Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Ferrara: a scuola di caccia

| 14 agosto 2009 | 9 Comments

FERRARA: Prima serata a scuola di caccia
Straordinaria partecipazione al primo degli incontri, promossi dalla Questura e dalla Polizia provinciale di Ferrara, in collaborazione con il centro servizi Atc di Ferrara, tenutosi martedì sera al centro sociale il Melo.
Poco meno di 300 cacciatori hanno presenziato ascoltando prima l’illustrazione delle principali novità relativamente al Tesserino di Caccia Controllata, alle Zone di Protezione Speciale ed alla caccia in deroga, fornite dal comandante della Polizia provinciale, Claudio Castagnoli. Altrettanto significative le illustrazioni dell’ispettore capo Cirelli della Questura di Ferrara, su come si custodiscono le armi, in base a quante se ne possiedono, ma anche come devono essere trasportate ed eventualmente utilizzate.
Ancor più seguita la spiegazione del primo dirigente della divisione amministrativa della Questura, Enrica Bonini, quando ha spiegato come un cacciatore deve avere un comportamento irreprensibile tutto l’anno: se, ad esempio, viene sorpreso in stato di ubriachezza o denunciato per aver picchiato la moglie, questi perderà la licenza di caccia. Ogni singola segnalazione sui comportamenti dei cacciatori, ha spiegato la dirigente, viene analizzata con la massima attenzione proprio perché chi ha un porto d’armi, di qualunque tipo, deve avere, sempre e comunque, un comportamento irreprensibile.
Le numerose domande che hanno seguito le illustrazioni delle diverse normative, è stata la miglior dimostrazione della bontà dell’iniziativa che vede la Polizia provinciale e la Questura insieme, unico caso nel panorama nazionale, per divulgare informazioni al fine di rendere sempre più edotto il cittadino-cacciatore.
Tutte le informazioni e le spiegazioni comprese alcune slide sono fruibili sul sito: www.ecouniamoci.it.

http://www.estense.com

Category: Emilia Romagna, Generale

Comments (9)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Giovanni A. scrive:

    Mi piacerebbe sapere perchè solo al cacciatore vengono applicate certe norme coercitive.

    Se faccio qualche esempio di chi è andato in congedo in un corpo di polizia per pazzia e ancora ha la patente e scorazza libero e veloce per le strade che succede?

    Se dico che quella gente prende una pensione alta solo perchè è “ammalato” cosa succede? Ho invece la vaga impressione che in codesto paese ci sono categorie quasi intoccabili e protette, mentre i parià, ossia i cacciatori sono sempre sotto tiro per qualsiasi fesseria.

    Io dico puniamo severamente gli abusi, ma non esageriamo con le sanzioni solo perchè cacciatori. Vabbè che è di moda darci addosso, però….!!!!

  2. Giacomo scrive:

    caro Giovanni A, ma ancora non sai che dopo aver preso la licenza di caccia diventi automaticamente uno stronzo, meleducato, ubriacone, che no sa tenere neanche in mano un fucile e che picchia moglie e figli ?

    Giustamente queste cose le fanno solo chi tiene il porto d’arma perchè l’arma è una cosa pericolosa puo uccidere le persone.

    E chi ha la patente per i camion, le macchine e le moto no ?

  3. Giacomo scrive:

    caro Giovanni A, ma ancora non sai che dopo aver preso la licenza di caccia diventi automaticamente un meleducato, ubriacone, che no sa tenere neanche in mano un fucile e che picchia moglie e figli ?

    Giustamente queste cose le fanno solo chi tiene il porto d’arma perchè l’arma è una cosa pericolosa puo uccidere le persone.

    E chi ha la patente per i camion, le macchine e le moto no ?

  4. raffaele scrive:

    mah!!!!!!!
    chissà!!!!!!
    forse!!!!!!!!
    booh!!!!

  5. Giovanni A. scrive:

    Purtroppo caro Giacomo, siamo noi cacciatori sotto tiro come sempre.

    Gli altri possono fare come vogliono e nessuno gli dice nulla, i camionisti poi…..lasciamo perdere vah…se no esco fuori dal seminato.

    Ciao e buon ferragosto a te e a tutti i cacciatori.

  6. Giacomo scrive:

    Buon ferragosto anche a te Giavanni !! Divertiti adesso e non ci pensare, ne riparleremo. Ciao

  7. Jo 68 scrive:

    AUTO,CAMION,MOTO,ECC…SONO MENO PERICOLOSE DI UN ARMA???CHI MI RISPONDE???

  8. Giovanni A. scrive:

    Ti rispondo io Jo 68. Cerrrrrrrrtoooo che un’arma e da caccia pure, è più pericolosa, quella fa pum pum….mentre gli altri fanno brum brum……capito?

    E poi….mentre i camion e bla bla bla, uccidono tanta gente,inquinano e quant’altro, non fanno quasi testo, mentre una cosa che fa pum si, salta all’occhio dei soliti noti pronti a demonizzare qualsiasi incidente di caccia e chi la esercita. Costanzo e teste pensanti simili ti dicono qualcosa?….W l’i…taglia!!!

  9. Sergio Gunnella scrive:

    Ciò che mi meraviglia di più è che dall’ incontro di Ferrara sia sortita una non ben identificata ed identificabile “scuola di caccia”, definizione pretenziosa e per certi aspetti perfino auspicabile, ma che –nella pratica delle cose- si riduce all’ ennesimo tentativo di sciorinare balzelli e complicazioni ad una categoria, quella dei cacciatori, che di tutto avrebbe bisogno, meno che di questo.

    A ben vedere e a mio parere, considerando l’ inevitabile quanto il più delle volte inopportuno intrecciarsi di interessi tecnico/politici da parte degli amministratori delegati, riterrei assai più utile dedicare alcune serate di questa “scuola di caccia” a questi ultimi, dal momento che è proprio la loro attività lavorativa ad imporre un ruolo determinate nella gestione dell’ attività venatica e del territorio.

    Per quanto riguarda il comportamento maldestro di alcuni cittadini che hanno fatalmente scelto di andare a caccia, pur se deprecabile e concettualmente rigettato dal mio stesso pensiero, questo non rappresenta affatto una novità. E ciò, non ostante la mia piena consapevolezza, avendolo evidenziato in svariate occasioni, che nel nostro Paese, i cittadini più controllati fisicamente, mentalmente e moralmente sono proprio i cacciatori.

    Sergio Gunnella

Leave a Reply


+ 9 = 12

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.