Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Casentino, censimento cervo nobile

| 23 settembre 2009 | 4 Comments

Cervo3Foreste Casentinesi, inizia il ‘censimento’ del cervo nobile
SANTA SOFIA – Comincia il grande censimento del cervo nobile nelle foreste casentinesi. Cinquecento persone dentro il Parco e circa duecento nelle aree confinanti sono pronte ad entrare in azione per compiere la più grande rilevazione di cui si abbia notizia.

Giovedi, per le 17,15 è previsto il primo concentramento nei diversi punti di ritrovo. Ci saranno l’appello e il briefing che anticiperanno la partenza per i diversi punti di ascolto del bramito. La rilevazione vera e propria avrà luogo dalle 20 alle 23.

Il programma – che prevede momenti di scambio e convivialità tra i partecipanti – si svilupperà nello stesso modo anche venerdi. Per sabato potrà esserci una terza sessione di recupero in caso di maltempo nei giorni precedenti.

Nella mattina di venerdi, dalle 10, ci saranno incontri divulgativi presso alcune strutture nei vari versanti del Parco. Saranno illustrati alcuni progetti di natura ambientale legati alla gestione faunistica. Inoltre verranno presentate le attività del Parco in campo faunistico con il nuovo “progetto volontariato per la fauna”.

Sabato mattina dalle 10 ci sarà la grande conferenza dedicata al “Censimento del cervo al bramito 2009″ presso il Centro polifunzionale di Badia Prataglia. Dopo i saluti del presidente del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Luigi Sacchini, ci sarà l’intervento di Vito Mazzarone, della Provincia di Pisa, uno dei pionieri di questo sistema di rilevazione nel Parco che parlerà di “20 anni di storia del censimento al bramito: dalla prima sperimentazione ad oggi”.

A seguire Alfredo Bresciani, della Comunità Montana del Casentino, parlerà dei “Rapporti tra fauna ungulata e vegetazione

forestale in Casentino”.

Claudio D’Amico e Marco Mencucci, del Coordinamento Territoriale per l’Ambiente del C.F.S., approfondiranno il tema “La sorveglianza: aggiornamenti sulla presenza del lupo e primi risultati sui monitoraggi ambientali e faunistici nell’area protetta.”

Andrea Gennai e Juanito Grigioni, del Parco Nazionale illustreranno “Le attività di gestione degli ungulati nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi”.

Lilia Orlandi e Sandro Nicoloso, della D.R.E.Am. Italia parleranno del “re” delle foreste casentinesi nell’intervento “La gestione del cervo: non solo prelievo venatorio”.

A chiudere, Marco Lucchesi, J. Grigioni, Stefano Vagniluca, Marco Landi, B. Forieri, Antonio Zoccola e Giovanni Quilghini presenteranno il “Primo contributo alla conoscenza della flora parassitologica intestinale della capra di Montecristo (Capra hircus)”

Domenica per chi resta sono previste escursioni e sopralluoghi ad aree di interesse faunistico, con il personale tecnico del Parco, del CFS e degli enti organizzatori.

Per gli addetti ai lavori, alle 9, con ritrovo davanti al cinema di Stia, ci sarà un’ escursione guidata (tecnici del Parco e della Comunità Montana Casentino) con visita al recinto di cattura dei cervi ed alle aree di rinnovazione delle abetine dove la l’ente sovracomunale sta sperimentando le nuove recinzioni di esclusione dei cervi. Si tratta di un’ uscita molto tecnico-didattica adatta solo per chi è interessato al tema specifico. Il rientro è previsto per pranzo (altrimenti, per chi vuole, paninata al sacco sui prati ).

Per informazioni e iscrizioni si possono consultare il Parco (0575. 503029 0543. 971375), il centro visita di Badia Prataglia (0575. 559477) o il Consorzio Casentino Sviluppo e Turismo (0575. 520511)

http://www.romagnaoggi.it

Category: .In Evidenza, Varie

Comments (4)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Matteo scrive:

    Vorrei vedere quanti agricoltori ci sono a fare il censimento…
    Sono anni che ci sono danni enormi all’agricoltura e ultimamente non solo nelle zone limitrofe al parco ma anche a circa 50 Km di distanza che la Provincia di Forlì-Cesena se ne fraga e non liquida un euro agli agricoltori, anzi pensa ad organizzare putt…te del genere.

    Mi piacerebbe ascoltare quando parlano di: “La gestione del cervo: non solo prelievo venatorio”
    E come pensano di ridurre la popolazione che ormai è fuori controllo e che la Provincia non prende neanche in considerazione l’ipotesi di aprire almeno la caccia di selezione al cervo.

    Abito molto vicino all’area interessata e per noi il cervo non è più una novità anche se abitiamo a 300 mt d’altezza sul livello del mare.

    Matteo

  2. massimo fedeli scrive:

    ma dove le prendono 500 persone x il censimento? riempiamo i parchi di cervi è poi? poi forse se nè cattura 3 o 4 :| x spostarli dove?siamo pieni di ungulati, è chiaro che così si favorisce il bracconaggio, anche x difendere le culture e lo stesso bosco, ameno che non intervenga il lupo a ripristinare l’equilibrio faunistico , perche certi esseri umani gestori di questi parchi non nè sanno niente di natura e problematiche riferite alla fauna e flora 8O

Leave a Reply


3 + = 11

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.