Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Pescatore denunciato x aver fatto soffrire il pesce

| 3 febbraio 2010 | 27 Comments

SVIZZERA: Pescatore assolto per aver fatto soffrire un pesce, forse il ricorso

luccioZURIGO – L’avvocato degli animali del canton Zurigo Antoine F. Goetschel sta valutando la possibilità di un ricorso contro la sentenza di ieri del tribunale distrettuale di Horgen, che ha assolto dall’accusa di maltrattamento un pescatore: l’uomo aveva lottato per una decina di minuti con un luccio di ragguardevoli dimensioni ed era stato denunciato per aver fatto soffrire il pesce. Per Goetschel si tratta anche di una questione morale.

La corte si è concentrata solo sulla normativa vigente relativa alla pesca, senza tener conto della legge sulla protezione degli animali, si lamenta il giurista in un’intervista pubblicata oggi da “20 Minuten Online”. A suo avviso il giudice non ha risposto alla domanda centrale del caso: può un pescatore essere condannato per maltrattamento? In Germania al quesito, in una sentenza del 1993, è stata data risposta affermativa: manca invece un decisione in merito da parte di un tribunale svizzero, spiega il dottore in legge.

Per Goetschel la questione va però al di là del puro aspetto giuridico. All’avvocato titolare di uno studio a Zurigo disturba il modo in cui il pescatore si era vantato della sua cattura sulla stampa. In un articolo del “Tages-Anzeiger” dedicato alla pesca da record l’uomo aveva sottolineato come fosse riuscito a domare un luccio di 116 centimetri, con tanto di classica foto da trofeo (oggi non vuole per contro più essere riconoscibile perché teme attacchi di animalisti).

Goetschel traccia un parallelo con i safari in Africa di inizio Novecento, quando il cacciatore, dopo aver abbattuto il leone, si faceva fotografare sorridendo con un piede sulla testa della sua preda. Questo genere di scatti “è una provocazione” per chi ama gli animali, sostiene lo specialista 51enne. Si tratta di “comportamenti insensibili nei confronti delgli animali, atteggiamenti dominanti ormai fuori moda che fanno arrabbiare molti”.

Cosa occorre quindi fare, proibire la pesca? “Per me non si tratta assolutamente di questo, pescare è permesso e la maggioranza della popolazione è favorevole”, puntualizza l’avvocato. Ma il fatto che un pesce debba lottare a lungo prima di morire è rilevante, dal punto di vista della protezione animali: se un cane o un gatto viene fatto morire per sfinimento la questione è chiara, fa notare.

Ma concretamente, come dovrebbe comportarsi il pescatore? “Se si accorge di avere all’amo un pesce di ragguardevoli dimensioni, che combatterà a lungo per la sua sopravvivenza, deve tagliare la lenza“, risponde Goetschel. Per il pesce è meglio vivere con un amo attaccato? “L’amo non rimane in bocca, arruginisce e si rompe”, spiega il giurista. Dopo alcune settimane, forse, ribatte l’intervistatore: questo non è forse maltrattare una bestia? “Probabilmente meno che coinvolgerlo in una lunga lotta”, taglia corto Goetschel.

Ma un avvocato degli animali non ha nulla di meglio da fare?“, chiede infine il cronista, facendosi portavoce delle numerose reazioni raccolte sul forum del giornale. “Il grosso del mio lavoro ha a che fare con cani, mucche e gatti, seguiti dai maiali. Questo caso è sotto diversi aspetti unico”, risponde Goetschel.

ATS

Tratto da http://www.tio.ch

Category: .In Evidenza, Curiosità, Generale

Comments (27)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. andrea 85 scrive:

    Siamo ormai arrivati all’ ammazza caffè, la frutta l’ abbiamo già digerita :? 8O :roll: …..

  2. Traica Roberto scrive:

    Non c’è piu neanche il bisogno di commentare certe nefadezze, classiche di chi non capisce un emerito ca@@o. Altro che frutta Andre’

  3. francobarca scrive:

    …un amo che in poco tempo arrugginisce???????deve tagliare la lenza se il pesce fà resistenza(fà anche rima)???????
    Attenti pescatori,che quando hanno finito con la caccia tocca a voi.
    Non vi farebbe male venire a Roma….
    Saluti.
    P.S. Certo che la gente non ha proprio nulla da fare. :roll:

  4. andrea 85 scrive:

    Vero Sig. Traica :? …Mi permetto di porle una domanda: in che condizioni si trova il Trasimeno ora, dal punto di vista ittico-faunistico-ambientale? Le porsi ancora questo quesito, in un post passato, in quanto mi era parso, leggendo alcuni suoi commenti, ne fosse discretamente informato, ma evidentemente non lo lesse :(
    Auguri in ogni caso per la sua guarigione :o …

  5. massimo zaratin scrive:

    Come ho già avuto modo di scrivere tempo fa, un mio amico che organizza gare nei laghetti di pesca sportiva, gli animalisti hanno chiesto di usare i sacchi neri e non quelli trasparenti per non far vedere al loro interno il pesce morto! …e c’è pure chi con queste condizioni si permette di politicizzare la questione e non aderisce alla manifestazione del 9 marzo organizzata proprio contro queste assurdità!

  6. SPRINGER scrive:

    Mah ……… c’hanno proprio niente da fa’ .
    Comunque arrivare a questi livelli e’ cosa preoccupante .

    • Ezio scrive:

      Benvenuto tra i comuni mortali!!!… :mrgreen:

      Certo, ero convinto che un fatto del genere poteva capitare solo in Italia…

      Perciò, la preoccupazione aumenta… :cry:

      • SPRINGER scrive:

        Converrai con me che questo e’ proprio il colmo sentirselo chiedere ( slamare un pesce ) . Altra cosa condivisibile sarebbe quella di porre fine immediatamente alle sue sofferenze con una botta in testa piuttosto che lasciarlo a dibattersi agonizzante un quarto d’ ora per terra .
        Comunque confronto agli ” svizzeri ” i nostri animalisti sono delle innocue ” gattare ” :mrgreen: .

  7. SPRINGER scrive:

    massimo zaratin

    c’è pure chi con queste condizioni si permette di politicizzare la questione e non aderisce alla manifestazione del 9 marzo organizzata proprio contro queste assurdità!
    ___________________________________________________________________________

    Manifestazione a sua volta politicizzata e snaturata dall’ iniziale e condivisibile ” senso ” .
    Per questo in molti non hanno aderito e non ci andranno .
    Occhio al flop …….. :roll:

    • massimo zaratin scrive:

      Si dai…poi, come il nostro amico Cannas, potrai anche tu dire …ma io ve l’avevo detto! :D

      • SPRINGER scrive:

        Se dovesse andar male ( come temo visto le ultime notizie ) l’ eventuale diritto credo nessuno me lo possa togliere visto che da sempre sono stato contrario prima alla modifica alla 157 , poi alla manifestazione pro modifica alla 157 . Chi meglio di me sarebbe eventualmente legittimato a farlo ??
        Sulla prima ci ho indovinato e sulla seconda probabilmente anche .

        Comunque , comunque vada non diro’ niente e per tre semplici motivi :

        1) Se va bene nel senso che i partecipanti sono numerosi ( cacciatori in primis ) e raggiunge l’ effetto di sensibilizzare la classe politica e l’ opinione pubblica ad una maggiore attenzione nei nostri confronti , cosa praticamente impossibile viste le premesse fatte piu’ volte , con tutto quello che ho detto contro mi CONVIENE star zitto :mrgreen:

        2) Se non va bene , sarebbe una sconfitta per tutti . Sia per quelli che hanno deciso di parteciparvi sia per quelli come me che hanno deciso di non farlo perche’ poi la controparte presentera’ sicuramente il conto . E sara’ molto salato e lo paghero’ anch’io .
        Percio’ avro’ poco poi da esultare o sbeffeggiare .

        3) Perche’ se dovesse esserci un numero di partecipanti inferiore alle aspettative e/o alle effettive necessita’ che merita un tema , Caccia e sostegno alla modifica alla 157 , difficile da trattare in Italia senza sollevare il caos piu’ totale , difficilmente si riconoscera’ di aver fallito l’ obbiettivo . Anche se facesse flop verra’ spacciata per la madre di tutte le manifestazioni , la vittoriosa ” Marcia su Roma ” di mussoliniana memoria . Di fatto impedendo qualsiasi critica .
        Mi restera’ comunque la soddisfazione personale di averlo capito prima di altri .

        • SPRINGER scrive:

          Manca , non so come mai , un pezzetto importante .
          L’ ultima frase va cosi’ corretta :
          Mi restera’ comunque la soddisfazione personale :mrgreen: di aver fallito o di averlo capito prima di altri .
          :wink:

  8. Diego scrive:

    Prima o poi arriveranno anche addosso ai pescatori….:roll:

  9. renato scrive:

    Ma la svizzera è sempre stato un paese strano

  10. pino56rm scrive:

    “Se si accorge di avere all’amo un pesce di ragguardevoli dimensioni, che combatterà a lungo per la sua sopravvivenza, deve tagliare la lenza“, risponde Goetschel”

    Ma questo è veramente un fenomeno!!!! Tagliare la lenza!!!!! Così il pesce va in giro con 20 o 30 metri di filo che gli esce dalla bocca. Attenti, pescatotori italiani, che se qualche animalambientalistecologista nostrano legge sta notizia, sò c@@@i vostri!!!!!

  11. fabrizio scrive:

    siamo al piu’ assoluto degrado intellettuale………e’ una situazione da barzellette…….

    la predazione e’ un fatto naturale e solo nel contesto di una sensibilita’ etica distorta e delirante si puo’ arrivare al punto di voler vietare SOLO ALL’ UOMO l’ attivita’ predatoria.

    ammazzare e mangiare gli animali e’ un diritto naturale, tanto piu’ che noi siamo specie predatrice, altrimenti certi Soloni dovrebbero spiegare come mai siamo ai vertici della catena alimentare…….. ci siamo arrivati mangiando solo cipolle e broccoletti forse?

    soffrenza? ma e’ stata dimostrata, misurata e comparata a quella umana………. e che vuol dire “dolore” in animali con un sistema cerebrale approssimativo rispettto a quello umano? .e con quali mezzi la soffrenza si puo’ misurare? e se anche fosse quali e quanti predatori si preoccupano della soffrenza delle vittime, a parte l’ uomo?

    Fabrizio

    • Fromboliere scrive:

      Io sostengo da sempre che tali attività debbano poter essere anche intese come approvvigionamento alimentare. Contrariamente non si può obbligare nessuno ad andare nei negozi e spesso a farsi pure avvelenare.

  12. Giacomo scrive:

    Se mi accorgo che il pesce e grande sicuramente non lo faccio soffrire……………. non taglio la lenza me lo vado a prendere a nuoto………. Ma che testa ………. :wink:

  13. renzo scrive:

    Caccio dalla maggiore età e anche prima.. Ne ho 54 ( quasi ) . Pesco da quando di anni ne avevo SEI.
    Un grande pesce pescato era sempre stato una gioia e fonte di complimenti di parenti e amici. Anche invidia di qualcun altro.

    ORA GLI ANIMALISTI CI DENUNCERANNO PER MALTRATTAMENTO SE INFILZIAMO LA CAMOLA O IL VERME SULL’AMO ! ALTRO CHE TAGLIARE LA LENZA .
    LA STUPIDITA’ UMANA ( di questi, ovvio…) E’ TALMENTE PALESE CHE E’GIA DIVENTATA PERICOLOSA ASSAI.

    E non riesco a prenderla come notizia risibile, anzi . Ma molto pericolosa.
    Renzo

  14. pluto scrive:

    x renzo ….an ragione !!infatti va di moda il susci !!bisogna mangiarlo vivo .

  15. Franco Bimbi scrive:

    L’avvocato animalista ha per me perfettamente ragione,collocandosi per cercare consensi e futuri clienti
    nella moda di oggigiorno.
    Siamo noi che non vogliamo renderci conto che il mondo è cambiato radicalmente,che sono tollerati coloro che fanno uso di droghe,padri di famiglia che si accompagnano con travestiti,personagi di certa onestà intellettuale che tengono in casa 40 gatti ,promotori di leggi che stabiliscano che si può detenere un cane solo dentro un box di 15 metri quadri,altrimenti è maltrattamento di animali..
    Signori aggiorniamoci,siamo vecchi e il mondo è dei giovani.
    ALLORA FERMATE IL MONDO ,VOGLIO SCENDERE!!!

  16. Sololasipe scrive:

    Un accorato appello:
    Dopo aver fatto pipì,non sgrullatelo,altrimenti sarete condannati per maltrattamenti all’uccello! :oops: :oops: :mrgreen:

  17. lucas scrive:

    Questi sono da manicomio. Invece da noi la loro tendenza influenza perfino il parlamento e il governo.
    Poveri noi…

Leave a Reply


8 + = 16

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.