Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

FIDC Toscana, plaude alla nuova legge

| 29 gennaio 2010 | 10 Comments

Federcaccia Toscana: le nuove norme regionali passo avanti importante per la caccia, l’agricoltura, la gestione faunistica ed ambientale.

Prendiamo atto con soddisfazione dell’approvazione da parte del Consiglio della Regione Toscana, a larghissima maggioranza, con i soli voti contrari del gruppo Verdi-Se, delle modifiche alle Leggi Regionali 3/94 e 20/03.
Si tratta di un passo avanti importante che sviluppa concretamente, sulla base della buona esperienza di questi anni, il concetto di fondo della legge, che pone al centro la gestione del territorio e della fauna.
Il fatto che si affermi puntualmente che tutto il territorio è soggetto alla gestione faunistica, superando il dualismo anacronistico tra aree protette ed aree a gestione; che si definisca la finalità della pianificazione del “conseguimento delle densità ottimali tali da consentire la coesistenza fra le specie e con le attività dell’uomo presenti sul territorio”; che si rafforzi il principio della relazione fra risultati ottenuti e conseguimento delle risorse finanziarie; che si affronti con equilibrio e decisione il tema della eccessiva presenza di ungulati, è una risposta positiva non solo alle attese del mondo venatorio e degli agricoltori ma alle esigenze dell’intera società toscana.
L’accoglimento di una serie di emendamenti sollecitati dalla Federcaccia e dalle Associazioni venatorie (fra essi: Combattente tra le specie cacciabili, registrazione dei capi di migratoria a fine giornata) migliora ulteriormente il testo di partenza predisposto dalla Giunta ed affinato nella Commissione competente del C.R..
Possiamo dire che il confronto sviluppatosi nei due anni di lavoro fra preparazione e svolgimento della Conferenza della Caccia ha prodotto risultati apprezzabili e diffusamente condivisi, che costituiscono la miglior premessa per tradurre rapidamente in azioni concrete le previsioni legislative: è un impegno preciso che Federcaccia Toscana assume, assicurando il proprio contributo sia per il prossimo necessario passaggio ai regolamenti attuativi sia nell’opera di ogni giorno sul territorio e negli A.T.C.
Di particolare rilievo l’ordine del giorno votato dal Consiglio, anche in questo caso a larga maggioranza, che impegna la Giunta regionale ad assumere tutte le iniziative utili all’attuazione della norma (legge Finanziaria del 2001) che prevede il trasferimento alle Regioni del 50% dei proventi delle tasse di concessione governativa: norma tuttora inattuata che comporta la “sottrazione alla nostra Regione”, è scritto nell’Odg, di risorse “pari a 8 – 9 milioni di euro all’anno determinando così una forte penalizzazione soprattutto per il comparto agricoltura”.
Federcaccia Toscana sottolinea con piacere, infine, come ancora una volta in Toscana sulla caccia abbia prevalso la discussione sulle cose da fare, superando le divisioni di principio e di schieramento che da troppo tempo paralizzano invece, in Parlamento, ogni ipotesi di adeguamento della Legge nazionale.
Di questo va dato merito al governo regionale, alle forze politiche di maggioranza e di opposizione, ma anche alla maturità di un contesto associativo, in particolare le organizzazioni dei cacciatori e degli agricoltori, capace di assumersi impegni e responsabilità.

FEDERCACCIA TOSCANA
Firenze, 29 gennaio 2010

Category: .In Evidenza, Federcaccia, Toscana

Comments (10)

Trackback URL | Comments RSS Feed

Sites That Link to this Post

  1. FIDC Toscana, plaude alla nuova legge – Ilcacciatore.com | 29 gennaio 2010
  1. pispola67 scrive:

    Orgoglioso di essere toscano!! Hanno pure rimesso il combattente (che non so manco come sia fatto) e la segnatura a fine giornata, libera mobilità per la migratoria, possibilità di avere quanti Atc si vuole. Ora aspetto che qualche fetecchia governativa impugni la legge

    • Bagnolesi Giovanni Roberto scrive:

      come sarebbe a dire libera mobilità per la migratoria? E quante giornate si possono avere sempre per la stessa a livello regionale?

      • Traica Roberto scrive:

        X pispola67.Combattente o gambettone.Consulta l’enciclopedia della caccia.Ciao e in bocca al lupo.Gionni tu sei un inguaribile giramondo vieni al lago a vedere un po di pezzi bianchi .(Anatre di tutti i tipi)UN grande saluto amico mio.

  2. ilio scrive:

    La FIdC dice :Di questo va dato merito al governo regionale, alle forze politiche di maggioranza e di opposizione, e continua———-BLA BLA BLA e intanto il Governo Regionale senza spendere un centesimo in BURRO E VASELLINA ai cacciatori della Liguria Emilia Romagna e Toscana gli ha preparato questo antipastino

    Gli assessori all’ambiente delle regioni Liguria ed Emilia Romagna Franco Zunino e Lino Zanichelli e l’assessore alle aree protette della Toscana Marco Betti, hanno firmato un protocollo d’intenti per l’attuazione della Convenzione degli appennini, al fine di trasformare l’appennino in un grande parco d’Europa. Il programma prevede il monitoraggio di fauna ed ecosistemi e interventi mirati a fermare la perdita della biodiversità. Il progetto vede coinvolti Legambiente e i Parchi nazionali (dell’Appennino tosco emiliano, delle Foreste Casentinesi e delle Cinque Terre) e regionali (delle Alpi Apuane, di Migliarino-San Rossore e Massaciuccoli, dell’Alto Appennino modenese, delle Valli del Cedra e del Parma e di Montemarcello Magra).

    NON C’E’ CHE DIRE SIETE I MEGLIO NELLA PIAZZA
    :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  3. nino65 scrive:

    Ma siamo sicuri della storia degli ATC senza numero e delle venti giornate di mobilita’??
    Non si legge da nessuna parte…

    • Alessandro scrive:

      Nino non siamo sicuri no……La parte normativa che riguarda numero di ATC e mobilità delle 20 gg. è normata dal testo unico dei regolamenti regionali e non dalla leggi che sono state modificate. Per cui la nuova giunta eletta dopo le elezioni ed il nuovo consiglio regionale dovranno necessariamente apportare queste nuove modifiche da tutti sbandierate altrimenti rimarrà tutto come prima…….teleprenotazione compresa. Saluti

  4. carlo scrive:

    dove si può trovare questa benedetta legge.

  5. federico scrive:

    Qualcuno sa’ quando la regione toscana attuera’ e notifichera’ i nuovi regolamenti della nuova legge 3 2010. Voglio ricordare a tutti i beccacciai come me , che quest’ anno la caccia alla beccaccia si fara’ solo nell’atc dove si e’ iscritti, la mobilita’ delle 10gg con 2 atc non c’e’ piu’.

Leave a Reply


6 + = 10

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.