Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Certificato per l’esercizio della pesca in mare

| 4 febbraio 2011 | 31 Comments

Il decreto Mipaaf del 6 dicembre 2010 è finalizzato a promuovere la rilevazione della consistenza della pesca sportiva e ricreativa in mare.

La comunicazione, anche attraverso l’ausilio delle associazioni di pesca sportiva e ricreativa e le associazioni di pesca professionale, prevede di fornire alcune informazioni molto semplici, le generalità, il tipo di pesca praticato, le Regioni in cui si pratica questa attività.
L’attestato della avvenuta comunicazione funzionerà da titolo per l’esercizio della pesca.
Chi non avrà fatto la comunicazione, se soggetto a controlli, dovrà svolgere gli adempimenti previsti entro dieci giorni per non incorrere in sanzioni.

Il servizio consente, al pescatore di fornire i propri dati e di produrre l’attestato, alle associazioni di operare per conto di tutti i pescatori che ne fanno richiesta.

Di seguito viene spiegata la procedura di registrazione per l’utilizzo del servizio.

Procedura

Effettuare la registrazione fornendo: nome e cognome del pescatore o del referente dell’associazione, email (casella di posta elettronica) a cui inviare la conferma della registrazione, password di identificazione e, per i soli referenti delle associazioni, il nome dell’associazione a cui fanno capo.

Viene presentata una prima pagina in cui inserire le generalità del pescatore, e una seconda per le informazioni specifiche sul tipo di pesca praticata. A conferma della corretta conclusione delle operazioni sarà possibile stampare l’attestato dell’avvenuta comunicazione.

Qualora il pescatore o l’associazione desiderino ristampare l’attestato, sarà sufficiente riaccedere al sito del Ministero, identificarsi e fornire nuovamente le generalità del pescatore interessato.

Per registrarsi ed ottenere il certificato: Applicazione “Pesca Sportiva”

orata

Category: .In Evidenza, Generale, Pesca

Comments (31)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Ezio scrive:

    La nuova TASSA a quanto ammonta??? :evil:

    • Daniele scrive:

      E’ gratis….. per il momento…. :P

      • Ezio scrive:

        Eh appunto Daniele..lo so!!

        Però se tanto mi da tanto…

        Per andare a tartufi pago, per funghi pago, pesca nei fiumi pago, a caccia pago…. :evil:

        Ora stanno facendo solo le prove tecniche …come per tutto del resto no???:roll:

        Fino a qualche anno fa “tutti a diesel che costa una mazza e inquina pure meno!!”

        Ora costa come la benzina.

        Poi vai col GPL… e tra poco costerà come la benzina…

        A volte penso che sia un peccato che Grillo non sia credibile, altrimenti sarebbe veramente l’unico leader possibile in questo Paese di…. :roll:

        • Daniele scrive:

          Allora vediamo:
          Pesca acque dolci: 35
          Tartufi: 80
          Funghi: 12 (per 6 mesi)
          Caccia: … lasciamo perdere che e’ meglio

          a breve:
          Pesca in mare
          asparagi
          chiocciole
          more
          etc. etc.

          > Poi vai col GPL… e tra poco costerà come la benzina…

          l’ho montato sul Terios a Novembre 2009 e se non ricordo male veniva 0,45 …. oggi siamo a 0,788…..

      • Alessandro Cannas scrive:

        Infatti per il momento,adesso ci contano,poi si fanno i conti,e poi rendono obligatoria la tassa di concessione governativa per la pesca sportiva nelle acque costiere del demanio….Metteranno il calendario di pesca,il tesserino,ecc,ecc,…… :?

        • Bagnolesi Giovanni Roberto scrive:

          Quasi quasi ce rivorrebbe un po’ de regime!

        • Ezio scrive:

          Dipende da chi lo “comanda” il regime.

          E se ci capitasse la Brambilla?? O Frattini?? O la Giammanco?? O Cicchitto?? O Catanoso?? O Della Seta?? O la Poretti??

          :roll: :mrgreen:

    • Andrea Di Mauro scrive:

      HHHHHAAAAAAAAA………. meno male va……. così vediamo tutti i miei amici pescatori ANTICACCIA !!!!
      cosa diranno……. hi hi hi
      A QUANDO IL PERMESSO PER CACARE ??????
      8O

      • Bagnolesi Giovanni Roberto scrive:

        Questi vogliono tassare tutto. Fra un po’ metteranno la tassa anche sul fumo delle tagliatelle.

        • Pietro scrive:

          Vedi di non approfittare di questa tipologia di profumo altrimenti la tassa la impongono da subito. :lol: :lol: :lol:

  2. Aurora Giorgio scrive:

    Spolpando fini all’osso i cacciatori adesso stanno incominciando con i pescatori :!:

    • gino scrive:

      sapendo che in massima tutti i cacciatori,sono anche pescatori,pensano è dicono,già pagano fior di quattrini,per andare a caccia ,adesso gli facciamo pagare anche la pesca così si tolgono,il vizio di andare a caccia è a pesca,anche se penso che i cacciatori co tanti soldi che paghiamo dovevamo essere esoneratio perlomeno pagare qualcosina :evil:

  3. renzo scrive:

    Attenti a non mangiare troppi fagioli perche stanno pensando di mettere la tassa anche sulla sc……

    Se non fosse un disastro schiatterei dal ridere

    Ora il bambino che vuole pescare il pesciolino deve pagare la tassina altrimenti diventa un FUORILEGGE !
    Meglio nascere,crescere,vivere e rincoglionirsi davanti al videogioco del momento …..naturalmente non un videogioco che simuli la caccia o la pesca , quello è il diavolo e và allontanato.
    Molto meglio quei videogiochi dove si ammazza o si investe qualcuno con l’auto o ancora si fanno stragi di persone con bombe nucleari .
    Tanto sono virtuali……………………

    • Daniele scrive:

      > Ora il bambino che vuole pescare il pesciolino
      > deve pagare la tassina altrimenti diventa un FUORILEGGE !

      occhio pero’ a non “maltrattare” il pesciolino, o il granchio: “…prelevare dal loro habitat naturale animali e riporli, anche temporaneamente, in secchielli o simili, luoghi del tutto sconosciuti agli animali in questione ed inadeguati alle loro caratteristiche etologiche, sia per gli stessi fonte di grande stress, e causa di sofferenze, penalmente rilevanti…..”

      http://www.ilcacciatore.com/2010/07/14/sole-mare-bambini-granchi-e-secchielli/

      :roll:

    • Roberto Traica scrive:

      Attenti a non mangiare troppi fagioli perche stanno pensando di mettere la tassa anche sulla sc……
      —————————————————————————————————————————————–
      Certo, perchè potresti metterti col culo a mollo e viaggiare con la barca gratis. :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:
      Perdonami la battuta :roll: :wink:

      • Giusti Giacomo scrive:

        Roberto lo sapevi che c’e` anche una tassa sull’ombra?
        Io non lo sapevo,l’ho saputo oggi!!!!

        Io lo dissi quando Daniele mise il primo art.al rigurdo.ora ci contano e poi la mettono a pagamento.

  4. Si dice che in Italia i pescatori sportivi, compresi gli occasionali, superino i DUE MILIONI, I tesserati iscritti alle varie associazioni sarebbero poco del 10%. Esiste pertanto un “terreno di pesca” da coltivare di notevoli proporzioni che, però, fino ad ora è risultato difficile “bonificare” e quindi “coltivare”, per poi “raccogliere”.
    Ciò premesso, a qualcuno, per caso, non è venuta l’idea o, meglio, il sospetto che dietro l’angolo, a suggerire il tanto discusso provvedimento, ci siano proprio loro, le associazioni pescasportive?
    Salutiamo, come direbbe Giacomo!
    diego.

  5. Ah! Dimenticavo. Se così fosse, bisogna riconoscere che, ancora una volta, le associazioni dei pescatori hanno molta più voce in capitolo delle nostre associazioni!!!! O no!!!
    diego.

  6. Giacomo scrive:

    A me sembra una cosa fatta bene per noi……. Tra poco avremo altri alleati a lamentarsi non appena gli avranno affibbiato la tassa………. :P Ci saranno poi i soliti cambiamenti, piano piano si arriverà a mettere la tassa su ogni canna,
    si faranno gli ATP ( Ambiti Territoriali Pesca ) altra gente da impiegare.
    si metterà il limite sul numero dei pesci da prendere esclusi quelli che metteranno nel fondoschiena ai pescatori ai quali non ci sarà limite.
    Il divieto di usare i bigattini perchè sono distruttivi e poi perchè muoiono sull’amo e sorge l’infrazione
    di maltrattamento animale.
    Per chi pesca con il pane da usare solo formaggio parmigiano perchè le pasture sono indigeste.
    Io vado anche a pesca e poichè alle tasse e restrizioni sono abituato dico :

    fatelo al più presto possibile mi raccomando che tanto ci arriverete……… :D :D :D che voglio vedere la faccia dei pescatori che adesso se ne sbattono di darci una mano per la caccia perchè per loro è tutto gratis. :mrgreen: Salutiaaamo.

  7. fabrizio scrive:

    godo stragodo e gongolo!!!!!

    con una classe politica famelica di denaro e mai sazia di soldi come quella italiana……..entro pochi anni la licenza di pesca costera’ come quella di caccia…………..e per i pescatori c.d. sportivi costera’ il doppio!!

    morale della favola scompariranno molto prima di noi………

    uah uah uah uah uah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ! ! ! !

    Fabrizio

    • Ezio scrive:

      Fabrizio mi rendo conto che mal comune mezzo gaudio…ma prima di scomparire, speriamo che si rendano conto che sono sulla nostra stessa barca e che si uniscano alla causa comune….

      E’ solo questione di tempo e l’animalismo rivolgerà le sue perverse attenzioni anche verso di loro…e qualche “assaggio” c’è già stato…

  8. fabrizio scrive:

    carissimo Ezio,

    sono sicuro che hai capito che la mia era solo una goliardica provocazione…….io stesso sono pescatore dilettante e pesco in mare con canne da fondo……..abitando in Versilia e’ quasi inevitabile.

    Purtroppo gli amici pescatori da questo orecchio non ci vogliono sentire e mi pare che storcano abbondantemente il naso quando un cacciatore gli fa presente che sono sulla nostra stessa barca.

    speriamo che si sveglino…..meglio tardi che mai..

    ciao

    Fabrizio

  9. ilio scrive:

    D’alto canto gli italiani sono senza lavoro, quale meglio occasione creare altri baracconi che si interessino alla pesca ? Ecco spuntare le varie associazioni che si fanno la guerra tra loro per accaparrarsi tessere e lotti di mare da gestire ripopolare e censire, creazione di AMP (ambiti marini pesca ) ZAE(zone addestramento esca ) a loro vota suddivise in, zaa- arenicola, zab bigattino- zac cazza,- zas sarda ecc.. AFM (azienda fauna marina pesca consentita ai soli residenti e autorizzati) ARP (azienda ripopolamento pesci) zpp (protezione pesce) zscp (speciali conservazione pesce). Speriamo solo che a metterci le mani non siano le note associazioni che gestiscono la caccia in questo paese altrimenti, sono “cefali” dei pescatori. :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

  10. fiore scrive:

    perchè ancora vi meravigliate!!! è la regola

    cccp…… produc,i consuma, crepa!

  11. ettore1158 scrive:

    Senza contare le numerose oasi marine ,i numerosi parchi marini di cui siamo forniti e dulcis in fondo gli innumerevoli stabilimenti balneari che insistono sulle ns. spiagge.Sono convinto che con il passar del tempo verranno inserite nuove postille all’esercizio della pesca sportiva,vorrei sperare di no in quanto anche io sono un pescacciatore, ma credo che purtroppo la strada percorsa sia questa.Vorra’ dire che questa situazione se si verifichera’ portera’ ad allearci tra noi sportivi creando finalmente un nuovo movimento importante che possa dare voce finalmente ai ns. diritti.(praticamente diventeremo pari o superiori nel numero al movimento dei verdi).Un saluto.

  12. fabrizio scrive:

    caro Ettore1158 – in poche parole hai centrato il punto della questione.

    se ci uniamo, tra cacciatori, pescatori professionali, non professionali e sportivi, agricoltori, allevatori, circensi e via dicendo…….formeremo un movimento politico capace di far tremare i partiti politici vecchi , e certi individui (veramente una infima minoranza) che ora dettano legge in materia di ambiente, ma di ambiente e fauna non sanno una mazza, e magari vorrebbero imporre il vegetarianismo per legge !!

    Fabrizio

  13. Sololasipe scrive:

    Prima hanno coperto il territorio nazionale con i parchi ( la tassa per chi vuole entrare a cercare tartufi è di € 260 per alcuni mesi) oggi stanno approntando i parchi marini in cui, SICURAMENTE, applicheranno una tassa per poter pescare anche con canna ed amo !!! :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil:

  14. dario scrive:

    qualcuno mi sa dire se esistono dei limiti per la dichiarazione di pesca sportiva?mi spiego meglio:io sono residente a catania……il permesso vale anche nelle acque siracusane???scusate la banalità della domanda,ma io non lo so…. :oops:

  15. Vincenzo scrive:

    pratico pesca sprtiva come passatempo con canna da pesca e ritino sulla spiaggia

Leave a Reply


8 + 9 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.