Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Spot ANLC Toscana

| 13 agosto 2009 | 100 Comments

Lo spot, realizzato dal regionale ANLC Toscana, è a disposizione di tutti i Regionali o Provinciali ANLC che vogliono utilizzarlo per farlo trasmettere alle relative radio a diffusione locale.

Ascolta lo spot

Category: Generale

Comments (100)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Alessandro Fulcheris scrive:

    Gianni,
    Ora basta, ti prego. Ti stai ricoprendo da solo, è una polemica assurda. Per piacere, stacca, parliamo d’altro. senza cattiveria, grazie.

  2. Giovanni A. scrive:

    Io non mi sento di dare torto a nessuno, ne a Gianni ne ai colleghi cacciatori.

    Mi spiace solo l’aspra polemica creatasi, proprio mi spiace, le offese, da qualunque parte arrivano sono sempre deleterie, non portano a nulla di buono.

    Se volete ascoltare sto fesso, rappacificatevi e discutete cercando di capirvi senza parole fuori dal seminato, non è difficile dai, un pò di buona volontà su….:)

  3. Gianni scrive:

    Ma guardate che con To io non ho assolutamente nulla. Ha scritto che sono in malafede, ma di cose se ne scrivono tante per impeto, senza pensarle. Non credo di averlo insultato e neppure lui a me. Tranquilli, assolutamente nessun problema. Saluti.

    P.S. Ehi, To, in gamba!

  4. giovanni b scrive:

    Caro Daniele.

    preferisco scrivere questo post, piuttosto che telefonarti, per dirti che sarebbe ora che tu prendessi dei provvedimenti, per allontanare chi viene in questo sito, dichiarando falsamente di essere a favore della caccia, ma fà di tutto per istigare all’offesa e per offendere sicuramente ad arte, dimostrando così ai suoi compari e all’opinione pubblica l’arroganza dei cacciatori.

    Ritengo che tutta la categoria dei cacciatori si debba sentire offesa, dal comportamento di certi soggetti, che non sono capaci di dialogare civilmente, ma che anzi dimostrano una arroganza aggiunta alla superbia, oltre il limite della sopportazione, limite che è difficilmente raggiungibile anche dal più arrogante dei cacciatori.

    Un appello anche a tutti voi cacciatori che frequentate questo sito, ad ignorare chi non merita rispetto perchè non sà cosa sia il rispetto , che di professione non so se fà il giornalista è con quali capacità, di sicuro è molto bravo a fare l’istigatore se trova terreno fertile.

    Mi sembra alquanto inutile ricorrere ad appelli di buon comportamento, in questo sito, se poi si continua ad accettare l’intromissione dei peggiori maleducati.

  5. Gianni scrive:

    GiovanniB, sei solo da compatire. Posso scrivere lunghi post, ma ne deve valere la pena. Non ti voglio insultare perchè sarebbe troppo facile e soprattutto non voglio perdere tempo con un fautore del Minculpop

  6. giovanni b scrive:

    Nella mia vita mi sono abituato a compatirmi da solo, l’ho preferito all’autoelogiarmi, perchè mi sono sempre sentito un piccolo uomo insignificante,ma sempre con il massimo rispetto degli altri, evitando di imporre le mie verità agli altri ma soprattutto evitando in assoluto le menzogne per l’autoproclamazione.

    Quanti uomini giacciono silenti dopo una vita di soprusi verso gli altri, purtroppo nessuno di loro ci dirà mai se ne è valsa la pena, ma di sicuro tutti loro lo sanno.

    Quando si è arroganti e maleducati lo si dimostra in qualsiasi occasione e a volte la superbia, che è la malattia dei super uomini, elimina dal cervello ogni autocontrollo,purtroppo molto spesso non è curabile, eventualmente l’unica soluzione è di essere abbandonati a se stessi come i lebbrosi.

  7. Giusti Giacomo scrive:

    Gianni
    Ma quanto casino tu crei!
    Vedi io con te mi sono inc****to una volta sola un po`di mesi fa`,poi ti ho sempre preso sullo scherzo perche`ho capito che sei poco, molto poco, dalla parte dei cacciatori,e molto, ma molto, dall’altra parte,quindi non puoi capire il pensiero dei cacciatori.
    Non e`solo scrivere un libro,o essere un giornalista,che si possono capire tutte le cose del mondo,purtroppo te di caccia e cacciatori ,ne capisci poco,pero`,come tutta la vostra categoria,avete il vizietto di sentirvi illuminati su tutto,ma il piu`delle volte scrivete e parlate per partito preso,o con le vostre idee,e non per deontologia professionale.
    Questo in generale,e piu`che altro senza polemiche ne rancori.

  8. Giusti Giacomo scrive:

    Anche nella risposta a Giovannib,una persona corretta e posata,dimostri purtroppo quello che sei,e che anno detto gli altri.
    Purtroppo non ho mai capito chi vi credete di essere,solo perche`fate i giornalisti.

  9. Giacomo scrive:

    x Giusti :

    purtroppo non hanno mai capito e questa è la cosa più grave con chi hanno a che fare !

    Ma chiedo scusa, avete letto bene questo post scritto sopra

    Gianni, on agosto 19th, 2009 at 17:45 Said

    x Giovanni A

    caro Giovanni se mi puoi spiegare come si può discutere con lui dopo aver letto il post che ti ho citato te ne sarei molto grato.

    per me ho chiuso non lo rispondo più !

    Salutiamo.

  10. Giusti Giacomo scrive:

    Giacomo
    Ci provero`anch’io,ma non so`se ce la faro`a non rispondere,e`troppo presuntuoso e spesso arrogante,e offensivo.
    Ciao.

  11. Federighi Alessandro scrive:

    @Giacomo:mai soprannome fu più azzeccato,poi la storia “dei forestali col mitra tremanti” ….è stato il massimo….e li tu hai avuto un”illuminante paragone…..Tarzan !!!!!!!!!!azz……saluti a tutti i cacciatori !!!!!!!!!!!

  12. Gianni scrive:

    Giusti Giacomo

    Giovannib una persona corretta e posata? Ma se mi ha attaccato senza che gli avessi detto nulla. Va a lamentarsi del mio intervento (fra l’altro dopo che avevo scritto di non avercela affatto con To) con gli altri, come i bambini cresciuti fra i cuscini che quando a scuola gli rubano la merenda vanno a frignare dalla maestra o dalla mamma. Poverino Giovannib, quando sarai grande magari ti gestirai da solo…

    Giusti Giacomo, scendi dalla pianta, guarda che dalle vostre parti di sante Marie Goretti e verginelle non ce ne sono. Ci sono però calabrache fulminei e così via, certo.

    Giacomo, invece, vuoi rispondermi sì, no? Fai quel che vuoi, tanto mangio lo stesso e con appetito. Mi spiace per te che ogni volta che si accenna al coraggio, come nel mio post (a tua specifica domanda e ho risposto con gentilezza) reagisci come una zitella davanti a un nudo. Avrà allora ragione qualcuno che ha fatto riferimento alle gambe Giacomo-Giacomo? In effetti, ma non mi riferisco a te nello specifico, io odio la vigliaccheria, la pusillanimità, la sordidità e la supponenza. Evidentemente non sapete neppure cosa sia quest’ultima, se accusate me di esserlo.Vi farei provare certi ambienti. E negate, negate tutto, anche davanti alla più spietata evidenza.

    Ma finitela, vi leggo sapete, siete qui che vi ammazzate uno con l’altro, con astio, come fate con Fiore e altri. Tanto è facile disprezzare e offendere davanti a uno schermo, no? Siete come un branco di cagnetti che abbaiano alla luna ( se qualcuno come nel mio caso dice cose diverse dalle vostre) contro la vittima di turno ma pronti a mettere la coda fra le gambe e fuggire.

    Fortunatamente non sono del vostro stampo.

  13. Giacomo scrive:

    Giusti quando si scuserà con tutti e vorra riprendere un dialogo serio come lo avevamo impostato allora forse riprenderò il discorso, e lo dico pur sapendo che a lui non gliene frega niente. Non si può colloquiare con lui sapendo che ancora la pensa a quel modo, non ti sembra ?

    Io non so cosa gli abbia preso per scagliarsi così contro lo spot dell’ANLC denigrandoci come ha fatto nei primi tempi che è venuto in mezzo a noi.Io qualche volta ho anche scherzato con lui.

    E poi come se non bastasse ha addirittura parlato come un comune animalista togliendosi la maschera e prendendosela con tutti. Non lo so, ma secondo me è anche un buon segno forse si sente fregato perchè ci saranno buone notizie per noi. Ciao

  14. Giacomo scrive:

    Attenzione !!!! Ci sta provocando apposta !

  15. Argo scrive:

    Basta, lavare le orecchie all’asino. Tempo perso e acqua sporca.

    Sluti
    Argo

  16. giovanni b scrive:

    L’intelligenza non va confusa con la furbizia, come qualcuno spesso cerca di fare, cercando di rigirare le cose a comodo, quando si offendono i cacciatori si offende una categoria di persone, non solo quelli che si sentono offesi, e questa storia stà andando avanti da diverso tempo, anche perchè qualcuno continua a prestargli il fianco per fargli ottenere i propri scopi.
    Se lo ignorate di sicuro non se ne andrà dal sito, perchè un essere superiore non accetta di non essere protagonista, è nel suo DNA, ma di sicuro tenderà ad essere più sociale, fino a quando non gli viene di nuovo offerta la possibilità di offendere, perche questo è uno dei suoi obbiettivi, denigrare gli altri per sentirsi più grande.

    Daniele dice giustamente che questo sito deve essere aperto a tutti, ma io aggiungo che per tutti si debba intendere, coloro che vogliono esporre le proprie idee educatamente, non imporle con la propria arroganza, o addirittura con le offese.

  17. Giusti Giacomo scrive:

    Caro Gianni
    mi dispiace ma di me,della mia persona,di come la penso,di come scrivo,come tratto,e ho trattato,e continuero`a trattare gli amici del sito, non hai capito veramente nulla,eppure se avevi letto con attenzione ,avresti capito.
    Ma tu sei troppo superiore a me io ho studiato per fare il macchinista in ferrovia,te invece per fare il giornalista.
    Ma come vedo, e mi rendo sempre piu`conto,non sono le lauree a fare le persone.
    Vedi la differenza tra me e te?
    Io se un amico vuole lasciare il forum,o non vuole rispondere piu`a qualcuno lo esorto a rimanere,a rispondere,te invece se non ti rispondo mangi lo stesso,e non te ne frega nulla,non sono una verginella,ma una persona umile e onesta in tutti i sensi si.
    Poi puoi pensarla come vuoi,se la pensassi diversamente,e se per qualcosa ti avrei ferito,io che non sono mai stato”sulle piante”mangerei si,ma a fatica.
    Ciao caro Gianni,avrei tante cose da dire,ma preferisco finirla qui.

  18. to scrive:

    Chiedo scusa a tutti voi per aver creato questa situazione che a poco a poco stà prendendo pieghe non piacevoli.

    In fondo tutto è nato dal fatto di voler tranquillizzare Giovanni b sul trasporto delle armi sulle autovetture.
    Poi una parola tira l’altra e siamo arrivati a questa situazione.

    Di nuovo scusa a tutti

  19. Giacomo scrive:

    To,anche se non ce ne stava bisogno delle scuse
    hai dimostrato a qualcuno di essere un signore, e questo vale per tutta la categoria.

    Non ti preoccupare che per me la storia è finita qui, anche perchè ho le gambe che mi fanno Giacomo Giacomo dalla paura. Un cordiale saluto e chiudiamola qui.

  20. Argo scrive:

    To.
    Se posso, penso che tu e gli altri amici del sito, non hai nulla di cui scusarti. Hai solo difeso le tue idee con onestà intelletuale. Ribadisco il concetto che discutere con chi non vuole capire, e lo fà ad arte, non serve a nulla.
    Del resto ” può essere che un’acquila si abbassi al livello di una gallina ma mai una gallina potrà librarsi a livello di un’acquila”. ( Il Migliore )

    Saluti
    Argo

  21. lucas scrive:

    To, tu non hai da scusarti proprio di niente.

    Ormai il giochetto si è scoperto.
    Quel soggetto prende di mira una volta l’uno e una volta l’altro dei frequentatori di questo sito e cerca di mortificarli per attaccare tutta la categoria, salvo poi precisare che ce l’aveva solo con quello e, alla fine, dopo averlo trattato come una pezza da piedi, dire che scherzava.

    Ma l’amministratore del sito non legge come si sta comportando questo soggetto, oppure è in vacanza?

  22. Traica Roberto scrive:

    Scusa Daniele è possibile mai che una persona si comporti cosi ,senza rispetto per la categoria dei cacciatori.Oltretutto è diventato noioso e logorroico.(Parlo di Gianni)
    Ti chiedo formalmente di farlo essere piu’ calmo e di portare rispetto ad una categoria di persone che sono al di sopra di ogni sospetto nonchè incensurate,perciò con fedina penale pulita.
    Ti ringrazio anticipatamente

    Traica Roberto

  23. Giusti Giacomo scrive:

    To
    e perche`ti sei scusato?
    Anche se lo hai spiegato,io non lo capisco.
    Prima di te si dovrebbe scusare qualcun’altro.

  24. to scrive:

    Caro Giusti

    ho chiesto scusa non perchè creda di aver torto ma mi rimprovero il fatto di non essermi accorto che la questione sarebbe potuta durare in eterno senza a nulla approdare facendo così il gioco di chi semina zizzania.

  25. Ezio scrive:

    To scrive:
    “…la questione sarebbe potuta durare in eterno senza a nulla approdare…”

    Bravo To, hai colto l’essenza della questione.

    Solo Gianni e credo (spero) pochi altri in Italia, paiono non aver ancora compreso che le leggi, nel Bel Paese, si interpretano….
    E, pur non entrando nel merito di questa discussione, perchè mi ricondurrebbe semplicemente alla conclusione finale di TO, rammento a chi dovesse mai interessare che le sentenze possono dire esattamente “tutto” ed il “contrario di tutto”…

    Per avere contezza di ciò, non occorre essere dei giuristi di fama internazionale ma essere soltanto mediamente attenti alla cronaca quotidiana…

    Per la mia modesta esperienza di vita, non scordando mai che l’Italia è un Paese caratterizzato da circa 200mila, ripeto 200MILA leggi e norme e che, solo per questo motivo, presenta contraddizioni e lacune non indifferenti nell’applicazione corretta delle stesse, mi permetto, ancora una volta, di invitare le persone con cui ho il piacere di dialogare, a star lontano il più possibile da qualsiasi situazione che possa presentarsi anche solo minimamente equivoca agli occhi di chi è deputato a far rispettare la legge.

    Con dei semplici post credo non si possa render bene l’idea ma spero comunque di essermi avvicinato almeno un po’ …

    Ciao tutti e …”volemose bene”. ;-)
    Ezio.

  26. Argo scrive:

    Esperieza trentennale, un pizzico di intuito e la conoscenza dei miei ” polli”, mi inducono spesso a riconoscere chi provocatoriamente cerca di screditarci.
    Personaggi neanche tanto abili a mascherarsi, vanno semlicemente isolati. Se nulla valgono, nulla meritano.

    Saluti
    Argo

  27. Giovanni A. scrive:

    Giacomo scrive:
    caro Giovanni se mi puoi spiegare come si può discutere con lui dopo aver letto il post che ti ho citato te ne sarei molto grato.

    Non so che dire Giacomo, sono solo stufo di leggere solo ed esclusivamente polemiche e parole fuori luogo. Tutto qua, non ce l’ho con te o con altri, solo che per conto mio sarebbe ora di finirla.

    In ogni caso credo che appena Daniele se ne accorgerà, farà un suo comunicato in proposito.

    Salutoni a tutti e, come detto da Ezio, volemose bene possibilmente.

  28. Giovanni A. scrive:

    Ma l’amministratore del sito non legge come si sta comportando questo soggetto, oppure è in vacanza?

    Si Lucas, Daniele è in vacanza, ogni tanto anche lui si riposa…forse!!!

    Un salutone a te e a tutti i colleghi Cacciatori.

  29. Giacomo scrive:

    Io su questa cosa se me lo consentite ci vorrei discutere con calma ed ampia veduta perche discutere fra di noi aiuta e come se aiuta ! In special modo chi legge la legge e crede di averla interpretata bene e poi si trova con un verbale tra capo e collo ed anche a torto per avere sbagliato l’interpretazione.

    Poichè la legge dice che la caccia è consentita da un’ora prima del sorgere del sole fino al tramonto
    ognuno di noi pensa nel leggere che se il sorgere del sole come da calendario in quel periodo e fissato alle 6 io non posso cacciare prima delle 5 per cui non posso avere il fucile montato anche se nel fodero, lo devo tenere smontato e nel fodero, e devo starmene in macchiana aspettando le 5 è due minuti. Ora se alle 5 e due minuti è ancora buio e con le stelle e io sto con il fucile in mano e in attitudine di caccia a me non mi puo dire niente nessuno e mi sembra che fino a qui nulla da discutere, o almeno credo.

    Io credo che a questo punto una persona per evitare discussioni sull’orario meglio se si mettesse a cacciare alle 5 e 10. Poi ognuno può fare come vuole.

    Se invece viene sorpreso con il fucile in mano prima delle cinque montato e in attitudine di caccia è fuorilegge, anche su questo mi sembra non ci piove.

    Per il fatto del trasporto del fucile in macchina, io credo che se su una strada qualsiasi ti fermano le guardie se stai in macchina e in movimento per raggiungere il posto di caccia e ti trovano con il fucile smontato e nel fodero a qualsiasi orario di notte o di giorno non possono dire che sei da verbalizzare perche non sei in attitudine di caccia. Tranne se non ti trovano con qualche altra cosa che possa far pensare al fatto di poter uccidere il selvatico tramite questa cosa, anche con la macchina in movimento e che dovrebbe poi essere dimostrabile.

    Quale sarebbe questo mezzo ? Potrebbe essere per esempio una pistola anche se con regolare porto d’arma, potrebbe essere una bomba carta ( tanto per dire ) o non lo so cosa basta che si dimostri che possa uccidere un selvatico qualsiasi anche con macchina in movimento. Ora il dubbio sta nel fatto se tu stai in macchina fermo in una strada di campagna diciamo strada carraia adiacente al terreno cacciabile con fucile smontato e nel fodero prima delle ore 5. In questo caso si è considerati in regola o no ? Io credo che si è in regola perché questo può capitare a chi va a caccia ed arriva prima dell’orario di caccia diciamo a tutti noi o quasi.

    Se stai raggiungendo il capanno prima delle ore 5 con fucile smontato e nel fodero sei in regola o no ? Io credo di si ! Sei in regola.

    Se stai raggiungendo il capanno con fucile montato e nel fodero sei in regola o no ? Io credo di no! Non sei in regola in special modo se tieni il cane il quale ti può fermare il selvatico indicandotelo e tu puoi caricare in breve tempo e sparare.

    Ma mettiamo invece che stai nel capanno di caccia in appostamento fisso o temporaneo prima delle ore 5 con fucile smontato e nel fodero sei in regola o no ? Io credo di si ! Sei in regola, perché uno si può anticipare un po per aggiustare il capanno accendere un fuoco ecc.

    Se invece sei al capanno prima delle ore 5 con fucile scarico montato e nel fodero, sei in regola o no ? Io credo di no! Non sei in regola . Perche se si posa un selvatico su un albero a tiro tu puoi caricare in breve tempo e sparare.

    Se invece sei al capanno prima delle ore 5 e tieni il fucile smontato e nel fodero e tieni una pistola con regolare porto d’armi o altre cose che possono farti prendere il selvatico ecc. sei in regola o no ? E qua secondo me la cosa si fa più difficile !! Io credo di no ! Non sei in regola. Adesso possiamo anche discutere secondo i nostri punti di vista aggiungendo anche altri casi indubbiamente.

    Salutiamo.

  30. Giacomo scrive:

    Caro Giovanni,

    la prossima volta scrivi le parole fuori luogo che sei stufo di ascoltare così non ce le mettiamo !

    Per quanto riguarda le polemiche non posso farti niente. Ti saluto e buone vacanze.

  31. Giovanni A. scrive:

    Una delle parole fuori luogo è quaqquaraqqua, ancora altre dette e ridette. Io continuo solo a chiedermi il perchè si debba arrivare a tanto. Da ora in poi comunque, mi farò gli affari miei, che è meglio.

    X Gianni,

    sai come si dice dalle mie parti? Chi ha più giudizio se ne serva. Quindi se tu pensi di essere più giudizioso di alcuni cacciatori, evita di rinfocolare polemiche. Fa caldoooooooooooo!!!!

  32. Giacomo scrive:

    x Giovanni :

    mi sa caro Giovanni che avere giudizio significa anche difendere la propria dignità quello che forse non sei riuscito ad individuare nei post sopra se a quelli ti riferisci ! Comunque se tu ne puoi fare a meno beato te ! Io no.

    Se mi dici dove ho rinfocolato polemiche mi fai un favore può darsi che io abbia sbagliato.

    Mi dispiace ma l’aggettivo quaqquaraquà mi piace molto non ne posso fare ameno specialmente per quelli che stanno accorpati a certe AAVV.

    Il caldo ammoscia le fiche !! Ma non le banane !!!!

  33. Giovanni A. scrive:

    Giacomo, se leggi bene, leggerai che rinfocolare le polemiche non era diretto a te. Mi pare sia chiaro e leggibile quanto ho scritto.

    Per quanto riguarda i post di cui sopra…beh…..li ho letti si, altrochè se li ho letti, ed è perciò che evito ulteriori risposte.

    Non credo comunque che si possa parlare di lesa dignità, mi pare un pò esagerato. E’ lecito dare le giuste risposte per carità, ma se noi tutti, a cominciare da me, evitiamo i battibecchi, non credi sia meglio? Non credi che ignorare le provocazioni sia meglio è più efficace? Una volta che si ignora chi si reputa provocatore, quello sparisce da solo, non trovando terreno fertile e senza acqua, la pianta si secca e sparisce.

    Per quanto riguarda ciò che dici sugli iscritti a certe AA.VV., credo tu possa sbagliare in alcuni casi e avere ragione da vendere in altri.

    Io sono iscritto Fidc sez. prov.le di Torino, ti garantisco che così come ho mollato Enalcaccia nell’85, così farei adesso se quella sez.ne Fidc lavorerebbe male per caccia e cacciatori. Ricordiamoci, sono gli uomini che fanno un’associazione o che la disfano, sia a livello nazionale che locale, dovresti sapere che il male si cerca sempre di batterlo dall’interno, scappare appena lo dice qualche santo è deleterio, sarà perchè certi santi li conosco bene da ormai 58 anni e li evito.

    Ma poi…per caso ne conosci una che fin’ora abbia fatto tanto per i cacciatori a livello nazionale?

    Io non ne sono a conoscenza, conosco solo parole e parole, anche da una AA.VV. che si erge a giudice delle altre e le colpevolizza tutte senza distinguo alcuno, hai capito di quale associazione parlo vero? Se qualcosa ha fatto, lo ha fatto a livello regionale, ma l’Italia è un tantino grande e lunga, se prende soldi delle tessere da tutta Italia, si dia da fare in tutta la penisola.

    Anche un politico che si vorrebbe santificare ne ha fatte di parole, ma come dicevano i vecchi latini: Verba volant, scripta manent. E sinceramente di scritto ancora abbiamo visto nulla e non credo lo vedremo tanto presto se lo vedremo.

    Io e tanti altri ci chiediamo dove sono e cosa stanno facendo quei politici e quella aa.vv. se non i classici bla bla bla mendaci e per molti versi truffaldini.

    Un saluto.

  34. massimopaneni scrive:

    Io credo che tutti abbiano il diritto di dire la loro, anche i provocatori. Perchè noi non “entriamo” nei siti degli animalisti? Credo anche che, in alcuni casi, le provocazioni aiutino a comprendere alcune cose. Come è già stato detto le leggi possono essere “applicate” o “interpretate”. La lettura di alcune sentenze (in alcuni casi sconcertanti, per non dire assurde) ci fà capire che le leggi vengono “interpretate” non solo per gli amici (come diceva il vecchio proverbio) ma anche per i nemici. Le decine di ricorsi al TAR degli anticaccia dimostrano (visti i costi di ognuno) che loro “sanno” di avere, in molte Avvocature e Palazzi di Giustizia, persone che, pervase dall’odio verso la caccia e i cacciatori, possono far pendere a loro favore “l’ago” dell’interpretazione della Legge.
    Quindi, tutto sommato, il sig. Gianni và anche ringraziato per il fatto che, volontariamente o involontariamente, ci fà aprire gli occhi sulla dura realtà (a proposito, l’uso della parola “provocatori” è stata usata in senso generico ed aspecifico, non certo verso chi ha scritto in questa pagina).

    Chiedo scusa, ho un vuoto di memoria, ma mi dite quale Articolo di quale Legge (attenti, non ho detto “risultato di Sentenza”) obbliga a tenere il fucile “SMONTATO” dentro la custodia quando stà in macchina, a casa, o mentre si và “al capanno”? Grazie!

    Un cordiale saluto a voi tutti.

  35. Giovanni A. scrive:

    Nessun articolo Massimopaneni. La 157 parla solo di obbligo dell’arma in custodia in alcuni casi.

    Per quanto riguarda tale obbligo nel caso dell’andata al capanno, bisogna leggere cosa recitano le varie leggi regionali.

    Un saluto. :)

  36. SPRINGER scrive:

    Infatti Giovanni da me l’ obbligo del fucile in custodia ( ma non smontato ) e’ solo riferito alla caccia da appostamento ( fisso o temporaneo ) durante il normale periodo di caccia nel tragitto da e per l’ appostamento . Dopo il 31 Dicembre diventa obbligatorio per tutti ( anche caccia ” vagante ” ) perche’ nel mio ATC e’ consentita solo lungo il fiume Po entro i 50 metri dal battente dell’ onda . E per arrivarci ai 50 metri dalla riva del fiume devi obbligatoriamente avere il fucile in custodia ( ma non smontato ).

  37. luigi scrive:

    Se noi cacciatori cominciamo a porci problemi su argomenti inesistenti ( vedi fucile smontato nel fodero, nozione che io non ho mai conosciuto ), o meglio non previsti dalla già restittiva legge 157, finiamo per aprire gli occhi ai ” iattilli ” e quelle che sono semplici disquisizioni potrebbero trovare terreno per essere approvate e applicate!!! Il tutto grazie a queste inesistenti quanto immaginarie considerazioni. Veramente adesso non sappiamo ( noi cacciatori questa volta ) cosa altro fantasticare!!!

  38. massimopaneni scrive:

    x Giovanni A. e Springer

    Anche a me pareva che le cose stessero così, ma visti alcuni post era meglio chiarire. Comunque grazie!
    saluti.

  39. ilio scrive:

    Io so solo una cosa, sono anni che giriamo di notte e di giorno per l’Italia con i fucili e munizioni in auto sia nella stagione venatoria sia a caccia chiusa per recarsi sui campi di tiro a volo senza che le forze dell’ordine ci abbiano mai fatto storie. E da dire che spesso sui notiziari si sente che le forze dell’ordine fanno posti di blocco e prendono di tutto, ma mai che sia stato sequestrato un fucile di un cacciatore in regola con il porto d’arma e con gli accorgimenti che la legge prevede, soprattutto le forze dell’ordine si renderebbero complici di favoreggiamento e non so di quali altri reati se non operassero sequestri in caso di trasporto armi e munizioni.

    Si stava parlando di trasporto armi, io credo che se si porta il fucile nel fodero o in valigetta come prescrive la legge nessuno ti dirà mai nulla anche se sei in mezzo al bosco e fuori dagli orari di caccia in mezzo alla città o se sei in qualsiasi mezzo di trasporto altrimenti saremmo tutti passibili di sequestro e non esisterebbero più armi in circolazione.

    A me sembra che il legislatore non sia stato cosi sciocco e sprovveduto da commettere una simile leggerezza sapendo che si tratta di armi, per non parlare degli organi di pubblica sicurezza giustamente sempre vigili sull’operato delle armi.

    Che poi ci sia qualche bontempone di giudice che interpreta la legge a modo suo sarà anche vero,ma credo che esiste un rimedio anche per questo ricorrendo all’organo supremo della Magistratura.(almeno credo non essendo uomo di legge). Non credo che se si rispettano le regole della caccia e si inizia a cacciare negli orari stabiliti arrivi qualche tutore della legge che senza motivo di punto in bianco ti sequestra l’arma e ti fa passare dei guai.

    Al contrario se questo è un articolo della 157 che da adito ad interpretazioni palesemente discordanti è un buon motivo di revisione anche questo art. per renderlo più chiaro possibile e senza appigli.

  40. Federighi Alessandro scrive:

    Salve a tutti ragazzi,a tal riguardo vorrei dire la mia,visto l”argomento interessante e importante per noi cacciatori! Ho praticato il tiro a volo per diversi anni, e tale pratica mi portava a spostarmi col fucile in tutta la Sardegna e il continente,anche in aereo;premesso che siamo la nazione delle leggi ad interpretazione,nessun agente di ps,cc,gdf,che mi abbia controllato col fucile in custodia , ha mai avuto da ridire!!!! Dobbiamo inoltre distinguere il porto dal trasporto delle armi che noi usiamo,ma se le armi sono trasportate nel modo dovuto(custodia e non pronte all”uso)nessuno potrà mai obbiettere ad un “titolo di polizia” rilasciato dalla questura, è normale che se ad agosto ci trovano col fucile senza custodia nell”abitacolo dell”auto, pronto all”uso ,sono problemi,poi dipende tutto dal giudice che trovi!Ritornando agli spostamenti per andare a sparare in continente, è pratica dovuta di dare le armi in carico al posto di polizia aereoportuale,che ti controlla il porto d”arma ! Nessuno è mai stato denunciato per questo, poi si una volta a malpensa un poliziotto di primo pelo, non ci ha fatto partire (eravamo 12) nonostante porto d”armi e altro in regola, perchè a suo dire non erano sufficienti tali titoli(come se alla partenza da Alghero 2 gg prima si fossero trasformati),ma vi posso garantire che tale OMISSIONE gli è costata cara!!!!! ps :a proposito dei provocatori ambientalisti,sono dell”idea che una serpe rimane tale, sempre,se la tieni fra i piedi , prima o poi , finisce che ti morde a tradimento come è scritto nel suo dna!Questo è solo il mio punto di vista in entrambi gli argomenti! saluti

  41. Giacomo scrive:

    Io credo che si dovrebbe dire chiaramente che il trasporto dell’arma nello specifico fucile da caccia debba avvenire sempre e comunque con fucile smontato e nel fodero.

    Così come tenere il fucile smontato e nel fodero prima dell’orario consentito di caccia.

    Questo chiaramente per evitare discussioni ed anche abusi fatti sul posto di caccia, se non anche pericoli.

    Per il trasporto in macchina si potrebbe dare il caso che tenendo il fucile montato e nel fodero qualche distratto potrebbe rimanere il fucile carico ed essendo montato, molto pericoloso in special modo con foderi di pelle morbida.

    Così come portare il fucile in macchina e sparare dalla macchina.Si fa presto a mettere il fucile nel fodero o estrarlo per sparare quando è montato ad un selvatico avvistato mentre si cammina su strade di campagna.

    Come pure in caso di rapinatori che ti vogliono rubare l’arma, una cosa è trpvarla smontata una cosa e trovarla già pronta per sparare.

    Per esempio si toglierebbe la possibilita a tutti di iniziare a sparare prima dell’orario consentito se non con la possibilità di essere verbalizzati.

    Adesso non vorrei essere linciato, ma io da cacciatore così la vedo.

  42. massimopaneni scrive:

    Giacomo, con i capannisti che vanno con il monocanna 24, 28, o 32 come la mettiamo. Si portano dietro l’armaiolo per montare e smontare il fucile o li obblighiamo a comprarsi un bel soprapposto, magari un combinato (così è contenta anche l’assoarmieri)?

    Sai quanto ci metto a montare e rendere pronto allo sparo il mio vecchio, caro soprapposto?.

    Non ti bastano le vessazioni cui è sottoposta la nostra categoria? Ne vogliamo aggiungere altre?

    Scusami tanto, ma questa non te la passo manco morto!.

    Saluti

  43. Federighi Alessandro scrive:

    @Giacomo:se proprio vuoi trovare il pelo nell”uovo, anche ora da qualche parte del nostro paese, qualche bracconiere è in attesa o ha compiuto il suo atto,ma non si può fare di tutta l”erba un fascio di nessuna categoria; quando il nostro porto d”arma era “anche per uso di caccia”, in Sardegna molti avevano l”abitudine di andare in campagna col fucile “a collo”,ma non per questo tutti bracconavano! Saluti

  44. massimo fedeli scrive:

    x Giacomo tù la vedi così? io no !! all’alba ai tordi con il lusco e brusco mi metto a montare il fucile? l’automatico? guarda che cè pure la vecchiaia x gli umani, la vista ? da vicino alla’alba non vedi neanche la numerazione dei pallini, quando èro più giovane tutto questo non capitava, ma ripeto e l’anziano? già siamo vessati con le armi, non puoi nemmeno fartele rubare in auto, se vai al bar lo schioppo te lho devi portare appresso.

  45. massimo fedeli scrive:

    all’alba, scusate.

  46. renzo scrive:

    Io invece la vedo a questo modo:

    durante il traporto ( da non confondersi con PORTO ) del fucile da caccia in macchina, pretendere che non sia facilmente raggiungibile da nessuna delle persone presenti sulla vettura; ad esempio, chiuso nel fodero ( un fodero NON di quelli che coprono solo il fucile ma in realtà sono straccetti che lasciano la possibilità di raggiungere il grilletto anche con lo schioppo dentro )e nel portabagagli dell’auto.
    Se non possibile perche bel bagagliaio c’è la gabbia con i cani, il fucile deve ( potrebbe, dovrebbe ) essere tenuto in una valigetta rigida, Smontato .
    COMUNQUE le cartucce da una parte e l’arma dall’altra ( bagagliaio o abitacolo )

    Per quanto riguarda l’appostarsi in parata PRIMA del sorgere del sole.. o dell’ora consentita dalla legge ,il fucile appggiato alle frasche o sulle spalle, ma DENTRO il fodero.
    Pensare di essere multati o peggio perche si aspetta l’ora ,senza cacciare, solo perche si ha il fucile in spalla ( ripeto, nel fodero )mi pare un’ esagerazione.
    Se poi qualcuno vuole far passare anche questa, allora siamo in torto marcio anche quando lo portiamo fuori dall’armeria, inerme, non carico, magari nuovo di zecca .
    Non mi risulta che ciò sia mai stato contestato dalla legge .
    ATTENZIONE a non abbandonarlo in parata se vi scappa un bisognino e vi allontanate anche di pochi metri ,e a vista . L’arma sempre con voi, bisognino, bar , ristorante ecc.ecc.
    ma questo lo sapete già
    Un saluto a tutti
    Renzo

  47. Giovanni A. scrive:

    Ragazzi, non possiamo fare il processo alle intenzioni, davvero no.

    Quindi se ci atteniamo a ciò che recita la 157 e le varie L.R. credo che si possa viaggiare tranquilli. Se poi facciamo delle ipotesi tipo quelle fatte da te caro Giacomo, avvalliamo il concetto che tra i cacciatori ci sono parecchi infrazionari, è la verità purtroppo, ma fare tutto un fascio dei cacciatori mi sembra assurdo. I buoni e i cattivi siamo in ogni dove.

  48. Giacomo scrive:

    Ma perchè dovete metterla sul fatto che uno nel fare una proposta vuole giudicare i buoni e i cattivi o che ha il pensiero di… tutti bracconieri.

    Il mio proposito è solo quello di togliere quegli incovenienti che ho illustrato sopra sulla utilizzazione dell’arma a caccia punto.

    Non è che dicendo solo vogliamo che si aggiusti la 157 per tutto quello che ci serve come il mese di Febbraio, i giorni su tutto il territorio ecc. ecc. che si aggiusta la caccia, diciamo anche quello che è giuto modificare sul comportamento e la utilizzazione delle armi per cambiare la legge, almeno per far capire che noi non vogliamo solo quello che ci fa comodo ma quello che è giusto per tutti, compreso evitare discussioni verbali e pericoli nel detenere un’arma. Saluti

  49. renzo scrive:

    X Giacomo

    Giustissimissimissimo !

  50. Giovanni A. scrive:

    Caro Giacomo, questa devo passartela a pieni voti. Hai detto qualcosa di più che giusto altrochè, mi arrendo dunque alla tua giustissima diquisizione in merito. BRAVO!!!

    Però…..la legge è quella che è al momento, ma credo cambierà poco se cambia, non credo ci facciano molti piaceri i vari politici del governo “amico”, quindi atteniamoci a quella attuale. Notte a tutti.

Leave a Reply


3 + = 11

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.