Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

ANLC: Dalle parole ai fatti

| 23 aprile 2010 | 41 Comments

La Libera Caccia ha da sempre criticato i toni volutamente allarmistici usati da alcuni quotidiani -in special modo da La Repubblica- e l’uso scorretto e fuorviante di titoli ad effetto miranti ad offrire un quadro inquietante delle richieste dei cacciatori.
Caccia tutto l’anno, Caccia no-limits, Deregulation venatoria e Doppietta selvaggia sono nient’altro che slogan sguaiati e privi di qualsivoglia fondamento, perché nessuno Stato membro della Ue potrebbe oltrepassare i limiti di assoluto divieto di caccia all’avifauna fissati rigidamente dalla Commissione.
Ma siccome le pacate e continue rimostranze evidentemente non servono a niente, e molti quotidiani continuano imperterriti a fornire un’informazione completamente falsa, che ha sicuramente condizionato anche gli atteggiamenti palesemente ostili di alcuni parlamentari, la Libera Caccia ha dato mandato ai suoi legali di iniziare un percorso legale nei confronti de La Repubblica, chiedendo ufficialmente la rettifica ex art. 8 L. n. 47/1948, a mezzo della raccomandata di cui si pubblica la copia.

L’Ufficio Stampa

http://www.anlc.it

***

STUDIO LEGALE AVV. RICCARDO STECCONI E ASSOCIATI
ANLC / La Repubblica
Richiesta rettifica ex art. 8 L. n. 47/1948
(ns. rif.: AC/05)

Scriviamo la presente in nome e per conto del Dott. Paolo Sparvoli, nella sua qualità di Presidente dell’Associazione Nazionale Libera Caccia, con sede a Roma, per chiedere, con riferimento all’articolo “Via libera alla caccia no limits”, a firma del Sig. Antonio Cianciullo, apparso sull’edizione del 14 aprile 2010, la pubblicazione della rettifica sotto indicata, ai sensi dell’art. 8 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, essendo il predetto articolo lesivo della dignità dei cacciatori dei quali l’Associazione rappresenta e tutela i diritti. Rammentiamo che la rettifica deve essere pubblicata non oltre due giorni dal ricevimento della richiesta in testa di pagina, con le medesime caratteristiche grafiche e di impaginazione della notizia da rettificare e senza ulteriori commenti che ne sminuiscano la portata (Tribunale Monza, 28 aprile 2004). Rammentiamo inoltre che, in mancanza, saranno adite le competenti sedi legali per ogni danno che, direttamente o indirettamente, possa derivare all’associazione e ai cacciatori suoi associati.
“Contrariamente a quanto riportato dall’articolo “Via libera alla caccia no limits”, il testo licenziato dalla Camera non prevede, come rappresentato senza aver evidentemente esaminato il testo legislativo, un allungamento senza limiti della stagione venatoria, ma al contrario consente alle Regioni, previo parere obbligatorio e vincolante dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) di modulare i rispettivi calendari al fine di adeguarli alle peculiarità delle diverse specie. Fermo restando, in ogni caso, che le Regioni sono comunque tenute a rispettare la direttiva 79/409/cee e la relativa Guida Interpretativa elaborata dalla Commissione Europea, condivisa dalla BirdLife International, nonché ad osservare i divieti assoluti di caccia all’avifauna stabiliti dalla normativa europea nei mesi di marzo, aprile, maggio, giugno e luglio: cosicché è non è corretto far credere che si possa comunque cacciare tutto l’anno.
A ben vedere le norme introdotte sono più restrittive di quelle sino ad oggi in vigore, poiché sono stati per la prima volta espressamente introdotti nuovi divieti, fra cui quello dell’esercizio venatorio, per ogni singola specie, durante il ritorno al luogo di nidificazione, durante il periodo della nidificazione e le fasi della riproduzione e delle dipendenza degli uccelli. Ciò per ciascuna specie, anche per quelle che nidificano a settembre, data di apertura della stagione venatoria: il contrario, quindi, della pretesa “deregulation” propinata dall’autore e da nessuno auspicata.

Ma di far rilevare questi aspetti nessuno si è curato, come del resto nessuno si è curato di interpellare alcuna associazione del mondo venatorio, essendo state sentite le sole organizzazioni ambientaliste, che hanno ovviamente dato il” loro” punto di vista.
La notizia, così come resa nell’articolo, appare tesa unicamente a suscitare una ondata emotiva da utilizzare più come una critica politica contro l’attività del Governo che come argomento contro la caccia, ma tale censurabile uso della categoria, che si sottrae a siffatto tentativo di strumentalizzazione, offende ed umilia i cacciatori, che finiscono per essere indirettamente rappresentati come cittadini incuranti delle leggi italiane, delle direttive europee, dell’ambiente e della fauna.
L’ANLC si augura pertanto che le prossime notizie siano rese con spirito obiettivo, nell’ambito di un dibattito serio e scientifico, e non, come avvenuto, con intenzioni meramente sensazionalistiche”.
Distinti saluti
Avv. Giorgio Benedetti
Avv. Laura Caporalini

Scarica la raccomandata a Repubblica

Category: .In Evidenza, ANLC

Comments (41)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. giannirm scrive:

    ERA ORA!

    • peppecri scrive:

      E LE ALTRE ASSOCIAZIONI …… STANNO A GUARDARE???

    • Roberto Traica scrive:

      Si era ora e ne sono contento ;però a parer mio doveva essere fatto prima ,quando hanno cominciato a sparare caz@@te a dx e a manca.E’ una vita che vado dicendo ,rispondiamogli a lettere cubitali come fa questa razza di bugiardi denigratori di un popolo quale il nostro al di sopra di ogni sospetto. :idea:

      • Bravo Roberto. C’è chi non risponde e chi lo fa in ritardo. Sembra un film già visto. Per me hanno perso tutte un po’ di credibilità.

      • Giacomo scrive:

        Grande Traica ………. :wink:

      • lucapress scrive:

        discorso giusto, ma cerchiamo di vedere il bicchiere mezzo pieno,anche se tardi è comunque stato fatto qualcosa e chissà che questo ora dia una smossa ad altre associazioni!

        • Roberto Traica scrive:

          E’ la speranza che abbiamo tutti ,che queste aavv si diano una mossa .iNTANTO NOI STIAMO PENSANDO AL TEMPO CHE ABBIAMO PERSO .Continuiamo a leccarci le ferite, con la speranza che queste si rimarginano.Quando vedrò scomparire certa gentaglia ,solo allora mi sentirò guarito.Il mio più grande pensiero a livello venatorio è di avere una sola av .Ma credo che questa rimarrà solo pura utopia.Un abbraccio al popolo cacciatore. :wink:

  2. pietro3 scrive:

    bravissimo, un consiglio, fai che questa denuncia la leggano e la sentano tutti gli italiani, ci serve un corridoio mediatico importante, ciao

  3. Giovanni Aiello scrive:

    Bravi grandissimi, fategli vedere che noi non dobbiamo subire passivamente le loro menzogne. Continuo a dire che mi vergogno della Fidc nazionale. Ma che non sono per caso Associazione dei Cacciatori? Forse sono passati al nemico? Sveglia che stavolta un’altra batosta è in arrivo in fatto di tessere cari dirigenti Fidc. :evil: :evil: :evil:

  4. francescorm scrive:

    Non era forse meglio se tale richiesta fosse partita da un UFFICIO LEGALE UNICO, che rapresenta tutte le AAVV, e idirizzato a tutti i Giornali e Televisioni che imperterriti continuano ad infangarci con menzogne strumentali con il solo scopo di destabilizzare l’opinione pubblica nei confronti della caccia e dei cacciatori?

  5. grifonenero scrive:

    Ci si può prendere diffamazione a mezzo stampa per molto meno.
    Cianciullo semini bugie (es. caccia tutto l’anno, civette legate a stesta in giù, sparatutto) raccogli tempeste…

  6. Peppe scrive:

    Spero solo che la Liberacaccia non venga lasciata sola a combattere questa battaglia e che anche altre AAVV si uniscano in questa lotta per replicare punto su punto a queste menzogne.

  7. Il Fischione scrive:

    Forse servirà a poco (oppure a niente) ma comunque dimostra che qualcosa si può tentare di fare per mettere un freno a questa vergognosa disinformazione. E’ importante comprendere che TANTISSIMI politici, almeno quelli non catechizzati dagli animalisti, hanno un atteggiamento così ostile nei nostri confronti solo perché influenzati da quei famosi titoloni ad effetto che sono un’offesa alla verità.
    Bravo Paolo Sparvoli e brava la ANLC. Grazie

  8. Alessandro Cannas scrive:

    Per adesso e’ un invito alle scuse e alla corretta informazione..Se non accade,in due giorni, 8) passeranno alle vie di fatto,,,

  9. stiv scrive:

    BRAVI !

  10. Antonio Pinotti scrive:

    Buongiorno,

    nel taccuino inviato dieci minuti fa agli esclusivisti, dal titolo “Il Carro di Tespi”, concludo proponendo una iniziativa nazionale che con maggiore evidenza, se accoltà, potrà dare maggiore risalto alle nostre ragioni. In ogni caso plaudo all’iniziativa, che d’ora in poi lo scrivente, ripeterà a titolo personale per altre evenienze, accolloandomi in proprio le spese che saranno contenute per l’amicizia che intrattengo con tanti amici avvocati. Io non sono ricco, anzi più povero che ricco. Ma per una soddisfazione……

  11. Antonio Pinotti scrive:

    “accolta” e non “accoltà” mi scuso ma è dalle tre di questa mattina che stò lavorando.Oggi con la penna e non con la zappa, perchè piove, piove, piove, piove! E poi sono stato, da una buona persona, dichiarato vecchio e quindi a che servo?

    • SPRINGER scrive:

      Vecchio lei ???? Forse anagraficamente ” non piu’ giovane ” , ma in quanto ad attivismo , grinta e voglia di fare ( e ” qualita’ ” del suo fare ) molto ma molto piu’ giovane e utile di tanti giovani .
      Non conosco i dettagli di quello che le e’ successo , ma su questo stia sereno sig. Pinotti :wink:

  12. Antonio Pinotti scrive:

    Visto che è vero ! “accollandomi” e non “accolloandoni”.

    • francescorm scrive:

      Buongiorno anche a te,Antonio,credo che nessuno di noi,almeno del sito,si tirerebbe indietro nel contribuire alle spese sostenute per una buona causa,tanto più se mirata a difendere la nostra dignità e onorabilità di uomine e cacciatori.Un abbraccio FC

  13. stiv scrive:

    CHIEDETE DENARI INVECE DELLE SCUSE CREDO CHE GLI PESI DI PIU’ TIRARE FUORI I SECONDI CHE CONCEDERE LE PRIME !
    E DI SICURO AL GIORNALISTA CHE SCRIVERA’ IL PROSSIMO ARTICOLO SARA’ RICHIESTA PIU’ ATTENZIONE.

  14. Felice scrive:

    TANTO TUONò CHE PIOVVE ! Era ora

  15. fabrizio scrive:

    BRAVO PRESIDENTE SPARVOLI, BRAVA LIBERA CACCIA !!!!

    MI DUOLE MOLTISSIMO DOVER RILEVARE CHE A ME NON RISULTA CHE FEDERCACCIA NAZIONALE ABBIA MAI PRESO INIZIATIVE SIMILI ……..

    EPPURE IL PRESIDENTE DALL’ OLIO E’ UN AVVOCATO DI CHIARISSIMA FAMA.

    SPERO CHE D’ ORA IN AVANTI IL BUON ESEMPIO DATO DA LIBERA CACCIA SIA ACCETTATO ANCHE DALLE ALTRE ASSOCIAZIONI VENATORIE !!!

    E’ LI CHE BISOGNA AGIRE!!! SULL’ INFORMAZIONE !!!

    NON POSSIAMO LASCIARE CHE IL MONDO DELL’ INFORMAZIONE RESTI MONOPOLIO DEI NOSTRI NEMICI E DELLE LORO MISTIFICAZIONI.

    Fabrizio Bonuccelli
    vice presidente federcaccia camaiore

  16. lucas scrive:

    Ottima A.N.L.C.!

    Ma…non vi accorgete di un assordante silenzio..? :mrgreen:

  17. Il Fischione scrive:

    Già, troppo silenzio!
    E quello che dispiace di più è il silenzio di tante “consorelle” e di alcuni siti (per esmpio ladeadellacaccia) che pur conoscendo il comunicato non ne fanno parola. E qualcuno va ancora cercando di sapere di chi è la colpa di un vero coordinamento! La risposta sta nel silenzio, amici.
    La risposta cercatela nei silenzi!!!!!!

  18. Il Fischione scrive:

    Dopo vero e prima di coordinamento va aggiunto “MANCATO”.
    Scusate

  19. Valerio scrive:

    Bravo presidente Sparvoli e’cosi che si fa ,speriamo che le altre associazioni venatorie ne prendano esempio.

    Fabrizio,

    non avevi detto che Federcaccia a piccoli passi si stava muovendo?

    Forse i passi li sta faccendo all’indietro,come del resto e sempre stato.

  20. Giusti Giacomo scrive:

    E` si! Valerio!!
    Di solito sono i fratelli/sorelle maggiori a indirizzare i piu piccoli/e,e guidarli,verso il buon senso,in questo caso e`l’inverso.

  21. Gioacchino scrive:

    Il 9 Marzo ero a Roma per la grande manifestazione , l’unica o quasi associazione venatoria presente oltre alla CONFAVI era ANLC. Cambierò associazione il prossimo anno . Sarò anche io ANLC. GRAZIE ANLC. :D

  22. Fabio scrive:

    Debbo dire che sono contento di questa risposta , che sarebbe potuta giungere già mesi fa quando tutti ci tiravano cacca, ma capisco che forse anche la nostra associazione per riguardi politici non ha voluto sollevare problemi, in special modo ai condottieri Berlato e Orsi che sulle nostre spalle si sono mantenuti , per non parlare poi del Buciardella. Cari amici cacciatori non esiste serietà in Italia, solo compromessi Al nord fanno i ca@@i loro su deroghe e pareri , mentre il resto D’ITALIA DEVE SOLO SPERARE.
    ANLC la serietà al momento giusto, e non dopo li fochi come dimo a Terni.

    • Noi non cacciamo storni,fringuelli ,peppole,ma mi sono sempre chiesto come mai al nord si riesca ad applicare le deroghe verso tali ed altre specie senza problemi, mentre dalle altre parti no……………………..chissà????!!!!!!!!!!!!!!saluti :roll:

      • lucas scrive:

        “Senza problemi” non direi… hai dimenticato tutto il teatrino dell deroghe di quest’anno in Veneto..?

        • Fabio scrive:

          Tutta una farsa , hanno sparato eccome, adesso che pensate che la furbata di Febbraio l’hanno fatta per noi o per i lagunari?
          capisco le idèè politiche ma capiamo anche le prese per il c@@o.

  23. Giulio Usai scrive:

    Una iniziativa non solo necessaria ma che avrebbe dovuto trovare la condivisione di tutte le Associazioni Venatorie perchè la risposta del mondo della caccia su questi attacchi vergognosi dovrebbe essere sentita da tutti.
    Quando mai le AA.VV. decideranno che è il momento di riunirsi intorno ad un tavolo per trovare un coordinamento serio nell’interesse dei cacciatori e della caccia???

  24. giovanni59 scrive:

    Quando mai le AA.VV. decideranno che è il momento di riunirsi intorno ad un tavolo per trovare un coordinamento serio nell’interesse dei cacciatori e della caccia???…. mah… Usai, ti sembrano domande da fare.Saluti. :cry:

Leave a Reply


+ 2 = 7

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.