Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Perdono chi ha sparato a mio marito

| 22 ottobre 2010 | 18 Comments

«Perdono chi ha sparato a mio marito»
La moglie del cacciatore Renzo Alfarè Lovo, ucciso con un colpo accidentale di carabina: «Era il suo migliore amico, è una persona buona e cara alla nostra famiglia»

cacciatoreBELLUNO — Quando si sono visti, giovedì, per la prima volta dopo l’incidente, si sono abbracciati senza dire nemmeno una parola, a lungo, fino a quando sono scoppiati entrambi a piangere. Fabio De Lorenzo, il cacciatore che mercoledì mattina ha ucciso a Padola con un colpo accidentale di carabina il suo migliore amico Renzo Alfarè Lovo, ha fatto visita per la prima volta dopo l’incidente a sua moglie Paola. Un incontro toccante, dove le parole, non molte, hanno lasciato spazio a sentimenti ed emozioni. Lei, che ha perso il marito proprio il giorno del loro 25esimo anniversario di matrimonio. Lui, che ha ucciso il suo migliore amico per una tragica fatalità, mettendo a repentaglio anche la vita di suo figlio Claudio, di appena vent’anni, che quando è partito il colpo era a meno di un metro da suo padre. «Gli ho detto che lo perdono – spiega Paola, la moglie di Alfarè, con una voce che va a singhiozzi e cerca di nascondere in tutti i modi le lacrime -. L’ho fatto fin dal primo minuto, quando ho saputo dell’incidente. Fabio lo conosciamo bene tutti quanti in famiglia, è una persona buona e cara e so bene quanta pena e rimorso porti dentro di se. Per questo ora il mio pensiero va a lui, destinato a portarsi questa colpa come un enorme macigno per il resto della sua vita».

Il racconto di Paola si spezza di tanto in tanto, rotto dalle lacrime e dal tanto dolore di questi giorni, ma poi riprende con alcuni ricordi: «Sono nipote e figlia di cacciatori – continua -, ho sempre convissuto con questa passione ed è davvero assurdo che proprio mio marito, che era la prudenza fatta persona, abbia fatto questa fine. In 25 anni di caccia non ha mai avuto nessun incidente, neppure una caduta. Mi ripeteva in continuazione che aveva una famiglia a cui voleva troppo bene perché potesse mai succedergli qualcosa». Nuovi particolari, intanto, sono emersi dal racconto di De Lorenzo sui momenti che hanno preceduto l’incidente. I tre – Alfarè, suo figlio e lo stesso De Lorenzo – si erano sdraiati a terra dopo aver avvistato un gruppetto di camosci quando De Lorenzo ha indicato all’amico l’animale da colpire. Alfarè ha così preso la mira e sparato due colpi, uccidendo il camoscio a una quarantina di metri di distanza.

E’ qui che è avvenuta la tragedia: con l’animale a terra i tre si sono alzati e, senza capire come e perché, dalla carabina di De Lorenzo è partito il proiettile che ha colpito a morte il suo migliore amico, per una tragica coincidenza in quel momento proprio davanti a lui. Giovedì De Lorenzo è stato iscritto ufficialmente nel registro degli indagati con l’accusa di omicidio colposo. Questa mattina il corpo di Alfarè sarà sottoposto ad autopsia per poi essere riportato a Santo Stefano di Cadore dove, con parere favorevole del magistrato, domenica saranno celebrati i suoi funerali. Da Palazzo Piloni il presidente della Provincia, Gianpaolo Bottacin, ha chiesto a tutti i cacciatori bellunesi di sospendere la propria attività venatoria per sabato e domenica. Il miglior modo per ricordare, in pieno e totale rispetto, la tragica scomparsa di uno di loro.

Bruno Colombo

http://corrieredelveneto.corriere.it

Category: .In Evidenza, Veneto

Comments (18)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Roberto Traica scrive:

    Condoglianze sentite alla famiglia Alfarè Lovo e un abbraccio sincero alla Signora Paola che mostra Tantissimo coraggio e ne fa a chi si porterà questo fardello per tutta la vita .Dimostrazione di vera umanità.

  2. Capitano scrive:

    Vorrei esprimere la mia solidarieta’ alla famiglia Alfare’Lovo e alla famiglia del cacciatoreDe Lorenzo, queste sono tragedie di fronte alle quali le parole non servono, solamente un abbraccio forte, senza parlare.

  3. Ezio scrive:

    Un forte abbraccio a queste stupende e vere persone. Persone che sanno distinguere una disgrazia, una fatalità da un crimine e sono capaci di non scordare l’amore che c’era prima e c’è tutt’ora….forse addirittura rinnovato e rinforzato.
    Grazie Signora Alfarè Lovo!! Come vorrei che la maggioranza delle persone che rappresentano il nostro grande popolo avessero un briciolo del suo cuore!
    Le mie più sentite condoglianze ed un forte abbraccio anche a Fabio…
    Coraggio!!
    Ezio

  4. Leonardo scrive:

    Le più sentite Condoglianze ed un fortissimo abbraccio alla sig.ra Paola e alla sua famiglia ed un immenso grazie per il suo coraggio ed il suo sentimento cosi sincero.
    Un saluto fraterno ed un incoraggiamento a Fabio che si è trovato suo malgrado a dover affrontare una situazione drammatica e che purtroppo lo segnerà per il resto della sua vita. Coraggio!!!
    Leonardo

  5. Renzo scrive:

    Anche da parte mia Condoglianze ed un abbraccio solidale , vicino con il pensiero al Vostro dolore .

    Grazie ,per il coraggio dimostrato e nessuna parola.. perche non se ne trovano abbastanza in questi momenti per lenire anche poco un dolore così enorme , ma un silenzio fatto di sentimenti profondi .
    Un incidente, un maledetto incidente che nessun metodo di accortezza poteva allontanare dal destino di queste Persone .
    Coraggio !

  6. Pasquale (nato cacciatore) scrive:

    Profondamente addolorato, porgo le più sentite condoglianze alla sig.ra Paola e alla famiglia, dimostrando un coraggio e un profondo rispetto per l’affetto di due sfortunati amici, riuscendo a perdonare Fabio per l’immane tragedia a cui è stato destinato dall’infausto destino, come protagonista in negativo della scomparsa amico/fratello.
    Pasquale

    • Pasquale (nato cacciatore) scrive:

      Perdonatemi ma l’emozione a volte gioca brutti scherzi, correggo la parte finale:
      riuscendo a perdonare Fabio per l’immane tragedia a cui è stato destinato in quell’infausto giorno, come protagonista in negativo della scomparsa dell’amico/fratello.

  7. errico giancarlo scrive:

    Sentite condoglianze alla famiglia Alferè Lovo e tanta solidarietà ad entrambe le famiglie , a queste tragedie le parole non servono ,prevalgono solo l’amore ed il coraggio.

  8. francescorm scrive:

    La carità Cristiana della signora Paola mi riempie il cuore di commozione e di gioia al tempo stesso.Spero sia da esempio a quanti,colpiti negli affetti più cari, riescono a perdonare chi gli ha causato un dolore immenso.L’odio è molto più semplice come sentimento ma non riempie l’animo.
    Le mie più sentite condoglianze alla famiglia Alfarè e una forte vicinanza e solidarietà al sig. Fabio.

  9. Giovanni Aiello scrive:

    Io non ho parole, sono troppo commosso per trovarle. Condoglianze Signora Paola e che il buon Dio le dia la forza per superare questa tragedia, un abbraccio fraterno a tutta la famiglia. :cry:

  10. angelo galzerano scrive:

    E’ davvero difficile trovare parole adatte a lenire un dolore così grande; perdere in questo modo la persona che si ama! Le siamo tutti vicino, Signora Paola, e La ammiriamo per la Sua dignità nell’affrontare una simile tragedia e per l’umanità delle Sue parole. Un abbraccio fraterno anche a Fabio, uno di noi, che resterà sempre segnato dal peso del rimorso. Coraggio, trovate in voi stessi, nei vostri cari e nel ricordo di Renzo la forza per continuare.

  11. Giusti Giacomo scrive:

    Non so`proprio cosa dire davanti a questi modi di essere e a certi comportamenti delle persone.
    Non riuscivo a leggere.

  12. Agostino scrive:

    Di fronte a questo non ci sono parole che possano lenire il dolore di una moglie e l’enorme peso che grava sulle spalle del suo migliore amico,sono cose che non si dimenticano ed a lungo andare logorano.Posso solo dire fatevi forza.

  13. pietro scrive:

    Condoglianze sincere a una DONNA che sta dimostrando, in un momento drammatico della sua esistenza quelli che sono i veri valori della dignità e del perdono.
    Ne avremmo tutti fatto volentieri a meno ma grazie dell’insegnamento e ancora RISPETTO.

  14. Giacomo scrive:

    Mi associo al dolore della signora e dell’amico cacciatore Fabio. Sono sicuro che la signora Paola riuscirà a superare questa tragedia che il destino gli ha riservato, portando sempre nel cuore il suo caro Renzo. Prego il Signore che gli dia tutta la forza necessaria.

    • Giacomo scrive:

      Al collega di passione Fabio voglio dire che nulla si può contro il destino. Chi perde un amico vero perde una parte di se stesso. Il perdono ricevuto ti possa dare forza per superare questo infausto evento. Un cordiale e sincero saluto.

  15. Luca p. scrive:

    non so che dire……solo che ne sono veramente addolorato,sia per la fam.Lovo che ha perso il proprio caro,e anche per Fabio de Lorenzo che adesso si porterà lo spettro dell’accaduto per sempre,e dopo aver letto del gesto della signora Paola,anche profondamente commosso!vi faccio le mie piu sentite condoglianze!

  16. stiv scrive:

    Cara
    signora Paola sentendo le sue parole non posso fare altro che rimanere profondamente colpito per il grande amore che ha per il prossimo e per il dolore altrui proprio in questo dolorosissimo momento io con infinita ammirazione le porgo le mie più sentite condoglianze.

Leave a Reply


8 + 5 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.