Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

ENCI: Cani, farmaci salvavita

| 14 dicembre 2009 | 1 Comment

CANI, FARMACI SALVAVITA
Sono in impressionante aumento i tumori, ma la ricerca sta facendo passi da gigante. Ecco le ultime frontiere in un interessante articolo del dott. Nicola Imbimbo, specialista in oncologia medica all’Università di Pavia.

CS_ENCIIn forte aumento le morti per cancro dei cani: le cause sono molteplici, ma i loro effetti sempre devastanti. Vi sono razze più colpite di altre anche rispetto agli organi. I beagle ed i golden retriever soffrono di tumori alla tiroide. I boxer ed i labrador di tumori della pelle ed il pastore tedesco si ammala alla milza. In particolare gli apparati maggiormente colpiti sono: l’apparato emopoietico che produce le cel-lule del sangue, nel midollo osseo, e gli epiteli dell’apparato gastroenterico e respiratorio. Le patologie neoplastiche sono la seconda causa che porta a morte i nostri cani con varie localizzazioni in tutti i distretti corporei. Di pari passo con la malattia prosegue la ricerca, come fa acutamente notare il dott. Nicola Imbimbo.
I veterinari si avvalgono di cure nate in laboratorio per gli umani. Nota a questo proposito Nicola Imbimbo: “La costituzione biologica tra uomo e cane è simile e l’insorgenza di molte patologie neoplastiche nel cane, come nell’uomo è spontanea, al contrario di altri animali quali quelli di laboratorio dove l’insorgenza delle patologie tumorali è indotta da sostanze che provocano la crescita dei tumori.
Il cane quindi è un anello di congiunzione fondamentale nella ricerca scientifica in quanto questa “biosimilitudine” fa in modo che farmaci antitumorali attivi nel cane hanno molte probabilità di essere efficaci anche nella cura delle malattie tumorali dell’uomo”.
Nel suo testo, Nicola Imbimbo cita anche diversi casi clinici risolti da nuovi farmaci ed indica anche importanti sistemi diagnostici. Il testo completo può essere visionato sul sito ENCI all’indirizzo (http://www.enci.it/rivista/articolo.php?anno=2009&numero=11&ordine=8) o riprodotto integralmente –citando l’autore ed “I Nostri Cani” di dicembre 2009-.
Ufficio Stampa Rodolfo Grassi

ENCI – COMUNICATO STAMPA DEL 14 dicembre 2009





 

Category: .In Evidenza, ENCI

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. micaela scrive:

    SALVE HO VISTO IL SUO ARTICOLO SULLA NITROCOLABAMINA SU CANI CHE HANNO SARCOMI ISTEOCITOSI. DOVE POSSO TROVARE QUESTO COMPOSTO, LA MIA VET MI HA CHIESTO
    DI INFORMARMI. MI FACCIA SAPERE SE PUO CON URGENZA.

Leave a Reply


+ 8 = 14

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.