Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Il rinnovo Automobil Club finisce in Procura

| 30 giugno 2010 | 3 Comments

LA LISTA ESCLUSA DALLA CORSA AL VOTO HA PRESENTATO DUE DENUNCE
Voti per i vertici Aci,esposti in Procura
Nel mirino dei pm la nomina del consiglio direttivo. «In gioco il Gp di Monza»

MILANO – Intrigo in corso Venezia. Il rinnovo dei vertici dell’Automobile Club finisce in Procura, svela manovre inaspettate tra il palazzo commissariato dal governo e l’autodromo minacciato dalla concorrenza di Roma. E tradisce un groviglio d’interessi economici e immobiliari. Una lista è stata esclusa dal voto e ha presentato due esposti, a Monza e Milano. Chi l’ha eliminata è il commissario straordinario Massimiliano Ermolli, figlio del finanziere Bruno e candidato nell’unica cordata rimasta in gara. Con lui, nella corsa al consiglio direttivo, figura anche Eros Maggioni, imprenditore e compagno del ministro al Turismo, Michela Vittoria Brambilla. Il primo cerchio si chiude qui: alle elezioni del 22 luglio si presentano, insieme, il commissario scelto dal ministro e il compagno della Brambilla. Ma è solo l’inizio.

Controversie sui bilanci, ricorsi al Tar, giri di consulenze, «acquisti» di tessere, mosse a orologeria, forse persino teleguidate: l’elenco dei sospetti non tralascia nulla, compreso il dubbio che qualcuno voglia fare cassa con il patrimonio immobiliare dell’ente e con l’Autodromo (di proprietà Aci attraverso la Sias), alla scadenza degli accordi per la F1, nel 2015. I legali della lista «Per la trasparenza », estromessa per «irregolarità formali» e «preoccupati per il futuro del Gp», le hanno formalizzate e si affidano alle Procure. Meno di un mese e si vota: la lista concorrente è composta da Simonpaolo Buongiardino (Unione del Commercio), Geronimo La Russa (figlio del ministro della Difesa), Bruno Longoni, Giangaleazzo Monarca e Michele Nappi (ex vicepresidenti), Carlo Edoardo Valli (Camera di Commercio di Monza), e poi Ermolli, e Maggioni.

L’Aci è stata commissariata a fine 2009, dopo le dimissioni in sequenza di cinque consiglieri su nove: erano divisi su tutto, dalla strategie per l’Autodromo alla chiusura dei bilanci. «Ma non c’era nessun problema economico», dice l’ex presidente, Pierlorenzo Zanchi: «La gestione avrebbe potuto proseguire ». Invece, il governo ha voluto un reggente, Massimiliano Ermolli, ora attaccato dagli esclusi («È incompatibile!») per la sua presenza nel Cda di Sinergetica, srl legata da contratti commerciali con Aci Italia: «Illazioni—ribatte —. Non ho rapporti con l’Aci di Milano. Per altro, al momento sono solo candidato: vedremo poi». Nella lista Ermolli c’è il giovane La Russa: «Sono iscritto all’Aci di Milano dal 1998, ho una licenza di guida internazionale, sono appassionato d’auto fin da bambino, ho corso rally e gare su pista. La mia candidatura è legittima: se eletto, mi batterò in prima persona per difendere il Gp di Monza».

Gianni Santucci
Armando Stella

Tratto da  http://milano.corriere.it

********************

Link d’interesse:

Category: .In Evidenza, Curiosità

Comments (3)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. scolopax scrive:

    Sempre la solita musica, però in merito al “Il canile della Ministra BRAMBILLA” sarebbe stato interessante se ci fossero state delle foto.

  2. renzo scrive:

    FIOREEEEEEEEE dove sei ? Dammi una mano perche altrimenti rischio l’infarto !
    Visto che Italia ?

  3. Pietro scrive:

    Ma la “rossa” spunta dappertutto, è come il cacio su maccheroni, solo che il cacio e buonissimo ma lei sa di acido. :x :x :x :x :x

Leave a Reply


2 + = 6

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.