Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

ANUU: Bana ha deciso di lasciare

| 20 aprile 2010 | 18 Comments

PER UNA COMPATTA ASSEMBLEA NAZIONALE

Tutti a Bergamo, 23-24 aprile 2010 Cari Amici, non sembri strano che un Presidente, che ha iniziato la sua attività venatoria con il semplice permesso del padre appena compiuto il sedicesimo compleanno, dopo oltre cinquant’anni di militanza associativa ai vari livelli in un’organizzazione che ha visto nascere quando ancora aveva i calzoni corti, decida di lasciare!
In occasione della 52^ assemblea nazionale tale decisione verrà ufficializzata, ma era doveroso anticipare la notizia con questa lettera a tutti i soci e ai dirigenti, che hanno vissuto entusiasmanti anni di crescita dell’ANUU Migratoristi sia a livello nazionale, con un forte rapporto collaborativo con le istituzioni, sia a livello europeo diventando il punto di riferimento delle nostre cacce all’estero, che senza di noi sarebbero state dimenticate perché nessuno mai avrebbe curato l’immagine venatoria italiana all’estero. Lascio, quindi, un’Associazione fortemente radicata sul territorio.
Lascio un’Associazione organizzata a ogni livello. Lascio un’Associazione che punta tranquillamente al ricambio generazionale con giovani che possono essere l’espressione di una nuova classe dirigente aperta a colloqui concreti con la società civile in cui operiamo.
Lascio, pertanto, un’Associazione in mano a giovani che abbiamo preparato in tutti questi anni, con la certezza di averli con noi nell’interesse delle cacce tradizionali italiane nel contesto più ampio del Bacino del Mediterraneo che deve essere parte integrante dell’Europa e non farsi emarginare dalla medesima.
La 52^ Assemblea nazionale dell’ANUU Migratoristi vedrà il cambiamento di molti Gruppi comunali, di Presidenze provinciali e regionali perché un assestamento organizzativo è opportuno per un volto sano di un’associazione che non ha mai perseguito interessi di “bottega”, bensì il bene comune della caccia italiana. L’unico rammarico che posso nutrire è quello di non essere riuscito a riportare all’Unità il mondo venatorio italiano, che pure per me è stato ed è motivo preminente ogni qualvolta incontro le altre consorelle europee, perché essere così divisi verso i nostri colleghi esteri è un sintomo di debolezza e incapacità gestionale che attesta la prevalenza di interessi parziali e, forse anche, personali su quello generale della caccia.
In questi ultimi anni, abbiamo consolidato l’aspetto tradizionalmente più importante della nostra organizzazione in campo scientifico con le ricerche di dati sui prelievi venatori (iniziati fin dal primo anno di costituzione dell’ANUU Migratoristi nel 1958), oggi diventati con il progetto “ARTEMIS” una sfida per l’Unione Europea per contrapporre dati reali all’immaginario ecologista in camice bianco, portatore talvolta di grossi interessi economici. Abbiamo rafforzato l’informazione attraverso il periodico “Migrazione & Caccia”, diventato un’eccellenza nel panorama dei periodici venatori associativi, cui si sono aggiunte la “Lettera del Migratorista”, la “Lettera del Legale” e “La Nostra Terra” ed altre ancora pubblicazioni per avvenimenti particolari. Abbiamo rivalutato l’impegno sul territorio attraverso la “Giornata del Verde Pulito” e il “Progetto Sorgo” per la tutela della

Avv. Giovanni Bana

Avv. Giovanni Bana

biodiversità, quando nessuno ancora ne parlava, cooperando con il mondo agricolo e, in primis, con la Coldiretti. Abbiamo coltivato un rapporto costante con l’Europa nell’ambito di FACE (Federazione delle Associazioni dei Cacciatori Europei), costituendo inoltre FACE Med per il Mediterraneo e l’AECT per le cacce tradizionali, inventando il Campionato Europeo di Chioccolo, molto apprezzato per la divulgazione della nostra cultura di “meridionali d’Europa”.
Abbiamo individuato nel Consiglio d’Europa e nel Parlamento Europeo i nostri punti di riferimento istituzionali, trovando pieno rispetto e accoglimento per le nostre iniziative. Abbiamo istituito “Caccia in Cucina”, giunta alla sua IX edizione, con un crescente successo di partecipazione del pubblico sul territorio. Abbiamo fatto tanto con grandi e piccole iniziative, tutte consegnate alla vostra memoria. Buon lavoro a tutti e un arrivederci presto a Bergamo.
Il Presidente (Avv. Giovanni Bana)

http://www.anuu.org

Category: .In Evidenza

Comments (18)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. massimo zaratin scrive:

    I have a dream!

    Vorrei un giorno vedere presidente di una associazione venatoria un uomo con questi 3 requisti, meglio se una donna ma non oso chiedere così tanto:

    1) trentenne
    2) laureato
    3) attivo

    :roll:

    • Gino Melfi scrive:

      Caro amico, voglio raccontarti una storiella, quando l’A N N U non più tardi di qualche anno fà ebbe l’occasione, nella nostra Provincia, quella di Salerno di cambiare i suoi quadri dirigenziali proponendo persone giuovani e preparate, in pratica quelle che tu auspichi, preferì tenersi chi chiamava l’A N U U ” anù ” e chi parlando del WWF diceva ” BU BU EFFE o al megio GU GU EFFE. Evidentemente era quello che piaceva tenere allora alla dirigenza Nazionale. Oggi non è che sia cambiato gran chè. Se questo è il ricambio generazionale che stà cercando Bana aquguri e poveri noi. Gino Melfi.

      • massimo zaratin scrive:

        Immagino…sono quelli con i quali è impossibile qualsiasi forma di dialogo perchè alzano subito la voce, si arrabbiano e diventano rossi :cry: :cry: :cry:

  2. grifonenero scrive:

    Grazie Presidente per tutto quello che ha fatto e farà !!!

  3. Alessandro Cannas scrive:

    Non mi piace questa decisione…..Assolutamente…Mi fa riflettere..Non ci credo al ricambio generazionale..Assolutamente…..

    • lucas scrive:

      Ha parlato la Sibilla cumana. :mrgreen:
      Sii più esplicito!

      • Alessandro Cannas scrive:

        Se dovesse passare la linea animalista a veder falcidiato il calendario, in cambio di 4 deroghe(mo pure quelle sulla forca)..Credi che sia una bella faccenda? Come potra esser giustificata ai cacciatori che si aspettavano tutt’altra cosa?

    • massimo zaratin scrive:

      Non credo nemmeno io ad una decisione presa per un sano, lecito, dovuto ricambio generazionale. Che sia da sperare però che questo avvenga sta nel cuore di tutti…o quasi tutti! Se riuscissimo ad avere per ogni associazione una persona con i requisiti che ho suesposto, sono convinto che tutti i nostri problemi scomparirebbero entro quest’anno. Non servirebbe neanche più parlare di unità perchè verrebbe in automatico…o meglio, non servirebbe più! :wink:

      • Daniele scrive:

        Servono organi direttivi eletti direttamente dalla base e con “quote giovani” di cui
        1/3 (minimo) fino a quaranta anni (obbligatorio)
        1/3 (minimo) da quaranta a 65 (obbligatorio)
        1/3 da 65 a 75 (facoltatitvo)

        in questo modo favorisci il ricambio generazionale, e allo stesso tempo consenti ai giovani di cresce e fare esperienza con tutta calma.
        :P

  4. Diego scrive:

    La decisione era ufficiosa già da un pò di tempo.
    Sono doverosi i ringraziamenti nei confronti dell’Avv. Bana, persona disponibile e preparata.
    Ora per Anuu si apre una nuova era e sono sicuro che il prossimo Presidente (auguri Marco) sarà all’altezza per queste nuove sfide.

  5. Giacomo scrive:

    Non ci vuole solo un ricambio generazionale ci vuole un ricambio di teste…….. Giovani si ma innanzitutto sono veri cacciatori ambientalisti………. E mi sembra di aver detto tutto.

  6. Mario Bartoccini scrive:

    Esimio Avv. Bana,
    a nome mio personale e del Club Cacciatori “Le Torri” di Perugia, Le esterno grande considerazione e rispetto.

    Da tanti anni ormai seguiamo il Suo accorato impegno in favore della cultura agreste e della tensione venatoria, rendendoLe ampiamente merito in ogni convegno, in ogni convivio, in ogni dove.

    Ed è in conseguenza di tante Sue giuste proposizioni lunense, che insistiamo nel combattere la cultura dell’odio, nel contrastare la cecità animalista, nel rigettare personaggi asfittici che speculano sulla nostra ingenuità e sulla nostra buona fede, nel contrastare i camaleonti che serpeggiando escono alle cheticella dalle “loggie” per infiltrarsi tra di noi.

    La Sua lungimiranza è dimostrata dalla buona volontà in direzione del ricambio generazionale.

    GRAZIE PER QUANTO HA FATTO!
    GRAZIE PER QUANTO ANCORA POTRA’ FARE!
    Deviti ossequi.

    Mario Bartoccini (neo portavoce del Club Cacciatori “Le Torri”).

  7. Peppe scrive:

    Sarebbe ore di “Svecchiare ” molte dirigenze venatorie e con esse riqualificare le stesse con persone giovani, poco inquinate dai vari faccendieri di turno, preparate e con dei progetti seri e snelli nella testa. Persone non votate all’immobilismo ma che al contrario capaci di argomentare e tenere testa alla faziosità e le menzogne anticaccia. Persone con una visuale diversa della caccia Italiana. Capaci di ascoltare e riflettere. Capaci di saper prendere delle decisioni nel bene comune di tutti i cacciatori ( a prescindere dal colore e dalla bandiera ) sapendo mettere da parte gli interessi personali. Persone capaci e con voglia di fare e di costruire ( e non carrozzoni ) , intelligenti e aperti al dialogo e al contraddittorio. Capaci di crescere nel contraddittorio e di riuscire con esso a riallacciare un dialogo con il mondo cittadino che vede ormai ( a colpa del silenzio delle passatre AAVV e delle menzogne animaliste ) il caccioatore come uno stupratore della natura.
    Prendo atto del coraggio dell’Av. Bana a “mollare” la poltrona. Non sarà facile per altri che nella poltrona e per quella grassa poltrona sono pronti a sacrificare tutto e tutti :evil: .

  8. coturnat scrive:

    le associazioni venatorie tutte hanno portato al declino della caccia e della figura del cacciatore e la colpa non puo’ che essere di tutti i dirigenti pertanto visto a che punto ci hanno portato ben vengano le dimissioni di tutti dimissioni che arrivano a mio avviso fin troppo tardi e lasciano finalmente spazio a chi crede ancora nella cultura venatoria italiana ed ha forza e volontà di combattere come ben evidenziato a Roma il 9 marzo 2010.

  9. massimiliano@54 scrive:

    be sinceramente non apprezzare quanto fatto in questi anni dall’ avvocato bana e dall’ anuu mi sembra ingeneroso, senza contare che l’anuu ha una classe dirigente di primissimo ordine che nessun’ altra associazione venatori possiede.

  10. Mario Bartoccini scrive:

    Signor PEPPE, attima analisi … complimenti!

    Reta inteso che l’Avv. Bana è uomo di gran valore.

    Se ricordo bene è l’unico dirigente venatorio italiano che si è addentrato nella problematica tecnica, lungi da oziose e diverse conclusioni.

    Vale il rispetto che merita.

    P.S. Non sono socio ANUU.

  11. fedeli massimo scrive:

    Io invece credo che tutti i dirigenti venatori negli ultimi 20 anni non hanno capito nulla, concedendo , arretrando, e sopratutto incapaci di dirigere correttamente l’arte venatoria e i praticanti di quest’ultima, dirigenti che praticavano caccia nelle afv e all’estero se nè fregavano di quei poveracci come noi che si barcamenano x i nostri territori oramai devastati e privi di selvaggina, non conoscendo nulla di tecnica faunistica, di catture di allevamento a cielo aperto, e di caccia ai nocivi, ci appagavano e ci appagano con animali da 8 euro che durano sul territorio 3 giorni quando va bene, avanti così che la fine è vicina, grazie :!: :? :mrgreen:

Leave a Reply


7 + 4 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.