Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Grosseto, task force contro i piccioni

| 27 settembre 2010 | 3 Comments

Task force contro i piccioni
Regole per i cittadini e piano abbattimenti

piccioneGROSSETO. Ormai è guerra aperta, e per risolvere l’emergenza piccioni non basta più l’ordinanza di un sindaco o il “semplice” piano di contenimento dell’Asl 9, ma serve un “piano integrato” che unisca più forze possibili. A far fronte unico sono azienda sanitaria, Comune e Provincia di Grosseto, che per i prossimi mesi sono pronti ad affilare le unghie in funzione anti-piccione. I risultati saranno contenuti in un documento che vedrà la luce entro la fine dell’anno e sarà composto da un pacchetto di regole di comportamento rivolte ai cittadini (fare attenzione ai rifiuti, pulire bene le terrazze etc), e da un piano più specifico sugli abbattimenti. Così ha annunciato l’Asl di Grosseto nel corso di “Gusta la notizia”, incontro promosso da Paolo Pisani al Caffè Carducci e nel corso del quale il controverso problema dei volatili è tornato prepotentemente alla ribalta.
Proprio loro, i piccioni, quest’anno sono finiti nel mirino dell’Asl 9, che all’ospedale di Grosseto ha messo in campo una serie di interventi voluti dalla direzione generale e coordinati dalla dottoressa Irene Raffaelli (dipartimento prevenzione): mangimi con farmaci sterilizzanti, installazione di reti, dissuasori di appoggio, controlli e iniziative di formazione per il personale e i visitatori per evitare somministrazione di cibo, allontanamento dai nidi, pulizie straordinarie. L’obiettivo è stato quello di abbattere il numero delle colonie di volatili che occupano le terrazze del Misericordia, si annidano nei cornicioni o seminano guano, e così è stato. «In un anno – spiega Paolo Madrucci (dirigente servizi veterinari dell’Asl 9) – il numero è calato del 60%. Non c’è stata un’azione “migliore” delle altre: il crollo dei numeri è stato il frutto di tutte queste iniziative congiunte che hanno dato un ottimo risultato». Nelle zone rurali, e non solo in quelle intorno all’ospedale, la Provincia ha affidato a una ditta esterna il compito di abbattere piccioni (circa 2mila il bilancio a oggi); e sempre l’Asl ha stipulato una convenzione con l’associazione Migratoria che di notte, con fasci di luce, ha perlustrato la zona dell’ospedale scacciando i volatili. Proprio da qui, spiega Madrucci, «dal bilancio esemplare emerso all’ospedale, Asl 9, Comune e Provincia ripartiranno per un “piano integrato” che metterà in campo nel resto della città tutte le risorse possibili. Con la speranza che i risultati siano ottimi anche lì.
I dettagli sono prematuri. Stiamo elaborando il piano in questi giorni, la speranza è quella di terminarlo per la fine dell’anno. Lavoreremo molto sulle “regole” rivolte ai cittadini, vincolandoli a non fare certi errori che potrebbero attrarre i volatili. Avere più cura nella manutenzione degli stabili, nella gestione dei rifiuti, tenere pulite le terrazze. Una parte riguarderà più nello specifico gli abbattimenti in zone rurali».

ELISABETTA GIORGI

IL TIRRENO
Rassegna stampa della Provincia di Grosseto


Category: .In Evidenza, Generale, Toscana

Comments (3)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Gianluca Stefanina (peppol@) scrive:

    vitto alloggio e cartucce…..costo meno :mrgreen:

  2. dardo scrive:

    ma sterilizzatevi voi con i mangimi, e tutto questo con parere favorevole dei verdi, eppoi sono contrari all’ogm, ci vule il cacciatore che nei campi faccia l’opera di dissuasione, e vedrete che senza troppe segate non torneranno in città e con le carni vengono di quelle bombe!!!!!!!

Leave a Reply


+ 2 = 4

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.