Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Vicenza, blitz animalista anti caccia

| 6 settembre 2010 | 31 Comments

Blitz animalista anti cacciatori
LONIGO (Vicenza). A notte fonda 4 attivisti dell’Alf hanno scritto minacce sui capannoni, la sorveglianza ferma una ragazza. Gli altri tre membri del gruppo sono riusciti a fuggire, denunciata la giovane di Alonte

Lonigo. Un atto di vandalismo ha turbato la tranquillità della seconda “Festa dei osei” promossa dalla Federcaccia del Basso Vicentino e tenutasi nel fine settimana al parco Ippodromo comunale di Lonigo.
Nelle prime ore di ieri un gruppo di animalisti ha imbrattato con delle scritte contro i cacciatori due dei tendoni che ospitavano la manifestazione.
L’azione si è svolta in maniera movimentata: poco dopo le tre, una delle guardie giurate che presidiavano le strutture montate per la festa ha notato dei movimenti sospetti nella zona del parco rivolta verso via Oberdan. Recatosi sul retro dello stand del ristorante, ha visto quattro persone che, armate di bombolette spray, stavano spruzzando delle scritte sulla parete di plastica del capannone. L’intervento della guardia ha messo in fuga gli attivisti ma una ragazza che faceva parte del commando non è riuscita ad allontanarsi in tempo ed è stata raggiunta dal sorvegliante.
Prima dell’arrivo dei carabinieri, immediatamente avvisati dagli organizzatori, ha affermato di essere un’esponente dell’”Alf” (Animal Liberation Front), un’associazione animalista internazionale che in passato ha compiuto delle clamorose azioni di protesta contro allevamenti di animali da macello, case farmaceutiche e laboratori di pellicceria. I militari hanno registrato le generalità della giovane, una ragazza di 23 anni residente ad Alonte.
L’incidente non ha impedito il regolare svolgimento della festa, alla quale ha partecipato una nutrita folla di persone e che è culminata con un convegno sulla situazione dello sport venatorio in Italia.
Particolare interesse ha suscitato la mostra sulla fauna locale, una ricostruzione dell’habitat della montagna, dei colli e della pianura vicentini con l’esposizione di molti esemplari di animali imbalsamati.
«Ci aspettavamo un attacco da parte degli animalisti e per poco non siamo riusciti a sventarlo – commenta il presidente provinciale di Federcaccia Giancarlo Bonavigo – Già l’anno scorso avevamo avuto delle avvisaglie con dei manifesti strappati e la distribuzione di volantini contro la nostra iniziativa.
Stavolta temevamo che la presenza degli animali imbalsamati avrebbe attirato nuova ostilità nei confronti di Federcaccia e purtroppo i nostri sospetti erano fondati.
Al di là del significato del gesto, ci spiace perché sono state danneggiate delle strutture che non sono di nostra proprietà: dei tue tendoni, uno è del Comune, l’altro è stato affittato».
Non è la prima volta che gli animalisti entrano in azione a Lonigo. Qualche tempo fa, per protestare contro la campagna di cattura dei piccioni lanciata dal sindaco Giuseppe Boschetto, sono stati appesi sul portone del municipio degli striscioni contenenti scritte contrarie agli interventi di questo tipo.
Lino Zonin

http://www.ilgiornaledivicenza.it

Category: .In Evidenza, Ambientalisti, Generale, Veneto

Comments (31)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Giovanni59 scrive:

    ….. a bè se fa parte dell’ALF allora gode di impunità, fatele le scuse e speriamo non vi denunci. :x :x :x

  2. ilio scrive:

    Se non si corre a provvedimenti seri e incisivi dagli organi della Magistratura, della Politica, e delle Forze d’Ordine NON MERAVIGLIAMOCI su qualche squilibrato come l’americano di qualche giorno non commetta qualche gesto inconsulto di cui ci si debba pentire di non essere intervenuti a tempo debito. La retorica delle istituzione dopo che sia successo qualcosa di grave è una vergogna che infanga le cosciente degli italiani per bene.

  3. Fabrizio Arena scrive:

    Quello che mi fa imbufalire è che sappiamo tutti chi è che comanda sti pezzenti in Veneto!! e lo sa benissimo anche la Questura!! ma, non si sa perchè, il grasso personaggio gode d’immunità!
    certo…magari la Signora dai rossi capelli ritiene le persone che hanno commesso questo reato degne di avere ” tutti i diritti di godere in tranquillita’ del meraviglioso patrimonio ambientale e faunistico nazionale”, a differenza di noi cacciatori! Mi auguro che tutte le associazioni venatorie si costituiscano parte civile! :evil:

    • massimo fedeli scrive:

      Quelli dormonooooooooooooooooooo!!Stanno ha contà le tessere………. :mrgreen:

    • peppol@ scrive:

      il DJ che fa il caffè ? hanno 20 denuncie al mese ma continuano imperterriti poi quando ci scapperà il “morto” allora…

    • dardo scrive:

      ma cosa vuoi che gli facciano, la giustizia in italia è un ricordo dei tempi andati, ad un cammorrista che ha ucciso 85 persone gli hanno dato la buona condotta, e machiare un po’ di stoffa è un innezia, dategli un risarcimento danni a quella povera ragazza e fategli le scuse! dimenticavo comprategli una nuova bomboletta di colore dovrà pure passare il tempo :P

  4. FERDY scrive:

    Ma quale denuncia, ma quali carabinieri: due “labbrate” tirate bene gli dovevan dare e mandarla a casa!

  5. henri (radere igor) scrive:

    E poi c’è chi si rattrista per la morte di un talebano animalista.

  6. Fabrizio Arena scrive:

    Se consideri che giusto l’altro giorno la Sig.ra Dalla Chiesa si è lanciata in un bel “CREPI IL CACCIATORE” senza che nessuno abbia mosso un dito….chissà se sarà felice e stapperà una bottiglia di spumante, la prossima volta che qualcuno di noi morirà! :evil:

  7. Fabrizio Arena scrive:

    Non tutte, Massimo….non tutte !!! …per fortuna!! :D

  8. Pasquale (nato cacciatore) scrive:

    Da Bighunter:

    Incidenti di caccia: animalisti gioiscono alla morte di un cacciatore

    lunedì 6 settembre 2010
    Una campagna di civiltà, così Brambilla e company hanno spesso definito le iniziative volte ad auspicare l’abolizione della caccia. Peccato che di civile spesso e volentieri, tra le schiere anticaccia ci sia ben poco, tanto che, l’interesse per la sorte delle cosiddette “vittime della caccia” (nel 2009 – 2010, 23 cacciatori su 24 totali, anche se per la Brambilla sono in pericolo tutti i turisti), si dimostra puramente strumentale al fine di colpire emotivamente l’opinione pubblica. Lo dimostra una delle più note associazioni anticaccia, o meglio i suoi civilissimi sostenitori e iscritti che a commento della notizia del primo cacciatore morto in questa stagione appena iniziata (un anziano cacciatore che si è accidentalmente sparato all’addome), su facebook scrivono quanto segue:
    (Commenti pubblicati integralmente come apparsi alle ore 10 di lunedì 6 settembre, anche se, volutamente per questioni di privacy, abbiamo oscurato i nomi degli intervenuti).

    1. IL CACCIATORE BUONO……E’ SOLO QUELLO MORTO :-)
    2. bellissima notizia…uno in meno …olè
    3.le creature indifese non si toccano…..AVANTI IL PROSSIMO…..
    4. EVVIVA,ogni tanto una bella notizia.Dai ancora altri daiiiiiiiiiiiiiiiiiii
    5. Domani il prossimo!!!
    6. e chi te te l’ha fatto fare???
    7. domani no… è riposo…. ma speriamo che sabato recuperino pure quello di domani!!!!!!!!!! :-)))))))))
    8. QUEL FUCILE DI MERDA HA TRADITO ANKE IL PADRONE….
    9. chi bene in inizia è a metà dell’opera
    10. festeggiamooo
    11. e vaiiiiii!!!!!! uno di meno…
    12. mi deve dispiacere?
    13. se stava a casa nn succedeva …..nn me ne puo fregar di meno !!!
    14. meno uno!
    15. uno stronzo in meno! The final countdown……
    16. anche a me fa piacere….
    17. si è sparato nelle palle…. mi fa quasi un po’ ridere… anzi mi fa proprio ridere……………….
    18. Non dovrebbero fare un corso sull’uso delle armi? Errori del genere sono da incompetenti e fanno riflettere sulla serietà dei cacciatori!
    19. Chi la fa…
    20. Esiste ancora la caccia???C’è gente che non vuole proprio evolversi…preferisce rimanere all’età della pietra! Io sono contro la violenza ma se proprio si ha il desiderio di impugnare un’arma da fuoco perché non scegliere di combattere ad armi pari…che giocassero i cacciatori a farsi la guerra tra di loro…assisteremmo almeno alla selezione naturale della specie!
    21. e vai!
    22. Troppo poco!!!!!
    23. Evvivaaaaaa!
    24. C. almeno si ammazzassero fra di loro ne saremmo tutti felici! il problema è quando posso ammazzare altra gente che per i fatti propri se ne sta o si trova a passeggiare per la campagna …. !!!
    25. OVVIAMENTE MI AUGURO CHE STO SOGGETTO CHE SI è FERITO, MUOIA! cosi non potrà tornare ad ammazzare animali indifesi e a mettere a repentaglio la vita di altre persone … !!!
    26. ah è morto? non lo avevo letto bene… CHE BELLOOOOOOOOOOOO! ora a vado a comprare lo champagne e festeggio! ….. !!!!
    27. Capitanucci e vaiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!! giustizia!
    28. ‎-1 :)
    29. VEDERE TUTTA STA GENTE CHE GODE NELLA MORTE DI UN CACCIATORE MI FA DIVENTARE ANCORA PIU’ FELICE DI QUANTO SONO ;-)
    30. GRANDI RAGAZZI :-)
    31. Come giustamente dice A. D.P. MA LO HA MANCATO!
    32. beneeeeeeeeeeeeeeee!!maledetti assassini, crepate tra di voi!!!!!!!!
    33. se ne stava a casa era meglio x tt!!!!!
    34. Finalmente! Non vedevo l’ora che gli accadesse qualcosa!
    35. Cenedese ‎..evvai!
    36.VISTO? SE LA STAGIONE DI CACCIA AVESSE APERTO QUANDO DOVEVA APRIRE… NON SAREBBE MORTO! …magari in seguito…
    37. decisamente un pessimo cacciatore, voleva spararsi sull uccello e invece si e sparato al ventre .ogni uno fa quel che si puo !
    38. sono i rischi da affrontare per chi imbraccia il fucile………………………
    39. poverino
    40. chi non rispetta la vita dei cosiddetti animali (che poi sono più umani di noi) non puo avere il nostro rispetto!
    41. Peccato che è successo a un cacciatore solo….
    42. i cacciatori sono PEZZI DI MERDA….SONO LO SCHIFO DELL’UMANITA’…..NESSUNA PIETA’ PER LORO……io sono vegano ( se non sai cosa vuol dire vattelo a cercare )…….
    43. sento sento……che……..domani crepa un altro cacciatore….;-)
    44. insisto a manetta : IL CACCIATORE BUONO E’ SOLO QUELLO MORTO :-)
    45. uno al giorno per tutta la stagione venatoria e finalmente estinguiamo almeno una categoria di assassini….che hanno anche il coraggio di dichiararsi “amanti della natura” vergogna!!!!!
    46. bella P. :-) uno al giorno….leverà il cacciatore di torno:-)
    47. 1 persona
    48. e poi vivisettori, pellicciai, macellai……c’è tanto lavoro da svolgere per fare un pò di pulizia ;-)
    49. meglio.
    50. Ogni volta che gioivo per un cacciatore morto pensavo, ma, sarò l’unica…e invece…….mi sento meglio, grazie
    51. Ma perché dovremmo “piangere” uno che uccideva animali per puro divertimento??????????? perché mi dovrebbe dispiacere?????????? perché mi dovrei vergognare???????????? Io non mi vergogno di nulla !!!!!!!!! E non mi sento né crudele… né catt…ivo!!!!!!!……… Ripeto: un tizio è morto mentre cercava di ammazzare animali per divertimento: ben gli sta!!!!!!!Questo solo mi viene da dire e pensare!
    Lasciamo a voi ogni conclusione.

    • renzo scrive:

      Caro Pasquale
      Una lista di siffatta maniera non è nemmeno commentabile vista l’imbecillità dei soggetti che scrivono. Vorrei averli davanti uno a uno e dirgli che sono cacciatore e ne sono fiero.. voglio proprio vedere dove arriva la loro vigliaccheria . Non vale nemmeno la pena di sputare loro in faccia ,è solo uno spreco di catarro

    • dardo scrive:

      da quello che ho letto sono inorridito, ci giudicano assassini e gioiscono della morte di un loro simile, fremono per la possibilità che si possa uccidere qualcun altro, e si dicono evoluti, cari commentatori se voi siete evoluti preferisco risalire su un albero come i miei avi, eppoi tutti vegetariani? Oppure quando mangiano bistecche o pollo credono che nasca da una pianta? Posso solo dire povere anime che nutrono tanto odio.

  9. francesco scrive:

    DENUNCIATE IL FATTO E PUNITE I COLPEVOLI!

  10. Agostino scrive:

    Signori miei,queste individui che operano come commandos contro di noi cacciatori,allevatori,ecc.sono degli invasati pericolosi,chi dice che un giorno costoro possano fare qualcosa di eclatante e pericoloso come l’animalista americano mettendo in pericolo l’incolumità altrui.Ricordiamoci che tra le loro file operano persone con la fedina penale sporca,per questo vorrei che le Istituzioni degne di questo nome provvedano contro queste persone.E sono altamente convinto che costoro sono stati mandati da chi non vuole (e forse non può)esporsi in prima persona.QUESTA “GENTE” ha la sensibilità sotto il tacco delle scarpe. :evil:

  11. Roberto Traica scrive:

    Se era successo in Francia erano ca@@i suoi ,Ma siamo in Itaglia come dice Fiore :mrgreen: :mrgreen:

    • dardo scrive:

      Sai ma a volte la pazienza finisce e quando si sentono forti è bello leggere il terrore nei loro occhi, prima o poi accadrà!!!!!!!!!

  12. cristian scrive:

    Per fortuna sono loro i pacifisti..noi non ci permetteremmo mai di fare gesti così a chi non condivide o è contrario alle nostre idee.L’ennesima figuraccia di queste insignificanti persone.

  13. Ben scrive:

    Va mandata dritta dritta in galera, la tipa, il dubbio ce l’ho sul suo menù: 1) Pane ed acqua, oppure, per farle più male, 2) Pane e salame, dato che è una “verde” e se ne vanta scrivendolo sui tendoni… :twisted:

  14. cazador scrive:

    Se questo e’ il loro modo di confrontarsi con noi ti fa capire che gente sia!!!!!!!
    Danno piu’ importanza alla vita di un’animale che all’uomo!!!!! allucinante!!!!!

  15. Sololasipe scrive:

    Io invece non so’ portare rancore!! Anzi proporrei una bella colletta a favore di questi ignoti buontemponi e mi siederei tranquillo in riva ad un fiume…sono convinto che qualche salma “overdosata” galleggerebbe dolcemente subito dopo..! Come la famosa canzone dell’Uomo in frack….. 8) 8) 8) 8) 8)

  16. nino scrive:

    provassero in provincia di catanzaro o reggio calabria a fare i buffoni…….

  17. paolo da bergantino scrive:

    Chi ha un buon Colonnello ha un buon Reggimento! Noi cacciatori non abbiamo dei buon Colonnelli, le nostre associazioni pensano solo a fare delle tessere, per poter prendere il finanziamento pubblico e farsi dei lauti stipendi, in Francia i cacciatori sono rispettati perchè li fanno rispettare la legge. In Italia abbiamo i Ministri della Repubblica che istigano le 45 associazioni protezionistiche finanziate con soldi pubblici.

  18. LeoneRodola scrive:

    SONO CACCIATORE SARò CACCIATORE E MORIRò CACCIATORE FIERO DI ESSERLO IN BOCCA AL LUPO CARI AMICI CHE FORTUNA ABBIAMO AVUTO CHE GODIMENTO PROVEREMO MI RACCOMANDO STIAMO ATTENTI ALLA FACCIA LORO QUEI SENZA C……….

Leave a Reply


5 + 7 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.