Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Tar Toscana respinge ricorso lav e lac

| 3 settembre 2010 | 35 Comments

Il TAR Toscana respinge ricorso di Lav e Lac sulla gestione degli ungulati in Provincia di Firenze
Accolte le argomentazioni di Istituzioni, Ambiti territoriali di caccia, Federcaccia Toscana, Agricoltori
“ Hanno prevalso il buon senso ed il diritto, hanno prevalso le buone ragioni della tutela dell’agricoltura, della salvaguardia della biodiversità, della corretta gestione del patrimonio faunistico ed ambientale.

Accogliendo le argomentazioni presentate da Federcaccia Toscana, dagli Agricoltori, da Regione e Provincia, dagli ATC fiorentini, il Tribunale Amministrativo ha respinto un ricorso pretestuoso e fuorviante: adesso è possibile proseguire con nuova lena nell’attuazione della Legge Regionale, largamente condivisa nella società Toscana”.

Questo il primo commento, alla notizia del pronunciamento del Tar, da parte del Presidente di Federcaccia Toscana Moreno Periccioli, che ha proseguito: “ Il fatto che al Tar si siano costituiti a difesa della Legge – oltre a Regione, Provincia ed ATC – Federcaccia Toscana, Coldiretti, Confederazione Italiana Agricoltori, Unione Agricoltori, Consorzio del Chianti Classico, è un ulteriore motivo di soddisfazione che incoraggia a perseguire concertazione ed intese, nella convinzione che la gestione razionale delle risorse naturali, di cui il mondo della caccia vuole essere protagonista sempre più qualificato, è interesse dell’intera collettività”.

FEDERCACCIA TOSCANA
Firenze, 03 settembre 2010

Category: .In Evidenza, Federcaccia, LAC, LAV, Toscana

Comments (35)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Maurizio scrive:

    2 sentenze del TAR a favore? Cosa sta succedendo?

  2. renzo scrive:

    Non credo abbiano paura delle votazioni ……….semplicemente la Magistratura sarà stanca di essere USATA come mannaia per le str…te . La Magistratura è una cosa seria , e come istituzione seria lavora seriamente . Ecco tutto .E lavora discernendo le c…te dalle cose reali

  3. SERGIO BERLATO scrive:

    Posso chiedere la cortesia a qualcuno degli iscritti alla Federcaccia presenti in lista se questi dati relativi al Rendiconto Finanziario 2009 della Federcaccia nazionale sono veri o falsi?

    Un grazie anticipato a chi mi vorrà dare conferma o smentita.

    Risulterebbe che FIDC nazionale abbia avuto le seguenti principali entrate:

    - entrate da tesseramento € 25.389.497,89;

    - contributo dallo Stato € 1.804.643,30;

    - contributi da associazioni € 1.500,00;

    - recuperi e quote finanziamento acquisto immobili € 86.737,93;

    - rimborso ICI € 44.875,00;

    Le principali uscite invece sarebbero le seguenti:

    - compensi e gettoni per i componenti degli organi statutari per € 313.000,00 ;

    - rimborsi spese ed indennità di missione per i componenti Organi statutari per € 450.000,00 ;

    - premi di assicurazione infortuni personali dirigenti FIDC per € 1.033,00 ;

    - spese di rappresentanza per € 9.889,91 ;

    - noleggio/leasing auto per € 10.548,26 ;

    - retribuzione al personale dipendente per € 357.053,51 ;

    - trattamento economico al personale a contratto per € 31.014,91 ;

    - fitti passivi e condominio per € 84.333,22 ;

    - spese per energia elettrica e canoni d’acqua per € 4.047,89 ;

    - spese telefoniche per € 151.769,01 ;

    - spese postali e telegrafiche per € 61.427,62 ;

    - spese per servizio di pulizia e disinfezione locali uffici per € 9.250,00 ;

    - spese di trasporto, sdoganamento, immagazzinaggio e facchinaggio per € 38.150,70 ;

    - acquisto materiali di consumo per € 24.083,59 ;

    - spese per traduzioni e trascrizioni di registrazioni per € 10.000,00 ;

    - spese legali ed onorari a terzi per contenzioso per € 55.141,29 ;

    - incarichi di studio e ricerca scientifica per € 1.500,00 ;

    - onorari e compensi per prestazioni rese da terzi per € 49.252,35 ;

    - acquisto ed assistenza programmi elaborazione dati per € 114.121,46 ;

    - spese per la formazione del personale amministrativo per € 1.584,00 ;

    - spese viaggio, vitto e alloggio per partec.ed accompagn. a manifestazioni per € 19.958,20 ;

    - acquisto divise per partecipanti ed accompagnatori a manifestazioni per € 7.165,76 ;

    - acquisto di premi per gare per € 51.000,00 ;

    Dal rendiconto finanziario 2009, risulterebbe un disavanzo finanziario complessivo accertato pari ad € 1.209.645,77

  4. henri (radere igor) scrive:

    Ma allora la federcaccia fa pure qualcosa di utile.
    Mi tocca fare i complimenti. Quando si lavora bene deve essere riconosciuto. Bravi.

  5. SERGIO BERLATO scrive:

    Rinnovo la richiesta: Posso chiedere la cortesia a qualcuno degli iscritti alla Federcaccia presenti in lista se questi dati relativi al Rendiconto Finanziario 2009 della Federcaccia nazionale sono veri o falsi?

    Un grazie anticipato a chi mi vorrà dare conferma o smentita.

    Risulterebbe che FIDC nazionale abbia avuto le seguenti principali entrate:

    - entrate da tesseramento € 25.389.497,89;

    - contributo dallo Stato € 1.804.643,30;

    - contributi da associazioni € 1.500,00;

    - recuperi e quote finanziamento acquisto immobili € 86.737,93;

    - rimborso ICI € 44.875,00;

    Le principali uscite invece sarebbero le seguenti:

    - compensi e gettoni per i componenti degli organi statutari per € 313.000,00 ;

    - rimborsi spese ed indennità di missione per i componenti Organi statutari per € 450.000,00 ;

    - premi di assicurazione infortuni personali dirigenti FIDC per € 1.033,00 ;

    - spese di rappresentanza per € 9.889,91 ;

    - noleggio/leasing auto per € 10.548,26 ;

    - retribuzione al personale dipendente per € 357.053,51 ;

    - trattamento economico al personale a contratto per € 31.014,91 ;

    - fitti passivi e condominio per € 84.333,22 ;

    - spese per energia elettrica e canoni d’acqua per € 4.047,89 ;

    - spese telefoniche per € 151.769,01 ;

    - spese postali e telegrafiche per € 61.427,62 ;

    - spese per servizio di pulizia e disinfezione locali uffici per € 9.250,00 ;

    - spese di trasporto, sdoganamento, immagazzinaggio e facchinaggio per € 38.150,70 ;

    - acquisto materiali di consumo per € 24.083,59 ;

    - spese per traduzioni e trascrizioni di registrazioni per € 10.000,00 ;

    - spese legali ed onorari a terzi per contenzioso per € 55.141,29 ;

    - incarichi di studio e ricerca scientifica per € 1.500,00 ;

    - onorari e compensi per prestazioni rese da terzi per € 49.252,35 ;

    - acquisto ed assistenza programmi elaborazione dati per € 114.121,46 ;

    - spese per la formazione del personale amministrativo per € 1.584,00 ;

    - spese viaggio, vitto e alloggio per partec.ed accompagn. a manifestazioni per € 19.958,20 ;

    - acquisto divise per partecipanti ed accompagnatori a manifestazioni per € 7.165,76 ;

    - acquisto di premi per gare per € 51.000,00 ;

    Dal rendiconto finanziario 2009, risulterebbe un disavanzo finanziario complessivo accertato pari ad € 1.209.645,77

    • henri (radere igor) scrive:

      Suvvia Sergio, le frecciatine lasciale a chi non ha argomenti da trattare. Vuoi dirmi che Tu, nella tua posizione non puoi visionare il rendiconto della federcaccia?
      Lascia agli altri l’umorismo da taverna, noi abbiamo cose più serie da trattare. :mrgreen:

    • Franc scrive:

      Secondo me sommando le singole voci indicate c’è qualcosa che non torna, se le voci delle entrate sono corrette, mancano di sicuro altre voci di spesa.
      Altrimenti non ci sarebbe un disavanzo finanziario, ma un utile di oltre 25.000.000,00 di euro.
      Francesco Marcazzan

  6. valerio ch scrive:

    Parliamo di questo:
    dal sito
    http://www.wwf.it/client/render.aspx?content=0&root=515
    Consiglieri Nazionali wwf
    Paolo Berdini, Pier Mario Biava, Daniele Bigi, Massimo Bolognesi, Dante Caserta, Stefano Civitarese Matteucci, Sylvie Coyaud, Gustavo Gandini, Stefano Gazzola, Mark Halle, Stefano Leoni, Raniero Maggini, Giuseppina Negro, Costanza Pratesi, Maurizio Rivolta, Guido Scoccianti,
    Fernando Spina,
    Sergio Ulgiati.

    dal sito
    http://documenti.camera.it/Leg14/BancheDati/ResocontiIndagini/13/indag/fauna_selvatica/2003/0930/s010.htm
    FERNANDO SPINA, Dirigente di ricerca dell’Istituto nazionale per la fauna selvatica (ora ISPRA). Per quanto riguarda la questione della chiusura stagionale del prelievo venatorio, si richiama l’articolo 7.4 della direttiva «Uccelli» n. 79/409/CE, il quale afferma che, in particolare per gli uccelli migratori, gli esemplari che siano impegnati in movimenti di ritorno verso le aree di nidificazione non debbono essere soggetti a prelievo venatorio.
    Questo aspetto è stato recentemente curato dalla Commissione europea attraverso uno specifico gruppo di lavoro istituito da parte del comitato ORNIS, e a ciascuno Stato membro è stato richiesto di produrre dati relativi, in particolare, ai due periodi sensibili ai sensi della direttiva, rappresentati, l’uno, dalle fasi di nidificazione e di pendenza e, l’altro, dall’inizio della migrazione di ritorno.
    Il nostro istituto, anche prima dell’approvazione della legge n. 157 del 1992, aveva effettuato una serie di analisi mirate a descrivere la stagionalità dei movimenti di ritorno dei migratori attraverso il nostro paese. Analisi più dettagliate sono state prodotte in occasione della richiesta avanzata dalla Commissione, nell’ambito dello Scientific working group ORNIS, ed abbiamo prodotto dati relativi all’Italia che sono stati inseriti nel database già citato. Tali dati sono attualmente pubblicati in un documento intititolato Key concepts of article 74, che è possibile scaricare dal sito della Commissione europea.

    • massimo fedeli scrive:

      è tutto nelle norma l’ho si sapeva!! Sono gli stessi che poi fanno i ricorsi, Fernando Spina ecc ecc. :twisted: Sono gli stessi che danno i pareri al di sopra delle parti (sic !) :mrgreen:

    • Fabrizio Arena scrive:

      Come qualcuno scriveva poco fa: “Siete in grado di DIMOSTRARE IN TRIBUNALE che l’ISPRA è di parte? No? Allora le vostre chiacchere stanno a zero.” Chissà se gli basta per capire se l’ ISPRA è di parte o meno…. :D

      • massimo fedeli scrive:

        Fabrizio sono prevenuti, infatti non c’entrava nulla ma ha messo di mezzo il Berlusca ! :lol:

        • Fabrizio Arena scrive:

          Massimo….non centra nulla nemmeno questo perchè, se proprio vogliamo andare a cercare il pelo nell’uovo, il comunicato stampa non mi pareva molto favorevole al pdl e alla lega. E chissà…forse al nostro amico ha dato fastidio proprio questo!

  7. ilio scrive:

    Bene molto bene prendiamo atto A questo punto se non è troppo di disturbo per L’ISPRA perché non ci comunica a noi ignoranti come mai nel bacino Mediterraneo nei paesi entro e fuori la UE si caccia in tempi e modi diversi da quelli Italiani? Se non altro per smorzare le polemiche e accrescere la sua credibilità. Aspettiamo ansiosi una loro comunicazione

  8. massimo fedeli scrive:

    Ilio non ti aspettare nulla……..di buono, ti risponderanno , non l’ho faranno mai è, ti diranno che i mezzi a disposizione sono pochi , possono solo osservare daini e capriolo la notte con la teletermica perche già di giorno …………………. :|

  9. Giacomo scrive:

    Questo si deve fare essere uniti nel prendere posizioni. Mi voglio congratulare con la mia associazione Fidc per aver contribuito e far valere le nostre ragioni, mentre gli altri fanno da spettatori…….. :mrgreen: Salutiamo

  10. Franz scrive:

    Nel bilancio presentato dalla Federcaccia,mancano le entrate e le uscite dell’OIKOS:

  11. marino scrive:

    Tutto bene ma finchè a questi di LAC LAV WWF LIPU etc.etc. essemndo onlus non gli verrano addebitate le spese di tribunale e legali almeno quando perdono, questi continueranno all’infinito con questa solfa.
    Caro Berlusca manda a casa Brambilla, Prestigiacomo e company ormai hai stufato tutti,e attua il programma che avevi esposto prima delle elezioni, e cambia la legge che è solo a favore degli ambientalisti, troppi favori a questi bellimbusti, troppo spazio su stampa e televisione e incomincia a capire chi a veramente a cuore l’ambiente e la natura.
    Caro Berlato pensiamo a queste cose, lo sappiamo tanto che le nostre Associazioni è tutto un mangia mangia alla nostra faccia, finche non capiremo questo sarà tutto inutile!!!!!!
    Pensiamo a fare un nostro partito come hanno fatto in Francia, siamo proprio dei coglioni, e lasciamo che siano le istituzioni a risolvere la patata bollita del problema ungulati, invece siamo noi cacciatori con la selezione, squadre cinghiali etc.etc. a prostituirsi ai loro comodi, tanto finchè li serviamo ci usano e poi risolto il problema ci buttano nel cestino.
    SVEGLIAMOCI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  12. Giovanni59 scrive:

    Caro Berlusca manda a casa Brambilla?????????????????..sig. Marino, ma ha idea della considerazione che nutre il cav. x quel ministro? non so come la suddetta sia riuscita ad entrare nelle simpatie del presidente, ma dai poteri e dagli incarichi a lei affidati, credo che la brambilla sia solo all’inizio della scalata ai gradini più alti del potere. (e tutto con il beneplacet di berlusconi). Saluti. :cry: :cry: :cry: :cry: :cry: :cry: :cry: :cry:

  13. ritz scrive:

    C’è da chiedersi perchè soltanto la FIDC Toscana abbia partecipato al ricorso ( e ben ha fatto) e le altre dove erano? Forse la potenza di questa struttura fa si che voglia essere lei soltanto a essere presente, o lei o niente? come ha sempre fatto. capisco come l’ARCI non avrebbe potuto figurare, ma ENALCACCIA, ANUU, LIBERACACCIA sono state mai interpellate, e se si perchè si sono rifiutate?
    Per ora applaudo alla sola FIDC, e questa è la prima volta che l’approvo. Quando qulaccuno agisce a favore e in difesa dei cacciatori non c’è da fare altro che ammirarlo.

Leave a Reply


+ 7 = 14

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.