Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Emilia Romagna: Possibile sparare agli storni

| 13 ottobre 2009 | 19 Comments

Storno2(Emilia Romagna) Il Tar: «Possibile sparare agli storni»
IL TAR di Bologna ha respinto la richiesta di sospendere la normativa adottata dalla Giunta Regionale per l’esercizio della caccia in deroga a storno e tortora dal collare. Per i consiglieri del PD in Regione Mario Mazzotti e Miro Fiammenghi «il provvedimento della Regione era stato adottato per difendere le produzioni agricole del nostro territorio e, certo, non per praticare regimi di caccia indiscriminati — proseguono i Consiglieri romagnoli del PD —. La prova di ciò sta nel fatto che oltre alle Associazioni Venatorie Arci Caccia, Federcaccia, ed Anuu, anche Coldiretti, Confagricoltura e Cia si sono impegnate attivamente davanti al Tar per sostenere queste due deroghe». Coldiretti si era opposta alla sospensiva per tutelare le aziende agricole che ogni anno subiscono quasi mezzo milione di euro di danni dai soli storni».

http://ilrestodelcarlino.ilsole24ore.com

Category: Emilia Romagna

Comments (19)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. cla scrive:

    Essendo la mia passione la caccia allo storno non posso che essere contento per i colleghi dell emilia romagna. Detto questo mi piacerebbe sapere dal pd di questa regione come mai,a differenza del solito partito ligure ,non hanno tirato in ballo la questione dell italia che sarebbe sotto sanzione dalla ue causa applicazione deroghe mi piacerebbe proprio saperlo ma sicuramente il mio dubbio non verrà chiarito.

  2. Traica Roberto scrive:

    Evviva ,evviva.Nom ho altro da dire se non che sono contento. :lol:
    Roberto Traica

  3. pino56rm scrive:

    x cla
    evidentemente gli storni procurano danni solo in Emilia Romagna.

    Spero che ai cacciatori di quella regione non siano stati imposti i vincoli che avevamo nel Lazio lo scorso anno (cento metri da frutteti/ vigneti/oliveti con frutto pendente, no richiami, ecc.), anche se qualcuno dirà che il regime di deroga impone questo.
    Dopo la parentesi dello scorso anno, noi “laziali” purtroppo potremo solo guardarli mentre fanno scempio di uva, olive, frutta e grano, perchè anche per questa stagione le giubbe rosse hanno deciso di farli stare tranquilli. Speriamo che le varie associazioni agricole facciano sentire la loro voce anche qui e riescano a coinvolgere le AA.VV. (che se ne fregano), e di conseguenza ……….

  4. massimo fedeli scrive:

    che stolti il pd combatte insieme a quelli del pdl x i divieti e poi nelle regioni che interessano si spara anche ad uccelli protetti solo quando fa comodo a loro, ma lho sapete dove dovete danna doveta danna………………. :evil:

  5. claudio di anzio scrive:

    Non voglio neanche immaginare cosa partorirà il PD per il Lazio sul discorso deroghe visto che regione e provincia sono rosse.

  6. pino56rm scrive:

    x claudio di anzio
    e che vòi partorì, ormai i giochi so fatti, niente deroghe finchè a governacce saranno loro

  7. Matteo scrive:

    La notizia fortunatamente è vera,
    ciò che non mi risulta sono le dichiarazioni dei consiglieri regionali del PD.
    Stamattina ho ricevuto appunto da un consigliere regionale romagnolo il seguente comunicato stampa:
    COMUNICATO STAMPA

    «Caccia in deroga allo storno: il Tar
    dà ragione alla Regione Emilia-Romagna»

    I consiglieri romagnoli del PD: «Soddisfatti dal pronunciamento, la priorità è contenere i danni all’agricoltura del nostro territorio».

    «L’ordinanza del Tar (Tribunale Amministrativo Regionale) di Bologna che rigetta la richiesta di sospendere l’uso della normativa adottata dalla Giunta Regionale dell’Emilia-Romagna per l’esercizio delle deroghe autorizzative del prelievo dello storno e della tortora dal collare in alcune realtà, a contenimento dei danni alle produzioni agricole, è un’ottima notizia» affermano i Consiglieri del Partito Democratico in Regione Emilia-Romagna Mario Mazzotti, Damiano Zoffoli, Valdimiro Fiammenghi, Roberto Piva e Giuliano Pedulli.
    «Il provvedimento della Giunta Regionale era stato adottato per difendere le produzioni agricole del nostro territorio e, certo, non per praticare regimi di caccia indiscriminati – proseguono i Consiglieri romagnoli del PD – La prova di ciò sta nel fatto che oltre alle Associazioni Venatorie Arci Caccia, Federcaccia, ed Anuu, anche Coldiretti, Confagricoltura e Cia si sono impegnate attivamente davanti al Tar per sostenere queste due deroghe, che trovano oggi riscontro positivo anche sul piano tecnico e giuridico nel pronunciamento del Tribunale di Bologna. Ora, è quanto mai indispensabile che il Governo, anziché fare delle chiacchiere e delle promosse inutili sulla caccia, faccia pienamente la sua parte in sede Europea per eliminare dalla “direttiva uccelli”, l’assurda norma che individua lo storno come specie in via di estinzione».
    «In Emilia-Romagna – concludono i Consiglieri – abbiamo attuato politiche di governo del territorio, sostenibili e partecipate, delle quali l’attività venatoria è parte fondamentale. Cacciatori, agricoltori e ambientalisti, nella nostra Regione, sono soggetti attivi della programmazione e della concertazione».

    Mi sembra quindi che siano stati riportati alcuni spezzoni di un comunicato stampa più completo dove esponenti del PD accentuano la gravità della protezione dello storno e l’imminente urgenza di farlo rientrare tra le speci cacciabili.

    Il PD troppe volte si è mostrato avverso alle esigenze del mondo venatorio però quando alcuni esponenti evidenziano cose giuste non capisco perchè troncare in questo modo i comunicati stampa.
    Forse perchè attaccano il Governo di centrodestra per quello che non sta facendo?

    Deluso
    Matteo

  8. ritz scrive:

    Grazie a Matteo per farci conoscere nel dettaglio quanto detto da alcuni rappresentatnti il PD romagnolo, ma io dico che “una rondine non fa primavera” e i fatti dimostrano che il PD Nazionale non è a favore della caccia. Del PDL ancora non si capisce da che parte stia, certo non tutti pro caccia.
    Roberto Vannuccini

  9. pino56rm scrive:

    Sentito ministro Zaia? Anche il PD vuole la reintroduzione dello storno fra le specie cacciabili, Lei che fa? Si dormicchia, eh? O forse la questione storno non La interessa? Ci faccia sapere, anche per il tramite del suo consigliere cacciatoreperleuropaeperilmondo.
    Grazie.

  10. pino56rm scrive:

    Sentito, ministro Zaia? Anche il PD vuole la reintroduzione dello storno fra le specie cacciabili, Lei che fa? Si dormicchia, eh? O forse la questione storno non La interessa? Ci faccia sapere, anche per il tramite del suo consigliere cacciatoreperleuropaeperilmondo.
    Grazie.

    • massimo fedeli scrive:

      Pino56rm guarda che il pd concede la caccia allo storno dove prende voti, Umbria ,Toscana,emili romagna, 2 + 2 = 4 :wink:

  11. pino56rm scrive:

    scusate il doppione

  12. adri scrive:

    pd bene in emilia male molto male in liguria si può dire che siete :lol: :lol: pronti per ridimensionarvi come numero in liguria siete troppo poco coerenti con la base ……..ee continuate ad andare a braccetto con i verdi veneziano ecc . vi ritroverete in quattro gatti tanti da fare una partita al bar non serviranno piu le primarie per voi se continuate cosi sarete un partito in demolizione

  13. JO 68 scrive:

    le associazioni animaliste che dicono??? CHE BRUCIORE DI C…!!!! :lol: :lol: :mrgreen: :mrgreen:

  14. Diego scrive:

    Ennesima dimostrazione di come la “giustizia italica” sia influenzata dalla politica….nelle regioni a guida rossa i Tar non osano contrastare l’operato dei legislatori, nelle regioni invece a guida “nemica” i buon giudici si scatenano (e noi di Brescia ne sappiamo qualcosa)

    • Matteo scrive:

      Può essere,
      comunque negli ultimi anni avevano sempre accolto il ricorso anche in Emilia Romagna bloccando la caccia per uno o due mesi e riaprirla poi solo per pochi giorni.
      E’ la pima volta che ci da subito ragione e secondo me è solo grazie alla grossa pressione di CIA e Coldiretti, visto che le Provincie non hanno più i soldi per pagare i danni degli storni e tra gli agricoltori c’è un diffusissimo malcontento.

      Matteo

Leave a Reply


+ 3 = 12

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.