Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Il nostro voto? Ve lo sognate

| 15 ottobre 2010 | 75 Comments

Cacciatori, accuse al Pdl e alla Lega Nord
NIENTE DEROGA. In piazzale Arnaldo sono stati circa tremila a manifestare contro la maggioranza che guida la Regione Lombardia. «Il nostro voto? Ve lo sognate»
«Abbiamo incontrato il viceprefetto e gli abbiamo chiesto di farsi portavoce delle nostre istanze»

(Centinaia di manifestanti sono arrivati a Brescia dalla provincia di Bergamo SERVIZIO FOTOLIVE)

(Centinaia di manifestanti sono arrivati a Brescia dalla provincia di Bergamo SERVIZIO FOTOLIVE)

«Pdl e Lega Nord, il nostro voto è il vostro sogno»: è questo uno dei tanti messaggi che i cacciatori hanno voluto lanciare alla Giunta Formigoni durante la manifestazione organizzata in piazzale Arnaldo dalle Cupav di Brescia e Bergamo, che unisce tutte le maggiori associazioni venatorie del territorio, per protestare contro il respingimento della caccia in deroga. I cacciatori, tra i duemila e i tremila, molti provenienti anche dalla Bergamasca, sono scesi in piazza per protestare contro la politica, e in particolare contro la Giunta che guida Regione Lombardia, rea, all’occhio dei cacciatori, di aver chiacchierato molto e concluso molto poco sulla questione.
«Abbiamo incontrato il prefetto vicario Spera che ci ha promesso di inviare una nota in Regione per segnalare quelle che sono le nostre istanze e richieste ossia una delibera che consenta la caccia in deroga come in Veneto», ha spiegato Fortunato Busana, coordinatore regionale dell’Ucl, prima di sottolineare un’altra questione che sta particolarmente a cuore ai cacciatori bresciani, quella dei Noa stanziati al passo Maniva, con sede a Bovegno.
«AL PREFETTO abbiamo segnalato i difficili rapporti con i Noa di Bovegno che, invece, di occuparsi dei bracconieri, perseguitano tutti i cacciatori con posti di blocco e perquisizioni come se fossimo dei delinquenti», ha concluso Busana. Sottolineando che la protesta è, in generale, contro la politica e «le promesse non mantenute dalla Regione». E lo scontento sui volti, nelle parole e, soprattutto sugli striscioni, era veramente esplicito e palpabile come nelle dichiarazioni dei dirigenti di tutte le associazioni venatorie presenti.
«Chiediamo alle autorità regionali unicamente l’applicazione delle regole inerenti la caccia, come sempre fatto in questi anni: la caccia in deroga è una tradizione ed un elemento fondamentale per la nostra cultura che ha importanti risvolti, anche, dal punto di vista economico, ci sono famiglie che vivono di questo», ha spiegato il presidente nazionale di Anuu Migratoristi Marco Castellani.
Alla fiaccolata, corredata da croci e bare a rappresentare la morte della caccia per le decisioni prese in Giunta, erano presenti anche alcuni rappresentati politici, come il consigliere regionale Gianmarco Quadrini dell’Udc.
«Sono qui perché a differenza di altri ho la coscienza a posto», ha spiegato Quadrini, facendo chiari riferimento alla maggioranza che guida il Pirellone. «Chi fa politica deve imparare a prendere delle posizioni e a fare scelte coerenti: io voglio metterci la faccia ed essere in prima fila, manifestando la mia solidarietà al mondo venatorio», ha concluso il rappresentante dell’Udc.
Tra i presenti anche Vanni Ligasacchi, consigliere regionale nello scorso mandato tra le file del Pdl e primo dei non eletti all’ultima corsa per un posto al Pirellone, nonché appassionato cacciatore, da sempre in prima fila nelle battaglie a favore della caccia in deroga.
«Venerdì prossimo ho ottenuto un incontro con il ministro alle Politiche alimentari, agricole e forestali Giancarlo Galan, che si è detto disponibile a seguire e a cercare una soluzione all’incredibile situazione dei cacciatori lombardi».

Diego Serino

http://www.bresciaoggi.it

Category: .In Evidenza, Deroghe, Lombardia, Manifestazioni

Comments (75)

Trackback URL | Comments RSS Feed

Sites That Link to this Post

  1. Il nostro voto? Ve lo sognate | Politica Italiana | 15 ottobre 2010
  1. massi scrive:

    Peccato che la delibera l’avevano già presentata in giunta… nn mi convincono queste AA.VV……. ma..?..?.!.

    • Diego scrive:

      Aspettano ancora un pò le taca a pasà le gardene :roll:
      la delibera, se ( erimarco SE) verrà approvata sappiamo già tutti come andrà a finire…al tar.
      La presa in giro, che non potranno cancellare, è stata sull’affossamento della legge regionale creata 2 anni fa dal buon amico Vanni.

      • massi scrive:

        Infatti, stanno sputtanando le basi che Vanni aveva posto negli anni passati per trovare una soluzione definitiva al problema

  2. pippo scrive:

    fate come in toscana dove per coerenza i presidenti delle AA.VV si sono dimessi tutti per la mancata approvazione delle deroghe.
    e l’anno prossimo tutti a caccia senza iscriversi a nessuna associazione è l’unico modo per toccarli sul vivo e farci rappresentare e tutelare meglio.
    noi ci stiamo già informando da assicuratori privati

    • Diego scrive:

      Non sapevo che fossero le AAVV a fare le leggi in toscana :roll:

    • claudio scrive:

      Caro Pippo, mi sà che non hai capito nulla. Quì in lombardia i presidenti di tutte le associazioni venatorie si sono e si stanno facendo in 4 per le deroghe impegnando il loro tempo e perdendo giornate di lavoro (quindi soldi dalle proprie tasche) per poter far valere i diritti dei cacciatori. Se ieri sera c’erano oltre 5000 persone (dato fornitoci dalla Digos) è a dimostrazione che tutti i cacciatori (compreso i presidenti) si stanno impegnando per ottenere quello che spetta loro di diritto.
      Sei pregato pertanto di non sproloquiare a vanvera!!! Piuttosto taci che fai più bella figura!!!
      Firmato UN CACCIATORE INCAZZATO CHE IERI SERA ERA IN PRIMA FILA A PROTESTARE

      • pippo scrive:

        in prima fila come me direi… ma il 14 di ottobre nn ti sembra un pò tardi per protestare perchè aspettano sempre che tutti abbiamo pagato la licenza?
        non è il caso che pretendano risposte precise dai politici che li rappresentano e sui quali hanno dirottato i voti alle ultime elezioni regionali, prima dell’apertura.
        comodo far pagare tutti e poi fare finta di discutere quando sanno già benissimo come va a finire.

        • Diego scrive:

          Scusa Pippo, toglimi una curiosità..tu il 14 settembre c’eri davnti al Pirellone?

        • pippo scrive:

          perchè il 14 ti sembra un bel anticipo? io e i miei iscritti visto che sono presidente di una sezione locale al 14 la licenza l’avevamo già pagata tutti.
          i nostri rappresentanti a giugno o luglio sono tutti in ferie??

        • pippo scrive:

          e cmq se stiamo qua a discutere tra noi cacciatori è meglio finirla e appendere i fucili al chiodo…
          o diamo un messaggio forte alla politica se ancora abbiamo numeri tali da farlo o lasciamoci trasportare alla magnifica caccia che tutti loro hanno prgettato per noi…
          in riserve a pagamento a polli di cortile liberati il giorno prima.

      • corrado scrive:

        propio tutte no, mi sembra che la maggiore associazione venatoria anche questa volta se ne sia stata al caldo.
        d’altronde l’unica battaglia per la quale si era esposta era la permanenza associativa (per carità sacrosanta)…..per le deroghe molto molto molto meno
        piano col tutte e associazioni.

        • massi scrive:

          brao corrado!!

        • marco scrive:

          Molto bene,mi sembrava strano che come al solito qualcuno non se la prendesse con la “maggiore”….mi sembrava proprio strano! Ma farsi un esame di coscienza,quello mai,sono sempre gli altri i cattivi e voi i più bravi! Un giorno vorrei che qualcuno mi illustrasse il grande lavoro che avete fatto fino adesso……

      • marco scrive:

        Bravo Claudio e io ero in parte a te! Qui tanti parlano a vanvera ma di fatti proprio pochini pochini…..!

    • Luigi scrive:

      Caro Pippo, se oggi abbiamo perso tante battaglie lo dobbiamo agli allocchi opportunisti che non solo hanno disperso l’associazionismo venatorio creando tante piccole associazioni che non servono a nulla se non a spezzare la nostra forza ma che, poi, seminano il disprezzo per l’associazionismo venatorio in generale. Ma è così difficile capire, per tante ‘teste di rapa’ in circolazione, che il ‘divide et impera’ è l’unica forza che ci può distruggere ? Sveglia !

  3. BRUNO scrive:

    Eravamo in tanti ma quelli che non sono venuti erano molti di più…
    Smettiamola di lamentarci solo dei politici !! Purtoppo il male della caccia
    e soprattutto della nostra caccia tradizionale (baitel) siamo NOI… ce ne
    freghiamo noi pensate ai politici che non sanno niente in materia !!

    • massi scrive:

      Io, come cacciatore, mi sento più tirato per il culo dalle AA.VV. che non hanno appoggiato Vanni, che si muovono troppo tardi e che la raccontano solo come fa comodo a loro. Mercoledì scorso, il buon Bruni parlando dell’operato in Regione del sig. Parolini (mentre si parlava della questione ambiti a Mantova) lo ha chiamato “il nostro consigliere Parolini…” Nostro???? Ecco perchè le deroghe non son arrivate, perchè il “Nostro” Parolini, ed anche la lega, non son stati in grado di trovare un accordo. E noi cacciatori dovremmo manifestare ora per le deroghe??? Il 14 Ottobre??? Troppo tardi non pensate cari collegi cacciatori???? Lo dovevavo fare luglio, quando lega-pdl hanno respinto il progetto di legge dell’UDC,se veramente tengono ai cacciatori

      • pippo scrive:

        quoto in toto bravo MASSI
        Potevano pensarci prima invece di trombare VANNI per quel Ciellino di Parolini che fa solo quello che Formigoni gli ordina

      • BRUNO scrive:

        Purtroppo sono pochi i politici che tengono ai cacciatori; l’unico che era in
        grado di portare avanti le nostre ragioni era il buon Vanni Ligasacchi ma come
        ho detto sopra Noi cacciatori non siamo stati in grado con i nostri voti (e sarebberro stati tanti se lo si voleva)di mandarlo in Regione .
        Non lamentiamoci dei ora nostri mali !!!!

        • pippo scrive:

          … e se poi mezzi d’informazione tipo bresciaoggi e vallesabbianews invece di dare spazio dlla manifestazione di ieri sera mettono in primo piano i sequestri dei NOA avvenuti giorni fa ma tenuti a doc in archivio per darne risalto oggi, vuol dire che siamo proprio isolati ormai…

        • michele scrive:

          pippo io invece vorrei conoscere il 53enne che hanno beccato a sparare alle cesene, una decina con i tordi ora?? che casada!!

      • corrado scrive:

        lo dicevamo prima di votarlo noi.

  4. gianluca stefanina scrive:

    In un paese serio, prima di pagare le licenze i cacciatori dovrebbero conoscere a cosa possono cacciare…poi se va bene uno rinnova o no….invece nella repubblica delle banane ci si arrabatta…vedremo per il prossimo anno che fare per la buona pace degli anticellettari

  5. Donato Mazzenga scrive:

    BANANA REPUBLIC!

    • Giovanni59 scrive:

      Ottimo,2 sole parole ed ecco la realtà in cui viviamo (sopravviviamo)………….. fosse solo x la caccia….. Saluti.

  6. Springer scrive:

    «AL PREFETTO abbiamo segnalato i difficili rapporti con i Noa di Bovegno che, invece, di occuparsi dei bracconieri, perseguitano tutti i cacciatori con posti di blocco e perquisizioni come se fossimo dei delinquenti», ha concluso Busana.

    _____________________________________________________________________________

    Poracci …….. Cosi’ avrete i NOA a perseguitarvi per il resto dei vostri giorni .
    Forse , dico FORSE , invece di lamentarsi e pestare i piedini per terra , dovreste pensare a cambiare strategia e passare da quella del ” lamento cronico ” a quella della ” dissociazione e collaborazione ” . Qualche giorno fa un utente del sito ha scritto una cosa molto ma molto intelligente . Ovviamente non e’ stato preso assolutamente in considerazione . Scrisse ( piu’ o meno ) : ” …… se fossero i cacciatori stessi a collaborare con i NOA segnalando i bracconieri ( che sicuramente conoscono ) distoglierebbero le attenzioni da loro stessi indirizzandole verso i criminali che sputtanano con il loro fare tutta la categoria loro e la Caccia piu’ in generale .
    Molto ma molto intelligente e condivisibile . Perche’ l’ opinione pubblica ci giudica per quello che viene fatto loro sapere . E ” l’ Operazione Pettirosso ” gode di molta pubblicita’ su giornali e televisioni e far sapere che sequestri di reti e archetti avviene anche grazie alla partecipazione e setgnalazione di cacciatori , in questo caso sarebbe quanto mai opportuna .
    Invece no …….. Si preferisce ignorare questa strada e percorrere quella assolutamente inutile della protesta e dell’ interrogazione parlamentare . Ho letto qua che addirittura qualche mente avrebbe pensato al blocco dell’ Autostrada ( A4 ? ) . Magnifiche come strategie vincenti .
    I risultati a oggi ?? Che ogni anno crisi o non crisi l’ operazione dei NOA viene rifinanziata ( perche’ il ” problema ” esiste realmente ) – che questi ogni anno rompono i maroni a tutti i cacciatori ( anche a quelli che rispettano la legge ) – che in ogni caso trovano e sequestrano sempre qualcosa – e che a ” macchiarsi ” siano stati cacciatori con licenza oppure semplici bracconieri , su giornali e televisioni , percio’ anche nella mente di chi legge o guarda , tutto viene automaticamente associato alla Caccia .
    Cui prodest ??
    Di sicuro non alla Caccia in generale e tanto meno ai cacciatori italiani .

    • Springer scrive:

      Di sicuro non alla Caccia in generale e tanto meno ai cacciatori italiani .

      ______________________________________________________________________

      Mi sono dimenticato un pezzetto …….

      Di sicuro non alla caccia in generale , nemmeno ai cacciatori italiani , tanto meno a quelli ” locali ” .

  7. Agostino scrive:

    Complimenti agli amici cacciatori che sono scesi in piazza a protestare.Ma le nostre AAVV dove diamine sono?Non vi sembra un po tardi unirsi a protestare il 14 di ottobre?Che paese è il nostro?Che schifo ragazzi!

  8. dardo scrive:

    CACCIA AMBIENTE ORA O MAI PIù COESI SI VINCE E GIRIAMO LE SPALLE A CHI FIN D’ORA LE HA GIRATE A NOI, FALSE SPERANZE DATE E MAI AFFERMATE LE VOTAZIONI INCOMBONO E LA PAGHERETE.

  9. cence scrive:

    A coloro che danno la colpa alle AAVV della mancata elezione di Vanni alle Regionali, vorrei ricordare che e quando c’era lui come ASSESSORE alla caccia in Lombardia non siamo mai andati a cacciare in deroga…………..un conto è parlare, proporre, un’altro è governare.

    • massimo scrive:

      Che Vanni sia stato Assessore regionale alla caccia non mi risulta. Mi risulta, invece, che negli ultimi 2 anni sia stato “solo” consigliere regionale (tra l’altro ripescato dopo la partenza della baccalossi) ed abbiamo cacciato in deroga con legge ed anche a specie che non si cacciavano da 25 anni. QUESTO E’ GOVERNARE!!!!!! Secondo me dovresti cambiare le fonti….. chi sono, FIDC???

      • cence scrive:

        Vanni Ligasacchi Nel 1990 è eletto in Consiglio provinciale con la lista civica CPA. Nel 1995 diventa Consigliere regionale della Lombardia in quota ad Alleanza Nazionale. Dal 2000 al 2002 è Commissario regionale con funzioni di Presidente del Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca. Dal 2003 al 2008 è membro del Consiglio di Amministrazione dell’ Azienda Lombarda per l’Edilizia Residenziale. All’inizio del 2008 viene nominato Direttore Sociale dell’ASL di Vallecamonica Sebino fino a giugno dello stesso anno quando è nuovamente eletto in Consiglio regionale, in quota ad AN-PDL.anniNel 1990 è eletto in Consiglio provinciale con la lista civica CPA. Nel 1995 diventa Consigliere regionale della Lombardia in quota ad Alleanza Nazionale. Dal 2000 al 2002 è Commissario regionale con funzioni di Presidente del Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca. Dal 2003 al 2008 è membro del Consiglio di Amministrazione dell’ Azienda Lombarda per l’Edilizia Residenziale. All’inizio del 2008 viene nominato Direttore Sociale dell’ASL di Vallecamonica Sebino fino a giugno dello stesso anno quando è nuovamente eletto in Consiglio regionale, in quota ad AN-PDL. Scusate la confusione, ma quando era in Regione si occupava anche di caccia, io l’ho conosciuto in autostrada A4 e stava tornando da Milano ed allora era nel CPA l’abbiamo eletto con i voti di noi cacciatori, ma torno a dirvi che quando lui era in Regione non abbiamo mai cacciato in deroga. Quando la Beccalossi è diventata assessore all’agricultura e cacccia, il primo che ne ha fatto le spese è stato l’amico Vanni. (dello stesso partito AN)
        Lasciamo perdere le fedi politiche. La mia Associazione sarebbe pronta a votare persino Pecoraro Scanio, se facesse il bene della caccia.
        Noi non siamo legati a nessuno, ma purtroppo abbiamo votato per la Beccalossi e siamo andati a caccia in deroga con decreto (impugnato al tar); abbiamo votato per la Gelmini e siamo andati a caccia in deroga con legge; abbiamo votato Lega ed è successo quello che è successo.
        Non è questione di Vanni si Vanni no è questione che la politica se ne frega altamente dell caccia (dopo il voto) Chi dobbiamo votare? “I verdi?” Sono uscito dalla FIDC dal 1999……Ciao

        • corrado scrive:

          ancora con non è il fatto di Vanni si Vanni no.
          ma chi ci ha dato NON PROMESSO DATO quanto lui??
          piantatela di perdervi tra i partiti e le loro promesse.
          vanni è ubno di noi e la fa una differenza enorme.
          ma a nostro favore.

    • Diego scrive:

      Sei un pò confuso caro mio 8O la storiellina dovresti fartela spiegare meglio :roll:

  10. Giovanni59 scrive:

    Ottima iniziativa e centrato in pieno il problema, è proprio sul piano politico che bisogna attaccarli, bravi, complimenti! :twisted: :twisted: :twisted:

  11. prof.giuseppe costa scrive:

    cari amici cacciatori sono solidale con voi e, credo che anche in Lombardia deve nascere il partito politico Caccia Ambiente. Solo cosi potrete riprendere quello che questi politici vi hanno tolto !
    Prof Giuseppe Costa

    • gianluca stefanina scrive:

      la tessera l’ho fatta….ed è la prima tessera di partito in vita mia :lol:

      Intanto il TAR del Veneto da ragione ai cellettari….azz caccio a 2 km dal confine

      • fedeli massimo scrive:

        Anche x me è stata la prima tessera di un partito o movimento politico 8) :D . quanti storni qui nei d’intorni di Roma !!!! qui vicino a pochi km. hanno dovuto raccogliere le olive……….è pur vero che già sono mature qui in pianura.

      • lucas scrive:

        Maledetti cellettari! :mrgreen:
        Ma perché non si convincono ad abbandonare il rozzo fucile ad anima liscia e smettono di mangiare pane e mortadella, bere vino ed emettere rumorosi peti? :mrgreen:

    • gianni2 scrive:

      …si, così è la volta che si viene isolati totalmente….
      ps prof occhio ai congiuntivi :wink:

  12. cence scrive:

    A quei cacciatori schifati dalle associazioni venatorie una sola domanda:
    Cosa fate voi durante l’anno per la caccia?
    La mia Associazione di cui non faccio volutamente il nome, si riunisce ogni lunedi sera durante tutto l’arco dell’anno e questo dal 2000 e ci possono partecipare tutti (iscritti e non)
    La caccia cari amici dura tutto l’anno, le battaglie durano pochi giorni, gli slogan ancora di meno; la guerra contro gli anticaccia purtroppo da sempre.
    Pensate che i dirigenti che mettono a disposizione il loro tempo libero, senza percepire nulla in cambio stiano gioiendo di questa situazione? Io penso di no, anzi penso che siano i primi amareggiati e delusi visto che sono anch’essi cacciatoti.(penso sempre a quelli della mia Associazione)
    Anzi io ringrazio i dirigenti della mia Associazione per l’impegno che mettono in campo per noi durante tutto l’anno. Io partecipo solo sporadicamente alle riunioni del lunedi’, ma so che su di loro posso sempre contare.Grazie a tutti.

    • massimo scrive:

      Visto che non ti si fila nessuno ti rispondo io. 1) le AA.VV, ed i loro responsabili, fanno manifestazioni il 14 ottobre, per le deroghe (un pò tardi, non credi??) 2) che in molti paesi l’impegno delle AA.VV non si fermi alla caccia ma vada oltre è vero e vanno ringraziati per questo, ma è anche vero che il volontariato è vario ed esteso a molte associazioni, non solo cacciatori 3) se stiano godendo di questa situazione non so, so solo che un dirigente di una AA.VV, la più quotata, sponsorizzava un consigliere regionale che di caccia non sa proprio nulla e che le deroghe non ce le ha concessa, soprattutto per una corrente del suo partito di cui fa parte (C.L.-FORMIGONI-PAROLINI), 4) che non guadagnino nulla, ma… no saprei……Poi, in ultimo ma non meno importante, vorrei correggere le tue ultime frasi: si dice RINGRAZIO I DIRIGENTI DELLE AA.VV PER IL NON FATTO PIU’ CHE PER IL FATTO, PERCHE’ HAI CONVEGNI DICONO, MINACCIANO, PROMETTONO…. E POI FACCIA A FACCIA I SE CAGO’ ADOS!!!!! Questo è il mio pensiero e, visto che sei forse l’unico che pensa queste cose, credo sia condiviso da molti su questo sito.

      • cence scrive:

        1)Io ringrazio solo i dirigenti della mia Associazione non le altre.
        2)Che non prendano niente te lo garantisco visto che sono stato consigliere di questa associazione quando cera il tuo idolo Vanni Ligasaccchi, e lo puoi chiedere a lui direttamente se prendeva qualcosa per le riunioni e l’impegno che per anni abbiamo assunto insieme.
        3) Nessuno si càga adòs a faccia a faccia con la politica; abbiamo incontrato a muso duro solo questi politici nel corso degli ultimi anni:Zaia, Alemanno, Bossi,(padre) Formigoni, per non citare i minori.(Per parlaredi caccia)
        4) Comunque la mia domanda era: “Cosa fate voi cacciatori per la caccia?”
        e nessuno ha risposto a questa domanda.Ciao anche se nessuno mi fila.

        • cence scrive:

          Se sei di Brescia o provincia ti invito alle nostre riunioni, così cominci a vedere cosa significa l’impegno della base per la caccia…(chiaramente per tutto l’arco dell’anno se ci riesci) ciao

    • Picchio scrive:

      Cence,
      sei sicuro che volevi dirti soddisfatto della tua AAVV e non della tua “SEZIONE LOCALE ” AAVV ? perchè ci potrebbe essere una bella differenza !!!

    • luk scrive:

      scusa cence… ma se le AAVV lavorano x noi cacciatori mi spieghi perchè solo quando cera vanni hanno fatto le deroghe come dio comanda e senza avere intoppi????ti chiedo spiegazioni xchè non capisco…ciao grazie

  13. fedeli massimo scrive:

    Diamo il voto al nostro movimento politico, Caccia Ambiente, il Vanni dovrebbe organizzare in lombardia …….. :idea: :idea: :idea: :wink: i cacciatori si dovrebbero accorgere di quello che è successo in regione dopo il voto, anche le aavv hanno silurato il Vanni , quindi? 8O :idea:

  14. lucas scrive:

    Cari amici lombardi…solo oggi cominciate ad assaggiare la minestra che a noi del lazio ci è stata servita nel 1992, ossia quasi vent’anni fa, quando ci tolsero tutto in un colpo solo e cancellarono l’amato rito del rientro.

  15. fabrizio scrive:

    le associazioni venatorie servono -mi pare- a poco, forse perche’ troppo condizionate dai partiti, in sostanza ho la sensazione (ma forse sbaglio) che il reale compito di certe AA.VV. sia di “aiutare” la caccia a morire.

    La classe politica ha deciso da almeno 20 anni che la caccia in Italia deve essere proibita, e lavora con quella finalita’, anche perche’ altrimenti non si spiegherebbe la continua pioggia di menzogne sui mass-media contro di noi.

    c’e’ un solo modo per invertire la rotta: avere un nostro partito, piccolo quanto vogliamo ma nostro.

    I nostri nemici hanno fatto il bello e cattivo tempo per oltre 20 anni finche’ hanno avuto il loro partitino in parlamento, ma anche se non riusciremo ad entrare in parlamento potremo condizionare gli esiti delle elezioni politiche e regionali.

    Ci vuole SOLIDARIETA’ e occorre prendere coscienza che se non avremo un nostro punto di riferimento politico, i politici continueranno a prenderci per i fondelli.

    Quindi : CACCIA AMBIENTE O NIENTE !!!

    Fabrizio

  16. Fracesco scrive:

    E’ INUTILE LITIGARE FRA DI NOI, SU QUESTIONI DI AAVV ECC. ECC., L’UNICA SOLUZIONE E’ CACCIA AMBIENTE, DOBBIAMO CREDERCI C’E’ BISOGNO DI UN PARTITO POLITICO SPECIFICO CHE DIFENDA I NOSTRI DIRITTI, LA NOSTRA PASSIONE. PER QUANTO RIGUARDA I NOA CHI LI A VISTI IN AZIONE SI E RESO CONTO CHE LA DIGNITA DEI CACCIATORI VIENE CALPESTATA GRATUITAMENTE.

  17. henri (radere igor) scrive:

    Nel frattempo il tar non ha accettato il ricorso della lac per la sospensiva delle deroghe in Veneto.
    Si ritroveranno il 27/10 per decidere. A quel punto non le potranno più sospendere ma solamente anullarle, dando quindi la possibilità alla regione di emanare una nuova delibera. (sempre ci sia la volontà)
    Comunque da domani pioggia freddo e neve fino ai 900/1000 MT.
    Massimo, lo springerino và, và,va. L’è na roba mostruosa, si inventa i fagiani nei posti più impensabili. Averli sparati tutti ad oggi ne avrei per tutto l’anno.
    Averli sparati tutti. Tu sai cosa intendo. Ciao.

  18. fedeli massimo scrive:

    Ho fatto un giro in un posto x tordi stamane neanche la puzza……………qui da noi non entra niente se non cambia il vento :roll: :mrgreen:

  19. Antonino Urpi scrive:

    conosciamo la verità….. e diffondiamola

    guardate qui : http://www.youtube.com/watch?v=EWfUIk1uDHE

    Ciao a tutti

  20. Franz scrive:

    Fate pena!!!!!!
    Ancora non vi sono bastate le prese per i fondelli delle a.a.v.v.+ i partiti politici,ne volete costituire un altro e a che prò.Per trovare la collocazione e altro ad una persona gia pluritrombata da gli altri partiti
    e che non trova più la strada per poter rientrare in politica e portare interessi a casa sua e per i suoi parenti stretti.
    La conoscete la storia del ex partito dei cacciatori in Toscana,che allora si chiamava CPA,fatevela raccontare.
    I politici fanno come i pastori “pascolano nel terreno di altri e mungono a casa sua”
    E le a.a.v.v. sono servi dei partiti.
    Ciao ciao Franz

    • fedeli massimo scrive:

      Fate pena vallo a dire ai tuoi pari , o almeno a chi conosci, grazie! :x

      • Giacomo scrive:

        Franz Von Fhunsterberg, ha ragione………..ià, ià !! Nassuna alternativa !!! Dovete rimanere con la presa di fondelli come c’è rimasto lui !! :mrgreen: La caccia deve finire……….. :P :P :P

    • mauro andrea giuseppe scrive:

      Fate pena!!!!
      Vedi ciò che ti ha risposto Massimo Fedeli!!! :!:

      • Roberto Traica scrive:

        Ma chi ca@@o è sto Franz ? Perche non se ne torna n Germania ? Ma chi te c’ha chiamato . Non abbiamo bisogno delle tue farneticanti parole .Tienitele per te e non offendere chi non conosci .

  21. fiore scrive:

    @ Daniele Bandini… mi sono spariti 2 commenti. lo sò che erano inviati da un’altro pc ma ero io se puoi rimettimi quello che rispondeva a Robin, se non è troppo disturbo, grazie

    un abbraccio, e piano con le schioppettate!!

  22. fabrizio scrive:

    io so solo una cosa, che la politica politicante sta facendo di tutto per far sparire l’ anello piu’ debole della caccia: i migratoristi. Poi passeranno agli stanzialisti, poi ai cinghialai, poi alla caccia di selezione…….. il loro programma e’ semplice quanto chiaro.
    Quanto a chi insulta CACCIA AMBIENTE, io sono toscano e conosco benissimo la storia del CPA, ma questo non ci vieta di riprovare di nuovo, perche’ e’ l’ unica strada possibile………ma forse questo da molta noia a qualche anticaccia……….

    Fabrizio

Leave a Reply


6 + 4 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.