Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Grosseto: diplomati 350 nuovi selecontrollori

| 14 marzo 2011 | 70 Comments

carabina-di-precisioneGrosseto: Consegna degli attestati di abilitazione alla caccia di selezione ai cervidi e bovidi

Granaio Lorenese di Spergolaia, Alberese, sabato 19 marzo dalle ore 9

La Provincia di Grosseto consegna gli attestati di abilitazione alla caccia di selezione ai cervidi e bovidi agli oltre 350 cacciatori che hanno superato l’esame. La cerimonia avverrà al Granaio Lorenese di Spergolaia, Alberese, sabato 19 marzo dalle ore 9.
“L’appuntamento – spiega Leonardo Marras, presidente della Provincia di Grosseto – sarà un’occasione per conoscerci ed incontrarci, riconoscere il ruolo che i cacciatori esercitano nel nostro territorio, ragionare insieme sui bisogni e sui problemi legati all’attività venatoria”.
Parteciperanno all’iniziativa il presidente Marras, Ermete Realacci e Angelo Gentili di Legambiente, Gianluca Dall’Oglio, presidente nazionale di Federcaccia, Osvaldo Veneziano presidente nazionale Arci caccia, Giampiero Sammuri, dirigente area ambiente e conservazione della natura della Provincia di Grosseto.

http://www.provincia.grosseto.it

Category: .In Evidenza, Toscana

Comments (70)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Argo scrive:

    Ragazzi, lo so che la tentazione è forte vista la presenza dei sig. Realacci e Gentili, ma la carabina lasciatela a casa. Serve per i cervidi. I bovidi per il momento risparmiateli. :mrgreen: :mrgreen:

    Saluti
    Argo

  2. alessio bitossi scrive:

    Mica si sa quando fanno un corso a Salerno, ho un amico che voleva parteciparVi.

    • Giacomo scrive:

      8O :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: Mai………. !! :P :P :P A Salerno i cervidi e i bovidi ancora non sono nati !! Ci sono i bovini ( bufali ) sottospecie dei bovidi che sono però rinchiusi nelle stalle……… per cui ci vuole una carabina a raggi laser e super cannocchiale a raggi x . :mrgreen:

  3. peppol@ scrive:

    e la ciccia procapite sara sempre meno…poi cominceranno i problemi :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  4. Springer scrive:

    Bravi …… Spero di esserci anch’ io fra poco …….
    Sabato mattina lezione di tiro al poligono . Mai preso in mano una carabina in vita mia . Mai guardato dentro un’ ottica da Caccia . Mai sparato un colpo a ” palla ” da quando vado a Caccia , eppure ………
    due tiri a 100 metri su un bersaglio di 15 centimetri e due ” dieci ” perfetti .
    L’ unico su 46 ….. :D

    • Diego scrive:

      Vai Massimo che tra poco potrai selecontrollare le nutrie sul naviglio….ops o magari avrai il privilegio di poter accedere alle colline pavesi? :roll:

      • Springer scrive:

        Da buon ” fuori provincia ” , mi sono messo in lista d’ attesa con scarse speranze , almeno quest’ anno , di essere ammesso . Ma dato che sono ” di coccio ” , faccio come ho fatto per il mio primo ATC pavese ……. Insisto , e prima o poi mi prendono :D .

    • Fabio Guidi scrive:

      …………..quando si dice essere nati per……..!

      ……ma che calibro era la carabina ?

      • Springer scrive:

        Bella domanda ….. Sai che non lo so ??? Ce ne era di diversi calibri ( comunque tutti superiori a 6 mm ) messi a disposizione dal TSN e mano a mano che si liberava la postazione , ci chiamavano per effettuare la prova . Il mio , credo , fosse un 7 x 64 .
        P.S. Quello che mi ha preceduto , al primo tiro si e’ beccato il rinculo dell’ ottica in faccia . Arcata sopraccigliare rotta e sangue a fiumi . Puoi immaginare con che ” serenita’ d’ animo ” mi sono seduto in postazione ……. :D :mrgreen:

        • Fabio Guidi scrive:

          ottimo calibro il 7×64, va bene su tutto, io ho una CZ550 con lo stesso calibro, comunque due centri a 100mt con questa,
          e’ un bel tirare…….continua cosi’, ma…..e’ inutile che te lo dica………per quel poco che ti conosco a leggerti, hai la testa dura e non hai certo bisogno di sproni.
          per quanto riguarda la ferita da cannocchiale: e’ un classico !
          a me e’ capitato in Scozia su di un capriolo, il 2° della vita, per cui ero abbastanza giustificato……per altre cose….. chi non l’ha mai provata, non puo’ parlare male di questo tipo di caccia, che se fatta ” a dovere ” a volte e’ entusiasmante.
          Se vuoi ne riparliamo.

          saluti

    • Ezio scrive:

      5 colpi su 5 in un “euro” a 100 m.. Carabina cal 308 w….. Ringoooo…Ringoooooooooo….. :lol: :lol: :lol: :lol:

      Comunque complimenti ed in bocca al lupo!!:wink:

      Da parte mia continuo a partecipare ai censimenti a gratis e ad accompagnare, se ho tempo, il mio “socio”….

      Non m’acchiappa penniente st’attività…. boh…. :roll:

      • Springer scrive:

        Dipende , anche , con che spirito e da ” come ” la fai .
        Partecipare in maniera TOTALE , anche attraverso il prelievo selettivo , alla gestione di una popolazione animale , credo sia gia’ di per se , per un cacciatore , una bellissima cosa . Partecipare ai censimenti conoscendo alla perfezione , sia la zona , sia gli animali che la abitano , che non devono essere necessariamente solo quelli che interessano ( ungulati ) , e’ gia’ di per se gratificante ( Alessio Bitossi docet ) . Questo e’ possibile solo se si fanno censimenti , ore e ore di osservazione e se si pratica questa forma di Caccia . Con le altre e’ difficile , se non impossibile , arrivare a questi livelli di partecipazione attiva e gestione .
        Poi ho gia’ pensato , sempre se sara’ possibile farlo , che dopo un’ iniziale periodo dedicato alla caccia da appostamento , di andar oltre e passare a quella alla ” cerca ” ( Pirsch ) . Molto piu’ dinamica . Molto piu’ difficile . Molto piu’ tecnica .
        Fermo restando che difficilmente abbandonero’ le mie Springer e la Caccia da appostamento agli acquatici , cerchero’ di trovare il tempo per praticarle tutte .
        Questa volta Alessandro Cannas docet :D .

        • Ezio scrive:

          D’accordo, in particolare sul fatto dell’osservazione.

          Poi nell’atc in cui vado a fare i censimenti, si fanno con il faro, di notte. Uno spettacolo vedere i selvatici in “notturna”!!!

          Qui tutti gli atc che hanno la selezione fanno t’appostamelo al maschio di capriolo in estate e la cerca a femmina e giovani in inverno.

          Per il resto lo sai già…se non vedo un cane meglio se setter in ferma e guidata non mi sento pienamente soddisfatto.

          Sai quante volte il mio “socio” mi ha già detto:” Tira tu!!” … ma io niente. Ariboh… :roll:

          Comunque occhio che se ti entra nel sangue è un casino.

          Un mio amico, coturnista di vecchia data, da qualche anno si è trasformato in “capraro” a tempo pieno. 8O :lol: :lol:

    • Roberto Traica scrive:

      A busciardoooooooo , vogliamo le prove. :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

    • Daniele scrive:

      bono :P al poligono e’ tutta storia a se’, a caccia e’ l’emozione che ti frega!!!

      io lo dico da sempre, il giorno in cui inquadrando con il reticolo un daino o capriolo, il cuore non mi battesse all’impazzata, smetto immediatamente con questo tipo di caccia.

      • peppol@ scrive:

        intanto prendi lezioni d italiano capo….3 indizi fanno una prova :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

      • Springer scrive:

        Pensa che una volta preso posizione , appena ho messo l’ occhio nel cannocchiale , la prima volta in assoluto nella mia vita , non sono riuscito a inquadrare il bersaglio . Non lo trovavo . Vedevo terrapieno – muro – cielo – la linea di tiro di fianco a me , ma il bersaglio non lo trovavo :lol: .
        Ho rialzato lo sguardo e fra me e me ho pensato : Ca**o ……. iniziamo bene ……. Poi mi sono venute alla mente tutte le parole dette poco prima dall’ istruttore e ho provato una sensazione incredibile . Come fossi entrato in catalessi ho staccato la spina dal mondo circostante . Mi sono posizionato con calma triangolando bene sui gomiti , calcio appoggiato saldamente ( ma non troppo ) nell’ incavo della spalla , ho trovato ( meno male :D ) il bersaglio , un paio di inspirazioni con parziale svuotamento dei polmoni – ho posizionato la ” croce ” al centro del cerchio facendo attenzione che le linee che la compongono fossero dritte e non inclinate in senso verticale o orizzontale , mi sono ” ghiacciato ” diventando un tutt’ uno con il fucile , ho smesso di respirare e …….. ero talmente concentrato che non ricordo nemmeno quando ho tirato il grilletto . Ricordo , quando ho alzato lo sguardo , quello detto dall’ istruttore di fianco a me dopo aver guardato nel ” lungo ” l’ esito del mio tiro : prova a farne un altro …..
        Haia , ho pensato , mi sa che sono uscito di brutto dal centro se non mi dice niente . Allora ho ripetuto tutta la sequenza di prima con ancora maggior attenzione e ho lasciato partire il colpo . L’ ho riguardato in faccia . Ho visto che ha fatto la faccia del tipo : pero’ ….. :roll: ! . Mi ha dato la mano e mi ha detto : Complimenti , due dieci .
        Me lo sono dovuto pure far spiegare , perche’ non sapevo nemmeno cosa volesse dire fare ” dieci ” …… :lol: :D :lol: :D :lol: :D

      • Diego scrive:

        Capo ma conti anche i fili d’erba che le povere mucche stanno mangiano? :lol:

    • henri (radere igor) scrive:

      A Springer, e che ti lodi per così poco? Doppietta bigrillo Cal. 20, fagiano fermato di seconda canna. Contati 73 passi. Questo è un tiro, altro che carabine. :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

      • Ezio scrive:

        Gualandi??? 8O :roll: :lol: :lol: :lol: :lol:

      • Giacomo scrive:

        O Anigrina ??? 8O :D :D :D

        • Ezio scrive:

          Pensa allora che tiri con abbinamento “Anigrina + Gualandi”!!!! :lol:

          Igor si sta a scherzà, ovvio!!! :D

          Complimenti per il bel tiro…. e poi con il mittticoooo 20 vale ancora dippiù!! :wink:

      • henri (radere igor) scrive:

        A ragà, e che potevo raccontarla più piccola di Springer? :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

        • Ezio scrive:

          Se è per quello ti puoi pure arrendere!! Springer a raccontare palle e paro paro al suo “idolo”….perciò INARRIVABILE!!! :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

        • henri (radere igor) scrive:

          Massimooooooo, se stà a scherzà. I passi erano 78 :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

        • Springer scrive:

          Certo Ezio …… detto da uno che sostiene di aver messo 5 colpi in un cerchio grande quanto una moneta da un euro , non posso far altro che accettare lo sfotto’ e starmene zitto
          :D :mrgreen: :D :mrgreen: :D :mrgreen: :D :mrgreen: :D :mrgreen:

        • Springer scrive:

          Henrj , se e’ per questo anch’io ho omesso un particolare …..
          Sparavo girato di spalle osservando il bersaglio dentro uno specchietto :D :mrgreen: :D :mrgreen: .

    • francescorm scrive:

      Complimentoni????????

    • Alessandro Cannas scrive:

      Bravo! Son contento che sei riuscito a superare l’esame….

      • Springer scrive:

        Non era l’ esame ….. era la lezione di tiro svoltasi al poligono dove alla fine ci hanno fatto provare a sparare . E li ho sparato per la prima volta nella mia vita , con una carabina a canna rigata e ottica di mira .
        L’ esame di tiro sara’ effettuato alla fine solo se passo l’ esame scritto e quello orale .
        Devi mettere cinque colpi , in max cinque minuti , senza tiri di prova , senza nessuno che ti commenti il tiro effettuato di volta in volta per poterlo eventualmente correggere , in un cerchio massimo dell’ ” otto ” situato su sagoma animale . Se sbagli puoi ridarlo una volta sola e in caso di recidiva …… sei fuori .

    • Giusti Giacomo scrive:

      Sei un fenomeno in tutti i campi,non c’e`niente da fare.
      Te un tu sei un uomo,ma un super………uomo.
      :D :D

  5. Giacomo scrive:

    Fu per questo che un mio amico si dedicò alla selezione…….. Mentre a tordi di stoccata non ne prendeva neanche uno, ed un giorno addirittura ha padellato un gallo di cinque chili mentre volava nel pollaio :mrgreen: ( da allora noi a Salernoquesti tiratori li chiamiamo – fumagalli – ) appurò che facendo il selecontrollore con calma e nascosto dietro l’albero faceva centro su un animale molto più grande del gallo. Aveva un cannocchiale più grande della carabina. Che soddisfazione diceva lui. :mrgreen:

    • alessio bitossi scrive:

      Sparare è solo l’ultima soddisfazione,caro Giacomo…pensa io dopo tre anni che sto dietro l’albero(si fa per dire) non ho ancora sparato un colpo e mi diverto tantissino lo stesso, perchè quello che ho visto io all’alba e al tramonto, lo vediamo in pochi.
      Tanto prima poi ti vengo a prendere ti trascino dietro ” un albero” e li ti lego con un binocolo al collo…poi ci racconti.. :lol: :lol:

  6. Springer scrive:

    Di quei 45 che non hanno fatto centro con i primi colpi , alcuni non l’ hanno fatto perche’ emozionati . Altri perche’ troppo ” nervosi ” nel tirare il grilletto . Tanti di piu’ perche’ stupidamente hanno sottovalutato la difficolta’ del tiro .
    Il ragionamento tipo era : ma che cosa c’ e’ di difficile nello sparare da fermo , comodamente seduto , con una carabina tarata alla perfezione a 100 metri , a un bersaglio fermo , quando io centro perfettamente Tordi ( e galli nel pollaio ) al volo :roll: ??
    Niente di difficile …… Infatti non lo hanno preso :mrgreen: :D :mrgreen: :D

  7. antonio carboni scrive:

    scusate se mi itrometro, abito in sardegna e la prossima stagione venatoria si può sparere con la carabina. Sono un mancino puro con fucile benelli mancino, mi chiedo perchè non sono preparato
    in matteria, esistono carabine per mancini, costono in più ola devo far modificare. premetto che con la palla 12 dicono che sparo molto bene,e con la carabinr?maaa! fare padella da noi non conviene mai
    dopo il seccondo cinghiale sei quasi marchiato io sono a quota -1 posso ancora sperare e poi ci sono quelli al tramonto ma non vanno nella conta.

    CIAO Antonio

    • Ezio scrive:

      Antonio, le carabine, in particolare le semiauto, per la caccia al cinghiale ne puoi trovare di ogni prezzo e tipologia.

      In quanto alle “padelle”….beh, se hai un fucile a canna liscia con cui ti trovi bene magari da anni se non decenni, per il tipo di caccia che fai, certo che faresti un gran cambiamento sostituendolo con una carabina…. :roll:

    • Springer scrive:

      Diverse marche hanno in listino modelli per mancini . Percio’ questo non e’ un problema .
      Sul padellare , io non la metterei esattamente cosi’ come la metti tu . Personalmente di sbagliare un animale non me ne puo’ fregar di meno . Quello che a me interessa e’ NON FERIRLO malamente .
      Tutti i docenti che si sono susseguiti nel Corso che frequento , TUTTI , INDISTINTAMENTE , e INDIPENDENTEMENTE dall’ argomento che trattavano , ci hanno ripetuto di : SPARARE SOLO A COLPO SICURO . Nel caso di animale mal posizionato o in movimento NON SPARARE !!! Perche’ il problema non e’ di padellare e esser preso per il culo dai compagni di caccia , ma di FERIRE ( e far soffrire inutilmente ) un animale che gia’ ci fa dono della vita per una nostra innata e atavica passione , e per questo non merita di soffrire per aver sparato male – di fretta – per paura di perdere il capo . Sabato durante la lezione di tiro , il docente , cacciatore e selecontrollore , ha detto una cosa che ha impressionato molti di noi : Sparate solo se siete sicuri di metter fine velocemente alla vita dell’ animale a cui volete sparare , perche’ se cosi’ non fosse e non avete mai sentito il LAMENTO di un Capriolo ( ma anche di un Cinghiale ) malamente ferito , questo vi rimarra’ nelle orecchie per mesi . Lo ha descritto come un’ evento angosciante . Alcuni , e uno lo conosco personalmente , hanno addirittura smesso di andare a Caccia perche’ condizionati da quella brutta esperienza e conseguente brutto ricordo .

      • Fabio Guidi scrive:

        …..in effetti e’ una gran brutta cosa da sentire, specialmente per quanto riguarda
        il suide. E’ comunque una cosa da mettere in conto, perche’ puoi stare attento fin che vuoi ma, durante la “professione della fede” puo’ capitare di commettere un errore…….

        • Springer scrive:

          Per il Cinghiale e’ la classica ( e brutta ) reazione del colpo ai reni . Crollo della parte posteriore e urla agghiaccianti . So che un conto e’ sparare al poligono e un’ altro e’ essere a Caccia , ma proprio perche’ non prenderei bene l’ esperienza che mi e’ stata descritta , sono sicuro che prima di tirare il grilletto :

          A) Recarsi al poligono almeno una volta al mese per mantenere la confidenza con il ” ferro del mestiere ” .

          B ) Rimanere freddo e razionale , cosa che mi riesce normalmente molto bene ( e’ stato il motivo della buona performance al poligono ) analizzando bene la situazione per poter prendere tutti gli accorgimenti del caso a che il tiro abbia successo .

          .

          C) Alla fine di tutto ricordare quello che mi hanno insegnato : NEL DUBBIO NON SPARARE .

          Anche perche’ , fra l’ altro , mi hanno detto che sia quello che devi poi chiamare con il cane da traccia per il recupero del capo , sia l’ accompagnatore ( da me OBBLIGATORIO per i primi 5 anni ) se vedono tiri buttati li a ca**o con conseguenti brutte ferite , non la prendono molto bene . La voce gira e fai poi fatica a trovare chi ti accompagna . Il che equivale a non andare piu’ a caccia .

      • antonio carboni scrive:

        il nostro problema maggiore è che da noi i cinghiali li spari in poste strette e anguste magari con spazzi ristretti, 1 prima la sicurezza2 parlare col vicini di posta trovare un accordo come sparare 3 se spari anche molto convinto di colpire non sei mai siccuro dell’esito troppa vegettazione, rami o tronchi che fanno sì che purtroppo ferisci il capo. anche se tutti ti diranno, sarebbe stato meglio sbagliarlo
        fatalità o destino BOOOOO.

      • Caro Springer ti dico che se andrai a caccia , ticapiterà di ferire una bestia, tuo malgrado,ma succederà perchè fa parte del gioco…………………poi con esperienza diventerà raro,,,,,,,,,,,,,,io vado al cinghiale da più di 20 anni e credimi ,sparo per uccidere ,non per ferire,ma queste bestie hanno una resistenza ai colpi incredibile,poi molte sono le cose imponderabili,sopratitto la reazione della bestia quando avverte la nostra presenza……………….4-5 dita di errore,sono poca cosa ,ma a volte la differenza fra cassa toracica(mortale)e ventre di un cinghiale (va via a morire lontano) !!!!!!!!!!!!!!!!Ho preso tanti cinghiali,ma ne ho padellato e ferito,mi è dispiaciuto molto, ne ho recuperato feriti impossibili a traccia,ne ho perso altri con le interiora “in terra”,ma non ho mai sparato ad una bestia con superficialità, noi ci giochiamo il costo di “una palla”,lui la vita!!!!!!!!!!adiosu!!!!!!!!!!!!! :roll: :roll: :roll: :roll: ps:auguri per la nuova esperienza!!!!!!!!!!!!! :wink:

  8. piero cossa scrive:

    Ciao Antonio,..BROWNING LONG TRAK NEW ELITE CAL. 30-06 MANCINA, il mio numero ce l’hai sempre? :lol: :lol:

  9. antonio carboni scrive:

    grazie EZIO,
    MI ASSICURI CHE CI SONO CARABINE PER MANCINI.
    sai è solo uno svizzio visto che molte volte possiamo sparare i cinghiali detti lughi fuori portata dal 12
    provare per credere.

  10. antonio carboni scrive:

    SALVE PIERO.
    sai ho conosciuto il presidente del parco porto conte, mio ex collega di prime esperienze lavorative all
    ASINARA nel 1987/88 spero possa risolvermi il problema del corso sono molto fiducioso.
    antonio

  11. lorenzo scrive:

    in provincia di grosseto assunti altri 350 spazzini dei boschi . cosi doveva essere il titolo.

  12. Giacomo scrive:

    Secondo me psicologicamente, pensandola alla Freud ( Froid ) lui spulciando nella psiche del
    selecaccatore avrebbe concluso i suoi studi dicendo che è la sindrome del guardone che si ha addosso…………. per cui non potendola mettere in pratica a spiare le persone o le coppiette per presa di coscienza vergognosa, allora la stessa psiche li porta a fare una caccia dove uno trova psicologicamente e incosciamente quel che gli aggrada spiando gli animali e paraventandosi dietro ad un titolo di studio preso con il sudore della fronte per trovare la raccomandazione, :mrgreen: che gli consente di farlo. Ed anche perchè può abbinare le due cose, fare il guardone ai poveri ignari animali che si accoppiano sbavando tutto il cannocchiale :P e nello stesso tempo evitare di essere chiamato fumagalli…….. :P :P :P in quanto il cannocchiale fa tutto da solo. Il bello poi è che dopo aver provato cotanto piacere nel masturbarsi per ore con l’attrezzo di ineguagliabile piacere ottico tra le mani al posto di graziarli per questo, li fotte con una schioppettata. Il brutto, quello che dico io è :
    quando lo ferisce !! :twisted: Che secondo me capita sesso, :mrgreen: Come fa a riprenderlo per non farlo soffrire se non ha un cane da traccia ? Cosa molto grave dal punto di vista venatorio. :roll: Salutiaaamo

    • Giacomo scrive:

      Volevo dire : Che secondo me capita spesso………. :mrgreen:

    • Alessandro Cannas scrive:

      Oltre alle solite scemenze che dici….Come fai a dire che si fanno tanti feriti?.
      Non sai di cosa si stia parlando..
      Non hai mai sparato ad un ungulato.
      Non conosci questa caccia.
      Non ne conosci gli eventuali risvolti balistici usando una palla e/o calibro piuttosto che un altro.
      Non sai che nel remoto caso di ferimento, esistono in tutti i distretti i recuperatori con cani adatti,sempre reperibili.
      Non hai la benche minima cognizione della reazione del selvatico colpito nelle parti molle.
      Non conosci le varie tecniche di osservazione sui residui di caccia dopo il colpo……In caso di utilizzo di palle dure….
      Ma che stai a di…..

  13. alessio bitossi scrive:

    ECCOLOOOOOOOOOOOOOOOOO…è arrivato!!!

    • alessio bitossi scrive:

      Era per quello di prima, ma dal momento che ci siamo sovrapposti va bene anche per te, simpaticone di un :lol: :lol: Giacomo

      • Giacomo scrive:

        8O Aoooooh ! Ma che intenzioni hai a legarmi all’albero……….. Vedi che io non sono mica gay……. Sono un maschione meridionale !!! Solo che non sono vergine. :P Chiaro ? :D :D :D :wink:

  14. fiore scrive:

    SICARIIIIIII!!!!

  15. Ezio scrive:

    Ovvio che nessuno si augura di ferire un animale ma tenete conto che gli animali hanno un diverso “approccio” col dolore, visto che non hanno consapevolezza.

    Comunque è giusto tirare a colpo quanto più sicuro possibile e non vale solo per le caprette o i suini.

    Penso che veder andar via un germano che ha accusato il colpo o un fagiano o una bekka o che si vuole solo perchè gli si è tirato troppo lungo, ad esempio, non sia comunque una esperienza bella.

    Poi personalmente se perdo un animale ferito/morto mi rovino veramente la giornata.

    Mi pare una sorta di mancanza di rispetto… uno spreco…non so se rendo l’idea perchè non so esprimerlo nei termini giusti.

    Comunque quando capita mi girano a ventola le palle!!!

    X Giacomo.
    Da noi i cani da traccia sono obbligatori.

    I conduttori degli stessi si mettono gratuitamente a “servizio” di chi li interpella.

    • Springer scrive:

      Rendi perfettamente l’ idea . Anche per me e’ cosi’ ……

    • Giacomo scrive:

      Da voi è un’altro mondo caro Ezio……… Avete il virus che vi arriva dalla Francia……… E abbiamo detto tutto !! Porco il mondo che c’ho sotto ai piedi :roll: Salutiamo

      • Ezio scrive:

        Mah…caro Giacomo … Credo noi sia questione di da “noi” o da “voi”…..Il bicchiere comunque è sempre mezzo pieno… Rimango dell’idea che c’è sempre molto da semplificare e migliorare.

        Rimango dell’idea che la sostanza delle “cose” sia sempre molto chiara e semplice e “noi” umani…specialmente italici….. facciamo di tutto per intorbidirla e complicarla…. :roll:

  16. Ezio scrive:

    All’inizio del post “credo NON …” invece di “credo noi…”

  17. fioravanti fra scrive:

    Bell lavoro questi selecontrollori!!!!!!!!!!!!! speriamo che la faccenda non vi sfugga dalle mani come è successo nel Ternano… speriamo bene………MA’!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! :(

  18. Gigio scrive:

    Leggo che in molti non hanno colto la notizia “Sabato si riuniscono per la passerella il mondo ambientalista di sinistra con l’Arci che è di sinistra il presidente della Federcaccia che è di sinistra con la dirigenza toscana che è di sinistra per far fare bella figura all’assessore alla cacccia che è di sinistra.Come mai non hanno chiamato altre associazioni nazinali ????

Leave a Reply


2 + 9 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.