Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Confavi, continua lotta per il riconoscimento

| 27 maggio 2010 | 44 Comments

Vicenza, lì 27 maggio 2010
CONTINUA LA BATTAGLIA LEGALE PER IL RICONOSCIMENTO DELLA CONFAVI

Come avevamo ampiamente previsto con il nostro comunicato del 6 aprile 2010, ( http://www.ilcacciatore.com/2010/04/06/confavi-e-nata-per-unire-i-cacciatori/ ), i giudici del Consiglio di Stato hanno smentito i loro colleghi del TAR del Lazio. In data 26 maggio 2010 è stata depositata la Decisione pronunciata dalla Sesta Sezione del Consiglio di Stato con la quale, in sede giurisdizionale, è stato accolto il ricorso in appello per la riforma della sentenza del TAR del Lazio- ROMA – Sezione II TER n. 01966/2007 che aveva sancito la piena legittimità del Decreto interministeriale con il quale era stato decretato il riconoscimento della CONFAVI.
Contraddicendo quindi quanto era stato inequivocabilmente sancito dai giudici del TAR del Lazio, i loro Colleghi del Consiglio di Stato hanno ritenuto che la CONFAVI non possa beneficiare dei privilegi garantiti alle altre associazioni venatorie riconosciute per legge, tra i quali il finanziamento pubblico previsto dalla legge statale 157/92.
Per un’Associazione come la CONFAVI che è riuscita a vivere sin dalla sua nascita con i soli mezzi forniti dai propri associati, non avendo mai ricevuto neppure un euro di finanziamento pubblico, nulla cambia rispetto al passato.
Nel lungo contenzioso fratricida fra FIDC, Arci ed Italcaccia da una parte e CONFAVI dall’altra, la prima battaglia è stata vinta da CONFAVI presso il TAR del Lazio, la seconda è stata vinta, per il momento, da quelle tre associazioni che hanno preferito dissipare i soldi dei propri associati non certo per fare la guerra agli anticaccia, ma per fare la guerra ad altri cacciatori.
CONFAVI continuerà la sua battaglia in sede legale per veder tutelati i diritti dei propri associati.
Siamo certi che alla fine di questo lungo e dispendioso contenzioso, CONFAVI vedrà confermato il proprio riconoscimento.
CONFAVI preannuncia che i fondi accantonati presso il Ministero, e mai erogati a CONFAVI per effetto del contenzioso in corso, saranno devoluti al Coordinamento per la difesa e la promozione della Cultura rurale al fine di dotarlo di un efficiente servizio legale che avrà il compito di tutelare i diritti di tutti gli associati aderenti a tutte le realtà che si sentono portatrici della Cultura rurale.
Il gioco in difesa, applicato finora maldestramente da tanti dirigenti venatori, ci ha portato alla rovina della caccia ed all’umiliazione di chi la pratica.
Nel corso della riunione del Coordinamento per la difesa e la promozione della Cultura rurale, tenutasi a Bologna il 24 maggio u.s., è stata confermata da volontà di passare dallo sterile gioco in difesa ad un positivo gioco d’attacco, unica strategia utile per vincere la guerra in difesa della nostra Cultura rurale, di cui l’attività venatoria rappresenta una delle principali componenti.
CONFAVI continua la sua battaglia per veder approvate dal Parlamento le tanto attese modifiche alla famigerata 157/92.
CONFAVI è nata per combattere chi vuol privare i cacciatori del sacrosanto diritti di esercitare la propria passione nel rispetto delle Direttive comunitarie ma soprattutto nel rispetto delle nostre tradizioni.
Se qualcuno pensava di fiaccare il nostro entusiasmo, togliendoci ciò che non abbiamo mai avuto, ha fatto male i propri conti.

Maria Cristina Caretta
Presidente nazionale CONFAVI

Category: .In Evidenza, CONFAVI

Comments (44)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Giulio Usai scrive:

    La vicenda che vede coinvolta CONFAVi tra sentenze contrastanti è uno stereotipo ricorrente nel nostro ordinamento giudiziario e francamente fa venire più di un dubbio su quanto siano chiare le leggi e quanto sia discrezionale l’attività della magistratura nell’applicarle.

    Questo significa, Poveri Noi, e triste a chi ci capita sotto.

    In ogni casolo spettacolo è davvero penoso e vederemo come andrà a finire.

    Tuttavia vorrei chiedere a Confavi se è possibile conoscere di cosa si è discusso in sede di Coordinamento il 24 maggio oltre a quanto anticipato sopra e chi sono le organizzazioni che vi hanno fino ad ora aderito???

  2. Gino Melfi scrive:

    D’accordissimo con il mio Presidente, rinserriamo le fila ed avanti con la lotta come prima, più di prima. Gino Melfi CONF.A.V.I

  3. massimo zaratin scrive:

    …e mentre leggo del risultato storico di Federfauna, apprendo anche questa triste notizia fraticida. Spero solo non se la prendano anche con Federfauna! :(
    Comunque sia, avanti da soli…che pochi non siamo! :wink:

  4. Pietro scrive:

    Dicono che la supponenza è indice di maldicenza e ignoranza. Devo francamente dire che questa “supposta” la sentivo già nell’aria da un bel pò di tempo. Non ci sta niente da fare, non ci vogliono bene. Due giurisdizioni amministrative che la pensano in modo diverso sullo stesso argomento, si può andare avanti così. Che opinione può farsi il semplice cittadino se non quella di dire “mamma li turchi, si salvi chi può”. Ad maiora.

  5. pisoplina scrive:

    Confavi, testa alta e avanti tutta verso la meta
    A noi nulla ci spaventa , abbiamo sempre lottato e lotteremo sempre .
    A quelle associazioni, che per il momento se la ridono, diciamo che tutti i nodi arrivano al pettine e quando ci saremo arrivati……………………………. Saranno cavoli amari.
    Un bel riconteggio, e poi qualcuno svanirà.

  6. Frankye scrive:

    E secondo voi perchè la fottuta triade avrebbe avuto interessi ad osteggiare la Confavi?? Non sarà mica perchè c’è un enorme bisogno di aria fresca e nuove idee nel nostro mondo? Nooo…vero? Hanno litigato solo per non spartire i fondi con un’altro in più…vero? La triste verità è che se oggi sei portatore di una “scossa” che laceri il tessuto marcio in cui viviamo, vieni acclamato e perseguitato come un “eversivo”. Che la Confavi entri pure e che la triade giochi ad armi pari. Tanto mi pare che non hanno poi tutto quat’amore per noi… Per le tessere…SI !!

  7. Giusti Giacomo scrive:

    Io richiederei anche la conta degli iscritti delle altre “associazioncine” che sono riconosciute,e il perce`un si sa.
    Sicuramente Confavi i numeri li ha,ce ne sono altre invece che sarebbe meglio…………ricontare.

  8. Giusti Giacomo scrive:

    Pispolina
    scusami,ma non avevo letto il tuo post,dove hai scritto che anche te faresti una bella…………ricontatina.
    Ciao.

  9. Salvo Vullo scrive:

    Ancora una volta, credendo che i cacciatori abbiano tutti l’anello sotto il naso, si distribuiscono menzogne e lamenti inopportuni:
    1. “..i giudici del Consiglio di Stato hanno smentito i loro colleghi del TAR…” Cara dottoressa Caretta le risulta che il sistema giudiziario italiano ha diversi gradi di giudizio? Oppure i gradi di un giudizio servono solo quando le fa comodo avendo lei deciso di “…Continuare la battaglia in sede legale alla fine della quale CONFAVI vedrà confermato il proprio riconoscimento….” ?
    2. Non dica sciocchezze sui fondi pubblici: Se erano stati accantonati presso il Ministero “..e mai erogati per effetto del contenzioso…” come potranno mai essere assegnati e poi ( bontà sua ) devoluti ora che si è stabilito che CONFAVI non aveva diritto al riconoscimento? Butti pure fumo negli occhi a tutti, e in particolar modo a questo fantomatico coordinamento, ma ripeto non dimentichi che “ nessuno ha l’anello sotto il naso”
    3. E quale sarebbe la battaglia legale che CONFAVI continuerà per veder “…confermato il proprio riconoscimento….”? Le ha mai detto il suo ufficio legale che le sentenze del Consiglio di Stato sono incensurabili se non per questioni attinenti alla giurisdizione?
    Insomma cara Dottoressa accetti la sconfitta, ma soprattutto la smetta di continuare a spargere, unitamente al suo compagno di merende, continue menzogne.

    Salvo Vullo

    • Donato Mazzenga CONF.A.V.I Frosinone scrive:

      A questo punto, dato che si dovrà attendere qualche mese per un nuovo e definitivo decreto di riconoscimento, dopo i primi dati delle iscrizioni dirette per il 2010 visto che ci stiamo, diamo allora una belle ricontata generale a tutte le AA.VV presenti, chidendo la revoca del riconoscimento a quelle che oramai non hanno più i numeri, oltre a chiedere anche l’annullamento dei decreti ministeriali alle quelle pseudo associazioni di protezione ambientale, come EKOCLUB (international de che????????) o URCA.

  10. pisoplina scrive:

    X Salvo Vullo , chi è lei, e come si permete di parlare in questo modo?
    L’anello al naso ce l’avrà lei e la sua associazione attaccata com’è ai soldi che lo stato gli da, altro che difensori della caccia.
    Il fumo negli occhi l’avete buttato voi ai cacciatori, ma oramai siete stati smascherati e questo vi brucia molto.
    Ei suoi compagni di merende dove sono?
    Ma roba da matti, questi non sanno neanche dove sta il senso del pudore, e parlano ancora.

  11. Gino Melfi scrive:

    Preg.mo Sig. Vullo, Vorrei averla di fronte e guardarla negli occhi disquisendo su quanto ha affermato. Una cosa è certa Lei sicuramente è uno di quelli che l’anello al naso lo ha ancora e chissà da quando tempo. E’ grazie alla gente come Lei se siamo finiti a toccare il fondo del barile. Io La ritengo un nemico della caccia e dei cacciatori, fin quando le persone come Lei continueranno a dar forza i conosciuti e ben noti antichi profeti della caccia allora si che il nostro destino sarà per sempre segnato. Gino Melfi

  12. Springer scrive:

    “…….. è stata confermata da volontà di passare dallo sterile gioco in difesa ad un positivo gioco d’attacco, unica strategia utile per vincere la guerra in difesa della nostra Cultura rurale …. “”

    ____________________________________________________________________________

    Quando leggo queste parole , ” ..strategie utili a vincere la guerra .. ” , chissa’ perche’ ma un brivido mi percorre la schiena pensando a quante volte le ho lette e sentite pronunciare all’ indirizzo di cose che gia’ in partenza erano per me palesemente inadatte ad ottenere alcun risultato . Risultato che alla fine non e’ mai arrivato .
    Deve esserci stata consapevolezza sulla necessita’ di un gran bel cambiamento di rotta per ripronunciarle perche’ al momento di strategie utili a vincere una guerra scatenata dalle stesse strategie utili ideate e messe in campo in passato per vincerla :mrgreen: , non ne vedo da nessuna parte . E oltre che ” utili ” devono essere anche ” tante ” se tre giorni non sono stati sufficienti a far uscire un comunicato atto a divulgarle .

    • mauro andrea giuseppe scrive:

      sei proprio un cagnaccio, inoltre adesso ai messo su anche due bei polmoni :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

      • Springer scrive:

        Quello che vedi e’ quello vecchio . Sono andato oltre con l’ Avatar .
        Adesso mi sto preparando a vincere la guerra e mi sono dovuto agghindare diversamente :mrgreen: .

  13. Antonio Pinotti scrive:

    Buonasera,

    la cosa è complessa e non mancheremo di andare più a fondo della questione, ed infatti abbiamo scaricato il comunicato di Confavi. (non sò se dice così) Da una parte ci sono le leggi, gli ordinamenti, la giurisdizione, e ci perdoni Iddio per quante volte ci siamo dovuti occupare di tali questioni. Un conto però è “la Ragion di Stato” nel senso più generale del termine, riferito in questo caso alle questioni della caccia. Noi non siamo affatto contenti della sentenza, pur appartenendo ad una Federazione diversa. (naturalmente per motivi burocratici sino al 31 Dicembre 2009) dopodichè tutto cambierà secondo quando abbiamo già scritto nell’editoriale del taccuino che domattina consegneremo agli esclusivisti. Ed è altrettanto certo che quando diciamo una cosa non la diciamo per scherzo,o ci ripensiamo.

    Noi ci battiamo per una sola Associazione Venatoria che deve raccogliere tutti i cacciatori Italiani. Però non ci possono essere cacciatori di serie A o di Serie B, tutti hanno la pari dignità. E quindi non abbiamo mai applaudito, e mai applaudiremo, chi ha cercato in ostacolare la nascita di una nuova aggregazione venatoria. Di solito in tutti gli aspetti della vita sociale e politica, una cosa nasce, perchè le cose già nate, probabilmente non adempiono al mandato ricevuto dai propri iscritti. Non difendiamo affatto Confavi, non ne ha bisogno, e d’altra parte non ne avremmo nessun titolo, diciamo solo che per quel che ci riguarda, negli ultimi decenni di lotte venatorie, abbiamo trovato sempre la dott.ssa Caretta sempre in prima fila. Eravamo a tre metri da Lei nel 2001 e a sette metri nel 2010 sotto la pioggia scrosciante. E di questo ci siamo intesi onoranti, nel “respirare”, se così si può dire, la “passione” che mette nelle cose che porta avanti.

    Poi ci sono anche i risultati negativi e deludenti, che sono quelli che sono, ma che vanno ripartiti fra tutti in eguale misura.
    Fraterni saluti.

    • Giacomo scrive:

      Bravissimo 10+……… Questo significa parlare con buonsenso altro che l’avevo detto l’avevo fatto ecc.! Peccato che non serve a molto caro Pinotti non credo che ci sia molto da fare come stiamo combinati. Comunque tentar non nuoce, ma le cose sono abbastanza chiare. A combattere si combatterà sempre ma di polvere ce ne poca e non si puo ricaricare. Salutiamo

  14. Salvo Vullo scrive:

    Egregio Menfi

    io non ho l’anello al naso ne me lo faccio mettere da nessuno.

    La stimo come persona corretta e determinata e non muto la mia opinione adesso.

    non sono nemico della caccia ma delle bugie, delle facili pomesse di Berlato e della dipendenza della Carretta all’onorevole PdL a cui avevo dato il voto (PdL).

    Non sono nemico della confavi ma da tutto questo miscuglio mi tengo lontano.

    Con immutata stima

    Salvo Vullo

  15. dardo scrive:

    se continua così la caccia chiuderà prima del vostro riconoscimento. :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

  16. Donato Mazzenga CONF.A.V.I Frosinone scrive:

    A questo punto, dato che si dovrà attendere qualche mese per un nuovo e definitivo decreto di riconoscimento, dopo i primi dati delle iscrizioni dirette per il 2010 visto che ci stiamo, diamo allora una belle ricontata generale a tutte le AA.VV presenti, chidendo la revoca del riconoscimento a quelle che oramai non hanno più i numeri, oltre a chiedere anche l’annullamento dei decreti ministeriali alle quelle pseudo associazioni di protezione ambientale, come EKOCLUB (international de che????????) o URCA.

  17. Valerio scrive:

    Essere alla frutta sarebbe di gia’n passo avanti ma mi pare che a queto punto siamo propio al digestivo.

    LA Confavi a mio parere dovrebbe chiedere le verifiche SUL TESSERAMENTO DEL 2009 -2010 affinche’ si possa sapere quali sono le associazioni venatorie che confermano il 15cesimo di iscritti a livello nazionale quando ando’in vigore la 157/92,sono trascorsi molti anni e non tutte secondo me hanno i riquisiti previsti dalla legge.

  18. dardo scrive:

    Mi dispiace contraddirla, non sono della associazione che pensa anzi…. la stimo ed ammiro molto per come si è prodigato per noi cacciatori, però devo dirle che il suo lider e company prima ci ha messo lo zucchero in bocca, eppoi ci ha rimboccato con un bel po’ di sale, sbaglio o con la maggioranza che ha questo governo devo dubitare che vi siete portati in seno più di una serpe? Mi dispiace ma osservando come stanno andando le cose un po’ di pessimismo si è fatto avanti, anche se ero a tutte le manifestazioni a Roma e se ho contribuito alla raccolta di firme, devo dire che l’enfasi è diventata tristezza nel vedere ogni anno distruggersi una passione che va sfaldandosi non per giusta causa ma solo per volere politico, nascono nuove associazioni ma i problemi non si risolvono mai, e la demagogia nei nostri confronti trova terreno fertile nei media e nelle istituzioni quasi ad additarci come mostri le basti l’esempio Bigazzi, se fossi stato un asociazione mi sarei battuto per quella ingiustizia, invece………i cacciatori vanno difesi anche se ci si può perdere la faccia, e non lo dico solo a Lei ma a tutte le associazioni, lasciate l’orticello, e date lustro a chi crede in voi.

  19. Mauro Di Tosto scrive:

    Caro Valerio la cosiddetta” triade” si è per legge,…….(la stramaledetta 157/92),……riconfermato il riconoscimento ottenuto “chi” nel 1962 “chi” nel 1963 quando un quindicesimo era facile ottenerlo!!…
    Ora vi domando e domando all’On. Berlato (che credo lo sappia meglio di me)vi siete mai chiesti perchè la cosiddetta triade non voglia modificare la 157/92?????….io è da un pezzo che lo sò ed è per questo che stò facendo campagna informativa a gran parte dei Cacciatori che sono la base del
    saper e voler agire da parte della nostra Associazione!….ed è il contrario di ciò che ha fatto fino ad oggi la cosiddetta “triade” e cioè tenere all’oscuro il proprio modo di agire verso i Cacciatori Italiani.
    Saluti Mauro Di Tosto Dirigente -CPA Roma- .

  20. fiore scrive:

    confavi è il male minore,, quello maggiore è DOVE C’ha PORTATI!!! altro che riconoscerla diciamo che sarebbe più saggio BANDIRLA!!!

    • fedeli massimo scrive:

      Ma ndo ta portato sul Gavia?, ma piantala ………l’insalata ?

      • fiore scrive:

        Fedeli dammi retta, come con i funghi, c’ho il sesto senso per queste faccende.

        • fedeli massimo scrive:

          Fiore lascia stare i politici noi andremo sempre a caccia, non criticare er nano perchè dall’altra parte so pure peggio, guarda che la roscia già è stata ripresa dal capo non parlerà mai più di caccia, o almeno non sparlerà più.

  21. Claudio scrive:

    Tutto fumo e niente arrosto……..

  22. fiore scrive:

    certo per l’EGREGIO LAVORO SVOLTO…… un riconoscimento gl’andrebbe dato!!! una bella pedata nel posteriore e a casa !!! così impara per la prossima bischerata che tira fuori!!! confave

    • mauro andrea giuseppe scrive:

      mr.green:mr.green: Le faccine non escono ed io le scrivo.
      Confave (molli, ops pardon bollite) ah ah ah ah.
      :iol:iol:iol

  23. fiore scrive:

    e ora vado a giro per la maremma bona coglioni!!!

    • dardo scrive:

      caro fiore sei delicato come al solito, però ricorda che siamo tutti cacciatori

    • fedeli massimo scrive:

      Vai a piedi? o bruci carburante? mettiti da parte gli euro per la caccia futura, e attento alle vipere che mo so incazzate de brutto. Io invece vo in giardino a lavurà .

      • Giusti Giacomo scrive:

        Io invece sono stato tutta la mattina(dalle 6.00)a lavorare al capanno,ma di brutto anche!!Meno male che come al solito non ero solo.

        • fedeli massimo scrive:

          Bravo almeno ti avvicina alla caccia !!!!

        • Giusti Giacomo scrive:

          Si Massimo
          Quando sei lassu`,sei vicino alla caccia.
          Ma Fiore cosa sara`andato a fare nelle maremme?
          E`una cosa molto”losca”

        • fedeli massimo scrive:

          Caro G.G andrà a fare il disturbatore di covate con la scusa dei funghi, ancora non ha capito che deve aspettare almeno un’altra settimana, ciao.

        • fiore scrive:

          Con la scusa dei funghi tre in quattro ( ma era scontato la maremma a giugno non va bene la maremma ci vuole ottobre e novembre ) ma per la scusa va bene lauto pranzo al gabellino e giro di ricognizione a ribolla momtemassi per trovare un posto dove da due anni a questa parte allo spollino sparano di brutto, provate varie strade bianche che portano in un vallone, ci siamo vicini ma ancora non ci siamo arrivati ma è giù di li e per ottobre stai sicuro che l’abbiam trovato!!

          ps. con molto dispiacere abbiamo visto solo4 colombacci e qualcuno l’abbiamo sentino nel bosco, ce ne sono più in centro a Firenze, eppure c’è un bel costone di macchia con lecci e sughere!!! tortole zero!! quest’anno se va avanti così è peggio dell’anno scorso si va a tirare in piazza Ferrucci !!!, inquanto a ungulati cinghiali a iosa e caprioli pure fatte grifate scortecciamenti e raspate in terra.

        • fiore scrive:

          E ridai FEDELIII ma dove vai te a funghi??? nei campi??

        • Giusti Giacomo scrive:

          Fiore
          Ora mi hai chiarito il”rebus”!!
          Ma l’avevo immaginato!!!!

        • fiore scrive:

          se non gli fò fare la strada ogni tanto la mi macchina la s’incoccia!! ora ci vogliono far pagare anche sulla Firenze Siena Giusti!! questi comunistacci ci mettono sempre le mani in tasca!!! non gli bastavano i velox !! per me Renzi è un infiltrato del pdl!! con quella faccia a saputello!!! mi fa quasi incazzare.

Leave a Reply


5 + = 13

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.