Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Lara, cacciatrice, risponde a Donna Moderna

| 29 giugno 2010 | 87 Comments

Gent.mo Dott. Morelli

(Lara Leporatti)

(Lara Leporatti – Cacciatrice)

Ho letto il suo scritto “La caccia uccide gli animali e anche la nostra intelligenza“, articolo contenuto nella rubrica “La posta” della rivista Donna Moderna. Mi permetta di non essere d’accordo su quanto Lei afferma e di provare non poco sconcerto nella durezza delle sue parole nei confronti dei Cacciatori, tacciati in ultima analisi di insensibilità nei confronti dei bisogni della natura, aridità questa rilevata e paragonata alla morbosa attenzione che la gente comune ha avuto nei confronti di Rosa ed Olindo. Incredibile ed osceno paragone se si considera che le grandi attenzioni verso gli orribili fatti di questo genere sono scatenati proprio dai mass- media, (rotocalchi compresi!) e non certo per scopi educativi!
In un suo passaggio lei afferma “Per fortuna le donne non hanno nel loro DNA la caccia, a differenza di lei e di poche altre“. Quelle che lei definisce “poche altre” sono ben oltre 3000 nel nostro Paese, tutte praticanti l’attività venatoria. Siamo poche? Non proprio. Siamo in ogni modo in continua crescita. Lei dice poche altre…le poche altre sono ad esempio le Cacciatrici del Trentino, riunite persino in un’Associazione. Sono madri, sono mogli, sono fidanzate di ogni ceto sociale che hanno la caccia nel loro DNA, donne che si preoccupano di trasmettere passione e cultura rurale ai propri e agli altri figli, intervenendo magari in quelle scuole dove la cultura è ad indirizzo unico, dove si raccontano le favolette strappalacrime del povero Bamby reso orfano dal crudele cacciatore. Ma in fondo siamo poi tanto poche? Le Cacciatrici Alto-Atesine, Gruppo Cacciatrici del Trentino, Settoriale Fidc di Firenze, La Caccia è Donna, Le Amiche di Scolopax, Le Dianare, Le Amiche di Artemide, All Female Hunters… tanto per citarle alcuni gruppi…
Lei scrive su una rivista dal titolo “Donna Moderna”, Quale sarebbe questa donna moderna? Quella che decide a che ora deve comprare un paio di scarpe? Perché i piedi non siano gonfi?, quella che butta il rossetto dopo tre mesi o rinnova il proprio beauty-case almeno due volte l’anno? Quella che indossa tacchi a spillo e minigonna nelle pulizie di casa e per mancanza di tempo cucina in cinque minuti piatti con soia e wasabi?, dietetici e nutrienti…e le conoscenze enologiche si arenano allo spriz- aperitivo del giovedì sera con le amiche? Voglio dire… se il modello di donna moderna somiglia ad un’oca starnazzante… oggi sono veramente contenta di avere nel mio DNA la passione per la caccia. Mi preme ricordare che la donna, sempre, anche nell’attività della caccia, mantiene integra la propria femminilità, oggi ancor più che nei tempi passati, anche attraverso l’uso di abbigliamenti adeguati e dedicati alla propria passione. Non mi soffermo in questo, è un dettaglio frivolo, vado oltre Dottor Morelli. Il contenuto del suo scritto è sì un’offesa, ma all’intelligenza delle persone, almeno nei punti dove lei afferma che gli animali sono “molto intelligenti“. Se è pur accertato che, attraverso lo studio dell’etologia sociale degli animali, l’uomo non è il solo essere a ravvisare forme organizzative sociali altamente sviluppate… ma da qui ad attribuire un’intelligenza di tipo umano alle bestie…ce ne vuole.
Affermare poi che dovremmo ascoltare i bambini fa molta tenerezza, ma la prego lasci stare. E’ un argomento questo che irrita più di ogni altro e le spiego subito il perché. Non vi siete mai chiesti perché la stragrande maggioranza dei cacciatori attuali è nata e vive in campagna? Pensate forse che l’educazione fuori dalle grandi città sia improntata sulla violenza verso la natura? Pensate che nelle campagne ai nostri figlioli sia insegnata la violenza verso gli animali? Se così pensate siete certo in grave errore. Mi capita in alcune occasioni di vedere bambini allevati in “stile moderno”, bambini che vengono tenuti in case sterili, perché la terra è sporca, il cane non si tocca, non si gioca al pallone perché si suda,… meglio dunque la play-station… bambini con manifestazioni di allergie sempre più preoccupanti…in questo caso ha ragione lei…li dovremmo ascoltare sti bambini. Ma dovremmo pure insegnar loro che il pollo non nasce già spiumato in uno scaffale del supermarket, che il latte non si forma in automatico nel tetrapak, che la bistecca di vitello prima di finire in rosea presenza nel banco-frigor faceva muuu…e qualcuno, pur non provando nessuna emozione….. sono queste le cose che dovremmo insegnare ai Vostri figli…perchè i nostri già le sanno. Noi non mandiamo il nonno a morire in ospedale affinché il piccolo non ne rimanga scioccato per l’eternità…Ma tutti i ragazzi dovrebbero sapere che la morte fa parte della vita. Forse, molti di loro, crescendo, apprezzerebbero di più la propria esistenza. Vede Dott. Morelli, lei non ama la caccia e me ne dispiace davvero tanto. E’comunque lei che perde qualcosa di veramente bello. Il vagare per il bosco con il proprio cane, il fucile in spalla e tornare la sera il più delle volte con il carniere vuoto mi riempie la vita. In questo lei non può capirmi Dottor Morelli, per analogia è come se lei tentasse di far comprendere il senso dei colori ad un bambino nato cieco. Quando lei sarà in grado di far questo io la inviterò a caccia e sono certa che la comprenderà.
Ossequi.
Lara Leporatti Cacciatrice


***
Come riceviamo dall’amica Lara, e cosi’ pubblichiamo
***

Category: .In Evidenza

Comments (87)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Arianna scrive:

    …..Così cattiva ti voglio!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Grande Lara….
    Leggere la tua risposta a quanto affermato dal….Dottore….porta un senso di soddfisfazione grosso a chi lo legge e chiaramente è CACCIATORE/TRICE.
    C’è da dire che molta gente parla proprio a vanvera e il Dott.Morelli è uno di loro!

    Complimenti ancora… :wink:
    Un abbraccio
    Arianna

    • gianbottaccio scrive:

      Bravissima … insieme a LARA,FEDERICA,FRANCESCA E CATIA con te ARIANNA ho conosciuto un’altro pezzo del mosaico ” ROSA “che compone la figura della Dea DIANA.

  2. gianbottaccio scrive:

    OK. lara GRAZIE per il Tu e per la gentile risposta .Saluti Gianbottaccio

  3. Francesca scrive:

    Cara Lara,
    come sai pur essendo figlia di un cacciatore, non conosco nulla della caccia. Ma rispetto ed apprezzo chi come te ha questa grande passione. Dietro l’impugnare il fucile e sparare c’e` cosi` tanto che il dott. Morelli dovrebbe proprio stare zitto.
    Complimenti per l’articolo…e` proprio bello! Sei una grande…metti a tacere tutta questa ipocrisia.
    E comunque…io per un piatto di polenta e capriolo pagherei oro in questo momento:).

    Un forte abbraccio dal Canada

    • lara scrive:

      Cara Francesca,
      è proprio frequentando il tuo mondo che mi sono accorta che dietrocera molto di più, anche molto di più di quello che già conoscevo, e magari il dott. Morelli dovrebbe conoscere prima di scrivere.

      Pagheresti per un piatto di polenta e capriolo…io pagherei per essere in Canada con 38 di febbre e 38 gradi fuori…sto squagliando…
      Un abbraccio dalla caldissima Toscana!

  4. Francesca scrive:

    Ecco…ragazzi sta somma nella casella anti-spam…mi devo sforzare di usare il cervello di prima mattina!?

    Ho capito…io vi preparo i permessi per cacciare..e tu organizzi la spedizione sino a qui (di solito si prepara il pulmino ma in questo caso un aereo potrebbe farvi comodo:)).
    Stamani c’erano 19 gradi…e ho dormito con la copertina…ah che bello! Ma due settimane di afa…e 40gradi li abbiamo avuti anche noi.

    E nn dimenticare…i canadesi amano la Toscana…e` una terra di cui andare orgogliosi!

    Un forte abbraccio anche da Bubu e Yoghi

    Francesca

  5. luigi scrive:

    Figliola non farmi di questi scherzi da prete… prendimi i biglietti per due, due cucce per dormire la notte e… per mangiare non preoccuparti, fegato al mattino, cuore a mezzogiorno e cosciotto la sera… porto anche la canna da pesca perchè il venerdì, da bravo cristiano, solo pesce…. intanto che ti scrivo stò infilandomi gli scarponi…. yoghi e bubu..avete finito di rapinare i cestini…oggi la merenda la facciamo insieme.. heheheheheh : :

  6. Lara scrive:

    I reni luigi!!!! ci sono anche i reni!!!!
    2 settimane di afa…..che bello… e ora 19 gradi!!! Luigi….fra poco inizia anche l’autunno rosso…in Canada Fantastico! Dai si partiamo portiamo anche le 2 Francesche che vanno a Donald Duck!!! e noi a bubu e yoghi! Dai organizziamo almeno……………………..mi sghiaccio un pò…qui fa caldo! saranno già 25/26 gradi e sono solo le 10….. nel w.e ritoccherà punte esagerate….. da non credere…!
    E il venerdi carpaccio di salmone??? Perfetto!!! Organizza la caccia dimmi il periodo e io trovo il volo…devo sapere solo Aereoporto e quando!!

Leave a Reply


2 + = 9

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.