Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Emilia R. nuove aree caccia e nuove oasi

| 3 novembre 2010 | 4 Comments

EMILIA R./CACCIA: REGIONE, NUOVE AREE PRELIEVO E 11 OASI FORLI’-CESENA

cacciatore acquatici(ASCA) – Bologna, 3 nov – Nuove aree di caccia, ma anche nuove aree di protezione; regole piu’ chiare per i cacciatori che avranno a disposizione zone certe in cui cacciare; una maggiore protezione dell’ambiente in zone di particolare pregio; contenimento degli ungulati nei territori interdetti alla caccia grazie al prelievo in controllo autorizzato dalla Amministrazione provinciale. Via libera dalla Giunta Regionale dell’Emilia-Romagna al provvedimento della Provincia di Forli’-Cesena che da un lato autorizza la caccia su 5 mila ettari circa del patrimonio forestale regionale nei Comuni di Tredozio, Portico e San Benedetto, Premilcuore, Galeata, Santa Sofia, Bagno di Romagna, Sarsina, e Mercato Saraceno e dall’altro la preclude in 5 mila 600 ettari di territorio di particolare valore ambientale, istituendo 11 oasi di protezione della fauna.

”Esprimo il mio apprezzamento alla Provincia di Forli’-Cesena per il buon lavoro realizzato”, ha dichiarato in una nota l’assessore regionale all’Agricoltura e all’attivita’ faunistico venatoria, Tiberio Rabboni.

”Non solo viene data una risposta positiva alle attese del mondo venatorio – ha spiegato l’assessore – ma viene attuata una compensazione su territori di grande pregio ambientale per la presenza di siti di interesse comunitario e zone di protezione speciale. Nelle nuove oasi di protezione e’ indispensabile che la Provincia tuteli attivamente le imprese agricole dai danni provocati dagli ungulati, attraverso un costante monitoraggio e un’attivita’ di prelievo in controllo degli animali in eccesso”.

Il provvedimento regionale stabilisce in quali aree demaniali e’ d’ora in poi ammessa la caccia, accogliendo le richieste fatte in tale senso dal mondo venatorio e risolvendo un contenzioso con gli organi di vigilanza. Le 11 aree di protezione venatoria istituite sono state individuate per le loro caratteristiche di elevato valore conservazionistico in quanto collocate ai limiti del Parco nazionale delle Foreste Casentinesi, oppure perche’ siti di interesse comunitario (Sic), zone di protezione speciale (Zps) o ”corridoi ecologici” che costituiscono la Rete Natura 2000. Il provvedimento e’ stato adottato dopo aver acquisito il parere favorevole dell’Istituto superiore per la ricerca ambientale (Ispra) e la valutazione di incidenza ambientale della Direzione Generale ”Ambiente”.

res/mcc/rob

http://www.asca.it

Category: .In Evidenza, Emilia Romagna, Generale

Comments (4)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Rudi4x4 scrive:

    Scomettiamo che apriranno le zone limitrofe a strade dove le distanze son sosiccate e chiudono posti da favola????

    • Matteo scrive:

      La maggior parte delle oasi sono state istituite in terreni demaniali dove la caccia era già vietata con apposite tabelle e sono state liberalizzate altre zone demaniali che non erano mai state tabellate e dove a caccia ci si andava ma dove a volte ci si doveva scontrare con qualche guardia che faceva multe salate.

  2. lucas scrive:

    Cominciano a far passare l’idea che la caccia si svolga solo nelle “aree caccia” (sicuramente le più degradate, come argutamente scrive qui sopra il buon Rudi4x4), bilanciate dalla costituzione di “nuove oasi”, come se quelle già esistenti non fossero già troppe, mal gestite ed inutili.
    E come se il limite del 30% fissato dalla (da loro) tanto amata legge 157/92 non esistesse più o non fosse mai esistito…
    PD o PDL-lega la musica è sempre la stessa.

  3. e’ una vergogna ,hanno deciso tutto senza porsi nesun problema chiudendo zone gia’ vincolate
    mentre rinnovano concessioni ad aziende faonistiche venatorie su terreni demaniali.
    poi ci si chede perche il pd in emilia romagna perde consensi………
    Spero che la popolazione , coltivatori ,cacciatori, dei territori interessati si ricordino di cosa ci hanno regalato i nostri politici
    grazie…………………………………….

Leave a Reply


6 + 4 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.