Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

CPA Sports aderisce alla manif. di Roma

| 11 gennaio 2010 | 53 Comments

La Confavi chiama a raccolta il mondo venatorio, un’altra volta. La prima per raccogliere le firme a sostegno della modifica della legge 157/92, e con successo ne abbiamo raccolte circa 800.000. Oggi invia una lettera a tutte, o quasi, le associazioni venatorie per decidere una manifestazione a Roma a sostegno della modifica della 157/92. Non voglio certo polemizzare sul nostro mancato invito forse è solo una questione di stile…
Comunque il momento per il mondo venatorio è delicato, molto delicato; infatti in Parlamento si sta discutendo dopo tanti anni, forse troppi, della modifica della legge 157/92. Modifica che ha visto il consenso quasi unanime di tutte le associazioni venatorie perché accoglie le istanze dei cacciatori per una caccia moderna sempre più al passo con i tempi. Ora questa legge stenta a partire, ne sono stati discussi ed approvati solo pochi articoli, sembra 2, quindi chiara è la volontà di “perdere tempo” da parte di coloro che nelle ultime competizioni elettorali si sono spesi a nostro favore.
A questo punto, questi Signori, forse hanno bisogno di una svegliata ed allora ben venga la manifestazione romana alla quale il CPA da la formale adesione ben consapevole, però, che ai politici quello che fa gola sono SOLO ed ESCLUSIVAMENTE i nostri voti ed allora se non dovesse succedere nulla di CONCRETO prima del 28 marzo il mondo venatorio sarà costretto a fare una profonda riflessione sulle nostre potenzialità ed a regolarsi di conseguenza.

Alessandro Fiumani

Tratto da http://www.cpasports.it





 

 

Category: .In Evidenza, CPA

Comments (53)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. ALLODOLA scrive:

    FEDERCACCIA MUTA?
    ANUU MUTI?
    LIBERACACCIA MUTI??

  2. Giusti Giacomo scrive:

    ALE`!!!!!!! EVVAI!!!!
    Non sapete quanto io sia contento!!!
    Ora spero che anche le altre si diano una mossa!!!!

  3. Renzo scrive:

    Copio ed incollo…………………………………………….Ora questa legge stenta a partire, ne sono stati discussi ed approvati solo pochi articoli, sembra 2, quindi chiara è la volontà di “perdere tempo” da parte di coloro che nelle ultime competizioni elettorali si sono spesi a nostro favore…………………

    ————————————————————————————————————————————

    E tutto questo perche la caccia NON LA CONOSCONO ! Conoscono solo e soltanto le menzogne sparate dai soliti disfattisti. Bisognerebbe parlarne veramente, anche alla TV ma con le persone giuste, con i contradittori giusti. E le persone GIUSTE ci sono, si facciano avanti. Le battaglie non si vincono stando nascosti, ma combattendo sul campo !

    • maurizio scrive:

      Sono d’accordo con te Renzo purtroppo alla Tv non gli importa niente dei cacciatori, anzi tanti non conoscono nemmeno la differenza tra la fauna stanziale e quella migratoria.
      Ecco il perchè di manifastare a Roma, per creare un’onda d’urto che possa entrare nei tg nazionali e nei vari quotidiani.
      Purtroppo però ci sono ancora troppe persone che vanno a braccetto con gli animal ambientalisti, anche il nostro mondo, purtroppo non è immune, ma non certamente l’associazione di cui faccio parte

      Maurizio Montagnani
      Presidente CPA Sport
      Regione Toscana

      • Bagnolesi Giovanni Roberto scrive:

        Maurizio sono Bagnolesi consigliere CPA Lucca. Facciamo sempre parte della Confavi oppure no? Gradirei chiarimenti se non pubblici almeno in privato dato che sul giornalino qualcosa è scritto.

        • Renzo Cavasin scrive:

          Non importa sei un Cacciatore e allora andiamo a ROMA

          Ciao e
          I.B.A.L.

        • maurizio scrive:

          Noi non facciamo parte della Confavi, in quanto non paghiamo più la quota di adesione, ma tu sai che il CPA è sempre stato in prima linea per tutelare i diritti dei cacciatori.
          Roberto ti aspetto a Roma sarai al mio fianco.

          Maurizio

        • Bagnolesi Giovanni Roberto scrive:

          So perfettamente cosa ha fatto finora il C.P.A. per la caccia e da tantissimi anni a questa parte. Sono ancora di più orgoglioso di farne parte. Se verrò a Roma sarò al tuo fianco. Prima devo sapere quando si svolgerà la manifestazione. Grazie della precisazione comunque, ciao.

      • fiore scrive:

        se posso, vorrei suggerire un modo per far si che le tv ci diano più spazio e nello stesso tempo sarebbe pure un rientro economico non inifferente.

        Facciamoci chessò dei piccoli documentari nelle nostre uscite di caccia ( lo so che è l’ultima cosa che penso quando sono a caccia) oppure dei documentari sulla caccia proprio sulle specie sulle abitudini sulle tradizioni sui cani. Lo so che su sky c’è già, provate a sentire silvio se in una delle sue tv c’infila una cosa del genere, o non è un’amico allora usiamolo!!!

        • francescorm scrive:

          Per quanto possa essere amico bisogna sempre pagare su una televisione commerciale.Prova a sentire gli amici di RAI ,quelli della Colò e di quell’altra del Kilimangiaro,potrebbero trasmetterli gratis i nostri documentari.

        • fiore scrive:

          :o se fa odiens paga lui, lo si vende a Endemol

  4. ilio scrive:

    Benissimo sempre in prima linea così si fa

  5. ilio scrive:

    Giusti dacci notizie della convaliscenza

    Un abbaccio Ilio

    • Giusti Giacomo scrive:

      Procede bene Ilio,ma sara`lunga per evitare ricadute,che sarebbero piu`difficili da curare,
      E pensare che i versamenti credevo venissero solo ai ginocchi!!!
      Grazie carissimo.

      • Bagnolesi Giovanni Roberto scrive:

        Giacomo che hai fatto? Per un sessantottino come te questa è solo una piccola parentesi. Auguri di cuore amico mio.

        • Giusti Giacomo scrive:

          Gionni
          solo una pericardite su un cuore ottimo,ma il tutto in via di guarigione,con lunga(purtroppo)convalescenza.
          Grazie carissimo.

  6. NINO MITOLA scrive:

    ……Noi ci saremo e INCAZZATI pure.Tutti a Roma quindi senza SE e senza Ma. Nino Mitola Segreteria Provinciale LIBERACACCIA BARI.

  7. SPRINGER scrive:

    modifica della legge 157/92. Modifica che ha visto il consenso quasi unanime di tutte le associazioni venatorie perché accoglie le istanze dei cacciatori per una caccia moderna sempre più al passo con i tempi. Ora questa legge stenta a partire, ne sono stati discussi ed approvati solo pochi articoli, sembra 2, quindi chiara è la volontà di “perdere tempo” da parte di coloro che nelle ultime competizioni elettorali si sono spesi a nostro favore.
    A questo punto, questi Signori, forse hanno bisogno di una svegliata

    ______________________________________________________________________________

    Sull’ asserire che le modifiche alla 157 attualmente proposte portino a una Caccia moderna sempre piu’ al passo con i tempi ci sarebbe molto da eccepire . Ma non mi va di riscrivere le cose che scrivo da sempre .
    Invece eccepisco eccome sul fatto che la manifestazione possa portare a velocizzare l’ iter parlamentare o favorirne l’ approvazione . Poveri illusi .
    Lo stesso senatore Orsi in televisione e poco tempo fa ha detto che se pur lentamente le cose vanno avanti e arriveranno a conclusione ………… ENTRO LA LEGISLATURA :!: :!: :!: . Capito ??? Entro la legislatura !
    E non c’e’ manifestazione che possa cambiare lo stato delle cose o dare la benche’ minima svegliata .
    Cambiate disco e smettetela di prendere in giro i polli ( perche’ se nonostante tutto ancora ci cascano non si possono definire diversamente ) che ancora ci ( vi ) credono .

    • Baghy scrive:

      Beh n non ha proprio detto così Orsi, se non sbaglio ha detto che ci sono altri 4 anni di tempo ed il che è un’altra cosa. Ma perchè non si dice che ha pure detto a specifica domanda che l’unica aavv ad essere contraria al cambiamento della 157/92 eé sempre stata l’arcicaccia????

      • SPRINGER scrive:

        Scusa Baghy …….. non capisco la differenza e il riferimento a Arcicaccia .
        Ha detto ( riassumendo ) che a seguito dei numerosi emendamenti presentati CI VORRA’ DEL TEMPO . Che sono comunque al lavoro . Di essere fiducioso sull’ esito finale . ENTRO LA FINE DELLA LEGISLATURA .
        La manifestazione non interferira’ in alcun modo accellerandone l’ iter .
        Che poi e a proposito : Ma non si era detto che il ” tema ” era un altro ??? Perche’ altrimenti faccio in fretta a tornare sui miei passi .
        Visto che ci tieni , ha anche detto che Arcicaccia va a braccetto con i ” nemici della Caccia ” piuttosto che trovare un punto d’ incontro con i ” cugini ” rappresentanti dei cacciatori .
        Cosa che da NON ISCRITTO Arcicaccia credo non corrisponda a verita’ .
        :wink:

        • Baghy scrive:

          Non ho detto che sei iscritto ad arcicaccia, ho solo voluto specificare quanto riferito da Orsi via telefono in una trasmissione televisiva e vedo che ho capito bene. Io non so se arcicaccia vada o no a braccetto con gli ambientalisti, so solo che sono sempre stati contrari alla modifica della 157/92. Baghy

  8. giorgio scrive:

    Bene siamo alla resa dei conti.I politici senza nessuna distinzione destra o sinistra
    devono dimostrare che le promesse fatte nelle precedenti manifestazioni elettorali siano sempre nel loro pensiero e nel loro convionto interesse nel mantenere quello promesso, è finito il tempo che ai cacciatori si poteva promettere tutto e poi una volta eletti si dimenticavano,è finito il tempo della becera politica, è finito il tempo del poi si vedrà, basta e sia basta davvero chi promette mantenga e questi signori sono arriva sulla direttiva d’arrivo, hanno ancora due mesiper portare a compimento quello promesso nelle politiche elettorali nazionali e europpee, entro il 28 di marzo il mopndo venatorio ha bisogno di una certezza, la modifica della legge 157/92 sipuò fare visto che se cè la volontà sia alla camera che al senato bastya mettere la fiducia si legifera tutto , anche le cose più banalie di poco interesse del popolo italiano.
    Il C.P.A. Liguria aderisce fin da subito allamanifestazione di Roma ceravamo nel 2007 ecertamente ci saremo a marzo . Forza amici partecipiamo compatti, dimostriamo a questi signori che quando il mondo venatorio si muove è come sesi muovesso uno sciame di storni.
    Il Presidente CPARegione Liguria
    Giorgio Giannoni

  9. ritz scrive:

    Mi ripeto! Si, va bene manifestare per appoggiare le modifiche alla L.157/92 ma su ciò che sta facendo la nostra Regione Toscana per la modifica della sua legge nessunio dice o fa niente.Allora va tutto bene? E che succederà come sicuramente avverrà, che la Regione Toscana varerà la SUA LEGGE che potrà essere in contrapposizione con la Nazionale? Saremo alle solite, gran casino e botte per noi cacciatori.
    Roberto Vannuccini

    • fiore scrive:

      spero che la nostra sarà d’esempio!! e sono molto fiducioso!!

    • maurizio scrive:

      caro Roberto tu sai che più volte ho denunciato il fatto che se la migratoria dovrà esser fatta con la “paratella” a noi non va bene; sono stato l’unico aadenunciarlo su questo sito e sui nostri giornalini nonchè sui quotidiani.
      Le atc fanno acqua, le ZRC non funziona ecc……….come può andar bene questa siituazione? Tu sai che dal 1995 a oggi da 200 mila cacciatori in Toscana siamo scesi a 100 mila come fà ad andare bene cosi?

      Maurizio Montagnani

      • Bagnolesi Giovanni Roberto scrive:

        La migratoria solo da paratella? Allora è bene smettere o cercare di trovare un posto dove poter fare un appostamento per poter tirare a volo. Di questo passo la caccia perderà altri adepti creando, forse, nuovi bracconieri. Vorrei parlarti in privato per alcune cose, autorizzo l’amico Daniele a fornirti il numero del mio cellulare oppure puoi chiederlo al presidente CPA Lucca Sig. Dallari.

  10. Michele scrive:

    Parafrasando un vecchio, ma sempre valido, proverbio “paese che vai, usanze che trovi “ possiamo senz’altro affermare che “ sito che vai usanze che trovi”.
    Non più di 15 giorni fa il Sig. Fiumani dalle pagine di altro sito web affermava:
    “..La CONFAVI vuole organizzare una manifestazione a Roma a sostegno della modifica della 157 ed invita tutte le associazioni ad aderire?Ritengo che questa mossa indichi che siamo alla frutta e che la modifica non sarà mai approvata, considerando il fatto che questo governo amico ha oltre 100 deputati di vantaggio e quando vuole approvare una legge tira diritto come un treno”
    Firmato.Alessandro Fiumani – Movimento Caccia Agricoltura
    Che dire se non alcune considerazioni o ipotesi:
    1. Il Sig. Fiumani ragiona in modo diametralmente opposto a seconda se si esprime quale presidente di un’associazione aderente CONFAVI, o quale presidente di un (neonato) movimento di cacciatori;
    2. Il Sig.Fiumani è stato redarguito dall’alto dopo il suo primo comunicato quello,cioè, emesso quale presidente dell’M.C.A.
    3. Il Sig.Fiumani quando dice di aderire FORMALMENTE alla manifestazione,vorrei capire se aderisce”GIUSTO PER”,oppure è convinto e farà di tutto per la buona riuscita della manifestazione,mettendo a disposizione tutti gli strumenti necessari come per altro sta già facendo la Libera Caccia nella mia Provincia mettendo a disposizione dei mezzi per raggiungere Roma il 9 di Marzo. Come dirigente CPASport come devo ascoltare il Sig.Fiumani? Come presidente CPA o come presidente M.C.A.?
    Vorrei che la risposta fosse egli stesso a darmela.
    Michele Frascella

  11. Fiumani Alessandro scrive:

    Caro Miche riprendo la risposta che ti hio dato nel nostro sito.
    Ritengo che ci sia della confusione che spetta a me dipanare.
    Sulla prima considerazione: non ragiono in maniera diametralmente opposta, infatti se si legge il comunciato del CPA si comprende chiaramente la mia sfiducia in questo Governo, ma come associazione io mi schiererò SEMPRE al fianco di ogni inziativa a faovre della caccia, anche se viene proposta da associazioni che mi snobbano – vedi il mancato invito – vado oltre le questioni di forma e bado alla sostanza.
    Sulla seconda considerazione: nessuno mi ha redarguito dall’alto quale presidente dell’MCA per il solo motivo che nessumo può farlo essendo l’MCA un movimento assolutamete autonomo ed equidistante dai Poli. Ritengo che per fare qualcosa di concreto per la caccia non sia più sufficente protestare ma ripagare i politici con la moneta che cercano quella del voto. Di promesse ne abbiamo avute tante sia da destra che da sinistra e nussuno le ha mai onorate. E’ arrivato il momento di rispondere pan per focaccia e di organizzarsi politicamente. Comunque il discorso associativo e quello politico sono e devono rimanere distinti.
    Sulla terza considerazione: a breve ci sarà una giunta esecutiva che stabilitrà i modi per la partecipazione alla manifestazione. Sono altresì convinto che se la stessa dovesse fallire sarebbe chiusa la partita della modifica della 157 ma a farla fallire, purtroppo, potrebbero essere altre associazioni ben più numerose e forti del CPA.
    Spero di averti chiarito i dubbi, resto comunque a disposizione.
    Un cordiale saluto
    Alessandro Fiumani
    Presidente CPAS

  12. Bagnolesi Giovanni Roberto scrive:

    Buongiorno Avv. Fiumani. Onestamente anch’io avevo dei dubbi su quanto esposto dall’amico Michele. La tua risposta comunque me li ha tolti. Una precisazione comunque vorrei farla. Non sarebbe giusto però a questo punto togliere dal logo del C.P.A. Sports la dicitura “aderente Confavi”? dato che non nè facciamo più parte e non sarebbe nello stesso tempo giusto che Confavi tolga il simbolo del C.P.,A. Sports dall’elenco delle associazioni venatorie confederate? Ritengo comunque che Confavi abbia perso la forza principale e trainante della confederazione stessa. C.P.A. Sports garantiva penso oltre un quarto di associati alla Confavi stessa.

    • Giusti Giacomo scrive:

      Gionni
      Quello e` sicuro!
      Confavi ha perso piu`della meta`della sua forza,ma a noi non ci interessa,andremo avanti da soli,come abbiamo sempre fatto.
      W CPA.

      • SERGIO BERLATO scrive:

        Forse non siete stati informati del fatto che la maggior parte dei soci CPA è già tornata in CONFAVI.

        Non fatevi illusioni: CONFAVI diventerà sempre più forte e guiderà con sempre maggiore autorevolezza il mondo venatorio italiano nella difesa e nella promozione della cultura rurale.

        • Marco Efisio Pisanu - Presidente Reg. Sardegna CPA Sport scrive:

          Per L’Onorevole Berlato

          Cosa intende con la sua affermazione:
          “Forse non siete stati informati del fatto che la maggior parte dei soci CPA è già tornata in CONFAVI.”
          Potrebbe essere piu chiaro?

        • Vito Colazzo scrive:

          Rispetto a quanto affermato Onorevole Berlato a me risulta che in effetti il CPA con la gestione Fiumani ha perso ben 40% degli iscritti!.
          Sono passati tutti con la CONFAVI o sono sparsi tra le varie associazioni regolarmente riconosciute?
          Tenuto conto che di fatto CPA essendo fuori dalla CONFAVI ha perso il riconoscimento.
          Sarei veramente grato di una risposta da parte dell’Onorevole Berlato e dell’Avvocato Fiumani.
          TENUTU CONTO CHE DI FATTO CPA ESSENDO FUORI DALLA CONFAVI HA PERSO IL RICONOSCIMENTO.
          SAREI GRATO DI UNA RISPOSTA DA PARTE DELL’ONOREVOLE BERLATO E DELL’AVVOCATO FIUMANI.

      • Vito Colazzo scrive:

        Rispetto a quanto affermato Onorevole Berlato a me risulta che in effetti il CPA con la gestione Fiumani ha perso ben 40% degli iscritti!.
        Sono passati tutti con la CONFAVI o sono sparsi tra le varie associazioni regolarmente riconosciute?
        Tenuto conto che di fatto CPA essendo fuori dalla CONFAVI ha perso il riconoscimento.
        Sarei veramente grato di una risposta da parte dell’Onorevole Berlato e dell’Avvocato Fiumani.

        • SERGIO BERLATO scrive:

          Spetta al Presidente Fiumani decidere se assumersi la responsabilità di disintegrare ciò che resta del CPA e disperdere i suoi associati tra le varie associazioni riconosciute oppure onorare gli impegni assunti con la CONFAVI e chiedere il rientro nella Confederazione.

        • Vito Colazzo scrive:

          Onorevole Berlato nel ringraziarla per la risposta breve ma esaustiva ora attendo la risposta di Fiumani prima di fare le valige per la partenza anche dalla Puglia.

  13. Valerio scrive:

    Che bisogno c’era di essere divisi e fondare un nuovo Movimento o partito dal momento che c’e’ gia’ Caccia Ambiente?

  14. Ezio scrive:

    “….sarebbe chiusa la partita della modifica della 157 ma a farla fallire, purtroppo, potrebbero essere altre associazioni ben più numerose e forti del CPA….”

    Ovvero: ” Non si muove foglia che Federcaccia non voglia!”

    Questo comunque non significa che una manifestazione in difesa della ruralità non sia una gran bella cosa….

    Impostata così, comunque vada sarà un successo

  15. Michele scrive:

    Gentile Presidente,
    la ringrazio per la immediata risposta, ma mi sembra che essa sia alquanto evasiva per ciò che attiene al suo aspetto politico volutamente, mi pare, tralasciato.
    Credo che lei dovrebbe spiegare il motivo che l’ha indotta a costituire e a presiedere un movimento politico che allorquando si esprime lo fa in modo opposto a quelle che sono le sue idee quale presidente di un’associazione venatoria.
    Non Le sembra una palese contraddizione?
    Aggiungo che se Ella è, come dice, fautore dell’ “unità” del mondo venatorio non avrebbe fatto meglio ad aderire a Caccia Ambiente, movimento già esistente a livello nazionale e che già conta, nella dirigenza, diversi autorevoli esponenti dell’associazionismo venatorio, compresa la Sua?
    Sbaglio o Lei sulle pagine di questo sito, commentando la lentezza dei lavori parlamentari e la delusione dei cacciatori, ebbe a dire, pochi mesi fa, “…questo malumore porta diritto, diritto al partito dei cacciatori…” ?
    Questo mi fa pensare ( mi perdoni la franchezza ) che la costituzione del movimento da Lei presieduto, tra l’altro circoscritto all’ambito di una sola regione, sia un “affare” di carattere puramente e strettamente personale nella speranza che esso possa dare a Lei, e solo a Lei, una voce un po’ più autorevole nell’ambito del mondo venatorio.
    Dunque, caro presidente, nel salutarla cordialmente, spero di ricevere una sua risposta, esauriente, con la puntualità che l’ha sempre contraddistinta.
    Michele Frascella

  16. Fiumani Alessandro scrive:

    Caro Michele, se posso il Tu, non vedo una contraddizione fra l’operato in una associazione ed un movimento politico. Mi spiego meglio. In una associazione possono aderire persone che hanno idee politiche differenti ma unite dalla passione. Un’associazione ha il compito di organizzare, promuovere attività in difesa della caccia ma non presentarsi direttamente alle elezioni. Un movimento politico ha come unico scopo quello di accedere direttamente alle “stanze dei bottoni”, al movimento politico posso aderire anche persone che hanno tessere associative diverse. Ritengo che siamo arrivati al momento di fare pesare i nostri voti ma sono anche consapevole che come presidente del CPAS io debba rispettare chi non la vede come me e che pur sostenendo l’associazione abbia idee politiche diverse. Da qui la creazione dell’MCA che è e rimane una cosa diversa dal CPA.
    Per quanto riguarda l’accusa di interesse personale, viene naturale ogni volta che uno “ci mette la faccia ” e cerca di ricoprire un incarico pubblico.E’ ovvio che qualora eletto consigliere regionale io acquisti autorevolezza nel mondo venatorio. Anzi, ti dico che lo faccio proprio per questo perchè ritengo di avere le idde chiare su come contrastare chi, fino ad oggi, ci ha attaccati senza avere nessun contraddittore.
    Infine, sulla creazione dell’MCA regionale a discapito dell’adesione a Caccia Ambiente. La creazione di un soggetto politico ex novo a volte facilita l’aggragazione di persone lontane dalla politica ma con questo non escludo minimanete un futuro avvicinamento a Caccia Ambiente che non mi risulta essere presente nella mia regione.Ti saluto e ti ringrazio dei tuoi interventi che i danno la possibilità di chiarire questi aspetti fondamentali.
    Sempre a disposizione.
    Alessandro Fiumani

  17. fabrizio scrive:

    ma federcaccia e Dall’ Olio……..che fanno????????

    i federcacciatori hanno diritto di sapere…….

    fabrizio

  18. ennio scrive:

    E tutto questo perche la caccia NON LA CONOSCONO ! Conoscono solo e soltanto le menzogne sparate dai soliti disfattisti. Bisognerebbe parlarne veramente, anche alla TV ma con le persone giuste, con i contradittori giusti. E le persone GIUSTE ci sono, si facciano avanti. Le battaglie non si vincono stando nascosti, ma combattendo sul campo

    Ho incollato quanto sopra descritto perchè è anche il mio pensiero
    ho incollato quanto sopra descritto perchè lo condivido

  19. Michele scrive:

    PER SIGNOR BERLATO

    Ho letto tutti post e sono in attesa di conoscere la Sua risposta in merito ai quesiti che gli sono stati posti dal Signor Pisanu Efisio e dal Signor vito Colazzo.
    Non mi deluda Onorevole, aspetto con ansia!

  20. PeppePuglia scrive:

    Anche a me è giunta voce di questa emorragia d’iscritti al C.P.A. a livello nazionale, gentilmente gradirei chiarimenti dal presidente Fiumani, poichè, da quando sono iscritto, in questi anni ho assistito alla continua crescita di quest’associazione fino ad oggi.
    Cortesemente ringrazio di un’eventuale risposta.
    PeppePuglia

  21. Fiumani Alessandro scrive:

    In un blog non è facile riassumere le motivazioni che hanno portato il CPA ad avere una battuta d’arresto, ma se sei socio ti sta per arrivare il giornalino dove ho la possibilità di essere più chiaro. Comunque posso sintetizzare la motivazione principale: ho buttato fuori dal tempio i mercanti…
    A buon intenditore poche parole.
    Alessandro Fiumani

  22. Giusti Giacomo scrive:

    Sarebbe un duro colpo per la caccia,e i cacciatori italiani,la perdita di soci del CPA.
    Speriamo che ci si riprenda alla svelta!

Leave a Reply


+ 1 = 3

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.