Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Caccia Ambiente verso le amministrative

| 16 novembre 2009 | 66 Comments

Caccia Ambiente verso le prossime Elezioni Amministrative

La scorsa settimana si è riunito a Taranto il Direttivo di Caccia Ambiente.
Durante la riunione si è inteso porre le basi e le linee guida per la scesa in campo del Partito alle prossime Elezioni amministrative.
Quanto deliberato verrà comunicato e condiviso con i delegati di Caccia Ambiente al fine di stabilire un coordinamento che ci accompagnerà sino alla presentazione alle urne.
A tal fine è stata indetta una assemblea che si terrà a Roma il prossimo 4 Dicembre.
Caccia Ambiente libero da ogni compromesso associativo, lontano da qualsiasi sudditanza politica e meno che mai influenzato da timori reverenziali verso Onorevoli di turno, si propone, ancora una volta senza remore ne paure, di portare avanti tutte quelle battaglie giuste e possibili che il mondo venatorio, rurale e agricolo, del vero ambientalismo, di chi pratica la pesca o la raccolta dei funghi e dei tartufi intende far proprie a salvaguardia, ora e sempre, delle Tradizioni Popolari e dell’Ambiente del nostro Paese.

Direzione Nazionale CACCIA AMBIENTE





 

Category: .In Evidenza, Caccia ambiente

Comments (66)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Giacomo scrive:

    Fate bene ad entrare nel grande teatro della politica ! Solo così possiamo finalmente contarci e vedere se la caccia ha un futuro o deve morire. Avanti così sicuramente non si può andare.

    Volete il mio voto ? Ve ne do quattro !!!! :D

  2. Valerio scrive:

    Bene attendiamo buone nuove.

  3. lucas scrive:

    Il mio voto, se vi presentate nel lazio, l’avrete di sicuro. Anche perché non avevo alternative… :mrgreen:

    • Alessandro Cannas scrive:

      Quindi se mi candidassi con il partito, per il Lazio, potrei contare sul tuo voto???

      • lucas scrive:

        Certo, e anche su quello dei miei familiari. Basta che ti impegni veramente per la caccia e per tutte le cacce. :-)

        • Giacomo scrive:

          Lucas se è per questo già si impegna per tutte le cacce !!

          Dalla bistecca alla polenta con gli osei…….. :mrgreen:

      • massimo fedeli scrive:

        fallo Alessandro te faccio la pubblicità gratuita, tu sei preparato e grande appassionato. :wink:

      • Bagnolesi Giovanni Roberto scrive:

        Mi sembra di aver capito che Lei è legato in un certo modo ad Arcicacca, quindi metterei un bastone sulla Sua candidatura e su quella anche di altri personaggi che vorrebbero candidarsialle elezioni con Caccia Ambiente. Proporrei di non essere iscritti a nessuna associazione venatoria perchè nel bene o nel male tutte sonolegate ad un partito politico. Arcicaccia estrema sinistra, Federcaccia centro sinistra, Enalcaccia non si sa dove sta, un colpo al cerchio ed uno al tino (mi dispiace per il mio amico Luca di Alghero ma è il mio pensiero), Italcaccia centro sinistra, Anuu non lo so, Anlc di centro destra come Confavi, quindi amici miei tutte sono legate ad una coalizione di governo. L’unica cosa che mi auguro è che se qualche neo eletto dovesse cambiare modo di fare politica nei confronti di questo/i siano presi dei provvedimenti.

        • Francesco R. scrive:

          Egr.io Sig. Bagnolesi
          Mi compiaccio per le parole di approvazione con le quali lei onora il Partito Caccia Ambiente ma, nel contempo, sono costretto a (mi passi il termine) redarguirla. Il Partito non nasce con l’intento di costituire una oligarchia di pochi eletti che, bontà loro, hanno creduto in noi ma è un Partito di massa nato dalla base per la base. Nessun cacciatore o amante della natura in genere sarà mai da noi ghettizzato o svilito nelle sue peculiarità solo perchè ha fatto o fa parte di questa o di quella associazione (sarebbe, anche da un punto di vista strategico, un suicidio politico). Il Partito si rivolge a tutti gli uomini cacciatori ed anche a tutte le Associazioni Venatorie, fermo restando il nostro sacrosanto diritto di criticarle quando non svolgono correttamente il loro ruolo. Ma poi, mi scusi, se veramente volessimo candidare solo cacciatori che non hanno alcuna tessera associativa in tasca mi dice dove li andiamo a pescare? E poi non ci sono secondo lei persone degne in tutte le Associazioni Venatorie? O avere l’avventura di far parte di una Associazione significa, a priori, essere incapaci o venduti?
          Un’ultima considerazione. Ricordatevi che questo Partito nasce da cacciatori ma non si rivolge solo ai cacciatori ma a tutti coloro che vivono la Natura. E’, e ribadisco è, un Partito Ambientalista, a trecento sessanta gradi. Tutelare la caccia senza tutelate il territorio, le tradizioni, le consuetudini agresti a cosa servirebbe? Permettere di andare a caccia 12 mesi all’anno senza difendere i diritti dei contadini, degli allevatori, degli addetti alla transumanza, dei boscaioli….financo dei pescatori ci sarebbe di giovamento o semplicemente porterebbe a morte certa l’ars venandi?

          Il Partito è aperto a tutti gli uomini di buona volontà, compreso lei Sig. Bagnolesi e il Sig. Cannas.

          Cordialità

          Coordinatore Regione Campania
          Partito Politico Caccia Ambiente
          Simonetti Francesco Rosario

        • Argo scrive:

          Bagnolesi.
          Sulla fede politica di Enalcaccia, non avere dubbi. Tieni presente che nel primo governo Prodi, il presidente di Enalcaccia, Lamberto Cardia è stato sottosegretario di tale governo. Mi spiace per il tuo amico che stà agli antipodi, ma è così.
          Saluti
          Argo

        • Ezio scrive:

          Caro Sig. Simonetti se questo è veramente il vostro modo di pensare seguito dalle conseguenti azioni, ovvero quello di aggregare e non di dividere ciò che è già sin troppo diviso, mi permetto, per quel poco che vale, di inviarvi il più fervido degli “In bocca al lupo!”
          E sempre per quel poco che potrò, se sarete coerenti con questa linea, non mancherò di farvi appassionata pubblicità.
          Cordiali saluti.
          Ezio.

  4. lorenzo scrive:

    se ci siete in toscana almeno 3 sicuri.

  5. massimo fedeli scrive:

    se sarete presenti nel lazio di voti nè raccimolerete molti convincerò molti amici cacciatori. :wink:

  6. Pier57 scrive:

    Il voto alle liste di partiti dei cacciatori sono voti inutili, anche se condivisibili.
    Se anche fosse, ma non è per niente così, che tutti i 700.000 cacciatori (diciamo più altri 700.000 loro simpatizzanti o familiari) votassero per un partito dei cacciatori, per le regionali i loro voti andrebbero a disperdersi riuscendo a portare, a malapena, forse un rappresentante nei vari consigli regionali neo-eletti.
    Mi dice cosa può combinare un consigliere regionale da solo?
    Penso niente se non ha l’appoggio di altre forze politiche che, a loro volta, senza avere nelle loro fila rappresentanti, perlomeno nelle promesse pro-caccia, non si impegnerebbero in ns/ favore.
    Per cui i voti ai partiti della caccia non hanno alcuna utilità.
    E’ più utile votare chi, e ce ne sono, ha dimostrato nelle file di altri partiti, una attenzione verso le ns/ richieste.

  7. luigi scrive:

    … e se a causa di quell’eletto consigliere si stabilisce la maggioranza? la scorsa legislatura per 25.000 voti il centro-sinistra vinse le elezioni.

    • Pier57 scrive:

      non conosco nei dettagli la norma vigente per l’elezione regionale ma credo che la maggioranza sia quella dei partiti e dei movimenti che appoggiano un candidato governatore
      la maggioranza ottiene un certo nr. di consiglieri (non so la proporzione fra maggioranza e minoranza)
      diciamo che il rappresentate eletto del parito della caccia avrà lo stesso peso di quello del partito dei pensionati o di altre minoranze
      perchè, mettiamocelo bene in testa, noi siamo una minoranza, una piccola minoranza!
      nell’esempio che fai tu, i 25.000 voti in più fecero scattare il premio di maggioranza, ma quelle erano le elezioni politiche

      • lucas scrive:

        Sai l’alternativa, nel mio caso quale sarebbe stata? Andarmene a pesca.
        Allora, perso per perso, voto per Cannas e Caccia Ambiente.

      • massimo fedeli scrive:

        si ma se neanche ci si prova!!! se partiamo così , poi non vi lamentate, ditelo che non vi frega nulla , almeno ci si provi :mrgreen:

        • Bagnolesi Giovanni Roberto scrive:

          Massimo mi ha telefonato ieri mattina Roberto dicendomi che per sabato è fissata la cena al solito ristorante a base di tagiolini con la tinca e coregone. Spero di esserci ma non posso prometterlo. Sono a letto da domenica sera con febbre alta e dolori da tutte le parti, mi ono fatto portare l computer in camera altrimenti vado fuori di testa. Ho fatto il vaccino antinfluenzale, dopo tre giorni mi è venuta l’influenza stagionale, ora ho preso quella del virus A/H1N1, speriamo passi presto m il dotore mi ha detto che la febbre può durare fino a cinque giorni. Ci risentiamo in settimana.

      • Pier57 scrive:

        Giacomo, sei il solito povero di contenuti.
        Ti sai solo attaccare alle frasi fatte e ai concetti preconfezionati.
        Io i principali me li scelgo e se devo farlo in funzione anche della caccia mi prendo le necessarie informazioni e garanzie.
        E siccome che quà a Brescia di gente con i cogl@@ni che difende la cacia ne abbiamo, è tra quelli che scelgo di mandare in Regione a Milano.
        Vedere di farlo anche dalla vs/ parti che forse andrebbe meglio per tutti e per tutto.
        Cordialmente

      • Ezio scrive:

        In Piemonte avrebbe un peso determinante…almeno se non verrà cambiato il regolamento del consiglio regionale…
        So per certo che un solo componente, di maggioranza o minoranza, può tenere in scacco l’intera giunta….
        Certo noi abbiamo buon senso e sapremmo usare il nostro “potere” in modo ragionevole ma ora ??!!

    • Bagnolesi Giovanni Roberto scrive:

      Giusto Luigi bisogna mettere paura a certa gente e questo è uno dei modi per farlo. Ho fatto parte e non me nè pento di quei famosi 25.000 e ti garantisco che lo rifarei.

  8. Capitano scrive:

    Non importa se un rappresentante , dico uno solo di CPA, venisse eletto in un consiglio regionale, basterebbe per far sentire la nostra voce, e poi voterebbero anche non cacciatori

  9. valentino88 scrive:

    La maggior parte della mia famiglia segue me quindi una decina di voti sono assicurati a caccia ambiente,che il pdl\lega facciano la fine dei verdi e di quelli come loro.
    Chi non mantiene le promesse e gioca sulle nostre speranze la deve pagare con gli interessi.

  10. Michele scrive:

    Su mettiamoci a lavorare, io ho già stampato questo comunicato circa 200 copie li portero’ in giro nella mia regione Puglia e nella mia provincia Taranto, solo cosi ci faremo conoscere ne sono certo e fiducioso.Saluti

  11. Giusti Giacomo scrive:

    Un’altra quindicina li porto anch’io(per ora)ma potranno essere molti di piu`se mi metto a …….lavorare.

  12. Mario Bartoccini scrive:

    Plaudo al Partito dei cacciatori che indirizza le problematiche verso il mondo agricolo senza confondere i rispettivi ruoli di “operatore faunistico” e “agricoltore / allevatore”.

    E’ da tempo che personalmente sto riflettendo su questa eventualità, convinto che il “Partito dei Cacciatori” deve fare entrare la cultura agreste nei dibattiti televisivi
    ALLO SCOPO DI CONFUTARE LE STRAVOLGENTI IPOTESI ANIMALISTE.

    CON TESTIMONIANZE TECNICHE CHE INFORMINO L’OPINIONE PUBBLICA
    SULLA EFFETTIVA SITUAZIONE AMBIENTALE E SULLA LICEITA’ DI UN PRELIEVO
    CHE RAFFORZA LA QUALITA’ ANIMALE ED IL VOLORE ESISTENZIALE DELLA BIODIVERSITA’
    (in sostanza il prelievo su specie prolifiche e numerose).

    PARTENDO DALLA MEMORIA STORICA E DALLE RADICI DELLA CULTURA RURALE.

    I piedi piatti (intesa come malformazione oziosa) di cultura metropolitana che sbavano processi biologici senza effettivo riscontro tecnico, hanno conquistato le sede dei partiti politici italiani, inondandole di sentenze astratte, che puntualmente coprono d’odio l’attività venatoria.

    Premetto che noi del Club “Le Torri” stiamo lavorando nelle solite direzioni (partitiche), ma quasto non esclude, ne compromette, l’ipotesi realistica di un Partito (Caccia e Ambiente) che sfugga allo scambio di favori consociativi di “casta” (come di fatto sta avvenendo tra politici sozzi), preoccupandosi soltanto di far sentire la voce dei cacciatori
    SENZA MATURARE ALLEANZE DI NESSUN GENERE
    E CON IL SOLO, UNICO OBIETTIVO D’INFORMARE, ATTRAVERSO IL DIBATTITO POLITICO
    ED INIZIATIVE ECLATANTI (vedi programmata manifestazione di Roma).

    Sono convinto che non servono alleanze dirette a dx / centro / sx, ma unicamente l’autonomia assoluta al fine di testimoniare la veridicità della cultura venatoria.

    Su questa strada, anni fa, avevamo sollecitato un passo ad Antonio Pinotti.
    Saluti e .. coraggio.

  13. Bagnolesi Giovanni Roberto scrive:

    Sul mio contate ad occhi chiusi. Cerchero di far capire almeno ai miei figli che l voto politico ai partiti tradizionali non porta a niente di nuovo e di buono. Serve qualcosa che ci leghi ai veri valori della vita e Caccia Ambiente potrebbe esserlo.

  14. Capitano scrive:

    x Giovanni Aiello: grazie per la precisazione, comunque il logo e’ questo, quello che ha fatto e vinto il ricorso in Sicilia, intendevo questo qua ,comunque grazie

    • Giovanni Aiello scrive:

      Figurati Capitano, ho solo voluto puntualizzare senza altri intenti. Sei siciliano anche tu come me? Un cordiale saluto. :lol:

  15. Bagnolesi Giovanni Roberto scrive:

    Anch’io posso convincere a votare per Caccia Ambiente alcuni amici cacciatori e non che si servono presso lo Sudio dove lavoro e che vorrebbero una nuova normativa, chi ha smesso, per tornare a cacciare come ai vecchi tempi, per me impossibile. Più facile racimolare voti tra i vecchi cacciatori che tante battaglie hanno passato sulla loro pelle che non tra i nuovi ai quali sistematicamente viene fatto il lavaggio del cervello dalle varie associazioni esistenti sul territorio. Ho molti amici cacciatori che vorrebbero cambiamenti reali ma quando fai presente che la loro associazione non ha fatto finora il bene della caccia, non è che le altre abbiano finor fatto meglio ma almeno qualcuna di loro ci ha provato, allora trovano le scuse più banali per non dare una risposta che il più delle volte darebbe una immagine effettiva di quella che sarebbe una vera persona. Attenzione perchè i falsi sono da molte parti.

    • massimo fedeli scrive:

      Ho letto solo ora il tuo post delle15,00 ti faccio un grande augurio , speriamo passi presto, se non ti sarà possibile venire ci rifaremo più avanti l’importante è ora che tu guarisca, ciao a presto :wink:

  16. Mario Bartoccini scrive:

    Se permettete aggiungo: Partito dei Cacciatori (Caccia e Ambiente) e non associazione venatoria.
    Partito dei Cacciatori, a mio modo di vedere, che riconosca il ruolo di servizio delle varie Associazioni e contestualmente ne stimoli l’azione tecnico/operativa sul territorio.

    Un Partito/Sindacato che si concentri sui problemi del territorio e sulla produzione di fauna allo stato naturale.
    Un Partito/Sindacato che riattivi le colture con “stallatico” almeno sui terreni marginali, per gratificare le esigenze di tante specie migratorie che basano la loro alimentazione su insetti ed invertebrati.

    “OPERATORE FAUNISTICO” vuol dire anche di coniugare le colture agricole con i fabbisogni esistenziali degli animai selvatici (es: noi stiamo stimolando gli agricoltori a seminare “favino”, perchè non necessita di trattamenti antiparassitari ed è ottimo luogo di riproduzione).

    Saluti …

    • massimo fedeli scrive:

      il Favino è anche un ottimo concimante perche fissa l’azoto nel terreno, ci vorrebbero le colture a perdere, vedi sorgo, medica,girasole,lupinella,e…………….. o non mi viene, vediamo chi indovina? la mangiani i palombacci , i piccioni ,i fagiani,le starne,………… cè lho sulla punta della lingua…….. :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

      • massimo fedeli scrive:

        il Favino è anche un ottimo concimante perche fissa l’azoto nel terreno, ci vorrebbero le colture a perdere, vedi sorgo, medica,girasole,lupinella,e…………….. o non mi viene, vediamo chi indovina? la mangiani i palombacci , i piccioni ,i fagiani,le starne,………… cè lho sulla punta della lingua…….. :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: mi sono ricordato la veccia, che assomiglia alla lenticchia e come lei nasce in un baccello. :wink:

  17. Mario Bartoccini scrive:

    E’ bene ricordare che la “favetta” anche senza “l’orzarella” è turgida già dal mese di marzo.

    Cioè di altezza tale da “coprire” le uova di tutti gli uccelli “terragnoli” che iniziano a deporre dal mese di aprile.
    Cioè di portamento tale da garantire la massima protezione dei nati, oltre che favorire la presenza di risorse trofiche .. e quando i fagianotti saranno quasi adulti, sempre la “favetta”, annuncerà l’avvicinarsi di furtivi predatori.

    Ossequi ai “buontemponi”.

    • SPRINGER scrive:

      Bravo sig. Bartoccini , finalmente qualcuno che tratta CONCRETAMENTE l’ argomento : qualita’ dell’ Ambiente = qualita’ dei selvatici .
      Stavo perdendo le speranze .
      :wink:

      • Ezio scrive:

        Non credi sia una “cosa” ovvia ed ormai acquisita dai più??!!
        Tranne da chi gestisce gli atc ed i parchi, ovviamente… :cry:

        • SPRINGER scrive:

          Ezio , in diversi mesi di permanenza sul blog , e’ la prima volta che vedo affrontare da qualcuno l’ argomento . Percio’ alla tua domanda e a fronte del putiferio scatenato da quanto da me sostenuto ( l’ assoluta necessita’ di parlare e cambiare mentalita’ in materia di Gestione Ambientale e Faunistica ) purtroppo devo rispondere : NO !!! ……. non e’ una cosa ovvia e ormai acquisita dai piu’ . Anche perche’ se lo fosse stai tranquillo che i temi di cui si discute sarebbero di ben altro livello e spessore e la caccia ne risentirebbe di questa acquisita mentalita’ in maniera sostanzialmente positiva .
          Ciao :wink: .

        • Giacomo scrive:

          Ezio quello sta quà per imparare………. poverino, ha un po di cultura solo a scrivere………. ma per la caccia deve ancora fare pratica, mooolto scarso !! :lol: :lol:

        • Ezio scrive:

          Qui sono oltre due anni che scrivo…
          Moltissima discussione è stata incentrata dai più sulla riforma della 157 in senso “berlatese” (mi perdonerà l’Onorevole non vuole essere una mancanza di rispetto) …anche perchè la stragrande maggioranza di chi scrive su questo sito è un migratorista tout court e credo che la gestione faunistico ambientale, così come la peroriamo ed intendiamo noi, sia molto più d’interesse, anche se credo sia un limite perchè è un fatto che invece porterebbe benefici a tutti, agli stanzialisti….
          E con molti, qui, siamo passati dalle male parole all’amicizia o almeno al rispetto reciproco….
          Perchè come alcuni hanno imparato a conoscere il mio punto di vista, oltremodo scettico su quel tipo di riforma in un Paese pressochè del tutto condizionato (anche molti cacciatori) dalle ipocrite, inutili se non dannose idee della “filosofia” animalista” ed a rispettarlo, io così ho imparato a conoscere il loro ed a rispettarlo….
          Non credo sia così difficile raggiungere questo risultato…
          Penso sia sufficiente pensare che il “tuo” interlocutore sia in buona fede così come lo sei “tu” e che per forza dietro il suo nik name non si nasconda lo sparatore razziatore di tutta la fauna terrestre :mrgreen:
          Notte.
          Ezio.

        • Giusti Giacomo scrive:

          Bravo Ezio porco mondo!!!!!
          Quella e`una cosa talmente ovvia,e che dovrebbe essere nella testaccia di tutti noi(come lo e`)che non occorre sempre la predica per farlo capire.
          Senza ambiente non c’e`fauna,e`ovvio che i cacciatori lo sappiano(come lo sanno!)
          La gestione degli ATC……………lasciamo perdere,quella e`una schifezza,e i cacciatori hanno capito anche quello,ed e`inutile la predica,per fare opera di convincimento.

  18. fiore scrive:

    anche il partito degl’elettricist e dei falegnami si presenta alla prossime elezioni amministrapolitica!!!

    se la gente fosse responsabile d i buonsenso il miglior partito sarebbe quello ANARCHICO!! ma purtroppo la gente marcia veloce verso l’opposto!!!

    • Giusti Giacomo scrive:

      ANARCHIA?
      Fiore zitto!!!!!!
      Non la dire quella parola?
      Lo sai che significa vero?

      • fiore scrive:

        significa LIBERTA’ di vivere in modo responsabile con rispetto buonsenso e compassione e capire che la libertà d’ognuno finisce dove inizia quella degl’altri!!

        niente leggi ne regole se alla base del comportamento si mette l’amore per gl’altri e per l’ambiente che ci ospita.

        questa parola non è l’inferno ma il paradiso, sono le persone che non sanno come usarla, perchè è facile sforare le libertà altrui!!!!

    • Fabrizio Arena scrive:

      caro Fiore, e farebbero bene a farselo il partito, gli elettricisti e i falegnami, se ogni giorno fossero insultati a destra e manca e incontrassero continuamente gente il cui unico scopo nella vita è cancellarli dalla faccia della terra ricorrendo alle bassezze più vergognose (non so se hai visto la puntata di ieri sera di Pprta a Porta…mi sono bastati 20 minuti per spengere e andare a letto con il mal di stomaco!)!
      anzi..stai sicuro che se lo sarebbero già fatto!
      Fammi sapere quando si va a cena fori.
      Ciao, barbone. :D

      • fiore scrive:

        ognuno c’ha quel che si merita e noi ci meritiamo vespa belpietro feltri giordano bocchino lupi bondi cicchitto cosentino tutta gente a MODO!!!

        • Ezio scrive:

          Della Seta & C. no eh!! quelli ci adorano!!!
          Ogni tanto sforzati di essere obbiettivo Fiorello….

        • massimo fedeli scrive:

          Fiore sai quanti nè potrei nominare dall’altra parte? Lascia perdere pensa alla caccia :wink: Ai poveracci non ci ha pensato mai nessuno impara dalla storia :cry: le promesse che alcuni fanno a noi cacciatori, le hanno fatte agli operai da sempre, tutti di tutti gli schieramenti :evil:

        • Ezio scrive:

          Se vuoi e riesci a trovarlo guardati il film “Il proiezionista”…
          Parla dell’avvento del comunismo in Russia e di come le persone ingenue e limpide, piene di buoni propositi e principi, vengano sfruttate e stritolate dai potenti del momento…
          L’ho visto più di 10 anni fa e ancora me lo ricordo…
          Mi ha messo un’incazzatura addosso…
          Possibile che il mondo forse da sempre debba essere in mano ai furbi e agli avidi… :evil:
          Altrochè ideologie, dittature, democrazie….
          Mi sa che tutto è un immane presa per i fondelli ad opera di pochi nei confronti di molti…. :evil: :evil: :evil:

    • il monegasco scrive:

      Buona sera a tutti, sono nuovo. Tornerò presto alla caccia, che lasciai tempo fa. Come sono cambiate le cose! è da brivido. Non mi dilungo sulle nostalgie inutili, che fanno parte dell’anima, però devo dire, dal lato pratico di una volta, che il cacciatore, fosse egli dirigente, impiegato, operaio o contadino tendeva a relazionarsi con gli altri cacciatori solo in qualità di cacciatore. I titoli, le qualifiche e soprattutto le appartenenze politiche venivano lasciate da parte. C’era forse saggezza in questo o era per caso? E dire che a quel tempo la politica aveva perfino una fama migliore di adesso ma la si lasciava fuori. Lei stessa ne stava fuori dall’ambito di una attività solo diportistica … poi ha voluto entrarci. Lo ha fatto di prepotenza nemmeno accettando la perdita democratica del referendum andato deserto. Trasformandosi in mille forme ha sparso veleno tra gente che comunque ha molte cose in comune, facendo prevalere il dissenso, il risentimento, l’astio. Ha rovinato un equilibrio anche relazionale instillando diffidenza perfino tra di noi. C’è ora una sola soluzione per recuperare il gap che la stessa politica ha creato: accettare politicamente la sfida e rispondere con il partito, un partito rurale che si riprenda il controllo del territorio al di fuori delle metropoli, con tutti coloro che ci stanno sopra. E’ un processo ambizioso, che sta nelle nostre mani ma che prima deve entrare nelle nostre teste, lentamente e per gradi. Bisogna capire che la caccia non è la sola posta in gioco anche se comunque è un’ ottima ragione per cominciare. Ci vogliono uno o meglio due milioni di voti per dare il primo colpo di machete, per raggiungere un’identità e cominciare ad interloquire, sia con la gente in generale ma soprattutto con gli esperti di migrazione, la migrazione dei voti, presenti in ogni partito sia di potere che di opposizione. Questo è l’unico discorso che sarà capito! Saluti a tutti.

  19. Capitano scrive:

    x Giovanni Aiello: sono di Sacrofano (RM),purtoppo, paese alle porte di roma, dove la tradizione venatoria risale alla notte dei tempi, fino al 1992, dopo e’ stato compreso nel cosi’ detto Parco di Veio e da allora fine della Caccia, ma non alla speculazione edilizia ed al proliferare di corvidi, volpi e cinhhiali, ma tante’, la Sicilia la conosco molto bene,sopratutto le parti di Agrigento. Mi riferivo al ricorso vinto da quelli tosti di Avvocati appunto di Caccia e Ambiente chehanno vinto il ricorso al TAR siciliano, sarebbe da assumerli per difenderci dalle vari diffamazioni che ci vengono contro da tutte le parti. Speriamo bene, salutoni, i.b.a.l.

    • Giovanni Aiello scrive:

      Da come hai parlato Capitano, credevo fossi siciliano, ma poco male, per me sei un amico lo stesso ci mancherebbe.

      Si vero, Caccia Ambiente e le Aa.VV. sicule hanno vinto il ricorso, ma poi le cose sono precipitate e il Tar di Palermo ha di nuovo chiuso la caccia nelle Zps e nei pantani di Pachino. Come possiamo vedere, gli anticaccia ce l’hanno sempre vinta purrtroppo. Un saluto.

  20. Giovanni59 scrive:

    Complimenti a Cacciaambiente, mi auguro che questa idea vada avanti e alla fine si concretizzi.Purtroppo non potrò votare, avendolo già fatto quest’anno, ma starò a vedere i risultati.Auguri. :P

  21. nappa scrive:

    Ritengo che se anche riuscissimo a mettere un consigliere regionale otteremmo qualcosa di più di ora , e conteremo di più in quel strano gioco che sono le alleanze trasversali . FORZA CACCIA E A AMBIENTE IL MIO VOTO PIù ALTRI 4 LO AVRETE, TUTTI I VARI CLUB LE ASSOCIAZIONI DI VERI CACCIATORI LE GRANDI INDUSTRIE DI ARMI DEVONO ESSERE CON NOI A MARZO.

  22. fiore scrive:

    Ezio su quelo che hai detto non ho dubbi!!!

  23. fiore scrive:

    vai e con questo siamo, a 34

Leave a Reply


9 + 6 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.