Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Audizioni: Ambiente e/e’ vita

| 17 luglio 2009 | 22 Comments

ambiente_e_vita.jpgIn merito alle audizioni delle associazioni ambientaliste sul testo unificato proposto dal Sen. Orsi, l’Associazione Ambiente e/è Vita Onlus, presente all’audizione del 15.07.2009 con i suoi rappresentanti avv. Enrico Baldelli e dott. Marco Broggi, ha consegnato un documento alla Commissione XIII^ del Senato che valuta molto positivamente tale testo.
Al contrario delle posizioni di ferma contrarietà assunte da TUTTE le altre associazioni ambientaliste presenti all’audizione, l’Associazione Ambiente e/è Vita Onlus è stata l’unica che ha manifestato apprezzamento soprattutto in relazione alla volontà di mantenere l’attuale impianto sanzionatorio,  sgombrando quindi il campo da strumentali ipotesi di deregulation.
In ordine alle altre modifiche apportate l’Associazione Ambiente e/è Vita Onlus le ha ritenute al passo con i tempi e rispondenti ad una logica europeista.
Nel documento redatto vengono, comunque, evidenziati alcuni correttivi che, se accolti,     potrebbero, ancora in misura maggiore, coniugare il principio della tutela della fauna selvatica con l’esercizio dell’attività venatoria.
Roma 17.07.2009

Avv. Enrico Baldelli
(responsabile settore legale e normativo)

******

AUDIZIONE PRESSO LA XIII^ COMMISSIONE DEL SENATO

TESTO UNIFICATO PROPOSTO DAL RELATORE SEN. ORSI IN SEDE DI ESAME DEI DISEGNI DI LEGGE SUL PRELIEVO VENATORIO (N. 276 – 330 – 397 – 398 – 480 – 510 – 1029 – 1104 – 1122 1224 – 1476)

ROMA 15.07.2009

Documento elaborato dall’Avv. Enrico Baldelli Responsabile Settore Legale e Normativo di A/V  e componente del Consiglio Nazionale

L’Associazione “Ambiente e/è Vita” Onlus innanzitutto ringrazia il Sig. Presidente della Commissione Territorio, Ambiente, Beni ambientali del Senato per l’invito a partecipare all’odierna audizione relativa all’esame del testo unificato proposto dal relatore Sen. Orsi in sede di esame dei DDL sul prelievo venatorio.
Ci ritroviamo in questa sede, dopo 6 mesi esatti da quando c’era stato permesso di esprimere la nostra posizione in merito ai disegni di legge sul prelievo venatorio,  e come allora avevamo espresso ampio apprezzamento in merito alla volontà di porre mano ad una rivisitazione della legge 157/92, individuando i punti che secondo noi andavano cambiati e riformati, allo stesso modo non possiamo non manifestare adesione e convincimento al testo unificato proposto dal relatore Sen. Orsi, pur con qualche distinguo come appresso specificato.
Esaminando il testo unificato proposto, l’Associazione Ambiente e/è Vita Onlus esprime innanzitutto al relatore la propria soddisfazione nell’aver constatato che nessuna modifica ha interessato l’art. 30 della L. 157/92 nonostante le “grida” da parte delle altre associazioni ambientaliste in merito a volontà di procedere a selvaggia depenalizzazione.
Allo stesso modo, anche i successivi articoli 31 e 32 relativi all’intero apparato sanzionatorio amministrativo non sono stati oggetto di modifiche e/o interventi di alleggerimento ad eccezione dell’eliminazione del comma 1) lettera a) dell’art. 31 che trova giustificazione nell’intervento sulla scelta delle forme di caccia.

Tale volontà di non “toccare” in alcun modo l’impianto sanzionatorio, rappresenta per l’Associazione Ambiente e/è Vita un punto fermo ed irrinunciabile, sicuramente più importante di qualsiasi modifica apportata al testo della L. 157/92.
Mantenere, infatti, la vigenza del corpo delle norme di cui agli artt. 30 – 31 – 32 della L. 157/92 significa disciplinare e responsabilizzare la condotta dei cacciatori non solo nell’interesse della fauna selvatica ma anche di essi stessi.
Tra le modifiche apportate in sede di redazione del testo unificato, evidenziamo, in quanto rispondenti alle sollecitazioni avanzate in sede di precedente audizione del 15.01.2009, ed oggetto si specifica richiesta da parte dell’Associazione Ambiente e Vita Onlus, le proposte del relatore in merito all’introduzione (v. art. 15 del testo unificato)  dell’art. 14 bis sulla mobilità per l’esercizio della caccia alla fauna migratoria, alla riformulazione dell’art. 12 della L. 157/92 con l’eliminazione dell’obbligo di opzione dei vari tipi di caccia, ed al rafforzamento del ruolo e dei compiti dell’ISPRA e degli Istituti regionali per la fauna selvatica.
Naturalmente, poiché il parere che l’Associazione Ambiente e/è Vita Onlus deve esprimere è relativo all’intero testo unificato, nel ribadire ampio apprezzamento al lavoro effettuato, si sottolinea l’esigenza base che venga sempre assicurato il principio della programmazione del prelievo venatorio e l’attuazione delle direttive comunitarie sugli uccelli ed habitat.
Ebbene, il testo del sen. Orsi va in questa direzione.

Anche le altre modifiche proposte e che più hanno fatto discutere, intendiamo riferirci al rilascio dell’attestato di tirocinio ai sedicenni per permettere l’attività venatoria pur con tutte le limitazioni previste, la caccia alle specie opportunistiche ed invasive, la cattura temporanea e l’inanellamento, per noi rispondono ad una logica europeista ed al passo con i tempi.
Perplessità invece desta la modifica relativa alla possibilità di procedere ad abbattimenti all’interno delle aree protette con consegna degli animali abbattuti ai cacciatori. Tale norma va sicuramente ripensata.
Infine, se vogliamo ravvisare qualche carenza od omissione, che potrà essere naturalmente essere sempre sanata, possiamo sottolineare il mancato recepimento del principio del prelievo venatorio articolato per tempi e specie e la mancata riorganizzazione degli ATC al fine di ottenere che ogni provincia abbia un solo ATC.
Nel complesso, comunque, il giudizio dell’Associazione Ambiente e/è Vita Onlus al testo unificato predisposto dal sen. Orsi, è un giudizio sicuramente positivo in quanto, tra l’altro, viene coniugata la tutela della fauna e dell’ambiente con l’esercizio dell’attività venatoria, nell’ambito del principio dello sviluppo sostenibile.


 

 

 

Category: Ambiente e vita, Leggi/Politica

Comments (22)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Alessandro Cannas scrive:

    Bravi!!!!

  2. giannirm2 scrive:

    Non tutti gli ambientalisti sono uguali

  3. luca80 scrive:

    Questo è il vero e serio ambientalismo europeista!

  4. fabrizio braglia scrive:

    Complimenti!!!!!!!!!

  5. Giovanni A scrive:

    Si questi sono i Veri Ambientalisti, gli altri? Solo anticaccia tipo animalisti 100%.

    Complimenti all’Avv. Enrico Baldelli e a tutta Ambiente e Vita. Avanti così che assieme al mondo della caccia, quello vero e serio, si può fare molto.

  6. piombo scrive:

    ragazzi cosi si fa ,ma in italia sono sempre meno le persone serie

  7. luca80 scrive:

    ragazzi stavo rileggendo il testo unificato del Sen. Orsi e ho notato che l’art. 18 resta pressochè invariato!
    C’è stata un’ulteriore modifica o è proprio così?

  8. massimo zaratin scrive:

    Bene bene…

    La buona notizia è che il nuovo ambientalismo è finalmente approdato alle discussioni importanti. Ora si sente anche il parere degli ecologisti razionali e responsabili accanto alle solite voci, peraltro sempre più flebili, dei “no” senza argomentazioni. Era un passo obbligato nell’evoluzione intellettuale dell’uomo che ora arriva a soluzioni democratiche ascoltando le varie voci interessate. Mancava solo nell’ambientalismo…mancava solo all’Italia!
    I miei complimenti all’amico Enrico con i migliori auguri di buon lavoro affinché questa voce diventi sempre più forte nel nostro paese.

  9. lorenzo scrive:

    dai dai una boccata d’aria nuova , e speriamo che spazzi via un po di spazzatura.

  10. lorenzo scrive:

    d’accordo con questo tipo di ambientalismo si puo fare molto per tutti, avanti cosi.

  11. Giusti Giacomo scrive:

    Questi sono gli ambientalisti che insieme ai cacciatori salveranno ambiente e fauna,levandoli dalle grinfie di quell’ambientalismo di facciata,e opportunista mangiasoldi e basta.

    Quessti sono ambientalisti veri,il resto sono solo una accozzaglia di anti caccia,a cui non interessa nulla ne di ambiente,ne di fauna.

  12. Valerio scrive:

    Giusti,

    quoto e condivido il tuo commento al 100×100.

    ciao valerio

  13. Giacomo scrive:

    Grande Giusti !!

  14. Baghy scrive:

    Senza voler criticare nessuno vorrei far sapere che i due rappresentanti delle associazioni Ambientaliste riconosciute componenti dei due direttivi degli A.T.C. Vicentini sono aderenti all’ass. Ambiente e è Vita. Permettetemi di esserne fiero. Baghy

  15. massimo fedeli scrive:

    Braghy, che culo!!! noi a Roma sti problemi nun cè li avemo , nun ciavemo manco gli atc, alla faccia della 157/92, ciao.

  16. Baghy scrive:

    Non è culo caro Massimo ma tanta volontà di cambiamento

  17. bekea scrive:

    Dai dai,che piano piano qualcosa si muove. Purtroppo i tempi della politica non sono i nostri ,noi abbiamo delle date da rispettare per aprire e chiudere la nostra passione,il resto è solo trepida attesa. VIVA LA CACCIA

  18. Renzo_ scrive:

    E’ una grande soddisfazione per noi Cacciatori essere uniti, AA.VV. e Ambientalisti un’unica passione.
    Bravi questo è solo l’inizio, il modo corretto per dire all’ opinione pubblica cos’ è un Ambientalista e un Cacciatore .

    I.B.A.L.

    Renzo Cavasin

  19. Fabrizio scrive:

    Bravo BALDELLI !!

    MENO MALE CHE CI SONO ANCHE AMBIENTALISTI SERI E INTELLETTUALMENTE ONESTI, IN ITALIA.

    Fabrizio

  20. DINO (FG) scrive:

    Questo ambientalismo mi piace. Complimenti

  21. sandro61 scrive:

    x luca80

    la modifica all’articolo 18 dovrebbe…(dico dovrebbe!!!)essere presentata sotto forma di emendamento il 20 c.m.!!,

    vedremo se sarà così….

    un saluto…..wwwwww la caccia!.

  22. Alfio scrive:

    Era da tempo che si aspettva un ambientalismo reale e fattivo, sicuramente questa associazione godrà della fiducia dei cacciatori e saranno fastidi grossi per tutte le barbarie ambientali perpetrati. L’ambiente è cosa seria, non possiamo sopportare degli anticaccia vestiti di ambientalisti che, sull’ambiente non si vede nessun intervento, gli unici interventi sono contro l’attività venatoria e di coloro che la praticano, nel tempo questa angosciosa situazione stà venendo fuori e le etichette di ambientalista attaccati al petto vanno riviste a beneficio dello stesso ambiente.
    Cordialmente
    Alfio.

Leave a Reply


4 + = 12

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.