Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Ascoli, cinghiale posticipato al 10 Ott.

| 29 settembre 2010 | 6 Comments

Ascoli Piceno: Caccia al cinghiale a squadre, posticipata al 10 ottobre la data di apertura

cinghialeLa Giunta provinciale ha deliberato nella seduta di oggi pomeriggio di posticipare, sull’intero territorio provinciale, la data di apertura della stagione per la caccia al cinghiale a squadre a domenica 10 ottobre, anziché a sabato 2 come fissato originariamente dal calendario venatorio regionale e , conseguentemente, di spostare la data di chiusura al 9 gennaio 2011.

Lo slittamento di una settimana, disposto dal provvedimento emanato dall’Esecutivo provinciale, risponde a tutta una serie di motivazioni di sicurezza e di ordine tecnico, ambientale e di opportunità contingente condivise ed evidenziate dalle associazioni venatorie provinciali congiuntamente dai coordinatori dei distretti di gestione della caccia al cinghiale in forma collettiva.

Innanzitutto, ricorrono ragioni di pubblica incolumità: occorre, infatti, preservare la sicurezza dei partecipanti alle battute e dei numerosi raccoglitori di funghi e castagne che, proprio in questa prima decade, frequentano l’area montana insieme a tanti turisti . Non secondari sono poi i problemi igienico -sanitari per la contaminazione delle carni abbattute da parte di mosce e mosconi che abbondano in un periodo ancora caldo. Il perdurare del clima mite rende, inoltre, tale periodo non ottimale per gli abbattimenti in quanto gli ungulati, facilitati dalle condizioni meteo favorevoli, dopo poche ore, si rifugiano nei Parchi per poi fuoriuscire a caccia chiusa ed arrecare danno alle coltivazioni.

L’abbattimento risulta maggiormente difficoltoso anche per la maggiore resistenza degli animali selvatici ad abbandonare la radura e per la fitta vegetazione che ne agevola la fuga. Infine, importanti sono anche le ragioni legate alla maggiore vulnerabilità dei cani per quanto riguarda ferite e mortalità e dello stravolgimento dell’etica venatoria, che vede il cacciatore obbligato ad operare con i propri segugi in un periodo caldo-asciutto e tenerli fermi a gennaio.

Permane invece del tutto invariato il periodo stabilito per la caccia al cinghiale in forma individuale che inizierà, come da calendario, sabato 2 ottobre e riguarderà i territori medio-collinari non assegnati alle squadre di caccia. Sul regolare svolgimento dell’attività venatoria vigileranno le Guardie provinciali, in collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato e con le Guardie ecologiche volontarie appositamente formate.

Per maggiori informazioni e chiarimenti, i cacciatori e tutti i cittadini potranno contattare la Provincia al numero 0736-277704 o consultare il sito dell’Ente all’indirizzo www.provincia.ap.it

dalla Provincia di Ascoli Piceno

http://www.vivereascoli.it

Category: .In Evidenza, Generale, Marche

Comments (6)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. fedeli massimo scrive:

    Stanno facendo lo spezzatino delle aperture come nel calcio, forse vorranno trasmettere in diretta…….. :lol: Anni addietro tutta questa sicurezza x turisti fungaioli ecc ecc non cera ,sarà colpa della roscia? :lol: :lol:

  2. ennio scrive:

    Ho commentato abbastanza su queste problematiche della caccia al cinghiale ..date..posticipi,richieste di riportare date ai vecchi calendari….minacce di mobilitazione dei cinghialai…insomma …di chinghiali e tutto quanto ruota attorno non s ene può più….tant’è che nemmeno voglio più commentare …..ho la nausea.

  3. Patrizio Abboni scrive:

    Hanno proprio rotto le scatole!!!

  4. Gianluca Stefanina (peppol@) scrive:

    Per quello che ho imparato nelle battute in toscana direi che è una decisione saggia, non ha senso cacciare con 20 e più gradi a meno che si abbiano persone pronte a portar via gli animali, poi la vegetazione è ancora spessa

  5. virginio scrive:

    Ci risiamo la solita disparità!
    Abbiamo frazionato i cacciatori di diverse serie ai cinghialisti è stato attribuita la seria A.
    Tenendo presente che questi signori cacciano tutto l’anno, e anche per interesse non certo escono per fare una battuta di 0,28 grammi di carne.
    Così facendo oltrea creare disparità rischiano di far finire anche questa caccia.
    Le associazioni venatorie nelle marche esistono ancora!
    saluti
    Virginio

  6. ennio scrive:

    questa della temperatura ..è una scusa bella e buona…
    Come si sa e sanno tutti,le squadre sono tutte ben organizzate …figurati se non hanno uno disposto a portare via uno due cinghiali con un fuoristrada ,se dovessero essere abbattuti all’inizio di battuta …ma si sa che fino alle 10 non si inizia poi si devono sentire tutti coloro che sono andati a tracciare …una volta finito il “consiglio si mettono le poste… e si son fatte le 12 se non le 13…. quindi ??? ma ditemi…le macellerie macellano maiali solo in inverno??????
    Perchè il cacciatore di lepre che abbatte una lepre di primo mattino ….se la porta per tutto il giorno nel tascapane del gilè a fine giornata cosa diventerà…nei giorni dell’apertura o quelli che seguono quando ancora le temperature sono di 25-30 gradi????????

    Ma per cortesia siate realisti…dire come la stà……….!!!

Leave a Reply


8 + = 11

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.