Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Un pugno nello stomaco

| 5 agosto 2009 | 32 Comments

I Senatori del P.D  Vincenzo De Luca, Roberto Della Seta, Claudio Molinari, Daniele Mazzucconi, Raffaele Ranucci, Albertina Soliani, membri della 13^ Commissione Territorio – Ambiente – Beni Culturali del Senato, hanno depositato oltre 1400 emendamenti rispetto al testo base di riforma della legge nazionale sulla Caccia Italiana (n.157/92) che di fatto, se approvati,  abolirebbero o quasi, la caccia nel nostro paese, confermando l’atteggiamento negativo e sempre attuale,  del maggior partito di opposizione,  nei confronti dell’attività faunistico venatoria.
Un pugno nello stomaco” ai  cacciatori Italiani,  una provocazione, o meglio “una carnevalata” messa in in atto  da chi esercita  il proprio mandato in virtù “del porcellum” che li autorizza, come avrebbero  il dovere di fare , non a sintonizzarsi  sulla lunghezza d’onda di oltre un milione e mezzo di cittadini, direttamente o indirettamente interessati alle attività venatorie, ma ed essere dei puri referenti  con il partito che li ha nominati, che come si sa, “corre” dietro ed “amoreggia” con gli ambientalisti italiani, che essendo stati privati giustamente dal popolo da una rappresentanza Parlamentare, hanno infiltrato nelle file del PD stesso dei loro degni accoliti.

Sollecitiamo la grande forza d’urto e di opinione rappresentato dall’insieme delle Associazioni Venatorie Italiane, a far sentire unita ad un moto d’indignazione, la forte protesta nei confronti di siffatte iniziative,in modo tale da coinvolgere il più possibile la base venatoria, già fortemente irritata da perdurare dei ritardi e delle incertezze rispetto all’ineludibile necessità di modificare dopo 17 anni la legge 157/92 !

Dott. Aldo  TRACCHEGIANI
Responsabile Dipartimento  Nazionale Caccia  e Territorio – La Destra

***
Come riceviamo e cosi’ pubblichiamo
***

Category: Leggi/Politica

Comments (32)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Augusto scrive:

    ma dovè questa unione delle associazioni venatorie?

  2. Giovanni A. scrive:

    Ero tanto tempo fa di sinistra, ma questa gente ha fatto si che buona parte del popolo operaio e non, abbia perso in loro la fiducia riposta. Con i comportamenti odierni, qualcosa in peggio è cambiato, dare sempre addosso alla caccia e ai cacciatori, non significa risolvere i problemi del lavoro del paese, sappiatelo “cari” senatori e seguaci del pd e soci.

    In ogni caso mi chiedo dove sono andati a finire i “nostri” paladini del pdl, uno peggio dell’altro sono e non ci sono dubbi.

    Presi i voti, tutti in vacanza e le promesse?….Da marinaio come è uso e costume di certa politica.

  3. piombo scrive:

    ARCI CACCIA E ORMAI VENDUTA E LE ALTRE LA STESSA COSA

  4. Alessandro Cannas scrive:

    Verissimo Della Seta e compagnia bella, messi li da chi non li ha eletti, e propongono carnevalate ci sta tutta fino alla fine…Mi domando, e resta sempre un mistero, dove stanno i Santi? Un Santo il 1-06-2009, era in anticamera, in attesa d’esser ricevuto,dal Presidente Del Consiglio,possibile che al 05 agosto ancora aspetti?
    Misteri di questa splendida estate….E che estate…
    E’ pieno de tortore,colombi…
    Al mare, ottime pescate di marmore,orate,sti giorni anche ombrine, il mare e composto e mangiano bene….
    Che spettacolo!

  5. lucas scrive:

    Giovanni A., hanno ottenuto quello che volevano, ossia una vita da nababbo senza fare un ca@@o, alla faccia nostra.
    Ma non disperare, vedrai che torneranno presto ed intensificheranno le loro comparsate via via che ci si avvicinerà alla fatidica data delle elezioni regionali 2010, promettendo mari e monti, affermando con piglio deciso e convincente che hanno la situazione in pugno.
    Poi, passate le elezioni, ci accorgeremo come sempre che in pugno ci saranno solo mosche.
    Così passano gli anni, la caccia in Italia finirà, ma loro si saranno garantiti una pensione d’oro e si saranno divertiti tra mangiate e trombate, sempre alla faccia nostra, e racconteranno tutto ridendo ai loro nipotini.

  6. Alessandro Cannas scrive:

    Lucas con amicizia ti dico una cosa su come realmente la vedo..La caccia in Italia non finira’ mai..Assolutamente, avra’ una diversa evoluzione..Sai benissimo che dobbiamo rivedere i kc e recepire la famosa direttita con quella frasetta sul prenuziale…Sai benissimo,dell’esplosione degli ungulati in tutto il paese e se stai attento alle sfumature, ti accorgerai della modifica della 3/94 della Toscana…Ovvero,ma non per tutti, ovviamente,la migratoria verra falcidiata nel mese di gennaio,grandissimo spazio agli ungulati a 365 giorni l’anno..E indicativo l’ampliamento gestionale del territorio agro silvo pastorale regionale compresi le aree protette…….Pensaci su, Lucas…E se i Santi odierni non si dannno una mossa, sulla direttiva e kc…Avverra’ e vedrai se avverra’

  7. robi scrive:

    A volte mi chiedo se non stiamo sbagliando tutto e dobbiamo rassegnarci a un mondo che cambia. Noi abbiamo nostalgia, io non riesco a non averla, ma la gente pensa altre cose che alla caccia, e i governanti pure. Forse come dice cannas dobbiamo cambiare mentalità, accontentarci e così’ ci conserveremo un pò di caccia?

  8. Alessandro Cannas scrive:

    No Robi,non ho detto che dobbiamo accontentarci..Mai!Dobbiamo pretendere che se c’e’ o ci sara’ un evoluzione che sia onesta e dignitosa,e che sia alla portata di comprensione e applicazione per tutti…E ovvio, il passato e’ passato, e’ come un libro gia’ letto, sta nel cassetto,dobbiamo solo vincere la sfida futura, e mantenerci la migratoria, piu’ tutto il contorno di ungulati,e contenimenti previsti dalla 409.Ecco la vera sfida… Ma per vincerla ci vuole impegno e volonta’..Belli qui non ci regala un casso nessuno!!!!

  9. Giovanni A. scrive:

    E’ sempre stato così Lucas e sempre così sarà. Certa politica non pensa ad altro che alla poltrona e a buggerare i creduloni, i fatti sono evidenti e non si smentiscono.

    Certi “santi” come li chiama Cannas,magari hanno dato a qualcuno in questa italietta e quel qualcuno giustamente lo premia, ma ci rendiamo conto che l’Italia non è solo qualche regione del nord o del sud? La cosa che tanti non capiscono o non vogliono capire è che ci si deve svegliare, alle prossime regionali, come hai detto giustamente tu, risalteranno fuori con state tranquilli la legge è fatta, dateci il voto che ve la mettiamo su un piatto d’oro….ma per favore, sono abbastanza anziano e lucido per non farmi abbindolare da vane promesse, sono decenni ormai che pigliano in giro il prossimo, saremo capaci di dire BASTA ci avete rotto?

  10. ilio scrive:

    A me piace fare il cacciatore—- se volevo fare il cicciaro e il Killer facevo il “Norcino”

  11. Giovanni A. scrive:

    Alessandro tu scrivi:

    Al mare, ottime pescate di marmore,orate,sti giorni anche ombrine, il mare e composto e mangiano bene….
    Che spettacolo!

    Noi invece, ci alziamo alle 2,45 del mattino (non tutte le mattine però), andiamo per calamari e poi col calamaro vivo a traina per ricciole e dentici….., ci cascano anche grossi saraghi e orate dai tre kg in sù, immagino già settembre, quando il pesce si avvicinerà a riva….che figataaaaaaaaa!!!!

  12. lucas scrive:

    Perfettamente d’accordo con Ilio.
    Caro Alessandro Cannas, ciò che tu chiami “evoluzione” per me è solo una triste mutazione genetica di ciò che è stata la caccia italiana.
    Il killer per conto terzi, per togliere le castagne dal fuoco a qualcun altro, non o farò.
    Allora meglio smettere. Sparare a fermo ad una mucca non è la mia caccia.

  13. Alessandro Cannas scrive:

    ilio, on Agosto 5th, 2009 at 12:01 Said:
    A me piace fare il cacciatore—- se volevo fare il cicciaro e il Killer facevo il “Norcino”

    Che c’entra il norcino,se il territorio ha modificato le sue potenzialita, e offre,oltre alla migratoria,stanziale di pregio, perche’ non imparare a cacciarla,visto poi che son due cacce completamente diverse, e che si svolgono in tempi completamente diversi,ovvero non si danno noia tra loro..Perche’ non imparare?
    Saro troppo curioso io,so solo che nella vita non si finisce mai di apprendere e questa cosa vorrei approfondirla meglio.

  14. Alessandro Cannas scrive:

    Lucas non togli nessuna castagna a nessuno e’ sempre una concessione che lo Stato rilascia ai richedenti..Liberissimo di smettere, uno di meno in giro..Piu’ selvatici per me…
    Te devo di questo?

  15. ilio scrive:

    Alessandro Cannas,
    visto poi che son due cacce completamente diverse,——–QUESTO E’ VERO ——–
    che si svolgono in tempi completamente diversi,ovvero non si danno noia tra loro.
    QUESTO E’ COMPLETAMENTE FALZO
    anche se sempre si dice che tutte le cacce hanno pari dignità e diritto (solo per comodo) nella realtà sono ben diverse e i”Norcini”prevaricano su tutto, basta sfogliare i calendari venatori e osservare i loro comportamenti sia in campo che in riunioni

  16. Alessandro Cannas scrive:

    Dimmi tu quale e’ la verita’ allora…,Visto che racconto menzogne, raccontala te…
    Son tutto orecchie…

  17. Donatino scrive:

    Le Associazioni venatorie, almeno quelle riconosciute con decreto del Ministero, continuano ad esercitare le loro posizioni lobbyste con i loro “baroni”, e pensano che quattro dirigenti nazionali e/o provinciali, possano rappresentare i milioni di cacciatori in Italia, che peraltro dissentono sul loro operato a tutti i livelli.
    In provincia di Frosinone è successo addirittura che ci hanno strappato dei documenti atti a raccogliere le firme dei cacciatori per protestare contro la gestione dei due ATC FR1 e FR2. Adesso è giunto il momento di dire basta a questi baroni di FIDC, arcicaccia ecc.

  18. massimo fedeli scrive:

    AOOOOOOOOO LASCIATE STARE I NORCINI, MIO NONNO èRA NORCINO, MIO PADRE èRA NORCINO, W LA CACCIA E W LA FICA, TUTTO IL RESTO è NOIA.

  19. Traica Roberto scrive:

    Evviva i norcini, tra qualche giorno vo a Norcia a comprà un po di salumi. E che ve devo di delle salsicce di fegato : una leccorniaaaaa

    Roberto Traica

  20. Traica Roberto scrive:

    Per tutto il resto sono d’accordo con Fedeli

    Roberto Traica

  21. 1CACCIATORE scrive:

    se venissero abolite le 2 giornate di silenzio venatorio, come succede in tutta europa, queste due giornate potrebbero essere sfruttate ESCLUSIVAMENTE dai cacciatori di ungulati e così facendo non ci sarebbero discussioni con altri tipi di caccia e nello stesso tempo si potrebbe (finalmente) evitare il mitico SPOLLO a tordi prebattuta!!!!!!!!!!! E’ una cattiva idea???????

  22. jagher1 scrive:

    mitico fedeli….

    Bravo Aldo….

  23. Giovanni scrive:

    Onorevole ORSI dove sei,ti abbiamo appoggiato con i nostri voti:Risultato?

  24. beppe scrive:

    Mi pare di aver letto che la data per il resame della legge sia l’8 di settembre ,perchè non ci presentiamo noi cacciatori fuori dall’aula per vedere bene in faccia chi sono i pseudo animalisti .
    Presentiamoci tutti cacciatori e gente legata alla caccia .
    ciao

  25. ilio scrive:

    Alessandro Cannas

    Caro le verità le sai molto bene come le sanno tutti i migratoristi vedi quello che ha scritto 1CACCIATORE e aggiungerei pure la posta oltre ai tordi non cadere dalle nuvole perché quelli che non usano canne rigate portano cartucce dispersanti in tasca e li stessi usano zone assegnate e zone bianche senza differenza nelle loro battute, prendono le parate alle 4 di mattina che poi lasciarle per le poste. Cannas l’orecchino al naso non lo portano più nemmeno i Africa tranne quando arrivano turisti Europei a far visita nei loro villaggi. Cannas come vedi ho dato per scontato che queste cose le conosci, altrimenti mi viene pensato che non organizzi e non partecipi a riunioni, che cacci in riserve e non a campo libero, e vivi la caccia sul salotto di casa sintonizzato su sky.

  26. ilio scrive:

    Io non ho nulla contro i norcini, che lo fanno per mestiere, ma con quelli in tuta mimetica e giubbetto rosso con licenza da caccia e con quelli che li difendono facendo finta che il problema non esiste per proprio tornaconto ed anche con quelli che fanno finta di non capire pensando che gli altri siano degli sciocchi sprovveduti.

  27. Mario Bartoccini scrive:

    Signor Fedeli, non è più “stimolante” chiamarla “sorca”.

    Vi prego di ricordare che in Parlamento chi governa a numeri in abbondanza per modificare la famigerata “legge del menga” (alias 157/92).

    Vi prego, pretendiamo risposte concrete e non i soliti “scaricabarile”.

    Noi del Club “Le Torri”, alle elzioni provinciali, abbiamo sostenuto “La Destra” (per contestare i ritardi del PdL), abbiamo sostenuto IdV (per contestare a viso aperto la politica anticaccia del PD).

    Qualcosa è cambiato?
    Come sempre c’è chi vuole “addormentare la partita”.
    Abbraccio fraterno ad Aldo.
    Mario Bartoccini.

    P.S. Venerdì alle ore 21,00 su RTE/UMBRIA, andrà in onda la prima puntata di una serie di trasmissioni ideate e condotte dall’Avv. Gianni Zaganelli – Presidente Onorario Libera Caccia.

  28. Traica Roberto scrive:

    Non crederò mai ad una unione delle aavv perchè ognuna porta il suo colore politico.Vorrei vedere ….(come esempio) Fiore ,fare la tessera con libera caccia.
    non ci crederò mai neanche se lo vedo.

    P.S. Scusa Fiore se ti ho portato come esempio
    non è una cosa voluta ma per via che ci hai detto che ti associ con arcicaccia.

    Roberto Traica

  29. Traica Roberto scrive:

    LO stesso dicasi per me che è una vita (42 anni di ANLC ) non mi assocerei mai con la tua.

    Roberto Traica

  30. Alessandro Cannas scrive:

    Alessandro Cannas

    Caro le verità le sai molto bene come le sanno tutti i migratoristi vedi quello che ha scritto 1CACCIATORE e aggiungerei pure la posta oltre ai tordi non cadere dalle nuvole perché quelli che non usano canne rigate portano cartucce dispersanti in tasca e li stessi usano zone assegnate e zone bianche senza differenza nelle loro battute, prendono le parate alle 4 di mattina che poi lasciarle per le poste. Cannas l’orecchino al naso non lo portano più nemmeno i Africa tranne quando arrivano turisti Europei a far visita nei loro villaggi. Cannas come vedi ho dato per scontato che queste cose le conosci, altrimenti mi viene pensato che non organizzi e non partecipi a riunioni, che cacci in riserve e non a campo libero, e vivi la caccia sul salotto di casa sintonizzato su sky.

    So di cosa stai parlando e anche benissimo,che prima della battuta al cinghiale questi fanno lo spollo al tordo? E allora?Converrai che ci vorrebbe allora la specializzazione, ovvero l’opzione esclusiva di caccia, ad ognuno il suo carniere e caccia e solo quella..O no! E voi vorreste la riforma della 157? In senso piu’ liberale…Dimmi un po? Qui ti volevo portare…

  31. ilio scrive:

    Cannes se mi ci vuoi portare io ci vengo— opzione— e perché no, visto che hanno anche territori riservati a loro e solo a loro, (a differenza di altre forme di caccia che non siano appostamenti fissi), così agguerriti per il suinide e verso cacciatori generici migratoristi . Già una bella specializzazione e con una legge con regole precise : solo canne rigate, orari rigidi, zone prestabilite tassativamente da rispettare pena cancellazione della squadra, cacciare Lunedi Martedi Venerdi giorni di meno “assembramento” e ninor rischio per tutti, meno litigi e prepotenze e soprattutto meno imboscamenti di altra selvaggina, risarcimento danni provocati da cinghiali a carico delle squadre, anziché a carico di tutti anche non cacciatori, e tanto altro che tu conosci anche pin troppo bene. Insomma una buona regolamentazione e un buon agire per il rispetto RECIPROCO

  32. Alessandro Cannas scrive:

    ilio, on Agosto 6th, 2009 at 12:00 Said:
    Cannes se mi ci vuoi portare io ci vengo— opzione— e perché no, visto che hanno anche territori riservati a loro e solo a loro, (a differenza di altre forme di caccia che non siano appostamenti fissi), così agguerriti per il suinide e verso cacciatori generici migratoristi . Già una bella specializzazione e con una legge con regole precise : solo canne rigate, orari rigidi, zone prestabilite tassativamente da rispettare pena cancellazione della squadra, cacciare Lunedi Martedi Venerdi giorni di meno “assembramento” e ninor rischio per tutti, meno litigi e prepotenze e soprattutto meno imboscamenti di altra selvaggina, risarcimento danni provocati da cinghiali a carico delle squadre, anziché a carico di tutti anche non cacciatori, e tanto altro che tu conosci anche pin troppo bene. Insomma una buona regolamentazione e un buon agire per il rispetto RECIPROCO

    Giusto,ma credi veramente che potrebbe esser accettata da tutti? Io personalmente ne sarei contento caccio al 90 % anatre, sai quanti rompiballe de meno avrei in giro per le paduli,con la specializzaione,la indirizzerei anche sulla migratoria tu che fai tordi e merli e lodole non fai colombi e ne anatre e cosi via.Chi fa beccacce con il cane fa solo quella chi fagiani e lepri solo quella al 31 dicembre loro smettono…

Leave a Reply


+ 5 = 8

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.