Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

State attenti o vi rovino: Condannato

| 1 luglio 2010 | 56 Comments

«State attenti o vi rovino» Rocchi (Arcicaccia) condannato per minacce alle guardie
Sei mesi al dirigente dell’associazione venatoria imputato di resistenza dopo un verbale

giustiziaCIVITELLA PAGANICO. Euro Rocchi, 65enne di Campagnatico, conosciutissimo dirigente Arcicaccia, è stato riconosciuto colpevole di resistenza a pubblico ufficiale. Avrebbe minacciato quattro guardie ambientali con frasi del tipo «Attenti a ciò che fate o vi rovino». Sei mesi (pena sospesa e non menzione) la condanna inflitta dal giudice Sergio Compagnucci, che ha inasprito le richieste del pm onorario Massimiliano Tozzi e che ha condannato Rocchi anche a versare mille euro per danno non patrimoniale a ciascuna delle due guardie, Raimondo Silveri e Luciano Sanna, che si erano costiuite parte civile con l’avvocato Roberto Burzi (più 2.000 di spese). Rocchi, difeso dagli avvocati Maurizio Andreini e Rosanna Andreozzi, attende il deposito delle motivazioni per presentare appello.
Fu una battuta di caccia al fagiano a Cannicci, il 21 settembre 2008, quella che mise nei guai Rocchi, già presidente provinciale Arcicaccia. Quel giorno, le quattro guardie (due del Wwf e due della Provincia) elevarono un verbale per aver esercitato la caccia in forma vagante con un fucile carico (una doppietta calibro 12) a 26 metri dalla strada comunale che collega la provinciale Amiata-Petriolo. Quando invece il limite minimo è di 50. Una misurazione avvenuta con la rotella metrica, come stabilirono i quattro.
Rocchi, che aveva presentato ricorso all’Amministrazione provinciale contro il verbale da 210 euro, aveva dichiarato di aver creduto di essere già oltre quella distanza mentre seguiva i propri cani dopo essere sceso dall’auto. Insomma, di essere in buona fede, anche perché la vegetazione impediva di calcolare la distanza dalla strada. In quella circostanza, però, Rocchi avrebbe usato qualche parola di troppo: «Cosa state misurando? Non vorrete mica fare il verbale per la distanza dalla strada? – avrebbe argomentato – Ma lo sapete chi sono io? Sono il vicepresidente dell’Arcicaccia Toscana. Se mi fate un solo verbale, con le mie conoscenze farò il possibile per rovinarvi. Guardie come voi non dovrebbero esistere. Siete troppo fiscali, altre guardie avrebbero chiuso sicuramente un occhio e se ne sarebbero andate».
Le quattro guardie avevano messo a verbale anche altre dichiarazioni: «Domani farò alcune telefonate e poi vedremo – avrebbe detto ancora Euro Rocchi – Comunque siete sempre in empo: chiudete tutto e andatevene, nessuno saprà niente e voi non avrete nessun problema. E l’ora che guardie come voi la finiscano di fare questi controlli e questi assurdi verbali. Con le mie amicizie non pagherò certo questi verbali e non immaginate i guai che passerete. Ho molte amicizie, oltre che in Regione anche negli uffici della Provincia».

PIERLUIGI SPOSATO

Tratto da IL TIRRENO del 30/06/2010

http://www.provincia.grosseto.it


Category: .In Evidenza, Arcicaccia, Generale, Toscana

Comments (56)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. alessio bitossi scrive:

    Certo che è il colmo, uno dell’ARCI, condannato da Compagnucci.

    • fedeli massimo scrive:

      :lol: :lol: Ciao Alessio :lol: :lol:

      • alessio bitossi scrive:

        Ciao Massimo, hai preo nota per il 17??

        • fedeli massimo scrive:

          Ciao Alessio ma è di sabato sera?Perchè devo vedere come si mette con i figli, la mi moglie anche se l’ultima figlia a 20 anni…………che palle!co sti figli.

    • Sono i padri responsabili della 157 insieme a Fercaccia, quindi dovrebbero stare zitti e dare un buon esempio. A questa persona, se viene confermato quello che è stato scritto sul verbale, toglierei il porto d’armi per tutta la vita. Bell’esempio da Arcicaccia, Ecco chi sono i compagni della natura. Fiore, sono amici tuoi!

  2. lucas scrive:

    Il colmo è che un dirigente dell’arcicaccia venga multato da guardiacaccia volontari del vuvvueffe.
    Ma non erano al corrente dei “tavoli di concertazione” e degli “accordi programmatici per una caccia sostenibile ed ecocompatibile” frutto del lavoro di illustri esponenti delle associazioni animaliste e
    dell’arcicaccia, accomunati nella ricerca della tutela della “biodiversità”, contro la deriva distruttrice degli “estremisti della doppietta” e bla bla bla..? :mrgreen:

  3. claudio di anzio scrive:

    Comunque stava dalla parte del torto e su questo non c’è alcun dubbio.

    • fedeli massimo scrive:

      Di sicuro, lex dura lex :wink: Il problema è credersi onnipotenti , è chiaro che gli ha detto male a beccato quelli del wwf……….

    • lucas scrive:

      Se ti metti a misurare con la fettuccia, considerate le distanze da case, strade, ferrovie, stabbi, stazzi, recinti, macchine agricole ecc. ecc. ecc. e considerato il degrado dei territori rimasti ancora cacciabili, mi sa che “dalla parte del torto” è facile starci…

      • fedeli massimo scrive:

        Meno male che nel lazio non vanno in giro con la fettuccia metrica…….. in umbria la usano spesso e si attaccano anche x i casali abbandonati e diroccati, il Traica si salvo x una decina di mt. da un pozzo romano in pietra, presero la fettuccia e misurarono, avevano torto ma ci hanno provato l’ho stesso, capiree pure loro erano del wwf. :mrgreen:

      • Non ti credere! Le distanze vanno rispettate. Nel dubbio non cacci, terreno a disposizione ce n’è quanto nè vuoi.

  4. x Alessio.
    E’ proprio un “colmo” da incorniciare. Sei forte Alessio!
    Saluti.
    diego.

  5. spartacus60 scrive:

    x Tutti gli Amici Cacciatori
    Analizzando l’accaduto da un lato “vien da piangere dal ridere”,evidentemente “la maledizione del Tavolone” era alla ricerca della sua vittima sacrificale,dall’altro lato ebbene la cosa è molto seria,si sposa con il penale e di sicuro senza nessuna scusante di sorta per “il soggetto in oggetto” è una pessima figura.Ci si chiede come OSVALDONE abbia commentato tale vicenda. :lol: :lol: :lol:

  6. Alessandro scrive:

    Io ho notato quanto risalto è stata data alla notizia sui giornali……molta ovviamente….quando si tratta di un cacciatore……(anche se nel torto).
    Mai quando certi esponenti del WWF “CONOSCIUTI” per le loro malefatte, sono stati condannati…si sa sempre per via traverse o piccoli trafiletti….
    A PENSAR MALE SPESSO……………….

  7. Giacomo scrive:

    Ove regna la serietà queste cose non succedono come per esempio ai dirigenti della Fidc !! :mrgreen: Salutiaaamo

    • lucas scrive:

      :mrgreen:
      Poi te la prendi se ti dico che sei diventato una macchietta!
      Salutiaaamo!

      • Giacomo scrive:

        No Lucas io non me la prendo, perchè cerco di difendere e di sostenere la caccia. Tu come la sostieni la caccia non facendo ne licenza ne assicurazione ? Poi se mi dici quale federazione merita più della FIDC possiamo fare un riscontro. :mrgreen:

        PS 8O Quante volte ti devo dire di non copiarmi il saluto…………..

    • fedeli massimo scrive:

      Come mai i dirigenti fidc tanto seri non sono scesi a Roma?Forse perche la manifestazione èra preparata da confavi? é questa la serietà?Vogliono sempre la primagenitura? vogliono l’asclusiva?o sono aavv che dovrebbero difendere i diritti di tutti?perche hanno fatto la guerra al CPA?che sistemi sono?A tutte queste domande chi mi risponde?c’è solo l’arroganza e la voglia di potere da parte di fidc, almeno avessero persone capaci nel loro interno, se ne contano poche, uno è il Sorrenti dopo……….

      • fedeli massimo scrive:

        primogenitura :oops:

      • Giacomo scrive:

        Non sono scesi a Roma perchè già sapevano come andava a finire ? Sull’art. 42 si dovevano attenere ALLE REGOLE della legge Europea i KC, non ci stava niente da fare ! Ma vedete bene perchè è uscita fuori in questo modo la legge, sono stati gli ambietanimalisti che si sono battuti più i politici che hanno promesso e non hanno mantenuto. Che centra Fidc !! :roll:
        Mi sembra che si stia dando importanza più all’approvazione della 157 per farla discutere, andate a leggere il giornalino Fidc così vi potete rendere conto. Il
        presidente Dall’Olio lo sta dicendo già da tempo ma ci si diverte a remarci contro……. continuate a non capire che bisogna convergere in Fidc per ottenere le cose, con le piccole federazioni che si isolano non otterremo mai niente stiamo perdendo solo tempo. Salutiaaamo

        • fedeli massimo scrive:

          Non è vero Giacomo l’art. 42 non ciazzecca nulla èra per la riforma e la ruralità la manifestazione, e io già l’avevo capito dai discorsi del Timo che fidc guardava solo alla caccia in afv , e da lì la mia uscita da fidc, essendo incapaci di operare per la caccia specialmente nel Lazio e Campania, dove si creano circoli di bocciofila e di giocatori di carte, da anni nel lazio è vietata la caccia alla starna e fidc pensa al combattente, se non si creano i presupposti x un ambiente sano e vivibile x questa specie è inutile vietarne la caccia, si creino centri di riproduzione ad hoc x questo magnifico selvatico e non si buttino soldi in fiere e sagre paesane, se potessi io entrare nelle stanze dei bottoni!! Sarebbe inutile , dovrei fare come fece il duce, sparecchiare tavoli e gettare sedie in mezzo la strada insieme a qualche individuo incapace e ignorante . T :mrgreen: :wink: e salut

        • Giacomo scrive:

          se potessi io entrare nelle stanze dei bottoni!!
          ————————————————————–
          E anche io !! :wink:

    • Marco scrive:

      Spero che tu stia scherzando…. vero che scherzi?? 8O

    • La serietà di aver imposto a questo governo l’approvazione dell’art. 42 e di essersi espressa con la frase “moderatamente soddisfatta” per quanto accaduto. Non ci siamo proprio Giacomo, Federcaccia non è e non sarà mai la mia associazione di riferimento, sta affossando ancora di più la caccia in Italia per arrivarfe a cosa? Te lo dico io. Alla privatizzazione di tutto.

  8. Argo scrive:

    Conoscendo l’Italica propensione a confrontarsi con terzi con il ” Lei non sà chi sono io “, penso anch’io che il soggetto sia condannabile ( più moralmente che penalmente ), ma non dimentichiamo che a quanto sembra, il sig. Rocchi era solo contro quattro guardie di cui non sappiamo del loro comportamento al momento del fatto. Questo, naturalmente non giustifica il comportamento del Rocchi, sempre se i fatti si sono svolti da come riportato.

    Saluti
    Argo

  9. Giovanni Aiello scrive:

    Al di là di ogni commento, al di là di come la si può pensare al riguardo. Posso garantirvi che mi sono capitati parecchi di questi da quando esercito le funzioni di gg.vv. e tipi arrroganti e maleducati proprio in chi ricopriva cariche associative o addirittura pubbliche istituzionali. Quindi la cosa non mi stupisce per nulla. Poi non c’erano solo quelli del wwf, ma anche due guardie provinciali, i professionisti quelli che molti tra noi volgiono come i soli controllori, ma che perdonano nessuno, potete starne certi :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    • fedeli massimo scrive:

      Chi sbaglia paga, però spero che tù usi la ragione quando………ci sono infrazioni e infrazioni ,casi e casi, basterebbe usare il cervello, magari un richiamo, un’ammonizione. A giovà na vorta na mico mio se mise a corre non ricordo se pe rincorre nanimale ferito o altro, poi si fermo e aspetto i volontari ggvv , che gli chiesero perche correva e lui sbigottito glie rispose ,perche un se pò manco corre a caccia :lol: :lol: :lol:

      • fedeli massimo scrive:

        ? :oops:

      • Giovanni Aiello scrive:

        Massimo, io ho sempre usato la ragione ove necessario, così come ho infierito e con durezza verso certa gente indegna di essere chiamata cacciatore. Assieme a tanti colleghi abbiamo fatto tanta pulizia tra le fila di pseudo cacciatori e ne andiamo orgogliosi, tan’è che abbiamo sempre ottenuto il plauso del Cacciatore onesto. Ultimamente evitiamo di andare in giro a caccia aperta a rompere le scatole alla gente, lo si fa solo se ci sono segnalazioni. Per il resto delle giornate che ci sono consentite andiamo a caccia e ci mancherebbe pure. :lol:

    • mauro andrea giuseppe scrive:

      Come si suol dire “parappa parappa pararapappappa figuremme@@@a.
      Questi arrogantoni maleducati sono la rovina della categoria.
      Si può contestare la cosa civilmente, magari facendo notare il troppo zelo e facendo i ricorsi presso le amministrazioni competenti, ma mai sentirsi superiori con chicchessia (anche la vigilanza però deve ammettere quando si sbaglia a fare una contestazione…e può succeddere)
      Salut MAG
      Ciao Giuanin, sabato me ne vado al mare (non che la cosa mi faccia saltare di gioia visto le mie radice muntagnine), ma almeno stacco 4-5 gg.
      Ciau nè :D :D :D

      • Giovanni Aiello scrive:

        Carissimo Andrea, ti ricordo che il mare è sempre bellissimo, stupendo, quindi goditelo anche se per pochi giorni…..e fatti na pescatina anche per me :lol: Io parto il 20 e non vedo lora. Per quanto riguarda certa vigilanza, sappiamo bene come si comportano certi soggetti, che siano volontari del wwf o professionisti cambia poco, se uno è maleducato e arrogante, non è il distintivo di appartenenza che lo cambia. Giusto cumpà???? :lol: :lol: :lol:

  10. renzo scrive:

    Mi dispiace per lui ma sono anche contento che gli abbiano fatto un verbalone. A me l’hanno fatto per soli tre metri ! Ho pagato ed è finita tutta lì, ero in torto e questo basta . Io non posso e non userei la frase tipicamente italica del — lei non sa chi sono io —–.
    Almeno in questo caso la legge è stata uguale per tutti .
    Altro che storie ….

    • renzo scrive:

      OVVIO che poi bisogna sentire tutte le campane ! ! ! !

    • Roberto Traica scrive:

      Mi dispiace per lui ma sono anche contento che gli abbiano fatto un verbalone. A me l’hanno fatto per soli tre metri
      ———————————————————————————————————————————————
      Be Renzo in questo tuo caso non era meglio usare la ragione come dice Massimo ? Aver torto per tre metri ,è avere torto, ma la coscienza della guardia che ti fece il verbale ,credi che sia linda e pinta ? :roll:

  11. IO CACCIATORE scrive:

    Partiamo dal fatto che nessuna associazione ha l’aureola e chi di loro è senza peccato scagli la prima pietra il signore in oggetto è completamente fuori strada e bisogna iniziare a farla finita con questi clientelismi e favoritismi. Se non lo avete capito di questo si vantava il Rocchi, di essere protetto e di avere chissa quale potere. Hanno fatto benissimo a condannarlo perchè queste persone non aiutano a riscattare la figura del cacciatore che mi sembra essere abbastanza compromessa. Poi io sono per la legalità, cerchiamo di non metterci in difetto ma aspettiamo che gli altri abusino nei modi e linguaggi per poi rivendicare i nostri diritti lesi. Credo sia la migliore strada che deve percorrere un vero cacciatore. Un saluto a tutti.

  12. pino56rm scrive:

    Se i fatti si sono svolti così come descritti, non vi è ombra di dubbio che il Rocchi sia stato giustamente condannato.
    E’ vero, come dice Giovanni Aiello che di “lei non sa chi sono io” ce ne sono parecchi in giro, ma è anche vero che ci sono gg.vv. un pò …. diciamo così …. “fuori”. Diversi anni fa, quando si poteva cacciare a Castel Romano (chi è di Roma sa a cosa mi riferisco) eravamo in attesa dei colombacci quando arriva un fuoristrada dal quale scendono due gg.vv.: una si posiziona davanti a me, mentre l’altra, a gambe divaricate e con una carabina in mano, mi si mette dietro come per dire “prova a muoverti che sò ca@@i tuoi”. Nonostante le mie proteste, civili ma ferme proteste per un comportamento a mio avviso alquanto intimidatorio, la “sentinella” non si è spostata di un centimetro. Non sapevo se ascoltare quello che avevo di fronte o tenere d’occhio quello dietro; controllati i miei documenti se ne sono andati senza dir niente.
    Non tutti agiscono con le stesse modalità, ma chi è preposto al controllo dovrebbe agire in modo irreprensibile, come, ovviamente, dovrebbe comportarsi in modo civile il controllato; ma a volte il cacciatore si sente perseguitato, a volte addirittura umiliato (ricordiamoci di quel cacciatore morto d’infarto durante un controllo) da persone che, approfittando della loro qualifica, mettono in bella mostra tutto il “potere” che dà loro la divisa che indossano.

    • renzo scrive:

      Mi pare che l’atteggiamento della “guardia armata di carabina ” sia più da buttafuori da flim di terz’ordine che da ggvv , comunque per fortuna non tutti sono delinquenti come quelli che hanno spaventato a MORTE l’anziano cacciatore morto di infarto .
      Mi ripeto, se sbaglio scentemente e vengo pizzicato non devo dire nulla perche avrei da vergognarmi… ma registrando tutto ( e ora la tecnologia con soli 50 euro ,te lo permette anche con video …. ) e sapendo di essere nel giusto potrei ribellarmi CIVILMENTE in sede appropriata e fare anche bella figura .
      Gli oo7 non sono solo “loro ” , ma lo può diventare ognuno di noi, in piena legalità e per salvaguardare i propri diritti , naturalmente pensando PRIMA a onorare i doveri .
      Renzo

      • Giovanni Aiello scrive:

        Attento Renzo, solo i Pubblici Ufficiali, Agenti e Ufficiali di P.G. e quanti sono autorizzati dalla legislazione vigente possono fare rilievi fotografici, nonchè video per acquisire prove. Se tu, io o altri essendo a caccia facciamo la foto o un video alle guardie, siamo passibili di denuncia. Capito cumpà!!! :lol: :lol: :lol:

        • Luca C.P.A.L sempre aderente CONFAVI scrive:

          se io sono maltrattato o giudicato male per cose che non o colpa o non compiuto , la legge mi permette di potermi difendere e di provare il contrario se fosse cosi, quindi ce la giochiamo a pari carte.

        • renzo scrive:

          se la tecnologia ,ad esempio del telefono, mi permette di registrare il dialogo ed usarlo se fosse necessario per difendermi da calunnie ,come potrei essere denunciato per questo ? E’ come avere un testimone che non è per nessuna delle parti, imparziale più di così si muore !
          O sbaglio ?
          Allora mettiamo fuori legge anche i telefoni con videocamera registratore ecc.ecc.
          Ciao bello

    • mauro andrea giuseppe scrive:

      Ma quelli stavano fuori di brutto, ecco gli altri arroganti che sputtanano la vigilanza e creano tensioni tra le parti, al pari dei signori “lei non sa chi sono io” :evil:

    • Giovanni Aiello scrive:

      Purtroppo per te caro pino56rm, sei incappato in due perfetti imbecilli, nonchè grandissimi maleducati, se poi erano appartenenti a una associazione venatoria la cosa era ancora più grave. Io ho sempre asserito, ma sono nessuno, che il proprio status giuridico non autorizza nessuno a prevaricare il prossimo. Rispetto reciproco prima di ogni cosa.

  13. fiore scrive:

    il fatto è sempre il SOLITO

    DA NOI …..

    li CONDANNANO!!

    e si DIMETTONO!!

    ci siamo intesi,

    comunque come già scritto un’altra volta la GAV di quella zona sono state più volte accusate a loro volta di abuso di potere e di atti d’ufficio quindi non sò chi è il più malandrino!!!

    • Giacomo scrive:

      DA NOI …..

      li CONDANNANO!!

      e si DIMETTONO!!

      ci siamo intesi
      —————————-

      Alle altre parti non succede proprio !! :mrgreen:

    • Luca C.P.A.L sempre aderente CONFAVI scrive:

      tra di voi vi intendete, sicuramente troverete una soluzione stai tranquillo non avere dubbi :wink:

      • Luca C.P.A.L sempre aderente CONFAVI scrive:

        voi altri riuscite sempre a nascondere e anche molto bene il vostro marcio, e vedrai che non si sentira’ piu’ parlare di tutto questo come gia’ successo, esempio ? che fine a fatto il vostro amico pecorario che era indagato per motivi che tutti conosciamo :?: :?: :?: :?: :?: :?:

        • renzo scrive:

          Ecco ! Questo mi piacerebbe tanto saperlo, cos’ per pura cultura personale . Come mi piacerebbe sapere come va la querelina che si è beccata la rossa per il suo ” bel ” canile

        • fiore scrive:

          Pecoraro mio amico!!!??? non credo proprio, semmai nelle vostre fila c’è anche di meglio o di peggio dipende dei punti di vista, non mi pare che brambilla prestigiacomo martini bondi frattini e altri 100 o 200 !!!!

  14. renzo scrive:

    Anticipo qualunque risposta …… TRALLUCCI E VINO ! ! ! Per tutti ! :twisted:

  15. Alfio scrive:

    Una delle funzione istituzionale delle associazioni venatorie è quella di educare i propri iscritti, per tale obbligo proprio i dirigenti delle stesse associazioni hanno l’obbligo di comportarsi molto più disciplinati dei comuni cacciatori, viceversa in questo caso, anzichè chiedere scusa umilmente alle guardie inveisce minacciandole, comportamento che ritengo assurdo.
    Saluti Alfio.

  16. falcon scrive:

    bravi questa gente vero? hanno un pò di potere e se ne approfittano.
    ora dovrebbero toglergli pure il porto d’armi

  17. francesco scrive:

    be io credo che e’ stata fatta una bella cornice sull’accaduto :cry: cari amici cacciatori, secondo me, il prresidente paga solo per il semplice fatto di essere cacciatore.

Leave a Reply


6 + = 13

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.