Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Pericolo gabbiani: al cimitero col casco

| 18 giugno 2010 | 8 Comments

GabbianoPericolo gabbiani: al cimitero col casco

IMPERIA – Tra le tombe della Foce con il casco in testa per difendersi dagli attacchi dei gabbiani, ormai padroni del cimitero monumentale. Tanto che il custode ha dovuto mettere un cartello all’ingresso per avvertire i familiari dei defunti: «Attenzione, gabbiani aggressivi»

Sono ormai settimane che gli uccelli tengono in scacco l’area di via San Rocco, creando grande apprensione tra le persone che frequentano il monumentale per visitare i propri cari. Fino a quando, domenica, un’anziana è letteralmente scappata senza nemmeno recarsi sulla tomba di famiglia, inseguita da un enorme gabbiano.

«Era terrorizzata – spiega Flavio Marchese, titolare di “Teleradio”, laboratorio situato a pochi metri dall’ingresso del cimitero della Foce – e posso capirla, dietro di lei c’era un grosso gabbiano che la inseguiva, gridando. Una scena degna di un film dell’orrore, e infatti quella povera signora ha avuto bisogno di molto tempo per ritrovare la calma».

Dopo l’episodio di domenica, la psicosi si è diffusa rapidamente. E chi si reca in moto al monumentale preferisce tenere in testa il casco. «Ogni volta che vengo – dice una donna, appena scesa dalla moto, e che appunto non si è levata il “jet” -ci sono almeno tre o quattro gabbiani fermi sulle tombe, fanno davvero paura, soprattutto perché sembrano seguire con lo sguardo ogni tua mossa. Io, il casco, non me lo tolgo mai, anche adesso che fa caldo, perché ho davvero il terrore che mi attacchino da un momento all’altro. Quando si levano in volo, ti passano a pochi centimetri dalla testa».

Anche Flavio Marchese entra al cimitero della Foce con il casco in testa. «Figuriamoci se me lo tolgo, questi sono da tutte le parti. Il problema maggiore è quando uno di loro comincia a gridare, i compagni arrivano a frotte, anche loro gridando, e cominciano a volteggiare sul cimitero».

I problemi maggiori sono iniziati – come specifica il cartello apposto dal custode all’ingresso del camposanto – quando alcuni gabbiani hanno nidificato, mettendosi poi a guardia dei propri piccoli. «Ma non attaccano per proteggere il nido – prosegue Marchese – perché vanno sempre a caccia, soprattutto di piccioni, che colpiscono in volo e poi sbranano una volta a terra. Ho visto almeno un paio di volte scene simili». L’aggressività dei gabbiani è tale da mettere in fuga anche molti gatti della colonia felina situata all’ingresso del cimitero. Anzi, il cibo lasciato dalle gattare finisce spesso nelle fauci dei volatili. Di contromosse, finora, non ne sono state attuate. Se non l’installazione del cartello e di alcuni fogli che illustrano le caratteristiche del gabbiano reale. Alcune aree del cimitero, inoltre, sono state vietate – chiude con il fettucciato – perché in prossimità dei nidi.

«È incredibile che la gente non possa nemmeno entrare al cimitero per paura di essere attaccata dai gabbiani». O anche che lo faccia con il casco, che in questo caso si potrebbe chiamare elmetto.

http://www.ilsecoloxix.it/

Category: Curiosità, Liguria

Comments (8)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Giovanni Aiello scrive:

    Cosa analoga era successa a me lo scorso anno in aprile al cimitero di Favignana, attaccavano se gli passavi vicino. Ma io ho adottato il mio metodo, un pezzo di legno e na bastonata a quel “povero” gabbiano che osava attaccarmi, ci vuole mica molto a farsi valere. Se no mandate in avanscoperta i vostri animalisti locali e………………..senza bastoni ne casco mi raccomando, così vi fate due risate. :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  2. fedeli massimo scrive:

    Io il problema l’ho risolvevo in un battibaleno……………denunciavo l’amministrazione comunale , per recarmi al cimitero chiamavo i carruba, ma è o no un diritto dei cittadini? allora io devo stare sotto scacco x 4 gabbiani? qui da me non ci provano neanche le cornacchie, glie tirooooooooo!!! ciò er fuciletto silenziato :lol: :lol: hanno cambiato zona. :wink:

  3. Stefano scrive:

    in un posto…estremo est dell’italia del nord,hanno avuto lo stesso problema….i caramba sono arrivati,ed il maresciallo ,anche lui cacciatore ha risolto senza squillar di trombe….ha radunato una decina di cacciatori e per qualche gg tutti i gabbiani che transitavano nei pressi del cimitero……ci rimanevano per sempre…….grande il maresciallo!

    • fedeli massimo scrive:

      Morta…………cci !!! :lol: :lol: :lol: :lol:

    • Giovanni Aiello scrive:

      Bravo il Maresciallo a lui un grande plauso. Ma glil è andata bene, se in giro c’erano i seguaci di qualche associazione animalista erano azzi sua, poco ma sicuro!!!

    • Agostino scrive:

      Meglio il Maresciallo o la Brambilla?Come uomo la ministra.Come cacciatore la mia preferenza ricade sul Maresciallo.E se proprio dovessi aver bisogno della ministra…vado a spacca quattro ciocchi de legna. :lol:

      • Giovanni Aiello scrive:

        Agostino hai capito cosa ho detto? Che cosa c’entra il paragone con la brambilla? Ho solo detto la semplice verità, in quanto una cosa del genere è già successa qua in piemonte. E’ ovvio che preferisco il Maresciallo che diamine, mah……..!!!

Leave a Reply


8 + = 9

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.