Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Savona: il lupo sotto i riflettori

| 25 febbraio 2011 | 2 Comments

Lupi, un fondo per risarcire i danni

Lupo--lunaIl lupo sotto i riflettori. A tre anni dall’avvio del progetto regionale, la presenza del predatore nei boschi liguri e del Nord-Ovest in genere è in aumento. Se questa è una buona notizia per l’ambiente, ciò comporta anche problemi per gli allevatori, che ogni tanto devono fare i conti con attacchi ripetuti al bestiame. Sul tema si è svolto in Provincia un incontro con la Regione, l’Università di Pavia, che collabora col Progetto Lupo, il Corpo forestale dello Stato e il servizio veterinario dell’Asl per approfondire le problematiche sulla presenza del lupo nel nostro territorio, sulla sua tutela e salvaguardia e l’indennizzo dei danni provocati alla zootecnia.

Alto 50-70 centimetri, il lupo italiano è più piccolo di quello americano e nordeuropeo. Assomiglia a un Pastore tedesco, anche se ha la fronte più sfuggente, le orecchie più arrotondate e coda più corta. Ma inconfondibile è la sua camminata trotterellante. In una notte può percorrere anche una sessantina di chilometri.

«La Provincia di Savona sta predisponendo un ordine del giorno da sottoporre alla giunta regionale con cui si richiede un fondo unico per i risarcimenti dei danni causati dal lupo, la definizione delle procedure di verifica del danno e di un indennizzo omogeneo – afferma l’assessore provinciale alla Caccia e Pesca, Livio Bracco – Per quanto riguarda il Savonese, il protocollo d’intesa tra Provincia, associazioni agricole e venatorie prevede un articolo specifico sull’indennizzo dei danni».

Su proposta dell’Università di Pavia si terranno corsi di formazione per imparare a riconoscere le tracce dell’animale selvatico rivolti al personale degli enti coinvolti e una giornata di sopralluogo sul territorio oggetto di predazione. Il progetto prevede la sperimentazione di prevenzione con due modalità diverse in due allevamenti individuati nella provincia di Savona, che in passato sono già stati oggetto di predazione. Le forme di prevenzione saranno in un caso la recinzione elettrica, nell’altro i dissuasori acustici. Inoltre la Provincia di Savona vuole attuare una verifica della situazione degli allevatori di greggi allo stato brado non solo nel nostro entroterra, ma anche degli allevamenti che dal Piemonte si spostano in Liguria.

Secondo quanto afferma Giovanni Diviacco, funzionario della Regione che si occupa del Progetto ed è autore, con Massimo Campora e Renato Cottalasso, del libro “Sulle tracce del lupo in Liguria”, è impossibile stabilire con precisione quanti esemplari siano presenti sul nostro territorio. Dalle analisi genetiche eseguite sugli esemplari trovati morti e sui campioni di pelo, urina ed escrementi è stato stabilito che gli esemplari dai quali è iniziata la ricolonizzazione dell’arco alpino italiano e francese appartengono al lupo appenninico.

Un tempo diffusissimo su tutto l’arco montuoso ligure, il lupo era apparentemente scomparso con gli inizi del Novecento. Ma in Italia non si era mai estinto del tutto. Anche negli anni più bui, tra il dopoguerra e gli anni Settanta, l’Italia era rimasta, con i monti iberici, quelli balcanici e vaste zone dell’ex Unione Sovietica, uno dei pochi territori europei che ancora lo ospitavano.

STEFANIA MORDEGLIA

http://www.ilsecoloxix.it

Category: .In Evidenza, Generale, Liguria

Comments (2)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. alessio bitossi scrive:

    Che fà sotto i riflettori?……un fotoromanzo, una intervista o gira un film???

Leave a Reply


4 + = 5

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.