Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Grosseto, nei guai 4 guardie venatorie

| 21 gennaio 2010 | 33 Comments

Nei guai 4 guardie venatorie. Denunciate 3 “Gav” e un vigilante zoofilo della Provincia

L’operazione dopo l’esposto di alcuni cacciatori per alcune “vessazioni”: fra le ipotesi di reato l’abuso d’ufficio

GROSSETO. I loro accertamenti sui cacciatori sarebbero stati «vessatori ed esorbitanti» e avrebbero messo in luce il loro scarso equilibrio nello svolgere il loro lavoro di controllo sull’attività venatoria in Maremma.
Per questo ieri mattina tre Gav – acronimo che significa “guardie ambientali volontarie” – della Provincia di Grosseto e una guardia zoofila sono state denunciate e sospese dalle loro funzioni, secondo le richieste del pubblico ministero che poi sono state accolte dal Giudice per le indagini preliminari.
Per tutta la giornata, dalle 6 del mattino al tardo pomeriggio, uomini della Forestale e carabinieri hanno perquisito le loro case nel comune di Grosseto e in altri comuni limitrofi e sequestrato documenti e materiale informatico provenienti anche dagli uffici.
Per loro le ipotesi di reato sono pesanti: abuso di ufficio, violazione del segreto d’ufficio e falso ideologico in atto pubblico.
Tutto è iniziato qualche settimana fa. Le indagini sono partite da un controllo che gli indagati hanno fatto a un cacciatore che stava svolgendo attività venatoria in modo regolare nelle campagne attorno a Castiglione della Pescaia.
Pare, però, che già da tempo molti altri cacciatori grossetani lamentassero il comportamento dei quattro perché, oltre all’episodio di Castiglione della Pescaia, altre denunce e segnalazioni sono state fatte nei loro confronti, in passato e di recente, e ci sarebbe addirittura un esposto di decine di cacciatori esasperati per quelle che, a loro dire, sono state continue vessazioni durante i controlli.
Tra gli altri, si parla di un episodio simile a quello avvenuto a Castiglione ai danni, questa volta, di alcune doppiette nelle campagne di Cinigiano.
F.F.

Il Tirreno del 20/01/2010

Tratto da http://www.provincia.grosseto.it

Category: .In Evidenza, Toscana

Comments (33)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. andrea scrive:

    ovvia era l’ora che gli facessero il c..o…………….

  2. massimo zaratin scrive:

    Forse hanno esibito le rutilanti mostrine alla persona sbagliata! :D

  3. Pietro scrive:

    Mi chiedo perchè si debbano affidare i controlli venatori a pseudo-guardiani, non bastano le Forze dell’Ordine preposte. Questo e poi il risultato. Evidentemente ci sono troppi soldi da spendere e ci lamentiamo che stiamo con le braghe completamente bucate. Non è accettabile questo. :evil: :evil: :evil: :evil: :evil:

    • Federighi Alessandro scrive:

      Quoto al 100%!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Organi di controllo solo PROFFESSIONISTI!!!!!!!!!!!!!!! I volontari a fare controlli solo nei parchi ed oasi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!adieusu!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! :twisted: :mrgreen: :roll:

  4. alessandro fulcheris scrive:

    Questa è una di quelle buone notizie che ti fanno pensare che al mondo esiste ancora una giustizia che funziona. So poco delle tre GAV, ma della guardia zoofila ne sapevo anche troppo, moltissime segnalazioni di comportamenti al limite della sopportazione. Era l’ora che qualcuno ci mettesse le mani…anche in Provincia di Livorno, una guardia del WWF, senza arrivare al caso eclatante in prima pagina, è stato in qualche modo invitato ad autosospendersi il decreto…..anche questi sono risultati che passano in secondo piano, ma lo zampino di qualcuno che ci lavora c’è….ricordatelo quando non fate altro che offendere le associazioni venatorie. Saluti.

  5. fabrizio scrive:

    il delicato compito di GAV non puo’ essere affidato a persone ideologicamente e fanaticamente ostili alla caccia e ai cacciatori.

    e’ chiaro che gli adepti della subcultura animalista odiano i cacciatori, cioe’ coloro che dovrebbero controllare con obiettivita’ e serenita’ d’ animo, ed e’ altrettanto chiaro che per chi e’ pregiudizialmente ostile ai cacciatori, la tentazione di abusare dei poteri per inguaiare e incastrare qualche malcapitato cacciatore, anche se non ha commesso nessuna infrazione, e’ molto forte.

    quindi la vigilanza venatoria non e’ un compito che puo’ essere affidato a gente ideologicamente ostile a coloro che sono oggetto di controllo.

    Fabrizio

  6. massimo zaratin scrive:

    Fabrizio scrive
    il delicato compito non puo’ essere affidato a persone ideologicamente e fanaticamente ostili alla caccia e ai cacciatori.

    Neanche a quelli che per colmare vuoti affettivi dell’infanzia vestono la giubba e la faccia infarinano per dimostrare alla loro solitudine di essere qualcuno e di servire a qualcuno. :roll:
    Ne conosco un bel pò…funzionava bene negli anni 70. Ora più di qualche cacciatore sveglio lo trovano e, come in tal caso, son dolori. Dicono che la terapia d’urto a volte funziona alla grande! :D

    • Giovanni Aiello scrive:

      Massimo, mi pare che hai un tantino esagerato con la frase: Neanche a quelli che per colmare vuoti affettivi dell’infanzia. ………!!! Non è inteligente offendere tutta una categoria solo perchè quattro imbecilli si comportano da imbecilli ebasta. :evil:

  7. Giusti Giacomo scrive:

    E`ora di finirla con queste guardie,messe li `solo per rovinare poveri cristi.
    Le guardie volontarie devono essere solo di aavv,non possono essere di lipu,wwf,lac ecc.
    Ma come si fa`a dare il decreto ad associazioni che odiano caccia e cacciatori?
    Speriamo che la regione Toscana l’abbia capito.

  8. Fromboliere scrive:

    Sarò breve,…. processateli

  9. andrea 85 scrive:

    Risulta totalmente contraddittorio, illogico e, sopprattutto, anti democratico permettere ad individui, appartenenti ad “associazioni” che odiano caccia e pesca, con sommo desiderio di sopprimere tali attività, codificato come tra i principali dogmi dei loro regolamenti, di controllare, schedare, perquisire e, con grande loro gradimento, multare, cacciatori, pescatori ed altri fruitori del mondo rurale. Come si può pensare che elementi che posseggono appunti tali dogmi basilari possano valutare serenamente ed obbiettivamente le “Nostre” categorie :? ?
    Essi dovrebbero occuparsi solo di reati ambientali (inquinamenti, rifiuti, cementificazione, ecc)…
    Personalmente li ritengo in ogni caso figure che non dovrebbero sussistere (al più si potrebbero utilizzare come vigilanti nelle loro amate oasi, parchi, ecc, spostando Forestali e Polizia Provinciale nel territorio libero, dove la loro presenza, quali elementi super parte :roll: :?: ,si spera, risulta più coerente), in quanto assimilabili, forse non nei metodi ma sicuramente nell’ impostazione, ad una qualsiasi POLIZIA POLITICA dei passati totalitarismi, (gestapo, stasi, nkvd, quella che pare:evil: ), dedita alla METODICA PERSECUZIONE dell’ avversario…
    Ecco cosa sono, secondo me, sotto sotto, tutte queste guardie: nientaltro che polizie politiche, “soft” nei mezzi di persecuzione, ma credo discretamente determinate nei loro intenti:x ….

  10. Fabrizio Arena scrive:

    Sarebbe stato interessante se il giornalista ci avesse detto anche a quale associazione “ambientalista” appartenevano i 4 !….anche se me lo posso tranquillamente immaginare…. :D

    • Giovanni Aiello scrive:

      Fabrizio, se non vado errato, le gav dipendono dalle province, quindi a nessuna associazione anticaccia. Qua in piemonte ci sono le gev, che sono la stessa cosa, in altre regioni, così come in Toscana le chiamano gav. Mi preme sottolineare che non tutti, per fortuna, sono anticaccia a prescindere, ma bisognerebbe fare una bella cernita. Quindi quoto Adrea85 in merito al suo post.

  11. Traica Roberto scrive:

    Evviva ,evviva (Penso che basti questa esternazione).

  12. renzo scrive:

    Ecco, poi dicono che il processo breve non va bene ………..ora apritegli il tunnel come si deve . Che paghino !

    • Giovanni Aiello scrive:

      Renzo il processo breve serve solo a qualcuno, punto e basta.

      • Ezio scrive:

        Giovanni è che ormai siamo arrivati al punto che in quasi tutti i settori non si capisce più se è meno peggio la malattia o la cura….
        E di “malattia” ne abbiamo accumulata a iosa, poveri noi!!! :cry:

      • massimo zaratin scrive:

        Giusto Giovanni…più che altro perchè infangano il buon nome di guardie volontarie oneste che si battono giorno dopo giorno contro i crimini ambientali.

  13. Giovanni Aiello scrive:

    Riguardo quella gentaglia, si quelle “guardie” quella gente che non sono degne di avere un decreto di nomina, non mi pronuncio, dico solo, DATEGLI IL MASSIMO DELLA PENA.

  14. fabrizio scrive:

    se gli indagati siano colpevoli e’ cosa che si puo’ accertare solo in dibattimento .

    In ogni caso -sempre tenendo presente il principio di non colpevolezza fino alla sentenza definitiva- la AA.VV. hanno il sacro dovere di costituirsi parte civile nel processo.

    se opteranno per il patteggiamento ……….la cosa si ferma li, almeno dal punto di vista processuale.

    Ma e’ un grande passo avanti che si cominci a parlare degli abusi PERSECUTORI subiti quotidianamente da molti cacciatori ad opera di certi individui .

    Fabrizio

  15. fiore scrive:

    non ho fatto una causa civile ma una telefonata alla Polizia Provinciale di Grosseto l’ho fatta anch’io!!! per due episodi che mi sono sembrati più d’abuso di potere che di vero controllo venatorio ora non sò se erano proprio i soliti GAV di cui si fa riferimento a lo spero, anche perchè avendo spiegato i fatti via telefono all’agente di Polizia Provinciale , mi fu risposto “mi dispiace per lei non è l’unico che ci fa reclamo e purtroppo lo capiamo bene ma per ora non possiamo fare nulla, ma vedra che le cose cambieranno e torneranno alla normalità visto la freguenza delle lamentele”

    sono proprio contento!!!

    in TOSCANA SI FANNO LE COSE GIUSTE!!!!!! PORCA EVA ALTRO CHE PAROLE PAROLE PAROLE!!!

    altro che striscia GIUSTIIIIIIIIIII !!!!!!!!!

    • Giusti Giacomo scrive:

      Che striscia Fiore?
      Io un ni striscio proprio una sega!!
      Sono a leggere post sul pc,non ho dimestichezza di televisioni.
      Comunque come si dice:
      Le pecore si contano a Maggio.
      Parlando della legge Toscana,te tu canti vittoria,io aspetto. :-)

      • fiore scrive:

        Non canto vittoria, per questo c’è tempo aspetto l’anno prossimo te l’ho detto, sono come San Tommaso e quindi in base ai fatti giudico almeno qui i fatti si fanno il resto mi sembrano dimorte curegge al vento!!! edimorto puzzolenti per GIUNTA

  16. henri (radere igor) scrive:

    Bischerata!!
    Non sarebbe il caso che le AA.VV o chi per loro in vista di processo si costituissero parte civile?
    Credete che loro (gli animalisti) non lo farebbero?
    Ciao.

    • fiore scrive:

      Così davvero un si finisce più se ci si mette al loro pari!!!! possibile che in Italia ci siano il triplo di cause civili e penali del resto d’europa!!!!

      possibile che non si sia capaci di fare le cose NORMALMENTE!!!!

    • Giovanni Aiello scrive:

      Bravo Henry, sarebbe cosa giusta. Ma le aa.vv. sono sempre più latitanti purtroppo. Gentaglia del genere non deve infangare chi si comporta onestamente da guardia volontaria. Io li ficcherei in galera a vita una volta accertati tutti i fatti e senza tanti preamboli. Ma……siamo in Italia.

  17. ugo scrive:

    chissa perche i cacciatori sono diminuiti come le zone di caccia ma sono aumentati i controlli

  18. spartacus60 scrive:

    x Tutti gli Amici Cacciatori
    Lo scrivente non aspetta altro che essere fermato da questi esaltati G.A.V.,la maggior parte delle volte esco con Amici Cacciatori che appartengono a Forze di Polizia Pubblica.E’ molto semplice basta che tali signori non siano a posto con il decreto ed autorizzazioni di merito,che in quattro e quatrro otto si ritrovano al cospetto dei Carabinieri,poi si vedrà.Esorto tutti i Colleghi ad informarsi sulle modalità che costoro devono attenersi per effettuare i controlli. :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  19. Sololasipe scrive:

    Sono d’accordo con te,Spartacus! ma non scoprire gli assi che hai nella manica,perchè…nessuno più verrebbe a vedere il punto! La Sipe va’ dosata perfettamente per fare centri sicuri. Perchè di questi “signori”,con la voglia di carabiniere in testa, ce ne sono a iosa. Personalmente,me ne sono sempre fregato perchè il mio comportamento a caccia è stato ed è, modestamente,ineccepibile.
    Ma ciò che mi da’ molto fastidio è il vedere costoro che,con una pseudo divisa e mostrine crakkate, si pavoneggiano come se fossero generali in assetto di guerra.Una cosa mi sono sempre chiesto: cosa diranno alle loro mogli prima di uscire di casa?….. :oops: :oops: :mrgreen:

    • Feo scrive:

      “Una cosa mi sono sempre chiesto: cosa diranno alle loro mogli prima di uscire di casa?”: probabilmente qualcosa di meno ridicolo di quello che dicono alle proprie, coloro che escono di casa armati fino ai denti di fucili, cartucce, e con tanto di muta di cani… per sparare a qualche tordo :D

  20. massi scrive:

    Conosco molto bene le persone in qestione perché vado a caccia in quella zona e devo dire che subire un controllo da questi é veramente umiliante.Speriamo sia la volta buona. :D

  21. lucio scrive:

    mi piacerebbe sapere cosa hanno fatto perche’ da questo articolo non si capisce nulla.

Leave a Reply


2 + = 7

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.