 euro per salvare questo e quello , comprare mele a 8 euro 2 kg , la stella di natale a 15 euro , il bonsai a 30 euro , e ancora le arance a 12 euro il kg , devo continuare ? Ok basta cosi , fate voi :roll: :roll: :roll:

    • fabrizio scrive:

      PARLA DI COSE CHE SAI E CHE CONOSCI !!

      INFORMATI !!

      LA SPERIMENTAZIONE SU ANIMALI E’ NECESSARIA PRIMA DI PASSARE A QUELLA SU SOGGETTI UMANI.

      RITA LEVI MONTALCINI NE SA QUALCOSA PIU’ DI TE E DEI TUOI AMICI ANIMALISTI..

      Fabrizio

  9. Giovanni59 scrive:

    Federfauna ha posto questa domanda ai firmatari di questa proposta di legge (tutti della lega): x contro siete disponibili a rinunciare a farmaci (anche salvavita) ottenuti con la sperimentazione sugli animali??……..attendiamo risposta. :roll:

    • Springer scrive:

      Questa domanda se fosse posta sarebbe un’ enorme ca…..stronata visto che fino a quando la sperimentazione su animali e’ permessa TUTTI i farmaci ( e molti cosmetici ) vengono preliminarmente testati su animali . Questo vorrebbe dire rinunciare a tutti i farmaci attualmente in uso e non solo ad alcuni .
      Comunque per quanto riguarda i cosmetici , molti ormai riportano la scritta ” Non testato su animali ” . Chi li utilizza non ha mai lamentato alcun effetto indesiderato e sono fra l’ altro quelli piu’ richiesti .

      • free pass scrive:

        Peccato che magari i cosmetici free in realta’ usino formulazione nuova su principi attivi gia’ testati in prec.sai spacciare nuove formulaz su vecchie molecole sarebbe buon modo per aggirare la cosa :twisted:

        • Springer scrive:

          Sei male informato Free . E’ vero che si basano su principi gia’ testati ( scoperta dell’ acqua calda visto che sono legali ) , ma la maggior parte delle aziende che producono prodotti ” non testati su animali ” si sono impegnati ( anche l’ Oreal che e’ una delle Aziende che piu’ utilizza test su animali per formulare i suoi prodotti ) a non far mai piu’ ricorso a questi nella produzione di nuovi principi . Per questi utilizzano, e utilizzeranno , forme alternative altrettanto efficaci di sperimentazione .

    • Peter scrive:

      La risposta per Federfauna sarà di là da venire. Quando si tratta di salvarsi la pelle non c’è roba che tenga caro Giovanni, anche i farmaci sperimentati sugli animali gli vanno bene eccome, altro che briscole. Questa è la solita favoletta ipocrita animalara allo scopo di giustificare lo stipendio da nababbi che percepiscono per far credere che si attivano in questa o in quell’altra cosa ed essere sempre visibili presso l’opinone pubblica, insomma il solito specchietto per le allodole messo apposta per gli allocchi (senza far torto ovviamente a questi due bellissimi volatili). Sanno benissimo che la sperimentazione dei farmaci sugli animali è necessaria, ciò nonostante la denigrano e, di conseguenza, tanti cervelli italiani emigrano per forza di cose; la stupidità umana rasenta veramente il ridicolo in certe personaggi.

  10. alessio bitossi scrive:

    la vivisezione e sperimentazione su animali NON SERVE A NIENTE.
    è stato ampiamente documentato, basta aver voglia di leggere.

  11. Claudio S. scrive:

    Non bisogna essere dei geni per capire che la sperimentazione sugli animali è purtroppo necessaria.Qualsiasi sostanza farmacologica non può essere testata direttamente sugli uomini ma soltanto dopo anni di riscontri negativi di effetti dannosi sugli animali.La LAV è infatti ,come dice il nome ,un’ associazione inutile.

    • Giusti Giacomo scrive:

      Infatti claudio,la lav e`inutile,come vedi si e`gettata anima e corpo contro la caccia,visto che la vivisezione andava piano piano scomparendo,e anche loro sarebbero scomparsi.
      Ora non parla piu`di vivisezione,sbraita solo contro la caccia per rimanere a galla.

  12. Valerio scrive:

    Amici cacciatori lombardi ,

    Il 15 maggio prossimo ci saranno le elezioni amministrative comunali , date un segnale forte a questo lattante che segue le orme dell’animalista Martini , scrivete sulla scheda elettorale VIVA LA CACCIA.

    • dardo scrive:

      bel mio Valerio bisognerebbe ma registrare i cervelli ai cacciatori, che ancora molti seguono partiti che li hanno vivisezzionati, e si mostrano contriti e prostrati per un pollo, od un coniglio in più.

  13. free pass scrive:

    Valerio hai ragione se la lega piglia cmq i voti della caccia la caccia confermera’ le politche della martini. C’e’ poco da girarsi intorno e’ cosi’

  14. max scrive:

    ATTENZIONE AMICI! La Lega o Bossi non hanno proposto una legge per ABOLIRE LA VIVISEZIONE, ma per VIETARE IN LOMBARDIA L’ALLEVAMENTO DI ANIMALI DESTINATI ALLA VIVISEZIONE, ovvero una legge per far chiudere Green Hill.

    Nel giugno 2010 chiuse l’allevamento “Stefano Morini” di San Polo d’Enza (RE), che produceva cani beagle destinati ai laboratori. Alla chiusura segui’ un esposto da parte di FederFauna perche’, da quanto riportarono i media, il Comune avrebbe “acquistato a prezzo di mercato gli animali rimasti nell’allevamento, per poi cederli gratuitamente all’associazione di volontariato ‘Vita da cani’, che fa parte dell’Oipa”.

    http://www.federfauna.org/newss.php?id=5221

  15. free pass scrive:

    Max mi sembra un punto specioso e superfluo dal momento che la trota ha dichiarato la sua contrarieta’ alla vivisezione e sbandierata la classica propaganda sui metodi alternativi. La trota ha chiaramente sposato la linea animalista

    • ALESSANDRO CANNAS scrive:

      Magari ha solo paura di finire in padella…..Anche perche’ alle prossime elezioni,sorvolando l’ideologia politica di ognuno,e da folli riproporre uno staff politico del genere…..E l’olio bollente brucia….:mrgreen:

  16. dardo scrive:

    Bene siamo contro la sperimentazione delle cavie da laboratorio intendo per cavie quei topolini che danno la loro vita per studi sulle medicine per poter debellare cancri sclerosi multipla ecc. ecc. siamo contro la scienza e l’evoluzione, un po’ come la chiesa al tempo dell’inquisizione quando le persone di intelletto, o medici che usavano le erbe per curare certe sindromi venivano additati come eretici e subivano ogni genere di torture eppoi venivano arsi al rogo. Ma adesso mi chiedo ….sperimentiamo sull’uomo! Che ce frega, gli animali hanno un anima , ma l’uomo? Rimango interdetto a leggere simili affermazioni del ministro del turismo, per il figlio di Bossi beh…..lasciamo perdere. Ora caro ministro del turismo, le chiedo: è mai stata in un ospedale pediatrico dove i neonati nascono con malattie incurabili? é mai stata in corsia a vedere malati terminali, che si contorgono in un letto stilettati da dolori improponibili anche al peggior nemico? Lei che cerca il consenso di medici e ricercatori che usa per il loro luminare nome di impatto sull’opinione pubblica ha mai chiesto come hanno scoperto certe cure? Come hanno testato i farmaci! Mi dispiace, ma mi pongo una domanda: i politici che sono al governo ma sono persone erudite o che? Siamo sempre a mandare aiuti all’estero ed abbiamo persone (Italiane) che non riescono ad arrivare a fine mese o che devono pagarsi le cure, clandestini che portano solo delinquenza, e voi venite a disquisire sulle cavie da laboratorio, ma siate seri. Lo sa che il rossetto che porta od il rimmel, o qualsiasi altro trucco per dare sfoggia alla sua ambizione potrebbe essere stato testato su un coniglio od un cane? Questa è una vergogna, ma le ripeto se per testare un farmaco che possa sconfiggere il cancro sono neccessarie 1000 cavie allora che la ricerca evolva e dia libera licenza di sperimentazione, perchè come si dice il male altrui non è mai il proprio. Ed aggiungo come mai sono stati dati ai partiti 360.000.000 di euro quando la ricerca è alla fame ed i nostri cervelli sono costretti a fuggire all’estero……….che vergogna.:cry: :cry: :cry:

  17. Pasquale (nato cacciatore) scrive:

    Al di là di tutto ragazzi, la vera sprimentazione avviene quando i farmaci sono commercializzati, e sono di uso comune. C’è qualcuno che ricorda lo streptosil penicillina in polvere e pomata, per le piccole medicazioni? fu ritirata dal commercio perché scoperto allergizzante, e chi avesse avuto bisogno dell’antibiotico per intramuscolo correva seri rischi, ricordate la baralgina, fu ritirata perché fu correlata a dei casi di morte. L’enterovioformio era un ottimo disinfettante intestinale, ma fu associato in Giappone ad una gravissima malattia, la pochissimo famosa SMON, in parole povere causava lesioni al sistema nervoso, e furono registrati migliaia di casi, e dopo il suo ritiro dal commercio, vi fu una caduta verticale dei casi. Erano tutti farmaci ampiamente sperimentati prima di metterli in commercio ma tant’è.

    • fabrizio scrive:

      TI SBAGLI…….SI TRATTA DI CASI IN CUI NON C’E’ STATA SUFFICIENTE SPERIMENTAZIONE SU ANIMALI…….COME IL CASO DELLA TALIDOMITE……..

      che la sperimentazione scientifica su animali non sia necessaria E’ UNA MENZOGNA !! CHE molti sprovveduti prendono per oro colato.

      Fabrizio

  18. Pasquale (nato cacciatore) scrive:

    Uno dei farmaci dei quali si dovrebbe fare molta attenzione a somministrare è il paracetamolo, (tachipirina, efferalgan, co-efferalgan, quest’ultimo associato con codeina ecc.) in particolare ai bambini molto piccoli, è altamente tossico per il fegato, e nei neonati non ancora efficientissimo.

  19. Argo scrive:

    Bossi JR, non ce lo vedo come animalista, piuttosto il suo intervento sarà mirato ad aprire la strada ad un altro provvedimento legislativo. Vietare la pesca alla trota. Non si sa mai. :mrgreen: :mrgreen:

    Saluti
    Argo

  20. BELGIO scrive:

    Non sapevo che il piccolo già ha acquistato l’uso della parola. Forse la Brambilla lo sta avviando
    sulla strada che anche la LEGA sta percorrendo. Attenzione, amici cacciatori settentrionali, questi
    sono tutti pericolosi.

  21. Mario Bartoccini scrive:

    Personalmente continuo a credere – anche perché l’affare lasciti motiva tante associazioni animaliste – che l’animalismo falso e bugiardo della “Rugosa” & c., è meditata scelta politica.

    L’animalismo politico ora come allora, sta mortificando la nostra cultura e noi …
    ora come allora … attacchiamo il “nemico” senza timore alcuno.

    Soprattutto, confutando le idiozie che fanno circolare per ingannare i creduloni.

    Non dimentichiamo che siamo anche noi “animali” degni di rispetto, e l’olfatto primordiale era lo strumento di comunicazione fra gli ominidi privi di parola; non dimentichiamo che il bambino appena nato riconosce l’odore del colostro, dando ragione a Proust alle sue Madeleines, laddove la scienza ha provato che la memoria olfattiva è la più potente; non dimentichiamo, ancora, che chi è depresso si avvoltola nel proprio odore, trovando in esso un’autoaffermazione di esistenza e arrivando persino a non lavarsi per rafforzarlo.

    Non dimentichiamo, ancora, che l’animalismo puzza e che l’olfatto dei cacciatori può prevenire inc@@@te!

    Cordialità.

  22. Alfio scrive:

    Complimenti Bartoccini.
    Saluti

  23. Alfio scrive:

    Dai fatti sievince che anche la lega è piena di animalisti, di già abbiamo avuto l’esperienza della Martini, prendiamo atto di questo stato politico che nel tempo ci porterà ad essere emarginati come lo stato degli animali, gli animali che li facciano PDL e Lega Nord.
    Saluti

Leave a Reply


+ 6 = 15

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.