Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Berlato risponde alla Lega

| 6 agosto 2009 | 123 Comments

L’ON. SERGIO BERLATO RISPONDE ALLA LEGA NORD SU CACCE IN DEROGA
Il nostro obiettivo rimane quello di permettere ai cittadini cacciatori veneti ed italiani di esercitare la propria passione nel rispetto delle proprie tradizioni ma soprattutto nel rispetto delle normative vigenti, sia italiane che europee.
È stata questa la condotta che abbiamo sempre seguito e che ci ha portato a veder approvata ( con l’esplicito assenso dell’Unione europea) la legge statale 221/2002 sulle deroghe e le conseguenti leggi regionali tra cui quella della Regione del Veneto.
La materia venatoria è troppo tecnicamente complessa per essere trattata con il pressapochismo e l’incompetenza usati da alcuni esponenti leghisti, supportati da dirigenti venatori della Federcaccia che hanno sempre avversato le cacce in deroga.
In merito alle affermazioni dell’assessore provinciale all’agricoltura Luigino Vascon tengo a ribadire che egli non è stato il primo firmatario della legge 221/2002 ma il primo firmatario della proposta di legge n. 881 del 15 giugno 2001 (composta di un solo articolo, tra l’altro tecnicamente sbagliato) che non è neppure stato preso in considerazione nel disegno di legge n. 2297/2002 del Governo, diventato legge dello Stato n. 221/2002 dopo la sua approvazione dal parte del Parlamento (documentazione scaricabile anche dal sito web:www.sergioberlato.eu).
L’ex on. Vascon mi accusa di aver creato ad arte l’Associazione Cacciatori Veneti-CONFAVI che in pochi anni è diventata di gran lunga la prima associazione venatoria per numero di iscritti in provincia di Vicenza (oltre 9.000) e la seconda, per il momento, sia a livello regionale che a livello nazionale. Capisco il rammarico dell’attuale assessore provinciale all’agricoltura che, da responsabile provinciale della caccia per la Lega Nord, è riuscito a portare, dopo molti anni di estenuante lavoro, l’associazione venatoria creata dal suo partito (tal Lega Difesa Caccia) ad annoverare ben 36 (diconsi trentasei) iscritti al 31 dicembre 2008. Fallito il tentativo di crearsi una propria associazione, la Lega Nord sta tentando di impossessarsi della Federcaccia!
Per il bene dei cittadini agricoltori vicentini, ci auguriamo che l’ostentato progetto di salvaguardia della vacca burlina, tanto caro all’assessore provinciale Vascon, non venga perseguito esibendo le stessa competenza tristemente dimostrata in ambito venatorio.
Ridicole poi le affermazioni del neo presidente regionale della Federcaccia Flavio Tosi, il quale accusa Maria Cristina Caretta, presidente regionale dell’Associazione Cacciatori Veneti-CONFAVI, di usare l’associazione che presiede per fare politica, considerando che queste accuse arrivano dal sindaco leghista del comune di Verona al quale è stata data la licenza di caccia da pochi mesi, ci auguriamo non usando gli stessi metodi usati dai sui colleghi di partito Paolo Gobbo e Leonardo Muraro, rispettivamente sindaco di Treviso e presidente della provincia di Treviso, indagati dalla procura della Repubblica per aver ricevuto la licenza di caccia senza aver sostenuto gli esami  previsti per legge.
E’ opportuno ricordare ai neo presunti difensori leghisti della caccia che l’Assessore regionale alla caccia Elena Donazzan, ascoltando anche i consigli del sottoscritto e dell’Associazione Cacciatori Veneti-CONFAVI, ha permesso a tutti i cacciatori del Veneto di cacciare le specie consentite in deroga ininterrottamente dalla stagione venatoria 2002/2003.
L’incompetenza e la supponenza dell’abbinata Lega Nord/FIDC ha portato, per la prima volta dal 2002, al blocco della legge in Consiglio regionale il cui inevitabile rinvio in Commissione, è stato votato, è necessario ricordarlo, anche da tutti i consiglieri regionali della Lega Nord.
L’inattuabile proposta leghista, priva dei necessari pareri dell’INFS (ora ISPRA), rischia di impedire ai cacciatori del Veneto di cacciare non solo il gabbiano reale ed il cormorano, così come da proposta dell’accoppiata Lega Nord/FIDC, ma anche il fringuello, la peppola, lo storno, la pispola ed il prispolone, proposti al Consiglio dalla Giunta regionale su iniziativa dell’Assessore regionale alla caccia Elena Donazzan, meritatamente considerata come il miglior assessore regionale alla caccia d’Italia per la sua competenza e la sua determinazione nel difendere, nel rispetto delle normative vigenti, i diritti di tutti i cacciatori.
on. Sergio Berlato – Deputato italiano al Parlamento europeo

Category: Veneto

Comments (123)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Alfio scrive:

    Cari amici, pur rispettando le idee di tutti scusate la mia chiarezza, leggendo i post precedenti scorgo molto scompiglio e qualche volta confusione. Se oggi siamo qui a parlare della agoniata modifica della 157/92, ribadisco nel dire che non è merito dei sigg. politici della lega, Costituire un partito dei cacciatori è un errore a priore, non solo non avremmo rappresentante, perchè ammesso che agrecandosi alla lega non sarebbe un cacciatore a rappresentare la categoria ma un politico, è come si dice dalle mie parti, in un vegneto fà più danni un asino che un ladro, quindi nelle zone dove ci sarebbe la maggioranza ci sarebbe una rappresentanza scadente, nelle zone o circoscrizioni dove non ci sarebbe la maggioranza, non solo, non saremmo rappresentati, i politici di partito contrario per il solo fatto che la categoria è rappresentata e collegata ad un partito politico, aprofitterebbe di far soffrire la categoria izzando i protezionisti per far si che la provincia o regioni dove esisterebbe la
    rappresentanza non abbi successo per dare l’esempio ed influenzare l’opinione pubblica, ritengo che, la migliore rappresentanza la categoria la ottiene stando lontano dalla politica ed aspettare che sii il politico competente a farsi avanti per perorare le iniziative, fermo restando di verificare le competenze e la credibilità del politico. Vi ricordate i politici amici della caccia, i politici che hanno firmato il documento Face, dove sono? speriamo che al momento opportuno si facciano sentire.
    Saluti Alfio

  2. valentino88 scrive:

    X Alfio

    Può darsi anche che il partito caccia ambiente non conti niente però toglieremo abbastanza voti da far grattare la testa ai maggiori partiti sia di destra che di sinistra.Siamo una buona minoranza e contiamo e come se contiamo.

  3. ettore1158 scrive:

    Buonasera, grazie per l’intervento ON.BERLATO io pero’ sono una persona un po’ ripetitiva e me ne scuso ,comunque secondo me l’unico IMPERATIVO problema che ci attanaglia e che purtroppo mi toglie il sonno la notte e’ l’abuso dei PARCHI.Se si continuera’ cosi’ tra 3/4 anni non potremo piu’ andare a caccia e gia’ oggi risulta essere molto difficile trovare spazi liberi,siamo rinchiusi nelle riserve indiane .Credo che ormai sia giunto il momento di spezzare questa strategia che va avanti da circa 20 anni e che serve sopratutto ai soliti noti.Ho letto la modifica della 157/92 e ho dei seri dubbi che possa risolvere questo problema in quanto ricalca quella attuale che peraltro non e’ applicata.Un saluto.

  4. SERGIO scrive:

    PURTROPPO DEDVO DIRE CHE L’ON BERLATO SI FA’ SENTIRE SOLO QUANDO DEVE REPLICARE AD ATTACCHI PERSONALI.
    MI PIACEREBBE, CI PIACEREBBE SENTIRLO PIU’ PER AVERE NOTIZIE DI FATTI CONCRETI REALIZZATI ED OTTENUTI, FINO AD ORA HANNO RAGIONE I SUOI DETRATTORI, NON HA PRODOTTO NULLA DI CONCRETO, O POCO,IN COMPENSO HA RICEVUTO UN LAUTO GUADAGNO: LA RIELEZIONE.
    MOLTI DIRIGENTI FIDC LO VEDONO COME LA VOLPE NEL POLLAIO, IO NON CI TROVO NULLA DI MALE, HA PRESO A CUORE LA CAUSA VENATORIA ED IN COMPENSO HA RICEVUTO UN CONSENSO ELETTORALE, COSSA C’E’ DI MALE?
    DALL’ALTRA PARTE CI DANNO I CALCI NELLO STOMACO ED ESIGONO LO STESSO IL CONSENSO ELETTORALE.
    UN ULTIMA COSA, LA VEDO DURA PER LA LEGA DI CONQUISTARE FIDC, SAI FAR CAMBIARE TESSERA A TUTTI QUEI PD ED EX RIFONDAZIONE NON SARA’ FACILE.

  5. Valerio scrive:

    Sergio,

    La Lega ha gia’conquistato una larga fetta di Rifondazione ,PDCI e PD,e se continuera’cosi conquistera’anche Federcaccia,tempo al tempo.

    Le ultime elezioni Europee hanno visto un travaso di voti verso questa forza politica,e se il Berlusca non si decidera’a porre la fiducia per la 157/92 andando avanti di questo passo sara’sempre piu’difficile che venga modificata come c’e’lo aspettavamo noi,e anche il PDL si prevede perdera’molti voti a vantaggio della Lega Nord e il partito dei cacciatori,se non sara’determinato a non concedere piu’nulla agli anticaccia,(i quali sono quasi tutti dall’altra parte),verra’fuori un MOSTRO quando si decideranno a farlo per accontentare i vari Bocchino ,Brambilla e Della Seta ,e si serviranno della modifica della legge per altri scopi che servono sia a maggioranza che posizione.

    Purtroppo la politica e come un voto di scambio,tu oggi dai a me ,domani io daro’a te,e a pagare questi intrallazzi in mezzo ci siamo noi cacciatori.

    La Maggioranza c’e’ ed e’molto ampia,con la volonta’politica sarebbe un attimo approvare la sospirata modifica della legge,se fino ad oggi non e’stato possibile e loro la responsabilita’come e’accaduto per l’art 16 dove maggioranza e opposizione ci hanno scippato faccendo quadrato,ed ora rimandano sempre di mese in mese con la promessa che cambiera’,ma sicuramente in peggio.

    Non sono un pessimista,ho sempre sostenuto con i denti anche su questo sito Berlato e Orsi,e continuero’a farlo,ma si diano da fare al piu’presto perche’la pazienza dei cacciatori e’in esaurimento .

    Questo mio intervento e’per portare la voce di chi ha creduto in queste persone e che al momento purtroppo fatti concreti non ne hanno visti ,se non fare marcia indietro su alcuni provvedimenti che ci hanno lasciato con l’amaro in bocca,ora e’arrivato il momnto che anche Berlusconi si decida da che parte stare perche’la pazienza ha un limite in tutto.

    Valerio Ercolini CPASport.

  6. Alessandro Cannas scrive:

    Giusti Giacomo, on Agosto 6th, 2009 at 15:54 Said:
    Scusami ancora Cannas

    Perche`la materia grigia ce l’avete solo te,Fiore e Arci caccia?
    Io non mi sono mai permesso di dire certe cose di chi non la pensa come me.

    Giacomo,non era riferito a te,e ne ad altri, ma a colui che con maleducazione..ha.sminuito determinate situazioni di persone educate e corrette

  7. Alessandro Cannas scrive:

    A dimenticavo arcicaccia la tua ass. quanti nuovi cacciatori conta rispetto all’anno scorso ?
    scusa la domanda ma non potevo farne a meno

    Narancio Luca C.P.A-SPORT liguria CONFAVI, on Agosto 6th, 2009 at 21:53 Said:
    perche’ arcicaccia a fatto veramente tanto per noi cacciatori di tutta l’italia.

    anche questa non riuscivo piu’ a tenerla

    LA quantita non e’ mai indice di qualita’, il contrario sempre!

    Scusa ma non riuscivo a tenerla dentro…

  8. lucas scrive:

    L’arcicaccia invece oltre a non avere la qualità non ha neanche la quantità.
    Pensa un po’…

  9. Alessandro Cannas scrive:

    Boccaccia mia statte zitta….Lucas non me fa’ parla….

  10. ilio scrive:

    Se il prodotto è di ottima qualità c’è la fila allo scaffale per acquistarlo, se invece è di pessima qualità lo scaffale e deserto o quasi, solo chi non legge o non sa leggere l’etichetta lo acquista

  11. Alessandro Cannas scrive:

    Certo che i punti di vista a volte offrono spunti umoristici.
    C’è quello che costruisce un castello, gli altri lo mitragliano e cannoneggiano da mattina a sera e la prima volta che cade un pezzo di muro è colpa del costruttore.

    C’è un trait d’union che collega tutto, ma veramente tutto quello che sto leggendo in questi mesi: è sempre colpa dell’altro!

  12. Daniele scrive:

    X ILIO

    Per favore mi puoi scrivere in privato: hunter@ilcacciatore.com
    Oppure chiamami al cel. che dovresti avere.
    by Daniele

  13. lucas scrive:

    Lascia perdere di chi è la colpa.
    Di sicuro l’arcicaccia non ha neanche un merito in tutta questa vicenda.
    A Berlato va dato atto di essere stato l’unico politico che si è messo a far casino per cercare di cambiare una legge scellerata che ci sta portando alla fine.
    Lo ha fatto per interesse suo? E invece gli altri politici sono tutti frati laici, vero..?
    Secondo l’insuccesso non è dovuto a lui, ma al livello medio della politica italiana che poi rispecchia ciò che siamo noi come popolo.
    Prova ad introdurre una legge come la 157/92 in Francia e poi vedi come ardono i falò.
    Qui è stato fatto da “associazioni venatorie”, per i loro interessi, fregandosene dei cacciatori e lucrando sulla loro ignoranza (nel 1992 non esisteva internet e le notizie ti arrivavano filtrate dalle sezioni delle associazioni venatorie).

  14. Aquila scrive:

    Non fanno la modifica entro le Elezinoni Regionali,bene sapremo come fare.Con l’anno nuovo si parte con il Partito.A voglia di dire Berlato,Per i fondelli ci hanno preso per troppo tempo.Il tempo massimo è scaduto.Dovevano modificarla entro un anno.invece nulla.Abbiamo votato alle Europee,e il berluscca ha sentito suonare il campanellino.Il bicchiere ormai è colmo.Come detto prima se entro massimo gennaio-febbraio 2010 tutto calera nel dimenticatoio caro Berlato preparati al Nuovo partito dei cacciatori.Saluto.

  15. Maria scrive:

    Onorevole,vorrei chiederle una cosa:che spiegazioni darebbe al governo se tutti i cacciatori quest’anno non pagassero la licenza (a parte quelli che la devono rinnovare)?E la promessa che lei ora fa riuscira’ a fare qualcosa se non per la preapertura ma per almeno l’apertura della caccia.Si salvi la faccia almeno prima dell’apertura ma mi sa che lei ha giocato bene solo per avere piu’ voti durante le elezioni e adesso non sa piu’ come fare per rattoppare il lenzuolo gia’ rotto.Auguri per il suo lavoro per il tempo che potra’ durare.

  16. pietro scrive:

    Allo stato attuale delle cose le modifiche alla 157 possono essere approvate, secondo me, solo con un max emendamento della maggioranza e relativo voto di fiducia. Diversamente con tutti gli emendamenti che sono stati presentati al solo ed unico scopo di fare ostruzionismo fine a se stesso, le dette modifiche non si realizzeranno mai. Nel settore ambientale in generale ma in particolare per flora, fauna e attività venatoria, ci sono troppi interessi di una infinità di interessati ad ogni livello che non hanno interesse alcuno di modificare una legge che procura prebende a iosa. Solo se verrà cancellata la mangiatoia pubblica ci potrà essere la speranza di poter modificare nel modo più razionale possibile leggi, decreti, regolamenti, ecc.., ecc..; che non si pensi tuttavia che gli interessati spariranno, ci saranno sempre e cercheranno sempre di intrufolarsi dappertutto a prescindere dal colore della casacca. Occore una pulizia generalizzata con candengina e acido cloridrico all’ennesima potenza; solo allora si potrà avere la speranza di vedere realizzato qualcosa di valido per noi, per la fauna, la flora e l’ambiente in generale. Saluti a tutti.

  17. francewscol scrive:

    ILL/MO SENATORE SERGIO BERLTO

    SE LE BUONE NOTIZIE RIGUARDANO LA DEPENALIZZAZIONE DEI REATI VENATORI CANCELLARE LE GIORNATE DI SILENZIO VENATORIO DARE LA POSSIBILITA DI CACCIARE X 5 GIORNATE SETTIMANALI DARE LA POSSIBILITA DI CACCIARE X SPECIE COME FANNO I NOSTRI CUGINI FRANCESI CHE SPARANO LE MARZAIOLE CON TUTTA REGOLARITA QUANDO INVECE NOI LE DOBBIAMO SOLO VEDERE DI PASSARE DAI NOSTRI TERRITORI ECC. ECC.( E’ SOLO UN ESEMPIO) COME SAPPIAMO TUTTI LE DISPARITA’ CON GLI ALTRI PAESI D’EUROPA SONO TANTISSIME, SE NON RIAVREMO LA NOSTRA DIGNITA’ APPARE LOGICO ED EVIDENTE CHE IL PARTITO CACCIA E AMBIENTE AVRA’ IL CONSENSO DA PARTE DI TUTTI I CACCIATORI E NON SOLO SAPPIAMO TUTTI COME FUNZIONA IL VOTO E CIOE’ LA FAMIGLIA SEGUE SEMPRE IL RELATORE FAMIGLIARE, PROVATE AD IMMAGINARE 5OOMILA CACCITORI CHE ASSUMONO L’INCARICO DI RELATORI FAMIGLIARE ALTRO CHE 4% IL PARTITO CACCIA E AMBIENTE SICURAMENTE DIVENTERA UNA REALTA’.
    IN OLTRE SENATORE AMMIRO IL VOSTRO LAVORO MA SE QUESTO NON SARA’ SUFFICENTE ALLORA ABBANDONEREMO LE NOSTRE LINEE POLITICHE, SINCERI SALUTI DA FRANCESCO DALLA PROVINCIA DI FOGGIA

  18. Sololasipe scrive:

    Onde evitare di scrivere castronerie varie che approdano all’isola che non c’è,vorrei permettermi, modestamente, di analizzare la figura dell’On. Berlato. Egli è al di sopra di qualsiasi attacco politico in quanto può vantare uno “zoccolo duro”che farebbe la felicità di molti politici ed altrettanti partiti! E se il capo del PDL avesse recepito attentamente i suoi precisi ed accorati segnali,avrebbe raggranellato anche i 5 punti mancanti all’appello..
    In definitiva l’On. Berlato è il classico Jolly che ogni partito gradirebbe nel suo mazzo di carte. Perchè CREDE e punta sulla sua passione:la caccia! Ed i consensi elettorali gli corrono dietro….per premiarlo!
    Continui così,On.Berlato,e…ad maiora!

  19. Alessandro Cannas scrive:

    francewscol, on Agosto 7th, 2009 at 11:55 Said:
    ILL/MO SENATORE SERGIO BERLTO

    SE LE BUONE NOTIZIE RIGUARDANO LA DEPENALIZZAZIONE DEI REATI VENATORI CANCELLARE LE GIORNATE DI SILENZIO VENATORIO DARE LA POSSIBILITA DI CACCIARE X 5 GIORNATE SETTIMANALI DARE LA POSSIBILITA DI CACCIARE X SPECIE COME FANNO I NOSTRI CUGINI FRANCESI CHE SPARANO LE MARZAIOLE CON TUTTA REGOLARITA QUANDO INVECE NOI LE DOBBIAMO SOLO VEDERE DI PASSARE DAI NOSTRI TERRITORI ECC. ECC.( E’ SOLO UN ESEMPIO) COME SAPPIAMO TUTTI LE DISPARITA’ CON GLI ALTRI PAESI D’EUROPA SONO TANTISSIME, SE NON RIAVREMO LA NOSTRA DIGNITA’ APPARE LOGICO ED EVIDENTE CHE IL PARTITO CACCIA E AMBIENTE AVRA’ IL CONSENSO DA PARTE DI TUTTI I CACCIATORI E NON SOLO SAPPIAMO TUTTI COME FUNZIONA IL VOTO E CIOE’ LA FAMIGLIA SEGUE SEMPRE IL RELATORE FAMIGLIARE, PROVATE AD IMMAGINARE 5OOMILA CACCITORI CHE ASSUMONO L’INCARICO DI RELATORI FAMIGLIARE ALTRO CHE 4% IL PARTITO CACCIA E AMBIENTE SICURAMENTE DIVENTERA UNA REALTA’.
    IN OLTRE SENATORE AMMIRO IL VOSTRO LAVORO MA SE QUESTO NON SARA’ SUFFICENTE ALLORA ABBANDONEREMO LE NOSTRE LINEE POLITICHE, SINCERI SALUTI DA FRANCESCO DALLA PROVINCIA DI FOGGIA

    Mi spieghi come fanno e in che periodo i Francesi a cacciare le marzaiole?
    E mi spieghi per favore come funziona la caccia in Francia o in Spagna?
    Sai spesso sento parlare di paradisi venatori,ma non conoscendone le loro regole mi chiedo chi sara’ in grado di illuminarmi?

  20. Mauro Di Tosto scrive:

    Santi Marco Ciarafoni & Venaziano AMEN!
    Mauro Di Tosto Dirigente -CPA Roma-

  21. Mauro Di Tosto scrive:

    Santi Marco Ciarafoni & Osvaldo Veneziano AMEN!
    Mauro Di Tosto Dirigente -CPA Roma-

  22. giorgio scrive:

    E’ UNA VERGOGNA!!!!!! Nel Veneto i vari dispetti tra Berlato (PDL) e Tosi (LEGA NORD) hanno portato ad una situazione incredibile, anzi VERGOGNOSA!!!!
    Le due proposte riguardanti la caccia in deroga che prevedevano 11 specie (storni, fringuelli, prispoloni, pispole, pivieri dorati, frosoni, gabbiani reali, cormorani, tortore dal collare, verdone e peppole ) sono state rimandate in Commissione dal Consiglio Regionale .
    Questo significa nella Regione del Veneto la legge sulla caccia in deroga verrà ridiscussa a settembre con la stagione venatoria già iniziata.
    Vero è che probabilmente la Giunta Regionale troverà un sistema per risolvere la questione ma è altrettanto vero che le forze “anticaccia” saranno pronte a ricorrere.
    C’è una sola considerazione da fare, le associazioni venatorie coinvolte Associazione Cacciatori Veneti (Berlato – PD) e Federazione Italiana della Caccia (Tosi – LEGA NORD) nella nostra regione stanno distruggendo la caccia, queste due associazioni venatorie non sono assolutamente interessate agli interessi dei cacciatori bensì ad interessi che nulla hanno a che fare con la caccia, stanno esclusivamente lavorando per la campagna elettorale della Regione Veneto dell’anno prossimo.
    Concludo dicendo che l’Associazione Cacciatori Veneti e la Federazione Italiana della Caccia dovrebbero essere radiate dal mondo venatorio, hanno creato una situazione a dir poco ASSURDA, i cacciatori del veneto non ne possono più di essere trattati come merce di scambio per interessi personali dei vari Berlato, Tosi, Donazzan ecc………. E’ ARRIVATO IL MOMENTO DI DIRE BASTA!!!!!!

    UN CACCIATORE.

  23. Mauro scrive:

    Mi unisco alle richieste di chiarimento di Alessandro. Un saluto a tutti i cacciatori.

Leave a Reply


2 + = 10

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.