Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Rientro NOA, nessun passo indietro.

| 3 novembre 2009 | 61 Comments

NESSUNA MARCIA INDIETRO: I NOA SONO RIENTRATI NELLE LORO SEDI PRIMA DEL TEMPO PREVISTO.

Al fine di dare una corretta informazione ai lettori de ilcacciatore.com ribadiamo che i NOA - Nuclei speciali del Corpo Forestale dello Stato, sono rientrati anzitempo nelle loro sedi.
Ogni commento da parte dei vari “Aldo, Giovanni e Giacomo della situazione” lasciano il tempo che trovano.
Sono puri e sterili esternazioni volte a screditare chi con impegno e passione tutela gli interessi dei cacciatori.
Il ministero non ha fatto nessun passo indietro solo per il fatto di aver dichiarato l’autonomia del Corpo Forestale ma soprattutto l’impegno istituzionale contro il bracconaggio che in quanto tale rientra tra le prerrogative della forestale. Una cosa è certa : I NOA non sono più qui!
Auguriamo a tutti i cacciatori Bresciani, Lombardi ed Italiani un sereno prooseguimento della stagione Venatoria . Un’ imbocca al lupo a tutti voi.
Uff. Stampa ACL/UCL
(Associazione ed Unione Cacciatori Lombardi)

Category: .In Evidenza, ACL, Lombardia, UCL

Comments (61)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Giacomo scrive:

    x l’A C L :

    Se leggete bene il post precedente, se non sbaglio è stato della seta a dire che il ministro non aveva fatto nessun passo indietro per tagliare i Noa nel compito loro assegnato., o mi sbaglio ? Andate a leggervi il post ( Noa : Della Seta, bene il ditrofront di Zaia ) . Per essere precisi mi sembra che i cacciatori abbiano risposto a quello che era stato detto in questo post. :roll:

    Mi sembra quasi che chiedere scusa ad Aldo Giovanni e Giacomo sia il minimo, per quello che avete detto sopra.

    PS. Non vorrei sbagliarmi : ma non mi sembra che avete aderito alla proposta della manifestazione, neanche una parola !! :roll:

    • claudio scrive:

      Caro Giacomo vai pur a rileggere i commentie ti renderai conto che c’è qualche seguace dell’”ONNIPOTENTE” che non perde occasione per criticare l’operato altrui solo per partito preso.
      In realtà questi signori, o in questo caso questo signore di cui non facciamo il nome per non dargli troppa importanza che neppure merita dovrebbe guardare dentro le sue tasche e rendersi conto che di sassolini ce ne ha pochi e ne ottiene pochi dal suo grande capo.
      I nomi di ALDO GIOVANNI E GIACOMO sono puro riferimento casuale al mondo dello spettacolo.
      Coloro a cui facciamo riferimento sono ben altri che conosciamo bene e che sicuramente si sentiranno chiaat in causa e a tal proposito, visto che ti sei così indispettito, mi sorge il dubbio che anche tu faccia parte dello stesso gruppo!!!!

      • claudio scrive:

        Dimenticavo: L’ACL è sempre stata presente a tutte le manifestazioni e a tutti i presidi a favore della caccia: Non ho mai visto invece gruppi di altre associazioni (LE DUE MAGGIORI) o se presenti con pochi rappresentanti che si potevano contare sulle dita delle mani!!!!!!!!

  2. Irriverente scrive:

    Non ho parole ..8O 8O 8O

    vedasi al link sotto riportato

    http://www.tutelafauna.it/News/Caccia/Il_vizietto_dei_bresciani.kl

    E l’ACL è contenta perchè i NOA sono tornati a Roma ?

    Non mi farò MAI RAPPRESENTARE da Voi …

    :twisted: :twisted: :twisted:

    • SPRINGER scrive:

      Che cosa posso dire sig. Irriverente . Solo che leggere queste notizie e’ desolante . Poi si parla di categoria ingiustamente colpita e si iniziera’ con la solita sequela di distinguo e precisazioni .
      Che tristezza :cry: !!

    • Claudio scrive:

      Forse tu non hai ben capito qual’è la differenza tra passione venatoria e BRACCONAGGIO.
      L’ACL CONDANNA IL BRACCONAGGIO e3 difende LA PASSIONE VENATORIA
      I NOA si presentano nelle nostre valli come andassero a combattere contro TERRORISTI. Ricordati che la dignità della persona non và mai calpestata.
      Spero vengano a farti visita il più presto possibile così invece di chiacchierare a vanvera forse capirai che i cacciatori prima di tutto sono persone e non delinquenti!!!!!
      I BRACCONIERI SONO CATEGORIA A PARTE CHE NOI NON DIFENDIAMO!!!!
      PS: Non preoccuparti che non ti rappresenteremo mai!!! Hai già l’associazione che meriti!!!!!!

    • peppol@ scrive:

      irriverente hai letto l’articolo ? quello non era un roccolo ma un impianto di inanellamento a scopo scientifico quindi non ha nulla a che spartire con la caccia ed i cacciatori…è gestito da ambientalisti….poi quoto ciò che dice Claudio ….non auguratevi mai di capitare in un posto di blocco dei NOA…concludo dicendo che il bracconaggio c’è tutto l’anno specialmente a caccia chiusa quando i controlli diminuiscono…perchè non ci vengono tutto l’anno ? intanto da altre parti affondano navi con scorie

      peppol@

      • Irriverente scrive:

        Se vogliamo fare dei discorsi da Bar troviamoci da qualche parte e proseguimo ….
        Ma siccome Vi è una associazione venatoria che si rallegra perchè diminuiranno i controlli che mettono in evidenza comportamenti scorretti , e che danneggiano i cacciatori seri , allora m’incazzo
        Sia bene inteso : i comportamenti scorretti che devono essere perseguiti sono quelli perpetrati sia da bracconieri che dagli pseudo cacciatori che approfittano di una licenza di caccia per coprire il loro appetiti “particolari” …
        E non venitemi a dire che tutti i cacciatori sono corretti , che non sparano alle specie protette e che rispettano i limiti di carniere ….

      • SPRINGER scrive:

        Scusa Peppola , e’ vero quello che dici , ma quello precedentemente sequestrato era un roccolo . Credo comunque si riferisse , nello specifico , al plaudere all’ allontanamento di agenti di vigilanza in una zona ancora contraddistinta da episodi di questo genere e non all’ episodio in se riconducendolo alla Caccia e ai cacciatori .
        :roll:

        • peppol@ scrive:

          molti di quei personaggi si credono dei rambo e molte volte sforano nell-illegalit’ specie ai danni della dignit’ personale

      • Pier57 scrive:

        Gli ex-roccoli dove, venti/trenta anni fa si particava l’uccellagione, non esistono più come tali.
        Oggi ci sono gli “impianti di cattura ed inanellameno” che sono gestiti DIRETTAMENTE dalle province (nella fattispecie Brescia).
        Se dobbiamo diffidare anche della gestione DIRETTA della Provincia tramite l’assessorato caccia, a questo punto tutto può essere messo in discussione.
        Siccome la news viene da un sito che ha una chiara etichetta, è il caso di attendere eventuali precisazioni sul fatto che fosse o non fosse un impianto autorizzato dalla Provincia.
        Se diversamente questo fosse confermato, evidentemente è necessario che gli organi preposti diano spiegazioni valide.

    • Giusti Giacomo scrive:

      Ma quelli erano macellai,non inanellatori!!
      Maremma maiala che schifezza!!!!!!

  3. Irriverente scrive:

    ACL, CON QUESTI COMUNICATI , DANNEGGIA L’IMMAGINE DELLA CACCIA E DEI CACCIATORI !!!

    ANDATE A ZAPPARE LA TERRA CHE E’ MEGLIO, ALMENO LI’ NON FATE DANNI !!

    :evil: :twisted: :evil: :twisted: :evil: :twisted:

  4. Alessandro Cannas scrive:

    E’ secolare la passione per gli uccellini a becco fine per la polenta…Non hanno svelato nessun arcano,e’ solo che fa impressione una manciata di penne colorate se gettate sui giornali..Cosi posta la cosa dall’acl sembrerebbe come un via al bracconaccio di uccellini.Se non si avesse nulla da nascondere che problema c’e’ nella presenza dei noa? :mrgreen: :mrgreen:

  5. Michele scrive:

    Io non faccio parte di questa associazione, ma essendo di Brescia e andando a caccia nella zona del Colle di San zeno, so a cosa si riferiscono… Un episodio capitatomi quest’anno, vede coinvoltomi in una chiacchierata all’inizio partita da un semplice controllo si sono permessi di esprimere un giudizio su cacciatori giovani come me… trovandosi di fronte un ragazzo di 21 anni, hanno criticato la mia passione e dicendo che se fosse x loro vieterebbero la caccia ai ragazzi si sono sentiti rispondere sempre gentilmente, perchè non bisogna sbagliarsi ad alzare la voce anche sentendosi trattato da delinquente, che IO mi stimavo perchè al posto di essere uscito a bere o a drogarmi la sera precedente, alle 8.30 ero nel letto a riposarmi x passare una giornata alla ricerca di una bella Beccaccia… Io non sono un delinquente e gradirei che non fossi trattato come tale solo perchè sono un cacciatore…

    • claudio scrive:

      Michele hai colto appieno il significato del nostro comunicato.

      Sfido coloro che hanno espresso critiche gratuite a riflettere se non hanno mai abbattuto volontariamente un uccello la cui caccia sia vietata o uno cacciabile ma in numero superiore a quello consentito!! Allora anche costoro sono dei bracconieri!!!

      Un vecchio detto recitava: …prima di aprire la bocca accertarsi che il cervello sia inserito…………….

    • Giovanni A scrive:

      Non posso essere che solidale con te Michele, bravissimo hai dato una degna risposta a degli indegni interlocutori nello specifico. Sei giovane ma mica stupido così come pensavano loro.

      E poi c’è chi preferisce i controlli della forestale chiamandoli superpartes…seee come no. Ci si ricordi che io e i miei colleghi volontari di associazione venatoria, ne salviamo gente da verbali inopportuni, ma se ti beccano quelli sono mazzate, non guardano in faccia nessuno.

      Noi siamo cacciatori almeno e sappiamo cosa significa la caccia, quelli ripeto NO.

      In bocca a llupo Michele, oggi e sempre. :lol:

  6. SPRINGER scrive:

    riflettere se non hanno mai abbattuto volontariamente un uccello la cui caccia sia vietata o uno cacciabile ma in numero superiore a quello consentito!!

    _____________________________________________________________________________

    Perche’ , come lo dobbiamo chiamare uno che VOLONTARIAMENTE abbatte una specie protetta e non rispetta il limite di carniere ?
    Colleghi il cervello e risponda .
    Grazie !

    • Giovanni A scrive:

      Se posso dico la mia Springer. Chi abbatte volontariamente specie protette è solo un bracconiere e basta. Mentre chi a volte supera il limite di carniere, non è considerato tale dalla legge.

      Per es. si spara in mezzo a un volo di cesene, il limite stabilito è di 5, ne scascano 6 che si fa? Io non l’ho mai fatto e non farei simile verbale,anche perchè a caccia aperta vado a caccia e basta. :-)
      Ovviamente, siccome non andiamo a caccia per fame, ma per passione, chi deliberatamente supera i limiti di carniere in quanto poco gliene cale delle leggi, io lo considero uno pseudocacciatore che non rispetta il collega corretto e se mi capita lo verbalizzo, punto e basta. :evil:

      Ci sono dei distinguo da fare sul territorio venabile e le situazioni sono molteplici da esaminare a volte. Chi si reca a fare servizio col coltello tra i denti non è una guardia degna di questo nome a mio modesto avviso, in certe cose sono campion i quelli delle associazioni anticaccia.

      Vedi Springer, come ti ho detto tempo fa, sono gg.vv. dal 1974, in tutto questo tempo ho imparato a fare dei distinguo e reputo essere corretti come guardie venatorie nel farlo. :P

      Un saluto anche a Lei Signor Claudio e….non litighiamo per certe cose, ma discutiamone serenamente, siamo cacciatori o NO? :roll:

      • SPRINGER scrive:

        Tutte le volte che ho sparato ” in mezzo ” a un volo di qualsiasi cosa , non ho mai preso niente . Figuriamoci se ne cascano 6 in un botto solo . Che cavolo di cartucce spari :roll: :!: Dimmelo che le compro anch’io :-) .
        Comunque non e’ questa la questione .
        In genere da discorsi letti altre volte sembra che il superare il limite di carniere e l’ abbattere una specie protetta sia solo dovuto al fato quando solo in minimissima parte e’ da imputarsi a questo e in massima parte e’ fatto volontariamente .
        Qua si parla addirittura di dover prendere per normale il fatto che VOLONTARIAMENTE uno faccia questo ……. distinguendosi per chissa’ quale motivo o merito dal comune e volgare bracconiere .
        Se permetti , da cacciatore , questo essere accomunato a chi cosi’ si comporta non mi sta bene .
        Allora io sono un cacciatore e quello e’ un bracconiere .
        Punto .
        :wink:

        • lucas scrive:

          Tu sei un cacciatore come io sono Monica Bellucci.
          Da quello che dici si capisce che non ci sei mai stato, a caccia. :mrgreen:
          Pensi di essere tanto furbo e poi ti perdi in un bicchier d’acqua… :lol:

        • SPRINGER scrive:

          Leuciscus , proprio non riesci a non scrivere stronzate vero ? :mrgreen:

        • Giovanni A. scrive:

          Dai Springer, può succedere ed è successo a me personalmente credimi. A Favignana, periodo di dicembre di qualche anno fa. Stavano seminando il grano, da noi a dicembre lo fanno, pieno di allodole, mi avvicino quatto quatto, si involano a decine, ho tirato due colpi nel mucchio e tra morte e ferite ne ho raccattate 9, sempre se vuoi credermi, non mi piace raccontare balle anche perchè non sarei credibile.

          Ma si certo che a nessuno di noi piace essere accomunato a infrazionari o bracconieri, ma bisogna dire che certe situazioni esistono e fanno parte della caccia, la buona fede di alcuni in certi frangenti, che non siano voontari è chiaro, è palpabile, solo dopo anni di esperienza come guardia impari a conoscere la gente e guardandola in faccia spesso, capisci con che tipo hai a che fare. Daio su, qua si deve discutere e ognuno, senza offendere il prossimo, deve dire la sua, giusta o sbagliata, ma si discuta. :P

    • claudio scrive:

      Lei è sicuro di essere così puro e perfetto e di esserlo sempre stato?
      Secondo me se mette la mano sul fuoco si scotta come tutti i comuni mortali.

      Quindi azioni lei il cervello!!!

      • claudio scrive:

        Il post è riferito alle affermazioni di SPRINGER

      • lucas scrive:

        Pensa che è convinto di essere furbissimo! :mrgreen: Ha anche scoperto che sono vice amministratore del sito Fishing Expert e che lì il mio nickname è “leuciscus”!
        Un vero e proprio Sherlock Holmes…
        Che però non va a caccia. :lol:

        • Giacomo scrive:

          x Lucas :

          Azz…… Sei anche pescatore, e te ne stavi zitto zitto ? Mi fa piacere che anche tu hai un’alternativa alla caccia ! :mrgreen: Di solito uno che ha passione per la caccia ha passione anche per la pesca. Viceversa se non sei cacciatore hai dell’odio anche per i pescatori……….. :mrgreen:

      • SPRINGER scrive:

        Aziono e le rispondo ….. si , sono sempre stato perfetto . Mai commesso un’ infrazione o preso una sanzione . Vado a caccia con una serenita’ e tranquillita’ che neanche se lo immagina . Potrebbero mandarmi i NOA , la Forestale o l’ Esercito per me non cambierebbe e non comporterebbe nessun problema .
        Se ho ben capito lei e’ un rappresentante dell’ A.C.L. . Si sentiva nell’ ambiente la necessita’ di una Associazione che ci rappresenti cosi’ bene . Bella immagine date di Caccia e cacciatori con queste dichiarazioni . Speriamo solo non vengano lette da chi ” non in dovere ” .

  7. FRANCESCO scrive:

    BE SI FA UN PO DI LUCE DA QUALCHE PARTE STRUTTURE AUTORIZZATE ALLA CATTURA CHE COMMETTONO DEI REATI BE TUTTI I NODI VENGONO AL PETTINE, CHE DIRE POI DELLA DIGNITA DEI CACCIATORI ( CITTADINI ITALIANI) E VERGOGNOSO VEDERE CON I PROPRI OCCHI LA REALTA’ VENATORIA DI UN PAESE CALPESTATA DAL COMPORTAMENTO POCO INTELIGENTE DEI NOA E MI RIFERISCO ALLE CENTINAIA DI DENUNCE FATTE A CITTADINI ITALIANI CACCIATORI DOVE NEI LORO RAPPORTI SI EVIDENZIANO I CAPI ABBATTUTI CHE AMMONTANO A POCO PIU’ DI UNA 15CINA OVIAMENTE IN TOTO DELLE CENTINAIA DI DENUNCE POI SORVOLANO LA DOVE SI FANNO VERI E PROPRI MASSACRI TANTO E VERO CHE L’ANNO SCORSO VENIVANO SEQUESTRATE DAI NOA (OVIAMENTE DOPO LA BATTUTA DI CACCIA)IN UNA RISERVA SITA NEL TERRITORIO DEL FOGGIANO CIRCA 315 ANATRE CHI A PAGATO PER QUESTO? OVIAMENTE LA DIGNITA DEI CACCIATORI DENUNCIATI PER DELLE INFRAZIONI DI POCO CONTO, MORALE E’ GIUSTO PUNIRE CHI FA L’UCCELLAGIONE OSSIA IL BRACCONIERE BISOGNA RISPETTARE IL CACCIATORE ANCHE SE HA COMMESSO UN INFRAZIONE L,A DIGNITA DI UN UOMO NON PUO’ ESSERE CALPESTATA PER DEGLI EPISODI VENATORI SPECIALMENTE QUANDO SI CONOSCE LA REALTA’ VENATORIA DI UN POSTO, PERCHE’ I NOA NON SI SIEDONO SUGLI ARGINI DELLE RISERVE A CONTROLLARE QUANTI CAPI VENGONO ABBATTUTI E QUANTO I CACCIATORI ANNO RAGGIUNTO IL NUMERO CONSENTITO DALLA LEGGE QUESTI AGENTI NON INTERVENGONO A FAR RIMETTERE NEI FODERI I FUCILI DEL CACCIATORE, ALLORA MI CHIEDO DOV’E’ L’INTELIGENZA SI DOV’E’ L’INTELIGENZA DI QUESTI AGENTI FORSE NEL PORTARE A CASA IL BOTTINO DELLE DENUNCE DI CACCIATORI CON ANATRE SEQUESTRATE 0 O FORSE 1 E LE 315 DOVE LE METTIAMO CHI SA QUANTE VOLTE SI E’ RAGGIUNTO QUESTO NUMERO SOLO IL SIGNORE LO SA E CHI VIVE SUL POSTO VIVA LA CACCIA, UN CACCIATORE.

    • Giovanni A scrive:

      315 anatre? Azzarola, ma in quanti erano a caccia? In ogni caso non direi che ogni azione dei Noa sia sempre sbagliata. Non sono e non mi sento in grado di giudicare ciò hanno fatto nel foggiano, ma 315 anatre…….sti cavoli……!!!!

      E scusami Francesco, quali sarebbero le infrazioni di poco conto se è lecito saperlo, quelle dell’abbatimento di 315 anatre o altre? Dacci lumi grazie.

  8. FRANCESCO scrive:

    AMICO GIOVANNI IL MIO MESSAGGIO E’ CHE I NOA NON APPLICANO L’INTELIGENZA ALLA LEGGE!
    NIENTE DI GRAVE SUPERARE L NUMERO DEI CAPI COMPORTA UNA SANZIONE AMMINISTRATIVA INVECE BECCARE UN CACCIATORE CHE SE MAI PER UNA VOLTA NON HA PORTATO I RICHIAMI VIVI E HA FATTO USO DEL RICHIAMO ACUSTICO SI RITROVA AD ESSERE DENUNCIATO E IN FINE CAPI SEQUESTRATI 0 1 ED IN ALCUNI CASI ANCHE 2 QUINDI DOV’E’ L’NTELIGENZA DI CHI APPLICA LA LEGGE NON MI DILUNGO,A PRESTO.

    • Irriverente scrive:

      Francesco , SVEGLIATI !!
      Il richaimo acustico è proIbito dal lontano 1992
      Sono passati, se non vado errato , 17 anni ….
      Se ti beccano finisci nel penale ….
      Ripeto ! E’ cosi da 17 anni
      Possibile che in Italia ci sia ancora qualcuno che ne fa uso ?

    • Giovanni A scrive:

      Francesco scusa, ma se il cacciatore sa che i richiami elettronici sono vietati, mi dici per favore che scusanti ha? Sto solo discutendo la condotta sbagliata. Il cacciatore che conosce l’art.30 della 157, deve evitare certi richiami. Vogliamo dare colpa alla forestale se gli ha sequestrato tutto , o dobbiamo darla a lui che ha infranto un articolo di legge penale?

      Sai che il vecchio detto dice: Dura lex,sed lex vero? Dai Francesco, non cerchiamo di far passare per cattivi gli altri, ma chi adopera mezzi illeciti a caccia, che non serve per sfamarsi è passibile di sanzione, punto e basta.

      Una cortesia Francesco, potresti scrivere piccolo? Si capirebbe meglio il tutto. Grazie :lol:

    • Pier57 scrive:

      L’uso dei richiami acustici è giustamente proibito da parecchi anni.
      L’utilizzo del richiamo acustico è un atto volontario per l’esercizio di un comporrtamento sleale nei confronti della migratoria e dei cacciatori che utilizzano richiami ammessi.
      E’ molto più comodo andarsi ad acquistare richiami acustici sempre più sofisticati piuttosto che mantenere una batteria di richiamo per 365 giorni con un dispendio di tempo e d economico piuttosto importante.
      E secondo me l’uso del richiamo acustico, purtroppo molto diffuso in quanto tanti lo contestano e poi, loro stessi ne fanno uso, è da sanzionare con la sopensione della licenza di caccia per un periodo di 2-3 anni.

  9. SPRINGER scrive:

    Pensa che è convinto di essere furbissimo! Ha anche scoperto che sono vice amministratore del sito Fishing Expert e che lì il mio nickname è “leuciscus”!
    Un vero e proprio Sherlock Holmes…
    Che però non va a caccia.

    __________________________________________________________________________

    Credimi ” pesciolino ” , ho altro da fare che dare la caccia a quelli come te . Il mio tempo lo spendo molto meglio .
    Conosco il tuo ” nick ” semplicemente perche’ e’ quello che usavi quando ti hanno praticamente sbattuto fuori dal Forum di questo sito non sopportando la tua arroganza unita alla mancanza di idee o proposte nei confronti di un suo frequentatore . Pari pari quello che fai qua adesso con la differenza di godere dell’ appoggio di tuoi pari .
    Che tu dia a me del non cacciatore e’ semplicemente ridicolo e in linea con il tuo personaggio : cioe’ ” vice Amministratore ” di un sito , Fishing Expert , che parla di pesca .
    E forse e’ a quella che e’ meglio che ti dedichi :mrgreen: .
    Ciao caro :wink:

    • Pier57 scrive:

      Colpito e affondato!

    • lucas scrive:

      Ma quale colpito e affondato. :-) Nessuno mi ha mai cacciato dal forum. Ho semplicemente smesso di frequentarlo perché tanto le discussioni erano univoche, ossia è infestato da professori che tendono ad insegnare al prossimo come e quando si caccia e non perdono occasione per dire quanto è etica e moderna la loro caccia e quanto fanno schifo quelle degli altri. Mi sa che siete rimasti da soli. :lol:

  10. Giacomo scrive:

    Azz..! Siamo arrivati al punto di infomarsi addirittura di quello che si fa nel nostro privato ? Per poi denigrare ? Ma per carità….. questo è un procedere antipatico di uomini da bettola. :mrgreen: ma non vi vergognate. Lucas di suoi pari ne ha a iosa su questo sito perche è un valido difensore della nostra passione! Scusami Lucas ma te lo dovevo so bene che sai difenderti da solo :wink: Hai fatto come pulcinella ti sei preso l’aiutanti per farti vantare. Lo sparatore Pierino lo sa fare bene questo mestiere………. Ma siete in due o tre una nullità non contate niente, tutte chiacchiere e distintivo……… I cacciatori sono un’altra cosa.

    • lucas scrive:

      Non ti immagini quanto mi fanno ridere.. :mrgreen:

    • SPRINGER scrive:

      Lucas di suoi pari ne ha a iosa su questo sito .

      ____________________________________________________________________________

      Ed e’ l’ unico motivo per cui ancora riesce a esserci . Ma non ne farei un motivo di vanto .
      Dove l’ ambiente e’ un tantino ” piu’ su ” :mrgreen: e il virus dell’ arroganza e dell’ attacco personale gratuito e fine a se stesso non hanno cosi’ facile presa , l’ hanno ” allontanato ” .
      P.S. I cacciatori che (s)parlano di altri cacciatori lo so bene che sono altra cosa . Infatti sono …….. pescatori :mrgreen: .

      • Giacomo scrive:

        Infatti………… tu hai superato i limiti stai dall’altra parte della barricata !! :mrgreen: Perche oltre a sparlare della caccia quella vera e dei cacciatori, non sei ne pescatore ne cacciatore………. :mrgreen:

    • Pier57 scrive:

      James, non perdi mai l’occasione per dare sfoggio della tua ignoranza.

    • Pier57 scrive:

      Ma che lingua parli?

  11. Giacomo scrive:

    Tu invece quella di fare il palo a Springer !! Pierino ma perchè tu sei ribelle, perchè vuoi il mondi il elle ? :arrow: – L – come LIPU :mrgreen:

    • Pier57 scrive:

      Veramente io non capisco se ci sei con la testa o stai solo “abbaiando” come spesso ti capita.
      Che c@@@o pretendi tu di sapere cosa sono e cosa fanno gli altri?
      Veramente il tuo comportamento è indecifrabile.
      Come diceva quello là, è proprio vero che la mamma degli ignoranti è sempre incinta.
      Saluti James Bond.

  12. FRANCESCO scrive:

    caro irriverente e carrissimo giovanni, non sto’ giustificado chi fa uso del richiamo acustico sto’ semplicemente dicendo che chi applica la legge, la 157/92 ,non lo fa con molta inteliggenza ossia, se un cacciatore che usa il richiamo acustico viene denunciato e logico, per l’inteligenza umana, che chi usa i richiami vivi debba essere arrestato e chi supera i capi abbattuti ,come citavo sopra, va dato l’ergastolo. LA 157/92 NASCE PER SALVAGUARDARE LA FAUNA ALLORA MI CHIEDO PERCHE’I NOA NON SI APPOSTANO SUGLI ARGINI DELLE RISERVE PER CONTROLLARRE I CAPI ABBATTUTI DAI CACCIATORI E AL RAGGIUNGIMENTO DEL NUMERO DEI CAPI IL REGOLAMENTO VUOLE CHE QUESTI INTERVENGANO A FAR RIMETTERE I FUCILI NEI FODERI, QUESTA E’ LA COSA INTELIGENTE CHE DOVREBBERO FARE INVECE DI ACCANIRSI SU ALCUNI CACCIATORI CHE NON AVENDO LA POSSIBILITA’ DI SVOLGERE LA LORO PASSIONE SI ARRANGIANO COME POSSONO, RISCHIANDI ANCHE GROSSO TANTO E VERO CHE IL 90% DEI CACIATORI DENUNCIATI DAI NOA SUL NOSTRO TERRITORIO AL MOMENTO DEL CONTROLLO AVEVANO CON SE DALLE 0 ALLE 2 ANATRE. IN SINTESI IL MIO MESSAGGIO E’ SI E GIUSTO INTERVENIRE SU CHI USA IL RICHIAMO NON E’ GIUSTO CHE LA DOVE AVVENGONO VERI E PROPI GENOCIDI CONTROLLI 0 QUNDI L’INTELIGENZA DOV’E’? E ‘ PER CASO UN OPZIONAL? :mrgreen:

    • lucas scrive:

      E’ che le azienda faunistico venatorie, grazie all’infame legge 157/92, sono, di fatto zona franca dove tutto è permesso ai quotisti, visto che pagano…
      Allora ecco che i poveri cacciatori migratoristi vanno perseguitati come delinquenti, con tanto di reparti speciali appositamente addestrati, mentre i soci delle aziende faunistico venatorie possono sparare tranquilli, tanto non li controlla nemmeno il più scalcinato dei guardacaccia volontari. :mrgreen:

      • fiore scrive:

        infatti la fine sarà quella della dilatazione delle riserve a pagamento dove poi tutto diventa possibile senza ne controllo ne ragione.

        e ho paura che i tempi non sono lontani se non si trovano delle soluzioni alternative che proteggano la caccia da speculazioni economiche e interessi politici.

  13. FRANCESCO scrive:

    BRAVO LUCAS, COLPITO E AFFONDATO :mrgreen: nel mio paese eravamo 170 cacciatori oggi ne contiamo meno di 20 il motivo? siamo gli ebrei del 2000 :evil:

  14. Giovanni A scrive:

    La storia delle AFV dove si fa quel che si vuole è in parte vera, ma non dapertutto. Pensate che in piemonte, qualche zuzzurellone della regione, tempo fa aveva tirato fuori un decreto in cui vietava alle Guardie volontarie i controlli se non autorizzati nelle riserve in oggetto(sic). Ci si chiederà perchè solo alle gg.vv. il motivo era molto semplice, ma per motivi ovvi non li posso citare qua.

    Immaginate il controsenso della cosa solo ai volontari, sapete il perchè? Semplice, perchè erano proprio le gg.vv. delle associazioni venatorie a fare certi controlli e in maniera regolare e per loro fastidiosa, molto fastidiosa, gente che cacciava senza licenza, in mezzo alle colture in atto, senza il tesserino regionale e senza marcare la giornata venatoria, queste erano le infrazioni più ricorrenti.

    La cosa dava alquanto fastidio e allora si arrivò a quel decreto che però, tramite ricorso delle associazioni anticaccia, ahimè si, solo loro si mossero, naufragò miseramente e fu soppresso da un secondo decreto che fece giustizia.

    Quindi Lucas, io e tanti miei colleghi da scalcinate gg.vv. abbiamo dato e diamo filo da torcere a chi crede di poter fare i cavoli propri solo perchè cacciano in AFV. Che ci si creda o no, è grazie a noi che in tante afv sembra tornata la legalità. E’ ovvio che non possiamo esserci sempre in quanto volontari, ma sanno bene che se sgarrano possono incorrere nelle sanzioni di legge e, cosa che da loro fastidio, è che non sanno mai quando arriviamo. Non è che mi piace o è bello parlare di ciò, in quanto denota che a caccia in certi luoghi e in certi frangenti, c’è chi crede di fare ciò che più gli aggrada, e questo lo sanno anche i nostri nemici.

    Per Francesco, carissimo, lungi da me il non comprendere cosa vorresti dire, ti dico solo che la vigilanza, va fatta si in maniera intelligente e colpire solo se merita colpire, ma gli agenti preposti non sono tenuti a non verbalizzare, anzi chi non lo fa rischia la denuncia per omissioni di atti del suo ufficio, pena da uno a cinque anni, quindi? Resta sempre il fatto che essendo sul territorio, il buon senso non deve mancare a nessuno. Mai mettere tutti nello stesso calderone, i Cacciatori sono diversi dai possessori di licenza e l’errore involontario può succedere a chiunque di commetterlo checchè se ne dica.

    Io stesso ho subito diversi controli a caccia da chi non mi conosceva, ho avuto alterchi con guardie anticaccia, ma sempre risolti solo perchè non hanno mai trovato appigli per verbalizzare, se si caccia in regola, non si deve temere nessuno. A volte è la scarsissima conoscenza delle leggi che mette il cacciatore nell’impossibilità di controbattere anche se ha ragione e fa il gioco sporco di chi vuole metterci nei guai. Ciao

  15. SPRINGER scrive:

    sempre risolti solo perchè non hanno mai trovato appigli per verbalizzare, se si caccia in regola, non si deve temere nessuno.

    ___________________________________________________________________________

    Appunto . E’ tutto di una semplicita’ cosi’ disarmante che dire il contrario e’ essere in malafede .

    • Giovanni A scrive:

      Certo che è così semplice Springer. In tutti questi anni da cacciatore in piemonte, ho avuto a che fare con parecchi soggetti della vigilanza di ogni sorta. Quando c’erano gli “eroi” dell’enpa ti fermavano per chiederti i documenti, mentre altri loro colleghi con la rullina metrica misuravano se eri a distanza regolamentare da strade varie. Un atteggiamento che un pò faceva ridere per il modo in cui veniva fatto. Mi hanno contestato una volta…udite udite……che non avevo pagato la tassa di Concessione Governativa, mancava la ricevuta e, tutti felici hanno iniziato a compilare il verbale, io sogghignavo, alla fine mi hanno chiesto cosa dichiaravo…hihihihi….ho dichiarato che mancavano di competenza in quanto la licenza era stata rinnovata per i sei anni nel mese di maggio e che non c’era bisogno della ricevuta :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

      Constatata la figuraccia sono andati via con la coda tra le gambe :mrgreen: Ci vorrebbe un repulisti generale tra i volontari, altrimenti alcuni fanno solo danni in giro. :evil:

      In ogni caso ribadisco che se si è in regola bisogna piantare i pugni e farsi valere, in caso di sospetto sopruso, si chiamino le Forze dell’Ordine se possibile e non temere mai nessuno solo perchè ha una divisa, ovviamente senza strafare scivolando come purtroppo è già successo, nell’oltraggio a P.U. Calma e sangue freddo sono essenziali in quei casi. :lol:

  16. FRANCESCO scrive:

    carissimo giovanni A, io sono piu’ cacciatore di quando tu possa immaginare,andavo a cacia con mio padre dall’eta’ di 8 anni sono arrabbiatissimo per quanto succede sul nostro territorio,(un peso 2 misure) per la 157/92 che non viene modificata e come sappiamo tutti il vero male della nostra passione sicuramente la nostra realta e diversa dalla vostra sicuramente voi avete gli abitat datti dove svolgere la vostra passione noi no!! o si va in riserva oppure ti arrangi a tenere il fucile sulle spale e la cartucciera sempre piena :evil: , a dimenticavo per poter cacciare nelle nostre riserve servono prima i soldi poi la licenza, con affetto un migratorista arrabbiatissssimo!!!!

    • Giovanni A scrive:

      Francesco non serve a tanto arrabbiarsi credimi, io ho quasi 59 anni, ne ho prese di arrabbiature in tutti i campi, dal lavoro alla caccia. Per la caccia continuo un pò ad arrabbiarmi, ma solo un pò credimi, ormai sono rassegnato che nulla cambierà se non in peggio.

      La politica promette e non mantiene, il cacciatore, quello che ci ha creduto, io no, ha dato il suo voto ma non ha avuto nulla in cambio se non solo promesse vane. :evil:

      Beh Francesco, nemmeno qua in piemonte(ma io sono siciliano) gli habitat sono più quelli di tempo fa, le colture intensive e i disboscamenti hanno fatto peggiorare il territorio venabile. Una volta la fauna selvatica trovava rifugio nei boschi, adesso ce ne sono così pochi in painura che finito di tagliare i granoturchi rimane più nulla o poco dove il selvatico possa trovare rifugio.

      Persino in Sicilia dalle mie parti, tutto sta cambiando, ma sempre in peggio purtroppo. Concludo la tiritera dicendo che da quando la politica ha inquinato il nostro mondo stiamo cadendo sempre più nel baratro, ma vedreai che alle prossime regionali, i boccaloni correranno a rivotare chi li ha presi per i fondelli, basta solo che qualche “santo” dica di stare tranquilli che tutto è quasi ok!!! :evil:

      In bocca al lupo Francesco e possibilmente sta sereno. Ciao e salutami la bella Puglia dove ho fatto due anni di marina militare. :lol:

  17. FRANCESCO scrive:

    amico come migratorista ti do un consiglio, la dove vengono tagliati i granoturchi con le pioge si creano degli acquitrini ed e’ proprio li che il germano reale fa la pastura oviamente al tramonto e comunque di giorno la zona puo essere monitorata e vedere se cisono piume,orme,feci del germano quindi tutti indizzi della loro pastura, ti saluto con affetto

  18. Giusti Giacomo scrive:

    Nelle riserve fanno quello che vogliono,e`inutile negarlo.
    Verso la fine di ottobre sentii parlare per radio un cacciatore che domandava a un’altro che cosa era quella sparatoria continua che sentiva,erano le 11.00.
    La risposta fu che stavano facendo la terza cacciata dell’anno ai tordi.
    Riserva attrezzata,con colture a perdere proprio per attirare e far rimanere i tordi dentro.
    E poi………..
    E chi va li dentro a controllare i carnieri?

    • lucas scrive:

      Nessuno. Stessa cosa succede per l’apertura delle tortore organizzata dalle aziende faunistico venatorie.
      Grandi sparatorie in tutta libertà, in quei campi di girasole di ettari ed ettari (altro che cinque tortore a testa :mrgreen: ) e noi poveri fessi che siamo fuori siamo super controllati. Stessa cosa per i tordi, come dici giustamente, ma anche per i colombacci, le allodole e le baccacce.
      Dentro non ci vanno di sicuro. Sono tutte riserve padronali di gente che non vuole ficcanaso fra le scatole.
      Informatevi su quanto costa una quota dentro certe “riserve” e poi capirete che lì vale solo la legge del dio denaro.

  19. JO 68 scrive:

    conosco persone che sono andati in queste riserve del sud italia,è come andare a caccia in romania,x i carnieri che fanno!!!! devi essere amico di qualcuno,o del proprietario,si usano apparecchi elettronici x attirare prede,le guardie non entrano o vengono a prendersi qualcosa x non rompere,si spara senza limiti di carnieri,l’unico problema è portarsi a casa la selvaggina ,se ti fermano x strada!!! molti cacciano senza licenza,le guardie zitte o sparisci!!! io mi chiedo,dove sono gli anticaccia????cosa fanno???? cosa dicono????denunciano queste cose????

Leave a Reply


7 + 2 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.